Tag: marcialonga

MARCIALONGA E MONTURA A BRACCETTO. CON LE AMMINISTRAZIONI DI FIEMME E FASSA

MARCIALONGA E MONTURA A BRACCETTO. CON LE AMMINISTRAZIONI DI FIEMME E FASSA

Incontro al Montura Store Fiemme di Tesero con i sindaci dei comuni di Fiemme e Fassa
Il comitato organizzatore ribadisce l’importanza della collaborazione delle amministrazioni comunali
Marcialonga è un’eccellenza del territorio che va oltre lo sport – 47.a edizione il 26 gennaio
Il successo del 2019 è il punto di partenza per l’edizione 2020

Nella cornice del Montura Store di Tesero il comitato organizzatore di Marcialonga ha colto l’occasione, lunedì 4 novembre, per raccontare il successo dell’edizione 2019 della ski-marathon trentina, con l’aiuto di qualche numero, ai sindaci del territorio delle Valli di Fiemme e Fassa. “Una riflessione sul successo del 2019 da cui prendere spunto per il 2020”, nelle parole di Davide Stoffie, CEO di Marcialonga. Diciannove gli ospiti presenti: i sindaci Maria Bosin (Predazzo), Elena Ceschini (Tesero), Marco Larger (Castello Molina di Fiemme), Paolo Dantone (vice-sindaco di Canazei), Fabio Vanzetta (Ziano di Fiemme), Andrea Varesco (Carano), Silvano Welponer (Cavalese), Giuseppe Zorzi (Panchià), i rappresentanti delle amministrazioni comunali e presidenti dei comitati locali Giancarlo Ramus (Moena), Matteo Zanon (Soraga), Marco Dellantonio (Canazei), Paolo Boninsegna (Predazzo), Sergio Doliana (Tesero), Daniele Weber (Castello Molina di Fiemme), Nicolino Bonelli (Carano), Alberto Goss (Varena), i direttori delle APT Andrea Weiss (Fassa) e Giancarlo Cescatti (Fiemme) e infine il presidente della Comunità della Valle di Fiemme Giovanni Zanon. Presente anche Valeria Manzinello, referente sport e marketing dell’Ufficio Comunicazione di Montura. Il Montura Store, poi, si è rivelato la location perfetta per celebrare il nuovo accordo di sponsorizzazione suggellato tra Marcialonga e Montura per il bienno 2020-2022.
La Marcialonga, di scena il prossimo 26 gennaio, ha raggiunto molti traguardi nella passata edizione: il più rappresentativo è forse il premio “Event of the Season” assegnato da Visma Ski Classics che, come ricorda il presidente Angelo Corradini, fa di Marcialonga la “granfondo scelta tra le scelte”. I numeri, poi, raccontano la storia di un evento dall’anima locale, ma dall’attitudine globale. Il cuore di Marcialonga è ben radicato nei comuni che i partecipanti attraversano durante le gare di sci di fondo, corsa e ciclismo, ma la scelta di “superare i confini” e aprirsi verso l’estero e non solo all’area scandinava – come nel caso del recente gemellaggio con la “sorella” polacca di Marcialonga, la gara Bieg Piastow – si dimostra quanto mai azzeccata. In termini di indotto, infatti, secondo una tesi presentata alla facoltà di economia dell’Università di Trento, Marcialonga frutterebbe al territorio di Fiemme e Fassa circa 9.000.000 di euro e sarebbero 50.000 i pernottamenti a scopo turistico. Non manca poi la visibilità sui media: ben 72 le ore di trasmissione in diretta TV di Marcialonga, sulle reti di una ventina di nazioni.
L’evento per le due vallate trentine è un’opportunità non solo in termini di visibilità, ma anche per mantenere saldo il valore della comunità sul territorio. Marcialonga non è solo sport, e le attività collaterali non si limitano a quelle di contorno alle giornate di gara, pur importantissime. Si pensi, ad esempio, alla Marcialonga Stars, il prossimo gennaio in programma sabato 25, che dal 2000 in collaborazione con LILT ha raccolto più di 400.000 euro. Ci sono occasioni che, nel corso dell’anno intero, valorizzano le comunità di Fiemme e Fassa, come l’elezione della Soreghina, che da diciassette anni racchiude in sé la bellezza, dolcezza e intelligenza delle ragazze di Fiemme e Fassa, o come l’annuale assegnazione delle borse di studio ai ragazzi meritevoli degli istituti delle due valli, spronati alla massima dedizione e impegno nelle loro attività di studio, volontariato e sport.
L’invito per i sindaci e i rappresentanti istituzionali è, dunque, quello di continuare a collaborare per proseguire e incrementare l’esperienza Marcialonga: i comuni mettono a disposizione il territorio, anticipando le problematiche e lavorando col comitato Marcialonga per trovare, insieme, la soluzione e per portare quello che è Marcialonga in giro per il mondo. Prima del commiato, sindaci e presidenti dei comitati locali hanno ricevuto una speciale felpa “Montura – Marcialonga” loro dedicata.
Infine Valeria Manzinello di Montura ha aggiunto: “Marcialonga rispetta il nostro spirito e rispecchia i nostri valori: lo sport non è solo attività, ma è innovazione e creazione di circoli di virtuosi”. Il claim di Montura è, non a caso, “searching a new way” e da sempre Marcialonga è attenta a rinnovarsi e ad aprire nuove strade.

