Tag: sci

MARCIALONGA AI… MARCIALONGHISTI DI FIEMME E FASSA.ISCRIZIONI APERTE DAL 2 MARZO PER I “BISONTI” AZZURRI

MARCIALONGA AI… MARCIALONGHISTI DI FIEMME E FASSA.ISCRIZIONI APERTE DAL 2 MARZO PER I “BISONTI” AZZURRI

48.a Marcialonga il 31 gennaio 2021
Apertura iscrizioni ai concorrenti italiani dal 2 al 31 marzo
I valligiani si possono già iscrivere recandosi all’Ufficio Marcialonga di Predazzo
Il cinquantennale si avvicina in Fiemme e Fassa…

La Marcialonga di Fiemme e Fassa si è conclusa da circa un mese, ma è già ora di pensare alla prossima edizione (31 gennaio 2021), i pettorali sono richiestissimi e sfruttare fin da subito l’opportunità offerta dal comitato trentino permetterà di godersi in assoluta tranquillità la marcia di avvicinamento e risparmiare sulle quote di gara. I primi a beneficiarne sono, come da tradizione, i valligiani di Fiemme e Fassa, che potranno far parte della prossima contesa alla tariffa agevolata di 75 euro. Dopo i ‘locals’, porte aperte anche a tutti i fondisti italiani che – alla medesima tariffa e prima dell’invasione scandinava che porterà 36 nazioni da 5 continenti – potranno assicurarsi un pettorale, online dal 2 al 31 marzo o recandosi anch’essi “a casa” di Marcialonga. Come? Basterà iscriversi entro il 31 marzo saldando la quota in contanti direttamente all’ufficio Marcialonga a Predazzo o, in alternativa, online sempre fino al 31 marzo, tramite bonifico o carta di credito: “Ti aspettiamo per celebrare insieme questi 50 anni di sport ed emozioni!”, dice il comitato Marcialonga, che pensa già ad allestire il proprio storico appuntamento con il cinquantennale della leggendaria ski-marathon. Breve aggiornamento anche per quanto riguarda le ultime sciate sulla pista Marcialonga: rimangono attualmente percorribili i tratti Canazei – Pozza di Fassa (Centro Fondo Alta Val di Fassa) e Centro del Fondo di Lago di Tesero, dove sarà possibile sciare sino al termine della stagione.
L’appuntamento con la 48.a edizione della Marcialonga di Fiemme e Fassa è fissato tra 338 giorni, sfilando ancora una volta sui mitici 70 km – partendo da Moena ed arrivando a Cavalese – che lo scorso anno incoronarono campioni i norvegesi di Visma Ski Classics Berdal e Gjeitnes, oltre ad una miriade di concorrenti tra “bisonti”, valligiani e appassionati di sci di fondo e della cultura di questi splendidi territori.

Info: www.marcialonga.it

EPIC SKI TOUR CHIAMA I “4ALL” A RACCOLTA. DOPO ANTONIOLI ANCHE COMPAGNONI ACCETTA LA SFIDA

EPIC SKI TOUR CHIAMA I “4ALL” A RACCOLTA. DOPO ANTONIOLI ANCHE COMPAGNONI ACCETTA LA SFIDA

EPIC Ski Tour Trofeo Fiou: lo skialp che piace in Valle d’Aosta
Dal 14 al 16 febbraio sfide per tutti i gusti tra campioni ed amatori
Iscritti il campionissimo Robert Antonioli e la vincitrice di Davos Giulia Compagnoni
Attesi numerosi altri atleti ma le iscrizioni chiudono giovedì!

Giulia Compagnoni, dopo la doppietta svizzera all’EPIC Ski Tour di Davos, torna in prima linea per tentare di portarsi a casa anche la seconda tappa dell’evento dedicato allo scialpinismo per tutti tra campionissimi, amatori e semplici appassionati delle cime montane, ipotecando il titolo 2019/2020.
Dal 14 al 16 febbraio in Valle d’Aosta ci sarà infatti EPIC Ski Tour Trofeo Fiou, con le iscrizioni in impennata in questi ultimi giorni, dopo il “segnale” dato dall’adesione del campionissimo Robert Antonioli, azzurro reduce dalle fatiche di Coppa del Mondo. Hanno accettato la sfida alla seconda tappa del challenge anche i vari Negroni, Aymonod, Danieli, Lenzi, Trento e Maguet, terzo nella Coppa del Mondo di Berchtesgaden, ma anche i “4All”, i concorrenti alle prime armi, sono chiamati a raccolta, ricordando la dead-line delle iscrizioni online prevista per la giornata di giovedì, sempre alla competitiva tariffa di 30 euro. Venerdì o sabato sarà eventualmente possibile registrarsi in loco, ma solo se ci saranno pettorali disponibili; sarà bene dunque non rischiare di rimanere a bocca asciutta. Dicevamo delle molteplici adesioni degli ultimi giorni, d’altronde il Trofeo Fiou è stato in queste zone una vera e propria ricorrenza per tutti, in primis per commemorare i due fratelli Fiou, giovani alpinisti tragicamente scomparsi, e per ammirare gli scenari montani valdostani che non hanno bisogno di presentazioni. I comuni della Valle del San Bernardo sono tuttavia perlopiù sconosciuti a chi non è della zona, e schierarsi al via di EPIC Ski Tour Trofeo Fiou concederà anche questa opportunità, rilassandosi poi nella natura dopo aver faticato con sci e pelli. Ecco dunque un programma allettante, che prevede per la giornata di sabato 15 febbraio a Saint Rhèmy en Bosses (Foyer de Fond a Flassin) il ritiro pacco gara dalle ore 7 alle ore 8.30, briefing precedente lo start di EPIC Ski Tour Trofeo Fiou che avverrà alle ore 9, godendosi successivamente in assoluta tranquillità l’area expo e ‘testival’, il pasta party, le premiazioni, gli highlights del giorno e l’EPIC talk, dando appuntamento ai concorrenti “4All” nella giornata successiva. Questi ultimi infatti, sempre a Saint Rhèmy en Bosses (Foyer de Fond a Flassin), domenica potranno muovere i primi passi suddivisi nelle categorie stabilite Rookie (alle prime armi), Beginner (media esperienza) e Advanced (esperti che desiderano affinare la propria tecnica ed ascoltare i consigli delle guide). Per partecipare al tour con guida alpina sono necessari strumenti quali pala, arva, sonda, ed è obbligatorio indossare un caschetto omologato. Chi ne è sprovvisto può acquistare l’“ufficiale” di EPIC Ski Tour al sito web della manifestazione oppure all’area expo in occasione dell’evento.

