Tag: valsugana

LE 8 MAGLIE TRICOLORI MTB SFILANO IN TV. I CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI SU RAI SPORT

LE 8 MAGLIE TRICOLORI MTB SFILANO IN TV. I CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI SU RAI SPORT

Elian Paccagnella – campione Italiano A2

Domenica scorsa si sono disputati i Campionati Italiani Giovanili XCO a Pergine Valsugana
Evento organizzato da Paolo Alverà presidente della sezione mtb Polisportiva Oltrefersina
Orari Rai Sport: domenica 13 dalle ore 11.30 e replica lunedì 14 dalle ore 17.30
A Bianchi, Savio, Guichardaz, Fabbro, Temperoni, Stenico, Corvi e Paccagnella le maglie tricolori

Domenica scorsa, 6 giugno, si sono disputati i Campionati Italiani Giovanili XCO a Pergine Valsugana (TN) con lo spettacolo della mountain bike offerto dai giovani funamboli del fuoristrada. Un grande evento proposto da Paolo Alverà e dalla Polisportiva Oltrefersina che, per chi se lo fosse perso, sarà possibile ammirare prossimamente su Rai Sport, con la telecronaca del giornalista RAI Gianfranco Benincasa e il commento tecnico di Martino Fruet. Le splendide immagini dal Parco Tre Castagni saranno visibili domenica 13 giugno a partire dalle 11.30, con la replica in programma lunedì 14 giugno dalle 17.30. Nelle diverse categorie hanno conquistato il successo la lombarda Elisa Bianchi e il piemontese Emanuele Savio (Esordienti 1° anno), la valdostana Sofia Guichardaz e il friulano Ettore Fabbro (Esordienti 2° anno), la ligure Beatrice Temperoni e il trentino Mattia Stenico (Allievi 1° anno), la lombarda Valentina Corvi e l’altoatesino Elian Paccagnella (Allievi 2° anno). Le loro maglie tricolori splendono ancora nel cielo di Pergine Valsugana.

Info: www.oltrefersina.it

A PERGINE SPLENDE IL TRICOLORE. TUTTO PRONTO PER I CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI

A PERGINE SPLENDE IL TRICOLORE. TUTTO PRONTO PER I CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI

Si entra nel vivo dei Campionati Italiani Giovanili XCO di Pergine Valsugana (TN) del 5 e 6 giugno
Paolo Alverà con la Polisportiva Oltrefersina ai nastri di partenza per la rassegna tricolore
I campioni italiani dello scorso anno proveranno a ripetersi al Parco Tre Castagni, ma non sarà facile
Sabato prove ufficiali del percorso, domenica il via alle gare

