Tag: trail

LA STELVIO MARATHON SI FA IN QUATTRO. 20 GIORNI ALLA CORSA SUL LEGGENDARIO PASSO

LA STELVIO MARATHON SI FA IN QUATTRO. 20 GIORNI ALLA CORSA SUL LEGGENDARIO PASSO

Stelvio Marathon il 15 giugno a Prato allo Stelvio in Alto Adige
Iscrizioni a 110 euro per 42K e 26K, 45 euro per la “short distance”
Tutti gli orari e le info tecniche della manifestazione
Il “Green Event” cerca volontari per i servizi lungo il percorso

La Stelvio Marathon del 15 giugno a Prato allo Stelvio in Alto Adige presenta ‘quattro competizioni in una’, con ben quattro tipologie di sfide all’interno di una terza edizione che promette spettacolo. Ecco dunque il percorso Marathon tradizionale di 42.195 km e 2.500 metri di dislivello, la gara Classic di 26 km e 2.400 metri di dislivello, la Marcia Stelvio non competitiva sul medesimo tracciato della Classic, e la Short Distance di 14 km e 1.180 metri di dislivello per i meno allenati. Le iscrizioni sono ancora aperte, alle cifre di 110 euro per le tre gare maggiori e 45 euro per la short distance entro il 7 giugno, e un pacco gara costituito da T-shirt finisher, pasta party, prodotti degli sponsor (mela Val Venosta, yogurt Mila, biscotti Loacker), attestato di partecipazione, trasporto per il rientro e servizi lungo il percorso, entrata libera alla piscina di Prato allo Stelvio, al centro visite Aquaprad e al Messner Mountain Museum Ortles, salita e discesa con la seggiovia Trafoi.
Il programma della manifestazione prevede il ritiro pettorali a partire da venerdì 14 giugno dalle ore 14 alle ore 19 alla zona sportiva di Prato allo Stelvio, con race briefing alle ore 19. Sabato 15 giugno il ritiro pettorali avverrà invece al centro visite Aquaprad in zona partenza, dalle ore 6 alle ore 7. I primi a scattare saranno i concorrenti della Marcia Stelvio, alle ore 7.15 da Prato allo Stelvio, successivamente toccherà ai podisti Classic (ore 8), e agli sfidanti Marathon dieci minuti più tardi. Ultimi i runners della Short, alle ore 10 da Trafoi. Primi arrivi previsti alle ore 11, con flower ceremony alle ore 12, premiazioni alla zona sportiva alle ore 18.15 e ‘after race party’ nella cornice del 5° Beach Soccer Cup Vinschgau alle ore 19.
I primi classificati uomo e donna della graduatoria assoluta riceveranno 1000 euro ciascuno e a scendere 700, 500, 300, 200 e 100 euro, con ulteriori 100 euro in serbo per chi riuscirà a battere il record del percorso. La Stelvio Marathon è stata insignita anche del titolo di “Going Green Event”, con un percorso che si dipana lungo il Parco Nazionale dello Stelvio e rispetta le regole ambientali di conservazione del parco. Aiutare il comitato altoatesino è possibile – anche perché il percorso è impegnativo e richiede numerosi volontari – ecco così che contattando il C.O. all’indirizzo info@stelviomarathon.it ci si potrà rendere utili ricevendo come ricompensa un pasto, una maglietta e una borraccia in vetro, oltre a tanto divertimento che non manca mai. Al sito web dell’evento sono presenti infine i contatti delle varie associazioni turistiche locali, ad offrire una consultazione per poter alloggiare in Val Venosta, Val Müstair e al Passo dello Stelvio.

