Tag: mythos primiero dolomiti

VALLE DI PRIMIERO A UN PASSO DAL MONDIALE. C’È L’ULTIMA FIRMA SUL CONTRATTO

VALLE DI PRIMIERO A UN PASSO DAL MONDIALE. C’È L’ULTIMA FIRMA SUL CONTRATTO

Panighele Depaoli

Ieri a Fiera di Primiero la firma del contratto di candidatura al Campionato Mondiale Marathon 2026
Presenti Massimo Panighel, le autorità locali e i vari sponsor che sostengono l’evento iridato
L’assegnazione del Mondiale verrà annunciata in Australia a fine settembre
A rappresentare la società Pedali di Marca ci sarà Cordiano Dagnoni, presidente FCI

‘Se credi in quello che fai i sogni si avverano’. È una frase che calza a pennello con quello che sta succedendo in Valle di Primiero (in Trentino), un territorio che vuole aprirsi al mondo intero e che, a un passo dall’ufficialità, sogna di ospitare il Campionato del Mondo Marathon del 2026. Ieri a Fiera di Primiero c’è stato l’incontro per raccogliere la firma sul contratto che va a supportare la candidatura presso l’UCI.
In prima linea ad inseguire il sogno iridato c’è l’irrefrenabile Massimo Panighel, presidente della società ‘Pedali di Marca’, l’uomo dei Mondiali che dopo aver organizzato ben due rassegne (Montebelluna 2011 e Auronzo di Cadore 2018) ha nel mirino la terza: “Abbiamo ricevuto delle sensazioni molto positive da parte dell’UCI. L’incontro di ieri è servito per ratificare ed inserire questa firma nel documento e per rendere noto a tutto il territorio il nostro progetto. Dovevamo formalizzare la parte burocratica e abbiamo colto l’occasione della firma con il sindaco del Comune di Primiero San Martino di Castrozza Daniele Depaoli, anche per invitare l’ApT San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi col presidente Antonio Stompanato, la Cassa Rurale Dolomiti e Primiero Energia, autentici partner rappresentativi del territorio. Non va dimenticato Trentino Marketing, che fa parte di questo progetto e di questo iter operativo per arrivare all’assegnazione del Mondiale”.
L’assegnazione finale del Campionato Mondiale Marathon 2026 verrà annunciata a fine settembre in Australia, in occasione dei Campionati del Mondo su strada di ciclismo.
Alla ratifica della candidatura non poteva mancare il primierotto Massimo Debertolis, “ispiratore” di questo traguardo mondiale, lui che è stato il primo e unico italiano campione del mondo marathon.
“Siamo molto fiduciosi per una serie di motivi – racconta Panighel – però finché non c’è l’ufficialità tutto può succedere. In quell’occasione saremo rappresentati dal presidente della Federazione Ciclistica Italiana Cordiano Dagnoni, il quale sarà lì presente per ovvi impegni federali. Abbiamo già organizzato due Mondiali, le altre due volte ci è andata bene con le candidature, eravamo a Varese e poi siamo stati in Qatar nel 2016. Questa volta il viaggio da affrontare è troppo impegnativo, e vista la situazione politica e sanitaria abbiamo preferito rinunciare ad essere personalmente presenti in Australia”, ha aggiunto Panighel.
Non ci è dato sapere quali siano le altre candidature al Mondiale, ma l’aria che si respira in Valle di Primiero fa pensare a qualcosa di molto positivo. Intanto nella vallata trentina l’11 settembre si terrà la seconda edizione della Mythos Primiero Dolomiti, autentico test event del Campionato del Mondo da qui al 2026.
Info: www.mythosprimiero.com

LA ‘MYTHOS’ LANCIA L’AVVENTURA IN E-BIKE: SI PEDALA NELLA VALLE ‘WILD’ DEL VANOI

LA ‘MYTHOS’ LANCIA L’AVVENTURA IN E-BIKE: SI PEDALA NELLA VALLE ‘WILD’ DEL VANOI

Il 28 agosto l’evento collaterale ‘Mythos Adventure E-Bike’
50 km con la pedalata assistita nel Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino
Iscrizione gratuita e ogni partecipante riceverà un gadget by Montura
L’evento anticiperà la gara regina di mtb Mythos Primiero Dolomiti dell’11 settembre