Si entra nel vivo dei Campionati Italiani Giovanili XCO di Pergine Valsugana (TN), con il conto alla rovescia che recita -1 giorno al via ufficiale della kermesse tricolore. Ormai è tutto pronto al Parco Tre Castagni dove Paolo Alverà e la Polisportiva Oltrefersina – sezione mtb stanno perfezionando, con il prezioso supporto di DAO Conad, Trentino Marketing, Comune di Pergine e Cassa Rurale Alta Valsugana, gli ultimi preparativi in vista della rassegna nazionale giovanile che attirerà i più forti bikers italiani.
Il percorso di gara, a detta di un grandissimo campione quale Martino Fruet che nello scorso weekend ha vinto anche il tricolore nella categoria e-bike, sarà nervoso, tecnico, tutto da guidare, insomma divertimento allo stato puro. I presupposti per assistere ad un vero e proprio spettacolo delle ruote artigliate ci sono tutti e non mancheranno nemmeno i campioni italiani uscenti dello scorso anno al ‘Ciocco’ (LU). Da Ettore Fabbro ed Elisa Ferri, nel 2020 vincitori tra gli Esordienti 1° anno, passando per Luca Fregata e Beatrice Temperoni, trionfatori tra gli Esordienti 2° anno, fino ad arrivare a Ettore Prà e Valentina Corvi, che in Toscana vinsero tra gli Allievi 1° anno, in terra valsuganotta proveranno a ripetersi consci, però, che la concorrenza sarà davvero tanta e che non sarà facile riconquistare il tricolore indossato lo scorso settembre, anche e soprattutto visto il salto di categoria che cambierà un po’ le carte in tavola ai giovani funamboli della mtb.
Chi proverà sicuramente a spodestare gli attuali campioni italiani saranno coloro che in questo inizio di stagione hanno già dimostrato una buona condizione nelle prime due tappe di Coppa Italia XCO, svolte rispettivamente ad Agrigento e Courmayeur: nella categoria Esordienti 1° anno, sia maschile che femminile, non ci sono certezze visto che saranno tutti, per l’appunto, all’esordio in una competizione di questo livello, ma alcuni nomi papabili per il successo a Pergine si possono estrapolare dalle classifiche delle gare scorse, come quello di Elisa Bianchi ed Emanuele Savio che hanno saputo fare en-plein in Coppa Italia. Discorso ben diverso per gli Esordienti 2° anno, che in queste due tappe hanno vissuto di una grande incertezza con le vittorie andate a Sofia Guichardaz e Anna Sinner tra le ragazze e Federico Brafa e Hannes Wenter tra i ragazzi, che ora sognano un posto sul gradino più alto del podio al Parco Tre Castagni. Tra gli Allievi, invece, l’exploit dei campioni italiani in Coppa Italia è arrivato con Beatrice Temperoni e Luca Fregata vincitori a Courmayeur tra gli Allievi 1° anno e con Valentina Corvi dominatrice assoluta di entrambe le gare tra le Allieve 2° anno. A dar loro del filo da torcere ci proveranno Elisa Lanfranchi (DA1) e Hannes Bacher (AL1), mentre l’incognita regnerà sovrana tra gli Allievi 2° anno con Davide Donati, vincitore ad Agrigento, e Federico Bartolini, trionfatore a Courmayeur, che rincorreranno il sogno del tricolore di Pergine.
Ora l’attenzione si sposta sul Parco Tre Castagni di Pergine che sabato 5 aprirà le proprie porte per le prove ufficiali del percorso. Le gare sono previste per domenica 6, con le categorie Donne Esordienti 2° anno, Donne Esordienti 1° anno, Donne Allieve 2° anno, Donne Allieve 1° anno, Esordienti 1° anno, Esordienti 2° anno, Allievi 1° anno, Allievi 2° anno. Presenti anche il commissario tecnico della Nazionale Mirko Celestino, il nuovo Presidente della commissione fuoristrada Massimo Ghirotto e il Consigliere Federale Fabrizio Cazzola.

Info: www.oltrefersina.it/mtb e mtb@oltrefersina.it

IL CONTO ALLA ROVESCIA È PARTITO. UN MESE ALLA PRIMIERO DOLOMITI MARATHON

IL CONTO ALLA ROVESCIA È PARTITO. UN MESE ALLA PRIMIERO DOLOMITI MARATHON

Manca un mese alla 6.a edizione della Primiero Dolomiti Marathon del prossimo 3 luglio
Gara di corsa in montagna nel cuore del Parco naturale Paneveggio Pale di San Martino
Due percorsi mozzafiato adatti a ogni tipo di atleta, con il lungo di 42 K e il corto di 26 K
Iscrizioni a 57 euro per la 42K e 47 euro per la 26K fino al 27 giugno o fino a quota 2000 iscritti

Manca un mese alla tanto attesa 6.a edizione della Primiero Dolomiti Marathon del prossimo 3 luglio, la gara di corsa in montagna nel cuore del Parco naturale Paneveggio Pale di San Martino, dove a farla da padrone saranno sudore e fatica, ma anche tanto divertimento, il tutto immersi nella splendida cornice della Valle di Primiero. Due percorsi mozzafiato, di quelli che fanno innamorare gli appassionati del trail running, adatti ad ogni tipo di atleta, sia per chi si sente forte sulle lunghe distanze, sia per chi invece predilige chilometraggi e dislivelli decisamente più abbordabili. Il percorso lungo sarà di 42 km con partenza da Villa Welsperg in Val Canali con 1.243 metri di dislivello da affrontare, mentre quello corto sarà di 26 km e 448 metri di dislivello, comunque da non sottovalutare, e partirà da San Martino di Castrozza.
Come detto, si correrà all’interno del Parco naturale Paneveggio Pale di San Martino, simbolo della valle primierotta, con le cime circostanti appartenenti al gruppo montuoso più esteso delle Dolomiti, le Pale di San Martino appunto, a donare scorci magnifici ai tanti runners che prenderanno il via alla Primiero Dolomiti Marathon. L’arrivo di entrambi i percorsi sarà allestito nel centro di Fiera di Primiero, punto nevralgico dell’intera vallata primierotta con la sua valenza sia a livello architettonico che commerciale.
Le iscrizioni sono ancora aperte e dunque sarà ancora possibile riservarsi un posto in griglia di partenza a Villa Welsperg oppure a San Martino di Castrozza, con le tariffe per la 42K che sono fissate a 57 euro, mentre per la 26K a 47 euro. Il tutto sarà disponibile fino al 27 giugno, data limite per far pervenire la propria adesione al comitato organizzatore, ma attenzione… una volta raggiunta quota 2000 iscritti i battenti si chiuderanno.
Per vivere un weekend alternativo, lontano dallo stress e dal logorio della vita moderna…, il consiglio è quello di venire in Valle di Primiero dove la natura si fonde in maniera inscindibile con lo sport dando origine al divertimento. Al 3 luglio manca un mese e ormai non è più il tempo di aspettare. Sarebbe davvero un peccato perdere l’opportunità di correre la 6.a edizione della Primiero Dolomiti Marathon.

