Tag: Alto Adige

CHIUSURA TRICOLORE IN VAL MARTELLO: AL VIA IL MEGLIO DEL BIATHLON AZZURRO

CHIUSURA TRICOLORE IN VAL MARTELLO: AL VIA IL MEGLIO DEL BIATHLON AZZURRO

Felix Ratschiller – Ph. Newspower.it

Fine settimana di Campionati Italiani e Coppa Italia Fiocchi in Val Martello
Sabato 25 marzo è in programma la Mass Start, domenica la Single Mixed Relay
In gara le categorie Senior, U22, U19 e U17 per l’ultima “danza” sulla neve
Il presidente del comitato organizzatore Georg Altstätter è molto fiducioso

La primavera è ufficialmente arrivata ma in Val Martello, in Alto Adige, il focus rimane sul biathlon. Questo weekend la “valle delle fragole”, immersa nel Parco Nazionale dello Stelvio, ospiterà i Campionati Italiani per le categorie Senior, U22, U19 e U17. Al rinomato Centro Biathlon “Grogg” le gare in programma saranno valide anche come ultima tappa di Coppa Italia Fiocchi, con le giovani promesse del biathlon azzurro e gli atleti più “navigati” di Coppa del Mondo a confrontarsi sabato 25 marzo nella prova Mass Start, mentre il giorno dopo è in programma la Single Mixed Relay.
Dopo il successo della rassegna tricolore dello scorso anno, l’esperto comitato organizzatore altoatesino è pronto a scendere di nuovo in pista per l’ultima “danza” di stagione sulla neve. “Siamo in attesa delle squadre nazionali, degli atleti che hanno ottenuto i risultati ai Mondiali Junior e ai Mondiali Senior – ha raccontato il presidente Georg Altstätter, – abbiamo circa 190 partecipanti e per noi è un grande onore avere la possibilità di organizzare i Campionati Italiani per il secondo anno consecutivo. Siamo fiduciosi per la questione neve e, nonostante le temperature miti di questi giorni, siamo in grado di garantire delle ottime piste anche a fine stagione, mentre a fine marzo in altri centri stanno già utilizzando gli skiroll!”
Le “regine” e i campioni azzurri del circo bianco si fanno ancora attendere, ma nella lista iscritti compare già qualche nome interessante tra i Senior. Ai Campionati Italiani in Val Martello sfilerà la valdostana Samuela Comola (CS Esercito), oro mondiale nella staffetta assieme a Dorothea Wierer, Lisa Vittozzi e Hannah Auchentaller, con quest’ultima già confermata in Val Martello. Non mancheranno le alpine Michela Carrara e Beatrice Trabucchi e la carabiniera friulana Eleonora Fauner. In campo maschile ci sarà il carabiniere della Val Ridanna Patrick Braunhofer, con i “colleghi” Daniele Fauner, Iacopo Leonesio, Michele Molinari, mentre il CS Esercito schiererà Didier Bionaz, argento nella staffetta mista mondiale con Wierer, Vittozzi e Giacomel, quindi Michael Durand, Nicolo’ Giraudo, Paolo Rodigari, Nicola Romanin e David Zingerle, il quale ha centrato una vittoria Sprint e un secondo posto Mass Start nell’ultima tappa di Coppa Italia Fiocchi in Valdidentro (Sondrio). Tra gli U22 spicca il nome del finanziere trentino Elia Zeni, protagonista in IBU Junior Cup a dicembre con la vittoria ottenuta nella Super Sprint e il terzo posto nella Sprint e nella Mass Start. In Val Martello sfreccerà il quartetto composto dai finanzieri Marco Barale, Christoph Pircher e Nicolò Betemps e dal carabiniere Fabio Piller Cottrer, i quali hanno centrato il bronzo nella staffetta ai Mondiali Junior in Kazakistan. Da tenere poi sott’occhio le forti sorelle Sara e Ilaria Scattolo (CS Esercito) e le compagne di squadra Denise Planker, Astrid Plösch, Gaia Brunetto e Martina Trabucchi.
Sono tanti i giovani pronti ad entrare nella storia del biathlon azzurro e la Val Martello si conferma un autentico trampolino di lancio verso il mondo professionistico.
Il Centro Biathlon “Grogg” in Val Martello è sempre più “green” e all’avanguardia sul tema della sostenibilità e del risparmio delle risorse: da poco è stata installata una nuova centrale idroelettrica che permette di fornire energia pulita all’impianto del biathlon e al nuovo edificio, energia utilizzata inoltre per la produzione della neve programmata. Per questo motivo, l’ASV Martello era tra i finalisti per vincere il trofeo “Climate Club Trophy”, un’iniziativa lanciata dall’IBU (International Biathlon Union) e da Viessmann che premierà le iniziative green adottate nel circo bianco.
In Val Martello è partito il countdown per un weekend tricolore a tutto…biathlon!

