Tag: moroni

FUOCO E FIAMME AL ROCK MASTER: VENERDÍ SI ACCENDONO I RIFLETTORI

FUOCO E FIAMME AL ROCK MASTER: VENERDÍ SI ACCENDONO I RIFLETTORI

Laura Rogora

Sale l’attesa per il 35° Rock Master di venerdì ad Arco
Sfida imprevedibile e avvincente tanto al maschile quanto al femminile
Assente il cinese Pan Yufei, a sostituirlo ci sarà Filip Schenk
Ultimi biglietti disponibili sulla piattaforma online

Il tempio del climbing trentino è pronto ad animarsi. Si contano ormai le ore per il 35° Rock Master di venerdì, quando 16 climbers provenienti da 8 nazioni faranno fuoco e fiamme sulle pareti Boulder e Lead del Climbing Stadium di Arco. La sfida femminile, quanto quella maschile, sarà imprevedibile ed elettrizzante. Si conferma in ottima forma la coreana Seo Chaehyun, capace di conquistare il secondo argento stagionale nell’ultima tappa di Coppa del Mondo Lead a Briançon, in Francia. Bene anche la romana Laura Rogora, sesta davanti alla forte climber slovena Vita Lukan. Al Rock Master sfileranno inoltre i talenti del climbing come Jessica Pilz, Camilla Moroni, Stasa Gejo, Yuetong Zhang e Ievgeniia Kazbekova.
Dopo l’annuncio dell’assenza del leggendario Adam Ondra, è recente la notizia che nemmeno il cinese Pan Yufei prenderà parte al 35° Rock Master, causa Covid. A sostituirlo ci sarà l’altoatesino Filip Schenk, terzo nella prova KO Boulder lo scorso anno e bravo a centrare un settimo posto in CdM a Briançon. Schenk si confronterà con il conterraneo Michael Piccolruaz, il quale sogna di duellare in finale con il compagno di allenamenti austriaco Jakob Schubert. L’Austria può contare inoltre sul giovane talento Nicolai Uznik, al suo esordio allo storico Rock Master. Stefano Ghisolfi non nasconde l’emozione di gareggiare in casa e vuole stupire ancora il “suo” pubblico. La lotta per il 35° Trofeo è davvero aperta con anche Martin Stranik, Luka Potocar e Fedir Samoilov pronti a dire la loro sulle pareti che ogni climber sogna di scalare almeno una volta nella vita.
Ad aprire le danze venerdì saranno le spider-women nella prova KO Boulder alle 12.30, mentre alle 16.30 toccherà agli uomini. Quando il sole sarà ormai calato, i riflettori saranno puntati sulle pareti Lead, a partire dalle 21 con le qualificazioni del mitico Duello e le attese finali alle 21.45. Il pubblico canterà sulle note della band locale Jambow Jane e potrà mettersi alla prova con lo Zlagboard Contest.
Gli ultimi biglietti online sono disponibili sulla piattaforma Midaticket, dove si può acquistare la tipologia Full-Day per gli insaziabili del climbing, oppure il ticket serale per godersi l’avvincente Duello Lead. Il comitato organizzatore Rock Master 20.20 del presidente Stefano Tamburini e il direttore tecnico Angelo Seneci stanno definendo gli ultimi ritocchi, lo show sta per partire!
Info: www.rockmasterfestival.com

LA COPPA DEL MONDO BOULDER ATTERRA A BRESSANONE. 33 NAZIONI, 195 CLIMBERS, 13 AZZURRI E TANTE SORPRESE

LA COPPA DEL MONDO BOULDER ATTERRA A BRESSANONE. 33 NAZIONI, 195 CLIMBERS, 13 AZZURRI E TANTE SORPRESE

Francesca Matuella

Alla Vertikale di Bressanone 5 giorni di sport, cinema e festa
La Coppa del Mondo apre le porte ai boulderisti di tutto il pianeta
Attesi 195 climbers di cui 13 azzurri, con 33 nazioni presenti al Climbing Stadium
Prenota il tuo posto per assistere al grande evento di arrampicata