Info sul sito: www.epicskitour.com

GRANFONDO DOBBIACO-CORTINA AL VIA. I CAMPIONI DEL DOUBLE POLING SUI BINARI DEL TRENINO

GRANFONDO DOBBIACO-CORTINA AL VIA. I CAMPIONI DEL DOUBLE POLING SUI BINARI DEL TRENINO

43.a Granfondo Dobbiaco-Cortina l’1 e il 2 febbraio
42 km in tecnica classica sabato, 32 km in tecnica libera domenica
In lizza per il titolo i vari Gjerdalen, Berdal, Eliassen, Norgren, Slind, Korsgren, Gjeitnes
Tord Asle Gjerdalen iscritto sia in classico che in skating ‘Challengers’

Una delle ‘storiche’ dello sci di fondo in Italia sta per partire. La Granfondo Dobbiaco-Cortina del weekend è appuntamento sentitissimo da tutti gli appassionati di sci di fondo, una gara che segue le meravigliose Dolomiti passando dalla Nordic Arena di Dobbiaco, uno stadio tra i più moderni al mondo per la disciplina, seguendo quella che fu la Ferrovia delle Dolomiti, costeggiando il Lago di Dobbiaco e regalandosi la straordinaria Vista Tre Cime, raggiungendo il punto più elevato del tracciato ai 1534 metri di Passo Cimabanche. Dopodiché s’inizierà a vedere il manto olimpico di Cortina, completando un itinerario di gara che trasuda storia e bellezza. I 42 km in classico di sabato 1° febbraio partiranno dall’aeroporto militare alle ore 8.30 con le élite donne, mentre gli uomini Visma Ski Classics e tutti gli altri concorrenti scatteranno alle ore 9.10 (partenza posticipata di 10 minuti), per arrivare a Cortina d’Ampezzo. A partire dal tardo pomeriggio (ore 17.30) e fino alle ore 23 ci sarà invece l’Edelweiss party al Grand Hotel di Dobbiaco con free drink e buffet per tutti i concorrenti. Domenica 2 febbraio si ripartirà con i 32 km in skating, sempre dall’aeroporto militare di Dobbiaco (ore 9.30), proseguendo in direzione Cortina, novità della 43.a edizione. Il vincitore della recente Marcialonga, Tore Bjoerseth Berdal, si taglia fuori dalla contesa ma nessuno gli crede, vista la predisposizione del norvegese per le grandi classiche: “Io sono un tipo da salita, non credo sia una gara fatta per me”. Tord Asle Gjerdalen, tre volte vincitore della Granfondo Dobbiaco-Cortina, conta invece sul fattore imprevedibilità: “La Dobbiaco-Cortina sarà come sempre imprevedibile: può succedere di tutto”. Anche il suo compagno del Team Ragde Eiendom, Petter Eliassen, è un “tipo da salita”, e non è ottimista sul risultato finale: “Sarà certamente difficile per me finire a podio”. Per quanto riguarda le donne, invece, se da un lato ci si aspetta la ‘rinascita’ della svedese Britta Johansson Norgren, dall’altro la battaglia per il titolo sarà più che mai aperta. Astrid Oeyre Slind è pronta a sfidare la concorrenza: “Pare che alla Dobbiaco-Cortina ci saranno davvero tante donne forti, il percorso là è anche più adatto a me: sarà una dura lotta. Penso che la Norgren sia un po’ stanca”. Dopo tanti ‘scalatori’, una che dà il proprio meglio nei percorsi lineari, la svedese Lina Korsgren: “Penso sia una gara adatta a me”, mentre la sempre schiva Gjeitnes non si espone, ma siamo certi sarà anch’ella nel lotto delle papabili vincitrici, soprattutto una volta superato il Passo di Cimabanche. E chissà se chi lotterà per le prime posizioni non sarà ulteriormente motivato dall’inusuale premio in palio, con un toro assegnato al vincitore maschile e uno alla vincitrice femminile. Non solo professionisti delle lunghe distanze, i concorrenti che si divertiranno da Dobbiaco a Cortina sono attualmente circa 2200, con Tord Asle Gjerdalen presente anche alla gara in tecnica libera alla ricerca di preziosi punti ‘challengers’. Al via anche l’ex pilota di Formula 1 Christian Danner, e l’ex difensore del Bayern Patrik Andersson.
Info: www.dobbiacocortina.org