Info: www.biathlon-martell.com

OPA CUP, ACUTO DI SALVADORI A DOBBIACO. STRANIERI ALL’ATTACCO, CAROLLO UNICO CHAMP

OPA CUP, ACUTO DI SALVADORI A DOBBIACO. STRANIERI ALL’ATTACCO, CAROLLO UNICO CHAMP

Ph. Newspower.it

Mini Tour e finale OPA Cup alla Nordic Arena di Dobbiaco
Dopo la sprint e la individual, oggi la pursuit in classico
Mini Tour a Weber (SUI), Salvadori (FFGG), Del Rio (AND) e Steiger (SUI)
Successo organizzativo dello Sport OK, ora si guarda ai Campionati Italiani

Tre bandiere straniere e anche, fortunatamente, una tricolore alla finale OPA Cup di sci di fondo a sventolare sul gradino più alto alla Nordic Arena di Dobbiaco. E se qualcuno pensava ad una “passeggiata” per atlete ed atleti azzurri, si sbagliava di grosso. Mattinata conclusiva del Mini Tour, oggi, proposto dallo Sport OK, con una pursuit in classico di 15 km per maschi e femmine e 10 km per gli under 20. È stato così che Anja Weber (SUI) tra le ragazze, Giandomenico Salvadori (FFGG) al maschile, e per gli under 20 Gina Del Rio (AND) e Niclas Steiger (SUI) hanno tagliato per primi il traguardo vincendo il Mini Tour che sommava anche la sprint di venerdì e la individual di ieri.
Sono state le ragazze ad aprire la giornata con una scatenata Anja Weber ad incalzare fin dalle prime battute la tedesca Hoffmann che partiva, dopo le prime due giornate, con un vantaggio di 21”. Nel corso del terzo giro Weber ha allungato ulteriormente andando a prendersi una meritata vittoria, grazie anche al miglior tempo della gara di oggi in classico. Seconda la Hoffmann e terza nel Mini Tour la tedesca Sauerbrey davanti alle due Martine azzurre, Di Centa e Bellini, con la friulana a staccare il secondo tempo di giornata. “Sono riuscita a raggiungere Helen – ha detto la Weber – nel primo giro, in modo da aiutarci a vicenda, poi alla fine io avevo un po’ più di energie e ce l’ho fatta, ma lei andava davvero forte”.
Gara maschile a sfoggiare al via il leader dopo due giorni Fabrizio Poli. Il bresciano dell’Under Up è stato raggiunto da Salvadori e i due hanno allungato insieme, poi il finanziere primierotto ha realizzato di essere in gran giornata e ha messo il turbo lasciandosi alle spalle Poli, che nel corso del terzo giro ha subito il rientro di Arnaud e di Luca Del Fabbro. Salvadori poi ha gestito la gara e si è presentato primo sul traguardo vincendo il Mini Tour, ma onore a Del Fabbro, il più veloce nella 15 km di oggi. Arnaud nelle ultime battute ha avuto un contatto sia con Del Fabbro che con Romano, i quali hanno chiesto chiarimenti al “galletto” francese. Mini Tour dunque nelle mani di ‘Giando’ Salvadori che si è messo dietro pure Del Fabbro, Poli, Barp, Romano, Abram e Ticcò. Sorridente all’arrivo Salvadori: “Ho un’età che non è a livello della Coppa del Mondo, sicuramente, ma qualche soddisfazione me la prendo ancora. Questo weekend è andata abbastanza bene, tranne venerdì nella sprint, dove di solito faccio fatica. Oggi ho provato subito ad andare via, ci sono riuscito, poi sapevo che dietro con tutte queste discese il gruppo andava molto più veloce rispetto a me davanti da solo, quindi ho dovuto metterla giù subito dura e alla fine sono riuscito a tenere, è venuta fuori una bella gara, sono molto soddisfatto. Agli Italiani farò solo la 50 km purtroppo, perché sono impegnato nei mondiali militari, quindi arriverò il sabato per fare la gara di domenica. Sicuramente spero in una bella gara anche per chiudere bene la stagione, perché quest’anno non è andata come mi aspettavo e come avrei voluto”.
La U20 femminile lanciava al via l’elvetica Kaelin che poteva contare su un vantaggio di 15” sulla andorrana Gina Del Rio, la quale non si è certo risparmiata e, raggiunta la rivale svizzera, poi ha duellato per un po’ allungando nel finale ed aggiudicandosi così la tre giorni davanti alla Kaelin. Il terzo posto se lo è ampiamente meritato la carabiniera Iris De Martin Pinter, capace di realizzare il miglior tempo nella gara di oggi. Nel Mini Tour alle spalle della bellunese le due azzurre Nadine Laurent ed Elisa Gallo. “La gara è andata molto bene, sono partita con 15” di ritardo, poi ho raggiunto Marina e siamo andate avanti assieme, infine ho gestito la mia gara e ce l’ho fatta. Il percorso mi è piaciuto molto”, è quanto ha detto la ragazza di Andorra.
Ultima prova di giornata la U20 maschile. Lo svizzero Niclas Steiger è partito con un vantaggio di 34” che, sulla carta, lo avrebbe messo al sicuro dall’attacco dei rivali. Ha gestito il divario e controllato gli avversari, vincendo così il Mini Tour davanti al tedesco Keck ed al finanziere Ghio, mentre Fabrizio Albasini ha segnato il miglior tempo di giornata. “È stata dura, oggi ho dovuto lavorare molto perché ero davanti da solo perciò ho dovuto tirare tutta la gara, ma alla fine è andata bene, ho avuto ottime sensazioni”, ha detto a fine gara Steiger.
Un altro che ha saputo gestire la competizione è stato Martino Carollo che è finito 8° nel Mini Tour, ma si è aggiudicato la OPA Cup, grazie soprattutto al vantaggio accumulato nelle precedenti tappe. Il cuneese delle FFOO era evidentemente soddisfatto all’arrivo: “La mia OPA Cup è iniziata a Santa Caterina a fine novembre, una bella vittoria nella sprint, da lì in poi sono sempre stato leader fino ad oggi, un piccolo obbiettivo che mi sono posto all’inizio della stagione era di portare a termine questa missione, oggi è stata una grande soddisfazione ma non è stato facile, ad ogni gara c’erano tutti avversari nuovi, e sono venute fuori veramente delle belle gare, anche qui a Dobbiaco”.
Nelle altre categorie hanno primeggiato Helen Hoffmann, il francese Julien Arnaud e tra le U20 Marina Kaelin. Sul podio OPA Cup col bronzo anche Martina Bellini e Iris De Martin Pinter.
A fine gara applausi per gli organizzatori, capaci di proporre una pista in ottime condizioni nonostante la stagione sia quasi al termine, per un evento che ha visto partecipare atleti di ben 17 nazioni.
Ora l’arrivederci è per l‘appuntamento tra poco meno di due settimane con i Campionati Italiani Assoluti.
Info: www.worldcup-dobbiaco.it

