Tag: SCI DI FONDO

MILLEGROBBE 3.0: SCI DI FONDO ALLO ZENIT. ALPE CIMBRA IMBIANCATA E QUOTE SUPER

MILLEGROBBE 3.0: SCI DI FONDO ALLO ZENIT. ALPE CIMBRA IMBIANCATA E QUOTE SUPER

Millegrobbe 3.0 sull’Alpe Cimbra il 23 e 24 marzo

Tecnica libera di 10 km in notturna e classica in diurna lungo 30 km

Percorso in fase di completamento per l’ultima tappa Gran Fondo Master Tour

Iscrizioni (anche per una singola prova) in scadenza il 28 febbraio

Che bella l’Alpe Cimbra imbiancata! Il Team Futura White Fox e lo Sci Club Millegrobbe sono alle prese con l’allestimento della pista in vista della Millegrobbe 3.0, una delle ultime granfondo della stagione agonistica, prevista nelle giornate del 23 e 24 marzo in Trentino.

Come spesso accade i migliori avvenimenti si fanno attendere, e tra poco più di un mese i fondisti potranno sfrecciare sul manto innevato di una delle prove più sentite, anche e soprattutto per il format di gara, unico ed avvincente. Sull’Alpe Cimbra le neve di certo non manca, ma il comitato organizzatore sta aspettando altri fiocchi innevati per ultimare gli ultimi collegamenti di un tracciato situato all’interno di uno scenario immacolato. Importante sarà anche un calo delle temperature in modo da compattare il tutto, mettendo così a disposizione dei fondisti che competeranno nell’ultima prova del challenge Gran Fondo Master Tour una gara eccellente in versione ‘double face’, sia in notturna che in diurna.

La 35.a edizione della Millegrobbe 3.0 verrà proposta infatti sia in tecnica libera che classica, con la sfida serale di sabato 23 marzo a svilupparsi in tecnica libera Mass Start, velocissima poiché di soli 10 chilometri, una bella sgambata in notturna prima dell’appuntamento clou. Nella giornata successiva si replicherà e saranno 30 i chilometri da percorrere in tecnica classica, ricordando che è possibile partecipare anche ad una singola prova, partendo ed arrivando al Centro Fondo Millegrobbe sull’Altopiano Cimbro di Lavarone e Luserna. Lo sci di fondo vedrà il proprio zenit in quest’area del Trentino, dove la fatica viene accompagnata dalle tipicità locali e dagli eventi di contorno. La Millegrobbe 3.0 celebra la 35.a edizione di un contest fondistico che ha molto da raccontare, d’altronde 35 anni sono frutto di programmazione e se la manifestazione continua a far divertire gli atleti anche oggi il merito è da condividere con Comune di Lavarone, APT di Folgaria, Lavarone e Luserna e gestori della Malga Millegrobbe/Centro Fondo Millegrobbe; la Millegrobbe 3.0 è importante per tutta la comunità cimbra, anche per quella che non calza gli sci stretti.

Le iscrizioni sono aperte a 25 euro per la gara singola o a 40 euro per entrambe le prove, il tutto da saldarsi entro il 28 febbraio.

Info: www.millegrobbe.ski  

GF VAL CASIES: PARTENZA… COL BOTTO! FENOMENI AL VIA E OLTRE DUE ORE SU RAI SPORT

GF VAL CASIES: PARTENZA… COL BOTTO! FENOMENI AL VIA E OLTRE DUE ORE SU RAI SPORT

Dementiev guida il gruppo

Gran Fondo Val Casies il 16 e 17 febbraio in Alto Adige

Partenza show con un nuovo formato ma distanze invariate

Atleti di spicco tra i quali Kowalczyk, Ustiugov e Dementiev

Prova Euroloppet e Gran Fondo Master Tour

Due giornate da incorniciare per lo sci di fondo nel weekend, a firma Gran Fondo Val Casies – prova Euroloppet e Gran Fondo Master Tour che promette di essere una delle più spettacolari di sempre, a cominciare dalla nuova partenza in località San Martino. Uno dei contest più amati dello sci di fondo regalerà anche oltre due ore di immagini sui canali di Rai Sport, dalle ore 8.30 alle 9.45 e dalle 13 alle 14.15 di domenica. La gara in classico di domani scatterà alle ore 10.10 con gli élite e il primo gruppo maschile, mentre alle ore 10.12 scatteranno le élite e il primo gruppo femminile, con la grande novità di una griglia dedicata interamente alle donne, infine partenza del terzo gruppo e della categoria Just for Fun alle ore 10.14. Domenica 17 si gareggerà invece in tecnica libera, alle ore 9 con gli élite e il primo gruppo di maschi, dalle ore 9.02 con le élite e il primo gruppo donne, e via via tutti gli altri fino alla categoria senza classifica Just for Fun. Per quanto riguarda la tecnica classica, dopo lo start gli undici binari per griglia diventeranno 9, a seguire 7 e 5, in direzione Santa Maddalena per 1.8 km sino al giro di boa situato ai piedi della salita, tornando a tre binari fino alla partenza del percorso della 42 km e proseguendo – sempre sul tracciato inedito – fino ai grandi prati nei pressi della vecchia partenza al km 5.7 circa, innestandosi verso il percorso tradizionale in direzione Colle dopo una divertente discesa. Nel ritorno dopo il giro di boa troveremo tre nuove salite della lunghezza di 100 metri, la prima con pendenza del 10%, la seconda al 12% e la terza al 7%. La nuova partenza renderà più appetibile il percorso, rendendo più frizzante e dinamico specialmente l’itinerario di 30 km. La Gran Fondo promette di essere spettacolare e non a caso è una delle più competitive di sempre, vista la marea di concorrenti candidati alla vittoria: Evgenj Dementiev competerà in entrambe le tecniche, in skating assieme al collega del Team Futura Aleksej Červotkin – argento mondiale, al campione finlandese Lari Lehtonen, all’azzurro Matteo Tanel già vincitore in Val Casies, all’altro finnico Matti Heikkinen e al biatleta Klemen Bauer. Tra le donne il Team Futura schiera Anna Nechaeveskaya, con la compagine finlandese a ben figurare anche fra le fondiste con il bronzo olimpico Riitta-Liisa Roponen, a vedersela con le altre esperte Barbara Jezersek, Renate Forstner e le giovani Alba Mortagna, skirollista, e Susanna Saapunki. Il classico non sarà da meno – anzi – la stella Sergej Ustiugov si presenterà da favorito, vedendosela con i vari Evgenj Dementiev, Mauro Brigadoi e Francesco Ferrari, i migliori interpreti italiani delle lunghe distanze, Perttu Hyvarinen e Oskar Kardin, sul gradino più basso del podio della Marcialonga, e Robert Eriksson, terzo in Val Casies nel 2017. Franziska Mueller, Federica Simeoni e Chiara Caminada non avranno infine vita facile, perché dovranno fare in conti con la “regina” Justyna Kowalczyk, due ori olimpici e due mondiali, quattro volte vincitrice della Coppa di cristallo e del Tour de Ski, ora alle prese con il manto innevato della vallata altoatesina, l’immancabile granfondo dal 1984.

