Tag: trentino

50 GLORIOSE EDIZIONI DI MARCIALONGA: A TRENTO L’EMOZIONANTE TUFFO NEL PASSATO

50 GLORIOSE EDIZIONI DI MARCIALONGA: A TRENTO L’EMOZIONANTE TUFFO NEL PASSATO

Angelo Corradini, Giuseppe Ferrandi e Maurizio Fugatti

Oggi l’inaugurazione a Trento dell’esposizione per raccontare Marcialonga
Un viaggio attraverso 26 pannelli per scoprire il mondo della granfondo trentina
Sono intervenuti Angelo Corradini, Maurizio Fugatti e Giuseppe Ferrandi
Esposizione aperta allo Sport Tech District del Muse di Trento fino a domenica

Marcialonga è un ‘momento di gloria’, un lungo viaggio che vuole essere raccontato e condiviso con i sostenitori e appassionati sportivi di tutto il mondo. Con il Festival dello Sport sullo sfondo, questa mattina è stata inaugurata presso lo Sport Tech District del Muse di Trento l’esposizione che vuole celebrare le gloriose 50 edizioni della granfondo delle Valli di Fiemme e Fassa. Nei 26 pannelli esposti sono stati racchiusi i momenti e i temi più importanti che hanno reso la manifestazione trentina tra le più amate e partecipate del pianeta: i grandi numeri di Marcialonga, 258.785 partecipanti dalla prima edizione del lontano 1971, 9 milioni di Euro di indotto per il territorio, i percorsi che attraversano le due splendide vallate, i 4 lungimiranti fondatori, l’interesse dei media e degli sponsor, i campioni, i senatori, le ‘Soreghine’ e le centinaia di volontari, lo stile inconfondibile di Marcialonga e molto altro ancora.
A prendere parola per primo è stato Angelo Corradini, presidente di Marcialonga: “È un grandissimo onore portare il saluto di Marcialonga, soprattutto durante il Festival dello Sport. Potrei parlare per ore di Marcialonga, noi in Val di Fiemme e in Val di Fassa crediamo moltissimo nelle potenzialità di questo evento. Vorrei sottolineare tre aspetti per noi fondamentali, ovvero il volontariato e la grande sinergia che si crea ogni anno tra i vari comuni delle due vallate e la Provincia Autonoma di Trento, il ritorno mediatico che riusciamo ad ottenere in ogni parte del mondo ed infine l’indotto economico che Marcialonga porta al territorio. Lo spirito con cui i nostri partecipanti si avvicinano a questo sport è qualcosa di speciale. Lo sport fa bene non solo al fisico ma anche allo spirito e partecipare alla Marcialonga significa portare a casa emozioni indelebili”.
La parola è poi passata a Maurizio Fugatti, presidente della Provincia Autonoma di Trento: “Credo che dobbiamo sentirci tutti orgogliosi di essere qui dopo ben 50 anni a parlare ancora del successo di Marcialonga, un successo sotto vari punti di vista, sportivo, economico e di crescita generale del territorio. Oggi è l’incoronazione di ciò che è stato fatto in questi 50 anni. Ricordiamo la consegna dell’Aquila di San Venceslao conferita l’anno scorso a Marcialonga, che ha voluto dare il giusto merito a chi regala l’anima per questa manifestazione e a tutti coloro che hanno speso del tempo per rendere esemplare l’evento”.
Presente inoltre Giuseppe Ferrandi, direttore generale della Fondazione Museo Storico del Trentino: “É sempre difficile raccontare ciò che non si vede, il dietro le quinte dove si sente davvero la tensione dei campioni che sfrecciano sugli sci e tutto l’aspetto mediatico. Marcialonga si è creata negli anni la sua dimensione perfetta, fatta di spirito, di cultura, diventando un vero pezzo d’identità del nostro territorio. 50 anni e 50 edizioni segnano un modello di continuità nel tempo e Marcialonga dimostra di avere un capitale sociale fortissimo. L’esposizione parte dai numeri, dalle statistiche e vuole raccontare i passi più importanti del lungo cammino di Marcialonga, un marchio popolare fatto di molti volti”.
L’esposizione al Muse sarà disponibile fino a domenica, giorno di chiusura del Festival dello Sport, dopodiché i visitatori potranno continuare a viaggiare nel passato di Marcialonga presso le Gallerie di Piedicastello a Trento per tutto l’inverno.
Per ciò che riguarda il futuro è presto detto, domenica 29 gennaio le Valli di Fiemme e Fassa si vestiranno a festa per la 50.a edizione che conta ad oggi ben 7200 iscritti, vicinissima al sold-out. La nuova salita finale del ‘Mur de la Stria’ ha incuriosito parecchi, ma d’altronde lo stile di Marcialonga è riconosciuto ed apprezzato da sempre in tutto il pianeta.
Info: www.marcialonga.it

MYTHOS PRIMIERO: TUTTI IN SELLA. SOLE E MTB TRA ADDII E FESTEGGIAMENTI

MYTHOS PRIMIERO: TUTTI IN SELLA. SOLE E MTB TRA ADDII E FESTEGGIAMENTI

Giada Specia

Domenica si salta in sella per la 2.a Mythos Primiero Dolomiti
Tony Longo festeggia in Valle di Primiero compleanno e conclusione della carriera
Ore 8.30 start della gara Marathon con un parterre eccezionale
Ospite speciale Simone Avondetto, campione del mondo mtb U23

