Tag: Alto Adige

CORSE EPICHE SUL PASSO DELLO STELVIO. A NATALE REGALATI LA STELVIO MARATHON

CORSE EPICHE SUL PASSO DELLO STELVIO. A NATALE REGALATI LA STELVIO MARATHON

Stelvio Marathon il 15 giugno a Prato allo Stelvio in Alto Adige
Iscrizioni a 70 euro per 42K e 26K, 35 euro per la “short distance”
Tariffe agevolate entro e non oltre il 31 dicembre

Quando corro tutti i pensieri volano via.
Superare gli altri è avere la forza, superare se stessi è essere forti.
(Confucio)

Iniziato il countdown che condurrà dolcemente nelle braccia di Babbo Natale, la frenesia dei regali mette spesso in fibrillazione, ma se si ha un parente o un amico sportivo il regalo da fare è uno soltanto: la Stelvio Marathon del 15 giugno a Prato allo Stelvio, in Alto Adige.
Una corsa spettacolare, avvincente e unica in un luogo mitico, da mettere sotto l’albero a maggior ragione perché le quote di partecipazione agevolate sono in scadenza a fine anno: “Sorprendi i tuoi cari con un regalo speciale: un buono per partecipare alla Stelvio Marathon 2019!”, afferma il comitato organizzatore di una delle corse podistiche più entusiasmanti d’Italia, che non a caso ha come slogan “Be a Hero”.
Indipendentemente dalla scelta del percorso, bisognerà sfidare il Passo dello Stelvio ed arrivare in cima a tutti i costi, correndo o arrancando l’obiettivo è uno soltanto: conquistare la battaglia con se stessi per arrivare a godere di una vista che ripagherà ampiamente di tutte le fatiche spese.
Quella del prossimo anno sarà la terza edizione, con le prime due a raccogliere uno scroscio di applausi. Migliorare, certo, è sempre possibile e il C.O. affinerà anche i dettagli in vista dell’edizione 2019. Le gare proposte dalla Stelvio Marathon sono la tradizionale 42K, una 26K competitiva o Marcia Stelvio (non competitiva) e una breve di 14 km in partenza da “Casa Thoeni”, alla presenza di uno degli atleti più vincenti nella storia dello sci alpino – un oro olimpico e cinque mondiali – che alla seconda edizione incoraggiò i corridori prima del via posto appena sopra l’Hotel Bella Vista di Trafoi, uno start in salita ma di breve durata, giungendo dopo più di una decina di chilometri sulla cima del Passo.
Il regalo di Natale si potrà dunque effettuare alla quota agevolata di 70 euro per i concorrenti 42K, 26K e non competitiva (diverrà poi di 90 euro), mentre i competitor della short distance potranno immedesimarsi nella corsa dei campioni alla cifra di 35 euro, il tutto entro il 31 dicembre.

Info: www.stelviomarathon.it

GRAN FONDO VAL CASIES PREMIA LE DONNE. PARTECIPAZIONE AL 25% E START IN PRIMA LINEA

GRAN FONDO VAL CASIES PREMIA LE DONNE. PARTECIPAZIONE AL 25% E START IN PRIMA LINEA

Gran Fondo Val Casies il 16 e 17 febbraio
Le fondiste partiranno per prime alla 36.a edizione
Trasmissione domenicale su RAI Sport per oltre due ore
Vallata imbiancata e anello pronto, iscriversi è conveniente entro il 31 gennaio