Info: www.stelviomarathon.it

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON PRESTIGIOSA. NAZIONALE DI CORSA IN MONTAGNA IN RADUNO A PRIMIERO

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON PRESTIGIOSA. NAZIONALE DI CORSA IN MONTAGNA IN RADUNO A PRIMIERO

Il 6 luglio 4.a Primiero Dolomiti Marathon in Trentino
Azzurri di coach Germanetto in raduno a Primiero dal 21 al 29 giugno
Il Giro d’Italia arriverà a San Martino di Castrozza in occasione della 19.a tappa
Iscrizioni a quote da non perdere entro il 31 maggio

La nazionale di corsa in montagna e la Valle di Primiero in Trentino, una storia d’amore che prosegue anche nel 2019, con gli azzurri a scegliere la bella vallata di Primiero e i tracciati della Primiero Dolomiti Marathon del 6 luglio come preparazione in vista dell’appuntamento con i Campionati Europei del 7 luglio a Zermatt, in Svizzera, e con i Campionati Mondiali classic e long distance che quest’anno si svolgeranno a novembre in Argentina. Il team guidato da coach Paolo Germanetto sarà in raduno a Primiero dal 21 al 29 giugno, con alcuni atleti “long distance” a fermarsi fino al 6 luglio per essere al via della Primiero Dolomiti Marathon.
I corridori della nazionale azzurra sono ormai degli aficionados della gara, e si presenteranno numerosi anche in vista della quarta edizione. I nomi dei partecipanti al raduno e degli atleti che saranno al via degli itinerari di gara di 42K e 26K saranno tuttavia resi noti dopo che – il prossimo 9 giugno – lo staff tecnico avrà diramato le convocazioni. Prestigio che si aggiunge a prestigio dunque, con la FIDAL ad aver inserito la corsa trentina nella sezione Trail Cup del calendario di EOLO Fidal Mountain and Trail Running Grand Prix 2019, e con l’International Trail Running Association ad aver scelto il tracciato più lungo come tappa qualificante al prestigioso Ultra Trail du Mont Blanc, senza dimenticare che venerdì 31 maggio le Pale di San Martino si tingeranno di ‘rosa’ in occasione dell’arrivo del Giro d’Italia. San Martino di Castrozza è stata infatti designata come arrivo della 19^ tappa dell’edizione numero 102.
Il 31 maggio è data da segnare in rosso nel proprio calendario anche per un altro motivo: scadranno infatti le quote agevolate per partecipare alla Primiero Dolomiti Marathon 2019: le tariffe ammontano a 45 euro per la maratona di 42.195 km, a 40 euro per il 26K classic che partirà proprio da San Martino di Castrozza, e a 15 euro per il Family Trail primierotto, con l’US Primiero a premiare gli affezionati che hanno partecipato a tutte le tre edizioni con un 50% di sconto e a concedere la decima partecipazione in omaggio ai gruppi di 10 concorrenti iscrittisi contemporaneamente. Anche la Primiero Dolomiti Marathon è stata colpita dalla furia dei venti che hanno danneggiato molte zone del Trentino. E nel 2018 nacque un’iniziativa promossa dal Comune di Primiero San Martino di Castrozza con la collaborazione di alcuni artisti locali che si ripeterà anche nel 2019. “Lacrime di resina” prosegue e pone i seguenti obiettivi per l’annata corrente: raccogliere fondi per ripristinare un’area della Val Canali, collaborare con le scuole affinché venga riproposta la Festa degli Alberi, procedere alla piantumazione di nuove piante, coinvolgere Comuni, Enti, realtà associative, singole persone a sostenere e promuovere questo progetto e sensibilizzare le nuove generazioni alla conoscenza del proprio territorio.

Info: www.primierodolomitimarathon.it

STAGE TECNICO SULL’ALPE DI SIUSI. MEZZA MARATONA TRA CORSA E SOLIDARIETÀ

STAGE TECNICO SULL’ALPE DI SIUSI. MEZZA MARATONA TRA CORSA E SOLIDARIETÀ

7.a Mezza Maratona Alpe di Siusi il 7 luglio a Compatsch
Stage di allenamento dal 3 al 7 luglio con l’esperto Fulvio Massini
200 euro in beneficenza ad ogni chilometro dei 21 percorsi
Iscrizioni aperte a 40 euro entro il 23 giugno