Montagne mozzafiato e il gusto della fatica. Domenica in Trentino il sole bacerà i bikers pronti a sfrecciare lungo i percorsi Marathon, Classic ed Easy della 2.a Mythos Primiero Dolomiti.
Sarà una festa doppia per il top rider primierotto Tony Longo che, dopo aver annunciato il suo ritiro dall’attività agonistica a fine stagione, proprio domenica 11 settembre soffierà su 38 candeline nella gara ‘di casa’. A celebrare questo giorno speciale assieme a lui ci saranno i compagni di squadra del Soudal Leecougan International Team Alexey Medvedev, Daniele Mensi, Massimo Rosa e Stefano Valdrighi. Già annunciati i campioni Ole Hem, primo alla Birkebeinerrittet (NOR), l’altoatesino Fabian Rabensteiner che veste sia la maglia tricolore che quella europea, il campione nazionale austriaco Daniel Geismayr, l’ex tricolore Samuele Porro ed i forti Johnny Cattaneo, Nicola Taffarel, Marco Rebagliati, Juri Ragnoli, Lorenzo Trincheri, Jacopo Billi, Cristian Cominelli, Domenico Valerio, Matthias Alberti, Nicolas Samparisi ed Andrea Righettini. In gruppo pedalerà inoltre un atleta speciale: Simone Avondetto, campione del mondo mountain bike U23, nonché campione italiano ed europeo 2022.
A sfilare sull’incantevole percorso Marathon in Valle di Primiero ci saranno la piemontese Claudia Peretti, medaglia di bronzo ai Campionati Europei Marathon e campionessa italiana in carica, la bellunese Giada Specia, campionessa italiana Under23 e vincitrice della Mythos lo scorso anno, l’altoatesina Sandra Mairhofer, campionessa europea XTerra, la trentina Vittoria Pietrovito, sul primo gradino del podio alla Marathon Bike della Brianza e ancora Chiara Burato e Debora Piana, terza alla Mythos 2021.
Sabato impenneranno alle 14.30 i giovanissimi della Mythos Junior Kids Race al Parco Clarofonte di Fiera di Primiero, impegnati in una gimkana-gioco gratuita organizzata in collaborazione con la sezione ciclismo dell’US Primiero e nata con l’obiettivo di far scoprire loro il piacere nel guidare una mtb e i sani principi di questo sport.
Domenica occhi puntati dunque sulla gara Marathon che scatterà alle 8.30 da Fiera di Primiero e sui percorsi Classic da San Martino di Castrozza (start ore 10.30) ed Easy con partenza alle ore 11. I bikers Elite più veloci sono attesi sul traguardo di Fiera di Primiero attorno alle 12.30.
La registrazione degli atleti e la consegna accrediti inizierà sabato dalle 14 alle 20 e proseguirà domenica dalle 6.30 alle 8.30. Infine per tutto il weekend sarà attivo il Mythos Bike & Tech Expo, per sbirciare le ultime novità in campo sportivo e soprattutto del mondo della mountain bike.
Le Dolomiti richiamano i bikers. È ora di saltare in sella, la Valle di Primiero con la perla alpina di San Martino di Castrozza sarà lo scenario naturale perfetto per le due ruote.

Info: www.mythosprimiero.com

SI VOLA CON LA MTB SULLE DOLOMITI. SU IL SIPARIO DELLA MYTHOS PRIMIERO

SI VOLA CON LA MTB SULLE DOLOMITI. SU IL SIPARIO DELLA MYTHOS PRIMIERO

Oggi a Fiera di Primiero conferenza stampa della Mythos Primiero Dolomiti
Molte le autorità presenti, tra cui i vari sindaci della zona e gli sponsor
Massimo Panighel & Debertolis sono pronti a lanciare la 2.a edizione
Appuntamento a domenica per amatori, elite e semplici appassionati delle ruote grasse