Da anni il comitato organizzatore della Gran Fondo Val Casies registra uno sviluppo costante della partecipazione femminile che, se vent’anni fa veleggiava attorno all’8%, oggi è salita al 25%!
Lo testimoniano i dati della prossima edizione della ski-marathon altoatesina, una cavalcata sugli sci da fondo che andrà in scena il 16 e 17 febbraio nella bella vallata di Casies. La percentuale di giovani e meno giovani è rimasta quasi invariata, le “quote rosa” invece cambiano, aumentano, portano una ventata d’aria fresca a tutto il palcoscenico fondistico e per questo, alla 36.a edizione, le donne partiranno in prima fila e in leggero anticipo rispetto ai maschi. Sarà anche un modo per valorizzare maggiormente le atlete dal punto di vista televisivo, con i canali di RAI Sport pronti a trasmettere l’evento per oltre due ore, dalle ore 8.30 alle 9.45 e dalle 13 alle 14.15 di domenica, a cavallo delle gare di Campionato del Mondo di sci alpino e Coppa del Mondo di fondo. Una diretta lunga inedita per la Gran Fondo Val Casies, a riprova di come l’evento che dal 1984 non hai mai subito una cancellazione stia acquistando prestigio stagione dopo stagione.
2 km di pista ad anello sono già a disposizione dei fondisti a Santa Maddalena, e aumenteranno gradualmente seguendo l’impeccabile tabella di marcia dell’esecutivo presieduto da Walter Felderer, oggi risvegliatosi con la pacifica vallata altoatesina completamente imbiancata.
L’affezione non si conquista casualmente e la “tradizione” dello sci di fondo in Alto Adige verrà ripercorsa nei tracciati di 30 o 42 km in tecnica classica il sabato, e 30 o 42 km in tecnica libera la domenica, ricordando il restyling della “MINI Val Casies” e i contest Just for Fun che raccolgono sempre numerosi partecipanti che vogliono semplicemente godersi la Gran Fondo e il paesaggio senza particolari esigenze di classifica, per poi rifocillarsi con le pietanze succulente della manifestazione altoatesina.
Le iscrizioni sono aperte e fino al 31 gennaio avranno le seguenti quote: 58 euro per la tecnica classica, 59 euro per la tecnica libera, 95 euro per entrambe, 47 euro per la Just for Fun e 76 euro per entrambe le prove Just for Fun, mentre chi volesse indossare qualche capo firmato della Gran Fondo Val Casies potrà consultare il sito web alla sezione merchandising.

Per info ed iscrizioni: www.valcasies.com

VAL CASIES “CROSS COUNTRY PARADISE”. GRAN FONDO GARANZIA DI QUALITÀ ORGANIZZATIVA

VAL CASIES “CROSS COUNTRY PARADISE”. GRAN FONDO GARANZIA DI QUALITÀ ORGANIZZATIVA

36.a Gran Fondo Val Casies il 16 e 17 febbraio
Tradizionale riunione del comitato organizzatore altoatesino
Un grazie agli sponsor e ai volontari che s’impegnano a rendere grande l’evento
Iscrizioni a quote super entro il 31 gennaio e gara trasmessa in diretta RAI Sport

Al Centro Sportivo di San Martino di Casies, in provincia di Bolzano, si è svolta la tradizionale riunione del comitato organizzatore della Gran Fondo Val Casies, in programma i prossimi 16 e 17 febbraio.
Erano presenti – oltre a tutti i membri del C.O. – il presidente del comitato Walter Felderer, il sindaco di Monguelfo-Tesido Albin Schwingshackl, il quale ha dichiarato: “Siamo soddisfatti e possiamo annunciare che nel 2020 sarà pronto un sottopasso che eviterà l’attraversamento della strada provinciale” e il sindaco di Valle di Casies, Kurti Taschler: “È sempre una grande soddisfazione essere qui perché l’evento è di grande successo, la Gran Fondo premia tutta la valle”.
Un incontro che è tradizione in vista della celebre competizione che, ininterrottamente, va in scena sulle nevi altoatesine da quasi trentasei edizioni, dal lontano 1984. 64.131 i finisher registrati nell’evento numero 1 in Alto Adige e numero 2 in Italia alle spalle della mitica Marcialonga, merito di un format “garanzia” costituito da 30 o 42 km da percorrere in tecnica classica il sabato, e 30 o 42 km da svilupparsi in tecnica libera la domenica, senza dimenticare una “MINI Val Casies” rinnovata e i contest Just for Fun che permetteranno di respirare un po’ di più e gustarsi il paesaggio “rilassante” della bella vallata altoatesina. Durante la riunione del comitato presieduto da Walter Felderer si è ricordata la partenza alle ore 9 della sfida domenicale, per facilitare la diretta televisiva di Rai Sport. La Gran Fondo Val Casies 2019 è prova prestigiosa firmata dal circuito internazionale Euroloppet e dal nazionale Gran Fondo Master Tour, dove si trova la crème de la crème del fondo italiano. Saranno presenti i consueti traguardi sprint Alperia (Tesido), Hoku ladies a Pichl e Südtirol a Santa Maddalena per quanto riguarda il classico, quindi Sportful (nei pressi del maso Untersinne), Mila a San Martino di Casies e Hotel Quelle a Santa Maddalena per lo skating. La competizione per bambini in collaborazione con la 5V Loipe presieduta da Barbara Felderer – annuncia il comitato – avrà delle modifiche che la renderanno più avvincente e faranno divertire i giovani degli sci stretti, col percorso che si svilupperà verso Santa Maddalena (erta principale del tracciato dei grandi) con differenti lunghezze in base all’età. Il comitato ha elogiato i 440 volontari che ogni anno si prodigano a rendere grande la manifestazione, senza dimenticare la soddisfazione per aver attirato un maggior numero di sponsor, fatto promozione in Scandinavia per conquistare un importante mercato, e i buoni risultati nel merchandising online shop. Rai Sport premierà la Gran Fondo Val Casies anche il prossimo febbraio con circa due ore, un evento che – parola del presidente Felderer – si sta avvicinando sempre più al riconoscimento di Green Event. La Val Casies è un “cross country paradise”, dove gli appassionati di fondo si possono garantire giornate all’insegna del relax, dello sport e della buona cucina, con 3.400 pasti garantiti tra amatori e VIP, con menù prelibato uguale per tutti. Vanno ringraziati gli sponsor che rendono possibile tutto ciò, come Südtirol, Raiffeisen, Hotel Quelle, Hoku, Mila, Forst, Sportful, Alperia e la new entry Enervit che si unirà alla grande famiglia altoatesina. Le temperature lo permettono e i cannoni sono già all’opera per allestire un tracciato unico e impeccabile, il countdown può ora scattare…
Iscrizioni entro il 31 gennaio alle tariffe di 58 euro per la tecnica classica, 59 euro per la tecnica libera, 95 euro per entrambe, 47 euro per la Just for Fun e 76 euro per entrambe le prove Just for Fun.

