Tag: soreghina

MISS SOREGHINA IN PASSERELLA. MARCIALONGA: SPORT E BELLEZZA

MISS SOREGHINA IN PASSERELLA. MARCIALONGA: SPORT E BELLEZZA

Pieve Tesino, Canazei e Pinzolo hanno ospitato le serate del concorso Miss Italia
Le prime tre fasce di Miss Soreghina a Eleonora Dallago, Viola Ruffo e Elisa Zandonai
Prossimo appuntamento mercoledì 10 agosto a Scena, in Alto Adige
Grande attesa per la finale nella bella Moena il 13 agosto

La ricerca per la nuova ambasciatrice di Marcialonga è ufficialmente iniziata. Lo scorso 24 luglio è stata assegnata la prima fascia di Miss Soreghina durante la serata di Miss Italia ospitata nella location “green” del Tesino Golf Club di Pieve Tesino, in Trentino. Hanno sfilato ben 18 ragazze davanti agli occhi attenti dei vari giurati presentati dalla conduttrice Sonia Leonardi. A ricevere la fascia di ‘Miss Soreghina Tesino’ è stata la studentessa diciottenne di Levico Terme Eleonora Dallago con la forte passione per lo sport: pratica equitazione a livello agonistico e si diverte a giocare a tennis e a golf nel tempo libero. A premiarla sul palco è salita Barbara Vanzo, mentre il sindaco Oscar Nervo, assieme alla giurata Silvia Baldessari, ha incoronato la reginetta Enrica Rossi di Borgo Valsugana con il titolo di Miss Tesino.
Martedì 26 invece i riflettori si sono spostati a Canazei, in Val di Fassa, dove si è svolta la seconda serata presso il Teatro Gran-Tobià all’interno dell’Hotel Caminetto. La fascia di ‘Miss Soreghina Canazei’, consegnata dal sindaco di Moena Alberto Kostner, è andata alla meranese Viola Ruffo, studentessa al Liceo delle Scienze Umane, giocatrice di pallavolo e fan numero uno del cantante Vasco Rossi. La vincitrice della serata, Miss Miluna Canazei, è stata la diciannovenne Giulia Barberini di origini milanesi ma che ora vive a Trento, dove frequenterà l’Università di Lingue.
Il Tour del concorso nazionale di Miss Italia ha fatto tappa sabato 30 a Pinzolo, nel cuore della Val Rendena. In Piazza Carera ha sfilato la diciottenne di Rovereto Elisa Zandonai: bella, sportiva, sorridente e con una forte passione per le lingue straniere, pratica nuoto e palestra. L’assessore del comune di Moena Felice Canclini ha consegnato a lei la fascia di ‘Miss Soreghina Pinzolo’, mentre l’altrettanto sportiva Francesca Stenghel di Pergine Valsugana ha vinto invece la serata.
Eleonora, Viola ed Elisa conquistano così il ‘pass’ per accedere direttamente alla finale del 13 agosto a Moena per il titolo di Miss Soreghina. In attesa della finale, però, è in programma ancora l’ultimo appuntamento a Scena, in Alto Adige, il 10 agosto.
A Moena, storica sede di partenza della celeberrima ski-marathon Marcialonga del prossimo 29 gennaio, si scoprirà la nuova Soreghina che si porterà a casa il gioiello simbolo della Magnifica Comunità di Fiemme oltre al premio in denaro offerto da ITAS Assicurazioni.
Info: www.marcialonga.it

COPPE DEL MONDO VAL DI FIEMME VS MARCIALONGA. CINQUE ROUND SEMISERI SUL RING DI MILANO

COPPE DEL MONDO VAL DI FIEMME VS MARCIALONGA. CINQUE ROUND SEMISERI SUL RING DI MILANO

Newspower.it

Oggi conferenza inusuale per i grandi eventi delle Valli di Fiemme e di Fassa
Eventi che sono il fiore all’occhiello di Trentino, FISI e FIS
In Val di Fiemme a gennaio Tour de Ski il 3 e 4 , dal 6 al 9 le Coppe del Mondo di combinata
Marcialonga alla 49.a edizione, tornano i grandi campioni delle lunghe distanze il 30 gennaio

