Tag: sport

MONDIALI DI SKIROLL DAL 16 AL 19 SETTEMBRE. IN VAL DI FIEMME SI LOTTA PER LE MEDAGLIE

MONDIALI DI SKIROLL DAL 16 AL 19 SETTEMBRE. IN VAL DI FIEMME SI LOTTA PER LE MEDAGLIE

I Mondiali di Skiroll si disputeranno in Val di Fiemme dal 16 al 19 settembre 2021
Ci sarà ‘Fiemme World Cup’ in cabina di regia, così come avviene in Coppa del Mondo
Individuale, Sprint, Team Sprint e Mass Start saranno le specialità in cui si sfideranno i campioni
Passo Lavazé, Ziano di Fiemme e l’Alpe del Cermis saranno le location della rassegna iridata

Mentre il mondo dello sci di fondo inizia, o meglio ha già pensato a riordinare sci e scioline nell’armadio in attesa del prossimo inverno, c’è chi si appresta a rispolverare gli skiroll per continuare a ‘sciare’ anche nei mesi più caldi. In assenza di neve, si passerà al meno consueto asfalto dove le rotelle al posto delle solette permetteranno di avanzare verso l’obiettivo rappresentato, quest’anno, dai Campionati Mondiali in Val di Fiemme dal 16 al 19 settembre 2021.
La località trentina torna dunque protagonista e, dopo i Campionati del Mondo 2015 e una serie di eventi tra cui le finali del Guide World Classic Tour 2017 e le finali di Coppa del Mondo 2018 e 2019, ora si appresta ad ospitare la rassegna iridata di Skiroll con le sfide riservate alle specialità Sprint, Individuale, Team Sprint e Mass Start. Si partirà giovedì 16 settembre con l’Individuale a tecnica libera sulla nuova pista costruita al Passo Lavazè, spostandosi poi a Ziano di Fiemme per le due giornate dedicate rispettivamente alla Sprint 200 m. e alla Team Sprint, entrambe in skating. L’ultima giornata di gare mondiali vedrà andare in scena la Mass Start in tecnica classica con la Final Climb, in pieno stile Tour de Ski che ricalcherà, idealmente, la tappa finale del challenge invernale con la scalata all’Alpe del Cermis.
Da tenere d’occhio, oltre alla lista partenti che offrirà degli ottimi spunti per cominciare ad analizzare le forze in campo, ci sarà ovviamente anche la situazione Covid e la sua evoluzione da qui a metà settembre. I protocolli per il contenimento del contagio saranno da valutare in prossimità dell’evento, ma le certezze per lo svolgimento della manifestazione appaiono fondate, visti i recenti successi invernali raccolti con gli eventi in Val di Fiemme. A tutto il resto ci penserà l’ottima organizzazione firmata Fiemme World Cup, che ogni anno dirige magistralmente l’orchestra degli eventi di Coppa del Mondo di sci nordico e skiroll. Inoltre a rendere ancora più magica l’atmosfera, in un anno di rinascita dopo lo stop legato alla pandemia, ci saranno gli splendidi scenari della Val di Fiemme nelle giornate di fine estate a regalare viste suggestive sulle Dolomiti che circondano e dominano l’intera vallata.
La data è stata fissata e cerchiata in rosso sul calendario, ora non resta che attendere settembre per vedere i grandi campioni di skiroll sfidarsi per portare a casa le tanto ambite medaglie iridate, con il Mondiale della ripresa dal Coronavirus che passerà inevitabilmente dalla Val di Fiemme.

Info: www.fiemmerollerskicup.it

MARCIALONGA COOP INCANTA ANCORA. SUPER PROMO A 25 EURO E STAFFETTA BENEFICA

MARCIALONGA COOP INCANTA ANCORA. SUPER PROMO A 25 EURO E STAFFETTA BENEFICA

Nelle Valli di Fiemme e Fassa ci si prepara alla 19.a Marcialonga Running Coop del 5 settembre
Fino a domenica 13 giugno sarà possibile riservarsi un pettorale in griglia di partenza al costo di 25 euro
Possibilità di correre in staffetta con tre atleti per team, iscrizioni tramite le associazioni No Profit
Il tema della settimana è la ‘motivazione’, requisito fondamentale per raggiungere qualsiasi obiettivo

