Tag: trento

50 GLORIOSE EDIZIONI DI MARCIALONGA: A TRENTO L’EMOZIONANTE TUFFO NEL PASSATO

50 GLORIOSE EDIZIONI DI MARCIALONGA: A TRENTO L’EMOZIONANTE TUFFO NEL PASSATO

Angelo Corradini, Giuseppe Ferrandi e Maurizio Fugatti

Oggi l’inaugurazione a Trento dell’esposizione per raccontare Marcialonga
Un viaggio attraverso 26 pannelli per scoprire il mondo della granfondo trentina
Sono intervenuti Angelo Corradini, Maurizio Fugatti e Giuseppe Ferrandi
Esposizione aperta allo Sport Tech District del Muse di Trento fino a domenica

Marcialonga è un ‘momento di gloria’, un lungo viaggio che vuole essere raccontato e condiviso con i sostenitori e appassionati sportivi di tutto il mondo. Con il Festival dello Sport sullo sfondo, questa mattina è stata inaugurata presso lo Sport Tech District del Muse di Trento l’esposizione che vuole celebrare le gloriose 50 edizioni della granfondo delle Valli di Fiemme e Fassa. Nei 26 pannelli esposti sono stati racchiusi i momenti e i temi più importanti che hanno reso la manifestazione trentina tra le più amate e partecipate del pianeta: i grandi numeri di Marcialonga, 258.785 partecipanti dalla prima edizione del lontano 1971, 9 milioni di Euro di indotto per il territorio, i percorsi che attraversano le due splendide vallate, i 4 lungimiranti fondatori, l’interesse dei media e degli sponsor, i campioni, i senatori, le ‘Soreghine’ e le centinaia di volontari, lo stile inconfondibile di Marcialonga e molto altro ancora.
A prendere parola per primo è stato Angelo Corradini, presidente di Marcialonga: “È un grandissimo onore portare il saluto di Marcialonga, soprattutto durante il Festival dello Sport. Potrei parlare per ore di Marcialonga, noi in Val di Fiemme e in Val di Fassa crediamo moltissimo nelle potenzialità di questo evento. Vorrei sottolineare tre aspetti per noi fondamentali, ovvero il volontariato e la grande sinergia che si crea ogni anno tra i vari comuni delle due vallate e la Provincia Autonoma di Trento, il ritorno mediatico che riusciamo ad ottenere in ogni parte del mondo ed infine l’indotto economico che Marcialonga porta al territorio. Lo spirito con cui i nostri partecipanti si avvicinano a questo sport è qualcosa di speciale. Lo sport fa bene non solo al fisico ma anche allo spirito e partecipare alla Marcialonga significa portare a casa emozioni indelebili”.
La parola è poi passata a Maurizio Fugatti, presidente della Provincia Autonoma di Trento: “Credo che dobbiamo sentirci tutti orgogliosi di essere qui dopo ben 50 anni a parlare ancora del successo di Marcialonga, un successo sotto vari punti di vista, sportivo, economico e di crescita generale del territorio. Oggi è l’incoronazione di ciò che è stato fatto in questi 50 anni. Ricordiamo la consegna dell’Aquila di San Venceslao conferita l’anno scorso a Marcialonga, che ha voluto dare il giusto merito a chi regala l’anima per questa manifestazione e a tutti coloro che hanno speso del tempo per rendere esemplare l’evento”.
Presente inoltre Giuseppe Ferrandi, direttore generale della Fondazione Museo Storico del Trentino: “É sempre difficile raccontare ciò che non si vede, il dietro le quinte dove si sente davvero la tensione dei campioni che sfrecciano sugli sci e tutto l’aspetto mediatico. Marcialonga si è creata negli anni la sua dimensione perfetta, fatta di spirito, di cultura, diventando un vero pezzo d’identità del nostro territorio. 50 anni e 50 edizioni segnano un modello di continuità nel tempo e Marcialonga dimostra di avere un capitale sociale fortissimo. L’esposizione parte dai numeri, dalle statistiche e vuole raccontare i passi più importanti del lungo cammino di Marcialonga, un marchio popolare fatto di molti volti”.
L’esposizione al Muse sarà disponibile fino a domenica, giorno di chiusura del Festival dello Sport, dopodiché i visitatori potranno continuare a viaggiare nel passato di Marcialonga presso le Gallerie di Piedicastello a Trento per tutto l’inverno.
Per ciò che riguarda il futuro è presto detto, domenica 29 gennaio le Valli di Fiemme e Fassa si vestiranno a festa per la 50.a edizione che conta ad oggi ben 7200 iscritti, vicinissima al sold-out. La nuova salita finale del ‘Mur de la Stria’ ha incuriosito parecchi, ma d’altronde lo stile di Marcialonga è riconosciuto ed apprezzato da sempre in tutto il pianeta.
Info: www.marcialonga.it

BOSCACCI E DE SILVESTRO ALL’EPIC SKI TOUR. 4ALL, EPIC E VERTICAL, IL TRIS È SERVITO

BOSCACCI E DE SILVESTRO ALL’EPIC SKI TOUR. 4ALL, EPIC E VERTICAL, IL TRIS È SERVITO

Al via i campioni del mondo Boscacci e De Silvestro, Nicolini, Oberbacher e Verbnijak
Weekend dedicato allo skialp per due giornate “epiche” sul Monte Bondone
Ultimo giorno per iscriversi online alla quota di 35 Euro
Oggi a Trento Expo Area e alle ore 18 Tamara Lunger “live”