Coppe del Mondo della Val di Fiemme e Marcialonga oggi sul ring a Milano, in cinque combattuti ‘match’ per annunciare e stabilire quali siano i più grandi eventi dello sci nordico in Italia. Lo doveva essere in maniera ‘virtuale’ ma qualche stoccata tra i due organizzatori c’è stata, seppure bonaria.
Stiamo parlando del Tour de Ski, che proporrà le due giornate finali del challenge lunedì 3 e martedì 4 gennaio, delle gare di Coppa del Mondo di combinata nordica dal 6 al 9 gennaio, maschile e per la prima volta in Italia anche femminile, e infine della regina delle granfondo sugli sci stretti, la mitica Marcialonga del 30 gennaio.
Un ring regolamentare vero e proprio, allestito presso l’Osteria del Treno di Milano, con arbitro in nero e papillon Stefano Arcobelli, giornalista dello sci nordico di Gazzetta dello Sport, guantoni – per fortuna – sul tavolo e un batti e ribatti sul quesito se, alla fine, è più interessante una gara di Coppa del Mondo o una granfondo come la Marcialonga.
Interlocutori importanti nei cinque round, i due presidenti Angelo Corradini e Pietro De Godenz, il segretario generale FISI Loretta Piroia e l’amministratore delegato di Trentino Marketing Maurizio Rossini, Jurg Capol della FIS e Tito Giovannini di Infront, e ancora il telecronista della diretta Sky di Marcialonga Francesco Pierantozzi e il campionissimo Cristian Zorzi, e per finire le due azzurre della combinata, applauditissime, Annika Sieff e Veronica Gianmoena.
A scandire i vari duelli è stata la ‘Soreghina’ Silvia Zorzi, l’ambasciatrice di Marcialonga per questa nuova edizione.
Alla domanda del giornalista riguardo al livello di importanza dei due eventi e se uno prevalga di più sull’altro, De Godenz risponde: “Entrambi gli eventi sono importanti allo stesso modo”. Più convincente la risposta del presidente Corradini, privilegiando Marcialonga, ovviamente.
Piroia sottolinea il buon rapporto della FISI con il Trentino, patria dello sci nordico, e aggiunge l’importanza e il sostegno che vuole dare la FISI ai giovani atleti in vista delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026. Rossini dichiara che il Trentino rimane la regione più sportiva d’Italia e che il 70% dei turisti che vivono il territorio trentino lo fanno all’aria aperta.
Sono poi intervenuti Jurg Capol assieme a Tito Giovannini confermando il supporto reciproco tra FIS e la TV.
Non poteva mancare l’ex campione di casa Cristian Zorzi, salito sul ring con Francesco Pierantozzi, affermando l’importanza dell’atleta che crea il grande spettacolo.
L’ultima intervista è stata dedicata alle due atlete di combinata nordica Annika Sieff e Veronica Gianmoena, le quali hanno dichiarato di non essere delle vere e proprie rivali, ma di sostenersi l’un l’altra negli allenamenti e nella preparazione prima delle gare.
In chiusura del “combattimento” le immagini di Rocky Balboa e, anziché la Soreghina col cartello The End alla fine dei cinque round, è salito sul ring il solito “mattacchione” Cristian Zorzi con tanto di parrucca bionda a raccogliere applausi. Infine, informazioni dettagliate degli eventi da parte dei due direttori generali di Val di Fiemme, Cristina Bellante, e di Marcialonga, Davide Stoffie, seguiti da due filmati curiosi, le immagini dell’aurora boreale della Marcialonga Arctic Skirace che si svolgerà il 20 febbraio 2022 ed una videochiamata del campionissimo Peter Eliassen il quale, dopo aver vinto la Marcialonga e colto anche un 2° e un 3° posto, aveva deciso per l’addio. Invece oggi ha comunicato che tornerà alla Marcialonga e con i colori di un team italiano, il Team Robinson Trentino. Saranno tre i teams italiani impegnati in Visma Ski Classics, un vero e proprio challenge di Coppa del Mondo delle lunghe distanze. Oltre al Robinson Trentino anche Team Futura Alta Quota Trentino e Team Internorm Trentino Zorzi Max.
In Val di Fiemme e in Val di Fassa si attendono le condizioni ideali per innevare le piste, per Natale dovrebbe essere pronta gran parte della pista Marcialonga, ma anche a Lago di Tesero e a Predazzo cannoni pronti e nasi all’insù per le nevicate che contano.

Download immagini TV:
www.broadcaster.it

SOREGHINA, FIGLIA DEL SOL E… DEI SOCIAL. LE MAGNIFICHE 4 IN LIZZA PER MARCIALONGA

SOREGHINA, FIGLIA DEL SOL E… DEI SOCIAL. LE MAGNIFICHE 4 IN LIZZA PER MARCIALONGA

Sono quattro le candidate al ruolo di ambasciatrice per gli eventi Marcialonga
Il 21 agosto a Moena, la Fata delle Dolomiti, si svolgerà l’elezione della Soreghina
Quest’anno si potrà votare anche tramite i social Marcialonga
In Piazza de Sotegrava una serata di intrattenimento e musica