Info: www.primierodolomitimarathon.it

ALLA SCOPERTA DEI PERCORSI TRICOLORI. MARTINO FRUET IN RICOGNIZIONE A PERGINE

ALLA SCOPERTA DEI PERCORSI TRICOLORI. MARTINO FRUET IN RICOGNIZIONE A PERGINE

Meno di un mese ai Campionati Italiani Giovanili XCO di Pergine Valsugana (TN) del 5 e 6 giugno
In cabina di regia Paolo Alverà e la Polisportiva Oltrefersina, con il supporto di DAO Conad
Martino Fruet: “Percorso nervoso e molto tecnico, non c’è un metro di pianura”
Il prezioso consiglio del campione trentino ai giovani ragazzi della mtb: “Divertitevi!”

A meno di un mese dai Campionati Italiani Giovanili XCO del prossimo 5 e 6 giugno, a Pergine Valsugana (TN) e al Parco Tre Castagni è praticamente tutto pronto, con la Polisportiva Oltrefersina e Paolo Alverà in cabina di regia, con il supporto di DAO Conad come main sponsor e la collaborazione di Trentino Marketing, Comune di Pergine Valsugana e Cassa Rurale Alta Valsugana.
Mancano gli ultimissimi dettagli, ma non per quanto riguarda il percorso, quello è già pronto e a dirlo è uno che di mountain bike se ne intende davvero: Martino Fruet, valsuganotto doc e biker di professione. Martino ha il fuoristrada nelle vene e non ha certo perso l’occasione di andare a provare e visionare il percorso che i giovani talenti dell’off-road, il prossimo giugno, si ritroveranno sotto le ruote: “Sarà un tracciato tecnico dove non ci sarà un metro di pianura, e i ragazzi si troveranno a dover rilanciare continuamente l’azione sui saliscendi del Parco Tre Castagni. Ci sarà solo un tratto asfaltato, quello della zona di partenza e arrivo, mentre per il resto si pedalerà su strada sterrata e radici. Sarà un anello molto nervoso e divertente, come si dice in gergo, tutto da guidare”.
Ci sarà da divertirsi, ammette Martino Fruet che nella Polisportiva Oltrefersina, società organizzatrice dei Campionati Italiani Giovanili XCO 2021, ha mosso i primi passi nelle competizioni a pedali: “Quando ho iniziato io la situazione era un po’ diversa, perché quasi nessuno faceva mtb, è stata una scelta un po’ contro tendenza. Allora eravamo quattro ragazzi, mentre ora la Polisportiva Oltrefersina è cresciuta molto”. Martino Fruet, oltre che essere un eccellente ed eclettico biker, incarna l’esempio perfetto per i giovani d’oggi che molto spesso si lasciano trascinare dalle emozioni e dall’ansia da prestazione che ne inficiano poi i risultati. Su questo aspetto il campione trentino, dall’alto della sua esperienza di pluricampione italiano, si sente di dare un consiglio a questi ragazzi: “Divertitevi, godetevi il momento e correte il vostro Campionato Italiano al massimo delle vostre possibilità. Sarà un percorso bello e divertente, godetevi ogni istante di questa manifestazione e non lasciatevi trasportare dalla pressione agonistica”.
Il tempo delle parole sta per finire, è quasi ora di pedalare e statene certi, ci sarà da divertirsi, parola di Martino Fruet.
Info: www.oltrefersina.it/mtb/ e mtb@oltrefersina.it

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON: “CAVALCATA” DA SOGNO. PODISMO ALLO ZENIT IN QUEST’ANGOLO DI TRENTINO