Miti, è ora di scendere sulla Terra. Oggi si è tenuta presso il Palazzo delle Miniere di Fiera di Primiero la conferenza stampa di presentazione della 2.a Mythos Primiero Dolomiti, che spiccherà il volo domenica in Trentino.
A fare gli onori di casa Massimo Panighel, presidente del comitato organizzatore: “La soddisfazione è organizzare una presentazione in questo contesto all’aria aperta, con le Pale di San Martino sullo sfondo, un segno di libertà per tutti noi. La storia di Mythos è molto giovane, con Massimo Debertolis abbiamo voluto unire le forze e il nostro obiettivo è quello di far diventare la Mythos la granfondo di riferimento in Italia. Abbiamo una candidatura importante per il Campionato Mondiale Marathon 2026, un progetto che vuole creare un’eredità sul territorio. L’ufficialità l’avremo il 22 settembre, in quel contesto si definirà il calendario mondiale di tutte le discipline. Oggi abbiamo voluto invitare i sindaci perché l’intenzione è di ospitare il Mondiale e creare eventi di contorno che coinvolgano tutto il territorio del Primiero e del Vanoi. Ringrazio istituzioni, sponsor e volontari. In due giorni abbiamo allestito il percorso, un grazie speciale al tessuto dei volontari. Ci tengo a sottolineare che quest’anno abbiamo un 15% in più di iscrizioni rispetto all’anno scorso”.
La parola è subito passata a Daniele Depaoli, sindaco di Primiero San Martino di Castrozza: “Siamo partiti l’anno scorso per creare questa manifestazione, sembrava un sogno. Fu davvero difficile partire con la pandemia in corso. La manifestazione venne organizzata benissimo, i concorrenti erano entusiasti dei panorami, delle montagne, del luogo e soprattutto dell’organizzazione. Tutto filò liscio. La macchina organizzatrice funziona davvero bene, ringrazio gli ideatori, gli sponsor e i volontari di Primiero”.
È intervenuto poi Antonio Loss, sindaco di Imer: “Questa kermesse sportiva darà ancora più forza alla macchina organizzativa. Il comune di Imer ha dato molto spazio agli eventi sportivi e siamo molto entusiasti”.
“Porto il saluto della Valle del Vanoi, che si è integrata molto bene al territorio di Primiero. Faccio i migliori auguri per la manifestazione e per la candidatura del Mondiale”, ha aggiunto Bortolo Rattin, sindaco di Canal San Bovo. Antonio Stompanato, presidente dell’Apt San Martino Passo Rolle Primiero Vanoi, ha affermato: “Per noi questi eventi sono importanti. Abbiamo la fortuna di avere il campione mondiale Massimo Debertolis e l’altro Massimo, Panighel, i quali hanno dato a questo territorio una grande opportunità. Vada come vada la candidatura al Mondiale, non c’è dubbio che questo percorso debba continuare”.
Gli sponsor sono fondamentali e sono un prezioso supporto per le manifestazioni di questo genere. Juri Gadenz, agente Itas Assicurazioni, ha affermato: “Questi eventi sono il motore delle relazioni, volano per l’economia delle nostre valli e il motivo e l’attenzione che cerchiamo sempre di porre all’interno di questa valle. Siamo contenti che ci sia un progetto di continuità di questo genere”. Assieme a lui è salito sul palco Simone Canteri, direttore ACSM: “Vediamo in questo progetto una grande opportunità. Ci siamo, ci saremo e buona fortuna alla Mythos Primiero Dolomiti”.
Presente inoltre Alberto Zagonel della Cassa Rurale Dolomiti: “Non posso che condividere le parole degli ospiti che mi hanno preceduto, un grosso in bocca al lupo per la manifestazione”. Anche Valerio Zanotti, presidente del Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino, ha voluto spendere delle belle parole per l’impegno da parte di tutto il comitato organizzatore: “Devo dare atto che gli uffici del Parco hanno trovato una controparte degli organizzatori davvero professionale. Ben venga il confronto che c’è già stato, con l’augurio di arrivare fino al Mondiale”.
Infine è intervenuto Massimo Debertolis, campione del mondo Marathon 2004 e al fianco di Panighel in questa avventura: “Sono stato abbastanza facilitato nel trovare i percorsi. Quando li ho pensati ho voluto unire la parte tecnica, fisica e paesaggistica. Personalmente riesco ancora a provare delle incredibili emozioni nei luoghi in cui passo con la mia mtb, anche se li ho percorsi mille volte. Con Panighel abbiamo valutato i tracciati, tutti sono molti esigenti per la parte tecnica, ma tutti sono rimasti davvero soddisfatti. Il percorso Easy è tutto nuovo, piano piano a piccoli passi stiamo crescendo. Stiamo mettendo in campo una manifestazione di alto livello. Ci alzeremo il 22 settembre per scoprire l’assegnazione del Mondiale, speriamo di festeggiare e brindare quel giorno. Incrociamo le dita”.
Appuntamento dunque a domenica per amatori, elite e appassionati bikers sui fantastici percorsi Marathon, Classic ed Easy, senza dimenticare l’evento collaterale di sabato, la Mythos Junior Kids Race al Parco Clarofonte di Fiera di Primiero.
Info: www.mythosprimiero.com

LA ‘MYTHOS’ SI FA PURE IN FORMATO KIDS. IN PRIMIERO TRE GIORNI DI EMOZIONI A MILLE

LA ‘MYTHOS’ SI FA PURE IN FORMATO KIDS. IN PRIMIERO TRE GIORNI DI EMOZIONI A MILLE

La 2.a Mythos Primiero Dolomiti è sul trampolino di lancio
Da venerdì 9 a domenica 11 settembre gare e interessanti iniziative di contorno
Sabato la Mythos Junior Kids Race al Parco Clarofonte di Fiera di Primiero
Il giorno dopo scatta la gara regina sui tre tracciati Marathon, Classic ed Easy