VISMA SKI CLASSICS, SCI DI FONDO D’AUTORE. IN ITALIA QUATTRO EVENTI DA NON PERDERE

VISMA SKI CLASSICS, SCI DI FONDO D’AUTORE. IN ITALIA QUATTRO EVENTI DA NON PERDERE

Presentati al Forum Nordicum gli eventi valtellinesi Livigno Prologue e Sgambeda
Per l’Alto Adige due appuntamenti, l’inedita La Venosta e l’intramontabile Dobbiaco-Cortina
La regina delle granfondo Marcialonga è il punto di riferimento mondiale
Quattro eventi che uniti si propongono di promuovere lo sci di fondo in Italia

La sessione annuale del Forum Nordicum, il gruppo internazionale dei giornalisti di sci nordico, quest’anno si è tenuto ad Anterselva, ospitato dal comitato organizzatore del Campionato del Mondo di Biathlon. C’erano tutti i dirigenti dell’IBU e della FIS ed è stato anche un momento per tanti organizzatori stranieri ed alcuni italiani di illustrare le proprie proposte.
Proprio in quest’ottica gli organizzatori delle quattro gare italiane di Visma Ski Classics si sono presentati alla stampa, togliendo il velo sul Prologo e la Sgambeda di Livigno, sull’inedita La Venosta, sulla Marcialonga e sulla Dobbiaco-Cortina. Un segno tangibile della collaborazione e coesione tra i quattro comitati intese non solo nella promozione cumulativa, ma anche nel travaso di esperienze e competenze utili a far crescere sempre più lo sci di fondo in Italia.
Ad Anterselva c’erano Matteo Dessi del comitato livignasco, Gerald Burger per La Venosta, Davide Stoffie per la Marcialonga ed Herbert Santer della Dobbiaco-Cortina.
Visma Ski Classics è una vera e propria Coppa del Mondo delle lunghe distanze che ormai da anni sta guadagnando popolarità, spazi ed interesse in tutto il mondo, e raccoglie 12 gare tra le più prestigiose come Vasaloppet, Birkebeinerrennet e appunto Marcialonga, per fare alcuni nomi. È un circuito che privilegia la tecnica classica e che ha contribuito alla diffusa pratica del double poling, aprendo da quest’anno con il Visma Ski Classics Challengers anche ad una seconda serie di gare ‘satellite’ che assegnano punti, ridotti, al massimo circuito e che ammettono anche lo skating.
Visma Ski Classics festeggerà la propria decima annata inaugurando la stagione a Livigno con una competizione a squadre di 15 km venerdì 29 novembre, proseguendo con una Mass Start di 35 km domenica 1° dicembre. Fuoriclasse sì, ma anche amatori con la Sgambeda di sabato 30 novembre, la quale celebrerà un trentennale ricco di storia e di sorprese con la tradizionale 30 km in tecnica libera. Lo sci di fondo è sempre ‘di casa’ a Livigno e un assaggio verrà dato – grazie alla neve conservata con il metodo dello “snowfarming” – sabato 19 ottobre con l’apertura del primo anello di fondo alla presenza degli azzurri capitanati da Federico Pellegrino.
“La Venosta” del 14 e 15 dicembre 2019 è un inedito invito in Alto Adige a godersi questa poderosa cavalcata fondistica. La gara in classico di 45 km inserita nel circuito Visma Ski Classics non sarà l’unico appuntamento del weekend a Vallelunga, nel comune di Curon Venosta, perché il comitato regalerà un’ulteriore prova domenica, una skating di 30 km inserita nel circuito. Visma Ski Classics porterà a competere in luoghi incantevoli le eccellenze dello sci di fondo di tutto il mondo e squadre d’élite, lungo itinerari quasi ‘fatati’ immersi nel bianco candore dell’inverno, talvolta poco conosciuti nella affascinante Vallelunga.
La ski-marathon più amata del pianeta – per ammissione degli stessi fondisti – è la Marcialonga di Fiemme e Fassa. La gara trentina scatterà per la quarantasettesima edizione il 25 e 26 gennaio 2020, ancora una volta tra le due spettacolari vallate trentine. I tradizionali 70 km da Moena a Cavalese abbracceranno 7.500 atleti (tetto massimo per scelta del comitato organizzatore) fra fuoriclasse degli sci stretti, amatori, bisonti, i mitici “senatori” che non si sono mai persi un’edizione, e semplici appassionati. Ad accompagnare la Marcialonga tradizionale ci sarà anche Marcialonga Light di 45 km, e non solo, perché Marcialonga è un evento a tutto tondo che propone anche le iniziative collaterali Baby, Minimarcialonga e Marcialonga Young per divertirsi e incentivare i giovani alla pratica fondistica, Marcialonga Stars per beneficenza raccogliendo fondi assieme ai grandi dello sport, e lo scenografico raduno in abbigliamento e sci di fondo d’epoca Marcialonga Story, uno degli appuntamenti più apprezzati.
La ferrovia delle Dolomiti – tra il 1921 e il 1964 – collegava le province di Belluno e Bolzano. Ora non esiste più, ma grazie ad una Granfondo sugli sci le località di Dobbiaco e Cortina sono ancora ‘unite’, e se la locomotiva ha sbuffato per 43 anni, l’1 e 2 febbraio gli appassionati dello sci di fondo festeggeranno anch’essi il 43° anniversario, quello della Granfondo Dobbiaco-Cortina. Una novità sostanziale coinvolgerà la prossima edizione, rispettando la volontà degli appassionati, la logistica e il lavoro dei volontari: è stato infatti deciso che entrambe le competizioni – classico al sabato e skating la domenica – partiranno da Dobbiaco per arrivare nel cuore di Cortina d’Ampezzo, diversamente dal passato quando la prova domenicale scorreva in senso inverso. I percorsi rimarranno immutati per quanto riguarda i punti salienti, con due diverse distanze, 42 km in classico nella prova inserita nel prestigioso circuito Visma Ski Classics, e 32 km in skating, prova Challengers, permettendo così agli atleti di conquistare altri punti Visma.
Quattro eventi, insomma, da non perdere e che fanno grande lo sci di fondo italiano.