Per info: www.valcasies.com   �t

GF VAL CASIES: IL PARTERRE S’INFOLTISCE. 44 NAZIONI E CINQUE CONTINENTI AL VIA!

GF VAL CASIES: IL PARTERRE S’INFOLTISCE. 44 NAZIONI E CINQUE CONTINENTI AL VIA!

36.a Gran Fondo Val Casies il 16 e 17 febbraio

Iscritti Brigadoi, Ferrari, Busin, Tanel, Forstner, Roponen, Heikkinen e molti altri

Ancora neve in Val Casies e (ad oggi) 25% di donne ai nastri di partenza

36.a edizione su RAI Sport per oltre due ore e iscrizioni aperte

Il bollettino parla di 40 centimetri di neve naturale, con 42 km di pista di fondo pronta grazie anche ad un primo solido strato di neve programmata. Lo scorso weekend in Alto Adige la neve è scesa un po’ ovunque e i fiocchi hanno baciato anche la Val Casies, impegnata nell’allestire la storica Gran Fondo del 16 e 17 febbraio.

44 nazioni da ogni continente, e anche località non proprio affini allo sci di fondo quali Uganda, Sudan, Messico, Cile, Indonesia, Giappone e Australia, con concorrenti iscritti già dalla scorsa estate. Europa, Africa, America, Asia e Oceania, la Gran Fondo Val Casies è veramente la manifestazione “di tutti i continenti” (in attesa di qualche… pinguino dell’Antartide).

La percentuale delle donne è notevole, ad oggi siamo al 25%, per la gioia del presidente del comitato Walter Felderer, così come la Just For Fun che vanta sempre più concorrenti, senza dimenticare la MINI Val Casies quasi totalmente rinnovata a promettere spettacolo per tutti gli apprendisti dello sci di fondo. Iniziano a pervenire anche le prime iscrizioni significative di atleti candidati alla vittoria, come quella di Matteo Tanel, vincitore della 30 km in tecnica libera della Gran Fondo Val Casies 2018, portacolori del Team Trentino Robinson Trainer, a competere ancora una volta nella prova in skating. Assieme all’altoatesino saranno presenti anche il finlandese Matti Heikkinen, quasi omonimo del Mika che correva in Formula 1, bronzo a Lahti nel 2017 nella 50 km. Argento mondiale invece per il biatleta Klemen Bauer, completando provvisoriamente il parterre skating con gli azzurri Christian Lorenzi e Marco Mosconi. La compagine femminile non sarà da meno con il bronzo olimpico a Vancouver 2010 della finnica Liisa Riitta Roponen, l’austriaca Barbara Jezersek, vincitrice della Gran Fondo Val Casies di 30 km in tecnica libera nel 2015. L’esperta Renate Forstner è invece un ‘aficionada’ della manifestazione, campionessa nel 2012 e 2015 nella 42 km in tecnica classica. Presenti la skirollista Alba Mortagna, la russa Liudmila Uzick e Barbara Felderer, vincitrice della 30 km per ben tre volte, sostenuta come sempre dal pubblico “di casa”.

In classico non si faranno attendere Mauro Brigadoi e Francesco Ferrari, i migliori interpreti italiani delle lunghe distanze Visma Ski Classics, così come i compagni di squadra Lorenzo Busin e Simone Varesco, da prendere in considerazione come bravi outsider. Lo svedese Robert Eriksson giunse invece 3° nel 2017 nella 42 km in tecnica classica, attenzione anche ai vari Christian Lorenzi, Thomas Steurer (1° Val Casies Classic 2009) e Tiziano Conti. Si è iscritto ufficialmente anche il russo Sergey Ustiugov, ma con grande correttezza ha fatto sapere che la sua presenza dipenderà dalle scelte della nazionale russa in merito al suo schieramento ai Mondiali di Seefeld. Lo  conferma anche Bernardo Trabalzini del Team Futura, con i cui colori il russo gareggia in Italia.

Completando il quadro con le donne della tecnica classica, si segnalano Federica Simeoni – vincitrice nel 2018 nella 30 km TC – Chiara Caminada, prima arrivata fra le donne italiane alla Marcialonga, ancora Renate Forstner e Barbara Felderer, sino alla giovane Arianna Lorenzini.

