Tag: sassolungo

21 NAZIONI ALLA DOLOMITES SASLONG. TRAIL RUNNING DAL FASCINO IRRESISTIBILE

21 NAZIONI ALLA DOLOMITES SASLONG. TRAIL RUNNING DAL FASCINO IRRESISTIBILE

Caterina Stenta vincitrice nel 2021 tornerà anche per l’edizione 2022

In Alto Adige sabato 11 giugno la 4.a Dolomites Saslong Half Marathon
Ultimi posti disponibili per lo spettacolare trail running
21 nazioni iscritte, da Singapore la freediver Anqi Lim
L’ASV Gherdëina Runners è pronta a far decollare l’evento

La Dolomites Saslong Half Marathon è pronta a spiccare il volo fra meno di dieci giorni. Il trail running altoatesino, in programma l’11 giugno, regalerà ai runners un’incredibile scarica di adrenalina nello scenario spettacolare del Sassolungo con l’affascinante complesso dolomitico del Gruppo del Sella, l’inconfondibile massiccio dello Sciliar e l’Alpe di Siusi a fare da sfondo.
Nel luogo delle “100 sorgenti” (Cendevaves in ladino) sul soleggiato altopiano del Monte Pana a 1.636 metri, scatterà il percorso di 21 km che collega i rifugi Comici, Salei, Pertini e Sasso Piatto, ambienti di incomparabile bellezza, e arrivarci correndo sarà un’esperienza davvero unica. I partecipanti, attorniati dalle “100 sorgenti” simbolo di energia, faranno il pieno di forza per raggiungere il punto più alto del percorso a 2363 metri.
Ben 21 nazioni sono rappresentate al meraviglioso giro attorno al Sassolungo. Fra i tanti concorrenti, da sottolineare la partecipazione dell’atleta di Singapore Anqi Lim, detentrice del record nazionale di tutte le discipline di profondità con l’immersione più profonda fino a 70 metri e classificata tra le prime 14 al mondo per la categoria femminile “overall depth” nel 2019. Insegnante di scuba diving e fondatrice del “Sea Glass Project”, un progetto iniziato nel 2019 per sensibilizzare le persone sul tema dell’inquinamento degli oceani, Anqi Lim è stata la prima atleta freediver di Singapore a vincere una medaglia alla Caribbean Cup 2019 in Honduras.
Da Singapore alla Val Gardena, una partecipazione curiosa ed un viaggio che vale la pena intraprendere per la corsa più affascinante dell’Alto Adige. Alla 4.a edizione della Dolomites Saslong HM ci sarà inoltre la veneta Martina Cumerlato, campionessa italiana di skysnow classic, oltre ai fedeli amici dell’evento Alex Oberbacher, Georg Piazza, Daniele Felicetti e Caterina Stenta.
Il tracciato e la vista sulle cime più pittoresche delle Dolomiti, anche trentine, sono il piatto forte della gara, che si è sempre distinta per un’organizzazione curata nei minimi dettagli dall’ASV Gherdëina Runners presieduta da Manuela Perathoner.
Per chi si sta allenando puntando alla classifica, il record da battere è quello segnato lo scorso anno dal valdostano Xavier Chevrier in 1h33’14”. Tutto è pronto nell’accogliente Val Gardena e il comitato organizzatore fa sapere che i concorrenti potranno usufruire del servizio di consulenza fisioterapica e test di simmetria offerto da Dolomiti Physiocenter. Ci sono ancora pochi posti disponibili (massimo 600 al via), l’occasione è da prendere al volo per un’esperienza che merita di essere vissuta almeno una volta nella vita.
Il trail running più “green” privo d’asfalto e totalmente immerso nella natura sta per partire!
Info: www.saslong.run

DOLOMITES SASLONG FA IL PIENO DI CAMPIONI. 19 NAZIONI AD AMMIRARE IL SASSOLUNGO

DOLOMITES SASLONG FA IL PIENO DI CAMPIONI. 19 NAZIONI AD AMMIRARE IL SASSOLUNGO

Alex Oberbacher

Sabato 11 giugno il trail running estivo attorno al Sassolungo
21 km di sentieri e trail sterrati senza toccare l’asfalto
Felicetti, Reiterer, Oberbacher, Stenta e Marcolini hanno detto ‘presente’
19 nazioni al via tra cui Stati Uniti, Turchia e Singapore