CALENDARIO VISMA SKI CLASSICS ITALIA

29 nov Livigno Pro team Tempo
30 nov La Sgambeda
1 dic Livigno Prologue
14-15 dic La Venosta
26 gen Marcialonga
1-2 feb Dobbiaco-Cortina

MARCIALONGA SULLE ALI DELLA STORIA. GEMELLAGGIO TRA “STORY” E “L’EROICA”

MARCIALONGA SULLE ALI DELLA STORIA. GEMELLAGGIO TRA “STORY” E “L’EROICA”

Marcialonga di Fiemme e Fassa il 25 e 26 gennaio 2020
Marcialonga Story sabato 25 gennaio a Lago di Tesero, in Trentino
Comitato Marcialonga rilancia la partnership con “L’Eroica” di Gaiole in Chianti
Il 6 ottobre tante iniziative in loco e lunedì 7 apertura iscrizioni online Story

Marcialonga Story, la ‘macchina del tempo’ di Marcialonga, andrà in scena sabato 25 gennaio a Lago di Tesero, in Trentino, fungendo da manifestazione collaterale della stori… ca ski-marathon, ma il prossimo weekend il comitato trentino scenderà in Toscana rispolverando un gemellaggio altrettanto storico, quello tra Marcialonga Story, appunto, e l’Eroica di Gaiole in Chianti. L’evento toscano è pronto – il 6 ottobre – a festeggiare la ventitreesima edizione con partecipanti provenienti da tutto il mondo, un po’ ciò che accadrà il 26 gennaio alla 47.a edizione della Marcialonga di Fiemme e Fassa.
Gli appassionati di ciclismo d’epoca saliranno sul proprio cavallo d’acciaio pedalando lungo le strade bianche della provincia di Siena, i fondisti su un altro manto bianco, in questo caso innevato. Circa 7.500 partecipanti prenderanno il via da Gaiole in Chianti, curiosamente lo stesso numero che da anni si raduna sulla piana di Moena per abbracciare Cavalese dopo aver affrontato un itinerario di gara di ben 70 km sugli sci da fondo. L’Eroica è una ‘chicca’ di fine stagione che ogni ciclista vuole regalarsi, rilassandosi e gustandosi i magnifici paesaggi del Chianti. Entrambi i contest sportivi hanno un minimo comune denominatore: la condivisione dell’esperienza, la volontà di stupire e di generare ‘turismo’ facendo scoprire al mondo le bellezze dei luoghi storicamente coinvolti dagli eventi.
La piccola delegazione di Marcialonga presente in terra toscana avrà tuttavia uno scopo, aprire ufficialmente le iscrizioni per l’ottava edizione della Marcialonga Story del 25 gennaio, 11 chilometri da Lago di Tesero a Predazzo, e lo farà proprio in loco nel Chianti venerdì 4 e sabato 5 ottobre, mentre le iscrizioni online partiranno lunedì 7 ottobre fino al raggiungimento dei 300 posti disponibili, con la passata edizione a registrare il ‘tutto esaurito’ facendo incetta di fondisti vintage.
Il comitato trentino richiamerà l’attenzione infine sul Registro degli sci d’epoca, progetto che conferisce nuovamente la gloria del passato agli sci. Il Registro raccoglie dati e immagini di sci costruiti in periodi storici precedenti il 1976, ognuno certificato da esperti, i quali rilasciano ai proprietari uno specifico attestato di registrazione. La richiesta di valutazione potrà essere presentata anche al villaggio di Marcialonga Story, al Palafiemme di Cavalese da giovedì 23 gennaio a venerdì 24 gennaio, e al traguardo del revival storico, sabato 25 gennaio a Predazzo.

