Tag: alpe cimbra

WEEKEND DI MTB SULL’ALPE CIMBRA. 100 KM DEI FORTI… #RESTARTTHEPASSION

WEEKEND DI MTB SULL’ALPE CIMBRA. 100 KM DEI FORTI… #RESTARTTHEPASSION

Lo spettacolo mtb della 25.a ‘100 Km dei Forti’ dei prossimi 19 e 20 giugno si avvicina
Impegno del comitato organizzatore con il supporto di DAO Conad, Cassa Rurale Vallagarina e Van Loon
Nuovo percorso Nosellari Bike di 33,7 km e 966 metri di dislivello, un anello di 15 km da ripetere due volte
Iscrizioni ancora aperte alla ‘Nosellari Bike’ e ‘100 Km dei Forti’, ma anche al ‘1000Grobbe Bike Challenge’

Si viaggia veloci verso il fine settimana della 25.a ‘100 Km dei Forti’, in programma il 19 e 20 giugno prossimi nella splendida cornice della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri. Un vero e proprio spettacolo per gli amanti della mountain bike che ogni anno raccoglie consensi e adesioni da tutto il mondo ciclistico, frutto del grande impegno offerto dal comitato organizzatore supportato dal Comune di Lavarone e dall’APT Alpe Cimbra, con la collaborazione di DAO Conad, Cassa Rurale Vallagarina e Van Loon. Successo che va riconosciuto anche ai 400 volontari che ogni anno accendono il motore della ‘100 Km dei Forti’ e lo fanno girare al meglio grazie alla loro passione e volontà.
Il programma di gare si aprirà sabato 19 con la Nosellari Bike e il suo percorso rivisitato: 33,7 km di puro divertimento con un anello di 15 km da completare due volte e 966 metri di dislivello da scalare. La partenza sarà allestita nella frazione di Nosellari, mentre l’arrivo a Lavarone Gionghi, con il tracciato che costeggerà il Lago di Lavarone per ben tre volte, l’ultima delle quali a pochi chilometri dal traguardo finale. Domenica 20 invece, sarà la ‘100 Km dei Forti’ ad animare la giornata ciclistica sull’Alpe Cimbra con i suoi due percorsi, ‘Marathon’ e ‘Classic’, adatti a ogni tipo di atleta e appassionato. Per entrambi gli itinerari si partirà da Parco Palù per arrivare a Lavarone Gionghi, per un viaggio storico e culturale che in una gara granfondistica raramente si è potuto ammirare. La ‘Marathon’ prevede 94,5 km e 2.398 metri di dislivello positivo, una sfida per cuori forti e gambe allenate, mentre la ‘Classic’ sarà leggermente più soft con i suoi 50 km e 1.199 metri di dislivello che permetteranno anche ai meno allenati di partecipare al mitico appuntamento attraverso i Forti della Grande Guerra.
Infine, per gli amanti delle corse a tappe ci sarà il ‘1000Grobbe Bike Challenge’, un format unico che permetterà ai partecipanti di Nosellari Bike e del percorso ‘Classic’ di domenica di ambire alla classifica dedicata, originata dalla somma dei tempi delle due competizioni.
La due giorni sull’Alpe Cimbra sta per entrare nel vivo, con le iscrizioni ancora aperte e che fino a venerdì 11 giugno vedranno le quote di partecipazione a 35 euro per la ‘Nosellari Bike’, a 40 euro per la ‘100 Km dei Forti’ sia ‘Marathon’ che ‘Classic’ e a 50 euro per il ‘1000Grobbe Bike Challenge’. Si viaggia verso quota 1000 iscritti e sull’Altopiano di Lavarone è quasi tutto pronto per un weekend il cui motto sarà… #RestartThePassion.