Classifiche totali Mini Tour:

Men

  1. Salvadori Giandomenico ITA 57:45.8; 2. Arnaud Julien FRA 57:58.0; 3. Del Fabbro Luca ITA 57:58.3; 4. Poli Fabrizio ITA 57:59.2; 5. Barp Elia ITA 57:59.3; 6. Romano Lorenzo ITA 57:59.5; 7. Abram Mikael ITA 58:08.5; 8. Ticcò Giovanni ITA 58:08.6; 9. Bing Thomas GER 58:20.2; 10. Lovera Victor FRA 58:24.9

Women

  1. Weber Anja SUI 1:03:56.9; 2. Hoffmann Helen GER 1:04:19.1; 3. Sauerbrey Katherine GER 1:05:09.7; 4. Di Centa Martina ITA 1:05:36.5; 5. Bellini Martina ITA 1:06:05.1; 6. Gal Melissa FRA 1:06:15.1; 7. Hofmann Amelie GER 1:06:19.2; 8. Colombo Laura ITA 1:06:25.6; 9. Dellit Lara GER 1:06:26.2; 10. Danner Alexandra GER 1:06:41.5

U20 Men

  1. Steiger Niclas SUI 50:28.8; 2. Keck Elias GER 50:39.7; 3. Ghio Davide ITA 50:39.8; 4. Albasini Fabrizio SUI 50:41.9; 5. Cottier Pierrick SUI 50:52.3; 6. Naeff Isai SUI 51:13.9; 7. Wagner Tom Emilio GER 51:14.8; 8. Carollo Martino ITA 51:41.5; 9. Jung Simon GER 52:14.7; 10. Bauer Matyas CZE 52:16.6

U20 Women

  1. Del Rio Gina AND 56:37.6; 2. Kaelin Marina SUI 56:38.1; 3. De Martin Pinter Iris ITA 57:16.6; 4. Laurent Nadine ITA 57:44.9; 5. Gallo Elisa ITA 58:02.7; 6. Wigger Siri SUI 58:10.1; 7. Folie Ylvie ITA 58:47.0; 8. Boehme Charlotte GER 58:53.7; 9. Coupat Liv FRA 59:31.1; 10. Berthet Melina FRA 59:32.8
DOBBIACO-CORTINA, IN PISTA NON IN PIAZZA. NEL 2024 SI CORRE IL 3 E 4 FEBBRAIO

DOBBIACO-CORTINA, IN PISTA NON IN PIAZZA. NEL 2024 SI CORRE IL 3 E 4 FEBBRAIO

Gruppo VIP con i sindaci di Dobbiaco e Cortina – Ph. Newspower.it

Anche nel 2024 la granfondo va ad abbracciare le due località
I Comuni di Dobbiaco e Cortina a braccetto con gli organizzatori
Petter Northug ultimo ad impreziosire l’albo d’oro

La Granfondo Dobbiaco-Cortina è in buona salute, questo è certo e nessuno del comitato organizzatore sta dormendo sugli allori: la data della 47.a edizione è confermata per il 3 e 4 febbraio 2024 e l’idea di base è la solita, unire idealmente la Val Pusteria e l’Ampezzano con una gara di sci di fondo nelle due tecniche, classico e skating.
Partner dell’evento, da sempre, sono il Comune di Dobbiaco e il Comune di Cortina, con reciproca soddisfazione pur lottando negli ultimi anni contro la poca neve per allestire adeguatamente le piste. Quest’anno l’arrivo a Cortina, in un’annata avara di neve e di freddo, ha ribadito ulteriormente la grande determinazione messa in campo.
A chiarire quel che si dice comunemente un “misunderstanding” o un fraintendimento tra i promotori dell’incontro di sabato 18 del Comitato Civico Cortina, è verità che gli organizzatori della Dobbiaco-Cortina non saranno assolutamente presenti al dibattito. Lo ha ribadito il presidente della storica gara Herbert Santer con una lettera inviata al Sindaco di Cortina Gianluca Lorenzi e all’Assessore allo Sport Giorgio Da Rin.
Igor Gombac, vicepresidente del comitato organizzatore della Dobbiaco-Cortina, è stato contattato a solo titolo personale dai promotori e mai è stata confermata la partecipazione ufficiale del Comitato Granfondo Dobbiaco-Cortina.
Giusto per affermare che la Dobbiaco-Cortina 2024 sarà regolarmente sui tradizionali binari dello sci di fondo con tanti campioni, come quelli che hanno primeggiato negli anni impreziosendo l’albo d’oro: Petter Northug è solo l’ultimo… dei primi.
Info: www.dobbiacocortina.org