SKIRI E MARCIALONGA: COMBINATA “PER GENERAZIONI”. SKIRILONGA “AI MAESTRI”, APPLAUSI PER FERRARI E SEGALA

SKIRI E MARCIALONGA: COMBINATA “PER GENERAZIONI”. SKIRILONGA “AI MAESTRI”, APPLAUSI PER FERRARI E SEGALA

47.a Marcialonga di Fiemme e Fassa
Successo per la combinata Skirilonga
Entusiasmo familiare alle stelle grazie ai comitati trentini

Il presidente di Marcialonga ringrazia una ad una le proprie collaboratrici sotto il cielo stellato di Fiemme e Fassa, dopo l’arrivo dell’ultimo concorrente. Ma ad abbracciarsi nella giornata della 47.a Marcialonga sono state anche le famiglie che hanno raccolto la sfida dei comitati Skiri Trophy e Marcialonga. Un progetto che intende unire più generazioni di fondisti in una contesa unica, sancendo la cooperazione tra i due storici comitati organizzatori e facendo divertire i piccoli all’evento giovanile e i grandi alla ski-marathon, prima di ‘unirli’ in una sola classifica, la Skirilonga. Quali gli intenti? Molteplici, innanzitutto far conoscere Marcialonga ai fondisti in erba che fra qualche anno potranno diventarne concorrenti, promuovendo questa disciplina educativa ed allenante anche alle generazioni che in futuro ne saranno la spina dorsale. Le classifiche della combinata sono state calcolate sommando i tempi dei concorrenti delle due gare (genitore-figlio/a) con un algoritmo equalizzatore, capace di dare la medesima importanza alle due prestazioni. Citando dunque in ordine i primi classificati, Thomas Maestri, classe 2008, si era ben distinto allo Skiri Trophy e il padre Jgor ha completato l’opera con il pettorale numero 324 alla Marcialonga. Luca Ferrari è invece un classe 2006 ed ha ben figurato assieme al padre Giuliano (pettorale 539). Filippo e Gianni Segala sono la coppia figlio-padre che ha concluso la combinata Skirilonga in terza posizione. Da sottolineare anche le buone prove di Giacomo e Stefano Ferrari, quarti, con un cognome ‘celebre’ per Val di Fiemme e Val di Fassa, gli Zorzi, in quinta posizione con Francesco e Mauro. In sesta la prima donna, Giulia Ticozzi, assieme al padre Alfredo, così come Elena Paoli in compagnia di Marco Paoli. Tommaso e Markus Daprà si sono piazzati in ottava posizione, mentre in nona un’accoppiata interamente femminile, con Anastasia Morandini figlia di Annamaria Piazzi. Mattia e Massimiliano Gualtieri hanno chiuso decimi, Lorenzo ed Enzo Doliana undicesimi, Gemma e Morgan Costa dodicesimi, Emma e Francesco Ticozzelli tredicesimi, Giorgia e Massimo Piazzi quattordicesimi, Manuel e Daniele Cavada quindicesimi, Ilary Terzer e Daniela Vaia al sedicesimo posto, solo per citarne alcuni. Lo sci di fondo ha bisogno di nuova linfa, e queste iniziative sono il primo passo…

Info: www.marcialonga.it e www.skiritrophy.com

GF DOBBIACO-CORTINA: LA VITTORIA SI GIOCA SUL FILO. LO SCI DI FONDO PIACE ANCHE AD EX PILOTI E CALCIATORI

GF DOBBIACO-CORTINA: LA VITTORIA SI GIOCA SUL FILO. LO SCI DI FONDO PIACE ANCHE AD EX PILOTI E CALCIATORI

43.a Granfondo Dobbiaco-Cortina l’1 e il 2 febbraio
Serata di sabato al Grand Hotel di Dobbiaco con drink omaggio
Oggi scadenza delle iscrizioni: 100 euro (42 km) e 75 euro (32 km)
Berdal e Gjeitnes vincitori dell’ultima tappa Visma – al via Christian Danner e Patrik Andersson