Info: www.100kmdeiforti.it

L’ALPE CIMBRA VA A TUTTA… MTB. LA ‘100 KM DEI FORTI’ CAMBIA FORMATO

L’ALPE CIMBRA VA A TUTTA… MTB. LA ‘100 KM DEI FORTI’ CAMBIA FORMATO

Due giorni e non più tre, 19 e 20 giugno 2021 sull’Alpe Cimbra con Nosellari Bike e 100 Km dei Forti
A completare il quadro agonistico ci penserà il 1000Grobbe Bike Challenge con l’unione delle due gare
Domenica percorsi Marathon di 94,5 km e dislivello di 2.398 metri e Classic di 50 km e 1.199 m/dsl
Iscrizioni ancora aperte, fino all’ultimo sarà possibile cogliere l’occasione di prendere il via alle gare

La 25.a edizione della 100 Km dei Forti si rifà il look e cambia programma per il suo consueto weekend di gare nella Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri. Quest’anno saranno due giorni e non più tre, 19 e 20 giugno 2021, ma con lo stesso spirito e la stessa voglia di esserci delle passate edizioni.
L’antipasto dell’appuntamento trentino sarà offerto sabato 19 dalla Nosellari Bike, con partenza dall’omonima frazione del comune di Folgaria e arrivo a Lavarone Gionghi, dopo aver attraversato alcuni dei luoghi più suggestivi dell’Alpe Cimbra. Domenica 20, invece, sarà tempo della vera e propria 100 Km dei Forti con i due percorsi ad accompagnare i bikers attraverso i luoghi che hanno fatto la storia della Grande Guerra. I più audaci punteranno il tracciato ‘marathon’ che con i suoi 94 km e 2.398 metri di dislivello metterà alla prova non solo le gambe, ma anche il cuore degli atleti più forti della sezione ‘granfondo’, mentre per chi preferisce tracciati più ‘light’ ci sarà la versione ‘classic’ di 50 km e 1.199 metri di dislivello. Entrambi i percorsi partiranno da Parco Palù e arriveranno a Lavarone Gionghi dopo un lungo peregrinare attraverso i forti che hanno segnato la storia della Prima Guerra Mondiale. Una suggestiva ‘passeggiata’ nella storia che toccherà Forte Belvedere, antica fortezza costruita a picco sulla Val d’Astico per permettere il controllo sull’ex confine austro-ungarico, Forte Cherle, Forte Sommo Alto e Forte Dosso delle Somme, oltre all’ex Ospedale militare e l’ex Comando austro-ungarico.
A completare il quadro agonistico ci sarà il 1000Grobbe Bike Challenge che, in questa stagione, premierà i migliori protagonisti delle due giornate di gara. Non mancheranno di certo i più forti della specialità, così come non sono mancati nelle passate edizioni: sono ancora negli occhi degli appassionati le sfide tra i plurivincitori della manifestazione quali Leonardo Paez (6 vittorie) e Juri Ragnoli (4) su tutti, fino ad arrivare a Mauro Bettin (4) e l’attuale CT della nazionale italiana di mtb Mirko Celestino. Il grande spettacolo sull’Alpe Cimbra sta prendendo forma e, per chi non ha ancora prenotato un pettorale, nessun problema: le iscrizioni sono ancora aperte e le tariffe non cambiano, con la quota di partecipazione fissata a 50 euro per il ‘1000Grobbe Bike Challenge’ fino all’11 giugno, mentre per la ‘100 Km dei Forti’ si dovranno versare 40 euro e per la ‘Nosellari Bike’ 35 euro, sempre con scadenza all’11 giugno.
Infine, la ciliegina sulla torta per l’Altopiano di Lavarone sarà portato dal Campionato Italiano XCE del prossimo 11 settembre, seguito a ruota dalla Coppa Italia Giovanile XCO del 12 settembre.
Info: www.100kmdeiforti.it

15° GRAN FONDO MASTER TOUR. ALL’ALPE CIMBRA IL VERDETTO DEI MIGLIORI

15° GRAN FONDO MASTER TOUR. ALL’ALPE CIMBRA IL VERDETTO DEI MIGLIORI

Le più importanti ski-marathon d’Italia racchiuse in un circuito
Celebrati i migliori di categoria sull’Alpe Cimbra, in Trentino
Marta Gentile superlativa per tutta la durata della stagione tra le donne
Applausi a Brunner (U1), Doriguzzi (U2), Crestani (U3), Messina (U4) e Mich (U5)