“L’uomo è nato per creare. La vocazione umana è di immaginare, inventare, osare nuove imprese” (Michael Novak).
In Valle di Primiero, in attesa della gara di mtb Mythos Primiero Dolomiti in calendario l’11 settembre, si sperimentano nuove formule per far divertire i bikers sui sentieri panoramici trentini. Le salite diventeranno una piacevole passeggiata per gli e-riders al via, in sella alle loro bici elettriche, all’evento di contorno ‘Mythos Adventure E-Bike’ di domenica 28 agosto.
Il percorso studiato dalla società organizzatrice ‘Pedali di Marca’ sarà un’autentica esperienza alla scoperta della Valle ‘wild’ del Vanoi, nel cuore verde del Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino. Le montagne, le ampie praterie e le caratteristiche malghe saranno il leitmotiv che accompagnerà i ‘bikers elettrici’ sin dalla partenza da Canal San Bovo (start ore 9.30) lungo i 50 km con 1650m di dislivello.
L’e-bike ha aperto un mondo ai ciclisti che un tempo non osavano spingersi in alta quota, ma che ora grazie alla pedalata assistita si lanciano ad affrontare anche le pendenze più vertiginose. La salita a Malga Fossernica (1804m), che misura 17 km con una pendenza media del 5,8%, regalerà una vista panoramica sul Lagorai e sul massiccio granitico di Cima d’Asta. La pendenza aumenterà alla volta di Malga Fiamena (1749m), quando si salirà per 8 km ad una pendenza del 7,8%.
La ‘Mythos Adventure E-Bike’ è libera e soprattutto gratuita e ogni concorrente riceverà un simpatico gadget firmato Montura. Prima di partire è consigliato scaricare la traccia GPX sul proprio navigatore e, ovviamente, ricaricare bene le batterie della bici al mattino.
Restano aperte le iscrizioni alla gara regina di mtb Mythos Primiero Dolomiti, inoltre sono ancora validi i pacchetti promozionali proposti dall’ApT San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi per il weekend del 9-11 settembre, che includono l’iscrizione alla gara e l’alloggio nelle strutture attrezzate in zona.
Il mondo dell’e-bike sta spopolando, il mercato è in continua crescita con quasi 300mila bici vendute soltanto nel 2021, battendo così il mercato delle biciclette tradizionali. Anche la Federazione Ciclistica Italiana (FCI) ha voluto inserire il Campionato Italiano E-mtb formato cross country nel calendario, svoltosi per altro da poco in Val Casies dove hanno indossato il tricolore nella terza edizione il trentino Martino Fruet e l’altoatesina Anna Oberparleiter.
Che sia in e-bike o in mtb, i sentieri della Valle del Vanoi e del Primiero sono perfetti per un’escursione in montagna da togliere il fiato.
Info: www.mythosprimiero.com

LEGGENDE E MITI PEDALANO INSIEME: NASCE LA “RAINBOW MTB CHALLENGE”

LEGGENDE E MITI PEDALANO INSIEME: NASCE LA “RAINBOW MTB CHALLENGE”

La 2.a Mythos Primiero Dolomiti domenica 11 settembre
“Mythos” e Capoliveri Legend Cup insieme per la combinata “Rainbow MTB Challenge”
Costo promozionale di 85 euro per i partecipanti dei due eventi “mondiali”
Dalle Pale di San Martino, patrimonio UNESCO fino all’Isola d’Elba la perla del Tirreno