Uno dei contest più amati dello sci di fondo si avvicina e regalerà oltre due ore di immagini sui canali di Rai Sport, dalle ore 8.30 alle 9.45 e dalle 13 alle 14.15 di domenica, mettendo in risalto tutto ciò che la bella vallata altoatesina è in grado di offrire.

La possibilità di partecipare è ancora aperta, a 65 euro per la tecnica classica, 66 euro per la libera, 102 euro per entrambe, 55 euro per la non competitiva Just for Fun e 85 euro per entrambe le prove Just for Fun, ricordando il 50% di sconto per i giovani nati tra il 18.02.2001 e il 17.02.2003 e la possibilità (non comune) di scegliere la distanza di 30 o 42 km anche nel corso della gara, sia per quella in classico che per quella in skating.

Per info ed iscrizioni: www.valcasies.com     

GF MASTER TOUR PREMIA GLI AMATORI ITALIANI. I PRIMI APPLAUSI DOPO MOONLIGHT E MARCIALONGA

GF MASTER TOUR PREMIA GLI AMATORI ITALIANI. I PRIMI APPLAUSI DOPO MOONLIGHT E MARCIALONGA

GF Val Casies

Le più importanti ski-marathon d’Italia racchiuse in un circuito

Moonlight Classic e Marcialonga di Fiemme e Fassa prime prove disputate

Erica Leonardelli in testa su Chiara Caminada nella categoria femminile

Primo posto a Brigadoi (U1), Migliavacca (U2), Crestani (U3), Zeni (U4) e Sommavilla (U5)

Il circuito Gran Fondo Master Tour si rivoluziona per il meglio. Lo scorso anno il challenge più amato dagli appassionati dello sci di fondo prevedeva una media del punteggio rivisitata in base agli abbuoni, con la classifica a poter essere stravolta senza dare quindi la situazione reale degli atleti in graduatoria. Quest’anno invece il punteggio è “da Coppa del Mondo”, in tempo reale tappa dopo tappa. In base all’età anagrafica e all’età media dei concorrenti degli anni passati, sono state così create cinque categorie, con una unica per le donne poiché in numero minore. Il primo classificato italiano di categoria riceve 50 punti ad ogni prova disputata. Insomma, un challenge al 100% italiano e dedicato agli amatori. Nessun vincolo di partecipazione dunque, e le prime due prove disputate sono state la Moonlight Classic sull’Alpe di Siusi, entusiasmante passeggiata in notturna al chiar di luna, illuminata da 1.000 fiaccole, e la Marcialonga di Fiemme e Fassa, la ski-marathon più famosa d’Italia e una delle prime al mondo.

Partendo dalle donne, Erica Leonardelli si guadagna la testa della classifica con 43 punti alla Moonlight e 40 alla Marcialonga, davanti ad un’atleta del calibro di Chiara Caminada, prima delle italiane alla ski-marathon di Fiemme e Fassa. Terza Marta Gentile, quarta Elisa Perenzoni con ben 49 punti alla Moonlight e uno soltanto alla Marcialonga. Le categorie Master Tour 2019 sono così distribuite per quanto riguarda i maschi: uomini 1 (2002-1983), uomini 2 (1982-1972), U3 (1971-1964), U4 (1963-1958) e U5 (1957 e precedenti). Nella prima graduatoria è Mauro Brigadoi del Team Trentino Robinson a svettare, il trentino ha infatti ottenuto quasi il massimo nelle prime due prove con ben 99 punti, davanti a Marco Recchioni e Matteo Gardener. Manuel Amhof, primo degli italiani alla Moonlight, sarà un osso duro per tutti anche in futuro, così come Francesco Ferrari. Uomini 2 vede al comando Matteo Migliavacca su Gianni Zorzi e Paolo Sembenini. Uomini 3 con Marco Crestani su Marco Mosconi e Andrea De Monte Pangon, mentre negli Uomini 4 è Adriano Zeni ad avere (per ora) la meglio su Luca Messina e Carlo Cattaruzza, con il massimo ottenuto nelle due prove. Applausi anche per Roberto Sommavilla del Team Futura sul compagno di squadra Francesco Mich e su Luciano Gianmoena nell’ultima categoria, quarto l’inossidabile Silvano Berlanda.

Gran Fondo Master Tour prosegue con un altro appuntamento da non perdere, la Gran Fondo Val Casies del 17 febbraio, dove i partecipanti al circuito si cimenteranno per la prima volta nel Master Tour con la tecnica libera. L’aggiornamento delle classifiche verrà stilato entro i tre giorni successivi allo svolgimento di ciascuna Gran Fondo e pubblicato sul sito: www.mastertour.org

Calendario 2019:

23/01/2019: Moonlight Classic –Alpe di Siusi (BZ) TC

27/01/2019: Marcialonga – Valli di Fiemme e Fassa (TN) TC

17/02/2019: Gran Fondo Val Casies – Val Casies (BZ) TL

24/02/2019: Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon – Monte Bondone (TN) TL