Un’altra stagione sugli sci da fondo con il Gran Fondo Master Tour è trascorsa, una quindicesima edizione andata in archivio fra prove entusiasmanti, tra le quali la Marcialonga in Trentino e la Gran Fondo Val Casies in Alto Adige tra le più rappresentative e partecipate, e una buona affluenza nonostante le problematiche legate alla mancanza di neve. Lo scorso weekend a Malga Millegrobbe sulla trentina Alpe Cimbra, in uno scenario montano da favola e in una giornata con temperature decisamente primaverili, sono andate in scena le premiazioni finali dei vincitori del Gran Fondo Master Tour 2019. Tutti presenti gli atleti “da podio”, a dimostrazione dell’affezione dei fondisti nei confronti del challenge nostrano. Premiati anche i 10 atleti che hanno portato a termine tutte le 6 granfondo in calendario fatto salvo le due prove purtroppo annullate, ovvero la Pustertaler ad inizio gennaio e la Millegrobbe prevista proprio nel weekend di premiazione. Nonostante le difficoltà organizzative e lo scarso innevamento di una stagione che ha fatto fatica a partire e conclusasi presto, il challenge ha visto le note più positive nella nuova formula dei punteggi, in stile Coppa del Mondo, che… “a detta dei diretti interessati ha decretato i migliori di stagione anche nella ripartizione con le nuove categorie e con l’inserimento della prova sul chilometraggio più corto prevista dai singoli comitati”, afferma il deus ex machina del challenge Andrea Buttaboni. L’atleta del Team Futura Julian Brunner si è aggiudicato la categoria Uomini 1 (2002-1983) grazie ad un importante finale di stagione che gli ha permesso di ottenere il massimo del punteggio tra Val Ridanna e Base Tuono. A soli tre punti dall’altoatesino il bravo Marco Recchioni ci riproverà nella prossima stagione, mentre sul gradino più basso del podio troviamo Lorenzo Busin. La giovane Marta Gentile al femminile è stata letteralmente imprendibile, hanno dovuto soccomberle Paola Leonardi ed Anna Tasin. Tra gli Uomini 2 (1982-1972) è stata premiata la continuità di Marzio Doriguzzi, nettamente davanti – dopo un sontuoso rush finale – a Damiano Bettega e Francesco Costantini. Uomini 3 (1971-1964) la categoria più avvincente, dove Marco Crestani l’ha spuntata di un solo punto su Marco Mosconi, più staccato Alessandro Betta. Un quartetto si è invece ‘giocato la stagione’ tra gli Uomini 4 (1963-1958), Luca Messina ha dovuto sfoderare tutte le proprie doti di fondista per poter primeggiare su Mariano Covi e Umberto De Martin Pinter (giunti a pari merito), e Adriano Zeni, quarto anch’egli dopo un’ottima stagione. Gli Uomini 5 infine sono i più esperti, ma anche i più battaglieri, e a ritirare il primo premio sull’Alpe Cimbra ci ha pensato lo strabiliante Francesco Mich del Team Futura, ‘quasi perfetto’ in ogni prova del Gran Fondo Master Tour. Complimenti anche al secondo e terzo classificato, rispettivamente Luciano Gianmoena e Roberto Sommavilla. “Altre novità seguiranno con aggiornamenti durante la primavera e l’estate, perché chi vive il fondo sa che non ci si può cullare troppo sui risultati ottenuti. Questo è uno sport endurance di grande sacrificio e preparazione fisica e mentale, che alla fine ti ripaga per la bellezza di una natura vissuta in inverno senza eguali e per la condivisione nella fatica tra persone genuine e sincere, che fanno della parola sport il loro unico e vero mantra…”, conclude Buttaboni. Nel frattempo, a tutti gli amanti della natura, degli scenari montani e della fatica, buon riposo (meritato)!

Info: www.mastertour.org

MILLEGROBBE 3.0: SCI DI FONDO ALLO ZENIT. ALPE CIMBRA IMBIANCATA E QUOTE SUPER

MILLEGROBBE 3.0: SCI DI FONDO ALLO ZENIT. ALPE CIMBRA IMBIANCATA E QUOTE SUPER

Millegrobbe 3.0 sull’Alpe Cimbra il 23 e 24 marzo

Tecnica libera di 10 km in notturna e classica in diurna lungo 30 km

Percorso in fase di completamento per l’ultima tappa Gran Fondo Master Tour

Iscrizioni (anche per una singola prova) in scadenza il 28 febbraio

Che bella l’Alpe Cimbra imbiancata! Il Team Futura White Fox e lo Sci Club Millegrobbe sono alle prese con l’allestimento della pista in vista della Millegrobbe 3.0, una delle ultime granfondo della stagione agonistica, prevista nelle giornate del 23 e 24 marzo in Trentino.