Le Valli di Fiemme e Fassa si preparano alla 19.a edizione della ‘Marcialonga Running Coop’ che il 5 settembre prossimo prenderà il via da Moena. Quale miglior modo per incentivare i pochi ancora indecisi, se non con una promozione speciale? Fino a domenica prossima, infatti, sarà possibile riservarsi un pettorale in griglia di partenza al costo di 25 euro, un’occasione unica e irripetibile per approfittare della tariffa scontata rispetto ai 30 euro previsti dall’attuale fase di vendita.
Inoltre, da questa settimana è partito anche il progetto ‘Corri con Giulia’, un programma di allenamento settimanale adatto a tutti, stilato dalla running coach Giulia Dallio, che permetterà di arrivare al 5 settembre in perfetta forma per affrontare i 26 km che da Moena portano a Cavalese lungo la splendida ciclabile che unisce le Valli di Fiemme e Fassa. Ma le novità non finiscono qui, perché per coloro che non fossero abituati a correre distanze così lunghe ci sarà l’opportunità di partecipare alla staffetta di ‘Marcialonga Running Coop’ dove tre atleti per team percorreranno la distanza di gara suddividendola in tre frazioni, rispettivamente di 10, 8 e ancora 8 km. Sarà un bellissimo modo di trascorrere la giornata in ottima compagnia, con l’obiettivo di fare del bene: proprio così, perché sarà possibile iscriversi alla staffetta solo tramite le associazioni No Profit, scelte dai partecipanti tra quelle aderenti all’iniziativa, a cui andrà devoluta la tassa d’iscrizione a sostegno di progetti benefici.
Infine, ultimo ma non certo per importanza, Marcialonga lancia il tema della settimana dedicato alla ‘motivazione’, aspetto fondamentale per intraprendere e raggiungere qualsiasi obiettivo. Servono lungimiranza, benessere, impegno, costanza, condivisione e divertimento, caratteristiche essenziali e imprescindibili per raggiungere ogni tipo di risultato.
Dopo questi preziosi consigli, Marcialonga aspetta tutti gli appassionati della ‘Running Coop’ il 5 settembre prossimo a Moena, per una manifestazione che regalerà emozioni indescrivibili a chi la correrà, perché nelle Valli di Fiemme e Fassa lo sport è di casa.

Info: www.marcialonga.it

PERGINE FESTA TRICOLORE OFF ROAD. VINCONO LO SPORT E IL CICLISMO GIOVANILE

PERGINE FESTA TRICOLORE OFF ROAD. VINCONO LO SPORT E IL CICLISMO GIOVANILE

‘Non è un paese per vecchi’ recitava una celebre locandina western e lo stesso si potrebbe dire anche di Pergine Valsugana (TN), dove al Parco Tre Castagni si sono disputati i Campionati Italiani Giovanili XCO, organizzati dalla Polisportiva Oltrefersina con il supporto del gruppo DAO Conad, Trentino Marketing, Comune di Pergine e Cassa Rurale Alta Valsugana, sotto un bel sole mattutino che ha lasciato spazio, nel corso dell’ultima categoria, ad un acquazzone primaverile. Ad essere incoronati Campioni d’Italia sono stati la bresciana Elisa Bianchi e il torinese Emanuele Savio (Esordienti 1° anno), la valdostana Sofia Guichardaz e il friulano di Buja Ettore Fabbro (Esordienti 2° anno), la sanremese Beatrice Temperoni e il trentino Mattia Stenico (Allievi 1° anno), la tiranese Valentina Corvi e il bolzanino con i colori di Cardano Elian Paccagnella (Allievi 2° anno).
Giornata di gare partita alle 9.15, con lo start delle Donne Esordienti 2° anno ad anticipare di tre minuti le colleghe del 1° anno. Due categorie che hanno visto l’arrivo in solitaria sia per Sofia Guichardaz (ED2) che per Elisa Bianchi (ED1), con la prima a precedere l’aretina Elisa Ferri, campionessa uscente, e la friulana Sabrina Rizzi, mentre la bresciana si è imposta davanti alla trentina Nicole Azzetti e all’altoatesina Katharina Telser. Stessa storia tra le Allieve 2° e 1° anno, con un dominio incontrastato sin dal primo giro per le campionesse in carica Valentina Corvi (DA2) e Beatrice Temperoni (DA1). Un ritmo infernale ha permesso loro di guadagnare un gran vantaggio fin da subito e presentarsi sul traguardo a braccia alzate, avvolte da uno splendido tricolore. Il podio tra le Allieve 2° anno è stato completato dalla piemontese Greta Demichelis e dalla ligure, figlia d’arte, Marika Celestino, mentre tra quelle del 1° anno secondo e terzo posto per la coppia lombarda formata da Arianna Bianchi e Valeria Terzi.
Grande suspense nelle gare maschili, che già tra gli Esordienti 1° anno hanno offerto un finale epico. Gara combattuta con Emanuele Savio a comandare in entrambe le tornate, ma caduto proprio sul più bello a meno di un km dal traguardo. Epilogo che sembrava scontato, con Marco Rota che sognava già un arrivo tricolore, ma quando la sfortuna colpisce non c’è nulla da fare. Un sasso sul cammino del lombardo gli fa bucare una gomma a 300 metri dall’arrivo e permette a Savio di recuperare e battere Rota allo sprint. Podio completato da un altro figlio d’arte, Patrik Pezzo Rosola, bravo a recuperare dopo un avvio difficile dalla 25.a posizione. Riconferma tra gli Esordienti 2° anno per Ettore Fabbro, che bissa senza particolari patemi d’animo il successo del 2020 davanti a Mario Campana e Daniele Angelo Ronzoni. Finale thrilling tra gli Allievi 1° anno con Mattia Stenico, atleta di casa della Polisportiva Oltrefersina, capace di spuntarla al fotofinish sull’altoatesino Hannes Bacher, che al tricolore ci credeva per davvero. Per il trentino una rimonta furibonda, dopo un primo passaggio controllato, che l’ha portato a giocarsi la vittoria fin sulla linea d’arrivo per mezza ruota. Terzo posto conquistato da un altro altoatesino, Felix Engele, che non ha saputo tenere le ruote dei due migliori nel giro conclusivo. Infine, anche l’ultima gara in programma ha saputo regalare emozioni incredibili, con una lotta a quattro sbloccata solo nel finale. Nel corso dell’ultimo giro, Davide Donati tenta l’attacco ma Federico Bartolini risponde, ma ‘tra i due litiganti, il terzo gode’: i due si toccano e perdono l’equilibrio, il tutto a vantaggio di Elian Paccagnella che guadagna una manciata di secondi fondamentali per arrivare al traguardo in scioltezza, incredulo e a braccia alzate.
Il bilancio finale lo stila Paolo Alverà, presidente della sezione mtb della Polisportiva Oltrefersina, società ospitante di questi Campionati Italiani Giovanili XCO: “Il bilancio è positivo: abbiamo portato a casa una maglia tricolore, non potevamo sperare di meglio, ma quello che importa è che lo staff abbia lavorato egregiamente. Abbiamo ricevuto commenti positivi sul percorso da parte di tutti i presenti, tecnico, impegnativo e tutto da guidare. Il tempo ci ha aiutato fino all’ultima gara, quando ha piovuto, ma è andato tutto bene. Ora ci godiamo il successo, ma stiamo pensando ad un futuro ancora in tricolore.”
Info: www.oltrefersina.it/mtb