Per info ed iscrizioni: www.valcasies.com

MOONLIGHT CLASSIC NORDIC CAMP. SCI DI FONDO E CORSA SULL’ALPE DI SIUSI

MOONLIGHT CLASSIC NORDIC CAMP. SCI DI FONDO E CORSA SULL’ALPE DI SIUSI

13.a Moonlight Classic il 23 gennaio in Alto Adige – quote d’iscrizione in scadenza
Moonlight Classic Nordic Camp per vivere lo sci nordico a 360°
Workshop a disposizione dal 20 al 25 gennaio comprensivo di Moonlight Classic
Classifica combinata in abbinamento alla Mezza Maratona Alpe di Siusi del 7 luglio

L’Alpe di Siusi, in altre parole il “regno dello sci nordico”, riserva non solo la tredicesima edizione della Moonlight Classic del 23 gennaio in Alto Adige, bensì un’intera settimana all’insegna dello sci di fondo, il tutto grazie al Moonlight Classic Nordic Camp dal 20 al 25 gennaio in compagnia di Karin Moroder e David Hofer. Come funziona? Tutti gli interessati avranno l’opportunità di partecipare ad una serie di workshop, sessioni d’allenamento ed eventi di sci nordico volti a combinare sport e divertimento, con l’assistenza di un team di allenatori professionisti. Un’iniziativa davvero da non perdere e riservata a vari livelli di dimestichezza sugli sci stretti, principianti ed esperti avranno a disposizione tutto ciò che sognano da tempo, non mancheranno infatti proposte allettanti e, due pomeriggi alla settimana, anche gli sportivi in erba potranno partire alla giocosa scoperta delle piste da fondo sull’Alpe di Siusi. Certamente il contest da non perdere sarà la “Südtirol Moonlight Classic Alpe di Siusi” del 23 gennaio, quando i concorrenti sfileranno lungo un tracciato di 15 o 30 km sotto la luna piena, alla luce delle 1000 fiaccole posizionate lungo gli itinerari di gara a dir poco mozzafiato. Il comitato organizzatore mette al corrente che tutti i workshop possono essere prenotati singolarmente o come pacchetto completo per 6 giorni (da domenica 20 a venerdì 25/01), per 4 giorni (da domenica 20 a mercoledì 23/01) o per 3 giorni (da mercoledì 23 a venerdì 25/01), comprensivi di iscrizione alla Moonlight Classic, le cui quote sono attualmente in scadenza alle cifre di 45 euro per la 30 km e di 40 euro per la 15 km entro il 30 novembre. Le iscrizioni al Moonlight Classic Nordic Camp sono disponibili agli uffici informazioni dell’area vacanze Alpe di Siusi o con il modulo d’iscrizione che verrà compilato e inviato insieme all‘attestato di pagamento della quota d’iscrizione a info@seiseralm.it per i singoli workout di 6, 4 e 3 giorni. Il team di allenatori è di tutto rispetto, Karin Moroder è una ex atleta della squadra nazionale italiana di sci di fondo e ha partecipato a tre edizioni dei Giochi Olimpici invernali, è ora maestra di sci ad Ortisei, mentre David Hofer è anch’egli ex atleta della nazionale italiana di fondo e in carriera ha preso parte a due edizioni dei Giochi Olimpici invernali, è ora allenatore dello Sci Club Gardena e della scuola sportiva ITE Raetia. Dallo sci di fondo alla corsa, con la mitica Combinata Alpe di Siusi Ski & Run tra Moonlight Classic e Mezza Maratona del 7 luglio, stilando una classifica combinata ed eleggendo il re e la regina dell’Alpe di Siusi al termine della corsa lungo i magnifici scenari dell’altopiano per tutte le stagioni.

