Tag: pergine

CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO MTB A PERGINE. I TRACCIATI XCO ED E-MTB PRENDONO FORMA

CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO MTB A PERGINE. I TRACCIATI XCO ED E-MTB PRENDONO FORMA

www.newspower.it

Lavori in corso a Pergine: prendono forma i tracciati per il Campionato Italiano
Le gare dal 19 al 21 luglio si prospettano infuocate
Per l’E-MTB occhio alla ‘Traversa Fruet’, per l’XCO decisive ‘S. Pietro’ e ‘Tana del lupo’
Entusiasmo nella sezione MTB della Polisportiva Oltrefersina guidata da Paolo Alverà

Un bel triangolo rosso a sfondo giallo sul quale spicca la sagoma di un operaio che lavora su un cumulo di materiale: ecco che il cartello che convenzionalmente indica “lavori in corso” si adatta perfettamente al momento che sta attraversando Pergine Valsugana in vista della prossima edizione del Campionato Italiano Assoluto MTB. Qui sono già iniziati e procedono a pieno ritmo i lavori per la realizzazione dei tracciati per le ruote grasse, in vista dell’appuntamento nazionale che coinvolgerà la località trentina dal 19 al 21 luglio.
Le gare tricolori animeranno il terzo weekend di luglio, quello che precede le attese sfide dei Giochi Olimpici di Parigi 2024 (28-29 luglio), e riguarderanno le specialità della mountain bike elettrica (E-MTB) e del cross country (XCO).
Andando con ordine, i primi a scendere in pista saranno gli e-bikers che lotteranno per il titolo italiano di E-MTB (tutte le categorie) nel tardo pomeriggio di venerdì 19. Il circuito da affrontare sarà lungo 3,7 km e presenterà 202 metri di dislivello a ogni tornata. Dando un’occhiata ad altimetria e mappatura del percorso, si può comprendere che ogni passaggio potrebbe rivelarsi decisivo: dalla salita iniziale che conduce a un interessante saliscendi fino al ‘Dosso del Castello’, all’iconico attraversamento del Bike Park di Pergine, senza tralasciare la ‘Traversa Fruet’, chiamata così in onore del talento e idolo di casa Martino Fruet che proprio a Pergine sarà al via del suo ultimo Campionato Italiano in carriera. La traversa andrà affrontata dopo la discesa del ‘Bosco del cervo’ e precederà il tratto finale della ‘Tana del lupo’ e delle ‘Gobbe del cammello’ che conducono poi all’arrivo al Parco Tre Castagni.
Saranno 4 i chilometri del circuito della prova di Cross Country Olimpico, che interesserà le categorie UCI (Élite, Under23 e Junior) nella giornata di sabato 20 e quelle Master per domenica 21. Nel percorso XCO uno dei tratti più impegnativi sarà quello subito dopo la partenza dal Parco Tre Castagni, con la temibile ‘Salita San Pietro’ che metterà alla prova la tenacia dei bikers fin dai primi metri. Seguiranno i segmenti del ‘dosso’ e del ‘posteggio’ del Castello di Pergine che condurranno allo stesso intreccio del Bike Park affrontato dagli e-bikers. La discesa del ‘Bosco del cervo’ darà il via alla seconda metà del circuito e concederà un breve attimo di respiro solo a coloro che sapranno interpretarla al meglio. Il successivo passaggio dalla ‘Tana del lupo’ potrebbe rivelarsi invece davvero decisivo con l’importante strappo (che non viene affrontato con le E-bike) che anticiperà la zona ‘Maso San Pietro’ e le ‘Gobbe del cammello’.
In entrambi i percorsi non mancheranno l’adrenalina e il divertimento, con un saliscendi continuo che obbligherà atlete e atleti ad una grande performance in sella e regalerà tanto spettacolo agli addetti ai lavori e al pubblico. Occhi puntati sui delicati settori del Bike Park perginese, dove la corsa si intreccia in un fitto groviglio di cambi di direzione, e soprattutto sulla capacità dei protagonisti di condurre il mezzo e gestire le proprie energie nel migliore dei modi.
Tanto l’entusiasmo in casa Polisportiva Oltrefersina, dove la sezione MTB guidata da Paolo Alverà segue da vicino l’allestimento della tre giorni di gare in buona compagnia dei partner Comune di Pergine, Cassa Rurale Alta Valsugana, Cassa Centrale delle Casse Rurali Trentine, ApT Valsugana, Comunità Alta Valsugana e Bersntol, Dao-Conad e Cicli Olympia.
Il Campionato Italiano Assoluto di Pergine Valsugana sarà un evento importante per il movimento azzurro delle ruote grasse, con tanti titoli italiani in palio e un ricco programma di contorno che sarà proposto dal comitato per l’occasione. Non per ultimo, sul nuovo sito della sezione MTB della Polisportiva Oltrefersina (www.mtboltrefersina.it) saranno aggiornate periodicamente le informazioni riguardanti sia la gara che le strutture ricettive presso le quali alloggiare nel lungo weekend di luglio in Valsugana.