Nella mitologia nordica l’arcobaleno rappresenta un ponte, un collegamento tra cielo e terra, per gli appassionati del ciclismo invece i colori dell’arcobaleno fanno pensare subito all’iride, quindi alla maglia di campione del mondo.
L’evento trentino di mtb Mythos Primiero Dolomiti, inserito nell’oasi verde della Valle di Primiero, è pronto a sorprendere i bikers con un’imperdibile pedalata domenica 11 settembre. Archiviata con successo la prima edizione dell’anno scorso, la “Mythos” vuole puntare in alto e l’ambiziosa società Pedali di Marca si è già candidata per ospitare in casa il Campionato del Mondo del 2026.
Restando in tema mondiale, ecco che arriva la proposta “Rainbow MTB Challenge”, la combinata pensata per i bikers che vogliono divertirsi sui tracciati della Mythos Primiero Dolomiti e della Capoliveri Legend Cup, in programma il 15 ottobre all’Isola d’Elba dove l’anno scorso si è svolto il Campionato del Mondo Marathon.
“From the sky to the sea”, letteralmente dal cielo dolomitico e dalle iconiche Pale di San Martino fino al paradiso verde e blu tra le acque dell’Arcipelago Toscano, dove la natura regna sovrana. I due territori hanno in comune la forte vocazione verso il mondo della mtb e sono due ‘destination bike-friendly’ immerse in un contesto paesaggistico senza eguali.
Per chi non si volesse perdere questo perfetto connubio tra mare e montagna, fino al 31 agosto c’è la possibilità di iscriversi ad entrambe le manifestazioni ad un costo veramente interessante di 85 euro, con tutti i servizi riservati e senza andare incontro ad eventuali aumenti della quota di iscrizione dei singoli eventi, Nella procedura d’iscrizione sarà possibile indicare la combinata “Rainbow MTB Challenge” ricordandosi di indicare per entrambe le gare il percorso scelto “Marathon” o “Classic” e la taglia gadget.
Chi si fosse già iscritto a una delle due gare potrà comunque aderire alla combinata collegandosi al portale dei singoli eventi. L’offerta non è cumulabile con gli iscritti alle promozioni Circuito Trentino MTB e Easy CUP.
Scenderanno per primi sulla “Terra” i Mythos, impegnati l’11 settembre lungo i tracciati Marathon di 83,5 km con 3400m/dsl dalla colorata Fiera di Primiero, oppure Classic di 54,7 km dalla suggestiva San Martino di Castrozza, ed infine Easy di 37,2 km dall’abitato di Imer, new-entry di questa seconda edizione. Ci saranno percorsi per tutti i gusti, che assicurano grande divertimento tra i sentieri dolomitici.
La Valle di Primiero è il territorio adatto per trascorrere una vacanza lontana dal caos cittadino, fra silenzio e bellezze naturali e per questo l’ApT San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi propone per il fine settimana del 9-11 settembre i pacchetti promozionali che includono l’iscrizione alla gara e l’alloggio nelle strutture attrezzate in zona per gli amici della mtb. Il countdown è partito, la Mythos è pronta a lasciare il segno!
Info: www.mythosprimiero.com

UNA “MYTHOS” DALLE MILLE SORPRESE. SETTEMBRE, BIKERS IN VALLE DI PRIMIERO

UNA “MYTHOS” DALLE MILLE SORPRESE. SETTEMBRE, BIKERS IN VALLE DI PRIMIERO

La 2.a Mythos Primiero Dolomiti fa già sognare i bikers
Domenica 11 settembre “mode” Marathon, Classic o Easy
La Mythos sarà gara indicativa per il CT della Nazionale mtb
Massimo Debertolis svela qualche anticipazione

