Tag: Newspower

CAMPIONATO ITALIANO XCO L’11 E IL 12 LUGLIO. VAL CASIES E ASV COLLE ANCORA PROTAGONISTI

CAMPIONATO ITALIANO XCO L’11 E IL 12 LUGLIO. VAL CASIES E ASV COLLE ANCORA PROTAGONISTI

Al lavoro in vista del Campionato Italiano Assoluto di MTB 2020
Le prime impressioni dell’organizzatore Daniel Schuster
Coronamento di un sogno per il comitato locale – percorso ad hoc

Campionato Italiano XCO 2020 assegnato alla Valle di Casies, a coronamento di un grande lavoro per il comitato ASV Colle. Il prestigioso evento di mountain bike si terrà l’11 e il 12 luglio nella suggestiva vallata altoatesina, e l’organizzazione locale ha già avviato la preparazione, come afferma uno dei responsabili del C.O., Daniel Schuster: “Abbiamo iniziato con la preparazione, al momento siamo occupati con gli sponsor e con il budget per valutare attentamente come realizzare l’evento”.
Gli sforzi sono dunque stati premiati: “Abbiamo iniziato cinque anni fa con le gare di Coppa Italia giovanili – prosegue Schuster, – quindi gli Italiani ogni anno in tutte le specialità del cross country e, sì, questo è proprio il finale perfetto di un percorso iniziato da qualche anno, decisamente una bella sfida per noi”.
Il tracciato si preannuncia spettacolare, un terreno di gara che i protagonisti potrebbero già conoscere: “Il percorso resterà per gran parte invariato rispetto alle ultime gare effettuate, stiamo valutando qualche alternativa ma vedremo prossimamente”. Favoriti per l’anno olimpico? “Direi sempre gli stessi, con Gerhard Kerschbaumer e fra le donne Eva Lechner probabilmente un passo avanti a tutti”. Quest’ultima vanta infatti una sfilza di successi, tra i quali tre ori mondiali e due europei, mentre il primo ben quattro ori mondiali. Atleti esperti con i favori dei pronostici, ma nella mountain bike, è risaputo, le sorprese sono dietro l’angolo.
“Stiamo valutando anche gli eventi di contorno” conclude Daniel Schuster, “per dare un’ulteriore ventata d’aria fresca”. Il percorso – dopo gli applausi riscossi nelle passate competizioni tricolori – sarà all’insegna della tecnicità, impegnativo al punto giusto per esaltare i fuoriclasse delle ruote artigliate, ed ora non resta che far scattare il countdown. Il comitato informa inoltre che le gare degli agonisti (élite, U23 e Juniores) sono state spostate dalla giornata di sabato a quella di domenica, a causa della concomitanza con la Dolomiti Superbike in programma proprio il sabato del Campionato Italiano Assoluto di cross country 2020.

Info: www.ssvpichlgsies.com/mountainbike

A TRENTO C’È UNO “SCERIFFO” IN CITTÀ. RITROVO DI CICLOSTORICI CON “LA MOSERISSIMA”

A TRENTO C’È UNO “SCERIFFO” IN CITTÀ. RITROVO DI CICLOSTORICI CON “LA MOSERISSIMA”

L’11 luglio 6.a edizione de “La Moserissima” lungo percorso unico di 65 km
Appuntamento ‘intermedio’ tra Crono in Valle dei Laghi e 15.a “La Leggendaria Charly Gaul”
Tappa trentina del Giro d’Italia d’Epoca in compagnia dei campioni del passato
Iscrizioni aperte alla quota di 35 euro (a disposizione entro il 30 aprile)