La Mythos Primiero Dolomiti è lanciatissima nel conto alla rovescia per la seconda edizione in programma questo weekend, con la gara regina di mtb di domenica che andrà a sigillare tre giorni di grande festa in Valle di Primiero. I tracciati della ‘Mythos’ sono un’attrazione a cui pochi sanno resistere.
Sabato alle 14.30 i piccoli ‘miti’ sgambetteranno alla Mythos Junior Kids Race al Parco Clarofonte di Fiera di Primiero, organizzata in collaborazione con la sezione ciclismo dell’US Primiero e aperta ai ragazzi e alle ragazze fino ai 12 anni. Nessun vincitore e nessun vinto, la gimkana-gioco gratuita in bicicletta vuole fare breccia nel cuore dei giovani e regalare loro un’esperienza forte e ricca di emozioni, dove a prevalere ci saranno l’aspetto ludico e l’amicizia. La bicicletta sarà quel giocattolo speciale e unico che si spera possa diventare l’oggetto inseparabile nel prossimo futuro. A tutti gli iscritti spetterà un piccolo gadget a testimonianza della propria prestazione e una medaglia ricordo del divertente evento su due ruote.
Famiglie, amici e appassionati potranno vivere la mtb a 360° già da venerdì, a partire dalle 14 e durante tutto il weekend, con l’apertura dell’expo area Bike&Tech a Fiera di Primiero in cui saranno presenti diversi stand dedicati al mondo delle ruote grasse e dove si svolgeranno diversi eventi ed attività.
Mythos Primiero Dolomiti è molto più di una competizione: è passione, convivialità, spensieratezza e tanto movimento in un territorio ricco di spot paesaggistici da incanto, basti pensare alle Pale di San Martino patrimonio Unesco e simbolo del luogo. Gli 83,5 km con 3400m di dislivello del percorso Marathon che parte e arriva a Fiera di Primiero si completeranno in men che non si dica, ed Elite, Under23 e Master si divertiranno tra salite, single track e discese tecniche in una cornice da fare invidia a parecchi organizzatori. Il percorso Classic, aperto a Juniores ed amatori, partirà dalla perla di San Martino di Castrozza e saranno in totale 56,2 km e 1700m di dislivello, da affrontare pure in E-Bike. L’ultimo percorso ‘Easy’, facile ma non troppo, presenta comunque 1000m di dislivello con 37,2 km per amatori di ogni genere in sella alla tradizionale mtb o alla bici elettrica.
In sella domenica ci saranno le migliori squadre Elite tra cui la Wilier 7CForce con Johnny Cattaneo, campione italiano marathon 2010, il campione norvegese Ole Hem, primo alla Birkebeinerrittet (NOR), Marco Rebagliati, secondo alla Nationalpark Bike Marathon (SUI), Nicola Taffarel e Lorenzo Trincheri. Ma ci saranno anche la maglia europea e tricolore di Fabian Rabensteiner, quella austriaca di Daniel Geismayr, l’ex campione europeo Aleksey Medvedev, vincitore peraltro della prima edizione della Mythos Primiero Dolomiti, il campione di casa primierotto Tony Longo, Daniele Mensi, Juri Ragnoli, tre volte tricolore ai campionati marathon, Andrea Siffredi, Jacopo Billi e Cristian Cominelli, Domenico Valerio, Matthias Alberti, i bikers del team KTM Alchemist powered Brenta Brakes e molti altri ancora. Sarah Mairhofer e Debora Piana saranno invece fra le protagoniste della gara al femminile.
Ancora pochi giorni per iscriversi alla mitica gara trentina, le adesioni online chiuderanno giovedì.

Info: www.mythosprimiero.com

17 NAZIONI ALLA MARCIALONGA COOP. SABATO L’AVVINCENTE CORSA TRENTINA

17 NAZIONI ALLA MARCIALONGA COOP. SABATO L’AVVINCENTE CORSA TRENTINA

Alessandro Degasperi – Newspower.it

Sabato alle 16.30 scatta in Trentino la 20.a Marcialonga Running Coop
A Moena 17 nazioni al via sui tracciati 21K e il tradizionale 26K
Tra i favoriti i forti keniani del team Run2gether ed il triatleta Alessandro Degasperi
Le Valli di Fiemme e di Fassa si preparano ad una gara stellare

L’entusiasmo è alle stelle per la Marcialonga Running Coop, pronta a regalare questo sabato una giornata indimenticabile nelle Valli di Fiemme e Fassa agli affezionati runners di tutto il mondo. Sfileranno atleti provenienti da 17 nazioni in una location speciale, dove la calorosa accoglienza e l’enorme tifo tipico degli abitanti della zona sono gli elementi top che rendono unica la gara. Moena darà il via ufficiale alla 20.a edizione alle ore 16.30, quando si vedranno sfilare i concorrenti della nuova mezza maratona e del tradizionale tracciato di 26 km aperto anche alle staffette sulle tre frazioni (10K fino a Predazzo – 8K da Predazzo a Lago di Tesero e altri 8K da Lago a Cavalese).
Ritorna dall’Austria la squadra Run2gether, con i keniani Abraham Ebenyo Ekwam, Michael Selelo Saoli e Geoffrey Githuku Chege, questi ultimi rispettivamente secondo e terzo nella recente corsa in montagna Engadine Summer Run di St. Moritz (SUI), decisi a sfidare sul tracciato 26K il connazionale dell’Atletica Brugnera Sammy Kipngetich Meli, mezzofondista e stradista vincitore della Aviano-Piancavallo e della Colombina Trail Running.
A fronteggiare le veloci gazzelle keniane ci saranno i trentini Matteo Vecchietti, Nicolò Zorzi, Stefano Mich ed il famoso triatleta Alessandro Degasperi, i fondisti Matthias Schwingshackl, Thomas Rinner e Iacopo Mezzacasa (Team Robinson), Lorenzo Busin (Team Internorm Alpenplus) e il forte gambiano residente in Valsugana Ousman Jaiteh, già vincitore nel 2018 e secondo nel 2019. Presenti inoltre gli altoatesini Hermann Achmüller e Hannes Rungger, quest’ultimo sul gradino più alto del podio nella prima edizione della Mezza Maratona dell’Alpe di Siusi.
Si alza l’asticella per la mezza maratona fino a Masi di Cavalese, con il keniano Dickson Simba Nyakundi (Run2gether) tra i favoriti indiscussi su questa distanza. Da inizio stagione fino ad oggi, infatti, ha centrato 5 vittorie nelle mezze maratone più importanti in Italia come la Stramilano di maggio, la BMW Jesolo Moonlight Half Marathon, la XIX Corri Trieste, la Placentia Half Marathon, firmando addirittura il nuovo primato sui 10 km alla 15.a edizione del Running Day di Saronno. Correrà anche il suo compagno di squadra e coetaneo John Njuguna Kuria.
Nella 26 km si metteranno alla prova anche le trentine Claudia Andrighettoni, Loretta Bettin, Anna Santini, l’ultramaratoneta Monica Carlin e la valdostana Carlotta Montanera, podista specializzata nelle medio-lunghe distanze e running motivator.
Sarà importante gestire bene le energie sul tradizionale percorso di 26 km con arrivo a Cavalese: gli ultimi 5 km, anche se non presentano una pendenza così proibitiva, si faranno sentire nelle gambe. Verrà premiato chi riuscirà a correre in maniera intelligente, e mentre si sale le fatiche saranno ripagate dalla spettacolare vista, con anche il suggestivo passaggio nella galleria scavata nella roccia.
Le iscrizioni online chiudono venerdì alle ore 18, dopodiché sarà possibile iscriversi direttamente sul posto nella giornata di gara.
Sabato a Moena ci sarà una grande festa alla quale sono tutti invitati, con l’Expo Village ad intrattenere gli appassionati sportivi già dal venerdì, la Minirunning per ragazzi fino ai 12 anni (start ore 14 in Piaz De Sotegrava), e ancora musica, balli e tanto divertimento per festeggiare assieme le 20 edizioni della mitica Marcialonga Coop.
Info: www.marcialonga.it