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON: “CAVALCATA” DA SOGNO. PODISMO ALLO ZENIT IN QUEST’ANGOLO DI TRENTINO

Il 4 luglio Primiero Dolomiti Marathon
US Primiero celebra i cinque anni dell’evento
42K, 26K e 6.5K adatti a tutti i palati podistici
Quote convenienti entro fine mese – “fisse” per il Family Trail

Alla primavera non manca poi molto… le temperature si fanno man mano più gradevoli ed è tempo di pensare a sfoderare i propri pantaloncini e scarpette per godersi una bella corsa, soprattutto nelle ore più soleggiate della giornata. Il “piano” è tuttavia quello di rimettersi in forma in vista di una delle più belle corse del panorama italiano: la quinta edizione della Primiero Dolomiti Marathon del 4 luglio in Trentino.
Gli iscritti – nonostante manchino svariati mesi allo start – sono già 350 circa, ma la ‘corsa’ è ancora lunga… e il comitato organizzatore dell’US Primiero nel corso dell’inverno è andato ‘in perlustrazione’ a promuovere il proprio evento, partecipando ad alcune maratone per conquistare seguaci e farsi conoscere, anche perché la ‘cavalcata’ della Valle di Primiero merita fiducia, nessuno se n’è mai pentito.
Una quinta edizione che è un primo traguardo, sempre più ‘performante’ dal punto di vista organizzativo e logistico, con il C.O. trentino capitanato dal presidente di US Primiero Luigi Zanetel e dal vice presidente Franco Orler ad affinare i dettagli per i propri corridori, sempre riconfermando il ‘piano iniziale’ che vede il suggestivo Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino protagonista della manifestazione trentina.
Tre i percorsi di differente lunghezza e difficoltà, con il marathon di 42K a scattare dalla Val Canali, il ‘classic’ di 26K dalla località di San Martino di Castrozza e il “Family Trail” di 6.5K da Fiera di Primiero, scenario d’arrivo anche degli altri due itinerari di gara. Le tariffe di partecipazione proposte a tutti gli appassionati della corsa sono vantaggiose e lo saranno fino al 29 febbraio, alla cifra di 37 euro per il tracciato più lungo, mentre chi ha partecipato a tutte le edizioni avrà “quota riservata” di 30 euro fino al 4 luglio. La tariffa per la 26K (sia competitiva che non) sarà invece di 32 euro, anch’essa entro il 29 febbraio, con i “sempre presenti” a poter partecipare alla cifra di 25 euro valida fino al 4 luglio. I “camminatori” della 6.5K ludico-motoria potranno infine saldare i 15 euro d’iscrizione fino al giorno di gara, divertendosi in una passeggiata che coinvolge famiglie, stranieri in vacanza e meno allenati attorno al caratteristico borgo primierotto. Il podismo raggiunge lo zenit in quest’angolo di Trentino.

Info: www.primierodolomitimarathon.it

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON IL 4 LUGLIO 2020. LA 5.a EDIZIONE APRE LE ISCRIZIONI

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON IL 4 LUGLIO 2020. LA 5.a EDIZIONE APRE LE ISCRIZIONI

5.a Primiero Dolomiti Marathon in Trentino
Iscrizioni aperte – promo aficionados e gruppi
Fabio Ruga e Barbara Bani campioni in carica
Confermati i percorsi 42K, 26K e 6.5K

La Primiero Dolomiti Marathon nel 2020 festeggia la quinta edizione di un evento spettacolare, con l’esperto comitato trentino US Primiero ad annunciare la data e l’apertura ufficiale delle iscrizioni.
La bella vallata di Primiero si trova nel cuore del Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino, uno scenario impareggiabile all’interno del quale gareggiare. Il 4 luglio gli americani celebreranno l’Independence Day, gli appassionati corridori di tutt’Italia invece la Primiero Dolomiti Marathon, lungo i consueti tre percorsi di differente lunghezza e difficoltà (42K, 26K e 6.5K), accessibili senza particolari equipaggiamenti tecnici, godendosi la meravigliosa natura di quest’angolo incantato del Trentino. Lo scorso anno Fabio Ruga e Barbara Bani furono due autentici dominatori nel tracciato marathon partito dalla Val Canali, ma tantissimi podisti si sono potuti divertire anche sul percorso di 26K – vinto da Anna Caglio e Luca Cagnati – scattato da San Martino di Castrozza, senza dimenticare che alla Primiero Dolomiti Marathon c’è pure una gara alla portata di tutti, anche dei meno preparati, passeggiando in compagnia e giungendo all’arrivo di Fiera di Primiero come i campioni nel percorso “Family Trail”, una chicca da non perdere, pensata anche per giovanissimi e anziani. Oltre alle vantaggiose tariffe (30 euro 42K, 25 euro 26K, 15 euro 6.5K) proposte a tutti gli appassionati della corsa fino al 30 novembre e fino al 3 luglio per il Family Trail, un occhio di riguardo è sempre rivolto a chi ha corso tutte le edizioni della Primiero Dolomiti Marathon finora disputate: per gli aficionados la quota di partecipazione rimarrà infatti di 30 euro per la 42K e 25 euro per la 26K fino alla giornata di gara, senza doversi preoccupare di eventuali cambi quota, ricordando che le società sportive che iscriveranno contemporaneamente sette atleti usufruiranno di un’iscrizione gratuita. Di corse ce ne sono tante, la Primiero Dolomiti Marathon è unica.