“Tutto pronto, i tracciati sono perfetti” sono le parole di Kurt Anrather, responsabile del comitato organizzatore di “Epic Ski Tour” il quale, dopo aver testato i percorsi assieme ai propri collaboratori, è pronto a sedersi in cabina di regia a dirigere la sua “creazione”.
Oggi e domani sontuosi appuntamenti con lo scialpinismo nella splendida cornice di Trento e del Monte Bondone, c’è fermento nell’aria in vista della sesta edizione, ricchissima anche di eventi collaterali. Oggi fino alle ore 19 sarà allestita in Piazza Duomo a Trento l’Expo Area, alle ore 17 è in programma Epic Talk, quindi il briefing Epic e Vertical Race alle ore 17.30, la serata poi si concluderà in compagnia di Tamara Lunger con la presentazione “Vi racconto come è andata” alle ore 18.
Domani sul Monte Bondone scatterà alle 9.30 il Tour 4All, con guida alpina qualificata ad accompagnare i gruppi Rookie, Beginner e Advanced alla scoperta della montagna di Trento, ovviamente senza cronometraggio. Nel pomeriggio, alle 17.30, partiranno in contemporanea le gare competitive in notturna Epic Race e Vertical Race. La gara Epic Race di 15.2 km e un dislivello di 1850m sarà un ‘su e giù’ continuo con l’impegnativa salita fino a Cima Palon (2080 m). La Vertical Race, invece, di 1.9 km con un dislivello di 426 m e una pendenza massima del 43.3% partirà dalla località Vason fino a Cima Palon. A seguire verso le ore 22 ci saranno le premiazioni in Piazza Duomo a Trento.
Grandi nomi ‘epici’ al via di questa manifestazione: è fresca la notizia della partecipazione del fuoriclasse dello skialp Michele Boscacci, nel suo palmarès vanta due ori, cinque argenti e un bronzo ai Campionati Mondiali di scialpinismo, un oro e un argento ai Campionati Europei, vincitore anche di Coppe del Mondo, due volte vincitore dell’Epic Ski Tour (2018 e 2019), terzo invece nel 2020.
Ci sarà anche Alba De Silvestro, moglie di Boscacci, il suo 2021 è stato un anno da incorniciare: per lei un titolo italiano assoluto, campionessa mondiale, prima nella staffetta ai Campionati Mondiali Skialp e nel 2020 prima sul Monte Bondone nella Individual Race e nella Night Race. Al via anche i fratelli Elena e Federico Nicolini di Molveno, figli di Franco, il pioniere dello sci fuori pista. Federico nel 2020 si è classificato primo nella Vertical Race di Coppa del Mondo a Ponte di Legno e sesto all’Epic Ski Tour. Ritornerà sul Monte Bondone il vincitore della Mass Start di skiroll Luca Curti, appartenente alla nazionale italiana skiroll. Altri nomi italiani al via sono il bolognese Filippo Beccari, la fassana Giorgia Felicetti (campionessa italiana U23 e seconda ai Campionati Mondiali U23), il gardenese Alex Oberbacher (campione del mondo U23 di skyrunning nel 2018 e vincitore della Alpago Sky Super 3 nel 2020) e poi il trentino Patrick Facchini, campione italiano di Vertical Kilometer e vincitore dell’ultima edizione del triathlon Ötzi Alpin Marathon.
Epic Ski Tour è anche internazionale, sul Monte Bondone arriveranno anche atleti provenienti da Austria, Germania, Olanda, Svizzera, Spagna, Norvegia e Repubblica Ceca, tra cui Tom Arent Van de Plassche (campione olandese di skyrunning e vincitore nel 2021 de La Direttissima del Monte Bondone) e l’austriaco Paul Verbnijak, campione del mondo junior di sci alpinismo.
Oggi a mezzanotte scatterà la chiusura delle iscrizioni, le quote per iscriversi alle gare Epic e Vertical Race e al Tour 4All rimangono invariate a 35 Euro. Last call, dunque, per la scalata più emozionante di tutto il Trentino!
Info: www.epicskitour.com

CON IL TOUR IL MONTE BONDONE Ė ‘4ALL’. EPIC SKI TOUR: L’EVENTO TUTTO SKIALP

CON IL TOUR IL MONTE BONDONE Ė ‘4ALL’. EPIC SKI TOUR: L’EVENTO TUTTO SKIALP

Questo weekend sul Monte Bondone si parlerà solo di skialp
Sabato scatta il Tour 4All, poi le due gare competitive (Epic e Vertical Race)
Al ‘4All’ presenti anche Dal Medico, Merler, Felicetti e Fedrizzi
Venerdì 21 serata con Tamara Lunger ed Expo Area a Trento

Trento e il Monte Bondone si preparano ad ospitare due giornate di grandi eventi incentrati sullo scialpinismo, uno sport sicuramente duro e faticoso, ma che sa regalare emozioni lungo i pendii, e questa volta in notturna col frontalino.
Sabato 22, oltre alle due gare competitive Epic e Vertical Race, andrà in scena alle ore 9.30 il Tour 4All, il raduno aperto a tutti, senza cronometraggio, per chi vuole scoprire il mondo dello skialp in compagnia di una guida alpina qualificata. In località Viote si formeranno tre gruppi in base alla preparazione di ogni partecipante, Rookie, per chi è davvero alle prime armi e vuole scoprire le particolarità legate a questa disciplina, Beginner per chi ha già fatto esperienza e vuole affrontare nuove sfide con i consigli di un professionista, e Advanced per i più esperti che intendono affinare la tecnica. Il 4All è davvero per tutti, l’organizzatore dell’evento Kurt Anrather conferma l’adesione del sindaco della città di Merano, Dario Dal Medico, assieme alla sua consorte. Ci saranno anche il consigliere comunale di Trento Andrea Merler, il titolare di Fiemme 3000, Marco Felicetti, e l’ex capo di gabinetto del Comune di Trento Silvio Fedrizzi.
Le iscrizioni al Tour 4All e alle due gare (Epic e Vertical Race) rimangono aperte online sul sito dell’evento fino alla mezzanotte di venerdì 21 ad una quota di 35 Euro. Anrather assicura un evento in totale sicurezza nel pieno rispetto delle normative anti Covid e svela l’ospite speciale, ovvero Tamara Lunger, che sarà presente in Piazza Duomo a Trento venerdì 21 con la presentazione “Vi racconto com’è andata”. Sempre venerdì in Piazza Duomo verrà allestita la Expo Area.
Lo start della gara vera e propria è annunciato alle 17.30 di sabato, sia per la Epic Race che per la Vertical Race. La prima competizione si svolge su un percorso di 15,2 km e 1850 metri di dislivello con la partenza fissata a Vason, la Vertical Race invece propone 1900 metri di lunghezza e 426 metri di dislivello fin sulla cima del Palon.
Un ringraziamento particolare ai partner della manifestazione APT Trento-Monte Bondone, Comune di Trento, Trentino, La Sportiva, Engel&Volkers Trentino, Autostrada del Brennero SPA, Fiemme Tremila, Trento Funivie, Trentino 4 Service, Casse Rurali Trentine, Radio NBC, Polizia di Stato, Polizia locale e Sosat.
Il Monte Bondone è una palestra ‘green’ a cielo aperto, ogni giorno numerosi skialper raggiungono le sue pendici per respirare un po’ d’aria buona. Epic Ski Tour lancia l’ultimo appello a tutti gli amanti delle pelli, è ora di preparare gli zaini!
Info: www.epicskitour.com