La scintilla che fece scoccare l’idea della Marcialonga ha radici lontane, fu nel 1970 a Mora, nella regione di Dalarna in Svezia. È lì che si svolge da 100 anni (festeggiamenti nel 2022) la Vasaloppet, madre di tutte le granfondo invernali. A volte prendere spunti è d’obbligo, e così è stato anche per Marcialonga, e come succede ogni anno a Mora con la Kranskulla, dal 2002 anche la Marcialonga vanta la sua madrina, la Soreghina, Figlia del Sol.
Il termine Kranskulla nasce dalle parole “corona” (Krans), e “ragazza del Dalarna” (Kulla), è in pratica colei che mette al collo la ghirlanda ai vincitori. La Soreghina però è di più, chi riveste questo ruolo è di fatto l’ambasciatrice della Marcialonga, scelta tra le ragazze delle Valli di Fiemme e di Fassa, eletta ogni anno da una speciale giuria scegliendo non tanto la bellezza, anche se la storia ci ha regalato 19 affascinanti Soreghine, ma le attitudini in fatto di cultura, capacità relazionali, conoscenza delle lingue, impegno nel volontariato e dedizione allo sport. Cose non certo di poco conto, che però Carlotta Nemela, Elisa Sardagna, Sara Tonini, Eleonora Detomas, Martina Bernard, Giovanna Zeni, Barbara Vanzo, Francesca Braito, Veronica Lorenz, Elisa Varesco, Elisa Zanon, Arianna Iori, Valentina Monsorno, Giulia Pastore, Gessica Defrancesco, Camilla Canclini, Eleonora Dellantonio, Michela Delvai e Michela Croce hanno dimostrato negli anni alla grande.
Michela Croce, probabilmente, è la più fortunata di tutte… perché lei, eletta nel 2019, è rimasta in carica anche nel 2020 a seguito del Covid che ha impedito una nuova elezione, ora però anche il suo tempo è scaduto e sabato 21 agosto a Moena la Marcialonga avrà la sua ventesima ambasciatrice.
Non è facile, ovviamente, mettersi in gioco davanti ad un’importante giuria che anche quest’anno vedrà rappresentanti della Magnifica Comunità, di Itas, partner importanti della cerimonia, i direttori delle locali APT di Fiemme e Fassa, giornalisti, il campione olimpico Cristian Zorzi, Giuliana Zeni, moglie del grande fondista Renzo Chiocchetti, quindi il sindaco di Moena che ospita la serata ma anche sede di partenza della Marcialonga, e il presidente Angelo Corradini. Ma c’è di più. Quest’anno la giuria sarà ancora più vasta e completa. Le candidate potranno infatti accumulare punteggi anche grazie alle votazioni via social. Gli appassionati a casa potranno assegnare la propria preferenza sui canali Facebook e Instagram di Marcialonga dalle 20.30 alle 22.30. I likes sulle foto delle singole candidate andranno a sommarsi ai voti della giuria e così questa volta la Soreghina sarà eletta a livello “globale”.
Mafalda Rigatti di Grazia e Pamela Croce, zianesi, Silvia Zorzi di Panchià e Matilde Vanzo di Castello di Fiemme sono pronte ad entrare nella storia, quella della Soreghina, la Figlia del Sol, personaggio di una fiaba che si racconta dalla notte dei tempi tra le affascinanti Dolomiti di Fiemme e di Fassa.
La cerimonia sabato 21 agosto si terrà in Piazza de Sotegrava a Moena alle 21.00, e sarà aperta al pubblico che sarà allietato anche dalla band Nik Lee and the Marcos, gruppo formato da Stefano Nicli (voce e chitarra), Marco Pisoni (sassofono) e Marco Stagni (contrabbasso) in un mix esplosivo di blues, rhythm and blues e swing riarrangiati in veste semiacustica. Ad intrattenere i presenti, oltre alla presentazione delle quattro candidate, l’eclettico campione moenese Cristian Zorzi, il campione paralimpico Giacomo Bertagnolli, con uno speciale momento dedicato a Renzo “Nacio” Chiocchetti scomparso lo scorso anno. Al grande fondista moenese Renzo Ciocchetti verrà dedicato il Diploma d’Onore per le dieci edizioni di Marcialonga disputate, con due quarti posti, un quinto e due sesti. Il riconoscimento sarà consegnato alla moglie Giuliana Zeni.
Dalla stessa piazza di Moena, dopo 15 giorni, scatterà la Marcialonga Running Coop, primo impegno per la neo Soreghina che succederà a Michela Croce col … supporto del Web.

Info: www.marcialonga.it

LA BELLA SOREGHINA COMPIE 17 ANNI. ELEZIONE A TESERO PRIMA DELL’ESORDIO “COOP”

LA BELLA SOREGHINA COMPIE 17 ANNI. ELEZIONE A TESERO PRIMA DELL’ESORDIO “COOP”

4 candidate per il titolo di madrina di Marcialonga
La fassana Sara Pederiva e le fiemmesi Giorgia Giacomoni, Michela Croce e Sara Morandini
La Soreghina 2019/2020 succederà a Michela Delvai
Serata di elezione il 30 luglio a Tesero, esordio alla Marcialonga Coop del 1° settembre