Heroes for a day, Mythos forever. Archiviato con successo l’evento “Mythos” in versione gravel, la società Pedali di Marca ha ora nel mirino la seconda edizione della Mythos Primiero Dolomiti, questa volta in sella alla mtb. Location vincente non si cambia e l’11 settembre si pedalerà nell’atmosfera d’incanto della Valle di Primiero, al confine tra Trentino-Alto Adige e Veneto.
La Mythos Primiero Dolomiti sarà la quinta tappa e la new entry del Trentino MTB Tour 2022 e i due Massimo (Panighel e Debertolis) sono già al lavoro per stupire i concorrenti con alcune imperdibili sorprese. Una piccola anticipazione l’ha data proprio Debertolis, figura di primo piano nel comitato organizzatore e unico italiano campione del mondo marathon della storia: “Alla Mythos di mtb vale la pena esserci per i paesaggi fantastici, per un percorso che non segue quella che è un po’ la tendenza di oggi di molte marathon con tracciati troppo facili, è bello in salita, ha delle pendenze, è molto tecnico, è divertente in discesa. Poi, se il clima è buono come l’anno scorso e come quello della “gravel”, offre panorami davvero unici. Ci sono sempre delle novità, anche quest’anno inseriremo delle cose un po’ goliardiche lungo il percorso, ma non le sveliamo, saranno delle sorprese per i concorrenti. Ho preso spunto da iniziative che ho visto fare soprattutto all’estero, secondo me è quel qualcosa in più che può far piacere a chi partecipa”. Cresce allora la curiosità per i molti bikers amatori e professionisti, quest’ultimi tenuti sott’occhio dal CT della Nazionale di Mtb Mirko Celestino per comporre la rosa azzurra in vista dei Campionati Mondiali Marathon in programma ad Haderslev in Danimarca il 17 settembre.
Mode “Marathon” da Fiera di Primiero, “Classic” dalla perla di San Martino di Castrozza o “Easy” dal fondovalle di Imer, per andare alla scoperta di un territorio che farà divertire e allo stesso tempo godere dei panorami che altrove non si trovano. Ai due percorsi Marathon di 83,5 km e Classic di 54,7 km dell’anno scorso si affiancherà il nuovo Easy di 37,2 km, meno impegnativo a livello altimetrico, ma che presenta comunque due “strappi” a Gobbera e al rifugio Dismoni che faranno la differenza. Scaricando la traccia GPX, disponibile sul sito dell’evento, si potranno studiare le altimetrie dei tre percorsi per arrivare preparati ai nastri di partenza il giorno della gara.
La “Mythos” sarà la perfetta occasione per concedersi un fine settimana piacevole nella valle green o, perché no, una vacanza per riposare mente e muscoli dopo la mitica gara, approfittando anche dei pacchetti super vantaggiosi promossi dall’ApT San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi. Fino al 31 luglio le iscrizioni online sono disponibili ad una quota di 60 euro per il Marathon ed il Classic e di 30 euro per l’Easy, dopodiché le cifre lieviteranno di 10 euro. Miti di ogni Paese, questo è l’evento sportivo di fine estate da mettere per forza in agenda!
Info: www.mythosprimiero.com

MYTHOS PRIMIERO DOLOMITI CHE BELLEZZA. NELLA VALLE ‘BIKE-FRIENDLY’ DI PRIMIERO

MYTHOS PRIMIERO DOLOMITI CHE BELLEZZA. NELLA VALLE ‘BIKE-FRIENDLY’ DI PRIMIERO

Domenica 11 settembre la festa per ogni biker in Valle di Primiero
Nel Parco Naturale di Paneveggio percorsi Marathon, Classic ed Easy
Pacchetti promozionali comprensivi di iscrizione e alloggio nei bike-hotel
Non solo mtb, in Valle di Primiero c’è spazio anche per l’e-bike