Passano gli anni, ma “Lo Sceriffo” è sempre lui e va in perlustrazione ad assicurare che le ‘ruote girino’ alla perfezione a Trento e dintorni. Francesco Moser tornerà in sella assieme a tutti i ciclostorici in occasione della sesta edizione de “La Moserissima” dell’11 luglio, settima tappa del Giro d’Italia d’Epoca. Il comitato di APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Trento Eventi Sport non si ferma così alle sfide UCI Gran Fondo World Series “La Leggendaria Charly Gaul” (12 luglio) e Cronometro di Cavedine (10 luglio), ma regala a tutti gli appassionati di ciclismo vintage un appuntamento con i fiocchi che farà emozionare. “La Moserissima” concederà l’opportunità unica di pedalare al fianco del corridore più vincente di tutti i tempi in Italia assieme “ai suoi amici”, quali Gianbattista “Gibì” Baronchelli, Moreno Moser, Marino Basso, Gilberto “Gibo” Simoni, Gianni Motta, Mario Beccia, solo per citarne alcuni, atleti che hanno fatto la storia del ciclismo. Ma anche i curiosi e i lettori delle cronache ‘rosa’ hanno avuto un bel da fare, visto che nella passata edizione si sono fatti immortalare in compagnia della coppia da copertina Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez. L’organizzazione trentina è al lavoro per far divertire tutti i pedalatori, i quali, per affrontare il percorso di 65 km con partenza ed arrivo in Piazza Duomo a Trento, dovranno rigorosamente scegliere una bicicletta costruita in epoca precedente il 1987 e indossare abbigliamento consono al periodo storico, non capita infatti tutti i giorni di vedere al via concorrenti in piena estate con pesanti maglie di lana ma… lo spirito della manifestazione prima di tutto! Anche nel 2020 “La Moserissima” sarà l’unica tappa del Giro d’Italia d’Epoca a rappresentare il Trentino-Alto Adige, sfoggiando dei veri e propri pezzi da collezione. E chissà quest’anno cosa ci riserverà tra le strade bianche, i palazzi storici e le bellezze della città di Trento…
Info: www.lamoserissima.it e www.laleggendariacharlygaul.it

LA “CASA” DELLO SCIALPINISMO. ENGEL & VÖLKERS ALL’EPIC SKI TOUR

LA “CASA” DELLO SCIALPINISMO. ENGEL & VÖLKERS ALL’EPIC SKI TOUR

EPIC Ski Tour il 6 e 7 marzo sul Monte Bondone
Engel & Völkers storico partner rappresentato da Davide Bonalumi

Davide Bonalumi di Engel & Völkers è un ‘aficionado’ di EPIC Ski Tour (il 6 e 7 marzo sul Monte Bondone), un evento grazie al quale è scoccata la passione per lo scialpinismo unendo così l’utile al dilettevole. Uno spunto che potrebbe essere tratto anche da tutti i concorrenti “4all” ai quali la manifestazione si rivolge, alle prime armi con sci e pelli ma che desiderano cimentarsi con questa spettacolare ed allenante disciplina. Davide, com’è nata la partnership della tua azienda con EPIC Ski Tour? “Un po’ per la mia personale passione per la montagna abbiamo cominciato nel primo anno di sponsorizzazione a testare lo skialp, e ora che EPIC Ski Tour arriva in zona Trento abbiamo una motivazione commerciale in più creando contatti e intrecci di business. Un passaggio che quindi oserei dire da ‘personale’ ad ‘aziendale’”. Parteciperai anche alla prova “4All” di sabato 7 marzo sul Monte Bondone? “Certamente, io non sono un concorrente vero e proprio ma farò parte dei mitici ‘4all’. Saremo presenti anche con un banchetto espositivo sul Monte Bondone”. Una partnership – tra Engel & Völkers ed EPIC Ski Tour – che dunque prosegue alla grande: “Direi che l’area di abbinamento calza a pennello, lo scialpinismo è uno sport dove economicamente bisogna possedere delle ‘risorse medie’ quindi si sposa con il nostro target di clientela e con i nostri territori che sono spettacolari”. Davide Bonalumi è infatti titolare di tutte le licenze del Trentino con una sede a Trento, una a Rovereto, aprendo una nuova sede tra una decina di giorni a Madonna di Campiglio e con Val di Fassa e Val di Fiemme nel piano industriale di sviluppo di Engel & Völkers, proprio da dove EPIC Ski Tour era partito.