TUTTO PRONTO PER LA “MYTHOS”. ULTIMI RITOCCHI PRIMA DEL GRANDE EVENTO

TUTTO PRONTO PER LA “MYTHOS”. ULTIMI RITOCCHI PRIMA DEL GRANDE EVENTO

Domenica 11 settembre largo alle mtb in Trentino per la 2.a Mythos Primiero Dolomiti
Tutto lo staff al lavoro per offrire servizi eccellenti ai “miti” delle ruote grasse
Disponibili online le tracce dei tre superlativi percorsi: Marathon, Classic ed Easy
Intanto domenica 28 agosto scatta la Mythos Adventure E-bike

Si va, a vele spiegate, verso la seconda edizione della Mythos Primiero Dolomiti, in calendario domenica 11 settembre nella valle sempre più ‘green’ di Primiero, in Trentino. La mountain bike sarà il simbolo della manifestazione che andrà a valorizzare i sentieri off-road della bella e soleggiata valle trentina. Bikers e ‘miti’ possono già scaricare dal sito la traccia GPX per memorizzare i punti tecnici, le discese, le curve e le ripide ascese che caratterizzano i tre tracciati: il Marathon di 83,5 km da Fiera di Primiero dedicato alle categorie Elite, Under23 e Master, il Classic di 56,2 km aperto a Juniores, amatori ed E-bikers da San Martino di Castrozza, ed infine il percorso Easy da Imer con una lunghezza di 37,2 km per amatori di ogni genere in sella alla tradizionale mtb o alla bici elettrica.
Organizzazione, efficienza e tempismo sono le basi fondamentali per costruire e pianificare un evento di così alto livello come la ‘Mythos’, e tutto lo staff sta lavorando per garantire molteplici servizi e una massima coesione. I concorrenti del Classic potranno raggiungere la zona di partenza a San Martino di Castrozza tramite il servizio di trasporto messo a disposizione dagli organizzatori al costo di 10 Euro. Il servizio su prenotazione sarà garantito attivando l’apposita opzione online attraverso il modulo d’iscrizione entro il 31 agosto, mentre verrà richiesto un supplemento di 5 Euro dopo tale data. Sono due le partenze previste per San Martino di Castrozza: una alle ore 8.30 e una alle 9.30 dal piazzale delle corriere in Via Dante a Fiera di Primiero. Per il ritorno invece ci sarà una navetta con partenza alle ore 15.30 e una alle 16.30 ad una tariffa di 10 Euro. I bikers potranno lasciare i loro mezzi custoditi nel parco chiuso in località San Martino di Castrozza, presso il palasport, nella giornata di sabato 10 settembre dalle ore 16 alle 20.
Inoltre il comitato organizzatore offre il servizio gratuito del trasporto sacche per tutti i bikers che vogliono consegnare il proprio abbigliamento in partenza e ritirarlo poi al Centro Sportivo Fossi a Transacqua.
Le iscrizioni rimangono ‘frizzate’ fino al 31 agosto ad una quota di 60 euro per quanto riguarda i tracciati Marathon e Classic e a 30 euro per quello Easy. Le sole società affiliate FCI sono tenute ad iscrivere i rispettivi atleti tramite Fattore K utilizzando i codici gara predefiniti.
La voglia e la passione di pedalare sono sempre forti in Valle di Primiero e intanto sale l’attesa anche per l’evento di contorno Mythos Adventure E-bike di domenica 28 agosto “40 km con 1.600 m. di dislivello”, una passeggiata spensierata per la Valle del Vanoi a bordo della bici a pedalata assistita. Il punto di ritrovo sarà a Canal San Bovo alle 9.30 per una vera e propria cavalcata dolomitica nel cuore del Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino.