Ci vorrebbero dieci sensi per poter apprezzare tutta la meraviglia dei luoghi della Mythos Primiero Dolomiti.
I contrasti di colore della rigogliosa Valle di Primiero, tra i boschi verdeggianti e le imponenti pareti dolomitiche sullo sfondo, mettono allegria e invogliano gli amanti della mtb a partecipare alla gara trentina in programma l’11 settembre. Giovane, pimpante e con grandi ambizioni per il futuro, la Mythos Primiero Dolomiti vuole a tutti i costi stupire proponendo tre percorsi su terreni morbidi, rocciosi e single track: il Marathon è il più impegnativo e offre una vista a 360° sulla vallata partendo da Fiera di Primiero e pedalando per 83,5 km con 3400m/dsl, il Classic di 54,7 km per chi vuole partire dall’accogliente San Martino di Castrozza, ed infine la novità di questo 2022 è il percorso Easy di 37,2 km che scatterà da Imer, nel fondovalle.
La gara regina Marathon propone ben 5 GPM, e si raggiungeranno i 1800m già al km 30 in località Pian dei Cannoni, punto più alto del percorso e prima aspra salita per quelli del Classic. Da qui in poi Classic e Marathon condivideranno la strada ed entreranno in una parte del San Martino Bike Park per poi proiettarsi nella tecnica discesa verso Malga Crel, una terrazza con vista sulle incantevoli Pale di San Martino. I panorami si aprono e si resterà ammaliati dal meraviglioso Lago di Calaita, un lago alpino situato nella valle del Lozen. Mani ben salde al manubrio, nella successiva discesa fino a Passo Gobbera si raggiungerà una velocità da capogiro tra i boschi e i sentieri sterrati. I restanti km non presentano grosse difficoltà, e si saluteranno il rifugio Dismoni e Malga Civertaghe prima di giungere all’arrivo di Fiera di Primiero. Il terzo percorso, l’Easy, è abbastanza pedalabile e presenta solo le salite non troppo impegnative di Gobbera e al rifugio Dismoni.
La Valle di Primiero è una valle bike-friendly che presenta sentieri ben segnalati e adatti anche a famiglie e persone che si avvicinano a questo meraviglioso sport per la prima volta. In occasione della gara, l’ApT San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi mette a disposizione per il weekend del 9-11 settembre i pacchetti promozionali per alloggiare nei bike hotel presenti in zona. Con una tariffa a partire da 125 euro a persona si potranno ottenere l’iscrizione alla gara e l’alloggio nelle strutture ricettive di Primiero, Val Canali, San Martino di Castrozza, ben attrezzate per soddisfare le esigenze dei bikers. I concorrenti che usufruiranno di questo servizio riceveranno inoltre direttamente in struttura l’interessante pacco gara, contenente una maglietta tecnica elasticizzata firmata Montura con il logo personalizzato Mythos Primiero Dolomiti.
Non è finita qui, l’evento di fine estate è pensato anche per chi possiede in garage una e-bike e vuole scatenarsi sui percorsi Easy o Classic, godendosi i panorami all’interno del Parco Naturale di Paneveggio, inserito tra i beni naturali patrimonio Unesco. Le Pale di San Martino sono pronte ad accogliere i veri “miti” delle ruote grasse.
Info: www.mythosprimiero.com

CON LA ‘MYTHOS’ ALL’OMBRA DELLE PALE. NEL PACCO GARA LA MAGLIETTA MONTURA

CON LA ‘MYTHOS’ ALL’OMBRA DELLE PALE. NEL PACCO GARA LA MAGLIETTA MONTURA

Pacco Gara 2022 by Montura

Le Pale di San Martino fanno già sognare tantissimi bikers
L’11 settembre si pedala ai piedi del gruppo dolomitico in Trentino
Nel pacco gara per i partecipanti una maglietta tecnica by Montura
Marathon, Classic ed Easy, tre percorsi adatti ad ogni profilo di biker

