Tag: ortler bike marathon

ORTLER BIKE MARATHON: 6.a EDIZIONE IL 6 GIUGNO. DUE PERCORSI… ANZI TRE! ISCRIZIONI APERTE

ORTLER BIKE MARATHON: 6.a EDIZIONE IL 6 GIUGNO. DUE PERCORSI… ANZI TRE! ISCRIZIONI APERTE

6ª Ortler Bike Marathon il 6 giugno a Glorenza, in Alto Adige
Confermati marathon (90 km) e classic (51 km) ma c’è una new entry
Leonardo Paez, secondo alla Ortler 2019, è campione del mondo

6.a edizione il 6 giugno 2020 e iscrizioni aperte (60 euro fino a fine anno), il comitato della Ortler Bike Marathon infiamma subito gli animi e invita a non perdere tempo abbracciando con anticipo una delle competizioni di mountain bike più amate dello stivale. Il solitamente ‘bollente’ appuntamento di giugno in Val Venosta ospiterà una nuova gara, una “Just for Fun” di 25 km pensata per i corridori meno abili con poco tempo a disposizione per allenarsi. In totale serenità, dunque, questi ultimi si godranno gli agevoli 800 metri di dislivello senza gli ‘assilli’ delle categorie élite, master e hobby. La manifestazione di contorno è aperta anche alle e-bike che da sempre trovano terreno fertile in Alto Adige, lungo un percorso che partirà da Glorenza; ma in ciò che verrà c’è sempre un po’ di passato, e con queste parole il comitato organizzatore altoatesino chiudeva il primo ciclo: “La quinta Ortler Bike Marathon è stata un evento speciale che ci ha dato modo di festeggiare un piccolo anniversario insieme a voi. Speriamo ci possiate rimanere fedeli anche nel 2020, per offrire a tutti gli atleti ed al pubblico venostano un evento di tale portata”. I due tradizionali percorsi della Ortler Bike Marathon, marathon di 90 km e classic di 51 km, partiranno anch’essi da Glorenza, la “Bomboniera dell’Alto Adige”, verso le innumerevoli attrazioni di questa meravigliosa area altoatesina, su tutte il campanile sommerso del Lago di Resia, Castel Coira, l’Abbazia di Monte Maria, senza dimenticare le erte spettacolari e le discese a perdifiato, richiamando all’ordine tanti appassionati e alcuni fra i migliori bikers del mondo, come il colombiano Leonardo Paez, giunto secondo nella passata edizione della Ortler Bike Marathon e recentemente laureatosi campione del mondo marathon. Chi gareggia alla ‘Ortler’ arriva sul tetto del mondo!
Secondo la numerologia, il numero sei esprime equilibro e delinea un punto di arrivo, un traguardo o un obiettivo, una meta ben definita da raggiungere, come il traguardo della Ortler Bike Marathon.

Info: www.ortler-bikemarathon.it/

URS HUBER, UN FULMINE A CIEL SERENO! LA ORTLER BIKE MARATHON PARLA STRANIERO

URS HUBER, UN FULMINE A CIEL SERENO! LA ORTLER BIKE MARATHON PARLA STRANIERO

Huber velocissimo nel finale si mette dietro i colombiani Paez e Arias Cuervo
L’iridata Esther Süss fa tris e domina tra le donne nella marathon
90 km per la marathon, 51 km per la classic vinta da Schwaiger e Lehmann
Giornata di sole splendida, paesaggi da favola e anche la neve, è un successo