Info: www.mtboltrefersina.it

PERGINE 3X3: TRE GIORNI DI GARE AL ‘TRE CASTAGNI’. A LUGLIO IL CAMPIONATO ITALIANO MTB XCO ED E-MTB

PERGINE 3X3: TRE GIORNI DI GARE AL ‘TRE CASTAGNI’. A LUGLIO IL CAMPIONATO ITALIANO MTB XCO ED E-MTB

Stenico | www.newspower.it

Il Parco Tre Castagni di Pergine teatro delle sfide tricolori pre-Parigi 2024
Dal 19 al 21 luglio le prove di Cross Country Olimpico e in E-MTB
Il team di Paolo Alverà è al lavoro per allestire un grande contorno di eventi
Proposte food, expo area e intrattenimento: sarà un weekend da ricordare

Con il passare delle settimane si fa sempre più vicino il trittico del 19, 20 e 21 luglio, quando a Pergine si assegneranno i titoli di campionessa e campione nazionale di MTB cross country e di E-MTB.
La tre-giorni valsuganotta sarà a dir poco cruciale per le ruote artigliate azzurre, dato che precederà il grande appuntamento con l’Olimpiade di Parigi 2024. A una sola settimana di distanza dalle sfide tricolori di Pergine gli atleti che si saranno guadagnati la qualificazione ai Giochi voleranno direttamente nella capitale francese. Prima di approdare a La Colline d’Élancourt, sede di gara delle prove MTB a Cinque Cerchi, dovranno però sfidarsi nel Bike Park del Parco Tre Castagni che conferirà le maglie tricolori per le categorie UCI (Élite, Under23 e Junior) e Master, oltre a quelle nella disciplina di E-MTB.
Il Campionato Italiano Assoluto ruoterà attorno alla scenografica ambientazione del Parco Tre Castagni di Pergine, dove il comitato organizzatore della MTB Oltrefersina guidato da Paolo Alverà è già al lavoro per l’allestimento di un weekend che resterà negli annali. “Stiamo lavorando alla creazione di eventi di contorno che arricchiscano la pura manifestazione sportiva e la rendano ancora più speciale” dichiara Alverà, che aggiunge: “la location del Parco Tre Castagni si addice alla perfezione a un grande evento di questo livello. Nel nostro Bike Park abbiamo a disposizione numerose possibilità di cambiare il tracciato e renderlo ogni volta diverso. Tutti gli atleti che passano di qui infatti portano con sé il ricordo della fatica, ma soprattutto della bellezza del tracciato, oltre alla spettacolarità del territorio”. I complimenti alla precisa organizzazione della Polisportiva Oltrefersina non si fanno mai desiderare e anzi, abbondano ad ogni nuova iniziativa proposta dal comitato organizzatore che per questo Campionato Italiano ha in serbo tante sorprese: “saranno senza dubbio tre giorni di grande festa, fra originali proposte che riguarderanno il settore del food&beverage e l’immancabile Area Expo” conclude Alverà. Una zona del paddock di gara sarà infatti riservata ad espositori e aziende: ci sarà spazio per i fornitori tecnici come quelli di attrezzature per la MTB e pezzi di ricambio, ma anche e soprattutto per le imprese locali e l’esposizione di prodotti tipici del territorio.
Più di 70 volontari forniranno il loro instancabile contributo all’allestimento dell’evento, realizzato in collaborazione di partner d’alto livello come Comune di Pergine, Cassa Rurale Alta Valsugana, ApT Valsugana, Comunità Alta Valsugana e Bersntol, Dao-Conad e Cicli Olympia.
Le operazioni per l’organizzazione del Campionato Italiano Assoluto di Pergine Valsugana della MTB Oltrefersina non si fermano e presto saranno disponibili ulteriori aggiornamenti sul nuovo sito dedicato alla manifestazione (www.mtboltrefersina.it), dove sono già attivi i collegamenti con le strutture convenzionate per programmare agevolmente il proprio fine settimana in Valsugana.