Come spesso accade i migliori avvenimenti si fanno attendere, e tra poco più di un mese i fondisti potranno sfrecciare sul manto innevato di una delle prove più sentite, anche e soprattutto per il format di gara, unico ed avvincente. Sull’Alpe Cimbra le neve di certo non manca, ma il comitato organizzatore sta aspettando altri fiocchi innevati per ultimare gli ultimi collegamenti di un tracciato situato all’interno di uno scenario immacolato. Importante sarà anche un calo delle temperature in modo da compattare il tutto, mettendo così a disposizione dei fondisti che competeranno nell’ultima prova del challenge Gran Fondo Master Tour una gara eccellente in versione ‘double face’, sia in notturna che in diurna.

La 35.a edizione della Millegrobbe 3.0 verrà proposta infatti sia in tecnica libera che classica, con la sfida serale di sabato 23 marzo a svilupparsi in tecnica libera Mass Start, velocissima poiché di soli 10 chilometri, una bella sgambata in notturna prima dell’appuntamento clou. Nella giornata successiva si replicherà e saranno 30 i chilometri da percorrere in tecnica classica, ricordando che è possibile partecipare anche ad una singola prova, partendo ed arrivando al Centro Fondo Millegrobbe sull’Altopiano Cimbro di Lavarone e Luserna. Lo sci di fondo vedrà il proprio zenit in quest’area del Trentino, dove la fatica viene accompagnata dalle tipicità locali e dagli eventi di contorno. La Millegrobbe 3.0 celebra la 35.a edizione di un contest fondistico che ha molto da raccontare, d’altronde 35 anni sono frutto di programmazione e se la manifestazione continua a far divertire gli atleti anche oggi il merito è da condividere con Comune di Lavarone, APT di Folgaria, Lavarone e Luserna e gestori della Malga Millegrobbe/Centro Fondo Millegrobbe; la Millegrobbe 3.0 è importante per tutta la comunità cimbra, anche per quella che non calza gli sci stretti.

Le iscrizioni sono aperte a 25 euro per la gara singola o a 40 euro per entrambe le prove, il tutto da saldarsi entro il 28 febbraio.

Info: www.millegrobbe.ski  

MILLEGROBBE 3.0 DA NON PERDERE. ALPE CIMBRA PRONTA AD OSPITARE I FONDISTI

MILLEGROBBE 3.0 DA NON PERDERE. ALPE CIMBRA PRONTA AD OSPITARE I FONDISTI

Millegrobbe 3.0 sul trentino Altopiano Cimbro il 23 e 24 marzo
Tecnica libera di 10 km in notturna e classica in diurna sui 30 km
Il Centro Fondo Malga Millegrobbe sta per aprire i battenti
Team Futura White Fox in collaborazione con lo Sci Club Millegrobbe