Info: www.marcialonga.it

TUTTA LA SOLIDARIETÀ DI MARCIALONGA. LA STAFFETTA CORRE PER IL PROSSIMO

TUTTA LA SOLIDARIETÀ DI MARCIALONGA. LA STAFFETTA CORRE PER IL PROSSIMO

Il 1° settembre Marcialonga Coop nelle Valli di Fiemme e Fassa
Da Moena a Cavalese anche in staffetta a 3
Iscrizioni delle staffette solo tramite le associazioni di beneficenza

Marcialonga fa (anche) rima con solidarietà, e da qualche stagione la podistica Coop settembrina – oltre alla consueta competizione di 26 km – abbina una prova a staffetta che da quest’anno diverrà a tutti gli effetti di beneficenza, correndo per sé stessi e per il prossimo. Il 1° settembre, sul tracciato che partirà da Moena e arriverà a Cavalese, sfileranno sia ‘i solitari’ sia gli staffettisti con squadre composte da tre componenti, maschili, femminili oppure miste. Il percorso sarà il medesimo dallo start alla finish line, ma per le staffette verrà suddiviso in tre frazioni: 10 km da Moena a Predazzo, 8 km da Predazzo a Lago di Tesero e altri 8 km da Lago di Tesero a Cavalese. L’intento del comitato Marcialonga è duplice: “divertirsi correndo con i propri amici, condividendo le emozioni dei 26 km del percorso Marcialonga Coop, e raccogliere fondi per sostenere importanti progetti benefici”. Ma non è tutto, poiché se già negli anni scorsi si poteva scegliere di aiutare un’associazione benefica partner, ora invece ci si potrà iscrivere alla gara a staffetta esclusivamente attraverso una delle Organizzazioni Non Profit indicate dal comitato. Il progetto di fundraising permette di contribuire attivamente, basterà scegliere la non profit e perfezionare l’iscrizione. L’idea di un’iniziativa di questo tipo si sviluppò in occasione della Milano Marathon a sostegno di Sport Senza Frontiere, quando il team Marcialonga vi partecipò. Da questa esperienza diretta è iniziata una proficua collaborazione, concretizzatasi proprio con la staffetta di solidarietà, allargando il progetto anche ad altre realtà territoriali e trasformando i runners stessi nei veri protagonisti del progetto. Iscriversi alla staffetta è dunque possibile esclusivamente tramite una delle seguenti Organizzazioni Non Profit aderenti al Charity Program: “Gruppo Trentino Volontariato”, con i fondi utilizzati per supportare il progetto “Acqua per tutti” nella provincia di Ha Giang nel Nord del Vietnam, “SportAbili Predazzo” per aiutare le persone con disabilità a svolgere attività sportive altrimenti inaccessibili, “La Voce delle Donne” a devolvere l’importo a donne che vivono un momento di difficoltà, “Sport Senza Frontiere Onlus” con la mission di includere, attraverso lo sport, bambini e ragazzi che vivono in condizioni di disagio socio-economico, “Africa & Sport” come nel caso dei corridori Run2gether protagonisti delle passate edizioni di Marcialonga Coop (spesso con vittoria finale…), “Croce Rossa Italiana – sezione Val di Fassa” da sempre sostenitore di Marcialonga, “Apeiron” devolvendo i fondi a CASANepal, struttura protetta nata nel 2007 e che ospita temporaneamente donne che hanno subito violenze e discriminazioni di genere, “Cooperativa Sociale le Rais” consegnando una t-shirt omaggio a chi aderirà alla causa dell’associazione creata per dare risposte innovative ad alcuni bisogni sociali ed educativi presenti sul territorio della Val di Fiemme e Fassa, e “LILT sezione Trento” con ricavati utilizzati per sostenere il Servizio di Ospitalità e di Accompagnamento dei pazienti oncologici adulti e bambini, il cui presidente è proprio uno degli storici fondatori di Marcialonga, Mario Cristofolini, ‘anima’ anche di Marcialonga Stars, progetto collaterale di beneficenza della ski-marathon.

