Tag: vasaloppet

Calciatori, rallisti, bikers e fondisti: Marcialonga calamita di sportivi

Calciatori, rallisti, bikers e fondisti: Marcialonga calamita di sportivi

Marianna Longa parteciperà alla Marcialonga 2022

Il 30 gennaio al via l’ex della Roma Riise, l’iridato Grönholm, Melandri, Longa e Valbusa
Sport e politica: a dare il via il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia
Pista pronta, Marcialonga in rampa di lancio, sarà la 49.a
E poi la combinata Craft, perché Marcialonga è anche ciclismo e running

Sono 11 anni che la Marcialonga non si disputa il 30 gennaio, la data fissa è quella dell’ultima domenica del primo mese dell’anno, come succederà tra poco più di due settimane. Fino ad oggi, la granfondo trentina si è corsa il 30 gennaio negli anni 1972, 1977, 1983, 1994, 2000, 2005 e 2011.
Quest’anno ricorre la 49.a edizione e il fermento è molto, come sempre. La pista, conferma il direttore generale Davide Stoffie, è pressoché ultimata nei suoi 70 km da Moena a Cavalese col giro di boa a Canazei, la segreteria sta assegnando gli ultimi pettorali.
Intanto scorrendo l’elenco iscritti, che Marcialonga correttamente pubblica in anticipo, si trovano anche nomi noti al di fuori dei grandi protagonisti che gareggiano con i Pro Team di Ski Classics. Troviamo John Arne Riise, che i bene informati di calcio ricordano come giocatore della Roma. Riise, a cui è stato dato il nomignolo di Thunderbolt per la potenza del suo sinistro, è un ex calciatore norvegese, nominato calciatore dell’anno nel 2006 nel suo Paese, ma ha giocato anche nel Monaco e nel Liverpool. Ha partecipato alla Marcialonga anche nel 2018 piazzandosi 1209°.
Partirà una grande ex fondista, la livignasca Marianna Longa, e scorrendo l’elenco troviamo anche un’altra eccellente ex degli sci stretti, Sabina Valbusa, già 3.a nel 2000 e 5.a nel 2011, atlete dal glorioso passato che ritornano sugli sci come semplici appassionate. Confermata anche la presenza del celebre rallista, campione del mondo, Marcus Grönholm. Il presidente di Marcialonga Angelo Corradini, grande appassionato anche di motori, sta cercando di procurargli una vettura da rally per farlo esibire sabato sulla neve fiemmese. Ci saranno anche campioni di motociclismo, ritorna il campione del mondo Marco Melandri accompagnato da Federico Caricasulo e Simone Corsi.
Anche questo fa parte della Marcialonga. In passato sono stati tanti anche i politici ad assistere al grande evento delle Valli di Fiemme e di Fassa. Nelle primissime edizioni c’è stato Flaminio Piccoli, poi il Presidente della Repubblica più amato dagli italiani, Sandro Pertini, oltre a tanti altri personaggi, e quest’anno la tradizione si ripete. A dare il via e ad incoronare il vincitore ci sarà il Ministro del turismo Massimo Garavaglia.
Ma oltre che evento caro agli amatori – una volta chiamati benevolmente bisonti, ai campioni e ai politici, la Marcialonga è anche prova di Worldloppet e soprattutto del circuito Ski Classics. Questo weekend è in programma la 5.a tappa, i protagonisti sono più o meno quelli di sempre, ma tutti hanno l’obiettivo di far bene alla Marcialonga che, insieme alla Vasaloppet, è l’icona mondiale dello sci di fondo. Fino ad ora sono spiccati i giovani del circuito, mentre i vecchi leoni, quelli forgiati dalle fatiche del double poling, stanno solo aspettando il via di Moena e la salita finale di Cascata, quella che decide, ormai da sempre, la classifica della Marcialonga. Ritornano i ‘marpioni’ come Rezac, Anders Aukland, l’uomo dai Ray-ban Gjerdalen, pronti alla zampata. Torna anche Eliassen con i colori del Team Robinson Trentino, ma puntano a far bene nella gara di casa anche il Team Internorm Trentino e il Futura Alta Quota.
Una sfida da non perdere, soprattutto in TV, grazie a Sky, broadcaster ufficiale della manifestazione, RTTR che trasmetterà la diretta in regione.
Marcialonga non è però solo sci, è anche altro. La Cycling Craft e la Running Coop sono le competizioni ‘estive’ del brand Marcialonga, e insieme alla gara invernale danno vita alla Combinata Punto3 Craft, quest’anno rinnovata dalla partecipazione dei Super Capitani. Sono campioni, personaggi famosi, blogger e atleti Visma Ski Classics, pronti a guidare le squadre nelle tre diverse manifestazioni. Tra i Super Capitani più conosciuti si leggono i nomi dei già citati Marco Melandri, Marcus Grönholm, ma anche Cristian Zorzi, Manfred Möggl, Stefano Mich…e molti altri. Si prevede un nuovo anno “stellare” per Marcialonga!