Cinque mesi esatti al via della Mythos Primiero Dolomiti. L’estate, si sa, vola in un battibaleno e l’11 settembre per i ‘Mythos’ delle ruote grasse si avvicina a grandi passi. In Valle di Primiero la bicicletta non passa mai di moda e per la società Pedali di Marca niente ferie quest’estate. C’è un gran lavoro con l’organizzazione di due eventi da fuoco e fiamme: la Mythos Alpine Gravel del 26 giugno e la Mythos Primiero Dolomiti in programma l’11 settembre.
“Sono pietre o sono nuvole? Sono vere oppure è un sogno?” Innamorato delle montagne, il giornalista e scrittore Dino Buzzati paragonava le Pale di San Martino a nuvole, sogni e persino visioni. Il magnifico gruppo dolomitico delle Pale di San Martino lascerà tutti a bocca aperta, con alcune cime che si slanciano oltre le nuvole superando i 3000 metri. Le ‘Pale’ sono di fatto il simbolo della manifestazione primierotta e ogni concorrente le porterà sul petto. Gli organizzatori hanno annunciato infatti nel pacco gara una maglietta tecnica elasticizzata firmata Montura, con il logo personalizzato ‘Mythos Primiero Dolomiti’.
Montura, naturale partner quando si parla di montagna, aveva già confermato per il race-kit della Mythos Alpine Gravel la Montura Mini Bag, una sacca/zainetto leggera, utile compagna di viaggio per allenamenti ed escursioni, e l’interessante libro dal titolo “It’s My Home For Three Months”, scritto da Alessandro De Bertolini e pubblicato da Montura Editing.
La deliziosa località di Fiera di Primiero, che fino al 2015 risultava essere il secondo comune più piccolo di tutt’Italia, ospiterà l’arrivo dei tre percorsi: il Marathon, un’affascinante pedalata off road dolomitica lunga 83,5 con 3400m di dislivello e ben 5 GPM da affrontare, con passaggi d’altri tempi e il punto più alto posto a Pian dei Cannoni a quasi 1850m, il Classic di 54,7 km e 1720m di dislivello con altrettante salite e discese adrenaliniche passando per Malga Crel, il Lago Calaita e Malga Civertaghe, ed infine l’Easy, il più breve con 37,2 km e 1000m di dislivello con le pedalabili salite di Gobbera fino al rifugio Dismoni a 1250m.
Non solo mtb, i percorsi Classic e Easy sono aperti anche per gli E-bikers che vogliono godersi, secondo le nuove filosofie, i paesaggi incantati della Valle di Primiero all’interno del Parco Naturale di Paneveggio, inserito tra i beni naturali patrimonio Unesco. Non ci sono parole per descrivere bellezze di panorami e tracciati scovati da Massimo De Bertolis, unico italiano campione del mondo mtb marathon, uno che conosce bene le esigenze degli agonisti, dei tanti “master” attesi in Valle di Primiero e dei semplici amatori.
I concorrenti possono per ora sognare le maestose Pale di San Martino, le iscrizioni sono aperte, e chi vuole presentarsi in griglia di partenza con il favoloso e colorato completo ‘Mythos Primiero Dolomiti’ by Giessegi può trovare tutte le informazioni per l’acquisto sul sito dell’evento.
Info: www.mythosprimiero.com

MYTHOS, LA CAVALCATA SULLE DOLOMITI. MTB DA VIVERE COL CUORE E CON GLI OCCHI

MYTHOS, LA CAVALCATA SULLE DOLOMITI. MTB DA VIVERE COL CUORE E CON GLI OCCHI

Cambio di data, la Mythos Primiero Dolomiti si corre l’11 settembre
Ce n’è per tutti i gusti: Easy, Classic e Marathon
Percorsi “veri” da mtb tracciati da “the Champ” Massimo Debertolis
Gravel, Kid, Moon’s, Family, c’è l’imbarazzo della scelta