La madrina di Marcialonga verrà eletta il 30 luglio in Piazza Nuova a Tesero e farà il proprio esordio il 1° settembre, in occasione di Marcialonga Coop, ultima contesa sportiva dell’anno che chiuderà i conti e stilerà le classifiche della Combinata Punto3 Craft. Il comune fiemmese di Tesero ospiterà la serata di elezione della Soreghina 2019/2020 in collaborazione con l’associazione “Tesero un paese da vivere” e la “Figlia del Sol” verrà scelta tra quattro candidate: Sara Pederiva di Soraga in Val di Fassa, Giorgia Giacomoni e Michela Croce di Cavalese in Val di Fiemme e la new entry Sara Morandini di Predazzo in Val di Fiemme.
17 anni di storia di un’iniziativa ormai diventata tradizione, partendo da Carlotta Nemela nel 2002 ed arrivando a Michela Delvai nel 2019, la quale racconterà le sensazioni vissute in questa lunga ed intensa annata al fianco di Marcialonga. La serata prenderà il via con i ballerini di tango argentino Roberta Papetti e Pierluigi Mirandola, allietando i presenti con la celebre danza che intervallerà i momenti topici dell’elezione, ed a far parte della giuria ci saranno Elena Ceschini, sindaco del Comune di Tesero, Angelo Corradini, presidente Marcialonga, Giacomo Boninsegna, scario della Magnifica Comunità di Fiemme, ad offrire la fascia di incoronazione e un prezioso gioiello, Alan Barbolini, rappresentante ITAS Assicurazioni con un assegno premio, Elisa Maccagni, vice-presidente dell’APT della Val di Fassa, Giancarlo Cescatti, direttore APT Valle di Fiemme, la giornalista Jessica Pellegrino, Leszek Kosiorowski, direttore della gara polacca Bieg Piastów da quest’anno gemellata con Marcialonga, e Caterina Ganz che racconterà la propria esperienza di fondista e la soddisfazione maturata al Tour de Ski 2019 “di casa” in Val di Fiemme. Nel corso della serata teserana anche la consegna delle quattro borse di studio da parte del presidente dello Sci Club Marcialonga, Giuseppe Brigadoi, ai ragazzi più meritevoli in ambito scolastico, sportivo e del volontariato degli istituti superiori di Fiemme e Fassa “La Rosa Bianca” con sede a Cavalese e Predazzo, l’“ENAIP” di Tesero e la “Scuola Ladina di Fassa” di Pozza di Fassa. La nuova Soreghina è…

Info: www.marcialonga.it

MARCIALONGA SFOGLIA LA MARGHERITA. MICHELA: “SOREGHINA ESPERIENZA INDIMENTICABILE”

MARCIALONGA SFOGLIA LA MARGHERITA. MICHELA: “SOREGHINA ESPERIENZA INDIMENTICABILE”

Marcialonga cerca la nuova Soreghina
Sara Pederiva, Giorgia Giacomoni e Michela Croce prime candidate
Michela Delvai racconta l’esperienza vissuta
Elezione il 30 luglio a Tesero, esordio alla Marcialonga Coop

La Soreghina ‘uscente’ Michela Delvai racconta il ruolo di ‘ambasciatrice’ avuto in Marcialonga, invitando le prossime candidate a farsi avanti perché l’esperienza è di quelle da non perdere: “Sicuramente la consiglio, ti dà la possibilità di conoscere un sacco di persone e di partecipare in modo attivo alla promozione della valle – afferma Michela. – Dal punto di vista personale penso sia una buona occasione per mettersi in gioco e crescere personalmente, ma anche professionalmente”. Un impegno non impossibile da conciliare con il resto: “Sicuramente i tre weekend di gara sono impegnativi, ma gli altri impegni sono limitati e sempre definiti con largo anticipo, quindi se una ragazza deve lavorare o studiare è fattibilissimo”. Tra le prime candidate in lizza per rappresentare Marcialonga nei prossimi eventi di corsa, sci di fondo e ciclismo sono presenti Sara Pederiva di Soraga in Val di Fassa, Giorgia Giacomoni e Michela Croce di Cavalese in Val di Fiemme, con l’elezione che si terrà martedì 30 luglio alle ore 21 in Piazza Nuova a Tesero.
Sara, tra le altre cose, ha rivestito il ruolo di giudice di ginnastica ritmica dopo 13 anni da ginnasta, lavorando a Portsmouth in Inghilterra in materia di organizzazione eventi, occupandosi anche di volontariato come animatrice al centro giovani di Soraga e facendo parte del Gruppo Folk Soraga dall’età di tre anni.
Giorgia ha già collaborato con Marcialonga come addetta ai ristori, quindi ne conosce bene ambiente e dinamiche, sta frequentando un corso per diventare maestra di sci, lavora in Hotel in qualità di addetta al front e back office ed ora è responsabile d’ufficio, formandosi come receptionist a Cannes, in Francia.
Anche Michela Croce gravita nell’ambito dell’accoglienza clienti in strutture alberghiere, possiede inoltre un diploma di massaggiatrice, ha studiato negli Stati Uniti, in Austria e Germania e frequenta un corso di laurea in assistenza sanitaria all’Università degli Studi di Brescia, ha esperienze nel volontariato con bambini disabili, pratica sci alpino e nuoto a livello agonistico.
Solo belle parole spese da Michela Delvai nei confronti di Marcialonga: “Per me è stata una bella esperienza che ricorderò per sempre e che mi dispiace sia già terminata, perché è volata… Se potessi la rifarei subito!”
Le candidature sono ancora aperte e Marcialonga aspetta la nuova “figlia del Sol”.