La Millegrobbe 3.0 è in buone mani e il 23 e 24 marzo sull’Alpe Cimbra avrà un tracciato con i fiocchi che farà appassionare i fondisti, sia in versione notturna che diurna: “Al momento stiamo aspettando l’abbassamento delle temperature per la produzione di neve artificiale”, afferma il responsabile del Centro Fondo Malga Millegrobbe, Massimo Osele, ed entro sabato 15 dicembre verrà probabilmente realizzato un anello di 2 km per far iniziare a scaldare i motori a tutti gli appassionati dello sci di fondo sull’Alpe Cimbra.
Il Centro Fondo è immerso in una cornice naturale di rara bellezza, e presenta 18 km facilmente percorribili da Passo Vezzena e 21 km più tosti da Malga Millegrobbe, un punto di contatto tra gli altipiani veneti e quelli trentini della comunità cimbra nonché sede, appunto, di una delle granfondo più celebri a livello internazionale. L’altopiano basa buona parte della propria economia sul turismo sportivo e lo scenario è suggestivo, fra boschi di abeti e spazi aperti che fanno respirare a fondo l’atmosfera generata dalla commistione tra montagna e natura. L’innevamento programmato permette la preparazione dell’anello di 5 km, mentre due percorsi di 4 e 8 km sono predisposti alla pratica del nordic walking e delle ciaspole.
Le specialità da affinare in occasione della Millegrobbe 3.0 saranno due, tecnica libera e classica, prima di presentarsi più carichi che mai alla 35.a edizione organizzata dal Team Futura White Fox in collaborazione con lo Sci Club Millegrobbe. Sabato sera 23 marzo ci si dedicherà alla tecnica libera sulla distanza di 10 km con partenza mass start, domenica 24 marzo alla tecnica classica, sempre con partenza mass start lungo 30 km. È possibile partecipare anche ad una singola prova, partendo ed arrivando al Centro Fondo Millegrobbe sull’Altopiano Cimbro di Lavarone e Luserna. Due tappe ad esaltare le tecniche dello sci di fondo in fasi diverse della giornata, un programma succoso arricchito anche dagli eventi di contorno. Millegrobbe 3.0 è anche appuntamento finale del Mastertour 2019 e in occasione delle premiazioni si celebreranno sia i protagonisti dell’evento sia quelli del challenge. Appuntamenti da non perdere sull’Alpe Cimbra.

Info: www.millegrobbe.ski

IL CUORE CIMBRO BATTE PER LA MTB

IL CUORE CIMBRO BATTE PER LA MTB

PRENDE VITA IL CHALLENGE DEI “FORTI”

23ᵃ 100 Km dei Forti – 1000Grobbe Bike Challenge dall’8 al 10 giugno
Lavarone Bike e Nosellari Bike anticiperanno i percorsi classic e marathon
Trentino MTB fra le fortificazioni cimbre della Grande Guerra
Iscrizioni aperte a tariffe super convenienti

Tre giorni sulle ruote grasse per assaporare l’essenza di Trentino MTB e del 23° contest 100 Km dei Forti – 1000Grobbe Bike Challenge, dall’8 al 10 giugno fra le fortificazioni della Grande Guerra e gli sterrati dell’Alpe Cimbra fra Folgaria, Lavarone e Lusérn (TN). Tracciati spettacolari capaci di attirare l’atleta pro come l’appassionato, a partire dalla Lavarone Bike prevista per l’8 giugno, i cui punti salienti saranno i pascoli e le baite del Monte Tablat, l’impegnativa discesa verso Masi di Sotto e lo spettacolare Lago di Lavarone, con alcuni tratti misti a condurre verso il traguardo dopo aver completato 29.8 km e 454 metri di dislivello.
La Nosellari Bike della giornata successiva non sarà da meno e permetterà ai bikers di mettere in mostra tutte le proprie abilità, partendo questa volta dalla località di Nosellari e sfilando verso il Lago di Lavarone, impennando verso il Monte Cucco, punto più elevato dell’itinerario di gara, fra strade forestali e boschi sino all’ex Comando Austriaco, raggiungendo il Monte Rust e scendendo nuovamente verso Nosellari al termine di 41.5 km e 1003 metri di dislivello.
Non c’è due senza tre, anzi quattro, perché domenica 10 giugno i percorsi classic e marathon della 100 Km dei Forti, rispettivamente di 50 e 100 km e con dislivelli di 1348 e 2964 metri – e valevoli come prove di Trentino MTB – non si dovranno perdere per nulla al mondo. Il Parco Palù di Lavarone Cappella darà il là alla contesa, assaporando l’atmosfera suscitata dai ruderi di quelli che furono i “templi” della Grande Guerra: Forte Busa Verle, Forte Campo e Forte Belvedere per l’itinerario classic, che si fermerà poi al traguardo di Gionghi, mentre il marathon proseguirà in direzione Forte Cherle, Forte Sommo Alto, Forte Dosso delle Somme, e in altri 5 km circa di saliscendi arriverà al traguardo raggiunto in precedenza dai concorrenti classic. Le prime due sfide sommate al percorso più breve della 100 Km dei Forti completeranno il 1000Grobbe Bike Challenge, ricordando le quote di gara di 40 euro per le tre prove del mini-circuito, di 30 euro per i percorsi classic o marathon, e di 25 euro per Lavarone Bike e Nosellari Bike.
L’Alpe Cimbra è un must per i bikers.
Info: www.100kmdeiforti.it