A DOBBIACO È TEMPO DI OPA CUP: SHOW FINALE ALLA NORDIC ARENA

A DOBBIACO È TEMPO DI OPA CUP: SHOW FINALE ALLA NORDIC ARENA

Sara Hutter – Ph. Newspower

Questo weekend il grande finale di Opa Cup in Alto Adige
Alla Nordic Arena di Dobbiaco prove Sprint, Individuale e Inseguimento
Al via 250 atleti di 17 nazioni e molti azzurri a caccia del podio
Tre giornate di gare aperte al pubblico con la regia di Sport Ok Dobbiaco

La Nordic Arena di Dobbiaco si infiamma per il gran finale di stagione dello sci di fondo. Questo fine settimana l’esperto comitato organizzatore Sport Ok Dobbiaco del presidente Gerti Taschler allestirà tre giornate di gare aperte gratuitamente a tutto il pubblico che vuole godersi dal vivo lo spettacolo sulla neve. Lo show altoatesino inizierà venerdì 17 marzo con l’adrenalinica prova Sprint in tecnica libera sulla pista “Albert” di 1,3 km, start previsto alle 9.00 le qualifiche e dalle 11.00 in poi le finali. Sulla pista “Nathalie” si svolgeranno invece sabato mattina le prove Individuali TL di 10 km maschile e femminile, mentre domenica è in programma l’Inseguimento in classico sulla distanza di 10 km per gli U20 e di 15 km per i senior.
Sfileranno nell’intenso weekend 250 atleti, tra Senior e U20, provenienti da 17 nazioni, i quali si daranno battaglia sulle stesse piste del Tour de Ski e di Coppa del Mondo.
Tra gli italiani al via ci sarà la trentina Nicole Monsorno (FFGG), la quale non si è concessa nemmeno una piccola sosta e dalla Coppa del Mondo di Drammen in Norvegia volerà spedita alla Nordic Arena, mentre molti altri azzurri tenteranno di migliorare i risultati ottenuti nella penultima tappa francese di Opa Cup come ad esempio Martina Bellini, 4.a nella prova Individuale seguita dalla finanziera Veronica Silvestri, e Sara Hutter (FFOO) che ha colto il tredicesimo posto. Per la categoria U20 ci saranno, tra le altre, Elisa Gallo (FFGG) e Nadine Laurent (FFOO), rispettivamente quarta e quinta in Francia, e ancora la carabiniera Iris De Martin Pinter, la quale ha chiuso ottava e ha sfiorato il podio nella 10 km TC. Per quanto riguarda gli azzurri al maschile scenderanno in pista il carabiniere Lorenzo Romano, secondo nell’Individuale TL sulle nevi francesi, il trentino delle FFOO Giovanni Ticcò, gli alpini Mikael Abram e Martin Coradazzi, rispettivamente 5°, 7° e 26° nella medesima prova. Ci si aspetta una grande prestazione tra gli U20 con i finanzieri Davide Ghio e Andrea Zorzi e il poliziotto Martino Carollo, tutti rientrati nella top 10 nella prova Individuale francese.
Il circuito continentale di Opa Cup si concluderà dunque in Alto Adige nella splendida Val Pusteria, pronta ad accogliere i migliori fondisti decisi a concludere in bellezza la stagione.

Info: www.worldcup-dobbiaco.it

GIRO LAGO DI RESIA TOP DI GAMMA: IN VAL VENOSTA IL GRANDE EVENTO

GIRO LAGO DI RESIA TOP DI GAMMA: IN VAL VENOSTA IL GRANDE EVENTO

Corsa delle Mele – Ph. Newspower.it Trento www.newspower.it

Il grande spirito sportivo del Giro Lago di Resia il 15 luglio
La manifestazione altoatesina fa parte del circuito podistico Top7
Il giro al lago al top per runners, hand-bikers e nordic walkers
15,3 km per apprezzare ogni sfumatura dell’affascinante lago alpino