Download immagini TV:
www.broadcaster.it

Donne Esordienti 1° Anno
1 Bianchi Elisa Velo’ Montirone 00:35:26.2; 2 Azzetti Nicole Unione Sportiva Litegosa A.S.D. 00:36:08.0; 3 Telser Katharina Sunshine Racers Asv Nals 00:36:18.9; 4 Scianda Maya Ucla1991 00:36:34.6; 5 Buttarelli Noemi Vigor 00:37:34.2

Donne Esordienti 2° Anno
1 Guichardaz Sofia Scott Libarna Xco 00:32:07.7; 2 Ferri Elisa Gs Olimpia Valdarnese 00:32:22.1; 3 Rizzi Sabrina Jam’s Bike Team Buja 00:34:56.0; 4 Comba Marika Rostese Giant 00:35:18.3; 5 Bassignana Serena Rostese Giant 00:35:19.8

Donne Allieve 1° Anno
1 Temperoni Beatrice Ciclistica Bordighera 00:45:45.9; 2 Bianchi Arianna Biesse Arvedi Asd 00:46:04.3; 3 Terzi Valeria Scuola Mtb San Paolo D’argon 00:46:45.5; 4 Auer Anna A.S.V. St.Lorenzen Rad 00:47:26.7; 5 Rinaldoni Giulia Polisportiva Morrovallese 00:48:38.3

Donne Allieve 2° Anno
1 Corvi Valentina Melavi’ Tirano Bike A.S.D. 00:44:11.9; 2 Demichelis Greta Racing Team Rive Rosse 00:46:12.8; 3 Celestino Marika Ucla1991 00:47:09.0; 4 Rizzo Vittoria Gs Termo La Spezia Asd 00:47:50.8; 5 Calderoni Vittoria Rostese Giant 00:48:32.3

Esordienti Maschile 1° Anno
1 Savio Emanuele A.S.D. Bussolino Sport 00:31:07.8; 2 Rota Marco Bikers Petosino Scuola Mtb – A.S.D. 00:31:10.0; 3 Pezzo Rosola Patrik Asd S.C. Pol. Caselle Rossetto 00:32:18.9; 4 Villa Matteo S.C. Triangolo Lariano A.S.D. 00:32:33.1; 5 Scuderi Aaron Asc Kardaun-Cardano 00:32:39.4

Esordienti Maschile 2° Anno
1 Fabbro Ettore Jam’s Bike Team Buja 00:28:52.5; 2 Campana Mario Ciclisti Valgandino 00:29:19.3; 3 Ronzoni Daniele Angelo Gs Borgonuovo 00:29:32.5; 4 Brafa Federico Rosario Melavi’ Tirano Bike A.S.D. 00:29:43.5; 5 Pozzi Achille Le Marmotte Loreto 00:29:48.7

Allievi Maschile 1° Anno
1 Stenico Mattia Polisportiva Oltrefersina 00:54:35.2; 2 Bacher Hannes Bike Team Gais Asv 00:54:36.2; 3 Engele Felix Asc Kardaun-Cardano 00:55:24.9; 4 Fregata Luca Focus Xc Italy Team 00:55:51.4; 5 Bosio Tommaso G.S. Cicli Fiorin Cycling Team Asd 00:56:25.5