03/03/2019: Gran Fondo di Ridanna – Val Ridanna (BZ) TL

23-24/03/2019: Millegrobbe 3.0  – Lavarone (TN) TC/TL

GF DOBBIACO-CORTINA “VEDE” QUOTA 2.000. VISMA SKI CLASSICS SHOW, GARA SKATING DOMENICA

GF DOBBIACO-CORTINA “VEDE” QUOTA 2.000. VISMA SKI CLASSICS SHOW, GARA SKATING DOMENICA

42.a Granfondo Dobbiaco-Cortina il 2 e 3 febbraio

I due comitati registrano una buona partecipazione: oltre 1.600 iscritti

Atleti Visma Ski Classics in compagnia degli amatori

Iscrizioni a 100 euro per la tecnica classica e 75 euro per la libera

Tra Dobbiaco e Cortina soffia ancora un vento di speranza. La quarantaduesima Granfondo Dobbiaco-Cortina del 2 e 3 febbraio è all’orizzonte e i due comitati sono alle prese con i lavori di realizzazione della pista. Qualche centimetro di neve è sceso ma non abbastanza da completare tutti e 42 i chilometri previsti. Altoatesini e cortinesi restano fiduciosi, anche perché il meteo annuncia nevicate in zona fra pochi giorni. La nota positiva riguarda invece le iscrizioni, attualmente è infatti stata superata quota 1600 nelle due giornate: “Stanno chiamando in molti”, affermano i responsabili del comitato, e il raggiungimento dei 2.000 concorrenti è nel mirino. Nel caso in cui (ad oggi non preventivato) non si riuscisse a completare la pista, è comunque in previsione un piano B capace di esaltare sicuramente tutti gli appassionati di fondo. Tra i partecipanti vi sarà anche il famoso biatleta sloveno Klemen Bauer, argento mondiale in staffetta mista a Ruhpolding 2012, mentre è ‘battaglia aperta’ per tutti i fondisti Visma Ski Classics, impegnati nella tappa di sabato in tecnica classica. I fenomeni delle long distance tra cui Petter Eliassen, leader di classifica prima della Marcialonga, e i protagonisti della passata edizione Andreas Nygaard e Tord Asle Gjerdalen, non si contano, e sabato 2 febbraio ci sarà da divertirsi partendo dall’aeroporto militare di Dobbiaco verso San Candido, Nordic Arena di Dobbiaco, lago di Dobbiaco, Landro – Dürrensee, vista Tre Cime di Lavaredo, Carbonin, il traguardo Climb di Cimabanche e gli ultimi chilometri verso Cortina. Da non sottovalutare anche gli altri atleti del Team BN Bank, Simen Oestensen e Morten Eide Pedersen. Ilya Chernousov lo scorso anno subì una penalizzazione e sarà più agguerrito che mai, senza dimenticare i trentini Francesco Ferrari e Mauro Brigadoi. Tra le donne Visma Ski Classics al comando non poteva che esserci la svedese Britta Johansson Norgren, su Astrid Oyre Slind e Katerina Smutna, a pari merito. Quinta la vincitrice della passata Vasaloppet Lina Korsgren. Una prova – quella in tecnica classica – aperta anche a tutti gli amatori e a disposizione alla cifra di 100 euro, con la possibilità di dare lustro alle proprie doti in compagnia di alcuni straordinari interpreti, un po’ come esibirsi sul terreno di gioco di un campo da calcio assieme ai migliori. La giornata successiva non sarà da meno e proporrà un allettante menù, percorrendo l’itinerario di gara in direzione inversa rispetto al giorno prima, il tutto alla cifra di 75 euro per la competizione in skating di 30 km.

Per info: www.dobbiacocortina.org  

IL ROMANTICISMO DELLA MOONLIGHT CLASSIC. DEMENTIEV VS BRIGADOI, LINA KORSGREN FAVORITA

IL ROMANTICISMO DELLA MOONLIGHT CLASSIC. DEMENTIEV VS BRIGADOI, LINA KORSGREN FAVORITA

13.a Moonlight Classic domani 23 gennaio sull’Alpe di Siusi in Alto Adige

Iscritti Dementiev ,Brigadoi, Korsgren, Pellegrini, Rosa, Kostner e molti altri

Ritiro pettorali oggi sino alle ore 18 e domani dalle ore 9

Il 7 luglio Mezza Maratona Alpe di Siusi completando la combinata “Ski & Run”

Moonlight Classic pronta a partire, una delle granfondo sciistiche più suggestive e romantiche del pianeta festeggerà la propria tredicesima edizione domani sera – 23 gennaio – sul manto innevato dell’altoatesina Alpe di Siusi. D’altronde il movimento romantico tra la fine del XVIII secolo e i primi decenni del XIX secolo proponeva l’idea di libertà come precetto fondamentale per l’individuo, e il carattere istintivo e fantastico della creazione artistica e letteraria, “fantasia” e “libertà” che non mancheranno di certo sull’altopiano ‘per tutte le stagioni’. A Compatsch ci sarà anche una serie di atleti di rango tra i quali spicca l’ex campione olimpico russo Evgenij Dementiev, ma anche il nostro Mauro Brigadoi del Team Trentino Robinson Trainer, l’azzurro più forte nelle granfondo in classico, pronto a battagliare anche alla Marcialonga di domenica. Tra le donne la svedese Lina Korsgren è aggiunta di prestigio, quinta assoluta nella graduatoria Visma Ski Classics, il circuito che racchiude le migliori granfondo del mondo. Al via anche l’atleta delle Fiamme Oro Sara Pellegrini, in compagnia di Virginia De Martin Topranin, Deborah Rosa, Ilenia Defrancesco e la finlandese Terhi Pollari, undicesima alla passata edizione della Marcialonga. Un parterre di prestigio che serrerà le fila con Mattia Armellini, Leonardo De Biasi, Florian Kostner, Daniele Coppi, Pavel Ondrasek e Daniel Herzog. Iscritti anche alcuni ‘locals’ quali Judith Moroder, Verena Dejori e Nathan Runggaldier, tutti dello Sci Club Gardena, a brillare tra le 1.000 fiaccole posizionate a bordo pista. I pettorali di partenza si potranno ritirare all’Ufficio Gare situato nell’area di partenza di Compatsch nella giornata odierna sino alle ore 18 e domani a partire dalle ore 9. A riscaldare la serata ci penseranno i polistrumentisti Pamstiddn Kings, prima della partenza degli atleti nei percorsi di 15 km e 30 km, in successione a partire dalle ore 20, senza dimenticare i concorrenti “Just for Fun” che si metteranno alla prova – scattando dalle ore 20.10 – in compagnia di una guida esperta per i praticanti dello sci di fondo. Terminata questa spettacolare passeggiata sugli sci stretti in notturna, l’APT Alpe di Siusi inizierà a programmare l’estate dove spiccherà la Mezza Maratona Alpe di Siusi del 7 luglio, con la possibile combinazione “Ski & Run” che genererà una classifica a sé stante volta a sommare i tempi degli atleti nelle due competizioni altoatesine. Turismo e sport vanno a braccetto sull’Alpe di Siusi.