La 43.a edizione della Granfondo Dobbiaco-Cortina sta per presentarsi al mondo e andrà in scena sabato 1 febbraio con l’evento “Ski Classics” – che recentemente alla Marcialonga ha visto primeggiare Berdal e Gjeitnes – e domenica 2 febbraio con la gara amatoriale “Challengers” in tecnica libera.
Dall’aeroporto militare di Dobbiaco la gara scatterà seguendo il tracciato della vecchia ferrovia delle Dolomiti, attraversando due gallerie e completando 42 km in tecnica classica prima di arrivare nel cuore di Cortina d’Ampezzo. Medesima sorte – e questa è la novità assoluta – per il percorso domenicale, non prima di essersi rifocillati al Grand Hotel di Dobbiaco sabato in serata, in occasione dell’Edelweiss Party dalle ore 17.30 alle ore 23, che premierà tutti i concorrenti con un drink omaggio ed un lauto buffet al termine della contesa in tecnica classica.
La gara dei professionisti delle lunghe distanze dopo la partenza dalla piana di Dobbiaco sale per un breve tratto verso San Candido, per rientrare a Dobbiaco ed attraversare la Nordic Arena, lambisce poi il Lago di Dobbiaco, il Cimitero di Guerra, regala successivamente la Vista Tre Cime e “saluta” il Lago di Landro. Dopo la salita fino a Passo Cimabanche, il punto più alto della gara a 1.529 metri, la granfondo concede agli atleti un attimo di respiro scendendo fino ad Ospitale e Fiames, per arrivare in zona autostazione nel centro di Cortina. La competizione della domenica, in tecnica libera, dal via entra nella Nordic Arena e “copia” il tracciato dei pro, accorciando a 32 km il totale della distanza.
Soddisfazione tra gli albergatori per l’indotto che si prospetta con il “boom” di prenotazioni anche per un’intera settimana, godendosi poi la diretta della manifestazione sui canali di Sky Sport, con i due vincitori a ricevere in premio un toro ciascuno: “Giovanni” e “Ferdinando” i nomi dei bovini, impressi sull’assegno di gara.
Tord Asle Gjerdalen e Astrid Øyre Slind avranno il dente avvelenato e saranno loro stessi a volersi rimettere in gioco, dopo qualche vittoria sfuggita di un soffio. Il Team Ragde Eiendom e il Team Koteng se le daranno così di ‘santa ragione’, con la svedese Britta Johansson Norgren altra atleta in cerca di riscatto. I nomi sul tracciato che sfila da Dobbiaco a Cortina si sprecano e sabato al via ci saranno anche Christian Danner, ex pilota di Formula1 che prese parte ad una cinquantina di gran premi, e l’ex calciatore Patrik Andersson, difensore svedese che ha indossato tra le altre anche le maglie di Bayern Monaco e Barcellona, mentre nella gara skating di domenica spicca il nome di Antonella Confortola.
Il comitato ringrazia infine per l’importante contribuito il 6° Reggimento Alpini, con un bel gruppo di uomini ad aiutare ad allestire il traguardo (e non solo), i volontari, i dipendenti del comune e della partecipata comunale. Le iscrizioni sono in scadenza in data odierna, a 100 euro per i 42 km e 75 euro per i 32 km.

Info: www.dobbiacocortina.org

A LA THUILE IL CAPODANNO SI FESTEGGIA DUE GIORNI!

A LA THUILE IL CAPODANNO SI FESTEGGIA DUE GIORNI!

La Thuile è lieta di brindare al 2014 con una lunga festa di musica, spettacolo ed intrattenimento. La Fiaccolata dei Maestri di Sci ed il concerto della Shary Band di lunedì 30 dicembre daranno inizio alla “due giorni” di eventi. A partire dalle ore 21.00 dal palco centrale in Capoluogo il pubblico assisterà alla esibizione dei Maestri di Sci nella tradizionale fiaccolata lungo la pista n°2 che, colorando i boschi di Les Suches con la luce delle torce, disegneranno sulle piste suggestivi serpentoni che si allungheranno fino a raggiungere il centro del paese. La serata proseguirà con un nuovo travolgente show della Shary Band, tributo ufficiale italiano alla Disco Dance.

Martedì 31 dicembre ore 17.30 toccherà invece alla Fiaccolata dei bambini che, accompagnati dai maestri di sci di La Thuile, si esibiranno nella discesa con luminose collanine al collo, fino a raggiungere l’arrivo davanti alla scuola di sci. Per la notte del Gran Veglione di Capodanno il programma è denso di sorprese. Dalle ore 22.00 sempre al palco centrale in Capoluogo, la musica dal vivo della party-band SuXba riscalderà gli animi per arrivare al count-down con la giusta grinta. Durante la serata verranno distribuite centinaia di lanterne volanti (rigorosamente biodegradabili!) che allo scoccare della mezzanotte saranno lanciate in cielo, creando uno suggestivo gioco di luci ed ombre riflesse sui pendii innevati. Dopo il brindisi, la serata proseguirà a ritmo delle migliori Hits del momento con il Dj Alex Metticelli della Discoteca Mobile Midnight Express che farà scatenare il pubblico fino a notte inoltrata.

Per l’evento, ulteriori informazioni sulla pagina Facebook di EventiPMPROMOTION Calendario e brochure scaricabili sono disponibili su www.lathuileventi.it

PARTE IL COUNTDOWN PER IL SECONDO GOURMET SKISAFARI

PARTE IL COUNTDOWN PER IL SECONDO GOURMET SKISAFARI

Gourmet Skisafari_by Freddy Planinschek

…PER UNA PRIMA SCIATA ALL’INSEGNA DEL GUSTO E DEI VINI DELL’ALTO ADIGE IN COLLABORAZIONE CON IL

CONSORZIO VINI ALTO ADIGE

 

L’evento di presentazione dello SLOPE FOOD, l’aperitivo in pista, ha luogo domenica 15 dicembre 2013 sulle piste dell’Alta Badia. I rifugi Bioch, I Tablá e Piz Arlara donano in beneficenza all’associazione “L’Alto Adige aiuta” parte del ricavato del Gourmet Skisafari. 