Il caratteristico campanile di Curon che spunta dalle acque del Lago di Resia è pronto a raccontare una nuova e avvincente storia sportiva. La 23.a edizione del Giro Lago di Resia in Alto Adige, in programma sabato 15 luglio, è un invito ai podisti di tutte le età per trascorrere un’intera giornata in contatto diretto con la natura attorno al leggendario lago, simbolo della rigogliosa Val Venosta.
La storica manifestazione altoatesina spiccherà il volo fra quattro mesi e nel 2023 si riconferma all’interno del circuito podistico Top7, una certezza per molti podisti amatoriali che desiderano correre nelle splendide zone dell’Alto Adige e non solo. La 17.a edizione del suggestivo circuito è già iniziata lo scorso 31 dicembre, e il Giro Lago di Resia rappresenterà la sesta tappa di un lungo tour che si concluderà il 21 ottobre con la AgeFactor Run di Bronzolo, per un totale di nove competizioni. Per ogni concorrente verranno sommati in classifica generale i punteggi ottenuti nelle gare a cui l’atleta deciderà di prendere parte, con un minimo di sette partecipazioni. Le iscrizioni collettive saranno disponili fino al 23 marzo, mentre per chi ha intenzione di partecipare soltanto al Giro Lago di Resia la registrazione online sarà valida fino a ridosso dell’evento.
I 15,3 km di percorso saranno uno spasso per i runners, hand-bikers e nordic walkers capaci di districarsi nel tracciato con continui saliscendi, in particolare sulla sponda ovest del lago, non una banale passeggiata. I podisti avranno modo di osservare da vicino i numerosi giochi di luci e colori che si rispecchiano nelle acque limpide del bacino lacustre. Da Curon, dove saranno allestiti start e finish dell’affollatissima corsa, i runners si fionderanno in direzione sud verso San Valentino e la sua diga, poi proseguiranno fino a Resia ed infine ci sarà l’apoteosi verso il curioso campanile semi-sommerso per il gran finale.
Il Lago di Resia e il vicinissimo Lago di San Valentino alla Muta saranno inoltre sede dello stage in alta quota diretto dalla campionessa Franca Fiacconi dal 16 al 23 luglio. In una settimana i podisti di tutti i livelli potranno migliorare la propria tecnica di allenamento, ricevere preziose nozioni riguardo alla corsa e nel tempo libero si andrà alla scoperta della storia e della cultura legate al meraviglioso territorio. Chi si iscriverà allo stage riceverà in omaggio il Kit Massigen Sport e il pettorale gratuito per la 23.a edizione del Giro Lago di Resia.
Gerald Burger, a capo del comitato organizzatore, ha in mente più di una semplice gara di corsa. Nell’ampio spazio verde in zona di partenza e arrivo ci sarà una grande festa con piatti tipici della cucina altoatesina, una grande zona expo con articoli sportivi e prodotti artigianali ed infine gli spettatori inciteranno anche i tanti bambini al via della “Corsa delle Mele”.
Per chi non ama il cronometro ci sarà la possibilità di partecipare nella modalità ‘Just for Fun’, il Giro Lago di Resia sarà in ogni modo un’esperienza da vivere nel pieno spirito degli organizzatori “L’importante è partecipare!”

Info: www.girolagodiresia.it

IN ALTO ADIGE SPLENDE LA “SUNSHINE”. QUANDO LA MTB VALORIZZA IL TERRITORIO

IN ALTO ADIGE SPLENDE LA “SUNSHINE”. QUANDO LA MTB VALORIZZA IL TERRITORIO

Gabriel Borre – Ph. Newspower.it

22.a Marlene Südtirol Sunshine Race il primo weekend di aprile
Gare Open, Junior, Allievi ed Esordienti, uno show irrinunciabile
I risultati della 2.a tappa del circuito Italia Bike Cup Chaoyang
Prossimo appuntamento a Pergine (TN), poi si va a Nalles

Il mese di aprile si aprirà alla grande con l’affascinante Marlene Südtirol Sunshine Race. L’1 e il 2 aprile prenderà forma la 22.a edizione della gara altoatesina, un appuntamento ‘clou’ in stagione per l’elite della mtb internazionale. Nel paese di Nalles, nella soleggiata Val d’Adige, si respira la mtb vera, fatta di aspre salite come la Nachtigall Uphill conosciuta da tutti come la ‘salita dell’usignolo’, e la lunga discesa della “tonnara”, soprannominata così dal campione mondiale Marco Aurelio Fontana e molto apprezzata dall’abile biker trentino Martino Fruet, il quale non ha mai mancato un’edizione.
La Marlene Südtirol Sunshine Race, teatro di sfide di una lunga serie di campioni olimpici e mondiali, sarà valida come quarta tappa dell’amato circuito “Italia Bike Cup Chaoyang”, dove lo scorso weekend in occasione della tappa ad Albenga (SV) si sono messi in mostra tanti team stranieri nella gara Open e le categorie inferiori del circuito giovanile. Il belga Pierre De Froidmont (Orbea Factory) e la campionessa italiana XCO e XCC 2022 Martina Berta hanno dominato la gara regina, mentre tra gli Junior hanno dato spettacolo la campionessa italiana Valentina Corvi e il valdostano Gabriel Borre, attuale leader del circuito Junior. Presenti all’evento ligure gli atleti del Sunshine Racers ASV Nalles, i quali hanno raccolto degli ottimi piazzamenti.
Sono molti i personaggi che hanno dato lustro alla storica Marlene Südtirol Sunshine Race, a iniziare dal presidente del comitato organizzatore Florian Pallweber e il suo vice Eckard Figl, lo stesso sindaco di Nalles, Ludwig Busetti, nonché socio fondatore della “Sunshine”, senza dimenticare i 100 volontari al lavoro ogni anno nell’allestimento dell’evento. Un appuntamento così prestigioso è reso possibile grazie ai solidi partner Marlene, Südtirol, Raiffeisen e Forst, i primi sostenitori della splendente gara di inizio aprile. “La Marlene Südtirol Sunshine Race è l’esempio perfetto di un evento sportivo di alto livello che valorizza sia l’eccellenza sportiva sia il territorio – ha commentato Georg Kössler, presidente del Consorzio VOG, – Marlene sostiene l’evento già da tanti anni e lo ha visto crescere e diventare sempre più internazionale. Con questa sponsorizzazione sportiva valorizziamo il legame del brand con lo sport e con il suo territorio di origine, l’Alto Adige – Südtirol”.
Sabato 1° aprile si entrerà subito nel culmine della gara con la prova Open e Junior maschile e femminile, mentre gli Esordienti e gli Allievi si confronteranno sullo ‘spietato’ circuito il giorno dopo.
Il prossimo appuntamento dell’Italia Bike Cup Chaoyang si svolgerà il 25-26 marzo in Trentino con il Memorial Bruno Alverà, dopodiché il weekend successivo ci si sposterà nel vicino Alto Adige per la 22.a Marlene Südtirol Sunshine Race.