Info: www.epicskitour.com

IL MARMOTTA TROPHY RUBA LA SCENA. LA “TRADIZIONE” DELLO SKIALP ALL’EDIZIONE NUMERO 13

IL MARMOTTA TROPHY RUBA LA SCENA. LA “TRADIZIONE” DELLO SKIALP ALL’EDIZIONE NUMERO 13

Marmotta Trophy il 7 e 8 marzo in Val Martello
Sabato “vertical” limitato ad 80 atleti sino al Rifugio Martello
Valevole per Coppa Italia, Alpen Cup e Coppa di Germania
Percorsi ad hoc per tutte le categorie

A partire dalla giornata di lunedì la Federazione Italiana Sport Invernali autorizzerà la ripresa delle gare di calendario federale, e così il Marmotta Trophy della Val Martello – previsto nelle giornate del 7 e 8 marzo – potrà tirare un sospiro di sollievo, regalandosi il consueto appuntamento dedicato allo scialpinismo nella bella vallata altoatesina. L’evento, che all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio festeggerà la tredicesima edizione, è valevole come Coppa Italia Giovanile – FISI Senior/Master, Alpen Cup e anche Coppa di Germania. Ma prima c’è una sfida ‘vertical’ da affrontare. Il 7 marzo circa 80 atleti competeranno spalla a spalla in velocità con sci e pelli, cercando di percorrere nel minor tempo possibile un tracciato di circa 5 km e 600 metri di dislivello, scattando dall’ex albergo Paradiso per giungere “in quota” al Rifugio Martello. A questa gara potranno partecipare anche gli atleti “Hobby” che con sci o racchette da neve si concentreranno sui paesaggi e lungo una contesa “senza cronometro”. Il percorso della giornata di domenica misura invece 15.2 km con un dislivello di 1.677 metri per le categorie Uomini Master/Senior/U23, e 11 km con un dislivello di 1.317 metri per le categorie Donne Master/Senior/U23, Junior Men. Sarà infine di 8 km e 997 metri di dislivello quello riservato a Donne Junior e Cadetti, i quali avranno una pratica più veloce da sbrigare. Quattro spettacolari e impegnative salite da affrontare e due tratti a piedi per gli atleti dei due itinerari di gara principali, mentre Donne Junior e Cadetti percorreranno tre salite e due discese con un tratto a piedi, riponendo i propri sci ‘nello zaino’.
I migliori competitors di scialpinismo si batteranno così strenuamente garantendo prove ad alto livello, al cospetto del gruppo Ortles-Cevedale.

Per info: www.martell.it/it/marmotta-trophy

HORN ATTACKE ANNULLATA. LA SICUREZZA È PRIORITÀ ASSOLUTA

HORN ATTACKE ANNULLATA. LA SICUREZZA È PRIORITÀ ASSOLUTA

Annullato il duathlon Horn Attacke del 7 marzo
Il comitato è rammaricato ma ha deciso di non correre rischi
Nessun rinvio: il comprensorio chiude il 22 marzo