 

Alta Badia (Bolzano) – In Alta Badia, nel cuore delle Dolomiti altoatesine, Patrimonio Naturale dell’Umanità Unesco, gli impianti di risalita aprono i battenti sabato 30 novembre 2013.

La vacanza invernale in Alta Badia è però più di una semplice discesa sugli sci. “Sciare con gusto”, all’insegna dei prodotti tipici e dei migliori vini dell’Alto Adige, valorizza il connubio vincente tra lo sport sulla neve e la gastronomia, i punti forti della località. Dopo il successo della scorsa edizione, viene riproposto lo SLOPE FOOD, l’aperitivo in pista. Lo Slope Food è, appunto, la versione “in pista” del famoso “finger food” o “street food”. Nasce da questo concetto il termine Slope Food, che significa, infatti, “stuzzichini in pista”. Durante tutta la stagione invernale, si potranno degustare in quattordici rifugi sulle piste dell’Alta Badia, le leccornie e gli stuzzichini ideati con originalità da uno chef stellato italiano o internazionale. La novità di quest’anno sta proprio nella scelta degli chef. Per dare maggiore importanza alla cucina stellata femminile rispetto alle precedenti edizioni, gli chef che parteciperanno saranno metà uomini e metà donne, per una sorta di sfida culinaria. Ogni chef è abbinato ad una baita, per la quale crea il proprio Slope Food, abbinato ad un buon bicchiere di vino altoatesino.

 

IL GOURMET SKISAFARI, L’EVENTO CULINARIO IN PISTA DEL 15 DICEMBRE

La stagione culinaria sulle piste dell’Alta Badia ha inizio quest’anno con il GOURMET SKISAFARI, aperto a tutti e creato appositamente per gli appassionati dello sci e della buona cucina, in programma per domenica 15 dicembre 2013, dalle ore 10.30 alle ore 15.30. Sei sono gli chef gourmet partecipanti, che delizieranno di persona, con il proprio Slope Food, gli sciatori, presso le altrettante baite a loro assegnate. Non possono di certo mancare gli chef per eccellenza dell’Alta Badia, meglio conosciuti come i Dolomitici. Questa è la lista completa degli chef e delle loro creazioni:

 

–       Norbert Niederkofler (ristorante St.Hubertus, 2 stelle Michelin), abbinato al rifugio Bioch, per il quale ha creato “cornetti ripieni con: schiuma di Speck Alto Adige IGP con puccia croccante / spuma di trota affumicata, Mela Alto Adige IGP e rafano / formaggio grigio Graukäse, erba cipollina e cipolla rossa in agro dolce”. L’aperitivo può essere accompagnato da un Müller Thurgau della Valle Isarco.

–       Arturo Spicocchi (ristorante La Stüa de Michil, 1 stella Michelin), ospite presso il rifugio I Tablá, per il quale ha creato una “zuppa di fagioli, crauti acidi e canederlo di puccia (pane di segale croccante) e formaggio Stelvio D.O.P.”, abbinata ad un Pinot Grigio della Valle Isarco, un bianco dal gusto pieno, ricco di estratti, dal profumo floreale e caldo.

–       Matteo Metullio (ristorante La Siriola, 1 stella Michelin), abbinato al rifugio Col Alto, realizza una “crema di patate della Val Pusteria affumicate, con salmerino marinato al pino mugo, uova di trota e chips di pane di segale croccante”, accompagnata da un Pinot Bianco dell’Alto Adige.

–       Al Club Moritzino, gli sciatori saranno viziati da Nino Di Costanzo, chef del ristorante ischitano Il Mosaico (2 stelle Michelin) c/o Relais & Chateaux Hotel Terme Manzi, che presenterà lo Slope Food chiamato “puccia (pane di segale croccante), burro dell’Alto Adige e alici di cetara”. I sommelier dell’Alto Adige consigliano di abbinare questo stuzzichino ad un Terlaner dell’Alto Adige.

–       Il rifugio Ciampai è abbinato alla chef del ristorante romano Hostaria Glass, Cristina Bowerman, che delizierà gli ospiti con lo Slope Food “puccia (pane di segale croccante), guancia di maiale, crauti dell’Alto Adige, Mela Alto Adige IGP e pinoli”, abbinato ad un bicchiere di Alto Adige Schiava.

–       Per dare all’intera iniziativa il dovuto spirito internazionale, si è voluto invitare la chef slovena Ana Roš del ristorante Hiša Franko, che vizierà gli sciatori presso il rifugio Piz Arlara con la sua “crema bruciata di capriolo, fonduta di Mela Alto Adige IGP, cavolo rosso al miele di rododendro e croccante al pino mugo”. Allo stuzzichino si abbina un Gewürztraminer, considerato il vino aromatico per eccellenza dell’Alto Adige.

Gli sciatori avranno dunque la possibilità di spostarsi sugli sci da una baita all’altra, dove si fermeranno per degustare gli stuzzichini serviti dagli chef. Verranno presentate vere e proprie opere d’arte, non solo per il palato, ma anche per la vista. Ci sarà dunque anche la possibilità di conoscere personalmente gli chef, di scambiare quattro chiacchiere con loro e chissà, magari anche di farsi svelare qualche segreto del mestiere.Lo Slope Food può essere degustato in occasione del GOURMET SKISAFARI presso tutte le sei baite partecipanti, con un unico ticket, acquistabile direttamente presso i rifugi al prezzo di 50,00€.