Info: www.marcialonga.it

MARCIALONGA PREMIA LE ECCELLENZE. 4 BORSE DI STUDIO AI RAGAZZI FIEMMESI E FASSANI

MARCIALONGA PREMIA LE ECCELLENZE. 4 BORSE DI STUDIO AI RAGAZZI FIEMMESI E FASSANI

Celebrati i giovani meritevoli in occasione dell’elezione della nuova Soreghina
Ai migliori studenti, attivi nello sport e nel volontariato, una borsa di studio di 1000 euro ciascuno
Premiati Giorgia Felicetti, Sofia Vadagnini, Samuele Delladio e Matteo Ferrari
“La Rosa Bianca”, “ENAIP” e “Scuola Ladina di Fassa” gli istituti superiori coinvolti

Da quasi cinquant’anni Marcialonga premia le proprie eccellenze sportive, ma è molto anche ciò che il comitato fa nei confronti dei propri ragazzi, fiemmesi e fassani.
La nuova Soreghina, Michela Croce, è una ragazza impegnata nel volontariato, nello studio e nello sport, e per questo è madrina di Marcialonga, ma in occasione della serata di elezione di martedì scorso a Tesero sono stati celebrati anche i ragazzi meritevoli degli istituti superiori “La Rosa Bianca” con sede a Cavalese e Predazzo, “ENAIP” di Tesero e “Scuola Ladina di Fassa” di Pozza di Fassa, con una borsa di studio del valore di 1.000 euro destinata a ciascuno dei migliori quattro studenti.
Il presidente dello Sci Club Marcialonga, Giuseppe “Bepi” Brigadoi, ha così consegnato le borse di studio a Giorgia Felicetti di Predazzo, studentessa dell’Istituto La Rosa Bianca di Cavalese con una media scolastica di 7.67, abile nello sci alpino (Val di Fiemme Ski Team) giungendo 9.a per punteggio FIS a livello Italiano Slalom 2001 e 13.a per punteggio FIS a livello Italiano Gigante 2001, e volontaria ai Mondiali Junior di sci alpino, a Sofia Vadagnini di Mazzin, della Scuola Ladina di Fassa con una media dell’8 e anch’ella sciatrice alpina (Val di Fiemme Ski Team) giungendo 4.a ai campionati Trentini Campiglio Slalom e 5.a ai campionati Trentini Campiglio Skicross, volontaria dei Vigili del Fuoco di Mazzin di Fassa. Tra i maschi Samuele Delladio, originario di Tesero e studente dell’ENAIP di Tesero, è stato premiato con una media scolastica addirittura del 9.40; pratica atletica leggera (Unione Sportiva Quercia Rovereto), in particolare corsa di velocità e ad ostacoli gareggiando ai Campionati Italiani under 16 a Rieti, ed è volontario con numerose associazioni: il gruppo A.N.A di Tesero, il C.M.L. di Tesero, l’associazione AVIS, ed ha svolto pratica di volontariato anche durante il Tour de Ski 2019. Matteo Ferrari di Predazzo studia invece alla Scuola Ladina di Fassa e presenta una media scolastica di 8.23, fondista e volontario con l’U.S. Dolomitica di Predazzo, è risultato 1° in classifica generale Coppa Italia U18, 1° sprint TC ai Campionati Italiani Pragelato, 1° alla Marcialonga Young 2019 ed ha partecipato agli EYOF (European Youth Olympic Festival di Sarajevo).
L’invito ai giovani valligiani è quello di impegnarsi sempre e comunque, nello sport, nella scuola, nel volontariato come nella vita, a riconoscere gli sforzi profusi ci pensa Marcialonga.

Info: www.marcialonga.it

MARCIALONGA COOP SVELA IL PACCO GARA. “GET INVOLVED BY DOLOMITES” ANCHE DOMENICA

MARCIALONGA COOP SVELA IL PACCO GARA. “GET INVOLVED BY DOLOMITES” ANCHE DOMENICA

Il 1° settembre Marcialonga Coop nelle Valli di Fiemme e Fassa
Domenica 4 agosto si corre sul percorso Marcialonga
Maglia tecnica speciale all’interno del pacco gara
Iscrizioni alla staffetta solo tramite associazioni di beneficenza