Il comitato organizzatore della Horn Attacke, con grande rammarico, ha informato i propri atleti di aver annullato l’evento previsto per il 7 marzo prossimo da Bolzano al Corno del Renon. Le norme di sicurezza anti-Coronavirus avrebbero infatti reso difficoltoso garantire la massima sicurezza agli atleti e – dopo un intenso scambio di pareri con le autorità – è stata presa questa decisione, molto sofferta, visto anche il buon numero di appassionati iscrittisi con entusiasmo all’evento. “Anche se le autorità non hanno imposto un vero e proprio divieto, ma solo una raccomandazione di annullare l’evento, non vogliamo correre rischi: la salute e la sicurezza degli atleti, dei soccorritori e delle loro famiglie sono la nostra priorità assoluta”, afferma un comitato più che dispiaciuto.
La quinta edizione della Horn Attacke non sarà inoltre rimandabile, visto che il comprensorio sciistico Corno del Renon chiuderà i battenti il 22 marzo. La delusione è grande per una squadra affiatata che da mesi (e su base volontaria) stava lavorando alacremente per garantire un evento con i fiocchi a tutti gli atleti, che avrebbero completato un percorso di 20 km e 2000 metri di dislivello tra corsa e scialpinismo, partendo da Bolzano per arrivare al Corno del Renon. Una soluzione per quanto riguarda le quote di iscrizione verrà infine trovata al più presto, basterà solamente pazientare qualche giorno.

Info: www.hornattacke.com

GRANFONDO DOBBIACO-CORTINA: SAVE THE DATE. 23 E 24… GENNAIO! FORMAT CHE VINCE NON SI CAMBIA

GRANFONDO DOBBIACO-CORTINA: SAVE THE DATE. 23 E 24… GENNAIO! FORMAT CHE VINCE NON SI CAMBIA

Il comitato presieduto da Herbert Santer annuncia la 44.a edizione
Gara anticipata visti i Mondiali di sci alpino di Cortina a febbraio 2021
42 km in TC e 32 km in TL dall’aeroporto militare di Dobbiaco

La 44.a Granfondo Dobbiaco-Cortina esce allo scoperto con la nuova data. E nel 2021 sarà proprio “nuova”, visto lo svolgersi dei Mondiali di sci alpino a Cortina d’Ampezzo che hanno reso necessario uno spostamento in calendario, soprattutto dal punto di vista logistico ed organizzativo. La ski-marathon che unisce le province di Bolzano e Belluno si disputerà così il 23 e 24 gennaio 2021, una settimana prima della Marcialonga di Fiemme e Fassa. Il format proposto dal comitato organizzatore presieduto da Herbert Santer sarà sempre quello vincente della passata edizione, partendo da Dobbiaco per arrivare sul traguardo di Cortina d’Ampezzo sia per quanto riguarda la gara in tecnica classica del sabato sia per la tecnica libera della giornata successiva. 42 spettacolari chilometri da affrontare nel primo caso, 32 chilometri nel secondo, dopo essere partiti in zona aeroporto militare di Dobbiaco. Colpi di scena, leccornie nel pre e post gara, campioni e tanti appassionati hanno animato la 43.a edizione da poco disputatasi, ed ora non resta che attendere l’apertura iscrizioni della Granfondo Dobbiaco-Cortina 2021 tra qualche settimana… Stay tuned!

Info: www.dobbiacocortina.org

MARCIALONGA AI… MARCIALONGHISTI DI FIEMME E FASSA.ISCRIZIONI APERTE DAL 2 MARZO PER I “BISONTI” AZZURRI

MARCIALONGA AI… MARCIALONGHISTI DI FIEMME E FASSA.ISCRIZIONI APERTE DAL 2 MARZO PER I “BISONTI” AZZURRI

48.a Marcialonga il 31 gennaio 2021
Apertura iscrizioni ai concorrenti italiani dal 2 al 31 marzo
I valligiani si possono già iscrivere recandosi all’Ufficio Marcialonga di Predazzo
Il cinquantennale si avvicina in Fiemme e Fassa…