BENEFICENZA PER L’ASSOCIAZIONE L’ALTO ADIGE AIUTA

Dato che l’evento si svolge a ridosso di Natale, quest’anno i rifugi Bioch, I Tablá e Piz Arlara hanno deciso di donare in beneficenza parte del ricavato del Gourmet Skisafari all’associazione “L’Alto Adige aiuta”, in sostegno di persone altoatesine in difficoltà.

 KSENIJA MAHORČIČ AL RIFUGIO LÉE

Lunedì 16 dicembre 2013, l’Alta Badia ospiterá un’altra grande chef proveniente dalla Slovenia. Si tratta di Ksenija Mahorčič, del ristorante Gostilna Mahorčič. Presso il rifugio Lée sarà possibile degustare il suo Slope Food (Patè di pollo, accompagnato da cipolla rossa caramellata con miele millefiori dell’Alto Adige e sedano rapa croccante), accompagnato da un bicchiere di Veltliner della Valle Isarco, un vino fruttato e speziato, con delicati aromi di fiori ed erbe.

I VINI DELL’ALTO ADIGE, UN CONNUBIO DI PAESAGGIO E PASSIONE

I vini dell’Alto Adige si distinguono per la loro eccellente qualità, grazie ad un clima favorevole, un terreno fertile e all’amore dei viticoltori e svolgono un ruolo chiave nelle iniziative legate alla gastronomia in Alta Badia. L’Alto Adige offre vini coltivati e maturati secondo i principi del terroir, e vinificati in cantine medie o piccole, dove l’abilità artigianale si fonde con le tecnologie più innovative. Inoltre, i vini altoatesini, non sono frutto di mode passeggere, ma amati per la loro autenticità e per quel gusto che porta scolpito il loro carattere e la firma di chi li ha prodotti. I vini bianchi altoatesini, freschi e minerali al palato, strutturati nel gusto, spiccano fra i migliori del panorama vinicolo italiano.

VINI DELL’ALTO ADIGE – SCOPRI E VINCI

Goditi un bicchiere di vino altoatesino e vinci una collezione di 100 bottiglie dei migliori vini dell’Alto Adige per la tua cantina. Dal 15 dicembre 2013 al 6 aprile 2014 partecipa al concorso in tutte le 13 baite che aderiscono all’iniziativa e potrai essere Tu il vincitore. Iniziativa riservata ai soli maggiorenni.

ALTA BADIA COOK & SHARE: I SAPORI DELL’ALTA BADIA DA CONDIVIDERE…SU FACEBOOK E IN TAVOLA – PREMIAZIONE IN OCCASIONE DEL GOURMET SKISAFARI

La gastronomia di alto livello gioca un ruolo sempre più importante in Alta Badia. Quest’anno nasce il primo concorso “Alta Badia Cook & Share”, al quale partecipano i ristoratori dell’Alta Badia, presentando la ricetta che più rappresenta lo spirito del proprio ristorante. Le ricette verranno pubblicate ogni due giorni, dal 16 settembre al 2 dicembre, sulla pagina facebook dell’Alta Badia. Gli utenti, “amici” della pagina, possono scegliere il vincitore e la sua ricetta, cliccando “mi piace” che vale un punto, condividendola (3 punti), oppure lasciando un commento (2 punti). La votazione sulla pagina facebook riguardo al primo concorso “Alta Badia Cook & Share” potrà essere effettuata fino a domenica 8 dicembre 2013. La ricetta più gradita e quindi la vincitrice del concorso “Alta Badia Cook & Share” sarà poi  presentata in occasione della serata che anticiperà il Gourmet Skisafari in programma il 15 dicembre 2013.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di invogliare l’ospite a condividere i sapori dell’Alta Badia non solo sul web, ma anche a tavola!

OFFERTA PROMOZIONALE “LA PRIMA NEVE”

4 pernottamenti al prezzo di 3!

L’offerta, valida dal 30 novembre al 24 dicembre 2013, prevede un soggiorno di 4 pernottamenti al prezzo di 3, 8 al prezzo di 6. Inoltre include lo skipass per 4 giorni al prezzo di 3, il noleggio di sci e snowboard per 4 giorni al prezzo di 3 e un pacchetto di 4 lezioni private presso le scuole di sci dell’Alta Badia al prezzo di 3. È possibile usufruire di tali agevolazioni, alloggiando presso gli esercizi ricettivi che partecipano all’iniziativa.

A Livigno in pista con lo skipass… free

A Livigno in pista con lo skipass… free

Scatta il primo dicembre, in occasione della prima neve, la promozione che regala lo skipass per chi soggiorna per un minimo di 4 notti in hotel e 7 in appartamento.
E sempre in tema di offerte, a gennaio e a marzo ci sono le settimane “Family Week – Kids Go Free” con offerte per i ragazzi under 12. Impianti aperti dal 30 novembre. 