Info: www.mtboltrefersina.it

LE 8 MAGLIE TRICOLORI MTB SFILANO IN TV. I CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI SU RAI SPORT

LE 8 MAGLIE TRICOLORI MTB SFILANO IN TV. I CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI SU RAI SPORT

Elian Paccagnella – campione Italiano A2

Domenica scorsa si sono disputati i Campionati Italiani Giovanili XCO a Pergine Valsugana
Evento organizzato da Paolo Alverà presidente della sezione mtb Polisportiva Oltrefersina
Orari Rai Sport: domenica 13 dalle ore 11.30 e replica lunedì 14 dalle ore 17.30
A Bianchi, Savio, Guichardaz, Fabbro, Temperoni, Stenico, Corvi e Paccagnella le maglie tricolori

Domenica scorsa, 6 giugno, si sono disputati i Campionati Italiani Giovanili XCO a Pergine Valsugana (TN) con lo spettacolo della mountain bike offerto dai giovani funamboli del fuoristrada. Un grande evento proposto da Paolo Alverà e dalla Polisportiva Oltrefersina che, per chi se lo fosse perso, sarà possibile ammirare prossimamente su Rai Sport, con la telecronaca del giornalista RAI Gianfranco Benincasa e il commento tecnico di Martino Fruet. Le splendide immagini dal Parco Tre Castagni saranno visibili domenica 13 giugno a partire dalle 11.30, con la replica in programma lunedì 14 giugno dalle 17.30. Nelle diverse categorie hanno conquistato il successo la lombarda Elisa Bianchi e il piemontese Emanuele Savio (Esordienti 1° anno), la valdostana Sofia Guichardaz e il friulano Ettore Fabbro (Esordienti 2° anno), la ligure Beatrice Temperoni e il trentino Mattia Stenico (Allievi 1° anno), la lombarda Valentina Corvi e l’altoatesino Elian Paccagnella (Allievi 2° anno). Le loro maglie tricolori splendono ancora nel cielo di Pergine Valsugana.