La Marcialonga di Fiemme e Fassa si è conclusa da circa un mese, ma è già ora di pensare alla prossima edizione (31 gennaio 2021), i pettorali sono richiestissimi e sfruttare fin da subito l’opportunità offerta dal comitato trentino permetterà di godersi in assoluta tranquillità la marcia di avvicinamento e risparmiare sulle quote di gara. I primi a beneficiarne sono, come da tradizione, i valligiani di Fiemme e Fassa, che potranno far parte della prossima contesa alla tariffa agevolata di 75 euro. Dopo i ‘locals’, porte aperte anche a tutti i fondisti italiani che – alla medesima tariffa e prima dell’invasione scandinava che porterà 36 nazioni da 5 continenti – potranno assicurarsi un pettorale, online dal 2 al 31 marzo o recandosi anch’essi “a casa” di Marcialonga. Come? Basterà iscriversi entro il 31 marzo saldando la quota in contanti direttamente all’ufficio Marcialonga a Predazzo o, in alternativa, online sempre fino al 31 marzo, tramite bonifico o carta di credito: “Ti aspettiamo per celebrare insieme questi 50 anni di sport ed emozioni!”, dice il comitato Marcialonga, che pensa già ad allestire il proprio storico appuntamento con il cinquantennale della leggendaria ski-marathon. Breve aggiornamento anche per quanto riguarda le ultime sciate sulla pista Marcialonga: rimangono attualmente percorribili i tratti Canazei – Pozza di Fassa (Centro Fondo Alta Val di Fassa) e Centro del Fondo di Lago di Tesero, dove sarà possibile sciare sino al termine della stagione.
L’appuntamento con la 48.a edizione della Marcialonga di Fiemme e Fassa è fissato tra 338 giorni, sfilando ancora una volta sui mitici 70 km – partendo da Moena ed arrivando a Cavalese – che lo scorso anno incoronarono campioni i norvegesi di Visma Ski Classics Berdal e Gjeitnes, oltre ad una miriade di concorrenti tra “bisonti”, valligiani e appassionati di sci di fondo e della cultura di questi splendidi territori.

Info: www.marcialonga.it

IBU CUP IN VAL MARTELLO: CURIOSITÀ SUPERSPRINT. L’ITALIA CONVOCA ANCHE I PROMETTENTI JUNIOR

IBU CUP IN VAL MARTELLO: CURIOSITÀ SUPERSPRINT. L’ITALIA CONVOCA ANCHE I PROMETTENTI JUNIOR

IBU Cup da domani a domenica 16 febbraio in Val Martello
Tutti i convocati azzurri: ci sono anche Giacomel, Bionaz e Trabucchi
Programma allettante: domani supersprint, sabato sprint e domenica pursuit
Comitato Biathlon Martello pronto a chiudere in bellezza

Gli occhi del mondo del biathlon sono puntati sui Mondiali di Anterselva, ma a destare curiosità ci saranno anche gli appuntamenti della Val Martello, sempre in Alto Adige, da non perdere per pubblico e addetti ai lavori da domani al 16 febbraio, a cominciare dall’imminente supersprint.
Il comitato Biathlon Martello è pronto: “Abbiamo preparato il tutto – ci dice il direttore di gara Ulrich Walder – gli atleti si stanno allenando, la gara di domani sarà divisa in qualificazioni e finali con un solo colpo di riserva e un format molto rapido che desterà curiosità”. Il via verrà dato dalle qualifiche della mattinata (ore 11), con una mass start a selezionare i migliori 30 e una finale “lampo”: “16 o 18 minuti di gara molto veloci”, dopodiché in Val Martello ci saranno due grandi classiche, una sprint (sabato) ed un inseguimento (domenica): “Due classicissime del biathlon, mentre la supersprint è un po’ più speciale perché non è stata utilizzata molte volte e dovrebbe entrare maggiormente nei circuiti internazionali perché è spettacolare”, conclude Walder. Un comitato che disporrà della collaborazione di un centinaio di volontari, con gli azzurri pronti a tornare in pista dopo qualche novità nelle selezioni, visto che ai nastri di partenza ci saranno anche i biatleti della nazionale juniores Tommaso Giacomel, Didier Bionaz e Beatrice Trabucchi, tre talenti che nel futuro prossimo potranno fare il definitivo “salto” con la nazionale maggiore. Il trentino Giacomel proprio al Centro del Biathlon della “valle delle fragole” lo scorso dicembre ottenne la prima vittoria in carriera, mentre Bionaz è stato uno dei più continui in questa stagione e Beatrice Trabucchi ha ottenuto diversi e buoni piazzamenti. Completeranno il parterre azzurro Nicole Gontier, Saverio Zini, Thierry Chenal, Patrick Braunhofer, Irene Lardschneider, Alexia Runggaldier e Giuseppe Montello. I favoriti saranno i norvegesi, in grande spolvero lo scorso weekend, ma anche i biatleti tedeschi, russi e ucraini in particolare, senza dimenticare i francesi. Non mancherà così il “cecchino” norvegese Endre Stroemsheim, accompagnato dai connazionali Sivert Guttorm Bakken e Sindre Fjellheim Jorde, da Ida Lien e Sturla Holm Laegreid.