Info: www.mythosprimiero.com

MARCIALONGA: LA FEBBRE DEL SABATO SERA. ALLA RUNNING COOP LE GAZZELLE AFRICANE

MARCIALONGA: LA FEBBRE DEL SABATO SERA. ALLA RUNNING COOP LE GAZZELLE AFRICANE

Ousman Jaiteh

La 20.a ‘Special Edition’ Marcialonga Coop si corre sabato 3 settembre alle 16.30
Presenti la veloce gazzella africana Jaiteh e il team Run2gether
A tenere a bada le gazzelle ci saranno gli ‘stambecchi’ Vecchietti, Zorzi e Mich
Al femminile si attendono le africane e ancora Giomi, Andrighettoni, Santini, Bettin, Carlin e Mali

Nelle Valli di Fiemme e Fassa il comitato Marcialonga si prepara a chiudere il cerchio con l’ultimo sfavillante appuntamento dell’anno. La gara podistica Marcialonga Coop del prossimo 3 settembre sarà una vera ‘Special Edition’ con una mezza maratona e una 26 km che andranno ad abbracciare i luoghi simbolo delle due vallate, in particolare lo Stadio del Salto di Predazzo e il Centro del Fondo di Lago di Tesero, il tutto racchiuso nella maestosa cornice delle Dolomiti.
La Marcialonga ‘Running’ Coop sarà animata da sportivi che puntano alle posizioni alte di classifica, come la gazzella africana Ousman Jaiteh, primo nel 2018 e secondo nel 2019: “Parteciperò alla 26 km, sarà la mia quarta volta quest’anno. È un’emozione molto grande per me prendere parte a questa competizione vestendo i colori del Trentino Running Team, è davvero un onore. Il percorso mi piace molto, l’atmosfera del pubblico di Marcialonga è magica e mi carica molto. Il tracciato è divertente perché è un continuo sali e scendi, né troppo veloce né troppo lento. Non vedo l’ora di partecipare!”.
Dall’Austria arriverà il team keniano Run2gether affamato di vittoria, e ancora molti altri top runners africani pronti a lanciare la sfida agli atleti di casa come il cembrano Matteo Vecchietti e i fiemmesi Nicolò Zorzi e Stefano Mich, con quest’ultimo che potrà contare sul tifo speciale da parte della nuova Soreghina, Sabrina Pellegrin, sua compagna di squadra nella combinata Punto 3Craft. La bella Sabrina, infatti, lo scorso maggio si è messa in gioco alla Marcialonga Cycling e ora, a poche settimane dall’incoronazione, sarà ai nastri di partenza per dare il via a questa spettacolare 20.a Marcialonga Coop.
Anche in campo femminile si attendono le velocissime keniane. A tenerle a bada ci penserà la bolzanina Sarah Giomi, seconda nel 2017 e terza nel 2020: “Farò la 26 km, in realtà non ho particolari aspettative rispetto alla prestazione. Sono uscita ora da un lungo periodo di infortuni e con la corsa ci devo andare cauta. Per adesso la alterno a bici e nuoto, e sto preparando un triathlon. Ho scelto di iscrivermi perché adoro i paesaggi e i luoghi della Val di Fiemme ed inoltre è un ottimo allenamento lungo in previsione di una gara di triathlon”. Gareggeranno in casa inoltre le trentine Claudia Andrighettoni, Anna Santini, Loretta Bettin e l’ultramaratoneta Monica Carlin.
Ma la Marcialonga Coop sarà una grande giornata sportiva soprattutto per i semplici runners che vogliono mettersi alla prova sfidando sé stessi. Moena si farà bella per accogliere nel tardo pomeriggio la partenza dei due tracciati e dei primi frazionisti che parteciperanno alla staffetta. Subito i runners s’inseriranno nella pista ciclabile che costeggia il bosco e il fiume Avisio e in leggera discesa si raggiungerà lo Stadio del Salto di Predazzo fino ad entrare nel cuore dell’abitato, dove velocemente si saluterà il caloroso pubblico presente in piazza SS. Apostoli. Al km 14.5, dopo aver superato le caratteristiche e affascinanti frazioni di Roda, Bosin e Zanolin, la corsa si farà molto interessante nel tratto in lieve salita verso Lago di Tesero. In men che non si dica si raggiungerà Masi di Cavalese, sede d’arrivo della mezza maratona, mentre i corridori della 26 km si lanceranno per l’ultimo sforzo in salita fino all’abitato di Cavalese.
Visite guidate, musica, expo: sono tante le iniziative proposte dal solido comitato in avvicinamento alla grande giornata sportiva. Le iscrizioni sono ancora disponibili, le danze per la 20.a Marcialonga Coop sono aperte!
Info: www.marcialonga.it

Skiroll: Tanel e Kristoffersen, che coppia! Il Team Robinson Trentino ok in Estonia

Skiroll: Tanel e Kristoffersen, che coppia! Il Team Robinson Trentino ok in Estonia

Matteo Tanel

Kristoffersen vince la Coppa del Mondo mass start a Otepää
Tanel secondo nella sprint e due volte quarto nelle distance
Ora l’altoatesino è secondo in Coppa del Mondo e prepara il tris
I due li vedremo insieme al via de La Venosta, gara Challengers