Info: www.primierodolomitimarathon.it

3TBIKE XXL MA ANCHE “SHORT”

3TBIKE XXL MA ANCHE “SHORT”

TRENTINO MTB IN VALSUGANA (TN)

Trentino MTB presenta l’11.a edizione della “3TBIKE”
Il 26 agosto percorso XXL di 42.50 km e 1.785 metri di dislivello
Novità assoluta: tracciato di 21.5 km e 1000 metri di dislivello per escursionisti
A disposizione le “cumulative” di Trentino MTB e le iscrizioni singole a 28 euro

Il sempre ricco di idee e proposte G.S. Lagorai Bike non si ferma alla sostanziale modifica del percorso della “3TBIKE” di Telve Valsugana (TN) dello scorso anno, bensì, in vista dell’undicesima edizione del 26 agosto prossimo, riserva anche una gara adatta a tutte le “gambe”. I percorsi quindi saranno due, con una prova XXL per gli agonisti ed amatori di Trentino MTB, ed una seconda dedicata solamente ai cicloturisti che potranno divertirsi in totale tranquillità, senza esigenze di classifica.
I dati tecnici del percorso XXL parlano di 42.50 km e 1.785 metri di dislivello (quota più alta in località Frisanco e quota più bassa al Ponte della Palanca), ricordando i tre GPM ‘memorial Giovanni Rigon’ (988 m s.l.m.) a Frisanco, ‘memorial Flavio Trentin’ (866 m s.l.m.) a Colle San Pietro Ziolina, e ‘memorial Giovanni Vesco’ (881 m s.l.m.) a Baita Miralefre, ed i ristori ai km 10.60, 20.64, 26.10 e 42.50 km. Il nuovissimo tracciato “short” offrirà invece 21.5 km e 1000 metri di dislivello positivo, ricalcando l’itinerario di gara XXL fino al km 21 quando nel cuore del borgo di Telve, anziché proseguire verso la seconda parte del tracciato, i bikers gireranno a destra immettendosi nel tratto che dopo appena 500 metri porterà all’arrivo.
Stravolgere ed innovare è quasi un diktat per il G.S. Lagorai Bike, sempre mantenendo le mitiche “3T” di Telve, Telve di Sopra e Torcegno con l’aggiunta di Carzano come assolute protagoniste di un appuntamento che, ancora una volta, posizionerà la ciliegina sulla torta al challenge che in Trentino, e non solo, meglio rispecchia la bellezza del territorio, la fatica e la voglia di mettersi alla prova con le ruote grasse, e la possibilità unica di abbinare al fascino della natura il privilegio di essere ‘accolti’ da organizzazioni locali davvero impeccabili.
Le iscrizioni di Trentino MTB sono disponibili alle cifre cumulative (e comprensive di prima griglia di partenza) di 180 euro anziché 215 euro per le sette gare, 160 euro anziché 194 euro per sei tappe, e 140 euro anziché 154 euro per cinque delle sette prove, tutte tariffe comprensive di gadget, mentre per concorrere alla “3TBIKE” basterà saldare la quota di 28 euro entro il 23 agosto.