Parla per un quarto germanico e per tre quarti svizzero la quinta edizione della Ortler Bike Marathon. Gli elvetici Urs Huber (campione nazionale svizzero) e la già campionessa mondiale Esther Süss si aggiudicano la spettacolare gara venostana in uno scenario incantevole, nella prima vera e propria giornata di primavera. Temperatura ideale e sole caldo, ma il contesto è quello dei postumi dell’inverno con tratti innevati e con una variazione di poco meno di un centinaio di metri sul percorso, per non finire in mezzo alla neve.
Un grande successo per gli organizzatori della manifestazione altoatesina, costretti a modificare solo il tratto a ridosso del Lago dei Preti. L’edizione della Ortler Bike Marathon che celebra il lustro è di quelle da incorniciare. Partenza di buon’ora dal quartier generale di Glorenza sotto l’occhio vigile dell’elicottero della Guardia di Finanza. In Val Venosta gli specialisti delle ruote grasse (1.400 al via) hanno combattuto e sofferto lungo i percorsi marathon di 90 km con circa tremila metri di dislivello, e classic di 51 km e 1600 metri di dislivello, sfidandosi fra i boschi, i laghi e i favolosi paesaggi che la natura venostana è in grado di regalare, come l’Abbazia di Monte Maria, attraversata rigorosamente a piedi da tutti i partecipanti in segno di rispetto per il sacro luogo, il maniero di Castel Coira ed il campanile sommerso del Lago di Resia. Numerosi gli spettatori assiepati lungo il tracciato, attirati dalla giornata di sole.
Il finale della prova maschile è avvincente e spettacolare, da far tremare i polsi. Lo svizzero Urs Huber della Team Bulls (3h39’42”), classe 1985, brucia in un concitato sprint la coppia colombiana della Giant Polimedical formata da Leonardo Paez e Arias Cuervo. Resta ai piedi del podio il 31enne livignasco Mattia Longa, che finisce attardato di 1’20” e precede il coetaneo e capitano di squadra della Scott Racing Team, Juri Ragnoli, vincitore delle ultime due edizioni, dopo i primi due successi firmati dal fuoriclasse belga Roel Paulissen, ora imprenditore ad Anterselva. Ragnoli chiude a 3’34” dal vincitore e scende sconsolato dal mezzo: “Ho finito la benzina nella parte finale della gara, ho dato tutto, ma non ho più avuto risorse per tenere il passo dei primi”. La prova è stata caratterizzata da una fuga a quattro sviluppatasi ben presto. In testa alla corsa si sono ritrovati i due colombiani della Giant Polimedical, Paez e Arias Cuervo, quest’ultimo alla sua prima partecipazione, e i due italiani della Scott Racing Team, Ragnoli e Longa. Cambi regolari, buona andatura. Nella fase cruciale della corsa il poker di fuggitivi è diventato un quintetto: l’elvetico di Mettmenstetten Urs Huber (Team Bulls) ha agganciato i quattro di testa e nel finale ha alzato il ritmo, staccando i due italiani e tenendosi a ruota la coppia colombiana. Ultima curva con Cuervo che entra largo, Paez resta alla ruota di Huber, che è più veloce allo sprint. Vince l’elvetico, da poco rientrato alle corse dopo uno stop a causa di un infortunio.
In campo femminile non c’è storia: la 45enne, già iridata, elvetica di Küttigen Esther Süss, portacolori della Cube, chiude in 4h33’57’’. Al posto d’onore la germanica di Lottstetten Janine Schneider, classe 1995, portacolori della Hohentwiel, attardata di 6’44. A completare il podio un’altra elvetica, la 26enne Vera Adrian (Re-Max), a 7’19”.
Per quanto riguarda la prova classic di 51 km, ad aggiudicarsi il successo in campo maschile è il germanico Dominik Schwaiger (Team Rocklube), che chiude in 2h6’55” con 1’02” di vantaggio sul connazionale di nove anni più anziano Wolfgang Mayer e 3’29” su Livio Camenzind, sciatore elvetico di 18 anni. Sventola la bandiera rossocrociata in campo femminile: vince la 28enne Alexandra Lehmann (Tri Team Steffisburg) davanti alla connazionale 26enne Letizia Strimer (Nationalpark Bike), giunta a 37” e alla 44enne altoatesina Marina Ilmer (Ars Vinschgau), attardata di 2’32”.
Ottimo bilancio per la neo responsabile del comitato organizzatore Julia Hensel e per il direttore di gara Jurgen Gaiser: 1400 partecipanti, alcuni nuovi tratti particolarmente apprezzati, temperatura ideale e, soprattutto, il sole. Annunciata anche la data dell’edizione 2020, il 6 giugno.
Info: www.ortler-bikemarathon.it/

http://www.newspower.it/Ortler_Bike_Marathon.htm
ORTLER BIKE MARATHON PRONTA A STUPIRE. BIKERS SUGLI STERRATI DI GLORENZA

ORTLER BIKE MARATHON PRONTA A STUPIRE. BIKERS SUGLI STERRATI DI GLORENZA

5ª Ortler Bike Marathon sabato 1° giugno in Alto Adige
Leggera variante sul percorso marathon causa neve in zona Lago dei Preti
Buone le previsioni meteo in vista dell’appuntamento di sabato