La 17.a edizione di Marcialonga Coop del 1° settembre scorre veloce da Moena a Cavalese, unendo la bellezza di Val di Fassa e Val di Fiemme e proponendo un pacco gara da non perdere, all’interno del quale i concorrenti troveranno una sgargiante maglietta tecnica.
Un design nuovo e accattivante, ispirato al motto dei marcialonghisti di lasciarsi coinvolgere dalle Dolomiti “Get involved by Dolomites!”, un invito ad immergersi nel meraviglioso mondo di sport e natura delle competizioni Marcialonga. Sulla maglia è rappresentato il contorno dolomitico del Latemar, il quale nel mese settembrino osserverà dall’alto le gesta dei runners, pronti a godersi la contesa di 26 km che segue il fluire del torrente Avisio e si dipana lungo la ciclabile di Fiemme e Fassa.
Il gadget tecnico completerà il pacco gara, ma non mancheranno gli altri tradizionali prodotti offerti dagli sponsor, sia per chi parteciperà alla classicissima di 26 km sia per ciascun concorrente della staffetta, la quale avrà un’impostazione ancor più solidale. Iscriversi è infatti possibile esclusivamente tramite una delle Organizzazioni Non Profit aderenti al Charity Program: Gruppo Trentino Volontariato, SportAbili Predazzo, La Voce delle Donne, Sport Senza Frontiere Onlus, Africa & Sport, Croce Rossa Italiana – sezione Val di Fassa, Apeiron – una mano per il Nepal e LILT sezione Trento.
Il 1° settembre esordirà anche la nuova Soreghina, Michela Croce, ma prima della diciassettesima edizione ci si potrà godere un’altra corsa in compagnia, domenica prossima 4 agosto. Si tratta di una veloce passeggiata senza assilli e senza cronometro, un anticipo di ciò che succederà sul percorso tradizionale della Marcialonga Coop, passando dal Centro del Salto di Predazzo, Ziano di Fiemme, dal ponte di legno di Panchià, toccando quindi il Centro del Fondo, la località Masi e Cavalese. Ritrovo alle ore 7:45 in Piaz de Sotegrava a Moena, raggiungibile con i bus di linea oppure con i propri mezzi parcheggiando al Teatro Navalge. Come alla ‘vera’ Marcialonga vi è anche un ‘vero’ ristoro, previsto a Lago di Tesero dove a settembre ci sarà uno dei cambi della staffetta, prima di raggiungere il traguardo di Cavalese e fare quindi ritorno a Moena con bus navetta, dopo essersi goduti una magnifica giornata di sport e le Dolomiti Patrimonio dell’Umanità UNESCO.
Per ulteriori informazioni sull’iniziativa del comitato contattare l’indirizzo e-mail di Marcialonga info@marcialonga.it.

Info: www.marcialonga.it

“DI MICHELA IN MICHELA”: MICHELA CROCE NUOVA SOREGHINA. SERATA RICCA DI OSPITI A TESERO

“DI MICHELA IN MICHELA”: MICHELA CROCE NUOVA SOREGHINA. SERATA RICCA DI OSPITI A TESERO

Ieri sera alla Sala Bavarese di Tesero elezione della nuova Soreghina
Michela Croce di Cavalese fa rimanere il titolo in Val di Fiemme succedendo alla teserana Delvai
La madrina di Marcialonga esordirà alla Marcialonga Coop del 1° settembre
Consegnate anche le borse di studio ai ragazzi meritevoli di Fiemme e Fassa

La Soreghina è stata eletta, nella serata di ieri, alla Sala Bavarese di Tesero, dove Michela Croce ha raccolto il testimone di un’altra Michela, Delvai, facendo rimanere il titolo in Val di Fiemme. Non proprio però, la nuova madrina della Marcialonga di Fiemme e Fassa è sì di Cavalese ma avendo il padre di Moena e la madre fiemmese, era a tutti gli effetti la miglior candidata a rappresentare le due belle vallate trentine negli eventi sportivi Marcialonga. Michela Croce è una ragazza di ventidue anni di Cavalese che sta frequentando il secondo anno in Assistenza Sanitaria all’Università degli Studi di Brescia: “Molto felice di essere Soreghina, non vedo l’ora di potermi interfacciare con persone di differenti culture, in un ambiente internazionale per promuovere il territorio”, affermerà con soddisfazione.
Le candidate erano la fassana Sara Pederiva e le fiemmesi Giorgia Giacomoni, Michela Croce appunto e Sara Morandini, brave e preparate come racconta il presidente di Marcialonga Angelo Corradini presente in giuria: “Queste ragazze mi meravigliano in continuazione, sono spigliate, carine, sanno parlare le lingue, hanno una cultura che noi da giovani non potevamo avere, e questo fa bene alla collettività e al futuro delle nostre Valli e del Trentino”. Dati alla mano, Marcialonga sta attraversando un momento più che felice, avendo completato il parterre di 7.500 iscritti in vista della ski-marathon del 26 gennaio 2020, registrato il record di partecipanti alla scorsa Marcialonga ciclistica Craft, ed apprestandosi ad affrontare la Marcialonga Coop del 1° settembre con già un buon numero di runners in saccoccia.
L’iniziativa si è aperta con il saluto della sindaca Elena Ceschini del Comune di Tesero, con Angelo Corradini a ringraziare il Comune stesso e l’associazione “Tesero un paese da vivere”, oltre a tutte le istituzioni per aver supportato Marcialonga anche nei momenti più ‘caldi’ della passata edizione.
La giuria vedeva presenziare anche Leszek Kosiorowski, direttore della polacca Bieg Piastów gemellata con Marcialonga, dove le Soreghine hanno messo alla prova il proprio inglese, e la fondista di Coppa del Mondo Caterina Ganz, “felice” che la prossima Soreghina abbia un legame forte con la sua Moena. Durante la serata teserana anche la consegna di quattro borse di studio da parte del presidente dello Sci Club Marcialonga, Giuseppe Brigadoi, ai ragazzi meritevoli degli istituti superiori di Fiemme e Fassa.
Un saluto d’obbligo da parte della Soreghina uscente Michela Delvai: “Esperienza bellissima, un anno ricco, intenso, pieno di emozioni, di eventi e momenti unici. Questo è un momento abbastanza triste perché lascio un anno stupendo, ma sono contenta che un’altra ragazza abbia la possibilità e occasione di vivere ciò che ho vissuto io”.
Michela Croce rimarrà in carica nelle prossime gare di corsa, nella storica di sci di fondo, prima di chiudere il cerchio alla Marcialonga di ciclismo del 31 maggio 2020, lasciando a propria volta il testimone alla Marcialonga Coop 2020.