ALPE CIMBRA REGNO DELLA MOUNTAIN BIKE

ALPE CIMBRA REGNO DELLA MOUNTAIN BIKE

100 KM DEI FORTI “RIPASSO DI STORIA”

23ᵃ 100 Km dei Forti – 1000Grobbe Bike Challenge dall’8 al 10 giugno
50 e 100 km terzo appuntamento di Trentino MTB
8 e 9 giugno anche Lavarone Bike e Nosellari Bike
Iscrizioni aperte sia per partecipare al challenge che alle singole gare

Il contest 100 Km dei Forti – 1000Grobbe Bike Challenge dell’8, 9 e 10 giugno sull’Alpe Cimbra (TN) è una apoteosi ciclistica con i fiocchi, una prova d’agonismo eccelso, cento chilometri di impennate e declivi a perdifiato fra strade forestali e sentieri fra le fortificazioni belliche della Grande Guerra.
Un percorso che è pane per i denti dei bikers di Trentino MTB, circuito che oltre a questo appuntamento comprende altre sei tappe, un itinerario impegnativo e spettacolare, tra i più suggestivi dell’intero circuito dedicato all’espressione degli atleti sulle ruote grasse. 100 Km di emozioni faranno scorgere panorami mozzafiato e respirare aria pulita immersi nella natura montana, lungo scenari che rappresentano anche un ripasso di storia.
Faticose pedalate ripagate una dopo l’altra dai paesaggi della manifestazione, l’Alpe Cimbra tra Lavarone, Folgaria e Lusern è considerata per antonomasia il regno delle mountain bike.
Un contest per tutti, perché non vi è solamente l’itinerario di gara di 100 km quale prova più ambita, ma anche un percorso classic di 50 km che, in compagnia di Lavarone Bike e Nosellari Bike delle giornate precedenti, farà vivere a tutti gli appassionati un trittico assolutamente da non perdere. Queste ultime tre prove costituiranno i tasselli per completare l’ardito 1000Grobbe Bike Challenge il quale, assieme alla 23.a edizione della 100 Km dei Forti, rappresenta una delle grandi classiche dello stivale in MTB.
Fino al 30 aprile le quote per iscriversi al 1000Grobbe Bike Challenge sono di 40 euro, alla 100 Km dei Forti nei percorsi marathon o classic di 30 euro, mentre ammontano a 25 euro per la Lavarone Bike e la Nosellari Bike, con la prima a svilupparsi venerdì 8 giugno e la seconda sabato 9 giugno.
I concorrenti potranno così affrontare in successione nelle tre giornate 30 km circa, poco più di 40 km, 50 o 100 km, una scelta ampissima in un evento che non ammette scuse di sorta: partecipando ai contest proposti dallo Sci Club Millegrobbe ci si regalerà un weekend indimenticabile in compagnia della propria passione, mentre i bikers di Trentino MTB sanno già cosa aspettarsi: una sfida unica e punti fondamentali ai fini del proseguimento nel challenge.

1000GROBBE BIKE CHALLENGE L’8, 9 E 10 GIUGNO

1000GROBBE BIKE CHALLENGE L’8, 9 E 10 GIUGNO

TORNA LA 100 KM DEI FORTI MUST PER PEDALATORI

23ᵃ 100 Km dei Forti – 1000Grobbe Bike Challenge
8, 9 e 10 giugno tra Lavarone Bike, Nosellari Bike, 50 e 100 Km dei Forti
Bikers protagonisti tra Lavarone (TN) e le fortificazioni belliche della Grande Guerra
Campioni in carica Paez e Sosna (100 Km dei Forti), Dal Grande e Tresoldi (1000Grobbe)