Il comitato è al lavoro in vista della 5.a edizione della Ortler Bike Marathon di sabato 1° giugno con partenza alle ore 8 da Glorenza, la “Bomboniera dell’Alto Adige”. Gli impedimenti dovuti allo ‘scoppio ritardato’ della neve hanno causato non pochi grattacapi, ma tutto si è risolto per il meglio con il mantenimento del tracciato originale classic e con una piccola modifica dell’itinerario marathon in zona Lago dei Preti.
I bikers per evitare la neve percorreranno 80 metri di dislivello in più, arrivando ad un punto leggermente più elevato che vedrà l’introduzione di un single track, a scendere sino al ricongiungimento con il percorso originario. Un lavoro encomiabile – quello dei volontari altoatesini – che farà schierare al via i migliori atleti del panorama nazionale ed internazionale delle ruote artigliate e una miriade di appassionati, per una previsione totale di circa 1400 atleti. Anche le previsioni meteo per la giornata di sabato sono buone, e tutto sembra procedere per il meglio.
I tracciati marathon di 90 km e 3000 metri di dislivello e classic di 51 km e 1600 metri di dislivello verranno così presi d’assalto da Juri Ragnoli – vincitore delle ultime due edizioni, Mattia Longa, secondo nell’annata 2016, Konny Looser, Marc Stutzmann, Urs Huber, Hansueli Stauffer, Franz Hofer, Oliver Zurbrügg, Leonardo Paez, argento mondiale, e dal fuoriclasse tedesco Markus Kaufmann, certamente in lizza per le prime posizioni. L’elvetica Esther Süss sarà invece la favorita tra le donne. Al parterre potrà ancora aggiungersi qualche elemento, prima di partire alla volta del completamento di due itinerari collaudati e ricchi di attrazioni turistiche. Oltre infatti ad essere sinonimo di organizzazione esemplare, la Ortler Bike Marathon propone passaggi scenografici all’interno di manieri, monasteri, accanto a caratteristici bacini lacustri e paesini che sono perle incastonate tra le montagne. Glorenza rappresenta il quartier generale della manifestazione, e questo permette già di partire “con il botto”, il borgo medievale altoatesino è una perla da non mancare e riserverà un’accoglienza regale a tutti gli ospiti ‘cultori’ delle ruote grasse. Altre prestigiose tappe toccate dal passaggio dei bikers saranno l’Abbazia benedettina di Monte Maria, centro religioso e culturale dell’Alta Val Venosta, lo scenario mozzafiato proposto dal campanile del Lago di Resia, che emerge maestosamente dalle acque circondato dalle montagne dell’Ortles e della Vallelunga. E ancora Castel Coira con la sua collezione di armature in ottimo stato di conservazione, e il Parco Nazionale dello Stelvio con l’Ortles a svettare sovrano sulla manifestazione che porta il suo nome. I dubbiosi sono ancora in tempo per iscriversi, in loco nelle giornate di venerdì 31 maggio (dalle ore 14 alle ore 20) e sabato 1° giugno (dalle ore 6 alle ore 7), durante la fase di ritiro pettorali alla zona sportiva di Glorenza.

Info: www.ortler-bikemarathon.it/

ORTLER BIKE MARATHON E STELVIO MARATHON. DUE ECCELLENZE IN CONFERENZA A BOLZANO

ORTLER BIKE MARATHON E STELVIO MARATHON. DUE ECCELLENZE IN CONFERENZA A BOLZANO

5ª Ortler Bike Marathon il 1° giugno a Glorenza
3ª Stelvio Marathon il 15 giugno a Prato allo Stelvio
Oggi conferenza congiunta alla Sala Raffeisen dell’Hotel Kolping a Bolzano
Due eccellenze dello sport altoatesino che pensano all’ambiente