Info: www.marcialonga.it

MARCIALONGA CERCA LA SUA MADRINA. 17 ANNI DI SOREGHINA… TRA VALORI, TRADIZIONI E TERRITORIO

MARCIALONGA CERCA LA SUA MADRINA. 17 ANNI DI SOREGHINA… TRA VALORI, TRADIZIONI E TERRITORIO

Marcialonga il 26 gennaio 2020 in Trentino
Chi succederà a Michela Delvai? Elezione il 30 luglio a Tesero
Marcialonga Coop di corsa il 1° settembre con ‘esordio’ della nuova Soreghina
Borsa di studio donata ai più meritevoli delle Valli di Fiemme e Fassa

Bella, brava, preparata. La Soreghina rappresenta le caratteristiche di Marcialonga, e la ski-marathon che si è aggiudicata il titolo di miglior gara del pianeta per la seconda annata consecutiva è alla ricerca della sua nuova madrina. Soreghina è colei che ha il non facile compito di rappresentare Marcialonga nel corso degli appuntamenti sportivi di sci di fondo, ciclismo (Craft) e corsa (Coop), l’ultimo della Combinata Punto3 Craft ancora da disputarsi, dove la nuova Soreghina farà il proprio ingresso in scena.
Quella della “Figlia del Sol” è una storia triste, ma grazie a Marcialonga la Soreghina rivive e trova l’affetto di tutti, con tanti appassionati che ogni anno si precipitano a salutarla. L’iniziativa è nata nel 2002 con Carlotta Nemela quale prima eletta, proseguita poi con Elisa Sardagna, Sara Tonini, Eleonora Detomas, Martina Bernard, Giovanna Zeni, Barbara Vanzo, Francesca Braito, Veronica Lorenz, Elisa Varesco, Elisa Zanon, Arianna Iori, Valentina Monsorno, Giulia Pastore, Gessica Defrancesco, Camilla Canclini, Eleonora Dellantonio, sino ad arrivare alla più recente, Michela Delvai, la quale ha svolto egregiamente il proprio compito ed ora consegnerà la ‘fascia’ ad un’altra brava ragazza delle Valli di Fiemme e Fassa, che sosterrà gli atleti e li incoronerà al traguardo, trasmettendo i valori delle belle vallate trentine: “Un anno di emozioni in un ambiente internazionale, a contatto con lo staff, i volontari, gli atleti e i tanti appassionati di Marcialonga. Non perdere l’occasione di vivere un’esperienza unica ed irripetibile, manda la tua candidatura”, è l’invito del Comitato. E per presentarla basterà inviare il curriculum a entry@marcialonga.it, avere tra i 18 e i 30 anni ed essere residente nelle Valli di Fiemme e Fassa, specificando il percorso di studio, nello sport e nel volontariato, prima di partecipare all’elezione che si terrà in Piazza Nuova a Tesero martedì 30 luglio, con la prescelta che indosserà l’abito caratteristico in occasione della prossima Marcialonga Coop del 1° settembre. ITAS metterà in palio un premio in denaro mentre la Magnifica Comunità di Fiemme donerà la fascia e un gioiello.
Marcialonga spinge sempre a dare il meglio di sé stessi, e così sarà anche con una borsa di studio del valore di 1.000 euro donata agli studenti meritevoli degli istituiti Rosa Bianca di Cavalese, Scuola Ladina di Fassa e CFP Enaip.

Info: www.marcialonga.it

MARCIALONGA CERCA LA SUA DOLCE FIGURA LA NUOVA SOREGHINA POTRESTI ESSERE TU

MARCIALONGA CERCA LA SUA DOLCE FIGURA LA NUOVA SOREGHINA POTRESTI ESSERE TU

Elezione della madrina di Marcialonga negli eventi di sci, bici e corsa
Il 2 settembre Marcialonga Coop – prima ‘apparizione’ della nuova Soreghina
Le aspiranti possono presentare la propria candidatura a entry@marcialonga.it
Elezione a Predazzo lunedì 23 luglio alle ore 21

Una principessa la cui vita dipendeva dalla luce del sole, la luce di Marcialonga… La madrina ufficiale della storica organizzazione trentina vive la manifestazione da una prospettiva privilegiata, ed è una dolce figura che esprime al meglio lo spirito delle belle vallate di Fiemme e Fassa (TN), dei valori e delle tradizioni del Trentino. Affianca il comitato nei momenti ufficiali, avendo poi l’onore d’incoronare i vincitori sul traguardo. La Soreghina ha l’opportunità di vivere emozioni uniche, a stretto contatto con i membri di un C.O. che ha avuto recentemente la soddisfazione di vedere la propria gara valutata come “migliore del mondo” dagli esperti Visma Ski Classics, potendo assistere in prima persona all’impegno delle forze volontarie, dei poderosi atleti di sci di fondo, ciclismo e corsa, vivendo assieme alle realtà sportive internazionali e giornalisti provenienti da tutto il mondo. Presentare la propria candidatura è semplice, basterà inviare il proprio Curriculum Vitae a entry@marcialonga.it, specificando il proprio percorso di studio e/o lavorativo, le passioni, l’impegno nello sport e nel volontariato. L’elezione della prossima Soreghina, che succederà ad Eleonora Dellantonio, si terrà a Predazzo lunedì 23 luglio alle ore 21 in piazza SS. Filippo e Giacomo, con ITAS Assicurazioni a mettere in palio per la vincitrice un premio in denaro, mentre la Magnifica Comunità di Fiemme donerà un gioiello esclusivo. Perché non provarci? La Soreghina 2019 deve avere tra i 18 ai 30 anni ed essere residente nelle valli di Fiemme e Fassa (prima ‘apparizione’ alla Marcialonga podistica Coop del 2 settembre) potresti essere tu…