Info: www.oltrefersina.it

PERGINE FESTA TRICOLORE OFF ROAD. VINCONO LO SPORT E IL CICLISMO GIOVANILE

PERGINE FESTA TRICOLORE OFF ROAD. VINCONO LO SPORT E IL CICLISMO GIOVANILE

‘Non è un paese per vecchi’ recitava una celebre locandina western e lo stesso si potrebbe dire anche di Pergine Valsugana (TN), dove al Parco Tre Castagni si sono disputati i Campionati Italiani Giovanili XCO, organizzati dalla Polisportiva Oltrefersina con il supporto del gruppo DAO Conad, Trentino Marketing, Comune di Pergine e Cassa Rurale Alta Valsugana, sotto un bel sole mattutino che ha lasciato spazio, nel corso dell’ultima categoria, ad un acquazzone primaverile. Ad essere incoronati Campioni d’Italia sono stati la bresciana Elisa Bianchi e il torinese Emanuele Savio (Esordienti 1° anno), la valdostana Sofia Guichardaz e il friulano di Buja Ettore Fabbro (Esordienti 2° anno), la sanremese Beatrice Temperoni e il trentino Mattia Stenico (Allievi 1° anno), la tiranese Valentina Corvi e il bolzanino con i colori di Cardano Elian Paccagnella (Allievi 2° anno).
Giornata di gare partita alle 9.15, con lo start delle Donne Esordienti 2° anno ad anticipare di tre minuti le colleghe del 1° anno. Due categorie che hanno visto l’arrivo in solitaria sia per Sofia Guichardaz (ED2) che per Elisa Bianchi (ED1), con la prima a precedere l’aretina Elisa Ferri, campionessa uscente, e la friulana Sabrina Rizzi, mentre la bresciana si è imposta davanti alla trentina Nicole Azzetti e all’altoatesina Katharina Telser. Stessa storia tra le Allieve 2° e 1° anno, con un dominio incontrastato sin dal primo giro per le campionesse in carica Valentina Corvi (DA2) e Beatrice Temperoni (DA1). Un ritmo infernale ha permesso loro di guadagnare un gran vantaggio fin da subito e presentarsi sul traguardo a braccia alzate, avvolte da uno splendido tricolore. Il podio tra le Allieve 2° anno è stato completato dalla piemontese Greta Demichelis e dalla ligure, figlia d’arte, Marika Celestino, mentre tra quelle del 1° anno secondo e terzo posto per la coppia lombarda formata da Arianna Bianchi e Valeria Terzi.
Grande suspense nelle gare maschili, che già tra gli Esordienti 1° anno hanno offerto un finale epico. Gara combattuta con Emanuele Savio a comandare in entrambe le tornate, ma caduto proprio sul più bello a meno di un km dal traguardo. Epilogo che sembrava scontato, con Marco Rota che sognava già un arrivo tricolore, ma quando la sfortuna colpisce non c’è nulla da fare. Un sasso sul cammino del lombardo gli fa bucare una gomma a 300 metri dall’arrivo e permette a Savio di recuperare e battere Rota allo sprint. Podio completato da un altro figlio d’arte, Patrik Pezzo Rosola, bravo a recuperare dopo un avvio difficile dalla 25.a posizione. Riconferma tra gli Esordienti 2° anno per Ettore Fabbro, che bissa senza particolari patemi d’animo il successo del 2020 davanti a Mario Campana e Daniele Angelo Ronzoni. Finale thrilling tra gli Allievi 1° anno con Mattia Stenico, atleta di casa della Polisportiva Oltrefersina, capace di spuntarla al fotofinish sull’altoatesino Hannes Bacher, che al tricolore ci credeva per davvero. Per il trentino una rimonta furibonda, dopo un primo passaggio controllato, che l’ha portato a giocarsi la vittoria fin sulla linea d’arrivo per mezza ruota. Terzo posto conquistato da un altro altoatesino, Felix Engele, che non ha saputo tenere le ruote dei due migliori nel giro conclusivo. Infine, anche l’ultima gara in programma ha saputo regalare emozioni incredibili, con una lotta a quattro sbloccata solo nel finale. Nel corso dell’ultimo giro, Davide Donati tenta l’attacco ma Federico Bartolini risponde, ma ‘tra i due litiganti, il terzo gode’: i due si toccano e perdono l’equilibrio, il tutto a vantaggio di Elian Paccagnella che guadagna una manciata di secondi fondamentali per arrivare al traguardo in scioltezza, incredulo e a braccia alzate.
Il bilancio finale lo stila Paolo Alverà, presidente della sezione mtb della Polisportiva Oltrefersina, società ospitante di questi Campionati Italiani Giovanili XCO: “Il bilancio è positivo: abbiamo portato a casa una maglia tricolore, non potevamo sperare di meglio, ma quello che importa è che lo staff abbia lavorato egregiamente. Abbiamo ricevuto commenti positivi sul percorso da parte di tutti i presenti, tecnico, impegnativo e tutto da guidare. Il tempo ci ha aiutato fino all’ultima gara, quando ha piovuto, ma è andato tutto bene. Ora ci godiamo il successo, ma stiamo pensando ad un futuro ancora in tricolore.”
Info: www.oltrefersina.it/mtb