Info: www.marcialonga.it

IL 29 LUGLIO APERTURA PISTA D’ATLETICA. A LIVIGNO “ALTITUDE TRAINING” DI CORSA

IL 29 LUGLIO APERTURA PISTA D’ATLETICA. A LIVIGNO “ALTITUDE TRAINING” DI CORSA

Il 29 luglio Livigno aprirà la propria pista d’atletica, il tassello mancante alle strutture sontuose e agli scenari di allenamento amati e bramati dai campionissimi di ogni disciplina. Pista a 1800 metri di quota, costruita al fianco di un’altra eccellenza, il Centro natatorio (e non solo) Aquagranda Active You, punto di riferimento per sportivi quali le maratonete Valeria Straneo e Sara Dossena, le biathlete Dorothea Wierer, Lisa Vittozzi, Ivona Fialokova e Tiril Eckhoff e le nuotatrici Federica Pellegrini, Margherita Panziera e Simona Quadarella.

L’apertura è dietro l’angolo e sono già molteplici le richieste di corridori professionisti, italiani e stranieri, che verranno ad allenarsi nel “Piccolo Tibet” in vista dei Mondiali di atletica leggera che si terranno a Doha a settembre. Valeria Straneo, Sara Dossena, Giovanna Epis ed Eyob Ghebrehiwet Faniel sono già a Livigno da qualche giorno per preparare i loro prossimi appuntamenti.

Gli orari di apertura saranno dalle ore 7 alle are 20 tutti i giorni della settimana fino all’autunno (si entrerà passando dalla reception di Aquagranda), con accesso stagionale gratuito per tutti i residenti della provincia di Sondrio. Tutti gli altri per questa prima stagione potranno accedere al prezzo di 3 euro per l’ingresso giornaliero oppure 9 euro per l’abbonamento stagionale).

Il 14 settembre, sempre all’interno del Centro Aquagranda, si terrà l’inaugurazione che anticiperà il taglio del nastro, e la grigliata per tutti coloro che effettueranno un simbolico giro di pista. La prima galoppata avrà comunque una classifica generale, celebrando anche i primi tre livignaschi e i primi tre atleti del Livigno Team.

Info: www.livigno.eu

LA BELLA SOREGHINA COMPIE 17 ANNI. ELEZIONE A TESERO PRIMA DELL’ESORDIO “COOP”

LA BELLA SOREGHINA COMPIE 17 ANNI. ELEZIONE A TESERO PRIMA DELL’ESORDIO “COOP”

4 candidate per il titolo di madrina di Marcialonga
La fassana Sara Pederiva e le fiemmesi Giorgia Giacomoni, Michela Croce e Sara Morandini
La Soreghina 2019/2020 succederà a Michela Delvai
Serata di elezione il 30 luglio a Tesero, esordio alla Marcialonga Coop del 1° settembre