“Orandum est ut sit mens sana in corpore sano” (Giovenale, Satire, X, 356). Un tempo il poeta Giovenale criticava i suoi contemporanei latini che aspiravano alla gloria, ricchezza e prestigio, mentre trascuravano ciò che realmente contava davvero, ovvero la salute mentale e fisica della persona. Dolomites Saslong Half Marathon ha preso tale locuzione latina per farne il suo motto.
Sabato 11 giugno si apre il sipario sulla 4.a edizione del giovane e accattivante trail running di 21 km attorno al massiccio del Sassolungo, diretto dall’ASV Gherdëina Runners. La presidente del CO Manuela Perathoner afferma che le iscrizioni procedono bene, e con grande entusiasmo svela alcuni nomi favoriti che saranno ai nastri di partenza fra circa 50 giorni. Il trentino Daniele Felicetti e Andreas Reiterer di Avelengo (BZ), dopo aver onorato l’edizione del 2021 rispettivamente con un secondo e un terzo posto, sono ora a caccia della vittoria. È ancora da confermare invece la partecipazione del vincitore valdostano e specialista della corsa in montagna Xavier Chevrier. Sarà sfida aperta in campo femminile tra Caterina Stenta e Manuela Marcolini, con Stenta che tenterà il bis dopo la vittoria del 2021 e Marcolini (seconda l’anno scorso) a lottare per il gradino più alto del podio. È entrato per primo nell’albo d’oro vincendo la prima edizione: il gardenese Alex Oberbacher sarà al via quest’anno assieme alla sua dolce metà Martina Cumerlato. Pettorale riservato per il tracciatore del favoloso trail altoatesino Georg Piazza, secondo nel 2019 e terzo l’anno prima: “Il percorso della Dolomites Saslong sarà lo stesso, quello che tutti conosciamo. Quest’anno con le iscrizioni siamo a buon punto e a chi vuole partecipare consiglio di iscriversi per tempo, perché quando si raggiunge il numero di 600 unità chiudiamo. C’è ancora un po’ di neve, ma quest’anno siamo messi meglio rispetto al passato, il comitato organizzatore al momento è tranquillo per quanto riguarda il percorso e anche molto positivo!”.
Ad ammirare le meravigliose montagne che circondano il Sassolungo arriveranno atleti da ben 19 nazioni, da ovest a est del mondo: dagli Stati Uniti, Turchia e persino da Singapore.
A Monte Pana – Santa Cristina, in prossimità dell’Hotel Cendevaves, verrà allestita la zona di partenza e arrivo; dai 1636 metri iniziali si salirà di quota verso i rifugi Comici, Salei e Sasso Piatto, dopodiché a metà del percorso una lunga e graduale discesa porterà di nuovo gli atleti in zona d’arrivo. I 21 km con 900m di dislivello si svilupperanno in uno scenario spettacolare con l’incantevole vista sul Sassolungo, il Gruppo del Sella, il massiccio dello Sciliar e l’altopiano dell’Alpe di Siusi a portata di mano. Correre sarà davvero un piacere: zero asfalto, soltanto sentieri e trail sterrati viaggiando in piena natura, tra un’altitudine di 1624m e 2363m sopra il livello del mare.
C’è tanta voglia di tornare alla normalità e lo staff della Dolomites Saslong Half Marathon vuole riprendere le tradizionali abitudini organizzando il pasta party per tutti a fine gara. Le iscrizioni sono ancora disponibili, però c’è da affrettarsi perché il tetto massimo, come detto, è fissato a 600 concorrenti.
Info: www.saslong.run

Il Sassolungo fa l’occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l’11 giugno

Il Sassolungo fa l’occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l’11 giugno

L’11 giugno 2022 quarta edizione della Dolomites Saslong Half Marathon
Un percorso di 21 km e 900 m. di dislivello tra Val Gardena e Val di Fassa
Iscrizioni online con Enternow, la quota base è di 50 euro
600 posti per un’occasione sportiva intorno al Gruppo del Sassolungo

Alcuni atleti nella scorsa edizione di giugno, disputata comunque nonostante i disagi della pandemia, dicevano di non riuscire a concentrarsi in gara, tanto la vista li affascinava. C’è da crederci. Forse un po’ meno per Xavier Chevrier, favorito della vigilia, e Caterina Stenta, outsider vincente tra le donne, autori di una gara velocissima.
E così dopo gli entusiasmi per il successo e i complimenti gli organizzatori si sono messi al lavoro per la 4° edizione della Dolomites Saslong Half Marathon, in una delle zone più suggestive delle già seducenti Dolomiti. La competizione 2022 è annunciata per l’11 giugno, con la classica partenza (ed arrivo) a Monte Pana – Santa Cristina, in Val Gardena (BZ). Anche per questa edizione sono a disposizione “solo” 600 posti per gli atleti che vogliono mettersi in gioco e percorrere, d’un fiato, i 21 km del tracciato che si snoda intorno all’imponente Gruppo del Sassolungo. Si parte da un’altitudine di 1600 metri e durante il percorso i concorrenti saliranno fin quasi a 2400 metri.
Un numero fisso per garantire alti standard e servizi di qualità, come il pasta party cucinato da un ristorante di rango, molto apprezzato e conosciuto dai podisti che frequentano la zona per camp e allenamenti in quota.
“L’impegno è il traguardo”, è il motto che perseguono gli organizzatori dell’ASV Gherdeina Runners, i quali intendono replicare il successo delle precedenti tre edizioni. L’iniziativa è aperta a tutti, professionisti e amatori perché tutti alla Saslong Half Marathon sono vincitori. Uno spirito voluto da organizzatori runners pure loro, che vogliono allontanarsi da un agonismo esasperato e anzi vedono nella manifestazione un’occasione per evadere dai ritmi frenetici, per ritrovare un po’ di equilibrio, per fare gruppo e respirare la fresca aria di montagna. Servono solo un paio di scarpe da trail e, per chi vuole, un paio di bastoncini. La bellezza della natura che la Val Gardena, al di qua del Sassolungo, e la Val di Fassa, al di là, garantiscono a 360°. La gara è un’occasione anche per accompagnatori e familiari per trascorrere un weekend indimenticabile e molti, poi, ritornano anche nel post gara per allenarsi o per escursioni da immortalare nel libro dei ricordi.
La quota massima dei 600 iscritti con tutta probabilità verrà raggiunta in fretta, per questo è già ora di iscriversi online, attraverso il portale Enternow. La tariffa di partecipazione è fissata a 50 euro per chi s’iscrive entro il 31dicembre, quindi a 60 euro entro il 28 febbraio 2022 e a 70 euro dal primo marzo in poi. L’iscrizione comprende il pacco gara, sempre molto ambito alla Saslong Half Marathon, quindi i servizi come il parcheggio, i rifornimenti lungo il percorso, pasto e bevanda e una doccia all’arrivo.