Info: www.biathlon-martell.com e www.biathlonworld.com

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON: “CAVALCATA” DA SOGNO. PODISMO ALLO ZENIT IN QUEST’ANGOLO DI TRENTINO

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON: “CAVALCATA” DA SOGNO. PODISMO ALLO ZENIT IN QUEST’ANGOLO DI TRENTINO

Il 4 luglio Primiero Dolomiti Marathon
US Primiero celebra i cinque anni dell’evento
42K, 26K e 6.5K adatti a tutti i palati podistici
Quote convenienti entro fine mese – “fisse” per il Family Trail

Alla primavera non manca poi molto… le temperature si fanno man mano più gradevoli ed è tempo di pensare a sfoderare i propri pantaloncini e scarpette per godersi una bella corsa, soprattutto nelle ore più soleggiate della giornata. Il “piano” è tuttavia quello di rimettersi in forma in vista di una delle più belle corse del panorama italiano: la quinta edizione della Primiero Dolomiti Marathon del 4 luglio in Trentino.
Gli iscritti – nonostante manchino svariati mesi allo start – sono già 350 circa, ma la ‘corsa’ è ancora lunga… e il comitato organizzatore dell’US Primiero nel corso dell’inverno è andato ‘in perlustrazione’ a promuovere il proprio evento, partecipando ad alcune maratone per conquistare seguaci e farsi conoscere, anche perché la ‘cavalcata’ della Valle di Primiero merita fiducia, nessuno se n’è mai pentito.
Una quinta edizione che è un primo traguardo, sempre più ‘performante’ dal punto di vista organizzativo e logistico, con il C.O. trentino capitanato dal presidente di US Primiero Luigi Zanetel e dal vice presidente Franco Orler ad affinare i dettagli per i propri corridori, sempre riconfermando il ‘piano iniziale’ che vede il suggestivo Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino protagonista della manifestazione trentina.
Tre i percorsi di differente lunghezza e difficoltà, con il marathon di 42K a scattare dalla Val Canali, il ‘classic’ di 26K dalla località di San Martino di Castrozza e il “Family Trail” di 6.5K da Fiera di Primiero, scenario d’arrivo anche degli altri due itinerari di gara. Le tariffe di partecipazione proposte a tutti gli appassionati della corsa sono vantaggiose e lo saranno fino al 29 febbraio, alla cifra di 37 euro per il tracciato più lungo, mentre chi ha partecipato a tutte le edizioni avrà “quota riservata” di 30 euro fino al 4 luglio. La tariffa per la 26K (sia competitiva che non) sarà invece di 32 euro, anch’essa entro il 29 febbraio, con i “sempre presenti” a poter partecipare alla cifra di 25 euro valida fino al 4 luglio. I “camminatori” della 6.5K ludico-motoria potranno infine saldare i 15 euro d’iscrizione fino al giorno di gara, divertendosi in una passeggiata che coinvolge famiglie, stranieri in vacanza e meno allenati attorno al caratteristico borgo primierotto. Il podismo raggiunge lo zenit in quest’angolo di Trentino.