La stagione della neve è ancora lontana, eppure il Team Robinson Trentino, risultato il miglior team italiano nel prestigioso circuito Ski Classics nel 2022, fa già parlare di sè.
Lo scorso weekend ad Otepää, in Estonia, si è conclusa la seconda tappa della Coppa del Mondo di skiroll che ha registrato una vittoria nella mass start di 29 km del norvegese Patrick Fossum Kristoffersen (anche bronzo nella individual) ed un secondo posto di Matteo Tanel nella sprint, entrambi atleti del Team Robinson Trentino, ma in gara in questa occasione con i colori delle rispettive nazioni. Ovvia la soddisfazione del team manager Bruno Debertolis e del presidente Gianni Casadei. Attualmente Matteo Tanel è secondo in Coppa del Mondo e dunque sulla buona strada per completare un bel tris, dopo la vittoria della CdM nella scorsa stagione e nel 2020. Nel 2021, causa Covid, si disputò una sola tappa, con Kristoffersen leader ma con la coppa non assegnata poiché le tappe successive furono annullate.
Fa piacere sottolineare che Matteo Tanel il secondo posto l’ha centrato nella sprint e nonostante la rottura di un bastoncino proprio nei momenti topici della finale. Nelle altre due gare, mass start e individual, l’altoatesino si è piazzato quarto per poco.
Molto significative le dichiarazioni di Kristoffersen: “Le mie aspettative per questo weekend erano abbastanza basse, in quanto non mi sono allenato specificatamente per la Coppa del Mondo di skiroll quest’anno. Da maggio ho solo svolto un semplice allenamento aerobico, ad eccezione di alcune gare con la mtb e con gli skiroll. Quindi niente intervalli strutturati e niente allenamento di resistenza. Il mio unico obbiettivo è stato quello di costruire una buona base aerobica per tollerare meglio la maggior quantità di allenamento specifico prima della stagione invernale. Nonostante questo, avevo qualche speranza prima della sprint, visto che avevo fatto bene nei prologhi al Blink Festival un paio di settimane fa. Inoltre ero salito sul podio l’anno scorso. Sono arrivato quarto nelle qualifiche, non un risultato eccezionale ma ok. Sono stato sfortunato perché mi sono trovato nella mia batteria Raimo Vigants, il vincitore dell’anno scorso, oltre a Matteo Tanel ed Emanuele Becchis, entrambi campioni mondiali in carica. Ho concluso in 13.a posizione, sono rimasto molto deluso. Per la mass start il mio piano era di aiutare il mio compagno di nazionale Amund Korsäth a vincere. Mi sentivo piuttosto bene all’inizio. Michael Galassi ha creato un vuoto nel gruppone, Amund mi ha detto di lavorare in testa al gruppo, così avremmo potuto prendere gli italiani davanti. Quindi ho iniziato a spingere su una salita, ma nessuno mi ha seguito. Ho raggiunto Galassi e abbiamo proseguito assieme per qualche chilometro. A circa 3 km dalla fine non riusciva più a seguirmi, così sono andato via da solo verso il traguardo. Questa è stata la mia prima vera vittoria in Coppa del Mondo, quella che avevo colto prima è avvenuta durante la stagione del Covid, poi annullata. Per la 15K individuale in classico di domenica puntavo al podio. Ho concluso terzo, solo 7,5” dietro al vincitore”.
Soddisfatto anche Matteo Tanel: “La sprint è andata bene, mi sono fatto un po’ “furbo”, Vigants era fortissimo, peccato perché ho rotto il bastoncino all’ultima curva e non ho potuto fare la volata al massimo. Nella mass start Galassi è stato grande, praticamente si è fatto 21 km in fuga di cui 10 da solo, prima di essere beccato da Kristoffersen che lavorava per Korsäth ed invece si è staccato e ha fatto un buco. Io ero dietro, e ho perso l’occasione di francobollarlo, poi durante la gara mi hanno rotto un’altra volta un bastone e ho avuto un po’ di problemi a recuperare, quando ne ho ricevuto un altro ho tirato l’ultimo chilometro al massimo. Siamo andati in volata io e Korsäth, l’ho persa per 3 centimetri, questo mi è molto dispiaciuto. Invece nell’individual sapevo che la pista era da double poling, non con salite e discese come da noi. Bisognava rilanciare, classico zero, quindi durissima, anche per Korsäth che di solito stacca tutti. Ho fatto un giro controllato e mi sono fatto raggiungere, ho corso tutta la gara con lui, alla fine ho concluso quarto. Ora sono secondo in Coppa, quest’anno si fa dura, come sempre, però ce la metto tutta, ci crederò fino in fondo. Anche Kristoffersen è andato fortissimo, era una pista che gli si addiceva, quindi bene anche per il Team Robinson, un’ottima vetrina”.
La stagione continua ovviamente con gli skiroll, ma con focus sulla stagione entrante dello sci di fondo. La prima tappa di Ski Classics è in calendario il 10 dicembre a Bad Gastein con una 15 km. In occasione della nuova gara La Venosta Skiroll, valida come Challengers del circuito Ski Classics, il Team ha in cantiere uno stage di allenamento dell’intera squadra, segno che Tanel & C. anche in quell’occasione dovranno vedersela con Patrick Fossum Kristoffersen: per Gianni Casadei vale il motto…”Vinca il migliore”!
Info: www.robinsonskiteam.com

UN MESE ALLA MARCIALONGA COOP: IN CORSA I 23 AUDACI SENATORI

UN MESE ALLA MARCIALONGA COOP: IN CORSA I 23 AUDACI SENATORI

Il Senatore Dallio

Nel tardo pomeriggio di sabato 3 settembre scatta la 20.a Marcialonga Coop
Al via i 23 senatori che hanno portato a termine tutte le edizioni
Da Moena partono il tradizionale tracciato di 26 km e la nuova mezza maratona di 21 km
Gadget personalizzato con il logo dell’associazione benefica per chi si iscrive alla staffetta