Per info: www.saslong.run

DOLOMITES SASLONG HM AI NASTRI DI PARTENZA. DA MONTE PANA SI PARTE ALLE 8.30

DOLOMITES SASLONG HM AI NASTRI DI PARTENZA. DA MONTE PANA SI PARTE ALLE 8.30

Stefano Gardener, vincitore nel 2019, in azione

Domani va in scena la 3.a edizione delle Dolomites Saslong Half Marathon
ASV Gherdeina Runners in cabina di regia con il supporto di Under Armour
Viabilità modificata con chiusura della SS243 per il Passo Gardena dalle 7.45 alle 10.30
Nel 2019 vinsero Stefano Gardener in 1h41’32’’ e Petra Pircher in 2h05’44’’

In Val Gardena non si attende altro che l’inizio della 3.a Dolomites Saslong Half Marathon, che domani prenderà il via da Monte Pana per uno spettacolo unico nel suo genere. L’ASV Gherdeina Runners, assieme al prezioso supporto di Under Armour – main sponsor della manifestazione, ha definito anche gli ultimi dettagli ed è ormai tutto pronto per la gara di trail running nella splendida cornice delle Dolomiti.
Il programma ufficiale parte oggi con il ritiro dei pettorali, momento in cui verranno richiesti ai partecipanti anche la dichiarazione di responsabilità e la copia del certificato ‘testato, vaccinato o guarito’, ovvero tampone negativo oppure certificato vaccinale oppure certificato di guarigione dal Covid.
L’attenzione poi si sposterà sulla giornata di domani con la gara attorno al Gruppo del Sassolungo che prenderà il via alle 8.30, anticipata di mezz’ora rispetto all’orario originale per motivi organizzativi e con la chiusura della strada SS243 che porta al Passo Gardena dalle 7.45 alle 10.30. Dopo la partenza dall’incantevole Monte Pana si sale subito di quota con l’ascesa che porterà gli atleti a raggiungere il rifugio Emilio Comici. Da qui, il percorso si svilupperà costantemente sui 2.200-2.300 metri di altitudine fino a raggiungere il rifugio Sasso Piatto, punto fondamentale della gara perché da lì comincerà la discesa che riporterà i runners a Monte Pana per l’arrivo.
Sarà una sfida all’ultimo respiro tra i grandi della corsa in montagna, con la lista di partenza che tra i nomi di spicco vede Stefano Gardener, l’ultimo vincitore dell’evento altoatesino, che nel 2019 completò i 21 km e 900 metri di dislivello in 1h41’32’’ staccando di quasi 3 minuti Georg Piazza e poco meno di 5 Daniele Felicetti, anch’essi al via domani. Un altro sicuro protagonista, che alla Dolomites Saslong HM non ha mai gareggiato, è Xavier Chevrier il cui palmares parla da solo: pluricampione europeo e italiano, ma anche campione mondiale a squadre di corsa in montagna, farà certamente valere la sua esperienza per conquistare il successo. Da non sottovalutare nemmeno la presenza di Luca Cagnati, atleta della nazionale italiana di corsa in montagna, iscritto proprio all’ultimo e che sarà della partita per il successo finale.
Tra le donne, invece, ci sarà la dominatrice delle passate edizioni, quella Petra Pircher che domani cercherà il tris personale in Val Gardena. Nel 2019 chiuse con un tempo di 2h05’44’’ e vinse con un vantaggio di un minuto e mezzo su Nicol Guidolin, che quest’anno non sarà presente. Lo saranno invece Manuela Marcolini ed Edeltraud Thaler, rispettivamente terza e quarta nel 2019, le quali proveranno ad avvicinarsi all’altoatesina con l’obiettivo, perché no, di farle uno scherzetto.
Domani alle 8.30 il via alla gara per uno spettacolo a dir poco… dolomitico!
Info: www.saslong.run