Allievi Maschile 2° Anno
1 Paccagnella Elian Asc Kardaun-Cardano 00:52:47.9; 2 Donati Davide A.S.D. Monticelli Bike 00:53:03.5; 3 Bartolini Federico A.S.D. Team Siena Bike 00:53:17.0; 4 Pra’ Ettore Hellas Monteforte 00:53:29.3; 5 Grimod Etienne Scott Libarna Xco 00:55:19.8

LA GRAN FONDO VAL CASIES RIAPRE I BATTENTI. DAL 1° GIUGNO ISCRIZIONI APERTE

LA GRAN FONDO VAL CASIES RIAPRE I BATTENTI. DAL 1° GIUGNO ISCRIZIONI APERTE

Il 19 e 20 febbraio 2022 si terrà la 38.a edizione della Gran Fondo Val Casies
Il comitato organizzatore sta lavorando a pieno regime per la ripartenza del 2022
Le iscrizioni pervenute per l’edizione 2021 saranno valide per il prossimo anno

Con la neve che pian piano scompare completamente dalle montagne e dalle vallate del Trentino-Alto Adige, c’è chi già pensa al prossimo inverno. È così anche in Val Casies, dove inizia a prendere forma la 38.a edizione della Gran Fondo Val Casies dei prossimi 19 e 20 febbraio, sempre sulle tradizionali distanze di 30 o 42 km, in tecnica classica il sabato e in skating la domenica.
A partire dal 1° giugno si apriranno le iscrizioni alla gara sugli sci da fondo tra le più amate dell’intero arco alpino. Sarà un’edizione carica di significato per il comitato organizzatore, che punterà a ripartire dopo un’annata che ha visto la prima cancellazione assoluta dell’evento, a causa della pandemia da Coronavirus, in 38 anni di storia gloriosa. Ora il Covid sembra allentare un po’ la presa e quale momento più propizio per rilanciare un settore, quello agonistico, che ha visto fin troppe cancellazioni nel corso degli ultimi dodici mesi? I lavori in Val Casies non si sono mai fermati, ed anzi, il comitato organizzatore dopo aver tentato invano il tutto per tutto per portare in porto l’edizione 2021 si è mosso subito puntando lo sguardo al futuro e alla 38.a edizione, con i lavori che continuano a pieno regime.
Ci si potrà iscrivere alla Gran Fondo Val Casies e riservarsi un posto ai nastri di partenza, sia in modalità telematica con l’accesso al portale Datasport, sia attraverso bonifico bancario. Sarà necessario effettuare il versamento della quota d’iscrizione fissata a 63 euro per le gare in tecnica classica di sabato 19, e a 64 euro per quelle in tecnica libera di domenica 20, mentre per chi vorrà correre in entrambe le tecniche la quota di partecipazione ammonta a 103 euro. Infine, per la consueta ‘Just for Fun’ non competitiva, si dovranno versare 51 euro nel caso si volesse partecipare ad una sola delle due giornate in programma, altrimenti il costo sale a 83 euro per prendere il via in entrambe le tecniche. Si ricorda inoltre che, in seguito alla cancellazione dell’edizione 2021, le quote d’iscrizione già versate rimarranno valide per il 2022.
Ripartire per continuare a guardare il futuro con occhi sognanti e riprendere quel bellissimo filo interrotto solo per cause di forza maggiore, perché la storia continua nel nome della Gran Fondo Val Casies.

Info: www.valcasies.com

LA DOLOMITES SASLONG HM RIAPRE LE ISCRIZIONI. ULTIMI POSTI PER LA 3.a EDIZIONE

LA DOLOMITES SASLONG HM RIAPRE LE ISCRIZIONI. ULTIMI POSTI PER LA 3.a EDIZIONE

Sabato 12 giugno partirà da Monte Pana la 3.a Dolomites Saslong Half Marathon
L’ASV Gherdeina Runners annuncia la riapertura delle iscrizioni alla gara di trail running in Val Gardena
Percorso unico di 21 km e 900 metri di dislivello che attende gli ultimi ‘ritardatari’
Iscrizioni a 65 euro, ‘chi ha tempo non aspetti tempo’ per correre attorno al Gruppo del Sassolungo