Info: www.3tbike.weebly.com

ROMBO DI TUONO: ARRIVA LA 10ᵃ “3TBIKE”

ROMBO DI TUONO: ARRIVA LA 10ᵃ “3TBIKE”

TRENTINO MTB IN PALIO, ISCRIZIONI ANCORA APERTE

Domenica 27 agosto 10.a edizione della valsuganotta “3TBIKE”
Trentino MTB presented by Rotalnord chiude in bellezza con la settima meraviglia
Iscrizioni online aperte fino a domani e domenica in loco
GS Lagorai confida nel ‘pupillo’ Lenzi, Longa e Zocca per il titolo finale

Il suo tiro era devastante, “Rombo di Tuono” Gigi Riva aveva una carica agonistica impressionante che, accomunata ad un’innata fedeltà nei confronti della propria squadra, lo hanno fatto diventare uno dei calciatori più amati.
Ma anche l’affezione nei confronti di Trentino MTB presented by Rotalnord è parecchia, ed ogni anno numerosi bikers si presentano in Trentino per darsi battaglia eleggendo il re e la regina assoluti e quelli di categoria, con sempre la valsuganotta “3TBIKE” a doverli determinare. Sarà così anche domenica 27 agosto, con i top atleti e centinaia di appassionati a scendere in campo sul nuovo tracciato di 42.5 km che festeggerà nel migliore dei modi l’anniversario dei dieci anni di storia.
Il percorso predisposto dal GS Lagorai è già perfetto ed ora attende sia i concorrenti iscritti da tempo, sia quelli che ancora dovranno registrarsi alla manifestazione. E per agevolare il compito di questi ultimi il comitato organizzatore ha deciso di prolungare le iscrizioni online fino a sabato, mentre domenica mattina ci si potrà ancora iscrivere, ma questa volta in loco.
Ai nastri di partenza vi sarà anche Alberto Lenzi, cresciuto nel vivaio del GS Lagorai e nativo proprio di Scurelle, uno dei nuovi comuni attraversati dalla “3TBIKE”, ben sette in totale. Il livignasco Mattia Longa vanta invece la leadership nel circuito e non si farà certo sfuggire l’occasione di regalarsi una vittoria proprio per festeggiare il titolo. Daniele Mensi non starà a guardare e proporrà impegno massimo per guastare i sogni di gloria del primo, così come Franz Hofer e Federico De Giuli, pronti al colpo di coda stagionale. L’altoatesino Michael Wohlgemuth è “passato di categoria” crescendo molto, ed attende la sfida valsuganotta per sferrare un bell’acuto. Emanuele Crisi aiuterà Longa a coronare una stagione esaltante, ma Franco Adaos Alvarez, dopo esser stato spodestato dal livignasco, darà tutto sé stesso. Da Leonardo Tabarelli a Fabio Strazzer, a Piergiorgio Dellagiacoma e Daniele Magagnotti, da Stefan Ludwig a Michele Bazzanella, e ancora Claudio Segata, Andrea Zamboni, Marco Rosati, Mattia Lorenzetti e Francesco Vaia, il titolo di categoria è ambito da molti, ma solo pochi se lo potranno permettere.
Al femminile Lorena Zocca punta al titolo assoluto, comandando la graduatoria oramai da molti mesi tallonata da Simona Mazzucotelli, ma ci sarà anche un’ottima Veronica Di Fant, la trentina salita sul podio alla scorsa “La Vecia Ferovia dela Val de Fiemme” e protagonista anche alla Transalp.
Domani dalle ore 17 alle ore 19 ci sarà la verifica tessere con distribuzione dei numeri al centro polifunzionale in Via Borgo a Telve, mentre domenica 27 agosto il ritrovo è previsto per le ore 7.30, con verifica tessere e distribuzione numeri dalle ore 7.30 alle ore 8.30. Start alle ore 9.30 in località Nale a Telve Valsugana. Trentino MTB non potrebbe avere epilogo migliore.
Per info ed iscrizioni: www.gslagoraibike.it

“3TBIKE” REGINA DELLA VALSUGANA (TN)

“3TBIKE” REGINA DELLA VALSUGANA (TN)

GS LAGORAI VESTITO A FESTA PER LA 10ᵃ EDIZIONE

Il 27 agosto decima edizione della “3TBIKE” a Telve Valsugana (TN)
Telve ancora scenario di partenza ma tracciato rinnovato
GPM memorial Giovanni Rigon, Flavio Trentin e Giovanni Vesco
Ciliegina sulla torta di Trentino MTB presented by Rotalnord