Chi crede nella cabala e nella numerologia ha da dilettarsi a proposito del numero 11. In generale sta a significare un forte cambiamento a fronte di una grande forza e nei tarocchi l’arcano maggiore numero 11 corrisponde infatti alla “Forza”.
Ma nessuno di tali motivi ha ispirato il comitato organizzatore della Mythos Primiero Dolomiti, che posticipa di un giorno la propria data, l’evento infatti si disputerà domenica 11 settembre. Il giorno prima nell’area di Primiero si disputano le ultime prove speciali del Rally di San Martino, e per correttezza gli organizzatori della gara di mtb, davvero cavallerescamente, per quest’anno fanno spazio alle quattro ruote. Poi dal 2023 si torna alla data originaria.
Poco cambia, sabato ci sarà tempo per testare i tre tracciati disponibili, e ce n’è per tutti, per tutti quelli che amano la mtb rampante e dolomitica: Easy con 37,2 km e 1000 metri di dislivello, Classic, 54,7 Km e 1720 metri di dislivello e infine per i più ‘smanettoni’ la Marathon di 83,5 km e 3400 m/dsl. Tre diversi itinerari ma un unico comune denominatore: una “vera” gara d’altri tempi!
I tracciati sono stati scovati da chi conosce bene gusti e passioni degli amatori, ma anche le esigenze e i valori degli elite. Il Marathon è un percorso da “Mondiale”, e questo vocabolo sarà da tenere a mente per il futuro, parola di “Massimo & Massimo”, vale a dire Panighel, consacrato all’organizzazione di grandi eventi delle ruote grasse, e Debertolis, atleta nato con le Pale di San Martino in faccia e che appena fuori dalla culla… era già a derapare sui sentieri dolomitici della Valle di Primiero, in Trentino ovviamente. Non dimentichiamo che Debertolis è stato il primo e unico italiano a vincere il Campionato del Mondo Marathon.
In queste terre c’era un tempo la Rampikissima, ora con maggior vigore e con lo spirito “adventure” nel cuore c’è la Mythos Primiero Dolomiti ad attrarre gli appassionati del pedale, proposta da Pedali di Marca in collaborazione con le associazioni di volontariato della valle, il comune di Primiero San Martino e l’APT di San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi.
Questa gara regala immagini da cartolina a 360°. I bikers, ovunque volgeranno lo sguardo, potranno ammirare panorami da urlo. Per chi si porta la action camera è d’obbligo una scheda di memoria da giga e giga. Se solo con queste premesse è venuta voglia di pedalare sulle Dolomiti, è già ora di affrettarsi per accaparrarsi un bel numero di partenza.
I tre percorsi partono in tre diversi luoghi ma hanno in comune la stessa zona di arrivo di Fiera di Primiero. La Easy prende il via da Imer, in onore anche alla gara che ha visto germogliare passione e competenza per la mtb, per la Classic nastro di partenza a San Martino di Castrozza, località turistica affascinante e molto apprezzata, la Marathon infine parte ed arriva a Fiera di Primiero.
Alla Mythos Primiero Dolomiti sono ben accetti anche i seguaci di De Coubertin, ma sicuramente per chi si butta sui sentieri della Marathon, una parte dei quali sono in comune con la Classic, l’imperativo è classificarsi, e bene, non solo partecipare. C’è insomma una vasta scelta di proposte con le tre gare, quindi divertimento per tutti, sportivi ben allenati o meno allenati, giovani e meno giovani.
Se poi si va a vedere bene tutti gli “effetti” collaterali, che poi l’organizzazione definisce “eventi collaterali”, allora la mtb bisogna averla nel cuore e nell’anima. Si comincia con l’Alpine Gravel del 26 giugno le cui iscrizioni sono appena state aperte e già il sacco dei pettorali sta vibrando, poi c’è la Moon’s Bike, la Kid, l’Adventure e-bike e infine, da non sottovalutare per la “pace familiare”, la Family Gourmet. E per fortuna che gli organizzatori si sono fermati qui, altrimenti oltre alle ferie servivano anche i permessi.
Per i dettagli basta soffermarsi sul sito web, e per chi è abituato a programmare le proprie uscite meglio segnare subito in rosso la data dell’11 settembre e inserire nel navigatore le località peculiari di Fiera di Primiero, San Martino di Castrozza e se c’è qualche dubbio anche le Pale di San Martino. In quei giorni di settembre, normalmente, la montagna vive il momento più godibile, fresco al punto giusto, aria salubre e frizzante, colori sgargianti, e in quel periodo della stagione ognuno nelle gambe dovrebbe avere l’allenamento necessario per affrontare una gara “Mythos”.
L’invito è quello di programmare in anticipo qualche bella sgambata, sul sito www.mythosprimiero.com si possono scaricare i tracciati GPS. Unico piccolo particolare: visto che le due gare maggiori entrano nel Parco Naturale di Paneveggio, alcuni tratti saranno accessibili solo dalla settimana antecedente l’evento, ma è disponibile comunque il tratto alternativo. C’è un altro dettaglio da tenere presente: per quelli che non vanno a caccia di record col proprio cronometro, la gara sfiora tante malghe e rifugi che offrono molte proposte gastronomiche, un attentato alla dieta… ma anche un’invitante attrazione per gli accompagnatori per attendere i propri “campioni”.
E allora che mtb sia, con la Mythos Primiero Dolomiti dell’11 settembre.