Due eccellenze della Val Venosta oggi in conferenza stampa congiunta a Bolzano, alla Sala Raiffeisen presso l’Hotel Kolping: stiamo parlando di Ortler Bike Marathon e Stelvio Marathon. Tra i presenti: Julia Hensel, responsabile, da gennaio, del comitato organizzatore di entrambe le gare, Jürgen Gaiser, direttore di gara della Ortler Bike Marathon, Roland Angerer, responsabile dei ristori alla Stelvio Marathon. Presenti anche Antonio Lazzarotto, presidente del comitato Alto Adige della Federciclismo, e Alex Tabarelli, vicepresidente del comitato provinciale di Bolzano del CONI. A rappresentare la Federazione Cooperative Raiffeisen c’era Christiane Mutschlechner.
La gara più imminente, la Ortler Bike Marathon, partirà il 1° giugno da Glorenza. Due i percorsi previsti e illustrati da Julia Hensel e Jürgen Gaiser: marathon da 90 km e 3000 metri di dislivello, classic da 51 km e 1600 metri di dislivello riservata, quest’ultima, non solo ai professionisti, ma anche agli amatori che si iscrivono alla “Just for Fun” ed agli eventi ‘Hobby’ ed ‘E-bike’. Molti i luoghi incantevoli toccati dalla competizione: dal Lago dei Preti, al Lago di Resia col suo suggestivo campanile a fior d’acqua, sino alla discesa e al transito dentro Castel Coira, per tornare infine a Glorenza. Confermato anche il “solenne” passaggio dentro le mura del Monastero di Monte Maria, dove i bikers dovranno scendere di sella in segno di rispetto. Più di 1500 gli iscritti sino ad ora, e tra essi spiccano nomi top come quelli di Juri Ragnoli, già vincitore delle edizioni 2017 e 2018, e di Esther Süss, dominatrice anch’ella nelle ultime due annate. La sfida si fa ancora più interessante con la presenza dei campioni Konny Looser, Leonardo Paez, Urs Huber e Markus Kaufmann. Fondamentale, come sempre, il lavoro dei volontari: più di 350 sono quelli provenienti dalla Croce Bianca, dal Soccorso Alpino e dai Vigili del Fuoco, cui si aggiungono gli oltre 200 del mondo dell’associazionismo sportivo. Il comitato organizzatore ha pensato anche ai più piccoli, e il 1° giugno ci sarà anche la Mini Ortler, con premi e gadget per i bambini.
L’entusiasmo è tanto anche per la Stelvio Marathon del prossimo 15 giugno. In questo caso i percorsi presentati sono tre, il marathon di 42 km con partenza da Prato allo Stelvio e arrivo sul Passo, il classic della lunghezza di 26 km, sempre con partenza da Prato allo Stelvio e, infine, la short distance di 14 km con partenza da ‘casa Thoeni’ a Trafoi. Il successo delle prime due edizioni si riconferma nel gran numero di iscritti, provenienti da più di 15 nazioni. E ad aspettarli ci sarà una medaglia finisher riportante il numero di km percorsi e il profilo degli iconici tornanti del Passo dello Stelvio. Per il vincitore ci sarà un premio speciale: oltre alla cifra di 1000 € è previsto un trofeo speciale in marmo di Lasa, tipico della Val Venosta. E, come sottolinea Roland Angerer, la Val Venosta è la vera protagonista: “Il mio obiettivo è dare gioia agli atleti e far vedere loro i nostri luoghi, nelle scorse edizioni riuscivo a leggere la gioia sui loro volti”. La valorizzazione del territorio è un obiettivo condiviso anche da Tabarelli e Lazzarotto, il quale ha affermato: “Il successo della ‘Stelvio’ si abbinerà a quello della ‘Ortler’, per il bene di tutto il territorio altoatesino”.
Non è solo l’amore per la Val Venosta ad accomunare queste due meraviglie dello sport, ma anche quello per l’ambiente. Ortler Bike Marathon è classificata come Green Event, la Stelvio Marathon come Going Green Event: entrambe puntano sulla sostenibilità. Il rispetto per l’ambiente è un fattore intrinseco delle due gare: “In entrambi i casi siamo dentro al Parco dello Stelvio”, ha commentato Angerer, “è giusto collaborare con forze che vanno verso una direzione green e che, insieme a ciò, promuovono le eccellenze nazionali”.

Info: www.ortler-bikemarathon.it/ e www.stelviomarathon.it
Immagini di repertorio: https://www.broadcaster.it/it/media-news-releases/2a-stelvio-marathon/ e https://www.broadcaster.it/it/media-news-releases/ortler-bike-marathon-2018-newscut/

ORTLER BIKE MARATHON… CHE STORIE! CINQUE ANNI DI SUCCESSI E DI CAMPIONI

ORTLER BIKE MARATHON… CHE STORIE! CINQUE ANNI DI SUCCESSI E DI CAMPIONI

Ortler Bike Marathon il 1° giugno nell’altoatesina Glorenza
Percorsi di 90 km e 3000 metri di dislivello e di 51 km e 1600 metri di dislivello
Due vittorie ciascuno per Roel Paulissen e Juri Ragnoli, Esther Süss cerca il tris quest’anno
Iscrizioni a quote da non perdere entro il 28 maggio