EPIC SKI TOUR È 4ALL ANCHE NEL 2022. UN MESE ALLA SCIALPINISTICA DEL BONDONE

EPIC SKI TOUR È 4ALL ANCHE NEL 2022. UN MESE ALLA SCIALPINISTICA DEL BONDONE

Iscrizioni online aperte per la 6.a edizione di Epic Ski Tour
Il Monte Bondone accoglie il 22 gennaio gli amanti dello skialp
Al mattino Tour 4All, seguirà la Epic e la Vertical Race
Novità 2022 è la combinata Race³ con Mountain Attack e Sellaronda

Kurt Anrather di Curtes Sportevents Marketing, ideatore di Epic Ski Tour, ha riservato delle grosse sorprese per la sesta edizione al via sabato 22 gennaio sulla montagna che sorveglia la città di Trento, il Monte Bondone.
Non a caso è stata scelta una location del genere per una manifestazione ‘epica’, impianti sciistici operativi, piste perfettamente innevate in località Vason, punto di partenza e arrivo della gara in notturna Epic Race. Si tratta della più impegnativa in programma, dopo la Vertical Race, con un percorso di 15.2 km e un dislivello di 1850m e il Palon che scremerà il gruppo dei più forti.
La seconda gara competitiva è la Vertical Race, di 1.9 km e con una pendenza massima del 43.3% dalla località Vason fino a Cima Palon per un totale di 426m di dislivello, e partirà in simultanea con la Epic Race. L’ultima edizione la vinse il trentino Davide Magnini, terzo Michele Boscacci, mentre al femminile primeggiò la moglie di Boscacci, Alba De Silvestro, convolati a nozze lo scorso settembre.
Al mattino partirà invece il Tour 4All, un’esperienza da affrontare accompagnati da una guida alpina qualificata, suddivisi in diversi gruppi di performance (Rookie, Beginner, Advanced), senza cronometraggio. Ed ecco la chicca pensata per questo 2022, Race³ è la combinata che somma i tempi di tre eventi “epici”, Mountain Attack, Sellaronda e appunto Epic Ski Tour; alla conclusione delle tre manifestazioni sarà stilata una classifica per decretare i migliori tre atleti al maschile e al femminile.
Le iscrizioni sono già disponibili sul sito dell’evento, chiusura prevista per il 20 gennaio. Kurt Anrather coglie l’occasione per ringraziare i partner della manifestazione Trentino, La Sportiva, Engel&Volkers Trentino, Autostrada del Brennero SPA, Fiemme Tremila, Trento Funivie, Trentino 4 Service e Casse Rurali Trentine.
L’idea per Natale, alle porte, è l’emissione di speciali voucher regalo con l’iscrizione che si possono prenotare inviando una email a info@epicskitour.com.

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone

Seconda giornata del weekend di skiroll a Trento
Luca Curti attende e poi scappa. Sul podio Tanel e Masiero
Mortagna accende i giochi, poi paga e vince Beri davanti a Becchis
Spettacolo dei giovanissimi. Organizzazione di Trento Eventi Sport e Team Futura

Il Monte Bondone, la montagna di Trento per antonomasia, è sempre stato banco di prova per ogni genere di “scalatore”. Dalle auto alle moto, dalle bici al running, ma anche autentica “bestia nera” per gli skirollisti.
Oggi confronto serrato sui tornanti del Bondone lungo quella salita che, non a caso, porta il nome di Charly Gaul, il lussemburghese che nel 1956 in una giornata da tregenda qui vinse la tappa del Giro d’Italia, che poi lo avrebbe consacrato vincitore finale. Ben diverso il meteo oggi, col sole in cielo e temperature rigide al mattino, tiepide a mezzogiorno.
Oggi di turno la Coppa Italia di skiroll (open per l’assoluta) con gare mass start per tutte le categorie, dai giovanissimi ai senior, anche se con partenze dislocate in punti diversi e con 250 concorrenti al via, davvero un numero considerevole per la disciplina nel fine stagione. I pronostici sono stati rispettati appieno, tant’è che l’introbiese Paola Beri e il bergamasco Luca Curti hanno centrato il successo a pieno titolo.
I maschi sono scattati alle 10.45 da Candriai, un folto gruppo di un centinaio di atleti e subito si è staccato un quintetto con lo spagnolo Rojo a dar vita ad un allungo che ha creato sconquasso alla testa.
Rojo l’ha messa giù subito dura ma Tanel, Curti, Masiero e Galassi gli si sono francobollati come l’attaccatutto. All’inizio tra i primi c’era anche il vincitore della sprint tricolore di ieri, Emanuele Becchis, ma il trenino di testa aveva un ritmo indiavolato. Matteo Tanel ha cercato di dare il cambio allo spagnolo provando a convincerlo a non esagerare, e chi conosce il Monte Bondone sa bene che non perdona, soprattutto con le erte finali in quota (1650 mt). In totale i maschi dovevano affrontare 8,5 km e col passare dei minuti i cinque di testa andavano ad incrementare il vantaggio. Quando mancavano 5 km all’arrivo Curti ha messo la freccia e si è allontanato con una facilità incredibile, una accelerata che nessuno, dietro, è riuscito a recuperare. È stato in quel momento che Rojo dal canto suo si è visto staccare da Tanel e Masiero, mentre Galassi aveva già perso qualche metro in precedenza. Curti (SC Orsago) con grande autorevolezza ha continuato tutto solo e la sua sicurezza era tale che non si è mai girato a controllare la situazione alle sue spalle. Ha vinto così in solitaria chiudendo in 32’43”7. Il cronometro ha proseguito la propria corsa per altri 53”4 prima di registrare il secondo posto del campione del mondo Matteo Tanel (Team Robinson Trentino), il quale puntava soprattutto a mantenere la leadership in Coppa Italia che ora guida con 155 punti su Becchis e 184 su Curti, un margine che dovrebbe consentirgli di conquistare la “Coppa”. Rojo evidentemente ha pagato caro l’ardire dei primi chilometri, tant’è che sul traguardo si è presentato quarto davanti a Galassi.
Gara femminile, scattata a Vaneze, sulla distanza dei 4,5 km dominata da Paola Beri, autrice di una buona tattica. La lecchese ha lasciato sfogare la poliziotta delle FFOO Laura Mortagna, partita subito a tutta e capace di staccare subito Beri e Becchis. A metà gara la Mortagna ha accusato un calo e la Beri ne ha approfittato trascinandosi appresso la Becchis. Dopo un po’ di melina, Paola Beri ha imposto la sua superiorità e Becchis è stata ripresa dalla Mortagna, incalzata a sua volta da Francesca Revolti. Il gruppo si è subito staccato e a comandarlo s’è vista la svizzera del Team Robinson Trentino Nicole Donzallaz. Sul traguardo festa per Paola Beri arrivata trafelata e priva di forze, poi nell’ordine sono sfilate Becchis, Mortagna, Revolti e Donzallaz.
Nelle gare giovanili si sono imposti Stefano Epis e Denise Maestri (Allievi), Alessandro Tazzioli e Alice Leoni (Ragazzi), Marco Combi e Nicole Falanelli (Cuccioli), quindi Mattia Combi e Lucia Barbieri (Pulcini). Tra i Master (C M4/M5) si è imposto Guido Masiero. Da segnalare il successo dello sci club Marzola che in casa ha letteralmente fatto il vuoto davanti a Made 2 Win e Olimpic Lama.
Weekend di gare ben riuscito, col conforto del bel tempo, proposto da Trento Eventi Sport e organizzato dal Team Futura con la partnership della APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi.
Info: www.skirolltrentomontebondone.it