Per info ed iscrizioni: www.moonlightclassic.info

NEVE SULL’ALPE DI SIUSI E LA SUA MOONLIGHT CLASSIC. 30 NOVEMBRE DEADLINE ISCRIZIONI AGEVOLATE

NEVE SULL’ALPE DI SIUSI E LA SUA MOONLIGHT CLASSIC. 30 NOVEMBRE DEADLINE ISCRIZIONI AGEVOLATE

13.a Moonlight Classic il 23 gennaio in Alto Adige
13 nazioni ad oggi coinvolte con l’aggiunta di Estonia e Polonia
Percorsi di 15 e 30 km in partenza da Compatsch illuminati da 1000 fiaccole
Alpe di Siusi meta turistica idilliaca teatro di curiose leggende

Non c’è gara più spettacolare della Moonlight Classic del 23 gennaio, una passeggiata in notturna sugli sci da fondo capace di regalare emozioni dalla prima all’ultima falcata. La neve sull’Alpe di Siusi è già arrivata, le precipitazioni si stanno facendo via via più consistenti e il comitato organizzatore può piacevolmente constatare l’aggiunta di altre due nazioni alle 11 già presenti, con Estonia e Polonia ad affiancarsi a Italia, Germania, Norvegia, Repubblica Ceca, Canada, Austria, USA, Svizzera, Finlandia, Russia e Svezia.
Gli itinerari di gara di 15 e 30 km si stanno così imbiancando, e 400 fondisti li percorreranno circondati da 1000 fiaccole che – assieme alla luce del caschetto – aiuteranno a rendere più che nitido il tracciato davanti a sé. Chi vorrà tuttavia approfittare delle iscrizioni agevolate in scadenza il 30 novembre non dovrà attendere troppo, esse sono a disposizione ancora per pochi giorni alle cifre di 45 euro per la 30 km e di 40 euro per la 15 km, decisamente un bel regalo di Natale da mettere sotto l’albero.
Moonlight Classic porta a competere anche atleti di prestigio internazionale o provenienti dalla “scuola” della nazionale italiana di fondo, lo scorso anno infatti la competizione di 30 km fu appannaggio del norvegese Magnus Vesterheim sullo specialista delle lunghe distanze che non si è voluto perdere l’appuntamento Stanislav Rezac, mentre al femminile fu un duetto tutto azzurro con Virginia Demartin ad imporsi su Lucia Scardoni. Il tracciato di 15 km vide invece Julian Brunner e Giulia Stuerz protagonisti, quest’ultima davanti ad una leggenda del calibro di Antonella Confortola.
Start e finish line a Compatsch, piccolo centro in provincia di Bolzano, alla volta di una profonda immersione fra le bellezze dell’Alpe di Siusi, anfiteatro dolomitico e terra di leggende e superstizioni che incantano grandi e piccini. Luoghi incontaminati animano curiose storie di streghe che mirano l’orizzonte, con folli raduni prima di sorvolare le montagne in sella alla propria scopa, stregoni forzuti aiutati dall’incanto e dalla magia, nuvoloni minacciosi carichi di tuoni e fulmini pronti spazzar via gli avventurieri. Nient’altro che suggestioni, ma che rendono la zona ancora più magica, dove lo sci di fondo è di casa.
Un’area facilmente raggiungibile in autostrada fino a Bolzano Nord: proseguendo per 20 km fino a Siusi allo Sciliar alla volta della Moonlight Classic, pronta ad accogliere a braccia aperte i propri fondisti per la tredicesima edizione di un evento che illumina la storia e la tradizione dello sci di fondo.