L’apoteosi sulle ruote grasse del contest 100 Km dei Forti – 1000Grobbe Bike Challenge riparte a tutta nel 2018 con le seguenti date da segnare rigorosamente in rosso sul calendario: 8, 9 e 10 giugno a Lavarone (TN), sempre all’interno del sontuoso circuito Trentino MTB, un inno alle competizioni ardite sugli sterrati del Trentino. Confermate le chicche Lavarone Bike e Nosellari Bike che, assieme al percorso classic della 100 Km dei Forti comporranno il 1000Grobbe Bike Challenge.
Lo Sci Club Millegrobbe è già all’opera per rendere grande la 23.a edizione della 100 Km dei Forti, una delle prove più longeve del tessuto nostrano di mountain bike.
La manifestazione racchiude a meraviglia fuoriclasse ed amatori, dal campione italiano Juri Ragnoli all’ultimo degli agonisti, tutti considerano l’Alpe Cimbra come una tappa indispensabile per il proprio percorso competitivo. 100 Km dei Forti tra le fortificazioni della Grande Guerra ma anche per gli atleti dalla personalità inscalfibile, una gara suggestiva e difficile allo stesso tempo, lo dimostrano i successi a sorpresa della scorsa edizione, come la vittoria del colombiano Leonardo Paez sui più quotati Juri Ragnoli, campione italiano, e Roel Paulissen, due volte campione del mondo marathon.
Nessuna sorpresa fra le donne, invece, dove svettò la supremazia tecnica della campionessa lituana Katazina Sosna e della bergamasca Eloise Tresoldi nel 1000Grobbe Bike Challenge. Incredibile rimonta di Stefano Dal Grande nel 1000Grobbe Bike Challenge maschile, con il cileno Franco Nicolas Adaos Alvarez a vedersi sfuggire il successo nonostante due poderose vittorie.
50 km (classic), 100 km (marathon), la 100 Km dei Forti è un must per i competitor delle ruote artigliate.
Info: www.100kmdeiforti.it

100 KM DEI FORTI DOMANI SU RAI SPORT

100 KM DEI FORTI DOMANI SU RAI SPORT

LO SPETTACOLO DELLA MTB SUL DIVANO DI CASA

La mitica 100 km dei Forti, terza prova di Trentino MTB, rivivrà attraverso il racconto del giornalista Gianfranco Benincasa sui canali di RAI Sport domani alle ore 14.15, e in replica il 29 giugno alle ore 15.05.
Una 22.a edizione da urlo, che lo scorso weekend a Lavarone ha visto i successi internazionali del colombiano Leonardo Paez, davanti ad avversari del calibro di Ragnoli e Palussen, e della lituana Katazina Sosna.

Info: www.100kmdeiforti.it

IL 1000GROBBE BIKE CHALLENGE PARLA CILENO

IL 1000GROBBE BIKE CHALLENGE PARLA CILENO

ADAOS ALVAREZ E TRESOLDI SUPER ALLA LAVARONE BIKE

22ᵃ 100 Km dei Forti (terza prova Trentino MTB) – 1000Grobbe Bike Challenge
Oggi prima tappa di una tre-giorni in mountain bike sugli sterrati cimbri
Franco Nicolas Adaos Alvarez ed Eloise Tresoldi si aggiudicano la Lavarone Bike
Domani Nosellari Bike e domenica classic della 100 Km dei Forti completeranno il challenge