Info: www.marcialonga.it

TEAM FUTURA SQUADRA DI FONDISTI GIRAMONDO. RISULTATI POSITIVI TRA VASALOPPET E GANGHOFERLAUF

TEAM FUTURA SQUADRA DI FONDISTI GIRAMONDO. RISULTATI POSITIVI TRA VASALOPPET E GANGHOFERLAUF

Team Futura ‘sconfina’ all’estero
Stefano Mich 99° alla leggendaria Vasaloppet
Alla 50.a Ganghoferlauf 3.a posizione per Manuel Amhof ma non solo…
Il punto della situazione sulla stagione che volge al termine

I ragazzi del Team Futura non si fermano, nonostante l’annullamento di numerose prove fondistiche in terra nostrana, e così i fondisti della squadra trentina hanno “sconfinato” in giro per il mondo per dare sfogo alla propria passione. Soddisfazione anche alla regina di tutte le granfondo – la svedese Vasaloppet – dove tra neve fresca e binari lenti Stefano Mich è riuscito ad entrare nei “top 100” con il terzo posto tra gli italiani e il 99° assoluto: “Grande Stefano! Obiettivo primi 100 raggiunto”, si congratulano i responsabili del Team. E con il 61° conquistato alla Marcialonga di Fiemme e Fassa, Mich può dire di aver centrato due posizionamenti significativi in entrambe le grandi classiche dello sci di fondo mondiale.
In terra austriaca si è corsa invece la 50.a edizione della Ganghoferlauf, attraverso la bella valle Leutaschtal nella regione olimpica di Seefeld, dove nella gara di sabato in classico l’altoatesino Manuel Amhof è riuscito a conquistare un ottimo terzo posto sulla prova lunga, con Riccardo Mich 7° assoluto e Mathias Schwingshackl protagonista nel percorso più breve con un 5° posto. Applausi anche per un altro fondista altoatesino del Team Futura, Patrick Klettenhammer, 4° nei 42 chilometri in skating sfiorando il podio. Subito dietro Pietro Dutto, giunto sesto assoluto e secondo di categoria, mentre l’esperto Reinhart Kargruber ha agguantato il 15° posto assoluto.
La stagione sta volgendo al termine e la squadra trentina è orgogliosa dei propri atleti, con il vicepresidente e manager del Team Futura, Andrea Buttaboni, a tirare le somme ma con un occhio rivolto al futuro: “Non avevamo molte aspettative su questa stagione perché siamo in fase di forti cambiamenti a livello dirigenziale, organizzativo e di team. L’anno prossimo festeggeremo i 40 anni di storia, quando vorremmo tirare una riga e farci trovare pronti, tornando competitivi supportando maggiormente i ragazzi giovani, aggiornando l’area social e proponendo un nuovo sito”. In vista di una ipotesi allettante… “Rientrare nel circuito Visma Ski Classics come Team, abbiamo preso questa come una stagione transitoria, con obiettivi dichiarati quali Pustertaler Ski-Marathon e Val Casies, il primo è andato come ci aspettavamo mentre il secondo un po’ meno, senza dimenticare i Mondiali Master sui quali contavamo molto e poi annullati”. Un voto finale? “Direi 6.5 partendo dal presupposto che è tutto l’inverno che stiamo lavorando sul prossimo, testando squadra e ragazzi e prendendo quello che veniva in previsione di una stagione – la prossima – in cui vorremmo essere molto più competitivi. Siamo fiduciosi e ottimisti su ciò che verrà, perché è un anno che ci stiamo pensando”.

Info: www.teamfutura.it