Per info ed iscrizioni: www.moonlightclassic.info

HORN ATTACKE TRA BELLEZZA E FATICA. CIFRE AGEVOLATE ENTRO IL 30 NOVEMBRE

HORN ATTACKE TRA BELLEZZA E FATICA. CIFRE AGEVOLATE ENTRO IL 30 NOVEMBRE

Horn Attacke il 9 marzo in Alto Adige
Da Bolzano al Corno del Renon duathlon di corsa e scialpinismo
Iscrizioni a 40 euro in singolo, staffetta a due a 60 euro, 90 euro per i tre frazionisti
Quarta edizione pronta a stupire anche con tanto divertimento

Ancora pochi giorni per sfruttare l’offerta “prenota presto” del comitato organizzatore della Horn Attacke, di scena sabato 9 marzo con la quarta edizione di un evento che non vuole smettere di stupire. Fino al 30 novembre le quote d’iscrizione alla competizione altoatesina sono infatti scontate, con la prova individuale a disposizione alla cifra di 40 euro, la staffetta composta da due atleti a 60 euro e la staffetta a tre a 90 euro.
Questo particolare duathlon parte da Bolzano per arrivare al mitico Corno del Renon, dal quale la manifestazione prende il nome, affrontando la gara di corsa e poi con gli sci ai piedi nella determinante frazione scialpinistica. Un duathlon atipico insomma, portando a termine un tracciato di 20 km e 2000 metri di dislivello.
Il primo frazionista si metterà alla prova con la primo tratto Bolzano-Soprabolzano, il secondo da Soprabolzano a Pemmern ed il terzo da Pemmern al Corno del Renon. La Horn Attacke richiede una buona preparazione, anche se saranno comunque tre le postazioni ristoro (Soprabolzano, Pemmern in zona cambio e Feltuner Hütte) e la possibilità di gareggiare in staffetta permette ampiamente di rifiatare. Potranno così schierarsi al via staffette maschili, staffette femminili o miste composte da due donne e un uomo o viceversa, ma la sfida è unica anche per chi vorrà partecipare in solitaria. Un duathlon che “fa per tre” percorrendo un itinerario che presenta svariati punti significativi, dedicandosi alla corsa per 13 km e allo scialpinismo per circa 7 km, scattando da Bolzano nei pressi del Mountainspirit – Marmot Shop, salendo verso Santa Maddalena, prima di arrivare a Soprabolzano e proseguire fino a Pemmern toccando Riggermoos e Tann. Dalla stazione a valle della funivia gli atleti si dirigeranno con gli sci ai piedi verso il rifugio Feltuner per poi raggiungere i 2.260 metri del Corno del Renon.
La Horn Attacke è una prova sublime che vede impegnate assieme al comitato organizzatore circa 120 persone, non solo nel corso della gara, poiché di contorno vi sono anche ristori e tanto divertimento sullo sfondo del main event.

Info: www.hornattacke.com

LA “SPEDIZIONE DEI 1000” DELLA GF VAL CASIES. CANNONI ALLINEATI E MANTO INNEVATO IN PREPARAZIONE

LA “SPEDIZIONE DEI 1000” DELLA GF VAL CASIES. CANNONI ALLINEATI E MANTO INNEVATO IN PREPARAZIONE

Gran Fondo Val Casies il 16 e 17 febbraio
30 o 42 km in classico il sabato e in skating la domenica
Il direttore di gara Michel Rainer racconta il percorso – Novità alla “MINI”
Iscrizioni aperte a quote imperdibili entro il 31 gennaio