Per info anche sul Nordic Camp: www.moonlightclassic.info  

INVASIONE DI “SCOIATTOLI” SULLE PISTE DI LAGO. LO SKIRI TROPHY AUTENTICO TRAMPOLINO DI LANCIO

INVASIONE DI “SCOIATTOLI” SULLE PISTE DI LAGO. LO SKIRI TROPHY AUTENTICO TRAMPOLINO DI LANCIO

Prima giornata della prestigiosa parata di giovanissimi con gli sci stretti

Tra i Baby gara da incorniciare per Matteo Zanoli e Giulia Ronchail

Raul Castagna e Stella Giacomelli fanno podio nella Cuccioli. Al via anche la “Revival”

Domani si replica con le gare Ragazzi e Allievi, nel segno di Kinder+Sport Joy of Moving

Una marea di “scoiattoli” oggi in Val di Fiemme, nel primo giorno di gara dello Skiri Trophy XCountry (Skiri significa scoiattolo in dialetto fiemmese) a Lago di Tesero. Prime ondate di piccoli fondisti impegnati in quello che è ritenuto il mondialino dei giovani, con Baby e Cuccioli a godersi le stesse piste che nei weekend scorsi hanno visto gareggiare gli atleti di Coppa del Mondo di fondo e combinata nordica, tirate a lucido per il GS Castello, organizzatore della 36.a edizione dello Skiri Trophy.

Spettacolo a tutta e sicuramente i giovanissimi non hanno lesinato impegno nella prova in classico, su distanze diverse in base alle categorie. Nessun profeta in patria, si potrebbe dire, se non ci fosse stato un acuto nella speciale gara Revival dedicata a tutti gli “ex”, prima topolini ora Skiri, evento che ha lanciato verso traguardi internazionali gente come Zorzi, Checchi, Valbusa, Longa, Vuerich, Brigadoi ma anche Majdic, Vesna e Lampic.

Dunque successo tra i Baby del valtellinese Matteo Zanoli, bravo ad allungare nel finale ed evitare la sfida al fotofinish, che ha visto coinvolti invece il lecchese Oscar Gianola e l’altro valtellinese Dario Clementi, giunti nell’ordine alle sue spalle. La piemontese Giulia Ronchail si allena sulle piste olimpiche di Pragelato, e su quelle mondiali di Fiemme ha trovato il giusto feeling. Sua una nuova vittoria in questa stagione, col piglio del campione e con un cospicuo margine di 9”. Alle sue spalle sfida tra la lecchese Aurora Invernizzi e l’altoatesina Anna Sagmeister finite nell’ordine sul podio.

Ritmi più sostenuti tra i Cuccioli, con l’autentica figlia d’arte Stella Giacomelli a fare il vuoto. Incitata da papà Guido, intramontabile campione dello skialp, ha preso subito il volo, senza mai essere impensierita dalla fiemmese Anastasia Morandini e dalla cuneese Magalì Miraglio. Arriva dalle terre dei Valbusa il vincitore al maschile della categoria Cuccioli. Portacolori dello SC Bosco, ma atleta di Velo Veronese, Raul Castagna si è sbarazzato dei rivali prima del rettifilo finale ed infatti a Filippo Massimino, cuneese, ed a Pietro Zanoli, valtellinese, non è rimasto altro che contendersi il resto del podio.

Attese ed applaudite anche le gare Revival, con tanti ex a rincontrarsi sulla stessa pista. Ha vinto Daniele Serra, cuneese del CS Esercito, davanti a Tiziano Conti dell’US Cornacci di Tesero e all’amico con cui si allena Alberto Piasco. “Volevo ritornare sulle piste che da piccolo mi hanno emozionato – ha detto Daniele -. Ho corso qui nel 2008, nel 2010 e nel 2012, ma ero un po’ geloso di mio fratello Andrea che aveva vinto la  Cuccioli nel 2010. Ora ho pareggiato i conti!” Tra le ragazze acuto di Carola Dellagiacoma che ha colto l’unico successo trentino di giornata, peraltro davanti alla due friulane dell’US Aldo Moro Karin Puntel e Anna Dosso.

Domani si replica con i più grandicelli, ancora in tecnica classica.