Info: www.sunshineracers-nals.it

DUE MESI AL TRIATHLON LAGO DI CALDARO. LA TENTAZIONE È IRRESISTIBILE

DUE MESI AL TRIATHLON LAGO DI CALDARO. LA TENTAZIONE È IRRESISTIBILE

Bruni e Barison – Ph. Newspower.it

34° Triathlon Lago di Caldaro il 6 maggio in Alto Adige
Nuoto, bici e corsa in un itinerario unico che esalta le qualità dei supereroi
Thomas Steger e Mathilde Gautier i ‘fulmini’ del triathlon altoatesino
Ad anticipare la gara principale ci sarà un’importante iniziativa benefica

Sabato 6 maggio sarà una giornata molto importante non solo perché verranno incoronati Re Carlo III d’Inghilterra e la consorte Camilla, ma anche perché sulle rive del Lago di Caldaro in Alto Adige si scopriranno il nuovo re e la nuova regina del Triathlon Lago di Caldaro, giunto alla 34.a edizione. Tra meno di due mesi il gruppo di superuomini e superdonne si infilerà la muta, tanto aderente da sembrare una seconda pelle, per affrontare senza sosta un tratto di nuoto in acque libere di 1,5 km, un tratto di ciclismo su strada lungo 40 km e una sfilata finale di 10 km in corsa, a completare la grande impresa.
Il Lago di Caldaro si trova a sud dell’Alto Adige ed è il bacino balneabile più caldo delle Alpi, con i paesi di Caldaro e Termeno ad incantare gli sportivi che ogni anno partecipano a questa prova molto sentita in regione e soprattutto all’estero. Alle 14 scatterà il triathlon sulle distanze olimpiche, aperto alle categorie Juniores, Seniores e Master, con il primo classificato a ricevere un premio in denaro di 900 euro e via a scendere con 600 euro al secondo classificato, 500 al terzo, 400 al quarto, 200 al quinto e 100 euro al sesto, sia al maschile che al femminile. Inoltre i primi tre di ogni categoria riceveranno dei premi speciali.
Il triathlon è una lunga prova di resistenza e forza fisica e l’anno scorso l’austriaco Thomas Steger, 5° ai Campionati Mondiali Long Distance di Almere-Amsterdam e campione nazionale nella mezza distanza nel 2019, ha segnato il miglior tempo (1h52’11”) battendo gli italiani Luca Bruni e Marco Barison. In campo femminile bisogna scorrere l’albo d’oro e fermarsi al 2017, quando la francese Mathilde Gautier ha chiuso l’impresa con un tempo superlativo di 2h04’54” staccando la pluricampionessa italiana su distanza olimpica e sprint Annamaria Mazzetti.
L’Associazione Sportiva di Caldaro – sezione Triathlon e l’Associazione Turistica locale gestiscono l’organizzazione dell’evento, attirando l’interesse per lo sport e per un’ottima causa anche nella giornata precedente. Venerdì 5 maggio dalle 18 alle 22 si svolgerà il “4h Charity Bike Challenge- Lago di Caldaro”, l’iniziativa benefica a favore dell’Associazione ‘Il Sorriso’ impegnata a sostenere i bambini con sindrome di Down e le loro famiglie. Il sorriso non mancherà tra i super partecipanti che, sulle 5 Speedbike Sanvit, daranno spettacolo ai curiosi amici sportivi. Già confermate le campionesse altoatesine Tania Cagnotto e Andrea Vötter, il maratoneta Alfred Monsorno e alcuni personaggi politici della zona.
Il sorriso alla 34.a edizione del Triathlon Lago di Caldaro sarà davvero contagioso.

Info: www.kalterersee-triathlon.com

LIBERTÀ SENZA CONFINI SULLO STELVIO. È DAVVERO L’APPUNTAMENTO PER TUTTI

LIBERTÀ SENZA CONFINI SULLO STELVIO. È DAVVERO L’APPUNTAMENTO PER TUTTI

Il 30 giugno la prima edizione dello Stelvio Stilfserjoch – Night, Light & Food
L’evento in notturna non competitivo per runners e ciclisti
Il “Re Stelvio” affascina da sempre gli sportivi di ogni genere
L’Associazione Turistica di Prato allo Stelvio è pronta a lasciare il segno