La Gran Fondo Val Casies del 16 e 17 febbraio ha raggiunto quota 1.000 partecipanti, ma le iscrizioni online proseguono e il numero di pettorali totali potrà arrivare fino ad un massimo di 2.500. Al sito web della manifestazione altoatesina ci si potrà iscrivere entro il 31 gennaio alle tariffe di 58 euro per la tecnica classica, 59 euro per la tecnica libera, 95 euro per entrambe, 47 euro per la Just for Fun e 76 euro per entrambe le prove Just for Fun, un sito che ora presenta anche la brochure 2019 dove gli appassionati potranno gustarsi tutte le novità del prossimo anno. 35 edizioni e nessun annullamento, un record assoluto “garantito” dalla produzione di neve artificiale che inizia proprio dal mese di novembre, ed un vortice di emozioni sia per quanto riguarda l’aspetto tecnico sia quello …gastronomico, ma anche rivolto ai bambini della “MINI Val Casies” che il prossimo anno giungeranno nella zona d’arrivo dei grandi della Gran Fondo (novità assoluta), e ai neofiti del fondo che potranno sbizzarrirsi nelle prove “Just for Fun”, magari nelle distanze consigliate di 30 km in classico e skating. In Val Casies è tutto pronto per iniziare ad innevare le piste, i cannoni sono allineati e l’irrigidirsi delle temperature ha dato il via alle operazioni. La gara offre a tutti gli appassionati e ai campioni degli sci stretti 30 o 42 km da percorrere in tecnica classica il sabato, e 30 o 42 km da svilupparsi in tecnica libera la domenica. Il direttore di gara è Michel Rainer, da anni in cabina di regia dell’apprezzata competizione, e ci spiega le dinamiche del percorso: “Il 30 km è alla portata di tutti, anche per gli appassionati del passo classico del sabato che si vogliono cimentare con la tecnica dei campioni, nel lungo la salita di Santa Maddalena è più impegnativa dal punto di vista tecnico e si deve “sciolinare”. Per quanto riguarda lo skating invece? “I 42 km in tecnica libera arrivano in cima a Santa Maddalena, da sempre il punto clou dove si fa selezione, solo in qualche annata gli skimen sono riusciti ad incidere e gli sci hanno fatto la differenza, la salita è veramente tosta e non ti dà respiro”. Come ci si prepara? “Ci vuole una grande mole di lavoro, saper alimentarsi bene perché se finisce la benzina e calano gli zuccheri nel 42 km è difficile, prima e durante la gara bisogna avere il giusto apporto energetico altrimenti si rischia negli ultimi due km di arrivare a corto di energie”. Per quale motivo un fondista dovrebbe scegliere la Gran Fondo Val Casies? “Perché il percorso è molto appetibile, interessante e bello in quanto si percorre una vallata intera e molto varia, lo spettacolo in cima a Santa Maddalena è impagabile e regala un panorama mozzafiato, inoltre quello che ci contraddistingue è anche il piatto a cinque stelle nel post gara, che non ha nessuno. Dall’amatore agli ospiti nell’area VIP, tutti hanno il medesimo menù e possono assaggiare prelibatezze uniche”.
Info ed iscrizioni: www.valcasies.com

MOONLIGHT CLASSIC A FIRMA ALPE DI SIUSI. LA NOTTURNA DEL FONDO CONQUISTA 11 NAZIONI

MOONLIGHT CLASSIC A FIRMA ALPE DI SIUSI. LA NOTTURNA DEL FONDO CONQUISTA 11 NAZIONI

13.a Moonlight Classic il 23 gennaio in Alto Adige
Ottimi riscontri dopo l’apertura iscrizioni (numero chiuso 400 atleti)
A Compatsch già nevica – obiettivo finale dei percorsi di 30 e 15 km
Alpe di Siusi meta turistica di straordinaria bellezza