Meglio di così la “3TBIKE” del 27 agosto non poteva decidere di festeggiare il proprio decimo anniversario.
Il team valsuganotto propone un percorso rinnovato quasi nella sua totalità, ma sempre nelle zone leitmotiv del GS Lagorai: la Valsugana trentina. Alle magnifiche “3T”, Telve, Telve di Sopra e Torcegno (con l’aggiunta di Carzano), si sono ora affiancati anche Castel Ivano, Samone e Scurelle, portando a ben sette i comuni coinvolti dal passaggio dei domatori di sterrati.
Il “nuovo” percorso sarà di 42.50 km con un dislivello di ben 1.785 metri e, sfornando qualche dato tecnico, presenterà il punto più elevato ai 988 metri di località Frisanco, e la quota più bassa ai 378 metri del Ponte della Palanca. I GPM dell’itinerario di gara saranno anche memorial, il primo a Frisanco verrà dedicato a Giovanni Rigon, il secondo agli 866 metri di Colle San Pietro Ziolina a Flavio Trentin, ed il terzo agli 881 metri di Baita Miralefre a Giovanni Vesco, ricordato anche nelle annate precedenti con un drappo rosso posto sulle mountain bike degli atleti per onorarne la memoria.
I ristori di cibo e bevande verranno invece posizionati in località Campestrini (10.60 km), in località Marangona (26.10 km) ed in Piazza Maggiore a Telve al termine della gara, dopo 42.50 km. Al culmine della salita delle Fontane ci si potrà invece solamente dissetare, ma ce ne sarà davvero bisogno.
Spettacolare l’ultimo chilometro, da via San Marco a Telve si salirà fino al Capitello di San Marco, attraversando la strada provinciale 31 e la passeggiata su di un terreno erboso, salendo fino allo scollinamento all’altezza del cimitero comunale. In via Santa Giustina e via Aurora si svolterà per due volte a sinistra in leggera discesa, mentre in via Paradiso girando a destra ci si riposizionerà su di un tratto pianeggiante che porterà in via Canonica, proseguendo su pavé in leggera salita fino alla Chiesa, e di qui strappo breve fino all’ultima curva, prima del rettilineo finale di 100 metri su asfalto.
La passione per le ruote grasse qui va ben oltre, i C.O. locali sono fra i più preparati d’Italia offrendo sfide di altissimo livello tecnico, “racchiuse” in un unico nome: Trentino MTB presented by Rotalnord. L’“apoteosi valsuganotta” chiuderà la serie di sfide in un’annata all’insegna delle ‘rivoluzioni’, con tante modifiche ai tracciati ed una nuova gara all’interno del circuito, e la “3TBIKE” di fine agosto sarà l’emblema di tutto ciò, con il GS Lagorai sempre pronto a rinnovare per innovare, alla ricerca del perfezionamento per consegnare su un piatto d’argento una manifestazione con i fiocchi agli esigenti faticatori delle ruote artigliate. Iscrizioni a 28 euro entro il 24 agosto.
Per info: www.gslagoraibike.it

1 MESE ALLA “3TBIKE” DEL GS LAGORAI

1 MESE ALLA “3TBIKE” DEL GS LAGORAI

ISCRIZIONI APERTE E PERCORSO MOZZAFIATO

Il 27 agosto “3TBIKE” completamente rinnovata a Telve (TN)
Itinerario di gara di 42.5 km e 1.785 metri di dislivello
Il GS Lagorai Bike come sempre sforna tracciati da urlo
Ultima tappa di Trentino MTB presented by Rotalnord