Info: www.skiritrophy.com

Download immagini TV:

www.broadcaster.it

Baby maschile

1. Zanoli Matteo S.C. Alta Valtellina 6.04,2; 2. Gianola Oscar Axel Nordik Ski Asd 6.05,4; 3. Clementi Dario S.C. Alta Valtellina 6.05,6; 4. Zamboni Emanuele S.C. Ledrense 6.18,0; 5. Einaudi Mario Sci Club Valle Maira 6.22,7; 6. Rosso Martino Bruno S.C. Alpi Marittime 6.24,3; 7. Jurkovic Teo Ski Association Pgz 6.25,8; 8. Primus Cristopher Polisportiva Timau Cleulis 6.28,7; 9. Varesco Cristian U.S. Cornacci 6.34,1; 10. Carrara Gabriele S.C. Val Di Sole 6.36,0

Baby femminile

1. Ronchail Giulia S.C. Sestriere 6.21,8; 2. Invernizzi Aurora Nordik Ski Asd 6.30,4; 3. Sagmeister Anna S.C. Sesvenna Volksbank 6.37,0; 4. Artusi Cristina S.C. Primaluna Giovani Xxiii 6.55,8; 5. Sobol Lana Ski Association Pgz 6.57,4; 6. Gasparac Lea Ski Association Pgz 7.03,7; 7. Delfino Lucia S.C. Valle Stura 7.07,9; 8. Fraulini Alessia Sci Club Sant’Annapelago 7.08,8; 9. Cogoli Sofia S.C. Sestriere 7.12,0; 10. Burek-Svetec Sara Ski Club Sljeme Zagreb 7.13,2

Cuccioli maschile

1. Castagna Raul S.C. Bosco 10.41,9; 2. Massimino Filippo S.C. Alpi Marittime 10.45,0; 3. Zanoli Pietro S.C. Alta Valtellina 10.48,7; 4. Bettini Carlo A.S.D. Polisportiva Valmalenco 10.56,5; 5. Pedranzini Daniel S.C. Alta Valtellina 10.59,4; 6. Florio Jacopo G.S. Godioz 11.01,8; 7. Trombetta Edoardo Gr. Sciatori Subiaco 11.16,4; 8. Boldrin Mosè S.C. Orsi Bianchi 11.17,4; 9. Occelli Stefano S.C. Valle Stura 11.18,9; 10. Stimac Matija Ski Association Pgz 11.21,9

Cuccioli femminile

1. Giacomelli Stella S.C. Alta Valtellina 9.44,9; 2. Morandini Anastasia A.S. Cauriol 9.56,2; 3. Miraglio Magalì S.C. Alpi Marittime 10.05,4; 4. Sobol Ema Ski Association Pgz 10.11,9; 5. Dimai Claudia Sci Club Cortina 10.14,7; 6. Dandrea Gemma Sci Club Cortina 10.17,0; 7. Ferrari Matilde Sci Nordico Bismantova 10.18,8; 8. Frigo Elisa Sci Club 2a Asiago Altopiano 10.19,4; 9. Tomic Franka Ski Association Pgz 10.20,4; 10. Biondini Michela S.C. Piandelagotti 10.24,0

Revival maschile

1. Serra Daniele Centro Sportivo Esercito 12.13,6; 2. Conti Tiziano U.S. Cornacci 12.13,9; 3. Piasco Alberto S.C. Valle Stura 12.18,9; 4. Capanni Marco Sci Nordico Bismantova 12.40,0; 5. Martinelli Alan S.C. Alta Valtellina 12.44,9; 6. Negrin Simone S.C. Prali Valgermanasca 12.47,9; 7. Lazzeri Luca G.S. Castello 12.50,4; 8. Turrini Simone Team Futura Asd 13.00,1; 9. Angelini Luca G.S. Castello 13.02,4; 10. Giovanelli Luca U.S. Stella Alpina 13.04,1

Revival femminile

1. Dellagiacoma Carola A.S. Cauriol 14.09,3; 2. Puntel Karin U.S. Aldo Moro 14.17,8; 3. Dosso Anna U.S. Aldo Moro 14.53,7; 4. Salvagno Giorgia S.C. Valle Pesio 15.08,7; 5. Mori Gessica U.S. Aldo Moro 15.18,3; 6. Migliori Aurora Sci Club Sant’Annapelago 15.40,8; 7. Fiori Irene S.C. Piandelagotti 15.53,1; 8. Rastelli Ilary Polisportiva Le Prese 16.05,1; 9. Fiori Giorgia S.C. Piandelagotti 16.10,9; 10. Paglione Francesca S.C. Capracotta 16.40,1 t

LE PARTNERSHIP DEL G.S. CASTELLO. SKIRI TRA “WORLD SNOW DAY” E “KINDER + SPORT”

LE PARTNERSHIP DEL G.S. CASTELLO. SKIRI TRA “WORLD SNOW DAY” E “KINDER + SPORT”