Tra poche settimane la Ortler Bike Marathon del 1° giugno festeggerà la propria quinta edizione, ed è giunto il momento dei bilanci per una competizione giovane, ma nei confronti della quale fin da subito gli applausi sono stati scroscianti. Quando la prima edizione partì – come tutti gli esordi – fu un’incognita, ma erano in molti a sperare che le cose andassero per il meglio, d’altronde i punti a favore erano molteplici: ottimo numero di iscritti “al buio”, scenari paesaggistici e attrazioni lungo i percorsi da far invidia, e uno staff volenteroso e capace, tutti tasselli che, una volta uniti, portarono ad una rapida escalation della manifestazione venostana. E nel 2015 il belga Roel Paulissen e la lituana Katazina Sosna, due nomi da subito prestigiosi, trionfarono nel percorso “marathon” di 90 km e 3000 metri di dislivello. Paulissen, già due volte campione del mondo marathon, si impose in volata sul bresciano Juri Ragnoli e sul russo Alexey Medvedev, mentre la trentina Lorenza Menapace e l’altoatesino Moritz Plaikner tagliarono per primi il traguardo dell’itinerario “classic” di 51 km e 1600 metri di dislivello. Tracciati che nel tempo sono rimasti immutati nella sostanza, con solo qualche imperfezione limata, a dimostrazione di come il ‘lancio’ fosse già stato ottimamente calcolato. La Ortler Bike Marathon, in particolare con il percorso più breve, permette di attirare anche centinaia di semplici appassionati, a divertirsi in sella e a godersi il clima di festa che caratterizza la manifestazione. Esordire bene non è facile, ripetersi lo è ancor meno ed è per questo che la seconda edizione della Ortler Bike Marathon fece entrare la gara di Glorenza fra gli eventi più gettonati nel panorama nazionale e internazionale delle ruote grasse. Roel Paulissen concesse il bis, con la tedesca Birgitt Hühnlein a fare man bassa tra le donne, mentre nel corto si imposero due altoatesini, il veterano Johann Pallhuber e Ulrike Nischler di Velturno. La terza edizione segnò il ‘passaggio di consegne’ tra il belga Paulissen e Juri Ragnoli, il quale giunse al traguardo in solitaria, dopo una prova leggendaria che fece il pari con quella di Esther Süss, campionessa del mondo nel 2010 e d’Europa nel 2008, da allora mai più fermatasi e pronta anche quest’anno a salire sul trono della Ortler Bike Marathon. Johannes Schweiggl e Jana Zieschank i migliori del classic. Bis per Ragnoli e Süss nella passata edizione, mentre i campioni “classic” furono l’altoatesino Klaus Fontana e la svizzera Michèle Wittlin. Il parterre si presenta agguerrito anche quest’anno, e a battagliare per il titolo – oltre ad Esther Süss – vi saranno anche Konny Looser, Marc Stutzmann, Hansueli Stauffer, Franz Hofer e Oliver Zurbrügg, Leonardo Paez e Maria Cristina Nisi. Iscrizioni ad 80 euro comprensive di borsone sportivo, o a 65 euro senza pacco gara, entro il 28 maggio.

Info: www.ortler-bikemarathon.it

FENOMENI ALLA ORTLER BIKE MARATHON. PARTERRE DI BIKERS SUPERLATIVO IN VAL VENOSTA

FENOMENI ALLA ORTLER BIKE MARATHON. PARTERRE DI BIKERS SUPERLATIVO IN VAL VENOSTA

Ortler Bike Marathon il 1° giugno nell’altoatesina Glorenza
Iscritti Looser, Stutzmann, Stauffer, Zurbrügg, Paez, Nisi e Süss
Percorsi di 90 km e 3000 metri di dislivello e di 51 km e 1600 metri di dislivello
Iscrizioni vantaggiose entro il 28 maggio – comprensive o meno di pacco gara