Assoluta Men
1 Curti Luca S.C. Orsago A.D.32’43.7; 2 Tanel Matteo Robinson Ski Team A.S.D 33’37.1;3 Masiero Riccardo Lorenzo S.C. Valdobbiadene A.D. 33’38.2
Assoluta Women
1 Beri Paola Nordik Ski A.S.D. 24’30.1; 2 Becchis Chiara S.C. Alpi Marittime Ent 24’51.7; 3 Mortagna Laura G.S. Fiamme Oro 24’58.0;
U16 Allievi Men
1 Epis Stefano S.C. Ubi Banca Goggi 20’33.9; 2 Trombetta Edoardo Gr. Sciatori Subiaco 21’25.0; 3 Aquila Riccardo Lap A.S.D. Cauriol 21’59.5
U16 Allievi Women
1 Maestri Denise A.D. U.S. Carisolo 25’25.8; 2 Invernizzi Maria Nordik Ski A.S.D. 25’29.7; 3 Epis Flavia S.C. Ubi Banca Goggi 25’39.4
U14 Ragazzi Men
1 Tazzioli Alessandro Olimpic Lama A.D. 16’59.2; 2 Maestri Thomas A.D. U.S. Carisolo 17’14.1; 3 Segala Filippo S.C. Bosco Lessinia A.D 17’51.0
U14 Ragazzi Women
1 Leoni Alice Marzola G.S.D. 18’13.9; 2 Barbieri Marianna Olimpic Lama A.D. 19’57.4; 3 Invernizzi Aurora Nordik Ski A.S.D. 20’03.

U12 Cuccioli Men
1 Combi Marco S.C. Primaluna 11’15.5; 2 Cavagna Mauro S.C. Ubi Banca Goggi 11’25.6; 3 Briscoli Lorenzo Made 2 Win Trenteam A.S 12’28.2
U12 Cuccioli Women
1 Falanelli Nicole Olimpic Lama A.D. 11’01.1; 2 Andreolli Adele Made 2 Win Trenteam A.S 11’30.0; 3 Ferrari Irene Sci Nordico Bismantova 12’07.4
Pulcini Men
1 Combi Mattia S.C. Primaluna 6’15.9; 2 Fasoli Temesgen Made 2 Win Trenteam A.S 6’17.6; 3 Cavagna Fabio S.C. Ubi Banca Goggi 6’31.9;
Pulcini Women
1 Barbieri Lucia Olimpic Lama A.D. 8’04.6; 2 Festi Maia Made 2 Win Trenteam A.S 8’12.8; 3 Parisi Rebecca Made 2 Win Trenteam A.S 8’22.7
Master C M4/M5 Men
1 Masiero Guido S.C. Valdobbiadene A.D. 24’37.7; 2 Bubola Oscar S.C. Montebelluna A.S.D 30’05.8; 3 Morandi Italo A.S.D. S.C. Bobbio 30’14.8

Becchis e Borettaz missili al Muse. Il campionato italiano sprint a Trento

Becchis e Borettaz missili al Muse. Il campionato italiano sprint a Trento

Emanuele Becchis, settimo titolo tricolore, ma Berlanda… c’è
Sabrina Borettaz, inizia una nuova era sprint
Gare anche per i giovanissimi: Trombetta, Invernizzi, Combi e Falanelli campioni
Bella la location e ottima regia di Trento Eventi Sport e Team Futura