Info: www.marcialonga.it

ELEONORA DELLANTONIO SOREGHINA POLIGLOTTA

ELEONORA DELLANTONIO SOREGHINA POLIGLOTTA

È IL NUOVO VOLTO DI MARCIALONGA 2018

La Soreghina, fiabesca figlia del Sol, … ha un nuovo volto ed un nuovo nome. Eleonora Dellantonio è infatti da ieri la nuova ambasciatrice di Marcialonga.
Ieri sera a Pozza di Fassa un’eccellente giuria ha eletto la sua nuova erede di Camilla Canclini, portatrice di grazia, di simpatia e di bellezza, insomma, dello spirito della Marcialonga.
Quattro sono state le candidate vestite con gli abiti tradizionali dei propri paesi che, di fronte al folto pubblico del Padiglione delle Manifestazioni di Pozza, si sono garbatamente contese l’onorifico titolo di Soreghina 2018, per diventare ambasciatrice di tutti gli eventi del brand Marcialonga: Karin Corradini, classe 1998 di Cavalese, che alla Marcialonga ha già partecipato in veste di atleta; Deborah Varesco, classe 1997 di Carano, grande amante della natura e appassionata di sci alpino, ma anche di sci alpinismo, corsa e ciclismo; Eleonora Dellantonio, classe 1999 di Predazzo, aspirante maestra di sci che parla e scrive benissimo il ladino; e infine Sabrina Vanzo, classe 1994 di Cavalese, HairStylist che a fine giornata mette anima e corpo nel volontariato con la Croce Bianca. La serata è stata aperta dai saluti del Vice Presidente di Marcialonga Sergio Nemela, il quale ha voluto ringraziare soprattutto le quattro aspiranti al titolo: «sono state coraggiose a mettendosi in gioco». Della stessa opinione anche il Presidente dell’APT della Val di Fassa nonché Vice Sindaco di Pozza di Fassa Fausto Lorenz, il quale, oltre ai ringraziamenti di rito agli organizzatori, ha voluto sottolineare come «la Marcialonga, sia per la Val di Fassa che per la Val di Fiemme, è un grandissimo evento che porta a creare un turismo diverso, un turismo attivo, che ha come veicolo principale proprio lo sport».
Ad allietare il pubblico, tra un intervento e l’altro delle candidate, vi sono stati i magici intermezzi di danza proposti dalla Street Dance School & Ritmica Fassa: le giovani ragazze della scuola di ballo hanno regalato alla serata degli entusiasmanti spettacoli a corpo libero ed un’affascinante rivisitazione de “La Festa dei Folli” tratto da “Notre Dame de Paris”. Ad accompagnare le ginnaste-danzatrici in quest’ultima esibizione, tra l’altro, è intervenuto anche Samuel Pellegrini, special guest della serata che, partito dal Centro Danza Tesero, è stato ora ammesso alla prestigiosa Tanz Akademie di Zurigo, una delle scuole di danza classica di maggior prestigio a livello internazionale.
Nulla però ha rubato i riflettori alle vere protagoniste della serata con la giuria in difficoltà a dover scegliere tra quattro ragazze belle, intelligenti, attive e molto spigliate. Tra gli aventi diritto al voto, oltre a Sergio Nemela e a Fausto Lorenz, si sono potuti riconoscere Lucia Dellagiacoma, assessore al sociale del Comune di Pozza, Elena Testor, Procuradora del Comun General de Fascia, Giacomo Boninsegna, Scario Magnifica Comunità di Fiemme, Daniele Tonet, rappresentante ITAS Assicurazioni e Renato Dellagiacoma, Presidente dell’APT della Valle di Fiemme. Accanto all’attenta giuria sedeva anche la Soreghina uscente Camilla Canclini, la quale, intervenuta sul palco, oltre a ringraziare il comitato della Marcialonga per la magnifica esperienza, ha voluto sottolineare come «la mia Soreghina non finisce qui questa sera, in quanto desidero continuare a dare una mano come volontaria all’organizzazione della Marcialonga».
Tra balli e domande alle candidate, alla fine della serata è arrivato il momento clou ed a meritare le preferenze dei giudici è stata Eleonora Dellantonio, che è diventata così la prima Soreghina di sempre di Predazzo. Dal 2002, anno in cui è iniziata questa affascinante iniziativa, nessuna ambasciatrice della Marcialonga era infatti mai arrivata da quella che in fin dei conti è la sede ufficiale del fortunato brand: che sia un buon segno premonitore per la quarantacinquesima edizione della Marcialonga? Non c’è del resto dubbio che Eleonora rappresenti la Soreghina perfetta: attiva nello sport e nel sociale – quest’inverno in collaborazione con la Polizia di Stato ha insegnato le basi dello sci alpino a persone con disabilità motoria –, la fiemmese conosce l’inglese, il tedesco, lo spagnolo nonché il ladino, ed è una grande amante del Lagorai e delle Dolomiti. A incoronare la Soreghina 2018 è stato lo Scario della Magnifica Comunità di Fiemme, Giacomo Boninsegna, il quale ha consegnato ad Eleonora la fascia ufficiale del concorso ed un lussuoso gioiello; al momento della premiazione è intervenuto a nome di Itas Assicurazioni anche Daniele Tonet, porgendo un premio in denaro alla neo-eletta. «Non me l’aspettavo assolutamente, devo metabolizzare un po’ la cosa, però sono pronta a incoronare i vincitori già alla Marcialonga Running di settembre» ha spiegato Eleonora, aggiungendo che «è stata soprattutto mia mamma a incoraggiarmi, lei mi dà sempre una grande carica e mi dice di credere sempre nelle mie possibilità».
Ma giovedì sera non è stata eletta solamente la nuova Soreghina. Novità di quest’anno, il comitato organizzatore della Marcialonga ha voluto premiare le eccellenze scolastiche delle Valle di Fiemme e Fassa elargendo 4 borse di studio a quattro ragazzi degli istituti superiori La Rosa Bianca di Cavalese e Predazzo, ENAIP di Tesero e Scuola Ladina di Pozza di Fassa. Gli studenti premiati, che si sono distinti per l’impegno scolastico, i risultati in campo sportivo e anche nel volontariato sono stati dunque Caterina Carpano, Alice Gasperini, Alessio Gottardi e Matteo Leso. A conferire il premio è stata la CEO di Marcialonga Gloria Trettel, la quale, a margine della serata, ha voluto spendere qualche parola sul futuro della kermesse sportiva «il 2018 presenterà tante novità che sveleremo solo in autunno» ha annunciato, aggiungendo che «le iscrizioni alla Marcialonga invernale sono già praticamente chiuse». Non ci resta che aspettare, dunque, un’altra fantastica edizione: il prossimo appuntamento, per ora, è con la gara podistica Marcialonga Running COOP, il 3 settembre.
Info: www.marcialonga.it