La madrina di Marcialonga verrà eletta il 30 luglio in Piazza Nuova a Tesero e farà il proprio esordio il 1° settembre, in occasione di Marcialonga Coop, ultima contesa sportiva dell’anno che chiuderà i conti e stilerà le classifiche della Combinata Punto3 Craft. Il comune fiemmese di Tesero ospiterà la serata di elezione della Soreghina 2019/2020 in collaborazione con l’associazione “Tesero un paese da vivere” e la “Figlia del Sol” verrà scelta tra quattro candidate: Sara Pederiva di Soraga in Val di Fassa, Giorgia Giacomoni e Michela Croce di Cavalese in Val di Fiemme e la new entry Sara Morandini di Predazzo in Val di Fiemme.
17 anni di storia di un’iniziativa ormai diventata tradizione, partendo da Carlotta Nemela nel 2002 ed arrivando a Michela Delvai nel 2019, la quale racconterà le sensazioni vissute in questa lunga ed intensa annata al fianco di Marcialonga. La serata prenderà il via con i ballerini di tango argentino Roberta Papetti e Pierluigi Mirandola, allietando i presenti con la celebre danza che intervallerà i momenti topici dell’elezione, ed a far parte della giuria ci saranno Elena Ceschini, sindaco del Comune di Tesero, Angelo Corradini, presidente Marcialonga, Giacomo Boninsegna, scario della Magnifica Comunità di Fiemme, ad offrire la fascia di incoronazione e un prezioso gioiello, Alan Barbolini, rappresentante ITAS Assicurazioni con un assegno premio, Elisa Maccagni, vice-presidente dell’APT della Val di Fassa, Giancarlo Cescatti, direttore APT Valle di Fiemme, la giornalista Jessica Pellegrino, Leszek Kosiorowski, direttore della gara polacca Bieg Piastów da quest’anno gemellata con Marcialonga, e Caterina Ganz che racconterà la propria esperienza di fondista e la soddisfazione maturata al Tour de Ski 2019 “di casa” in Val di Fiemme. Nel corso della serata teserana anche la consegna delle quattro borse di studio da parte del presidente dello Sci Club Marcialonga, Giuseppe Brigadoi, ai ragazzi più meritevoli in ambito scolastico, sportivo e del volontariato degli istituti superiori di Fiemme e Fassa “La Rosa Bianca” con sede a Cavalese e Predazzo, l’“ENAIP” di Tesero e la “Scuola Ladina di Fassa” di Pozza di Fassa. La nuova Soreghina è…

Info: www.marcialonga.it

MARCIALONGA SFOGLIA LA MARGHERITA. MICHELA: “SOREGHINA ESPERIENZA INDIMENTICABILE”

MARCIALONGA SFOGLIA LA MARGHERITA. MICHELA: “SOREGHINA ESPERIENZA INDIMENTICABILE”

Marcialonga cerca la nuova Soreghina
Sara Pederiva, Giorgia Giacomoni e Michela Croce prime candidate
Michela Delvai racconta l’esperienza vissuta
Elezione il 30 luglio a Tesero, esordio alla Marcialonga Coop

La Soreghina ‘uscente’ Michela Delvai racconta il ruolo di ‘ambasciatrice’ avuto in Marcialonga, invitando le prossime candidate a farsi avanti perché l’esperienza è di quelle da non perdere: “Sicuramente la consiglio, ti dà la possibilità di conoscere un sacco di persone e di partecipare in modo attivo alla promozione della valle – afferma Michela. – Dal punto di vista personale penso sia una buona occasione per mettersi in gioco e crescere personalmente, ma anche professionalmente”. Un impegno non impossibile da conciliare con il resto: “Sicuramente i tre weekend di gara sono impegnativi, ma gli altri impegni sono limitati e sempre definiti con largo anticipo, quindi se una ragazza deve lavorare o studiare è fattibilissimo”. Tra le prime candidate in lizza per rappresentare Marcialonga nei prossimi eventi di corsa, sci di fondo e ciclismo sono presenti Sara Pederiva di Soraga in Val di Fassa, Giorgia Giacomoni e Michela Croce di Cavalese in Val di Fiemme, con l’elezione che si terrà martedì 30 luglio alle ore 21 in Piazza Nuova a Tesero.
Sara, tra le altre cose, ha rivestito il ruolo di giudice di ginnastica ritmica dopo 13 anni da ginnasta, lavorando a Portsmouth in Inghilterra in materia di organizzazione eventi, occupandosi anche di volontariato come animatrice al centro giovani di Soraga e facendo parte del Gruppo Folk Soraga dall’età di tre anni.
Giorgia ha già collaborato con Marcialonga come addetta ai ristori, quindi ne conosce bene ambiente e dinamiche, sta frequentando un corso per diventare maestra di sci, lavora in Hotel in qualità di addetta al front e back office ed ora è responsabile d’ufficio, formandosi come receptionist a Cannes, in Francia.
Anche Michela Croce gravita nell’ambito dell’accoglienza clienti in strutture alberghiere, possiede inoltre un diploma di massaggiatrice, ha studiato negli Stati Uniti, in Austria e Germania e frequenta un corso di laurea in assistenza sanitaria all’Università degli Studi di Brescia, ha esperienze nel volontariato con bambini disabili, pratica sci alpino e nuoto a livello agonistico.
Solo belle parole spese da Michela Delvai nei confronti di Marcialonga: “Per me è stata una bella esperienza che ricorderò per sempre e che mi dispiace sia già terminata, perché è volata… Se potessi la rifarei subito!”
Le candidature sono ancora aperte e Marcialonga aspetta la nuova “figlia del Sol”.

Info: www.marcialonga.it