Roma ha i suoi sette re, lo skiroll ne ha uno che vale per sette! Emanuele Becchis oggi a Trento ha vinto il Campionato Italiano sprint di skiroll per la settima volta consecutiva, ed è la nona vittoria nel capoluogo trentino del tre volte campione del mondo. Gli fa eco la giovane Sabrina Borettaz, che è andata ad interrompere la lunga supremazia delle sorelle Bolzan, Lisa prima e Anna (2019) poi.
Gara molto vivace, come era nelle aspettative, nella nuova location del quartiere delle Albere a ridosso del prestigioso MUSE – Museo delle Scienze di Trento, in un evento portato in scena da Trento Eventi Sport e Team Futura sotto “l’ombrello” della APT di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi.
Un pomeriggio molto intenso, iniziato con le qualifiche anche delle categorie giovanili e quindi delle gare “assolute” per maschi e femmine con tutti gli specialisti a caccia del titolo tricolore.
Non che per il neo campione del mondo, il cuneese Emanuele Becchis, al suo terzo oro iridato, sia stata una passeggiata. Si è sbarazzato “agevolmente” negli ottavi di Zanon, nei quarti di Morandini, in semifinale di Munari, poi in finale si è trovato faccia a faccia, testa a testa con l’intramontabile Alessio Berlanda che – in barba ai suoi 41 anni – fino ai 140 metri (dei 165 di Corso del Lavoro e della Scienza) era davvero lì a combattere per un’inezia, poi Becchis ci ha messo quel pelo in più di brio e Berlanda, tre titoli mondiali in bacheca anche per lui, ha capito che avrebbe dovuto accontentarsi del secondo posto ed ha alzato il piede dall’acceleratore. Per il cuneese è stato il coronamento di una grande stagione col suo settimo titolo tricolore. Tecnica sopraffina la sua, frequenze in spinta al limite dell’incredibile, ma davvero Berlanda non è stato da meno. Finalina per il terzo posto per Michele Valerio, che sperava… in un metallo più prezioso, capace di mettersi dietro un Munari “in canna”.
“La gara è andata bene – ha confidato ai giornalisti Emanuele Becchis – ed è stato divertente. Sono riuscito a fare il mio miglior tempo e quest’anno in Italia non era quasi mai capitato. Ho perso il conto delle vittorie… Percorso nuovo, bello, veloce e corto come piace a me e ad Alessio. Speriamo di aver dato un po’ di spettacolo, noi ci siamo divertiti. Come sempre sono delle belle gare e chiudiamo così la stagione del Mondiale e guardiamo avanti al prossimo anno, sperando in tante altre sfide con Alessio che sicuramente non può chiudere adesso, è qui, quindi non si può mollare. Questa nuova location al Muse è bella, ma preferivo il centro per far appassionare la gente e cercare il pubblico. È comunque sempre bello gareggiare qui in Trentino.”
Sorride a fine gara Alessio Berlanda e sembra sincero: “Sono abbastanza contento, un secondo posto è quello che bene o male speravo, anche la qualifica è andata bene nonostante qualche errorino, non ero tanto distante da Emanuele. Poi la semifinale con Michele Valerio è andata bene e nella finale con Emanuele sapevo che lui era il più forte, ho provato a stargli vicino. Per battere Emanuele bisogna trovare la giornata giusta ed essere fortunati in tutto. Ho fatto tanta fatica a preparami per le sprint. Sono contento della nuova location, asfalto bello e veloce che rispondeva bene sulle ruote, la metratura era giusta. Speriamo si possa fare anche per i prossimi anni.”
Sabrina Borettaz, oro mondiale in tasca anche per lei, era partita con i favori del pronostico. Ai quarti ha battuto Bernardi, in semifinale Tenze ed in finale si è trovata la ‘rediviva’ Chiara Becchis, assente dai campi di gara da un bel po’. Chiara, lo skiroll nel DNA come i fratelli Emanuele e Francesco, ha mostrato ancora una volta la sua grinta, è arrivata vicina alla vittoria, ma Sabrina era galvanizzata dal successo mondiale e voleva a tutti i costi anche il tricolore. La finalina è stata un testa a testa tra Tenze e Ghiddi e l’ha spuntata la prima.
Nelle gare giovanili successi per Edoardo Trombetta e Maria Invernizzi (Children) e per Marco Combi e Nicole Falanelli (Pulcini), bravi a mettere in mostra una buona tecnica, così il CT dello skiroll Michel Rainer poteva fregarsi le mani soddisfatto.
Domani mattina le competizioni si trasferiscono sul Monte Bondone con la Coppa Italia Mass Start in classico. Sarà una gara affollata, oltre 250 al via e ci sarà anche il campione del mondo Matteo Tanel, che vuole aggiudicarsi la Coppa Italia di cui è leader.
Anche domani regia di Trento Eventi Sport e Team Futura con la partnership della APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi.
Info: www.skirolltrentomontebondone.it

Assoluta Men
1 Becchis Emanuele S.C. Alpi Marittime; 2 Berlanda Alessio Team Futura A.S.D.; 3 Valerio Michele A.D. U.S. Carisolo
Assoluta Women
1 Borettaz Sabrina S.C. Amis De Verraye; 2 Becchis Chiara S.C. Alpi Marittime; 3 Tenze Sara SC Orsago
Children Men
1 Trombetta Edoardo Gr. Sciatori Subiaco; 2 Venturelli Giovanni A.S.D. Sci Fondo Pavullo; 3 Piccinini Davide SC Levico
Children Women
1 Invernizzi Maria Nordik Ski A.S.D.; 2 Agostinetto Chiara S.C. Valdobbiadene; 3 Morandini Anna Ski College Veneto

Pulcini Men
1 Combi Marco S.C. Primaluna; 2 Casagrande Andrea S.C. Orsago; 3 Rossi Alessandro Gustavo S.C. Montebelluna
Pulcini Women
1 Falanelli Nicole Olimpic Lama A.D.; 2 Borgelli Greta Olimpic Lama A.D.; 3 Forzatti Arianna Polisportiva Team Brianza
Master C Maschile
1 Masiero Guido S.C. Valdobbiadene A.D.

Skiroll di lusso a Trento e sul Bondone: Trento Eventi Sport e Team Futura al lavoro

Skiroll di lusso a Trento e sul Bondone: Trento Eventi Sport e Team Futura al lavoro

Presentato oggi presso l’APT di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi l’evento del weekend
Campionato Italiano e Coppa Italia di Skiroll, due giorni di spettacolo
Cinque campioni del mondo in gara: i fratelli Becchis, Tanel, Borettaz e Berlanda
Sabato si corre al MUSE, domenica sul Monte Bondone