Con l’inizio dell’inverno a LIVIGNO parte la promozione Skipass Freevalida dall’1 al 20 dicembre 2013, che si ripeterà dal 5 aprile all’1 maggio 2014. Si tratta di una vantaggiosa proposta in grado di soddisfare le esigenze di chi non vuole perdersi la possibilità di sciare e fare una vacanza invernale a piccoli prezzi.

In questi periodi, infatti, lo skipass non si paga se si alloggia in hotel per un minimo di 4 notti o in appartamento per un minimo di 7 notti nelle strutture convenzionati con l’iniziativa. Per i dettagli e le info sulle prenotazioni e i programmi vai a questi link: www.livigno.eu/landing/offerta-hotel-alberghi-skipassfree.html  www.livigno.eu/landing/offerta-appartamenti-skipassfree-video.html

E sempre in tema di promozioni, per la prossima stagione invernale LIVIGNO sarà dalla parte delle famiglie in un’ottica di servizi dedicati e di proposte che permettono di avere dei vantaggi economici concreti. Nasce da questi presupposti un’iniziativa cucita su misura per le famiglie con bambini di età inferiore ai 12 anni: “Family Week – Kids Go Free” le settimane studiate da Apt Livigno in collaborazione con l’Associazione Skipass, le scuole di sci, i noleggi nei periodi dal 18 al 25 gennaio 2014dal 22 al 29 marzo e dal 29 marzo al 5 aprile 2014.

“Family Week – Kids Go Free” prevede la gratuità completa per i bambini fino a 12 anni di età accompagnati da due adulti paganti e lo sconto del 50% per ogni altro bambino sotto ai 12 anni di età in hotel e del 15% negli appartamenti che aderiscono all’iniziativa, il noleggio dell’attrezzatura, lo skipass e la scuola di sci.

Facciamo un esempio pratico: in una famiglia composta da due adulti e da due bambini di età inferiore ai 12 anni, il soggiorno, lo skipass, la scuola di sci e il noleggio saranno gratuiti per il figlio minore, scontati del 50% per il secondo figlio e a prezzo pieno per i due adulti.

Per i dettagli dell’offerta e le prenotazioni vai a questo link:
http://www.livigno.eu/it/inverno/family-week-kids-go-free

Si tratta di una promozione rivolta agli Under 12, ma soprattutto alle famiglie che aLIVIGNO possono contare su 2 kindergarten2 snowpark6 scuole di sci alpino,1 scuola dedicata solo allo snowboard e 1 solo allo sci di fondo per un totale di oltre 150 maestri.

Per il pacchetto Family è attivo anche il servizio di trasporto da e per gli aeroporti di Linate, Malpensa e Orio al Serio, vai a questo link per tutte le info:
http://www.livignoexpress.com/promozioni/dettaglio.cfm?Promo=103

Le piste di LIVIGNO, che apriranno ufficialmente il 30 novembre, o forse prima in base alle condizioni della neve, si sviluppano per 115 km da 1800 a 2900 metri di quota e comprendono 12 nere (tra cui la pista Giorgio Rocca)37 rosse e 29 bluservite da 6 telecabine13 seggiovie e 11 skilift. L’80% del comprensorio sciistico è coperto da innevamento programmato, garantito da 110 cannoni, e sono 40 i gatti delle nevi che ogni notte lavorano per preparare al meglio tutti i tracciati.

E per lo sci di fondo si sta lavorando in questi giorni all’ultimazione dell’impianto per l’innevamento programmato sulla pista “Marianna Longa”, che garantisce neve sempre perfetta su 5 dei 30 km totali dei percorsi.

Per il video di LIVIGNO in inverno clicca qui:

www.livigno.eu/landing/offerta-hotel-alberghi-skipassfree-video.html

 

skipass free livigno
Copy RobyTrabucchi

 

LIVIGNO: UN FINALE DI STAGIONE DA COPPA DEL MONDO

LIVIGNO: UN FINALE DI STAGIONE DA COPPA DEL MONDO

Coda stagionale di grande prestigio per la ski-area Carosello 3000 che, dopo aver ospitato i corsi degli istruttori nazionali di sci alpino, vede la presenza sulle piste della campionessa svizzera Lara Gut. Intanto nella parte alta del comprensorio si continua a sciare fino al 15 maggio.

 

Photo By Corrado Bormolini
Photo By Corrado Bormolini

Un colpo d’occhio davvero d’impatto quello fornito dai 182 istruttori Fisi che la scorsa settimana hanno tenuto a Livigno il loro corso d’aggiornamento annuale. Quattro giorni sulle nevi primaverili del Carosello 3000 dedicati ad aggiornamenti tecnici e didattici, ma anche un’occasione di confronto sulle tematiche dell’insegnamento degli sport invernali.

A far gli onori di casa Luca Moretti, ex atleta nazionale e oggi presidente di APT Livigno.  “Livigno rappresenta un’ottima soluzione per i tecnici dello sci. Lo conferma la scelta della FISI di svolgere qui l’aggiornamento annuale degli istruttori nazionali di sci alpino, un’importante meeting pratico e un momento di condivisione di programmi. Senza dubbio il fatto di garantire un buon innevamento anche in primavera inoltrata e di avere gli impianti aperti fino al 15 maggio, ci dà un certo valore aggiunto, apprezzato soprattutto dagli atleti in fase di test materiali e dai professionisti del settore neve, che dedicano questo periodo alla formazione. Inoltre, Livigno è amata per quello che offre dopo lo sci, valorizzando anche i momenti conviviali e di condivisione pomeridiani e serali. Anche per questo motivo, gli istruttori nazionali si trovano molto bene qui da noi è hanno già confermato l’aggiornamento 2014 sulle nostre nevi”.