La situazione si sblocca in Val Gardena, dove il comitato organizzatore della Dolomites Saslong Half Marathon, l’ASV Gherdeina Runners, annuncia la riapertura delle iscrizioni. Non è stato facile, ma i miglioramenti sul fronte pandemia hanno permesso all’organizzazione di estendere il numero di iscritti a 600 unità. Il via libera è stato dato dal responsabile della gestione operativa per l’emergenza Covid dell’Alto Adige, il Dr. Patrick Franzoni che, valutando l’evoluzione del quadro pandemico, ha espresso pareri ottimistici in termini di ampliamento del numero di partecipanti alla gara di trail running che partirà sabato 12 giugno da Monte Pana, in Val Gardena. Al fine di garantire la massima sicurezza della manifestazione, tutti gli atleti per poter prendere il via alla 3.a edizione della Dolomites Salslong Half Marathon dovranno essere provvisti di un test antigenico negativo eseguito nelle 72 ore antecedenti l’evento.
Il percorso di 21 km e 900 metri di dislivello, dunque, attende ancora gli ultimi ritardatari che inizialmente avevano perso l’occasione di iscriversi e che ora, quasi per magia, si ritrovano ancora gli ultimi posti disponibili, pagando la quota di partecipazione di 65 euro. Ma attenzione, perché il tempo stringe e aspettare non è la scelta giusta se si vuole prendere parte allo spettacolo del trail running immerso nella natura della Val Gardena, correndo attorno al mitico Gruppo del Sassolungo. Insomma, è proprio il caso di dire che ‘chi ha tempo non aspetti tempo’ perché farsi sfuggire un’altra occasione ghiotta come questa sarebbe veramente un peccato. La Dolomites Saslong Half Marathon vi aspetta nel cuore della Val Gardena.

Info: www.saslong.run

BUONE NUOVE DALLA GRAN FONDO VAL CASIES. ISCRIZIONI ONLINE E PARTENZE SCAGLIONATE

BUONE NUOVE DALLA GRAN FONDO VAL CASIES. ISCRIZIONI ONLINE E PARTENZE SCAGLIONATE

Mai una cancellazione, la 38.a edizione della GF Val Casies sarà il 20 e 21 febbraio 2021
Novità per iscrizioni e gruppi di partenza con massimo 100 atleti per griglia
Percorsi da 30 e 42 km per entrambe le tecniche e formula “Just for Fun” per i non agonisti
28.a edizione “Mini Val Casies” dedicata alle giovani promesse dello sci di fondo

In Valle di Casies si attende solo il weekend del 20 e 21 febbraio 2021 quando, sulle nevi altoatesine, prenderà il via la 38.a edizione della Gran Fondo Val Casies, la maratona di sci di fondo che ha fatto breccia nel cuore degli amanti delle ‘long distance’.
Un appuntamento fisso per atleti, amatori e fedelissimi che dura ormai dal 1984, anno della prima edizione, e che nel tempo ha saputo attirare sempre più appassionati raccogliendone i tanti consensi. Un tale successo però non cresce sugli alberi – al contrario – ha bisogno di un costante e considerevole impegno da parte degli addetti ai lavori. Le difficoltà nell’organizzazione di un evento di questa portata sono all’ordine del giorno, vuoi per mancanza di neve o, come nel 2020, a causa della pandemia che ha costretto molti eventi alla cancellazione, ma in Valle di Casies il motto “chi si ferma è perduto” è diventato un dogma che ha portato ad ottenere un risultato di cui andare pienamente orgogliosi, ovvero 37 edizioni disputate, senza mai una cancellazione.
Anche per l’evento del prossimo febbraio non sono mancati gli ostacoli portati dal Coronavirus, ma le linee guida da seguire nel corso della manifestazione sono state già tracciate. Novità giungono per quanto riguarda le sezioni ‘iscrizioni’, in cui l’unica modalità per registrarsi alla manifestazione sarà quella telematica, e ‘gruppi di partenza’ con i protocolli anti-Covid a disporre partenze scaglionate e distanziate per un massimo di 100 atleti per gruppo. L’assegnazione delle griglie di partenza verrà stilata in modalità automatica e sulla base dei risultati ottenuti nelle edizioni 2018, 2019 e 2020, mentre per le griglie a seguire si valuterà la data di iscrizione.
Tutto confermato invece per quel che concerne il programma di gara, con al sabato le prove in tecnica classica sui percorsi di 30 e 42 km, mentre domenica sarà tempo di tecnica libera sulle medesime distanze. Sarà un viaggio alla scoperta dell’intera Valle di Casies con partenza e arrivo posti a San Martino e con i tracciati che saliranno per un tratto verso Santa Maddalena, quindi scenderanno fino a Tesido per poi fare ritorno alla base, con l’aggiunta – per coloro che affronteranno il percorso più lungo – della salita a Santa Maddalena prima di rientrare nuovamente a San Martino e tagliare il traguardo. Una manifestazione dedicata anche a chi del ‘cronometro’ non ne vuole sapere e desidera percorrere gli itinerari della granfondo in completa rilassatezza, la formula “Just for Fun” – per l’appunto – è pensata per coloro che vogliono godere degli splendidi panorami offerti dalla Valle di Casies senza lo stress della gara.
Nel weekend altoatesino non mancherà nemmeno lo spazio riservato ai più giovani, con la “Mini Val Casies” pronta ad accogliere bambini e ragazzi sotto i 20 anni. Saranno tre le distanze di gara su cui dovranno sfidarsi le giovani promesse dello sci di fondo, e il chilometraggio verrà suddiviso in base all’età degli atleti: anello di 1 km per i minori di 8 anni, 3 km per i ragazzi dagli 8 ai minori di 14 anni, mentre dai 14 ai minori di 20 anni il chilometraggio complessivo sarà di 5 km.
Una vetrina importante quella della Gran Fondo Val Casies, evento che da ormai 38 anni attira fior fior di campioni e campionesse sulle nevi altoatesine, atleti indiscussi capaci di scrivere pagine importanti di questa amata manifestazione. Il tempo scorre e febbraio, in Val Casies, non è mai stato così vicino…
Info: www.valcasies.com