Le iniziative sull’altoatesina Alpe di Siusi non si fermano, e oltre al camp di allenamento assieme agli specialisti Egon Zuggal e Rudi Brunner, il comitato organizzatore – in vista della settima edizione della Mezza Maratona che si svolgerà il 7 luglio a Compatsch – propone anche uno stage tecnico dal 3 al 7 luglio in compagnia di Fulvio Massini, consulente per l’allenamento e docente presso il CDL in Scienze Motorie dell’Università di Firenze, sempre in preparazione della corsa dolomitica sull’altopiano ‘per tutte le stagioni’. A partire da 220 euro (non inclusivi di pernottamento ed iscrizione alla gara) si potrà arrivare in perfetta forma fisica e mentale volta ad affrontare i 600 metri di dislivello di gara, scoprendo tutti gli aspetti tecnici e pratici, allenandosi divertendosi in un programma adatto ad ogni tipo di runner, anche perché le attività verranno organizzate in base a gruppi di livello. Fra test di valutazione ed esercitazioni di stretching, la possibilità di partecipare anche ad altre attività quali escursioni in MTB, trekking o camminate in montagna.
Una settimana dedicata allo sport e alla natura, che partirà mercoledì 3 luglio all’Hotel Steger Dellai con la riunione di apertura corso, proseguirà giovedì con esercizi di tonificazione e valutazione dell’appoggio del piede, venerdì vi sarà invece un test per determinare la velocità di riferimento, sabato un allenamento guidato lungo un percorso panoramico e domenica alle ore 10 la ciliegina sulla torta, con lo start della Mezza Maratona Alpe di Siusi.
Una sfida che è anche solidale, grazie alla “maratona di solidarietà” con ricavato donato all’organizzazione RYLA (Run Your Life Again), all’Istituto Oncologico Veneto e al Servizio di Genetica dell’Ospedale di Bolzano per la ricerca, la cura e la prevenzione del tumore al seno. Una squadra composta da 21 pazienti ed ex pazienti e personale medico correrà infatti la Mezza Maratona, e per ogni chilometro gli sponsor dell’evento doneranno 200 euro al progetto. Correre fa bene alla salute e all’umore, in tutti i sensi. Iscrizioni a 40 euro entro il 23 giugno.

Per info ed iscrizioni: http://running.seiseralm.it e http://running.seiseralm.it/trainingcamp

I CONSIGLI DELLA PRIMIERO DOLOMITI MARATHON. QUARTA EDIZIONE NELLA TRAIL CUP DI EOLO GRAND PRIX

I CONSIGLI DELLA PRIMIERO DOLOMITI MARATHON. QUARTA EDIZIONE NELLA TRAIL CUP DI EOLO GRAND PRIX

4.a Primiero Dolomiti Marathon il 6 luglio in Trentino
EOLO Fidal Mountain and Trail Running Grand Prix 2019 sceglie la PDM
I consigli del plurivincitore Giancarlo Simion su quali scarpe indossare
Tre percorsi con il 50% di sconto ai partecipanti delle prime 3 edizioni

La FIDAL ha ufficializzato il calendario di EOLO Fidal Mountain and Trail Running Grand Prix 2019 e la Primiero Dolomiti Marathon del 6 luglio è stata inserita nella sezione di sfide di Trail Cup.
Un’altra assegnazione di prestigio per la manifestazione trentina organizzata dall’Unione Sportiva Primiero, ottenuta subito dopo la certificazione da parte dell’International Trail Running Association del percorso di 42K e l’inserimento nella lista di gare qualificanti per l’Ultra Trail du Mont Blanc, l’appuntamento di trail più prestigioso al mondo. “Un mondo di acque, rocce, foreste e storia”, ma anche di tanto podismo. E lo scenario incantato del Parco Naturale di Paneveggio – Pale di San Martino, in Trentino, all’interno del quale si svolgerà la quarta edizione della Primiero Dolomiti Marathon, dove gli appassionati potranno scegliere se mettersi alla prova lungo l’itinerario principale di 42K, il ‘medio’ di 26K o il ‘family trail’ di 6.5K. Correre risana mente e corpo e il motivo è fisico: il sangue è concentrato sui muscoli e il cervello riceve meno energie entrando in uno stato di ‘bassa intensità produttiva’, pensando così a meno cose se non le fondamentali.
Tuttavia è importante avere con sé in dotazione anche una buona ‘attrezzatura’, che nel caso della corsa è ‘semplicemente’ costituita da un paio di scarpe, maglietta e pantaloncini. A dare un consiglio concernente le calzature è Giancarlo Simion, vincitore della prima edizione della Primiero Dolomiti Marathon di 26K e della seconda edizione di 42K: “La mia personale opinione sulle scarpe è abbastanza semplice. La differenza non la fanno le scarpe, ma le gambe e i piedi. La Primiero Dolomiti Marathon può sicuramente ricadere nella categoria delle gare di trail running, anche se personalmente penso che il percorso sia abbastanza lineare da permettere di utilizzare le scarpe che si ritengono migliori per gli allenamenti su strada. Il tratto del percorso – comune alla 26 km e alla maratona – dal Lago di Calaita fino al Passo Gobbera si sviluppa su un lungo sentiero nel bosco, con presenza a tratti di bassa vegetazione e terreno sconnesso; per questo consiglio anche scarpe con tomaia abbastanza resistente e calzini alti”. Il comitato ricorda infine le agevolazioni del 50% di sconto riservate a chi ha partecipato a tutte le tre edizioni disputatesi fino ad ora, e la decima iscrizione omaggio ai gruppi di 10 concorrenti che si iscriveranno contemporaneamente, oltre alle tariffe di 45 euro per gustarsi le meraviglie della corsa di 42.195 km, 40 euro per affrontare parte del medesimo tracciato (26K) una volta partiti da San Martino di Castrozza, e 15 euro per il Family Trail di Fiera di Primiero.