Dall’8 al 12 giugno Bressanone diventa la “capitale” dell’arrampicata, i migliori boulderisti di tutto il mondo si sfideranno sulle pareti del Vertikale Climbing Stadium, la Coppa del Mondo Boulder è l’evento più atteso di tutta la stagione in Alto Adige.
Il comitato AVS e la FASI sono pronti ad ospitare, dopo 11 anni in Italia, la quinta tappa di Coppa del Mondo. Dopo le gare in Svizzera, a Seoul e a Salt Lake City si atterra a Bressanone, all’evento saranno presenti circa 195 climbers provenienti da 33 nazioni, pronti ad animare l’adrenalinico lungo weekend sportivo altoatesino.
La solida squadra azzurra si presenterà con ben 13 atleti, capitanata dalle punte di diamante Camilla Moroni, vice campionessa del mondo Boulder 2021, Laura Rogora, due volte campionessa mondiale Youth, Giorgia Tesio, campionessa europea Youth, e Michael Piccolruaz, tre volte campione italiano Boulder. A completare la rosa azzurra ci saranno inoltre Pietro Vidi, Francesca Matuella, Irina Daziano, Federica Papetti, Miriam Fogu, Giulia Medici, Beatrice Colli, Marcello Bombardi e Michele Bono, molti dei quali già protagonisti a maggio nella tappa di Coppa Europa sempre a Bressanone.
Nel prestigioso evento di Coppa del Mondo saltano all’occhio i nomi dei fuoriclasse statunitensi Natalia Grossman, campionessa del mondo Boulder, e Nathaniel Coleman, argento olimpico, la leggenda austriaca Jakob Schubert, bronzo olimpico, i connazionali Nicolai Uznik, argento ai campionati europei Youth 2019, e Jessica Pilz, campionessa mondiale Lead, il promettente francese Mejdi Schalck (classe 2004) partito alla grande in questa stagione centrando già un oro e un bronzo in CdM, i supereroi giapponesi Kokoro Fujii, campione del mondo Boulder in carica, Tomoa Narasaki, campione del mondo 2019 e Yoshiyuki Ogata, vincitore della scorsa Coppa del Mondo.
Il programma sarà fitto e ricco di eventi: ci saranno due ‘serate cinema’ aperte al pubblico, mercoledì 8 alle 21.30 con “The Alpinist – Uno spirito libero” si racconteranno le vicende dell’alpinista sognatore canadese Marc-André Leclerc, una storia tutta da scoprire tra uomo e montagna, e giovedì 9 alle 21.30 “The Wall – Climb for Gold”, il documentario che segue l’impegno delle atlete Janja Garnbret, Shauna Coxsey, Brooke Raboutou e Miho Nonaka per partecipare al debutto olimpico dell’arrampicata sportiva a Tokyo 2020.
Si entrerà nel clou del programma giovedì 9 con la cerimonia d’apertura, mentre venerdì 10 si partirà per un’intensa giornata di qualificazioni, con le donne la mattina e gli uomini il pomeriggio. Ad animare le serate ci sarà il Vertical-Life After Party.
Sabato 11 è tutto dedicato alle competizioni femminili, con le semifinali a partire dalle ore 11 e le elettrizzanti finali dalle 20. Domenica si chiuderà in bellezza con le semifinali maschili alle ore 11 per chiudere con le finali dalle ore 19.
Per tenere vivo l’interesse dei fans che vorranno tentare di accaparrarsi gratuitamente gli ambiti ticket, il comitato organizzatore ha indetto un divertente contest, mettendo in palio due biglietti per la finale maschile o femminile (tutti i dettagli sono sui social dell’evento). Ovviamente è aperta la vendita dei ticket online, con anche pacchetti speciali per vivere appieno l’emozione delle sfide in parete. Cancelli aperti per tutti gratuitamente per le qualificazioni del venerdì, mentre per gli under 14 l’accesso sarà libero anche per le semifinali di sabato e domenica.
Alexandra Ladurner, Ralf Preindl e Günther Meraner, anime della manifestazione, stanno lavorando con passione e sacrificio per portare in alto l’arrampicata in Alto Adige e per mostrare a tutto il mondo la bellezza di questo sport in un territorio ancora più affascinante.
Info: www.suedtirol-climbing.it