MTB IN FIBRILLAZIONE PER I CAMPIONATI CROSS COUNTRY. IL CIOCCO IN PRIMA FILA A REGALARE SPETTACOLO

MTB IN FIBRILLAZIONE PER I CAMPIONATI CROSS COUNTRY. IL CIOCCO IN PRIMA FILA A REGALARE SPETTACOLO

I tracciati “vecchio stampo” sono stati svelati, ci sarà da divertirsi
Prima le categorie giovanili (12-13 settembre), poi i ‘grandi’ (18-20)
Il Ciocco terra di allenamenti: questa settimana ci sono le azzurre
Ultimi weekend d’estate, agonismo, ma anche ospitalità ed enogastronomia

Giovanni Pascoli. Alzi la mano chi non lo ha amato e insieme odiato nei tempi scolastici. È lui che ha ispirato il nome dell’ampia tenuta toscana del Ciocco nel Comune di Barga con i Canti di Castelvecchio.
Un pizzico di storia (Casa Pascoli è ai piedi della tenuta), come quella della mtb in Italia celebrata dal secondo campionato mondiale della disciplina, e primo in Europa, disputato proprio al Ciocco nel 1991.
E la splendida location in provincia di Lucca scriverà nuovamente un momento importante per la mountain bike italiana, col primo Campionato Italiano di e-mtb, in una dieci giorni che vedrà sferragliare le ruote grasse in tante categorie. Tricolore giovanile il 12 e 13 settembre, e-mtb il 18, élite, under23 e junior il 19, master il 20 settembre.
Si gareggerà nell’ambito del Ciocco Bike Circle, un bike park che sta crescendo a vista d’occhio e che si fonde in un interessante connubio di sport e turismo, con la cucina garfagnina a svettare sulle proposte enogastronomiche.
Dunque un super Campionato Italiano di cross country destinato a lasciare il segno. Il commissario tecnico Mirko Celestino è stato chiaro, sarà un campionato ‘vecchio stampo’, nel senso che i tracciati proposti dallo staff del Ciocco Bike Circle e perfezionati dallo stesso Celestino sono quelli tipici dell’off road duro, forse meno “spettacolari” di quelli attuali, ma decisamente impegnativi e divertenti per chi ama guidare la mtb.
Ad illustrarli in poche parole è Diego Benassi, direttore tecnico del bike park, atleta prima di downhill e poi di enduro, soprattutto, dice lui, perché non gli piace la salita…
La distanza per gli assoluti XCO e per le e-mtb è di 4,2 Km a giro con un dislivello di 190 mt./giro. Partenza alla grande presso lo stadio del Ciocco su uno dei pochi tratti asfaltati utilizzati per la gara, ma solo per il “lancio”. Poi, poco sopra, dalla zona degli chalet si entra subito nel vivo con uno sterrato in salita e una sequenza di nuovi e conosciuti single track che portano alla prima area tecnica. Poi con un saliscendi nel bosco, sempre su tecnici single track, i bikers andranno ad affrontare una spettacolare discesa con ostacoli artificiali. Successivamente una serie di tratti tecnici in salita e discesa andrà ad anticipare la “salita a zeta” nel bosco, che porta al primo rock garden. Ancora un single track in salita (stretto e tecnico) che introduce ad un tratto di scalini nel bosco fino al secondo rock garden (artificiale). Da qui discese e salite in single track portano all’ultimo rock garden naturale. Dalla base di quest’ultimo si passa alla “salita del laghetto”, molto tecnica e utilizzata in occasione del Campionato del Mondo del 1991, poi giù a tutta lungo il frequentato “flow trail” che termina alla seconda area tecnica. Per concludere, un collegamento sterrato in zona “chalet” seguito da un single track riporta all’anello dello stadio.
Il tracciato del campionato giovanile ricalca parte di quello dedicato agli elite, il giro è più breve (ed in numero diverso per le varie categorie), 3,5 Km a giro con dislivello di 150 mt./giro tagliando in pratica il tratto più in quota.
Dal prossimo weekend il percorso sarà interamente utilizzabile, intanto il Ciocco Bike Circle ospita il raduno della nazionale femminile, con la campionessa italiana Martina Berta insieme a Julia Maria Graf, Giorgia Marchet, Francesca Saccu, Greta Seiwald, Giada Specia, Giorgia Stegagnolo, Marika Tovo, Alessia Verrando e alla rientrante Chiara Teocchi.
Per partecipanti e accompagnatori il contesto dei campionati di mtb sarà anche l’occasione per vivere gli ultimi weekend dell’estate outdoor. Il Ciocco offre tanti motivi di interesse, con proposte vantaggiose specifiche per l’ospitalità di Ciocco Chalets e Ciocco Hotels in formula B&B (Prenotazioni & Info: 0583 719401 – info@ciocco.it)
Gli ingredienti per due spettacolari, invitanti e sportivi weekend ci sono tutti.