Si danza in punta di piedi, ma si può danzare anche sugli skiroll. A ritmo di rock & roll con il Campionato Italiano Sprint sabato a Trento nel quartiere delle Albere, con l’eleganza della tecnica classica domenica sui tornanti del Monte Bondone per la Coppa Italia.
Il weekend trentino dello skiroll è stato presentato oggi presso la sede dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi col dettaglio del programma di gara. Saranno due giornate davvero frizzanti (e non solo per l’aria fresca di questo inizio d’autunno) con sfide elettrizzanti a partire dalle 14.30 di sabato. In Corso del Lavoro e della Scienza i migliori sprinter italiani, dai giovani agli esperti master, saranno a caccia del titolo tricolore nella gara proposta da Trento Eventi Sport e allestita tecnicamente dal Team Futura con la partnership della APT cittadina. L’organizzazione è già a buon punto, mancano solo gli ultimi dettagli, in particolare per la nuova location della sprint.
Per primo ha preso la parola Matteo Agnolin, direttore dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi: “Mi piace l’idea di essere riusciti, insieme a Team Futura e Trento Eventi Sport, a spostare la prova sprint nell’area del MUSE, cavalcando anche l’onda degli Europei di ciclismo: è una zona che viene via via valorizzata tramite lo sport, rappresentando un palcoscenico rilevante”. Entusiasmo tra le fila di Trento Eventi Sport, come ha sottolineato il presidente Renato Villotti: “Abbiamo organizzato un evento che ritengo molto importante per il territorio, collaborando con Team Futura e con lo staff di APT. Sempre più si organizzano le manifestazioni attraverso la collaborazione di più soggetti, cosa che porta a nuove idee e innovazione. Trento è stata riconosciuta a livello nazionale come la provincia italiana con più eventi sportivi, migliorando il PIL del turismo e di conseguenza il PIL del Trentino.”
Andrea Buttaboni, presidente del Team Futura, ha invece puntualizzato: “Lo skiroll è una nostra peculiarità. Siamo in scena da 40 anni con lo sci di fondo e lo skiroll, è uno dei nostri campi preferiti di lavoro e di partecipazione”.
Marco Zoller, responsabile dell’area nordica della FISI trentina, ha portato i saluti del presidente Mellarini e di Sepp Chenetti, responsabile fondo e allenatore, assicurando la presenza di tutti gli atleti del comitato. Tra gli interventi, particolarmente seguito quello di Alessio Berlanda, tre titoli mondiali sprint in bacheca: “Quella del MUSE è una zona affascinante. Tecnicamente per la sprint c’è un bel tracciato lineare su entrambe le corsie, dove gli atleti gareggiano alla pari. Le condizioni climatiche dovrebbero essere ideali. Oltre ai fratelli Becchis ci sarà anche Michele Valerio e quindi saremo in quattro a lottare per il titolo italiano”.
“Lo sport è la colonna portante dell’offerta di Trento e del Trentino in generale. Stiamo concludendo una stagione eccezionale, con grandi traguardi e vittorie, tra cui il Festival dello Sport che è andato molto bene – ha detto Franco Bertagnolli, presidente dell’APT. – La zona del MUSE e il Monte Bondone rappresentano le due anime di Trento che come APT ci piace promuovere.”
I dettagli della manifestazione sono stati illustrati da Silvano Berlanda del Team Futura e direttore di gara. Le iscrizioni sono aperte fino alla vigilia, ad oggi sono ampiamente oltre quota 200 e questo garantisce un evento ad alto livello, con partecipazioni illustri. Gareggiare nel quartiere delle Albere, nella zona del MUSE, evita anche problemi di traffico e disagi ai cittadini rispetto al centro storico, è una location indovinata per la prova sprint. Saranno 165 metri in cui davvero gli atleti specialisti daranno spettacolo. Con gli skiroll riescono a raggiungere velocità pazzesche, con spunti in partenza da brivido. Il campione del mondo 2021 Emanuele Becchis sarà l’uomo da battere e al femminile l’altra iridata Sabrina Borettaz pure, ma senza dimenticare Alessio Berlanda, Michele Valerio e Francesco Becchis, pure lui campione del mondo in passato.
Sul Bondone tutti si aspettano l’exploit del campione del mondo e vincitore della Coppa del Mondo Matteo Tanel, con il successo potrebbe conquistare anche la Coppa Italia. Tanti i nomi degli azzurri e degli atleti dei vari comitati italiani a caccia del titolo.
Sabato start alle 14.30, per la gara di domenica partenze a Candriai, Vaneze, Norge e Vason dalle 10 in poi, con arrivo per tutti a Vason.
Info: www.skirolltrentomontebondone.it

Medaglie mondiali per il podio tricolore. A Trento e sul Bondone gli specialisti skiroll

Medaglie mondiali per il podio tricolore. A Trento e sul Bondone gli specialisti skiroll

Sabato 16 ottobre al MUSE Campionato Italiano sprint per tutte le categorie
Domenica 17 gara sul Monte Bondone per la Coppa Italia
Al via i campioni del mondo della Val di Fiemme: Tanel, Becchis, Barp e Borettaz
Organizzano Trento Eventi Sport e Team Futura con l’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi

Lo skiroll piano piano sta avviandosi a chiudere la stagione 2021 e a Trento, sabato 16 e domenica 17 ottobre, andrà in scena il penultimo appuntamento di un’annata ricca di successi per lo sport rotellistico nazionale, culminata con i Campionati del Mondo in Val di Fiemme. L’evento fiemmese ha assegnato quattro titoli iridati anche agli azzurri, ovvero alla valdostana Sabrina Borettaz e al cuneese Emanuele Becchis nella disciplina sprint, al bellunese Elia Barp nella distance e al bolzanino Matteo Tanel nella interval start.
Nel weekend del 16 e 17 ottobre Trento Eventi Sport – col supporto tecnico del Team Futura e la partnership dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi – mette in campo l’ultima prova di Campionato Italiano, in questo caso sprint, e la penultima tappa di Coppa Italia con la mass start in salita sul Monte Bondone. È un appuntamento entrato ormai nella tradizione e che gli organizzatori quest’anno propongono nella zona del MUSE per quanto riguarda la disciplina veloce, e quindi sul Monte Bondone per la prova domenicale.
Per la sprint di sabato 16 ci si attende davvero uno spettacolo elettrizzante nell’area del Museo delle Scienze di Trento, nuova location che offrirà gare a tutti i livelli, ma soprattutto che vedrà al via i due nuovi campioni del mondo, Sabrina Borettaz (Junior) ed Emanuele Becchis (Senior), dunque anche per il pubblico un pomeriggio (a partire dalle 14.30) adrenalinico. Un rettifilo di 165 metri da affrontare a tutta, con le competizioni dei giovanissimi e delle categorie ‘children’ a scaldare l’atmosfera prima delle attese sfide maschili e femminili con qualifiche, semifinali e finali. Basterebbero i due campioni del mondo per dar lustro all’evento di Trento Eventi Sport e Team Futura, ma i pretendenti al podio sono tanti. Per la gara maschile “assoluta” si prenotano Michele Valerio e soprattutto Alessio Berlanda, che da tempo dice di voler appendere gli skiroll al chiodo ma il richiamo del Campionato del Mondo, dopo tre titoli vinti, è stato forte per il trentino, che ha chiuso al sesto posto alle spalle di Valerio, ma anche il richiamo della sua città è importante e sicuramente il 41.enne del Team Futura potrebbe dire ancora la sua.
L’area del MUSE sta abbracciando anche lo sport. Dopo le gare del Campionato Europeo di ciclismo ecco dunque anche lo skiroll a sfilare al cospetto dell’avveniristica struttura trentina.
Domenica 17 tutto si sposta sul Monte Bondone, la montagna di Trento, con la medesima organizzazione e partnership. Gare su diverse distanze in base alle categorie, con la prova più lunga dei maschi (assoluta) a scattare alle 10.40 da Candriai e proporre 8,5 km. Leggermente più breve la gara femminile (assoluta) e dei master con 4,5 km (ore 10.35 e 10.40) con start a Vaneze, e infine le gare giovanili con diverse partenze e lunghezze, da 1 a 3,5 km.
Saranno due giornate intense, per una disciplina in grande spolvero. Lo conferma il CT della nazionale italiana, Michel Rainer: “Lo skiroll italiano sta attraversando un buon momento dopo i Mondiali in Val di Fiemme. Stanno uscendo i frutti di quattro anni di lavoro fatto dietro le quinte… siamo contenti, ma non bisogna mollare, si deve continuare ad investire e fare crescere la disciplina sportiva. Trento e il Monte Bondone sono da anni un caposaldo del movimento skiroll. Grande organizzazione e spettacolo assicurato, tradizione e cultura dello skiroll. Le società che organizzano hanno competenze tecniche e grande passione. Quest’anno, poi, al MUSE abbiamo una stupenda location con un ottimo connubio tra sport e cultura. Abbiamo gli sprinter più forti al mondo, col campione del mondo Emanuele Becchis che vorrà riconfermare la sua performance e la sua forma, come Michele Valerio e Alessio Berlanda che ambiscono al podio. La prova di Coppa Italia sul Monte Bondone è sempre spettacolare ed impegnativa. Saranno in molti i favoriti, in particolare ci saranno Matteo Tanel, Emanuele Becchis, Michele Valerio, Sabrina Borettaz, Michael Galassi e i trentini Tommaso Dellagiacoma e Giovanni Lorenzetti”.
Renato Villotti, presidente di Trento Eventi Sport, aggiunge: “Dopo lo stop dovuto al Covid, anche Trento Eventi Sport torna in attività. Siamo ripartiti alla grande per tornare ad essere molto presenti sugli eventi e per contribuire al ritorno del turismo in genere nell’area di competenza dell’APT cittadina, puntando a raggiungere i numeri pre Covid e migliorarli. I risultati dei Campionati Europei ci hanno dato un segnale positivo. Stiamo anche lavorando ad eventi importanti per la prossima stagione.”
Entusiasta anche Andrea Buttaboni, presidente del Team Futura: “Ci è stata offerta la possibilità di dare il nostro supporto tecnico all’evento e di affiancarci a Trento Eventi Sport e alla APT cittadina, per noi un’occasione importante per ritornare all’attività organizzativa. Il nostro Team per l’imminente stagione ha grandi progetti, agonistici con la nostra squadra dello sci di fondo impegnata in Visma Ski Classics, ed anche organizzativi”.
Info: www.skirolltrentomontebondone.it

PROGRAMMA GARE SKIROLL

Sabato 16 ottobre – TRENTO Sprint TL (165 mt)
Giovanissimi m/f 14:30 – Children m/f 14:30 – Assoluta m 14:30 – Assoluta f 14:30 – MCM 14:30

Domenica 17 ottobre – MONTE BONDONE Mass Start TC in salita
Under 10 m/ 1 km 10:00 – Under 12 m/f 2 km 10:10 – Under 14 m/f TC 3,5 km 10:20 – Under 16 m/f TC 4,5 km 10:30 – Assoluta F 4,5 km 10:35 – Master MCM 4,5 km 10:40 – Assoluta M 8,5 km 10:40

Trento In City Golf è anche solidarietà. 1000 euro alla AIL con i “punti” di Mortec Toor

Trento In City Golf è anche solidarietà. 1000 euro alla AIL con i “punti” di Mortec Toor

Bilancio positivo di Curtes per l’originale evento golfistico
Chiusura in grande stile al MUSE, un tocco di classe in più
In City Golf è anche solidarietà grazie all’azienda altoatesina Mortec Tooor
Dopo il successo 2021 si pensa alla nuova edizione del prossimo anno