A BRESSANONE BANDIERE “MULTICOLOR”. IL BOULDERING PROMETTE MERAVIGLIE

A BRESSANONE BANDIERE “MULTICOLOR”. IL BOULDERING PROMETTE MERAVIGLIE

Newspower.it Trento www.newspower.it

Già 20 nazioni alla World Cup Boulder di Bressanone dal 10 al 12 giugno
Presenti l’oro e l’argento olimpico Alberto Ginés López e Nathaniel Coleman
L’Italia può contare sulla genovese Camilla Moroni, il gardenese Michael Piccolruaz e non solo
AVS e FASI propongono un weekend da favola per gli appassionati del climbing

“Preparare i boulder è come scrivere un libro, di fronte a te hai solo una pagina bianca e aspetti l’ispirazione. Mi piace sorprendere l’atleta e compiacere il pubblico, si tratta infatti di un vero show!” Negli occhi di Jacky Godoffe, il celebre tracciatore francese e responsabile del centro boulder Fontainebleau, si intuisce tutta la sua passione e l’amore per l’arrampicata.
“The show must go on” e il weekend del 10-12 giugno la World Cup Boulder di Bressanone promette una meraviglia. Al Climbing Stadium Vertikale sfileranno i climbers più forti al mondo e in cielo sventoleranno le bandiere delle nazioni più titolate, come il Giappone con i fuoriclasse Kokoro Fujii, campione mondiale Boulder e vincitore dell’ultima tappa a Seoul, Yoshiyuki Ogata, detentore della Coppa del Mondo e Tomoa Narasaki, primo ai Campionati del Mondo 2019, gli Stati Uniti con Natalia Grossman, campionessa del mondo Boulder, e l’argento olimpico Nathaniel Coleman, la Spagna con l’oro olimpico Alberto Ginés López, la Serbia con Stasa Gejo, campionessa del mondo Boulder Junior e l’Austria con Jakob Schubert, medaglia di bronzo alle Olimpiadi e Jessica Pilz, campionessa mondiale Lead. Ad arricchire il prestigioso parterre ci saranno i fratelli sloveni Julija e Jernej Kruder, quest’ultimo leggenda del climbing, vincitore della Coppa del Mondo Boulder nel 2018. L’Italia potrà contare sulla vice campionessa del mondo Boulder Camilla Moroni e sul beniamino di casa gardenese Michael Piccolruaz e non solo. Saranno cinque giornate belle intense per l’esperto comitato organizzatore AVS e per la FASI, i quali propongono due ‘serate film’ gratuite per calare gli spettatori nell’atmosfera sportiva del climbing. Mercoledì 8 giugno verrà proiettato il primo film “The Alpinist – Uno Spirito Libero”, in cui si raccontano la storia e le scalate in solitaria del climber visionario canadese Marc-André Leclerc, mentre il giorno dopo ci sarà l’emozionante documentario “The Wall – Climb for Gold”, dove le quattro atlete elite Janja Garnbret, Shauna Coxsey, Brooke Raboutou e Miho Nonaka raccontano la loro vita sportiva prima delle Olimpiadi di Tokyo. Giovedì 9 alle 20.30 si terrà la cerimonia di apertura presso il Vertikale Climbing Stadium aperta al pubblico. Venerdì si entrerà nel vivo dell’evento con le qualificazioni femminili al mattino (9-15.30) e quelle maschili nel pomeriggio (16.30-22), aperte gratuitamente al pubblico. La giornata di sabato sarà tutta in rosa, con al mattino la semifinale dalle ore 11 alle 13.15, mentre per la finale bisognerà attendere le ore 20. Si chiuderà in bellezza la domenica con la semifinale maschile dalle 11 alle 13.15 e la finale alle ore 19.
L’ingresso per le semifinali sarà gratuito per i ragazzi sotto i 14 anni, mentre adulti e under 18 troveranno i biglietti e i pacchetti speciali da acquistare direttamente sul sito suedtirol-climbing.it
A commentare le sfide elettrizzanti sarà lo speaker ufficiale austriaco Lukas Ebenbichler assieme al co-speaker lombardo Simone Raina, uno che di palestre ne ha girate parecchie: “Bressanone è senza dubbio lo stadio più bello d’Italia per il Boulder, è uno dei più belli d’Europa e del Mondo. Bressanone ha la caratteristica di avere davanti un anfiteatro dove le persone si raccolgono, dove si vede tantissima emozione. Per chi è ancora indeciso se venire o meno, consiglio assolutamente di partecipare! Gli eventi live sono completamente diversi dal seguire un evento in streaming. Lo streaming vuol dire osservare l’atleta e la competizione da un punto di vista tecnico. Ma vivere dentro un evento ed esserne parte, con la vibrazione della musica e delle persone che gridano e applaudono, non è paragonabile con nient’altro. È come andare ad un concerto o ascoltare una traccia sul CD”.
Let’s the show begin!