Info: www.cioccobike.it

MARCIALONGA: L’AMORE PER LO SPORT VINCE SU TUTTO. SAN VALENTINO IN ARRIVO PER “CRAFT” E “COOP”

MARCIALONGA: L’AMORE PER LO SPORT VINCE SU TUTTO. SAN VALENTINO IN ARRIVO PER “CRAFT” E “COOP”

14.a Marcialonga Craft il 31 maggio, 18.a Marcialonga Coop il 6 settembre in Trentino
Quote agevolate convenienti per le due prove di ciclismo e corsa
Ingresso nel Superstar Club per chi ha partecipato alla ski-marathon e s’iscriverà a Craft e Coop

Il cuore di Marcialonga batte forte e ha deciso di celebrare San Valentino con proposte da non perdere riservate a tutti gli appassionati. Questa volta l’amore incondizionato sarà tutto per lo sport, con sconti dedicati in aggiunta alle già competitive quote di partecipazione di Marcialonga Craft del 31 maggio per gli innamorati delle due ruote, e per chi prenderà un “colpo di fulmine” per la podistica Marcialonga Coop del 6 settembre.
Dal 12 al 15 febbraio ci si potrà dunque iscrivere alle due prove alle cifre rispettivamente di 33 euro per la ciclistica e di 25 euro per la corsa in Fiemme e Fassa, il tutto inserendo al momento del pagamento il codice promozionale Marcialonga-Love. Che si tratti dei percorsi mediofondo o granfondo di Marcialonga Craft o dei 26 km da Moena a Cavalese di Marcialonga Coop, le due sfide ‘sorelle’ della mitica ski-marathon sono ora a portata di mano, basterà solamente far vedere “quanto si è innamorati”.
Il minimo comune denominatore degli eventi trentini sono le Dolomiti Patrimonio dell’Umanità UNESCO ed un’organizzazione impeccabile, che accompagna l’appassionato direttamente dalla ‘tastiera’ ai cancelli di partenza. E attenzione perché la… “Superstar” è dietro l’angolo, nuovo club dedicato a chi ha già gareggiato alla Marcialonga invernale e vorrà affrontare anche le restanti sfide del comitato trentino. Iscrivendosi alle due prove – con la novità introdotta da quest’anno che premia la combinata indipendentemente dalle distanze che si deciderà poi di affrontare – si potrà così entrare a far parte del club esclusivo, ottenendo il titolo di membro ufficiale e beneficiando di ulteriori vantaggi come avanzamenti in griglia, prevendite esclusive e diplomi personalizzati.

Info: www.marcialonga.it

STEFANO MICH 61.o ALLA MARCIALONGA! È IL PRIMO TRENTINO ARRIVATO, GIOIA TEAM FUTURA

STEFANO MICH 61.o ALLA MARCIALONGA! È IL PRIMO TRENTINO ARRIVATO, GIOIA TEAM FUTURA

47.a Marcialonga di Fiemme e Fassa ieri in Trentino
Dopo Stefano Mich bravi anche Mosconi, Giardina e Riccardo Mich
2o Sergej Spirin alla Marcialonga Light, sesta Marta Gentile
Il prossimo weekend Granfondo Dobbiaco-Cortina

La Marcialonga di Fiemme e Fassa, che domenica festeggiava la 47.a edizione, è ormai un evento di costume che raduna una miriade tra professionisti delle lunghe distanze Visma Ski Classics, campioni di Coppa del Mondo (Roethe e Cologna) ed ex fuoriclasse degli sci stretti che non si vogliono perdere la spettacolare ski-marathon trentina che passa dai paesini, uno su tutti Petter Northug (arrivato 99o).
Ma la Marcialonga è anche e soprattutto dei trentini, come Stefano Mich che ieri ha compiuto una vera e propria impresa, giungendo 61o dopo una strepitosa prestazione sui 70 km: “Sono molto soddisfatto della gara, è stata perfetta, meglio di così non poteva andare” – ha affermato sul traguardo l’atleta del Team Futura. Il tutto nonostante le difficoltà avute con la neve a causa delle temperature elevate: “Le condizioni della pista purtroppo non erano perfette ma questo lo sapevamo, ha fatto caldo, ha anche nevicato un po’ questa notte ed è stata una sorpresa, comunque noi l’abbiamo trovata ancora in condizioni abbastanza buone”. Avevi una strategia in mente o il tuo risultato è stato una sorpresa anche per te? “La strategia era partire bene ma non esagerare, trovare un bel gruppetto, vedere un po’ come stavo e fin dall’inizio mi sono sentito bene. Ho avuto la fortuna di partire in avanti e sono così riuscito a tenere sempre il gruppo, ho avuto molta energia fino alla fine”. I responsabili della squadra trentina sono orgogliosi: “Siamo felici di aver creduto in lui quest’anno”, mentre sono da segnalare anche il 112o posto di Marco Mosconi, il 117o di Jacopo Giardina e quello del fratello di Stefano, Riccardo Mich, giunto 136o: “Non è un granché il mio risultato, ma è sempre bello essere qui alla Marcialonga. Peccato per il troppo caldo, sono contento per il Team, gli ultimi appuntamenti sono andati bene e ora vedremo i prossimi”.
Applausi anche per Sergej Spirin, secondo alla Marcialonga Light di 45 km, nel Team Futura da cinque anni: “Sono molto contento dei miei sci, e devo dire che la neve fresca per me è stata una grossa sorpresa. Da Canazei alla linea di arrivo ho sciato da solo, e non sono riuscito a tenere traccia degli altri, non ho ben capito cosa stesse succedendo, ma poi sono arrivato qui. Il Team Futura mi è stato molto d’aiuto, con l’organizzazione, con l’iscrizione, con l’allenamento.. con tutto!”. Sesto posto invece per la ventenne Marta Gentile – prima Marcialonga per lei – astro nascente del Team Futura che si fa valere tra le donne. E il prossimo weekend arriva la Granfondo Dobbiaco–Cortina…