Skiri Trophy XCountry sabato 19 e domenica 20 in Val di Fiemme

Intervista al responsabile del progetto Kinder + Sport Joy of moving

FIS World Snow Day domenica 20 gennaio a Lago di Tesero

Kinder + Sport Joy of Moving, progetto globale di responsabilità sociale del Gruppo Ferrero, presente sabato 19 e domenica 20 gennaio a Lago di Tesero in Val di Fiemme, in occasione dello Skiri Trophy XCountry, con uno stand e svariate iniziative riservate alle giovani leve dello sci di fondo. Come è nata la partnership con Skiri Trophy? “Fair play, integrazione e amicizia sono solo alcuni dei valori comuni che hanno fatto convergere le strade dello Skiri Trophy e di Kinder + Sport Joy of moving. Più di una semplice gara, lo Skiri Trophy rappresenta una grande opportunità per creare relazioni autentiche tra giovani provenienti da diverse parti del mondo e per vivere giornate uniche all’insegna del divertimento e del movimento. Non solo sport e competizione, ma anche intrattenimento e spensieratezza. Questo è il terzo anno che partecipiamo allo Skiri Trophy e siamo molto contenti di questa partnership”. Quali fini ha il vostro progetto? Quante attività comprende? Kinder + Sport Joy of moving è un progetto nato per portare la gioia di muoversi nella vita di ogni bambino. Nato nel 2005, coinvolge oggi 4 milioni di bambini in 30 Paesi nel mondo. Passione per il movimento, relazione, gioco e amicizia sono alla base del programma con cui Kinder + Sport Joy of moving insieme ad importanti partner qualificati ed esperti – tra cui Istituzioni, 4 Comitati Olimpici, 132 Federazioni e Associazioni Sportive, la prestigiosa ISF (International School Sport Federation), Ministeri e Università – opera in tutto il mondo per diffondere tra le giovani generazioni la gioia di una vita attiva”. Cosa porterete a Lago di Tesero per far divertire i bambini ed incentivarli alla pratica sportiva? “Nelle due giornate dello Skiri Trophy saremo presenti con il Villaggio Kinder + Sport Joy of moving, dove tutti i partecipanti e le loro famiglie potranno vivere insieme momenti di divertimento tramite i giochi ispirati alla metodologia Joy of moving, lo stand verrà appositamente allestito allo Stadio del Fondo”. Vi sarà anche un nuovo premio fair play, è così? “Sì, il fair play è uno dei più importanti valori per Kinder + Sport Joy of moving e perciò vogliamo premiare con il trofeo Joy of moving Fair Play il bambino più meritevole, contraddistintosi nelle due giornate”. Pensate possa essere duraturo il binomio con il G.S. Castello? L’evento trentino è di lunga tradizione… “Crediamo fortemente nelle partnership durature soprattutto quando c’è una forte condivisione dei valori, come nel caso dello Skiri Trophy. Speriamo di poter continuare a lavorare insieme nei prossimi anni raggiungendo sempre più bambini e diversi paesi”.

Il programma dello Skiri Trophy XCountry è allettante, sabato 19 partiranno le categorie Baby e Cuccioli, alla prova con un percorso di 1.5 km per la prima categoria e 3 km (femmine) e 4 km (maschi) per la seconda. Le mini-sfide scatteranno alle ore 14 e verranno coronate da numerose attività di animazione, che faranno da sfondo anche allo “Skiri Trophy Revival”, 5 km in tecnica classica per gli ex partecipanti dall’annata 2002 e precedenti. Domenica alle ore 9.30, sempre a Lago di Tesero, vi sarà invece la partenza delle categorie Ragazzi e Allievi, con le femmine ad affrontare 4 e 5 km e i maschi 5 e 7 km, sempre in tecnica classica. Quella corrente è la settimana del FIS World Snow Day, parte di un progetto volto a «Bring Children to the Snow», portare i più piccoli a vivere il magico mondo della neve assieme alle proprie famiglie. Centinaia di eventi in tutto il pianeta ma anche in Italia, tra i quali appunto lo Skiri Trophy XCountry, che si disputa proprio nella giornata ufficiale FIS World Snow Day, domenica 20 gennaio.

Info: www.skiritrophy.com

42 KM DI PURO “SBALLO” IN VAL CASIES. PISTA PRONTA E 40 CM DI NEVE FRESCA

42 KM DI PURO “SBALLO” IN VAL CASIES. PISTA PRONTA E 40 CM DI NEVE FRESCA

È nevicato e i tracciati di 30 e 42 km sono già pronti per sportivi e turisti

È stata confermata la nuova partenza dal centro di S.Martino e delle donne a ridosso del 1° gruppo

Una inedita “app” consentirà a tutti di monitorare i concorrenti in gara il 16 e 17 febbraio

Si aggiorna anche la Mini Val Casies con un nuovo tracciato. Dal 1° febbraio tariffe “su”

Gran Fondo Val Casies, è già l’ora del …”Pronti via!”

Infatti, dopo la fitta nevicata di domenica notte e di lunedì, ora al manto di neve si sono aggiunti altri 40 cm e gli organizzatori altoatesini in vista del 16 e 17 febbraio hanno già preparato tutti i 42 chilometri di gara, inclusi quelli della 30 km che “copiano” la prima parte del tracciato. Una Val Casies imbiancata con pista pronta sia per i tanti turisti – che altrove non trovano neve per praticare lo sci di fondo – sia per i partecipanti che possono così affinare la strategia di gara.

Ieri sera il comitato organizzatore guidato da Walter Felderer è stato impegnato in una seduta storica che porta una ventata di novità. Nella sostanza, rimangono immutate le lunghezze di 30 e 42 km in tecnica classica sabato 16 e in tecnica libera domenica 17 febbraio, cambia però la fisionomia della manifestazione. Non più partenza in leggera discesa a valle di San Martino, ma in leggera salita e proprio nel cuore del paese, a pochi passi dall’arrivo, così da consentire anche al pubblico e soprattutto alle telecamere della diretta RAI (dalle 8.30) di assistere ad un momento topico della gara.

Dunque confermate le voci che circolavano nell’ambiente con start all’insù verso Santa Maddalena, ma solo per un breve tratto così da sgranare il gruppone, poi si rientra a San Martino e quindi si riprende il percorso originale. I chilometri “nuovi” andranno a sostituire il tratto all’interno dei pratoni di Colle, in modo da mantenere inalterate le distanze.

L’altra novità è il secondo gruppo riservato alle donne, le quali partiranno un paio di minuti dopo lo start degli elite e del primo gruppo, questo anche per onorare il gran numero di fondiste “in rosa”.

È un gran lavoro quello degli organizzatori per predisporre la nuova partenza, addirittura con lo spostamento di pali telefonici, pulizia del bosco e dell’alveo del torrente per ottenere una grande spianata davanti ai fondisti e sotto l’occhio vigile delle telecamere.

La Gran Fondo Val Casies si aggiorna anche tecnologicamente: chi si doterà della nuova app avrà la possibilità di seguire l’andamento della competizione, rilevando in qualsiasi momento la posizione dei propri amici o parenti nei momenti topici della gara. Sarà così possibile essere sempre informati su posizione, chilometri percorsi, sui punti più interessanti della gara e naturalmente sulla prossimità al traguardo.