Cosa ci fa un cileno a Lavarone?
Se lo saranno chiesto in molti, oggi nella località trentina sull’Alpe Cimbra, in occasione della sfida d’apertura del 1000Grobbe Bike Challenge, la Lavarone Bike. Ma Franco Nicolas Adaos Alvarez da molte stagioni è un volto noto del circuito Trentino MTB presented by Rotalnord, anche per la propria sconfinata simpatia, nonché uno dei bikers più competitivi delle ruote grasse nostrane. Il cileno sfodera dunque il meglio di sé riuscendo a battere in volata il vicentino Stefano Dal Grande, un affondo finale che ha emozionato anche i bambini lungo le transenne, coinvolti ad assistere all’evento: “Gara con molta tensione, vista la prima tappa tutti hanno le gambe buone e quindi è stato difficile dall’inizio alla fine. Oggi ho corso come se non ci fosse un domani, e domani farò lo stesso. Voglio fare i complimenti a chi lavora per questa gara e a chi ha la stessa mia passione, li prego di continuare perché questo sport lo merita. Per me è una giornata speciale, nonostante diversi problemi ed un’operazione al ginocchio tante persone mi sono state vicino, ho corso con loro e li ringrazio. Saluto tutti i bikers che corrono la 1000Grobbe”. Al secondo e terzo posto conclusivo ci sono invece due atleti vicentini, Stefano Dal Grande, dedito più alle gare lunghe che a quelle veloci, ed Enrico Franzoi, il quale recupera svariati secondi nel finale ma quand’è troppo tardi per rimediare.
Al femminile la battaglia è stata meno accesa, con la bergamasca Eloise Tresoldi a dare un netto segnale alle avversarie in vista del proseguo del challenge: “Ogni gara è sempre impegnativa, non esiste una competizione facile. Sapevo che non era lunghissima ed era abbastanza veloce, io di solito pratico il cross country dove ci sono parecchi strappi e discese tecniche, mentre qui era velocità pura, ed all’inizio ho dovuto concentrarmi sulle prime discese proprio perché velocissime. Io sono abituata a velocità più ridotte anche perché faccio altri tipi di discese, però è andata bene ed ho cercato di gestirmi, perché correndo per altri due giorni non ho dovuto esagerare. Bellissima giornata anche di sole, quindi meglio di così non poteva andare”. Eloise è sponsorizzata “Diavolina”, e la bergamasca pare esserlo veramente quando inforca una MTB, oggi certamente lo ha dimostrato. Seconda la sconsolata Patrizia D’Amato, dispiaciuta di non poter dare il massimo a causa delle proprie condizioni fisiche, mentre Lara Caspani giunge terza facendo i complimenti agli organizzatori.
La Lavarone Bike è scattata alle ore 9.30, sfoderando un percorso avvincente e veloce con attraversamento, dopo la partenza di Lavarone, dell’Altopiano fino a giungere sopra l’abitato di Bertoldi. Un tratto misto ha portato poi i bikers al bivio per Monte Cimone scendendo imperterriti fino alla pista di sci Tablat, dove inizia la salita che porta alla Tana Incantata attraverso gli stupendi pascoli e le baite del Tablat. In leggera discesa fino al Passo Cost e poi lungo una discesa più impegnativa gli atleti sono giunti a Masi di Sotto e sino al Lago di Lavarone. Scesi a Prà di Sopra, i bikers sono poi saliti al Monte Rust e all’abitato di Chiesa, attraversando l’omonima frazione verso l’ultimo chilometro in leggera salita che ha condotto al traguardo, dopo aver affrontato 29.8 km e 454 metri di dislivello.
Appuntamento dunque alla giornata di domani con la Nosellari Bike, seconda tappa del 1000Grobbe Bike Challenge in partenza alle ore 9.30, prima dell’apoteosi finale di domenica, con la 100 Km dei Forti classic che chiuderà il challenge ed il percorso marathon che, assieme al classic, completerà la terza sfida stagionale di Trentino MTB.
Info: www.100kmdeiforti.it

Download immagini TV:
www.broadcaster.it

Classifica Maschile:
1 Adaos Alvarez Franco Nicolas Ktm Torre Bike 01:12:37.20; 2 Dal Grande Stefano Bottecchia Factory Team 01:12:40.20; 3 Franzoi Enrico Team Damil – Gt Trevisan 01:13:23.40; 4 Cortiana Renato Asd Pavan Free Bike 01:16:01.90; 5 Pallaoro Christian Olympia Cicli Andreis 01:16:39.90; 6 Dona’ Mattia Team Rudy Project Xcr 01:16:41.40; 7 Bazzanella Michele Team Todesco 01:16:45.40; 8 Moletta Simone Team Bsr 01:17:25.40; 9 Beber Nicola Bren Team Trento 01:18:19.70; 10 Rama Riccardo S.C. Triangolo Lariano Asd 01:19:19.90;

Classifica Femminile:
1 Tresoldi Eloise S.C. Triangolo Lariano Asd 01:30:11.70 2 D’amato Patrizia Team Bsr 01:45:11.50; 3 Caspani Lara Alta Valtellina Bike 01:53:50.80; 4 Florian Meriziana Mtb Club La Perla Verde 01:54:30.30; 5 Gandolfi Flavia Fuori Traccia Mtb Asd 01:56:43.50; 6 Santerini Alessandra Cral Luigi Rum C.V. 02:02:45.30; 7 Sala Mariapia Lucia Teresa Alta Valtellina Bike 02:14:52.30;