Una battaglia sportiva senza esclusione di colpi a pedale, è quella che si prospetta nel mese di giugno a Glorenza in Alto Adige, dove senza dubbio si affronteranno i migliori artisti su due ruote.
L’élite svizzera e i professionisti si scontreranno infatti alla Ortler Bike Marathon del 1° giugno – misurandosi lungo i tracciati marathon di 90 km e 3000 metri di dislivello e classic di 51 km e 1600 metri di dislivello – sfida su ruote grasse oramai divenuta eccellenza in tutt’Italia, grazie anche alle iniziative riservate alle categorie “Just for Fun”, “Hobby” e ai concorrenti in e-bike, posizionandosi al via senza particolari apprensioni di classifica.
Parteciperanno alla quinta edizione bikers del calibro di Konny Looser, Marc Stutzmann, Hansueli Stauffer e Oliver Zurbrügg, vedendosela con un campionissimo iscrittosi nell’ultim’ora – Leonardo Paez, sei volte campione nazionale colombiano, argento mondiale e in sella anche alle Olimpiadi di Pechino 2008 e Londra 2012, nonché vincitore di numerose prove di Coppa del Mondo UCI Marathon Series – affiancato dai compagni del Team Giant-Liv Polimedical che lo sproneranno per salire sul gradino più alto della competizione. Le donne non saranno da meno, schierando una campionessa dalla A alla Z come Maria Cristina Nisi, ma la toscana dovrà vedersela con chi da anni spadroneggia in lungo e in largo: Esther Süss, che amplierà ulteriormente il parterre di bikers svizzeri e autentica reginetta della competizione altoatesina. Il contest da anni regala anche una splendida giornata soleggiata – è risaputo che il sole per circa 300 giorni l’anno bacia tutto il territorio venostano – una ‘garanzia’ anche per i più dubbiosi, ancora in tempo per saldare le tariffe di partecipazione di 80 euro comprensive di borsone sportivo firmato Ortler Bike Marathon, oppure di 65 euro senza pacco gara, entro il 28 maggio.
Glorenza è un angolo naturalistico meraviglioso di Alto Adige, tanto da esserne considerata la “bomboniera”, location da cui partiranno anche i bikers, passando dalle antiche mura ai sentieri, alle fortezze storiche, agli imponenti manieri, alle svettanti abbazie, sino ai caratteristici laghetti come i bacini lacustri di San Valentino e di Resia, da cui spunta il leggendario campanile simbolo della Val Venosta nel mondo, e a tutto ciò che la manifestazione porta con sé ovverosia le caratteristiche prettamente ‘familiari’ alle ruote grasse: furore agonistico, spirito di sacrificio, fatica, resistenza e divertimento assicurato.

Info: www.ortler-bikemarathon.it

ORTLER BIKE MARATHON: KEEP FIGHTING. È ORA DI MONTARE IN SELLA!

ORTLER BIKE MARATHON: KEEP FIGHTING. È ORA DI MONTARE IN SELLA!

Ortler Bike Marathon il 1° giugno a Glorenza in Alto Adige
Percorsi di 90 km e 3000 metri di dislivello e 51 km e 1600 metri di dislivello
Konny Looser parteciperà alla gara – iscritta anche l’altra atleta svizzera Esther Süss
Quote di 80 euro comprensive di sport bag oppure 65 euro senza pacco gara

Alla Ortler Bike Marathon del 1° giugno i preparativi sono in pieno svolgimento, la neve si sta sciogliendo e il caratteristico borgo altoatesino di Glorenza è ‘in fiore’, pronto ad accogliere il ‘furore agonistico’ dei bikers.
A questo punto della stagione gli atleti devono aver raggiunto una buona condizione fisica, anche perché i tracciati della Ortler Bike Marathon – marathon di 90 km e 3000 metri di dislivello e classic di 51 km e 1600 metri di dislivello – sono tanto affascinanti quanto impegnativi, e soprattutto il primo richiede preparazione, non può essere sottovalutato. Il comitato organizzatore tiene sempre aggiornati i propri aficionados, e le novità sono infatti presenti sia alla pagina Facebook che al sito web della manifestazione, potendo così scoprire tutte le news sui percorsi, le altimetrie, il cronometraggio, i dettagli sulle iscrizioni sino al pacco gara, composto da prodotti tipici della zona, pettorale con transponder, materiale di montaggio e informativo, voucher per “pasta party” inclusivo di bevanda e sport bag, se richiesta al momento dell’iscrizione. Già, perché da quest’anno alla Ortler Bike Marathon è possibile scegliere se usufruire o meno del gadget tecnico, saldando le quote di partecipazione di 80 euro comprensive di borsone sportivo firmato Ortler Bike Marathon, oppure di 65 euro senza pacco gara, entro il 28 maggio. Non va dimenticata nemmeno la possibilità di acquistare la splendida maglietta tecnica messa a disposizione da Bicycle Line SA con lo slogan “keep fighting”. Tra gli iscritti di prestigio – dopo le adesioni della toscana Maria Cristina Nisi e di Urs Huber – si registra la partecipazione del titolato biker svizzero Konny Looser, il quale dopo aver illustrato nel corso della serata di presentazione della Ortler Bike Marathon come si deve ‘muovere’ e comportare un atleta di mountain bike, non ha saputo resistere decidendo di salire in sella assieme ai propri ‘allievi’. Un po’ di Svizzera anche fra le donne, con la partecipazione della plurivincitrice e autentica protagonista delle passate edizioni Esther Süss – fan numero 1 della Ortler Bike Marathon – perché gli atleti oltre a gareggiarvi amano alla follia gli scenari e le chicche prelibate poste lungo gli itinerari di gara. Partecipare non è una scelta!