Download immagini TV:
www.broadcaster.it

Donne Esordienti 1° Anno
1 Bianchi Elisa Velo’ Montirone 00:35:26.2; 2 Azzetti Nicole Unione Sportiva Litegosa A.S.D. 00:36:08.0; 3 Telser Katharina Sunshine Racers Asv Nals 00:36:18.9; 4 Scianda Maya Ucla1991 00:36:34.6; 5 Buttarelli Noemi Vigor 00:37:34.2

Donne Esordienti 2° Anno
1 Guichardaz Sofia Scott Libarna Xco 00:32:07.7; 2 Ferri Elisa Gs Olimpia Valdarnese 00:32:22.1; 3 Rizzi Sabrina Jam’s Bike Team Buja 00:34:56.0; 4 Comba Marika Rostese Giant 00:35:18.3; 5 Bassignana Serena Rostese Giant 00:35:19.8

Donne Allieve 1° Anno
1 Temperoni Beatrice Ciclistica Bordighera 00:45:45.9; 2 Bianchi Arianna Biesse Arvedi Asd 00:46:04.3; 3 Terzi Valeria Scuola Mtb San Paolo D’argon 00:46:45.5; 4 Auer Anna A.S.V. St.Lorenzen Rad 00:47:26.7; 5 Rinaldoni Giulia Polisportiva Morrovallese 00:48:38.3

Donne Allieve 2° Anno
1 Corvi Valentina Melavi’ Tirano Bike A.S.D. 00:44:11.9; 2 Demichelis Greta Racing Team Rive Rosse 00:46:12.8; 3 Celestino Marika Ucla1991 00:47:09.0; 4 Rizzo Vittoria Gs Termo La Spezia Asd 00:47:50.8; 5 Calderoni Vittoria Rostese Giant 00:48:32.3

Esordienti Maschile 1° Anno
1 Savio Emanuele A.S.D. Bussolino Sport 00:31:07.8; 2 Rota Marco Bikers Petosino Scuola Mtb – A.S.D. 00:31:10.0; 3 Pezzo Rosola Patrik Asd S.C. Pol. Caselle Rossetto 00:32:18.9; 4 Villa Matteo S.C. Triangolo Lariano A.S.D. 00:32:33.1; 5 Scuderi Aaron Asc Kardaun-Cardano 00:32:39.4

Esordienti Maschile 2° Anno
1 Fabbro Ettore Jam’s Bike Team Buja 00:28:52.5; 2 Campana Mario Ciclisti Valgandino 00:29:19.3; 3 Ronzoni Daniele Angelo Gs Borgonuovo 00:29:32.5; 4 Brafa Federico Rosario Melavi’ Tirano Bike A.S.D. 00:29:43.5; 5 Pozzi Achille Le Marmotte Loreto 00:29:48.7

Allievi Maschile 1° Anno
1 Stenico Mattia Polisportiva Oltrefersina 00:54:35.2; 2 Bacher Hannes Bike Team Gais Asv 00:54:36.2; 3 Engele Felix Asc Kardaun-Cardano 00:55:24.9; 4 Fregata Luca Focus Xc Italy Team 00:55:51.4; 5 Bosio Tommaso G.S. Cicli Fiorin Cycling Team Asd 00:56:25.5

Allievi Maschile 2° Anno
1 Paccagnella Elian Asc Kardaun-Cardano 00:52:47.9; 2 Donati Davide A.S.D. Monticelli Bike 00:53:03.5; 3 Bartolini Federico A.S.D. Team Siena Bike 00:53:17.0; 4 Pra’ Ettore Hellas Monteforte 00:53:29.3; 5 Grimod Etienne Scott Libarna Xco 00:55:19.8