Tra i presenti moltissimi atleti che hanno tenuta alta la bandiera azzurra in diverse edizioni della Coppa del Mondo FIS:  Bormolini Iwan, Bulanti Michele, Castellano Christian, Ceccarelli Daniela, Cigolla Anastasia, Coppola Manuel, De Crignis Fabio, Fattori Alessandro, Feller Maurizio, Giradi Walter, Grigoletto Gianluca, Milani Barbara, Nana Matteo, Perathoner Alan, Perathoner Lukas, Roberto Alessandro, Rocca Giorgio, Schieppati Alberto, Tagliabue Elena, Vicquery Simone, Zardini Edoardo, Zucchelli Massimo.

Lara Gut
Lara Gut

Ma non è tutto, perché grazie alle ancora ottimali condizioni d’innevamento, Livigno in questi giorni è stata scelta come meta d’allenamento da Lara Gut, astro nascente dello sci helvetico già vincitrice in Coppa del Mondo di diverse gare tra Super-G e discesa libera. Per lei prove di impostazione e test dei nuovi materiali Rossignol su una pista dedicata nell’area di Federia.

Quindi un vero e proprio universo stellato completato anche dalla presenza sulle piste di Roberto Nani, giovane promessa locale che si è guadagnato a suon di ottimi piazzamenti la promozione nella squadra A di sci alpino.

Intanto la parte alta della ski-area Carosello 3000 rimarrà aperta al pubblico fino a mercoledì 15 maggio. Due gli accessi all’area sciabile: la cabinovia Carosello 3000 di S.Rocco  con le piste di Federia e la Polvere fino alla stazione intermedia, e la cabinovia Livigno Centro – Tagliede con la quale si può raggiungere l’impianto Valandrea Vetta. L’accesso è garantito tramite uno skipass dal valore di € 10,00 acquistabile alla partenza delle cabinovie. Gli amanti del freestyle troveranno invece operative la linea easy e alcuni salti della linea medium fino a domenica 12. Tutti gli aggiornamenti sulle aree sciabili sono pubblicati quotidianamente sulla pagina facebook della ski-area (www.facebook.com/carosello3000)

Carosello 3000 ringrazia tutta la clientela di Livigno per la splendida stagione invernale e dà appuntamento con l’apertura estiva di cabinovie e ristori in quota per il 1° di Luglio.

LIVIGNO, INVERNO SENZA FINE – SI SCIA FINO AL 15 MAGGIO

LIVIGNO, INVERNO SENZA FINE – SI SCIA FINO AL 15 MAGGIO

Dopo i 30 cm di neve caduta in quota nei giorni scorsi la ski-area Carosello 3000 rilancia la sfida di prolungare l’apertura fino a mercoledì 15 maggio. L’accesso agli impianti sarà garantito da una tessera giornaliera dal valore di € 10,00.

never1L’inverno era stato previsto come lungo e molto nevoso, e in effetti le nevicate in alta quota che hanno imbiancato Livigno nei giorni scorsi confermano una stagione sciistica davvero senza fine.
Come già annunciato, la ski-area Carosello 3000 conferma quindi la sfida di prolungare l’apertura degli impianti, con le piste di Federia sicuramente operative fino a mercoledì 15 maggio.

“Si tratta di una scommessa che dipenderà molto dal meteo dei prossimi giorni” dichiara il direttore piste della ski-area Giovanni Lazzeri. “Abbiamo aree, come Federia, dove tutte le piste si manterranno sicuramente splendide fino a metà maggio. Altre situazioni invece, come l’impianto di collegamento Blesaccia II, essendo molto esposte e di difficile gestione, saranno fruibili finché le condizioni d’innevamento e di sicurezza lo consentiranno”.
La clientela verrà aggiornata giorno per giorno sulle aree sciabili sulla pagina Facebook della ski-area (www.facebook.com/carosello3000).

Al fine di garantire le migliori condizioni di neve, l’orario di apertura degli impianti sarà anticipato alle ore 7 con chiusura anch’essa spostata  alle 16.  L’accesso all’area sciabile verrà garantito da una tessera giornaliera dal valore di € 10,00 acquistabile alla partenza di entrambe le cabinovie Carosello 3000 di S.Rocco e Livigno Centro. Trattandosi di un’iniziativa straordinaria rispetto al comprensorio sciistico di Livigno, non saranno ritenute valide le tessere stagionali. Garantito anche il servizio di ristorazione presso i ristori Carosello 3000 e Costaccia in quota e il Ristorante Tagliede a valle. Per gli amanti di snowboard e freestyle verranno mantenute il più a lungo possibile la linea “easy”, alcuni salti della “medium”  e il materassone gonfiabile BagJump.

Dal 2 al 15 maggio Carosello 3000 ospiterà anche i corsi d’aggiornamento regionali e nazionali dei maestri di sci. Una clientela davvero speciale che sarà poi portatrice del nome di Livigno e della Valtellina su tutto il territorio nazionale.