Info: www.primierodolomitimarathon.it

EPIC SKI TOUR CHIAMA I “4ALL” A RACCOLTA. DOPO ANTONIOLI ANCHE COMPAGNONI ACCETTA LA SFIDA

EPIC SKI TOUR CHIAMA I “4ALL” A RACCOLTA. DOPO ANTONIOLI ANCHE COMPAGNONI ACCETTA LA SFIDA

EPIC Ski Tour Trofeo Fiou: lo skialp che piace in Valle d’Aosta
Dal 14 al 16 febbraio sfide per tutti i gusti tra campioni ed amatori
Iscritti il campionissimo Robert Antonioli e la vincitrice di Davos Giulia Compagnoni
Attesi numerosi altri atleti ma le iscrizioni chiudono giovedì!

Giulia Compagnoni, dopo la doppietta svizzera all’EPIC Ski Tour di Davos, torna in prima linea per tentare di portarsi a casa anche la seconda tappa dell’evento dedicato allo scialpinismo per tutti tra campionissimi, amatori e semplici appassionati delle cime montane, ipotecando il titolo 2019/2020.
Dal 14 al 16 febbraio in Valle d’Aosta ci sarà infatti EPIC Ski Tour Trofeo Fiou, con le iscrizioni in impennata in questi ultimi giorni, dopo il “segnale” dato dall’adesione del campionissimo Robert Antonioli, azzurro reduce dalle fatiche di Coppa del Mondo. Hanno accettato la sfida alla seconda tappa del challenge anche i vari Negroni, Aymonod, Danieli, Lenzi, Trento e Maguet, terzo nella Coppa del Mondo di Berchtesgaden, ma anche i “4All”, i concorrenti alle prime armi, sono chiamati a raccolta, ricordando la dead-line delle iscrizioni online prevista per la giornata di giovedì, sempre alla competitiva tariffa di 30 euro. Venerdì o sabato sarà eventualmente possibile registrarsi in loco, ma solo se ci saranno pettorali disponibili; sarà bene dunque non rischiare di rimanere a bocca asciutta. Dicevamo delle molteplici adesioni degli ultimi giorni, d’altronde il Trofeo Fiou è stato in queste zone una vera e propria ricorrenza per tutti, in primis per commemorare i due fratelli Fiou, giovani alpinisti tragicamente scomparsi, e per ammirare gli scenari montani valdostani che non hanno bisogno di presentazioni. I comuni della Valle del San Bernardo sono tuttavia perlopiù sconosciuti a chi non è della zona, e schierarsi al via di EPIC Ski Tour Trofeo Fiou concederà anche questa opportunità, rilassandosi poi nella natura dopo aver faticato con sci e pelli. Ecco dunque un programma allettante, che prevede per la giornata di sabato 15 febbraio a Saint Rhèmy en Bosses (Foyer de Fond a Flassin) il ritiro pacco gara dalle ore 7 alle ore 8.30, briefing precedente lo start di EPIC Ski Tour Trofeo Fiou che avverrà alle ore 9, godendosi successivamente in assoluta tranquillità l’area expo e ‘testival’, il pasta party, le premiazioni, gli highlights del giorno e l’EPIC talk, dando appuntamento ai concorrenti “4All” nella giornata successiva. Questi ultimi infatti, sempre a Saint Rhèmy en Bosses (Foyer de Fond a Flassin), domenica potranno muovere i primi passi suddivisi nelle categorie stabilite Rookie (alle prime armi), Beginner (media esperienza) e Advanced (esperti che desiderano affinare la propria tecnica ed ascoltare i consigli delle guide). Per partecipare al tour con guida alpina sono necessari strumenti quali pala, arva, sonda, ed è obbligatorio indossare un caschetto omologato. Chi ne è sprovvisto può acquistare l’“ufficiale” di EPIC Ski Tour al sito web della manifestazione oppure all’area expo in occasione dell’evento.

Info sul sito: www.epicskitour.com