Info: www.suedtirol-climbing.it

COPPA DEL MONDO E D’EUROPA BOULDER AL CENTRO VERTIKALE DI BRESSANONE

COPPA DEL MONDO E D’EUROPA BOULDER AL CENTRO VERTIKALE DI BRESSANONE

Camilla Moroni a Bressanone nel 2019

L’AVS Alpenverein Südtirol annuncia con orgoglio i due grandi eventi
10-12 giugno 5.a tappa di Coppa del Mondo Boulder a Bressanone
Ad anticipare l’evento la Coppa Europa Boulder dal 7 all’8 maggio
Presenti i migliori boulderisti internazionali

La Coppa del Mondo Boulder di arrampicata approda in Alto Adige. Un sogno diventato realtà e che riempie il cuore di gioia al comitato locale l’AVS Alpenverein Südtirol. Dal 10 al 12 giugno ci sarà la quinta tappa del circuito internazionale IFSC 2022, presso il centro d’arrampicata Vertikale di Bressanone. La tappa doveva disputarsi inizialmente a Mosca, poi per ragioni dovute alla guerra la Federazione Internazionale (IFSC) assieme alla Federazione Italiana (FASI) ha deciso di spostare l’evento nella ormai collaudata arena altoatesina. Il Centro Vertikale è infatti tra i più all’avanguardia in Europa, ha diverse aree di arrampicata per rispondere alle esigenze di tutti e una galleria di grande fascino architettonico.
Circa 220 boulderisti provenienti da tutto il mondo si troveranno faccia a faccia alla parete esterna alta quasi 5 metri, da scalare cercando di trovare il giusto equilibrio tra forza e coordinazione. La stagione di Coppa del Mondo Boulder è ancora ferma, le danze si apriranno in Svizzera a Meiringen l’8-10 aprile, poi si volerà a Seoul il 6-8 maggio e tra il 20-22 e il 27-29 maggio ci saranno altre due tappe a Salt Lake City (USA), prima della tappa italiana di Bressanone.
Ma non finisce qui, Bressanone sarà teatro anche della seconda tappa di Coppa Europa Boulder il 7-8 maggio, dopo il primo appuntamento stagionale in programma a Praga tra il 29 aprile e il 1° maggio. Un’altra enorme soddisfazione e una grande riconferma nel panorama internazionale per il comitato altoatesino con i tre coordinatori di AVS Brixen: Alexandra Ladurner, campionessa del mondo juniores lead 2010 e ora responsabile della FASI provinciale, Ralf Preindl, gestore delle palestre più grandi dell’Alto Adige tra cui la Vertikale e la Helix, ed Ernesto Scarperi, vice presidente della FASI. L’esperto comitato nel 2019 aveva già organizzato i Campionati Europei Giovanili Boulder e una Coppa Europa Giovanile nel 2018 a Brunico.
Natalia Grossman, Janja Garnbret e Oriane Bertone sono le atlete che hanno spiccato il volo occupando le prime tre posizioni della classifica generale di Coppa del Mondo nel 2021, mentre tra gli uomini le prime due posizioni sono andate ai giapponesi Yoshiyuki Ogata e Kokoro Fujii, terzo il ceco Adam Ondra. Le italiane Laura Rogora, Camilla Moroni (campionessa italiana di Boulder in carica e vice campionessa mondiale 2021) e Giorgia Tesio sono rientrate tutte in top 30. Migliore tra gli azzurri il gardenese Michael Piccolruaz, che gareggerà di fronte al pubblico di casa nella tappa di Bressanone assieme al campione italiano in carica di Boulder, l’altoatesino Filip Schenk, vincitore anche della Coppa Italia Boulder 2021.

Info: www.vertikale.it