Info: www.ortler-bikemarathon.it

ORTLER BIKE MARATHON: SCATTA IL COUNTDOWN. KONNY LOOSER INDICA LA VIA AI BIKERS VENOSTANI

ORTLER BIKE MARATHON: SCATTA IL COUNTDOWN. KONNY LOOSER INDICA LA VIA AI BIKERS VENOSTANI

Ortler Bike Marathon il 1° giugno a Glorenza in Alto Adige
Al Castello di Coldrano in Val Venosta presentata la quinta edizione
Buon numero di iscritti durante la serata che vedeva ospite d’onore Konny Looser
Quote di partecipazione di 80 euro oppure 65 euro senza pacco gara

Il Castello medievale di Coldrano, curata residenza nobiliare e centro culturale dell’Alto Adige occidentale, nel comune mercato di Laces in Val Venosta, ha ospitato la serata di presentazione della Ortler Bike Marathon, in programma il 1° giugno a Glorenza. La sfida di mountain bike fra le più amate del nord Italia – giunta a festeggiare la quinta edizione – si è così presentata in grande stile, in compagnia del biker svizzero Konny Looser quale ospite d’onore. Una serata ricca di spunti interessanti e con una sala gremita, che prevedeva anche la possibilità di iscriversi sfruttando le quote agevolate di 70 euro o 55 euro senza pacco gara. Ebbene la risposta è stata molto positiva e il comitato si è potuto concentrare sulle novità della quinta edizione, narrando nel dettaglio i meravigliosi percorsi di 90 km e 3000 metri di dislivello (marathon) e di 51 km e 1600 metri di dislivello (classic), fra altre interessanti attrattive come l’abbazia di Monte Maria, Castel Coira e gli spunti scenografici concessi dal passaggio nei pressi del campanile sommerso del Lago di Resia e al Lago di San Valentino. Senza dimenticare la tecnicità e la competitività insite nell’evento, fra salite imperiose e discese a perdifiato che ne fanno una prova impegnativa da affrontare quanto bella da vivere. Il tracciato ridotto permetterà invece – sempre con un discreto allenamento – di godersi la contesa con maggior tranquillità.
Konny Looser ha poi intrattenuto per circa un’ora gli appassionati di ruote grasse, narrando le avventure e disavventure capitategli in gara, come si allena un atleta professionista, come si nutre e si comporta durante le pause. Gli ospiti si sono poi immedesimati nella parte, facendo domande dettagliate e discutendo sulla mountain bike attuale e sul futuro della disciplina. La stagione è aperta e con essa gli allenamenti degli atleti, la Ortler Bike Marathon richiede infatti preparazione e, passo dopo passo, con lo sciogliersi della neve si potrà testare interamente il percorso. Iscrizioni ad 80 euro comprensive di borsone sportivo firmato Ortler Bike Marathon, oppure a 65 euro senza pacco gara, entro il 28 maggio (dopo il 24 pagamento possibile solo con carta di credito, il 31 maggio e il 1° giugno in loco con pagamento in contanti); un tuffo nel magico mondo delle ruote grasse e della Val Venosta, a circa due mesi dal ‘bang’.

Info: www.ortler-bikemarathon.it

IMPENNATE DI CULTURA ALLA ORTLER. ISCRIZIONI SUPER IN COMPAGNIA DI KONNY LOOSER

IMPENNATE DI CULTURA ALLA ORTLER. ISCRIZIONI SUPER IN COMPAGNIA DI KONNY LOOSER

5.a Ortler Bike Marathon il 1° giugno a Glorenza
Un evento unico fra manieri, abbazie e bacini lacustri
Il 29 marzo presentazione della gara: Konny Looser ospite d’onore
Mini Ortler Bike Marathon dedicata ai piccoli delle corse