LE “VOLPI BIANCHE” DEL TEAM FUTURA. BINOMIO ITALIA-RUSSIA E GRANDE LAVORO SUI GIOVANI

LE “VOLPI BIANCHE” DEL TEAM FUTURA. BINOMIO ITALIA-RUSSIA E GRANDE LAVORO SUI GIOVANI


Chervotkin alla GF Val Casies

Buoni risultati per la squadra trentina nella prima parte di stagione

Un team fondato negli anni ’80 da un gruppo di amici e divenuto grande

Sfilata di campioni olimpici con i colori del Team Futura, ma under 30 in primo piano

Dementiev si prende la Moonlight Classic, ad Alexey Chervotkin la GF Val Casies

ASD White Fox – Team Futura, un nome una garanzia per lo sci di fondo italiano ed internazionale, con tanti nomi prestigiosi – anche stranieri – riuniti sotto l’egida della squadra trentina di sci di fondo, nato ad inizio anni ’80 dall’idea di un gruppo di amici di poter fondare una squadra che potesse giocarsela a viso aperto con chiunque. Le “Grafiche Futura” sono il main sponsor del team di Lavis, con le ultime annate vissute in prima linea tra atleti impegnati nelle competizioni e i membri del comitato nell’organizzazione della ‘Granfondo Millegrobbe’ di Lavarone e Luserna e della ‘3 Comuni Roll’ di skiroll sul Monte Bondone. Nel mezzo l’allestimento di una squadra che potesse competere ad alti livelli nel challenge Visma Ski Classics, costituito da prove d’élite come le leggendarie Marcialonga e Vasaloppet.

Un palmarès sontuoso quello del Team Futura, a vantare vittorie alla Marcialonga e alla Millegrobbe, senza dimenticare altre sfide prestigiose quali la Gran Fondo Val Casies e la Dobbiaco-Cortina, le svariate medaglie ai Mondiali master e i piazzamenti nel circuito Visma Ski Classics. Una stagione più che positiva per il Team Futura è anche quella corrente, con la vittoria del campione olimpico Evgenj Dementiev alla Moonlight Classic del mese scorso nella 30 km. In questo evento il Team vanta anche il primo piazzamento italiano grazie al quinto posto di Manuel Amhof, oltre al quindicesimo di Marco Crestani. Il fiemmese Riccardo Mich è giunto invece sesto nel tracciato di 15 km al chiar di luna. Un ottimo riscaldamento prima della Marcialonga di Fiemme e Fassa della medesima settimana, coronato dal 29° posto assoluto di Alexander Legkov.

Numerose ancora le sfide da affrontare per l’ASD White Fox – Team Futura, recentemente impegnato anche alla Gran Fondo Val Casies dove l’esperto Reinhard Kargruber si è esibito sul proprio terreno di caccia, giungendo 4° nel tracciato di 30 km in tecnica classica. 5° Riccardo Mich, reduce da un’altra buona prestazione. Superlativi nel 42 km in TC Manuel Amhof, a cui il podio è mancato per un soffio, e Stefano Mich, 6°. Nella giornata successiva in tecnica libera tripudio per Alexey Chervotkin, sfilato sul traguardo in prima posizione. “Buone nuove” per il Team Futura anche nel 30 km in tecnica libera, con Patrick Klettenhammer 4°, e a seguire i piazzamenti di Manuel Amhof – sempre positivo in questa stagione – e Julian Brunner, rispettivamente in 5.a e 6.a posizione. Importante il lavoro del Team Futura sui ragazzi under 30, aspettando il coronamento della stagione agonistica con la prova di casa per le ‘volpi bianche’, l’amata Millegrobbe 3.0 del 23 e 24 marzo sull’Alpe Cimbra.

Info: www.teamfutura.it