A PERGINE SPLENDE IL TRICOLORE. TUTTO PRONTO PER I CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI

A PERGINE SPLENDE IL TRICOLORE. TUTTO PRONTO PER I CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI

Si entra nel vivo dei Campionati Italiani Giovanili XCO di Pergine Valsugana (TN) del 5 e 6 giugno
Paolo Alverà con la Polisportiva Oltrefersina ai nastri di partenza per la rassegna tricolore
I campioni italiani dello scorso anno proveranno a ripetersi al Parco Tre Castagni, ma non sarà facile
Sabato prove ufficiali del percorso, domenica il via alle gare

Si entra nel vivo dei Campionati Italiani Giovanili XCO di Pergine Valsugana (TN), con il conto alla rovescia che recita -1 giorno al via ufficiale della kermesse tricolore. Ormai è tutto pronto al Parco Tre Castagni dove Paolo Alverà e la Polisportiva Oltrefersina – sezione mtb stanno perfezionando, con il prezioso supporto di DAO Conad, Trentino Marketing, Comune di Pergine e Cassa Rurale Alta Valsugana, gli ultimi preparativi in vista della rassegna nazionale giovanile che attirerà i più forti bikers italiani.
Il percorso di gara, a detta di un grandissimo campione quale Martino Fruet che nello scorso weekend ha vinto anche il tricolore nella categoria e-bike, sarà nervoso, tecnico, tutto da guidare, insomma divertimento allo stato puro. I presupposti per assistere ad un vero e proprio spettacolo delle ruote artigliate ci sono tutti e non mancheranno nemmeno i campioni italiani uscenti dello scorso anno al ‘Ciocco’ (LU). Da Ettore Fabbro ed Elisa Ferri, nel 2020 vincitori tra gli Esordienti 1° anno, passando per Luca Fregata e Beatrice Temperoni, trionfatori tra gli Esordienti 2° anno, fino ad arrivare a Ettore Prà e Valentina Corvi, che in Toscana vinsero tra gli Allievi 1° anno, in terra valsuganotta proveranno a ripetersi consci, però, che la concorrenza sarà davvero tanta e che non sarà facile riconquistare il tricolore indossato lo scorso settembre, anche e soprattutto visto il salto di categoria che cambierà un po’ le carte in tavola ai giovani funamboli della mtb.
Chi proverà sicuramente a spodestare gli attuali campioni italiani saranno coloro che in questo inizio di stagione hanno già dimostrato una buona condizione nelle prime due tappe di Coppa Italia XCO, svolte rispettivamente ad Agrigento e Courmayeur: nella categoria Esordienti 1° anno, sia maschile che femminile, non ci sono certezze visto che saranno tutti, per l’appunto, all’esordio in una competizione di questo livello, ma alcuni nomi papabili per il successo a Pergine si possono estrapolare dalle classifiche delle gare scorse, come quello di Elisa Bianchi ed Emanuele Savio che hanno saputo fare en-plein in Coppa Italia. Discorso ben diverso per gli Esordienti 2° anno, che in queste due tappe hanno vissuto di una grande incertezza con le vittorie andate a Sofia Guichardaz e Anna Sinner tra le ragazze e Federico Brafa e Hannes Wenter tra i ragazzi, che ora sognano un posto sul gradino più alto del podio al Parco Tre Castagni. Tra gli Allievi, invece, l’exploit dei campioni italiani in Coppa Italia è arrivato con Beatrice Temperoni e Luca Fregata vincitori a Courmayeur tra gli Allievi 1° anno e con Valentina Corvi dominatrice assoluta di entrambe le gare tra le Allieve 2° anno. A dar loro del filo da torcere ci proveranno Elisa Lanfranchi (DA1) e Hannes Bacher (AL1), mentre l’incognita regnerà sovrana tra gli Allievi 2° anno con Davide Donati, vincitore ad Agrigento, e Federico Bartolini, trionfatore a Courmayeur, che rincorreranno il sogno del tricolore di Pergine.
Ora l’attenzione si sposta sul Parco Tre Castagni di Pergine che sabato 5 aprirà le proprie porte per le prove ufficiali del percorso. Le gare sono previste per domenica 6, con le categorie Donne Esordienti 2° anno, Donne Esordienti 1° anno, Donne Allieve 2° anno, Donne Allieve 1° anno, Esordienti 1° anno, Esordienti 2° anno, Allievi 1° anno, Allievi 2° anno. Presenti anche il commissario tecnico della Nazionale Mirko Celestino, il nuovo Presidente della commissione fuoristrada Massimo Ghirotto e il Consigliere Federale Fabrizio Cazzola.