In una notte stellata, sotto la luce soffusa della luna e a contatto diretto con la natura la “Regina delle strade alpine” si mostrerà in tutta la sua incommensurabile bellezza ai partecipanti dell’unico e imperdibile evento Stelvio Stilfserjoch – Night, Light & Food di venerdì 30 giugno. Per una serata intera si potrà assaporare il gusto della libertà riscoprendo il piacere dell’avventura in ogni sua forma. Che sia a piedi, in e-bike o in mtb, il viaggio senza confini della nuova proposta lanciata dall’Associazione Turistica di Prato allo Stelvio merita di essere vissuto.
La celebre strada a tornanti del Passo dello Stelvio, affollata ogni anno da cicloturisti e sportivi, sarà a completa disposizione dei partecipanti, richiamo particolare per i runners e camminatori in generale che potranno raggiungere la vetta dopo 14 km e 1200 m/dsl in totale sicurezza, col traffico chiuso ai mezzi motorizzati. Sui tornanti del leggendario passo si sono scritte le pagine più belle dello sport, ma lo scorso anno il vicentino Federico Rossi ha superato ogni record diventando il primo atleta al mondo a conquistare il Passo dello Stelvio in sedia a rotelle. 1851 metri di dislivello, 25 chilometri totali e 48 tornanti affrontati con la sola forza della braccia per entrare per sempre nella storia dopo 7 ore, 57 minuti e 46 secondi d’impresa. In passato il Giro d’Italia è transitato dal Passo dello Stelvio per ben nove volte, ospitando inoltre tre volte (nel 1965, 1972 e 1975) il traguardo finale. Ma anche gli appassionati amatori si sono divertiti a sfidare i temibili tornanti in varie granfondo, sia in bicicletta sia sugli skiroll.
Stelvio Stilfserjoch – Night, Light & Food attira infatti l’attenzione anche degli atleti amanti della buona cucina, lasciandosi prendere per la gola il 30 giugno nei 5 punti ristoro stellati lungo la strada da Trafoi fino al punto più alto del passo, a 2.757 metri. Sarà un “challenge” per il palato con il delizioso menù che propone piatti prelibati della cucina altoatesina. A Trafoi nell’albergo Bellavista, casa di Gustavo Thöni e punto di partenza, verranno serviti vari finger food in stile tirolese, dopodiché alla locanda “Zum Weissen Knott” si potranno assaggiare i canederli e verrà inoltre distribuita la torcia frontale a tutti i concorrenti, anche se la luna aiuterà molto, essendo vicina al “colmo”. All’ Albergo Franzenshöhe ci sarà la zuppa di vino e gli organizzatori regaleranno la fantastica T-shirt dell’evento. Al tornante 10 ci sarà una sorpresa dal Vivaio Bio ed infine alla Locanda Tibet, proprio sul passo, inizierà la grande festa finale dalle 22 alle 2.30 con polenta, spezzatino di cervo e cavolo rosso o ratatouille di verdure.
L’occasione è ghiotta per famiglie e gruppi di amici che vogliono avvicinarsi al “Re Stelvio” in modo tranquillo, senza pressioni perché il 30 giugno non ci saranno classifiche. Organizzato anche il rientro sul fondovalle, così come l’ospitalità per chi vuole godere di un weekend indimenticabile.
Natura e sport rimangono il binomio perfetto e Stelvio Stilfserjoch – Night, Light & Food è pronto a lasciare il segno.

Info: www.night-adventure.com o tv@prad.info

READY…GO: DOMANI PARTE LO SHOW. IL FONDO IN VAL CASIES DA NON PERDERE

READY…GO: DOMANI PARTE LO SHOW. IL FONDO IN VAL CASIES DA NON PERDERE

Mini Val Casies – Ph. Newspower.it

La 39.a Gran Fondo Val Casies scatta domani con la prova in classico
Domenica si replica sui percorsi di 30 o 42 km in skating
Il vivace weekend di gare sarà accompagnato da musica dal vivo e buon cibo
In pista anche i giovani fondisti nella 29.a Mini Val Casies

Domani si entra nel vivo della 39.a Gran Fondo Val Casies, in Alto Adige. Si prospettano due giornate di gare entusiasmanti sia in tecnica classica sia in skating, sulle meravigliose piste che abbracciano i caratteristici paesi della valle. Sarà un’edizione ancora più azzurra con i quattro atleti della nazione del fondo Dietmar Nöckler, Paolo Ventura, Giandomenico Salvadori e Federica Sanfilippo, da poco annunciati dal DT Stauder tra i convocati per il Mondiale, e quelli della Nazionale italiana di skiroll allenati dal direttore di gara Michel Rainer.
La prova in tecnica classica sarà molto animata così come la gara in skating, con lo start ufficiale previsto alle 10 per il primo gruppo élite, seguiranno gli amatori ed infine il gruppo ‘Just for Fun’. San Martino sarà il punto di partenza e di arrivo del suggestivo “viaggio” di 30 o 42 km, con i ben sette traguardi volanti a vivacizzare il weekend, tra cui lo speciale traguardo “King of the Mountain by Hoku” che premierà il miglior “scalatore” maschile e femminile in entrambe le giornate sulla salita verso Santa Maddalena, dal km 30 al km 33.5.
Tra i favoriti della gara in classico, oltre agli azzurri, ci sono i “red devils” del Team Internorm Mauro Brigadoi, Francesco Ferrari, Lorenzo Busin e Malin Börjesjö, gli atleti del Team Robinson Trentino con Matthias Schwingshackl Tyler Kornfield e Stefano Dal Magro e il trentino Paolo Fanton (Team Futura). Nella gara in skating occhi puntati sul campione del mondo di Skiroll Matteo Tanel (Team Robinson Trentino) e sui compagni di squadra Patrick Klettenhammer e Matthias Schwingshackl. Da non sottovalutare i carabinieri Stefano Gardener, Lorenzo Romano e Fabio Longo, Daniele Serra (CS Esercito) e Lorenzo Busin e Tommaso Dellagiacoma del Team Internorm.
Tanti italiani al via, ma anche molti stranieri come ad esempio il giovane tedesco Jakob Milz (classe 2000), vincitore della König Ludwig Lauf 2023 sulla distanza di 21 km, la tedesca Franziska Müller, già protagonista in passato della Gran Fondo Val Casies, l’austriaca Anna Schmidhofer, seconda alla Dobbiaco-Cortina e terza alla Dolomitenlauf 2023, ed il connazionale Julian Eberhard, ex biathleta con al collo due bronzi mondiali.
Le iscrizioni online rimarranno aperte fino ad un’ora prima delle gare e non verranno accettate registrazioni sul posto. I fondisti potranno ritirare il pettorale presso il Centro multifunzionale di San Martino in Casies oggi dalle 14.30 alle 19.00, sabato dalle 7.30 alle 9.30 e dalle 14.30 alle 19 e domenica dalle 7.30 alle 9.30.
La grande festa degli sci stretti altoatesina inizierà questa sera dalle 19 alle 21 con la cena presso il tendone, gratuita per i possessori del passaporto Euroloppet, mentre sabato e domenica a pranzo (dalle 11.30 alle 16) verrà servito il pranzo stellato cucinato dai super cuochi della valle a base di maccheroni, patate, filetto di maialino, formaggio di montagna, verdura mista e il tradizionale e goloso strudel di mele.
Da non dimenticare sabato pomeriggio alle 15.45 la partenza a San Martino della 29.a Mini Val Casies, un “must” per i giovani fondisti regionali e non solo, aperta alle categorie dalla U8 fino alla U18 e valevole inoltre per il circuito “Trofeo dell’Alto Adige”. Da venerdì a domenica le serate saranno accompagnate con tanta musica suonata dal vivo dalle band locali, mentre in zona di partenza ci sarà “Radio Studio Più” a scaldare l’atmosfera poco prima del via. Al lavoro ci saranno 400 volontari e ben 17 associazioni locali, pronti a soddisfare le esigenze dei fondisti in particolare negli 8 punti ristoro lungo il percorso.
Ready…go! Che la prestigiosa 39.a Gran Fondo Val Casies abbia inizio! E per chi non potrà esserci in Val Casies, sul canale Rai Sport si potrà fare il pieno di emozioni con le splendide immagini delle gare, una sintesi sarà trasmessa domenica 19 febbraio alle 20.30, quindi lunedì 20 febbraio alle 6 e alle 19.10 ed infine mercoledì 22 febbraio alle 22.30.