Rimane invariata anche la “Just for Fun” la manifestazione dedicata a chi non cerca la competizione ma semplicemente ama lo sci di fondo e vuole godersi i paesaggi innevati della Val Casies.

Cominciano anche i primi approcci dei big, che normalmente si annunciano pochi giorni prima del via. Molti team di Coppa del Mondo in quel periodo saranno in Val Pusteria per preparare il Mondiale di Seefeld, e non è da scartare l’idea, come in passato, che la 42 km della Val Casies possa essere un momento di rifinitura della forma iridata. Così i tanti amatori potranno gareggiare a fianco di nomi blasonati. Tante anche le donne, con una percentuale attorno al 25%, ma il culmine delle iscrizioni si avrà sicuramente a fine mese quando ci sarà la scadenza della tassa agevolata, dall’1 febbraio l’iscrizione infatti sarà più cara.

Sono in pieno fermento anche gli organizzatori della 26.a Mini Val Casies, proposta insieme alla società 5V Loipe e valida per il circuito “Volksbank Banca Popolare”. Per questa edizione ci sarà un percorso rinnovato, con partenza ed arrivo in centro a San Martino seguendo un po’ la gara maggiore, così da valorizzare maggiormente le gesta dei giovani atleti; la ‘Mini’ si correrà sabato pomeriggio dopo la gara in classico dei grandi. Per info ed iscrizioni: www.valcasies.com   

I CAMPIONI DI FATICA DEL TOUR DE SKI. EVENTI COLLATERALI FIRMATI FIEMME SKI WORLD CUP

I CAMPIONI DI FATICA DEL TOUR DE SKI. EVENTI COLLATERALI FIRMATI FIEMME SKI WORLD CUP

Tour de Ski in Val di Fiemme il 5 e 6 gennaio
Weekend da incorniciare ricchissimo di eventi di contorno
Sabato le Mass Start, domenica epica conclusione sulla pista Olimpia III
Strepitoso De Fabiani, secondo nella 15 km TC a Oberstdorf alle spalle di Iversen

I grandi eventi dello sport invernale italiano e trentino passano dalla regia del comitato Fiemme Ski World Cup, il quale, oltre alle prestigiose sfide di Coppa del Mondo – come le ultime due tappe del Tour de Ski di sabato 5 e domenica 6 gennaio tra il Centro del Fondo di Lago di Tesero e l’Alpe Cermis, e la Coppa del Mondo di Combinata Nordica e Salto Speciale della settimana seguente – organizza anche svariate iniziative collaterali volte ad intrattenere presenti ed appassionati. Venerdì sera si aprono le danze con Fiemme Folk e la fisarmonica di Alex Pezzei, noto fisarmonicista altoatesino. Sabato 5 gennaio i piccoli dello sci di fondo si divertiranno nell’evento promozionale COOP Mini World Cup, una gimkana per baby e cuccioli a Lago di Tesero, poco prima dell’apertura del Fiemme Party Tent ove ci si delizierà con un pranzo tipico trentino. Al termine delle competizioni Mass Start della giornata di sabato ecco invece l’Après Ski-Race DJ set con i Senselexx, sempre al Fiemme Party Tent di Lago di Tesero, note di alleggerimento in vista dell’abbondante Felicetti Pasta Party offerto a tutti fino ad esaurimento scorte. In serata la prima di una serie di feste serali denominata Fiemme Rock & Roll con musica dal vivo insieme ai Killbilly’s e Atrio.
Finita qui? Certamente no, poiché domenica 6 gennaio per tutta la giornata gli appassionati potranno approfittare delle postazioni del Tour del Gusto dislocate lungo il tracciato all’insù della Final Climb, godendosi da vicino le prestazioni dei campioni e leccandosi i baffi rigorosamente con prodotti tipici locali. A bordo pista ogni postazione propone degustazioni di prodotti genuini della Val di Fiemme e del Trentino; e per un’intera domenica la pista Olimpia III si potrà percorrere in salita e in discesa, a piedi, con gli slittini, con gli sci da alpinismo o da fondo, lasciandosi prendere per la gola dalle varie associazioni della Val di Fiemme (Taverna Aragosta, Associazione Culturale Ziano Insieme, US Dolomitica ASD e Krampus de Fiemme). Ad anticipare di qualche istante le Final Climb maschili e femminili ecco la Rampa con i Campioni riservata agli amatori, e la Junior Final Climb, una mass start in tecnica libera per ragazzi. La prima permetterà di vivere il brivido della Final Climb prendendo di petto la salita dei grandi del fondo, ricordando che le iscrizioni alla ‘Rampa’ sono tuttora a disposizione alla cifra di 25 euro entro il 4 gennaio.
Il Tour de Ski è entrato nel vivo, e dopo gli “abbandoni” degli sprinter con Pellegrino ad arrendersi in Svizzera solo a Klaebo, i protagonisti si stanno giocando punti preziosi in Germania prima del gran finale in Val di Fiemme, con l’Italia che può godersi anche uno strepitoso Francesco De Fabiani, secondo nella 15 km tecnica classica a Oberstdorf alle spalle di Emil Iversen.
Sabato in terra fiemmese Mass Start in tecnica classica di donne (10 km) e uomini (15 km), e domenica alla volta dei massacranti 9 km in tecnica libera – costituiti dagli ultimi 3.5 km tutti in salita e punte che sfiorano il 30% di pendenza, con una media del 12% e un dislivello di 420 metri – che al cospetto delle Dolomiti trentine eleggeranno gli eredi di Heidi Weng e Dario Cologna, una battaglia contro la forza di gravità che dà risalto planetario all’evento e alla bella vallata trentina.

Info: www.fiemmeworldcup.com