La grande carica di Marcialonga Running Coop si farà spazio fra un mese nelle Valli di Fiemme e Fassa, in Trentino. La gara podistica settembrina rappresenta il puro spirito sportivo: non solo agonismo ma anche tanta voglia di gareggiare contro sé stessi, misurarsi con lo splendido tracciato che ricalca in parte quello della “sorella maggiore” invernale e trascorrere un piacevole sabato pomeriggio insieme a tanti amici appassionati del running. I prossimi mesi saranno per Marcialonga una festa infinita, che scatterà in corsa con la 20.a Running Coop di sabato 3 settembre e culminerà il 29 gennaio per celebrare le 50 edizioni d’oro sugli sci.
Marcialonga è sinonimo di dinamismo e innovazione, senza trascurare però le tradizioni e le radici. Sono pronti ad indossare le scarpette da corsa i 23 senatori di Marcialonga Coop, ovvero i fedeli runners che hanno concluso tutte le 19 edizioni precedenti. Hanno affrontato finora ben 494 km, gustandosi i paesaggi dolomitici, l’aria fresca di montagna e firmando così un vero record di tutto rispetto. Tra di loro ci sono i fratelli Franco e Luciano Comini, Massimo Leonardi, vincitore nel 2009, secondo nella prima edizione del 2003 e più volte sul podio, e ancora Eleonora e Renzo Corradini, Anna Divan, Gianni Vanzetta, Mauro Betta, Riccardo Fontanive, Riccardo Caldonazzi, Graziano Dallio, Renato Delladio, Sigfrido Delvai, Roberto Gabrielli, Claudio Grasso Silvestro, Massimo Marchetti, Pierluigi Recla, Pierluigi Roli, Flavio Vanzo, Alessandro Vuerich, Lanfranco Brugnoli, Fulvio Zorzi e Valter Paoli, quest’ultimo in gara quest’anno anche alla ski-marathon e alla Cycling.
Sono infiniti i modi per vivere appieno l’esperienza del running nelle Valli di Fiemme e Fassa: un tracciato di 26K, aperto pure alle staffette, con l’ultimo strappo decisivo nei 5 km finali che portano a Cavalese, oppure la nuova mezza maratona di 21K, che terminerà a Masi di Cavalese. La partenza condivisa invece sarà dall’accogliente località di Moena.
Tutti i concorrenti riceveranno un gadget personalizzato e chi si iscriverà alla ‘staffetta benefica’ avrà il proprio gadget con il logo dell’associazione che deciderà di supportare. Fino al 28 agosto la quota d’iscrizione online è fissata a 35 euro: c’è da affrettarsi, la corsa lungo l’Avisio sta per partire.
Info: www.marcialonga.it

LA ‘MYTHOS’ LANCIA L’AVVENTURA IN E-BIKE: SI PEDALA NELLA VALLE ‘WILD’ DEL VANOI

LA ‘MYTHOS’ LANCIA L’AVVENTURA IN E-BIKE: SI PEDALA NELLA VALLE ‘WILD’ DEL VANOI

Il 28 agosto l’evento collaterale ‘Mythos Adventure E-Bike’
50 km con la pedalata assistita nel Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino
Iscrizione gratuita e ogni partecipante riceverà un gadget by Montura
L’evento anticiperà la gara regina di mtb Mythos Primiero Dolomiti dell’11 settembre

“L’uomo è nato per creare. La vocazione umana è di immaginare, inventare, osare nuove imprese” (Michael Novak).
In Valle di Primiero, in attesa della gara di mtb Mythos Primiero Dolomiti in calendario l’11 settembre, si sperimentano nuove formule per far divertire i bikers sui sentieri panoramici trentini. Le salite diventeranno una piacevole passeggiata per gli e-riders al via, in sella alle loro bici elettriche, all’evento di contorno ‘Mythos Adventure E-Bike’ di domenica 28 agosto.
Il percorso studiato dalla società organizzatrice ‘Pedali di Marca’ sarà un’autentica esperienza alla scoperta della Valle ‘wild’ del Vanoi, nel cuore verde del Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino. Le montagne, le ampie praterie e le caratteristiche malghe saranno il leitmotiv che accompagnerà i ‘bikers elettrici’ sin dalla partenza da Canal San Bovo (start ore 9.30) lungo i 50 km con 1650m di dislivello.
L’e-bike ha aperto un mondo ai ciclisti che un tempo non osavano spingersi in alta quota, ma che ora grazie alla pedalata assistita si lanciano ad affrontare anche le pendenze più vertiginose. La salita a Malga Fossernica (1804m), che misura 17 km con una pendenza media del 5,8%, regalerà una vista panoramica sul Lagorai e sul massiccio granitico di Cima d’Asta. La pendenza aumenterà alla volta di Malga Fiamena (1749m), quando si salirà per 8 km ad una pendenza del 7,8%.
La ‘Mythos Adventure E-Bike’ è libera e soprattutto gratuita e ogni concorrente riceverà un simpatico gadget firmato Montura. Prima di partire è consigliato scaricare la traccia GPX sul proprio navigatore e, ovviamente, ricaricare bene le batterie della bici al mattino.
Restano aperte le iscrizioni alla gara regina di mtb Mythos Primiero Dolomiti, inoltre sono ancora validi i pacchetti promozionali proposti dall’ApT San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi per il weekend del 9-11 settembre, che includono l’iscrizione alla gara e l’alloggio nelle strutture attrezzate in zona.
Il mondo dell’e-bike sta spopolando, il mercato è in continua crescita con quasi 300mila bici vendute soltanto nel 2021, battendo così il mercato delle biciclette tradizionali. Anche la Federazione Ciclistica Italiana (FCI) ha voluto inserire il Campionato Italiano E-mtb formato cross country nel calendario, svoltosi per altro da poco in Val Casies dove hanno indossato il tricolore nella terza edizione il trentino Martino Fruet e l’altoatesina Anna Oberparleiter.
Che sia in e-bike o in mtb, i sentieri della Valle del Vanoi e del Primiero sono perfetti per un’escursione in montagna da togliere il fiato.
Info: www.mythosprimiero.com