La stagione della mountain bike è ufficialmente partita. È giunta l’ora di sfoderare le ruote grasse e di iscriversi alla Ortler Bike Marathon del 1° giugno nella venostana Glorenza, terra di suggestivi manieri, paesaggi mozzafiato e laghetti incantati. Atleti di prestigio hanno già posto il proprio sigillo sul contest altoatesino, il quale si svilupperà lungo gli itinerari di 90 km e 3000 metri di dislivello (marathon) e di 51 km e 1600 metri di dislivello (classic). La gara sfilerà all’interno dell’Abbazia di Monte Maria, monastero benedettino che ricorderà le ambientazioni cinematografiche del libro di Umberto Eco “Il nome della rosa”, abbraccerà il Lago di Resia col suo campanile sommerso, senza dimenticare il Lago di San Valentino e Castel Coira, rinomato anche per la propria armeria, con ben 50 armature complete e in ottimo stato di conservazione, appartenute ai Matsch, ai Trapp e al corpo di guardia del castello. Sport o cultura? Alla Ortler Bike Marathon entrambi la fanno da padroni; ma ad attirare i bikers sono anche ‘le piccole cose’, gli sterrati, i dolci pendii, le erte impervie e le discese a perdifiato, in uno scenario tra i più spettacolari d’Italia per una sfida in mountain bike. A circa una settantina di giorni dal via le quote di partecipazione rimangono invitanti, con la possibilità di far parte del lotto dei contendenti alla cifra di 80 euro comprensiva di borsone sportivo firmato Ortler Bike Marathon, oppure di 65 euro senza pacco gara, andando incontro alle esigenze di tutti, il tutto entro il 24 maggio. Attesa meteo? Dopo aver fatto i dovuti scongiuri, la Val Venosta è baciata da uno splendido e alto sole per circa 300 giorni l’anno, e la data della manifestazione ha solitamente la fortuna di far parte di questi 300. Importante ricordare anche la serata di presentazione del 29 marzo, in compagnia del biker svizzero dal palmarès sconfinato Konny Looser: in tale occasione le quote saranno agevolate alla cifra di 70 euro comprensiva di pacco gara oppure di 55 euro per la Ortler Bike Marathon senza usufruire del prestigioso gadget. Oltre all’evento vi sarà anche un programma d’intrattenimento dove anche i bimbi si potranno divertire nella Mini Ortler Bike Marathon loro dedicata. Attendere troppo ad iscriversi non è consigliato, la Ortler Bike Marathon è garanzia di successo.

Info: www.ortler-bikemarathon.it

“BUONE NUOVE” ALLA ORTLER BIKE MARATHON. CRESCONO GLI ISCRITTI E TOP ATLETI AL VIA

“BUONE NUOVE” ALLA ORTLER BIKE MARATHON. CRESCONO GLI ISCRITTI E TOP ATLETI AL VIA

Huber

Ortler Bike Marathon il 1° giugno nella venostana Glorenza

Iscritti gli specialisti Urs Huber e Maria Cristina Nisi

Il 29 marzo presentazione della gara in compagnia di Konny Looser

Aumento della quota di iscrizione dopo il 28 febbraio

100 giorni circa alla Ortler Bike Marathon, tante buone notizie in vista della quinta edizione del 1° giugno nell’altoatesina Val Venosta. Attualmente il numero di iscritti supera abbondantemente quota 600 e tra i partenti da Glorenza vi saranno anche atleti del calibro di Urs Huber – campione svizzero specialista delle marathon che giunse terzo nell’itinerario principale della passata edizione – e la fuoriclasse italiana Maria Cristina Nisi, la quale ha recentemente cambiato squadra tornando così nella sua Toscana.

Confermati i due tracciati, capaci di conquistare i palati più esigenti dei concorrenti su ruote grasse, gustandosi dopo la partenza dalla “Bomboniera dell’Alto Adige” il marathon di 90 km e 3000 metri di dislivello o il classic di 51 km e 1600 metri di dislivello. Nel mezzo un’infinità di meraviglie e attrazioni turistiche quali il Monastero di Monte Maria, il Lago di Resia dalle cui acque spunta il campanile sommerso, e ancora Castel Coira al cui interno i bikers sfileranno, facendo ritorno a Glorenza dopo qualche ora e la sensazione di aver compiuto anche un giro culturale e turistico, senza ovviamente perdere d’occhio il cronometro. L’attesa è tanta, i corridori d’élite non si faranno attendere, ma Huber e Nisi sono indubbiamente candidati a posizionarsi sopra uno dei gradini del podio. Le quote d’iscrizione agevolate sono in scadenza a fine mese, a 70 euro comprensivi di pacco gara costituito da una sport bag firmata Ortler Bike Marathon, oppure a 55 euro senza usufruire di quest’ultima. Le tariffe citate rimarranno tali anche per le iscrizioni effettuate il 29 marzo durante la presentazione della gara, in compagnia del corridore svizzero dal folto palmarès Konny Looser, capace di ottenere ottimi risultati schierandosi proprio al fianco del connazionale Huber.

La neve ora abbonda in Val Venosta, e i bikers dovranno pazientare ancora qualche mese per testare i percorsi di gara, probabilmente disponibili a partire dal mese di aprile, ma nell’attesa sarà bene pensare ad iscriversi per tempo, l’organizzazione merita e la Ortler Bike Marathon è divenuta in pochi anni una delle competizioni più ricercate del panorama nazionale.

Info: www.ortler-bikemarathon.it “