Tag: toblach

NORDIC ARENA, MERAVIGLIA INNEVATA. TOUR DE SKI A DOBBIACO: SI PARTE!

NORDIC ARENA, MERAVIGLIA INNEVATA. TOUR DE SKI A DOBBIACO: SI PARTE!

Tour de Ski a Dobbiaco il 31 dicembre e il 1° gennaio
Le piste sono perfette ed anche il meteo promette spettacolo
Favoriti russi e norvegesi, ma l’Italia vuole provarci
Individual e pursuit con festa di Capodanno lungo le baite della Nordic Arena

Pronti, via. Dopo mesi di preparativi, la località altoatesina di Dobbiaco è pronta ad ospitare il Tour de Ski che si disputerà domani e il 1° gennaio, per un Capodanno a tutto… sci di fondo. Il 31 dicembre ci saranno le individual, con i maschi a scattare ad orario di pranzo (ore 12.30) e le femmine qualche ora più tardi (ore 15); 15 km alla Nordic Arena da affrontare per i primi e 10 km per le seconde. Le competizioni verranno “completate” dalle sfide pursuit del 1° gennaio, 10 km per le donne alle ore 11.40 e 15 km per gli uomini alle ore 13. La Nordic Arena è un gioiello innevato, le piste sono perfette e le temperature ideali per la pratica dello sci di fondo (previsti zero gradi allo start). Gli azzurri giocano in casa, ma per loro un exploit sulle piste dobbiachesi sarà difficile, il CT Marco Selle si concentra su un programma ambizioso: “Stiamo cercando di dare vita al settore giovanile, portando avanti ragazzi di talento. Per quanto riguarda le prossime gare partiamo con un profilo basso, cercando di avere più atleti possibili in zona punti e risalire la classifica”. E mentre sulle piste della Nordic Arena nella giornata odierna si esibivano i giovani del Tour de Kids, il vicepresidente del comitato e direttore di gara Eugenio Rizzo si concentrava sugli ultimi dettagli prima di partire: “Iniziamo sul percorso Nathalie di 5 km: le donne lo ripeteranno due volte, gli uomini tre. Il giorno successivo avremo la pursuit con due percorsi nuovi. Uno è denominato ‘Marina’, di 3.3 km per le donne, per gli uomini abbiamo il percorso ‘Isabel’, che è di 3.75 km. Il tracciato, vedendo le preparazioni dei russi prima di Natale, credo avvantaggi loro, ma anche i norvegesi hanno buone possibilità. Ovviamente spero di vedere qualche italiano lì in mezzo. Il percorso è tecnico e gli italiani sono atleti tecnici”. Per quanto riguarda le graduatorie assolute dopo la tappa svizzera di Lenzerheide, a comandare provvisoriamente la truppa è il norge Johannes Høsflot Klæbo davanti al russo Alexander Bolshunov, che a Dobbiaco assieme al connazionale Sergej Ustiugov – quinto in classifica generale – potrebbe dare il meglio di sé. Federico Pellegrino è invece 11° e per il valdostano rientrare in classifica nei primi 10 assoluti sarebbe già un bel traguardo, a prescindere dalle prove di specialità. 32° Stefan Zelger, 38° un Francesco De Fabiani non in perfette condizioni fisiche, che proverà comunque a stringere i denti e a dire la sua. Tra le donne invece le norvegesi inaspettatamente non comandano la classifica, ma Therese Johaug è dietro l’angolo in terza posizione, con la russa Natalia Nepryaeva al comando e la slovena Anamarija Lampic seconda. Heidi Weng è quinta, Oestberg è settima, e quando il gioco si fa duro… La prima italiana è Anna Comarella, in 31.a posizione: “Mi alleno spesso sulla pista di Dobbiaco, è sempre in ottime condizioni: qui ci tengono davvero tanto allo sci di fondo e alla Coppa del Mondo. Ci sono due salite molto dure: è una pista selettiva, nei piani non ci si riposa, ci sarà sempre da spingere. La pista è perfetta per la Coppa del Mondo. I fondisti a Capodanno vanno a letto presto, il giorno dopo c’è gara!”
E per chi dovrà smaltire le fatiche delle feste le gare di Dobbiaco saranno trasmesse live su ben 20 emittenti in tutto il mondo oltre che sul network Eurosport. Gli highlights andranno in onda su SNTV, diffusa in tutto il mondo.
Info: www.worldcup-dobbiaco.it

GF DOBBIACO-CORTINA: RIPARTENZA SPRINT. “DIREZIONE CORTINA” PER CLASSIC E SKATING

GF DOBBIACO-CORTINA: RIPARTENZA SPRINT. “DIREZIONE CORTINA” PER CLASSIC E SKATING

Granfondo Dobbiaco-Cortina l’1 e il 2 febbraio
La storica ski-marathon festeggia la 43.a edizione
Novità: da Dobbiaco a Cortina in entrambe le competizioni
La gara in classico sarà ancora Visma Ski Classics

Ciuf-ciuf. La ferrovia delle Dolomiti – tra il 1921 e il 1964 – collegava le province di Belluno e Bolzano. Ora la ferrovia di montagna non esiste più, ma grazie ad una Granfondo sugli sci le località di Dobbiaco e Cortina sono ancora ‘unite’, e se la locomotiva ha sbuffato per 43 anni i fondisti hanno fatto altrettanto, e l’1 e il 2 febbraio anch’essi festeggeranno la 43.a annata della Granfondo Dobbiaco-Cortina. Dopo la cancellazione della scorsa edizione per motivi di sicurezza (troppa neve), mirando sempre alla salvaguardia degli atleti, gli iscritti del 2019 hanno risposto ‘presente’ registrandosi subito alla prossima grazie alle quote agevolate loro riservate per la durata di un mese. Ma questa non sarà l’unica richiesta (accolta) dal comitato ai fondisti, poiché è stato deciso che entrambe le competizioni – classic al sabato e skating la domenica – partiranno da Dobbiaco per arrivare nel cuore di Cortina d’Ampezzo, diversamente dal passato quando la prova domenicale scorreva in senso inverso. Una ragione innanzitutto “pratica”, evitando di effettuare troppi spostamenti ai volontari dei ristori, rispondendo alle sollecitazioni dei concorrenti anche per quanto riguarda le questioni logistiche, e confermando il fascino di una finish line situata nel cuore di Cortina anche nella seconda prova, in modo tale da offrire un “pacchetto completo” agli stessi concorrenti. I percorsi rimarranno invece immutati per quanto riguarda i punti salienti, con solamente qualche accorgimento dovuto, appunto, alla decisione presa. I fondisti possono stare tranquilli, “Vista Tre Cime”, la galleria che ricorda l’incedere del vecchio treno e Passo Cimabanche – solo per citarne alcuni – rimarranno “intoccabili” per la gioia dei faticatori dello sci di fondo, che dovranno affrontare le seguenti distanze: 42 km in classico nella prova inserita nel prestigioso challenge Visma Ski Classics, e 32 km in skating. Il circuito Visma Ski Classics torna a Dobbiaco portando con sé i migliori fondisti long distance, mentre il comitato annuncia anche la collaborazione con altre gare per incoraggiare una maggiore partecipazione, e un concorso d’arte dedicato ai teenager della zona di Belluno e Bolzano. Il tema? Cos’altro se non la mitica Granfondo Dobbiaco – Cortina… Tra Veneto e Alto Adige si torna a macinare chilometri.

Per info ed iscrizioni: www.dobbiacocortina.org