Info: www.oltrefersina.it/mtb e mtb@oltrefersina.it

ALLA SCOPERTA DEI PERCORSI TRICOLORI. MARTINO FRUET IN RICOGNIZIONE A PERGINE

ALLA SCOPERTA DEI PERCORSI TRICOLORI. MARTINO FRUET IN RICOGNIZIONE A PERGINE

Meno di un mese ai Campionati Italiani Giovanili XCO di Pergine Valsugana (TN) del 5 e 6 giugno
In cabina di regia Paolo Alverà e la Polisportiva Oltrefersina, con il supporto di DAO Conad
Martino Fruet: “Percorso nervoso e molto tecnico, non c’è un metro di pianura”
Il prezioso consiglio del campione trentino ai giovani ragazzi della mtb: “Divertitevi!”

A meno di un mese dai Campionati Italiani Giovanili XCO del prossimo 5 e 6 giugno, a Pergine Valsugana (TN) e al Parco Tre Castagni è praticamente tutto pronto, con la Polisportiva Oltrefersina e Paolo Alverà in cabina di regia, con il supporto di DAO Conad come main sponsor e la collaborazione di Trentino Marketing, Comune di Pergine Valsugana e Cassa Rurale Alta Valsugana.
Mancano gli ultimissimi dettagli, ma non per quanto riguarda il percorso, quello è già pronto e a dirlo è uno che di mountain bike se ne intende davvero: Martino Fruet, valsuganotto doc e biker di professione. Martino ha il fuoristrada nelle vene e non ha certo perso l’occasione di andare a provare e visionare il percorso che i giovani talenti dell’off-road, il prossimo giugno, si ritroveranno sotto le ruote: “Sarà un tracciato tecnico dove non ci sarà un metro di pianura, e i ragazzi si troveranno a dover rilanciare continuamente l’azione sui saliscendi del Parco Tre Castagni. Ci sarà solo un tratto asfaltato, quello della zona di partenza e arrivo, mentre per il resto si pedalerà su strada sterrata e radici. Sarà un anello molto nervoso e divertente, come si dice in gergo, tutto da guidare”.
Ci sarà da divertirsi, ammette Martino Fruet che nella Polisportiva Oltrefersina, società organizzatrice dei Campionati Italiani Giovanili XCO 2021, ha mosso i primi passi nelle competizioni a pedali: “Quando ho iniziato io la situazione era un po’ diversa, perché quasi nessuno faceva mtb, è stata una scelta un po’ contro tendenza. Allora eravamo quattro ragazzi, mentre ora la Polisportiva Oltrefersina è cresciuta molto”. Martino Fruet, oltre che essere un eccellente ed eclettico biker, incarna l’esempio perfetto per i giovani d’oggi che molto spesso si lasciano trascinare dalle emozioni e dall’ansia da prestazione che ne inficiano poi i risultati. Su questo aspetto il campione trentino, dall’alto della sua esperienza di pluricampione italiano, si sente di dare un consiglio a questi ragazzi: “Divertitevi, godetevi il momento e correte il vostro Campionato Italiano al massimo delle vostre possibilità. Sarà un percorso bello e divertente, godetevi ogni istante di questa manifestazione e non lasciatevi trasportare dalla pressione agonistica”.
Il tempo delle parole sta per finire, è quasi ora di pedalare e statene certi, ci sarà da divertirsi, parola di Martino Fruet.
Info: www.oltrefersina.it/mtb/ e mtb@oltrefersina.it