La “3TBIKE” 2017 sfornata dal GS Lagorai Bike promette spettacolo assoluto, ed ha aperto le iscrizioni.
Rinnovata, unica, scenografica, competitiva, la sfida che il 27 agosto chiuderà il circuito Trentino MTB presented by Rotalnord sarà a dir poco fantasiosa e diversificata, lungo un percorso caratteristico di 42.5 km e 1.785 metri di dislivello nei territori della Valsugana, di cui oltre metà su sterrato e acciottolato.
Si parte a sud dell’abitato di Telve lungo la provinciale del Passo Manghen (SP 31), per salire lungo il centro del paese e dirigersi poi a est verso i Masi di Carzano, dove si incontra il primo tratto selettivo della gara, con i 650 metri della salita di Sant’Antonio: una serpentina in impennata lungo la condotta della Centrale di Carzano con tratti fino al 20% su acciottolato. Al termine della salita si prende in leggera discesa la strada provinciale del Manghen per circa 700 metri, fino ad imboccare la strada comunale che sale al Maso Tezza, dove inizia la strada forestale Restena-Frisanco che in circa 1.8 km al 12% porta ai 988 metri s.l.m. del primo GPM intitolato al grande appassionato di bici Giovanni Rigon.
Da qui, sempre su sterrato, si scende prima lungo una strada forestale veloce e poi in un ripido sentiero immerso in un canalone caratterizzato da scalini e solchi profondi, fino all’abitato di Campestrini. È il tratto maggiormente tecnico del percorso. Dopo una secca curva a sinistra si percorre la mulattiera su acciottolato che porta la corsa nella suggestiva frazione di Parise (685 m s.l.m.). Dopo aver girato all’interno della frazione si fa una secca curva a destra e inizia la salita di Parise-Campestrini, caratterizzata dal passaggio all’interno di un castagneto secolare che porta la corsa fino a quota 780 m s.l.m. con pendenze varie dal 10% al 25%. Rapida discesa verso Torcegno su asfalto dove, riprendendo il percorso classico fino al 2015, si punta su asfalto e sterrato dritti al secondo GPM del colle di S. Pietro-Ziolina, intitolato a Flavio Trentin.
Una volta scollinato si scende al paese di Telve di Sopra attraverso veloci sentieri e strade forestali. Da qui, dopo aver affrontato uno strappo ripido e intenso, si va verso la località Mocchi da dove si imboccano dei facili sentieri immersi nei frutteti fino a raggiungere la frazione Fratte, un continuo cambio di direzione tra le coltivazioni caratteristiche del luogo. Superate le case, su asfalto si torna nell’abitato di Telve di Sopra. La parte seguente prevede un tracciato asfaltato tra le coltivazioni a valle del paese attraverso la zona dei Pivani e la località Masetti, portando la corsa alla Salita delle Fontane, 150 metri di ascesa al 20% passando dietro alla zona di arrivo.
Da qui il percorso presenta la grande novità dell’edizione 2017. Attraversando l’abitato di Telve verso est si ritorna ai Masi di Carzano (tratto già affrontato in avvio di gara), dove si prende il divertente sentiero in discesa della Tavera immerso nel bosco fino al guado del Maso in località Minao. Attraversato il torrente Maso, inizia la salita di Minao caratterizzata da una serie di tornanti e fondo sterrato pedalabile. Il percorso prosegue successivamente in salita con pendenze a tratti molto impegnative (fino al 30%) raggiungendo prima la località Marangona e successivamente la Val dell’Orco.
Dopo un leggero tratto in discesa lungo un sentiero stretto e spesso bagnato la corsa entra nella conca di Samone. Si sale ancora fino al monumento del Cristo d’Oro e di qui si prende il sentiero della Salute, un divertente single-track nel bosco con inizialmente un tratto in salita ripido al 30% e in seguito una veloce discesa con molte radici. Superato il guado del Rio Cinaiga, la strada sale per un sentiero stretto e spezzato da un breve tratto da percorrere a piedi, per poi riprendere una strada forestale fino a raggiungere lo scollinamento presso la Baita Miralefre (879 m s.l.m.) – terzo GPM intitolato alla memoria di Giovanni Vesco. Di qui il percorso incontra una rapida discesa su sentieri ripidi ma non eccessivamente tecnici, fino ad entrare nell’abitato di Samone. La corsa scende da Samone verso Spera lungo sentieri e strade di campagna, intermezzata da un unico strappo di 500 metri al 15% in località Col Penile. Dopo Spera si scende in fondovalle lungo mulattiere di campagna fino al punto più basso della gara, il Ponte della Palanca all’ingresso del Parco Fluviale di Carzano.
Entrati nel Parco Fluviale, il percorso riprende gli ultimi chilometri delle passate edizioni. Si scende su un isolotto nel torrente Maso, si guada il corso d’acqua per due volte e dopo un frammento in mezzo a delle pietre si rientra su sterrato fino a valle del paese di Carzano, passando sotto il ponte del torrente Maso. Viene confermata la salita tra i mirtilli delle Crepadure fino ad incrociare la via romana Claudia Augusta che, passando vicino al Capitello di San Marco, riporta la corsa nei pressi dell’abitato di Telve dove è posto l’arrivo, con un ultimo strappo di 100 metri prima dell’ingresso nella piazza Maggiore a ridosso della chiesa Arcipretale. Il percorso risulta molto impegnativo e non lascia un attimo di respiro, ma regalerà a tutti i bikers scenari naturali straordinari.
Per info ed iscrizioni: www.gslagoraibike.it