La tredicesima edizione della Moonlight Classic, gara notturna altoatesina sugli sci stretti, promette spettacolo, e a voler far parte dell’evento del 23 gennaio sull’Alpe di Siusi ci sono già atleti provenienti da 11 nazioni (Italia, Germania, Norvegia, Repubblica Ceca, Canada, Austria, USA, Svizzera, Finlandia, Russia e Svezia), i quali hanno approfittato dell’apertura iscrizioni dopo il “via” lanciato dal comitato.
I percorsi di 15 e 30 km illuminati da 1000 fiaccole verranno presi d’assalto dai fondisti (numero chiuso 400 concorrenti) i quali inizieranno e concluderanno l’epica cavalcata a Compatsch, in provincia di Bolzano, dove sta già nevicando. L’altopiano dell’Alpe di Siusi farà il resto, regalando una vista impareggiabile sul Sass de Putia (2.873 m), il Gruppo delle Odle e del Puez (3.025 m), il Gran Cir, il Gruppo del Sella (3.152 m), il Sassolungo e il Sassopiatto (2.995 m), la Marmolada (3.343 m), le Pale di San Martino, le Torri del Vajolet, il Gruppo del Catinaccio con la cima del Catinaccio d’Antermoia (3.002 m) e lo Sciliar, in una vera e propria “immersione dolomitica”, patrimonio UNESCO.
Fino al 30 novembre le tariffe di partecipazione saranno di 45 euro per la 30 km e di 40 euro per la 15 km, ancora un mese dunque per sfruttare le quote agevolate prima della maggiorazione di dicembre. Il comitato organizzatore della Moonlight Classic sostiene ed aiuta anche le giovani leve, donando due euro per ogni iscrizione, poi raddoppiati da uno degli sponsor, all’Assisport Alto Adige a sostegno dei giovani in ambito sportivo.
L’Alpe di Siusi è meta prediletta per gli appassionati di sport invernali fin dai primi decenni del Novecento, con l’apertura – nel 1934 – della funivia Ortisei-Alpe di Siusi a rappresentare una svolta considerevole visto che l’altopiano in precedenza era raggiungibile solamente a piedi. L’escalation di turisti fu diretta conseguenza, e nel gennaio 1938 venne inaugurato il primo impianto sciistico: una slittovia. Il numero di impianti crebbe notevolmente nel secondo dopoguerra, con la slittovia rimodernata e sostituita da una seggiovia monoposto. Il rinnovamento fu costante e continuo ed entro la fine degli anni Sessanta assunse le dimensioni attuali, ma l’evoluzione prosegue ancor oggi in modo tale da garantire il massimo ad ogni viaggiatore che si reca sull’Alpe di Siusi per vivere un’esperienza indimenticabile.
Lo sci di fondo fa parte del ricco ventaglio di proposte sportive sull’Alpe, con gli atleti della Moonlight Classic a gustarsi un’atmosfera unica in una delle zone più suggestive del pianeta.

Per info ed iscrizioni: www.moonlightclassic.info

ÖTZI ALPIN MARATHON: EMOZIONI SENZA FINE. TRACCIATO CHE SA DI STORIA IN VAL SENALES

ÖTZI ALPIN MARATHON: EMOZIONI SENZA FINE. TRACCIATO CHE SA DI STORIA IN VAL SENALES

16.a Ötzi Alpin Marathon il 27 aprile 2019 – 1° dicembre apertura iscrizioni
Da Naturno al ghiacciaio della Val Senales, in Alto Adige
24.2 km in MTB, 11.3 km di corsa e 6.7 km di skialp: totale 42.2 km e 3266 m di dislivello
Percorso mozzafiato ed impegnativo in onore della Mummia del Similaun

Nel 1991, di questi tempi, in un ghiacciaio della Val Senales veniva scoperto il corpo mummificato di un uomo vissuto oltre 5.000 anni fa. Da quel momento analisi e studi hanno cercato di scoprire chi fosse e come viveva Ötzi. Corpo ricco di tatuaggi (circa 50, tanto da ispirare l’attore Brad Pitt a tatuarsi una sagoma di Ötzi), stile di vita decisamente non sedentario, la Mummia del Similaun è divenuta nel tempo assai celebre, tanto da essere “impegnata” anche in una sfida di triathlon atipico, quello che ogni anno vede gli indomiti dello sport ‘estremo’ cimentarsi nella Ötzi Alpin Marathon, sedicesima edizione da Naturno al ghiacciaio della Val Senales in Alto Adige, il 27 aprile 2019. Gli atleti dovranno arrivare proprio nel luogo del ritrovamento, percorrendo in singolo o in staffetta (anche mista) le frazioni di mountain bike, corsa e scialpinismo, per un totale di 42.2 chilometri e 3266 metri di dislivello suddivisi in 24.2 km in MTB, 11.3 km di podismo e 6.7 km di skialp. Di corporatura snella e scattante, Ötzi sembra rappresentare l’identikit perfetto di un partecipante “medio” della manifestazione organizzata dal preparato ed efficiente comitato organizzatore di ASD Senales, un’impresa non da tutti. In attesa dell’apertura iscrizioni (1° dicembre), i triatleti possono prepararsi leggendo la descrizione del tracciato, direzionandosi con il pensiero verso il Monte Sole dopo lo start da Naturno, pendenze considerevoli fino a Maso Patleid lungo un tratto tecnico in off road per 2 km, raggiungendo i masi Innerunterstell e Hof Am Wasser della Val Senales, salendo verso località Madonna dove si scenderà dalla bicicletta per affrontare il tratto di corsa. E via scalpitanti nel cuore del bosco fin sui 1700 metri della diga del lago di Vernago, sfilando sul ponte tibetano e all’“Ötzi Rope Parc”, raggiungendo Maso Untergerstgras e il ponte che attraversa il torrente di Maso Corto, punto clou dove gli adepti di “Ötzi” possono inforcare gli sci puntando decisi verso la vetta del ghiacciaio. Gli ultimi due chilometri lasceranno senza fiato, ma i concorrenti della Ötzi Alpin Marathon sono scaltri e preparati, proprio come la mitica “sagoma” che da decenni fa sbizzarrire scienziati e curiosi di tutto il mondo.
Info: www.oetzi-alpin-marathon.com e info@oetzi-alpin-marathon.com