Info: www.primierodolomitimarathon.it

DOLOMITES SASLONG TRA LE DOLOMITI UNESCO. ALL’ASSALTO DEI 300 PETTORALI RIMANENTI

DOLOMITES SASLONG TRA LE DOLOMITI UNESCO. ALL’ASSALTO DEI 300 PETTORALI RIMANENTI

L’8 giugno 2.a Dolomites Saslong Half Marathon
Numero chiuso di 600 atleti, oltre metà pettorali già “prenotati”
21 chilometri e 900 metri di dislivello con start ed arrivo al Monte Pana
Iscrizioni alla quota agevolata di 40 euro entro il 30 aprile

Il Sassolungo è ancora innevato, ma la primavera è iniziata e dall’alto della propria magnificenza il massiccio dolomitico ricorda l’appuntamento con la seconda edizione della Dolomites Saslong Half Marathon, l’8 giugno al Monte Pana – Santa Cristina in Val Gardena. A pochi mesi dall’evento le iscrizioni procedono a spron battuto, oltre metà dei pettorali disponibili sono stati già assegnati, ma va ricordato che il numero chiuso di atleti è di 600, per cui è meglio non attendere troppo per iscriversi. Il comitato organizzatore non lascia nulla al caso, e per garantirsi uno dei circa 300 pettorali ancora a disposizione basterà saldare la quota ridotta di 40 euro entro il 30 aprile. La Dolomites Saslong è una gara unica all’interno del palcoscenico podistico nazionale che corre in montagna, 21 km e 900 metri di dislivello tutti da vivere, tecnici e divertenti, un bijou nel calendario dei corridori. La corsa in montagna è uno sforzo in più per chi è abituato ai terreni pianeggianti, muscolatura e sistema cardiovascolare vengono sollecitati intensamente, forza, resistenza e velocità ne traggono beneficio, per diversi gruppi muscolari è un ottimo allenamento, occorre solamente – afferma il preparato comitato ASV Gherdeina Runners – la consueta buona volontà di voler superare ostacoli maggiori, sé stessi e la propria preparazione. Per correre in montagna serve anche una buona tecnica e, come suggerisce il C.O., nel superamento delle salite è preferibile procedere a piccoli passi sull’avampiede, con il tronco leggermente flesso in avanti e le braccia oscillanti in modo naturale per favorire il movimento. I meno preparati potranno affrontare le erte più difficoltose con una camminata veloce anziché di corsa, risparmiando energia quando i tratti saranno più agevoli e quando occorrerà fare affidamento sui talloni per scendere, rollando i piedi fino alle dita e tenendo una posizione leggermente piegata sulle gambe, in modo da ammortizzare il carico con un effetto positivo sulle articolazioni. La Dolomites Saslong Half Marathon concede la possibilità di cimentarsi nella disciplina che si ama in uno scenario immacolato al cospetto del Sassolungo, dal quale la manifestazione prende il nome, e delle cime del Sella, dello Sciliar e dell’Alpe di Siusi.