STASERA A POZZA LA SOREGHINA DI MARCIALONGA

STASERA A POZZA LA SOREGHINA DI MARCIALONGA

LA LEGGENDA CONTINUA TRA SPORT E FIABE

Fiabe e leggende in Val di Fassa e in Val di Fiemme spesso si intrecciano con la realtà.
Soreghina, recita una fiaba, era una principessa la cui vita dipendeva dalla luce del sole. La sua bellezza, il suo sorriso e la sua storia da 17 anni sono incarnati in quella che Marcialonga ha voluto indicare come la propria ambasciatrice nel mondo.
Quella che sarà la “dama” di Marcialonga 2018 verrà svelata stasera al padiglione delle manifestazioni di Pozza di Fassa (TN), con la “figlia del Sol” impegnata in prima persona sin dalla prossima competizione podistica di casa Marcialonga.
Colei che incoronerà gli atleti degli eventi Skiing, Cycling e Running (di scena il prossimo 3 settembre), e si occuperà di raffigurare la grazia, la bellezza, la simpatia e lo spirito di Marcialonga, verrà eletta fra le candidate che hanno inviato le proprie “credenziali”, con i paletti fissati dal bando di concorso, ovvero avere un’età compresa tra i 18 e i 30 anni, essere residente in Val di Fiemme o in Val di Fassa, conoscere le lingue, essere estroversa, sportiva e soprattutto aver voglia di vivere un’esperienza unica ed irripetibile.
Tra le candidate si celano i nomi della predazzana multilingue Eleonora Dellantonio, la quale si diletta a dialogare in inglese, spagnolo, tedesco e ladino, della viaggiatrice Deborah Varesco di Carano, che considera viaggiare “una necessità”, della HairStylist di Cavalese attivissima anche nel sociale Sabrina Vanzo e di colei che fin da giovanissima segue da vicino i passi sugli sci della Marcialonga, Karin Corradini di Cavalese. La giuria esaminerà le candidate a partire dalle ore 21 e, nella medesima serata, verranno inoltre consegnate le borse di studio agli studenti delle scuole superiori, con il management Marcialonga a premiare i ragazzi più meritevoli di Fiemme e Fassa. A coronare il tutto, simpatico intrattenimento per il pubblico, ci penserà l’esibizione della Street Dance School & Ritmica Fassa, con spettacoli “a corpo libero” ed anche una rivisitazione de “La Festa dei Folli” tratto da “Notre Dame de Paris”.
Camilla Canclini è l’ultima Soreghina di una lunga serie, dato che a partire dal 2002 si sono succedute numerose ragazze provenienti dalle splendide Valli di Fiemme e Fassa, marchio di fabbrica degli eventi sportivi firmati dalla storica Marcialonga: Carlotta Nemela (Campitello di Fassa), Elisa Sardagna (Castello di Fiemme), Sara Tonini (Molina di Fiemme), Eleonora Detomas (Vigo di Fassa), Martina Bernard (Pozza di Fassa), Giovanna Zeni (Tesero), Barbara Vanzo (Cavalese), Francesca Braito (Varena), Veronica Lorenz (Vigo di Fassa), Elisa Varesco (Lago di Tesero), Elisa Zanon (Ziano di Fiemme), Arianna Iori (Canazei), Valentina Monsorno (Varena), Giulia Pastore (Moena), Gessica Defrancesco (Soraga), e appunto Camilla Canclini di Moena.
Quattro borse di studio premieranno poi le eccellenze, messe a disposizione da Marcialonga per riconoscere la bravura degli studenti che meglio avranno affrontato il proprio percorso scolastico, sportivo e nel volontariato degli istituti superiori di Fiemme e Fassa “La Rosa Bianca” con sede a Cavalese e Predazzo, l’”ENAIP” di Tesero e la “Scuola Ladina di Fassa” di Pozza di Fassa.
Una serata all’insegna di bellezza, eleganza e bravura sui banchi di scuola.
Info: www.marcialonga.it e info@marcialonga.it