Info: www.valcasies.com

AZZURRI ALLA GRAN FONDO VAL CASIES. PARTERRE D’ECCEZIONE PER LA 39.A EDIZIONE

AZZURRI ALLA GRAN FONDO VAL CASIES. PARTERRE D’ECCEZIONE PER LA 39.A EDIZIONE

Francesco Ferrari – Ph. Newspower.it

Grandi nomi per la 39.a edizione della Gran Fondo Val Casies del 18-19 febbraio
Il DT azzurro Stauder convoca Nöckler, Salvadori, Ventura e Sanfilippo
Presenti gli azzurri della Nazionale di skiroll e molti protagonisti della scorsa edizione
Rai Sport trasmetterà le immagini della prestigiosa Gran Fondo Val Casies

La 39.a Gran Fondo Val Casies si tingerà d’azzurro. In occasione del raduno della Nazionale del fondo italiana nella vicina Dobbiaco (BZ) per preparare l’appuntamento iridato di Planica, il DT della Nazionale azzurra Alfred Stauder e l’allenatore Markus Cramer hanno deciso di schierare nella gara di sabato in classico ben tre atleti: la squadra sarà capitanata dall’altoatesino Dietmar Nöckler (FFOO), già vincitore in Val Casies lo scorso anno in classico e nel 2016, quindi il fiemmese Paolo Ventura (CS Esercito) e il finanziere Giandomenico Salvadori di Primiero. L’ex biathleta altoatesina Federica Sanfilippo (FFOO) gareggerà invece il giorno dopo in skating.
Al via molti protagonisti delle passate edizioni, tra cui il campione del mondo di skiroll Matteo Tanel (Team Robinson Trentino), primo nella 30 km TL 2022, i compagni di squadra Patrick Klettenhammer, terzo nella medesima prova dello scorso anno, Michaela Patscheider, sul primo gradino del podio nella 30 km TC 2022, e Chiara Caminada, terza nella 42 km in classico 2022. Si aggiungono inoltre per il Team Futura Julia Kuen, terza nella 42 km TL 2022, il fiemmese Paolo Fanton, i fratelli Stefano e Riccardo Mich, Manuel Amhof, Thea Schwingshackl, Julian Brunner ed Emanuele Bosin. Nella gara in classico di sabato scenderanno in pista Francesco Ferrari, Emanuele Busin e Mauro Brigadoi (Team Internorm), mentre Lorenzo Busin, Christian Lorenzi e Malin Börjesjö gareggeranno in entrambe le giornate.
Sfileranno ancora i carabinieri Fabio Longo e Lorenzo Romano, quest’ultimo vincitore della 42 km TL 2022, Daniele Serra (CS Esercito), gli austriaci Anna Schmidhofer, seconda alla recente Dobbiaco-Cortina, Julian Eberhard, bronzo mondiale nel biathlon e gli atleti della Nazionale italiana di skiroll Michael Galassi, Jacopo Giardina, Marco Gaudenzio e Lisa Bolzan. Sabato si scierà in classico sui percorsi di 30 o 42 km, mentre domenica si replicherà in skating. Start previsto per entrambe le giornate alle ore 10.
Rai Sport trasmetterà la sintesi delle gare domenica 19 febbraio alle 20.30, lunedì 20 febbraio alle 6 e alle 19.10 ed infine mercoledì 22 febbraio alle 22.30.

Info: www.valcasies.com