MYTHOS, GESTA DEGLI DEI SULLE DOLOMITI. MTB MULTITASKING IN VALLE DI PRIMIERO

MYTHOS, GESTA DEGLI DEI SULLE DOLOMITI. MTB MULTITASKING IN VALLE DI PRIMIERO

Gli eroi della mtb alla 2a edizione della Mythos Primiero Dolomiti
La società Pedali di Marca organizza tre gare il 10 settembre
Tracciato Marathon per i ‘pro’, Classic ed Easy per amatori ed e-bikers
Iscrizioni online già disponibili sul sito dell’evento

‘Mito’ deriva dal greco ‘mỳthos’, significa racconto, ma non un racconto qualsiasi. Si parla delle gesta di dei, semidei, eroi e mostri, di fenomeni naturali, dell’origine del mondo e si tenta di dare una spiegazione logica ai riti o alle domande che il popolo si pone.
I ‘miti’ della marathon Mythos Primiero Dolomiti, il cui slogan appunto recita “Create miti su voi stessi, anche gli dei hanno cominciato così”, sono pronti a scrivere la propria storia nella disciplina più dura e spettacolare della granfondo in mountain bike. I miti… scenderanno sulla Terra il 10 settembre in sella alla mtb per sfidarsi in un luogo altrettanto mitico nell’immaginario sportivo come le Pale di San Martino, simbolo delle Dolomiti nonché sito dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
La società organizzatrice Pedali di Marca, con a capo Massimo Panighel, ha in programma ben tre gare dedicate ad amatori e professionisti sui tre percorsi: Marathon di 83.5 km e 3400m di dislivello con partenza e arrivo a Fiera di Primiero, Classic di 54.7 km e 1720m di dislivello con partenza a San Martino di Castrozza e arrivo a Fiera di Primiero, ed Easy di 37.2 km e 1000m di dislivello da Imer fino a Fiera di Primiero.
Per chi è alla ricerca di emozioni comunque forti, “assistito” nella pedalata e immerso completamente nella natura, i tracciati Classic ed Easy possono essere percorsi anche in e-bike, senza serrati confronti cronometrici, ma dando puro sfogo alla propria passione.
Percorsi spettacolari e impegnativi il giusto, e con testimonial d’eccezione il campione del mondo marathon 2004 e due volte campione italiano marathon nel 2004 e 2007, quel Massimo Debertolis, primierotto D.O.C., che vanta oltre 100 vittorie di tappa tra le più importanti corse come il Tour de France MTB, Transalp, Trans Germany e Cape Epic. Ed è stato proprio Massimo Debertolis a “frugare” fra i mille sentieri della Valle di Primiero, alcuni nuovi dopo la disastrosa tempesta Vaia, scovando i percorsi della mountain bike di una volta, quando pedalare era tanta fatica e tanta soddisfazione insieme. Debertolis ha cercato di offrire ai bikers, siano essi élite o semplici amatori, scorci di autentiche cartoline.
In Valle di Primiero non ci sono solo le Pale di San Martino ma tutta una serie di rilievi spettacolari, boschi cedui e laghetti da fiaba. La Valle di Primiero, bella d’estate quanto d’inverno, è una destinazione green per sportivi di ogni livello, ma per la mountain bike è un autentico paradiso, e non nel senso del solito slogan promozionale, in Valle di Primiero con la mountain bike vale davvero il “provare per credere”.
In avvicinamento al grande appuntamento con la Mythos Primiero Dolomiti i due Massimo, Panighel & Debertolis, promettono emozioni con due eventi che saranno svelati a breve, uno sulla neve, due ruote of course…, ed uno gravel, ma intanto è ora di sfogliare le pagine web del sito con le info di gara, del tracciato e soprattutto delle iscrizioni.
Lo scorso anno, in quella che ha voluto essere l’edizione “zero”, gli italiani Jacopo Billi e Domenico Valerio si sono fatti sorprendere soltanto dal russo Aleksei Medvedev, mentre al femminile un balzo sul podio tutto azzurro con le regine Giada Specia, Sandra Mairhofer e Debora Piana nell’ordine.
Le iscrizioni pedalano già veloci online per l’edizione 2022 della Mythos, sul sito dell’evento sono già disponibili ad un prezzo di 60 Euro per le gare Classic e Marathon, 30 Euro per la Easy.

Info: www.mythosprimiero.com