MARCIALONGA: SOREGHINE ALLA RISCOSSA!

MARCIALONGA: SOREGHINE ALLA RISCOSSA!

ELEZIONE DELLA “FIGLIA DEL SOL” IL 27 LUGLIO

La serata di giovedì 27 luglio a Pozza di Fassa (TN) incoronerà la nuova “figlia del Sol”, l’amata Soreghina, la dama che fa risplendere le Valli di Fiemme e Fassa e gli eventi sportivi della storica Marcialonga, premiando inoltre i ragazzi più meritevoli delle due valli trentine con quattro borse di studio. E tra le candidate a ricevere lo scettro dalla Soreghina uscente Camilla Canclini ci sono giovani preparate, dedite alla scuola, al lavoro, allo sport e al volontariato.
Eleonora Dellantonio è di Predazzo, frequenta la classe IV del Liceo Ladino delle Lingue di Pozza di Fassa, parla numerose lingue come inglese, spagnolo, tedesco e ladino, pratica sci alpino a livello agonistico, mountain bike, nuoto, escursionismo ed è in attesa di effettuare il test di ammissione al corso per maestri di sci.
Deborah Varesco vive a Carano ed è stata “ragazza alla pari” in Galles, effettuando anche viaggi studio fra Germania ed Irlanda. Quel che è certo è quanto questa papabile Soreghina ami viaggiare, e cita Voltaire a tal proposito: “È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria” – Visitare posti nuovi, conoscere nuove persone e nuove culture è un grande arricchimento per chi ha l’opportunità di viaggiare. Penso quindi che viaggiare non sia solo un piacere, ma anche una necessità”. Ma Deborah adora anche la montagna ed è pure una fan sfegatata della Marcialonga: “Per quanto riguarda le manifestazioni sportive locali, ho sempre assistito i miei genitori nei vari appuntamenti della Marcialonga Skiing, Cycling e Running, seguo da vicino anche i valligiani e le gare di MTB”.
Elisa Barbolini è di Vigo di Fassa, è di madrelingua ladina e le sue più grandi passioni sono gli sport quali nuoto, sci, tennis, danza, il viaggiare “visitando Stati come Spagna, Francia, Germania, Inghilterra, Ungheria; attraverso altri viaggi sono potuta entrare in contatto con culture diverse da quelle europee, visitando e conoscendo usi e costumi dell’America Centrale (Messico e Santo Domingo) e delle Isole dell’Africa Meridionale”, ed il volontariato: “credo fermamente che il tipo di percorso formativo che ho scelto di seguire mi prepari e mi dia la possibilità di aiutare il prossimo”.
Karin Corradini è di Cavalese, in procinto di ottenere il diploma di maturità indirizzo tecnico turistico presso l’Istituto La Rosa Bianca di Predazzo, tramite il quale ha avuto l’opportunità di partecipare per due anni allo stage presso gli stand di Cavalese in occasione delle ultime due edizioni della Marcialonga invernale. Karin ha un sogno: “Avendo partecipato l’anno scorso in qualità di atleta alla Marcialonga di sci nordico mi piacerebbe poterla rappresentare anche come “Soreghina” perché amo la mia valle e sarei fiera di poter portare le nostre tradizioni anche all’estero”.
Queste le iscritte al concorso per il momento, ricordando che la possibilità di candidarsi al ruolo di Soreghina è ancora aperta. La serata del 27 luglio presso il tendone delle manifestazioni di Pozza sarà allietata dalle esibizioni della Street Dance School.
Info: www.marcialonga.it e info@marcialonga.it