La quarta edizione di Trento In City Golf presented by Engel & Völkers del 18 settembre scorso è passata agli archivi con un ennesimo successo, anche merito del bel tempo che ha favorito l’afflusso del pubblico, composto da appassionati ma anche da tanta gente che di sabato frequenta il centro storico per passeggiare o fare shopping: delle quattro edizioni trentine questa è stata la più seguita.
Una… buca tira l’altra, si potrebbe dire e così è stato. Una più originale dell’altra, allestite dagli organizzatori di Curtes nei punti più caratteristici e nelle piazze più belle di Trento, a partire da Piazza Pasi, dove è stata installata una vera e propria club house. È stato bello vedere girare per città i 72 golfisti con sacche, trolley e con i caddy. Insomma una gara di golf con tutti i crismi, non sul green naturale, ma su quello sintetico delle singole buche realizzato da Southwest Greens Central Europe, main partner della manifestazione cittadina.
Una delle buche in particolare è stata molto apprezzata ed ha suscitato grande impegno dei partecipanti, quella dedicata a Mortec Tooor. Come nelle passate edizioni, l’azienda Mortec ha compensato con un benefit i punteggi realizzati da ogni singolo golfista centrando una minuscola finestrella sul portone Mortec, ciò ha portato, anche con un’integrazione dell’azienda, ad un totale di 1000 euro destinati alla AIL Trentino, l’Associazione Italiana contro le Leucemie. L’assegno di 1000 euro è stato consegnato a Gianluca Farina della AIL da Marc Morandell di Mortec.
Sarebbe lungo descrivere tutte le altre 17 buche affrontate in contemporanea da squadre di 4 players, con un successo della manifestazione arrivato in anticipo con la chiusura delle iscrizioni anzitempo per il raggiungimento della quota massima ammessa al torneo. Alla conclusione della manifestazione svoltasi al Muse di Trento, che ha ulteriormente valorizzato Trento In City Golf presented by Engel & Völkers, era grande la soddisfazione di Kurt Anrather, CEO di Curtes, in una edizione svoltasi con tutte le limitazioni imposte dal Covid. Tante le personalità presenti alla serata di chiusura, oltre a quelle viste sul campo di gara. C’erano l’assessora comunale Monica Baggia, il questore vicario Luigi Di Ruscio, il direttore dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Matteo Agnolin, ma anche una folta ed importante rappresentanza dei partners della manifestazione, tra cui il marchese Anselmo Guerrieri Gonzaga della Cantina San Leonardo, Diego Cattoni, amministratore delegato di A22, e diversi altri personaggi.
E ora si pensa già all’edizione 2022!
Info: www.incitygolf.it

IN CITY GOLF TRENTO: HOLE IN ONE. ATTENZIONE! SABATO GOLFISTI IN CITTÁ

IN CITY GOLF TRENTO: HOLE IN ONE. ATTENZIONE! SABATO GOLFISTI IN CITTÁ

Presentata oggi a Palazzo Geremia l’edizione 2021 di In City Golf
Sabato 18 settembre torneo con 72 golfisti in una gara a 18 buche
Grande valore mediatico dell’evento a Trento per la quarta volta
Si comincia dalle ore 11, coinvolto il centro della città

“Da quello che era un sogno, ora siamo ben presenti e concreti. Su Google, cercando “In City Golf” appaiono ben 73.112 risultati, con un valore mediatico di 1,5 milioni di euro, ad ogni edizione abbiamo in media più di 55 ore di televisione e 5.421 pagine di rassegna stampa in totale, tra cui l’ultima copertina di Livein Magazine. Abbiamo portato mille giocatori in dieci diverse location ospitanti, acquisendo una portata media di più di un miliardo di contatti”. Ha esordito così oggi, in occasione della conferenza stampa di presentazione di In City Golf Trento, Kurt Anrather, “sognatore”, inventore ed organizzatore di In City Golf.
Presentazione a Palazzo Geremia, nel capoluogo trentino, con interventi dell’assessore provinciale Achille Spinelli, dell’assessora comunale Elisabetta Bozzarelli, del consigliere comunale Andrea Merler e del direttore della APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, Matteo Agnolin.
L’evento In City Golf verrà riproposto per la quarta volta a Trento sabato 18 settembre, e sarà un torneo a 18 buche, tutte davvero molto originali e ricavate negli angoli più belli e rappresentativi della città, con 72 giocatori.
“Ringrazio chi ha pensato di organizzare questo evento a Trento – ha detto l’assessore Achille Spinelli – è un evento di promozione integrata, che richiede l’impegno degli enti locali, come il Comune. È una manifestazione che può dare visibilità e slancio al turismo, all’integrazione sportiva e all’aspetto economico, gli sponsor credono in In City Golf e vogliono promuovere la propria attività proprio in questa occasione”. Gli ha fatto eco l’assessora comunale Elisabetta Bozzarelli: “Per il Comune c’è piena soddisfazione nell’aver fatto tornare In City Golf per la quarta volta a Trento, visto anche il periodo complicato. È la conferma che il Comune vuole investire in questi eventi, che da una parte fanno arrivare nuove persone a conoscere la nostra città, ma dall’altra portano la città fuori, proprio come per gli Europei di ciclismo della settimana scorsa. Capacità organizzativa, accoglienza e bellezza sono gli aspetti che si coniugano per rappresentare ciò che deve essere una città”.
È intervenuto anche Andrea Merler: “L’amministrazione comunale ha creduto nella continuità di questo evento, la cui quarta edizione non era scontata. Ciò dimostra come la politica si impegni per la promozione della città anche attraverso lo sport, per far parlare della città e mostrarla sia ai trentini sia ai turisti da tutto il mondo. È la cosa a cui tengo di più”.
Infine Matteo Agnolin – APT di Trento ha rimarcato: “In City Golf è l’ennesima occasione per Trento di indossare un abito diverso, sempre mantenendo qualità e servizi ad un livello molto alto. Kurt Anrather dimostra forte passione e professionalità e speriamo di poter collaborare anche in nuove occasioni invernali. Una manifestazione come questa significa mettersi in rete con altre città europee, che per noi rappresentano anche uno spunto di sviluppo turistico per il futuro”.
Tra i partners di In City Golf c’è anche la Cantina San Leonardo di Avio: “L’azienda non è avvezza a partnership – ha detto Mattia Cristoforetti – ma questa iniziativa ci sembrava un’ottima occasione, visto il successo delle precedenti. Inoltre, credo che golf e viticoltura abbiano alcuni punti di contatto. In primis la passione, del golfista sul campo, come per noi in campagna nel produrre risultati sempre più eccellenti. La convivialità: è un momento di incontro tra persone e generazioni, proprio come davanti a un bicchiere di vino”.
Infine Anrather ha illustrato alla platea le 18 buche nel dettaglio, si gioca nel cuore della città, in mezzo alla folla, in maniera completamente diversa rispetto ad un classico torneo di golf. La gente così può conoscere da vicino la disciplina del golf ed insieme visitare la città.
Saranno interessate Via Garibaldi, Via San Vigilio, Piazza Fiera, Piazza Duomo, Piazza Dante, Via Belenzani, Via Manci, Via Oss Mazzurana, Piazza Cesare Battisti e Piazza Pasi. Il torneo scatta sabato 18 settembre alle ore 11, sarà tempo di swing fino alle 16.30.
Info: www.incitygolf.it