“GREEN EVENT” PER ECCELLENZA SULL’ALPE DI SIUSI. LA MEZZA MARATONA APRE LE ISCRIZIONI

“GREEN EVENT” PER ECCELLENZA SULL’ALPE DI SIUSI. LA MEZZA MARATONA APRE LE ISCRIZIONI

7.a Mezza Maratona Alpe di Siusi il 7 luglio a Compatsch, in Alto Adige
Iscrizioni aperte – numero chiuso fissato a 700 concorrenti
Partecipazioni alla cifra di 40 euro entro il 23 giugno 2019
“Ski & Run” in abbinamento alla Moonlight Classic del 23 gennaio

Se la Moonlight Classic illumina le notti d’inverno con le sue fiaccolate, il 7 luglio a regalare una corsa unica sull’altopiano più grande d’Europa ci penserà la Mezza Maratona Alpe di Siusi, giunta alla settima edizione.
Le iscrizioni per partecipare all’evento altoatesino sono finalmente aperte e gli appassionati del podismo in altitudine potranno assicurarsi un pettorale in vista della “maratonina”, lungo un percorso di 21.097 km e 601 metri di dislivello. Anche in questo caso la località di Compatsch si presta magnificamente all’evento, nel cuore delle Dolomiti Patrimonio UNESCO per un’esperienza unica e spettacolare. Sull’Alpe di Siusi lo sport è in armonia con la natura grazie a raccolta differenziata, riduzione dei rifiuti, utilizzo di mezzi di trasporto ecologici, distribuzione di cibo locale e biologico, responsabilità sociale e uso accurato di energia ed acqua, contest recentemente certificato “GreenEvent” dalla Provincia Autonoma di Bolzano, senza contare i riconoscimenti ai “Green Events Austria Gala” nel 2014 e 2015 a Vienna e nel 2017 a Salisburgo, un riconoscimento speciale per la categoria “eventi sportivi che hanno saputo distinguersi per i criteri ecosostenibili nella programmazione e nell’organizzazione”. Tanti applausi e lauti premi, ma sarà bene affrettarsi, la Mezza Maratona Alpe di Siusi è prova spettacolare ed avvincente ma “seleziona” i propri concorrenti al numero chiuso di 700, con le iscrizioni a 40 euro entro il 23 giugno 2019 (45 euro dal 24 giugno).
L’Alpe di Siusi coccola i propri atleti e anche nella prossima stagione propone la combinata tra Moonlight Classic e “Maratonina”. Sci di fondo e corsa non sono discipline poi così distanti, e podisti e fondisti potranno entrare in una speciale graduatoria che sommerà i tempi delle due competizioni, 15 o 30 km in notturna sugli sci da fondo (23 gennaio) e 21 km di corsa. Il leitmotiv è lo stesso: l’Alpe di Siusi, una zona troppo bella per essere solo raccontata a parole e che va vissuta appieno, a cominciare dalle due classiche dello sport in Alto Adige, sull’altopiano “per tutte le stagioni”.

Per info ed iscrizioni: running.seiseralm.it