Tag: lago di resia

SABATO LA GARA SKIROLL DI FINE ESTATE: DA GLORENZA FINO IN VALLELUNGA

SABATO LA GARA SKIROLL DI FINE ESTATE: DA GLORENZA FINO IN VALLELUNGA

Gerald Burger, Matteo Tanel e Michel Rainer al Lago di Resia

La Venosta Skiroll è pronta a lasciare il segno questo sabato
Presenti il forte team norvegese Ragde e le migliori squadre italiane
Scatta alle 14.30 la spettacolare 35 km, poi largo alla 11 km e alla Kids Race
Gerald Burger: “Arrivare vicino al ghiacciaio è un’esperienza magica”

Sabato l’Alta Val Venosta diventerà capitale internazionale dello skiroll con la prima edizione de ‘La Venosta Skiroll’, appuntamento di fine stagione che richiama non solo i top atleti italiani, ma anche alcuni interessanti nomi stranieri. Si, perché l’evento racchiuso nella spettacolare e fresca valle altoatesina assegnerà punti importanti di Coppa Italia e di Ski Classics per gli atleti in gara nel Challengers di 35 km.
Si attendono numerosi colpi di scena con gli atleti del team norvegese Ragde Charge, in allenamento in questo momento a Passo Lavazè (TN), i quali non hanno perso l’occasione di prendere parte alla Venosta Skiroll. Ci sarà la leggenda Anders Aukland, vincitore di 16 Ski Classics Pro Tour e due volte campione della classifica generale Ski Classics (II e III stagione), nonché vincitore dell’oro olimpico nella staffetta a Salt Lake City 2002 e plurimedagliato ai Mondiali e in Coppa del Mondo, quindi Andreas Nygaard, primo alla mitica Vasaloppet e alla Birkebeinerrennet 2022, Oskar Kardin, Kasper Stadaas, Joar Thele e, al femminile, Anniken Alnes e Jenny Larsson.
Il Team Robinson, miglior team italiano nel prestigioso circuito Ski Classics nel 2022, schiera il norvegese Patrick Fossum Kristoffersen (vincitore in Coppa del Mondo nella 29 km ad Otepää, Estonia), il campione ‘di casa’ Matteo Tanel che ha chiuso al secondo posto in classifica generale di Coppa del Mondo, e ancora Florian Cappello, Patrick Klettenhammer, Thomas Rinner, Matthias Schwingshackl, Stefano Dal Magro e Iacopo Mezzacasa, pronti a fare ‘gioco di squadra’. Al femminile il Team Robinson potrà contare sulla new-entry Tereza Hujerová, giovane fondista ceca delle lunghe distanze che proprio lo scorso gennaio saliva sul secondo gradino del podio ne ‘La Venosta’ invernale, e le esperte Chiara Caminada, Caterina Piller, Asia Patini e Michaela Patscheider. Dalla vicina Svizzera arriverà invece la fondista Nicole Donzallaz, anche lei esperta fondista delle lunghe distanze portacolori della squadra Vltava Fund Ski Team.
L’evento altoatesino ha incuriosito pure gli atleti del Sottozero Nordic Team. Sfrecceranno Mauro Brigadoi, Lorenzo Busin, primo nella 22 km invernale ‘La Venosta’, Francesco Ferrari, vincitore della granfondo Dobbiaco-Cortina, Giovanni Gerbotto e Christian Lorenzi. Da tenere d’occhio il trentino Giacomo Gabrielli e Daniele Serra, entrambi del CS Esercito, e Fabrizio Poli (Under Up Ski Bergamo), leader della classifica di Coppa Italia Gamma Under 23 e Civili.
Dalla piccola città di Glorenza sabato scatterà alle 14.30 la 35 km, che toccherà i punti più panoramici e mozzafiato della zona come l’abitato di Burgusio, il Lago di San Valentino alla Muta e il piccolo abitato di Curon, a due passi dal celebre campanile del Lago di Resia, e infine il traguardo nella tranquilla e selvaggia Melago, in Vallelunga. Partenza in contemporanea invece alle ore 15 per la 11 km femminile, aperta anche alla ‘open’ maschile da Curon a Melago, e la Kids Race per U10, U12, U14 e U16 sui tracciati di 1, 2, 3 e 5 km a Melago.
“I preparativi procedono molto bene – ha affermato il direttore di gara Gerald Burger – non è facile gestire tutti i 35 km da Glorenza fino a Melago, ma abbiamo 50 persone lungo il percorso con il compito di garantire la sicurezza degli atleti. È la prima volta che organizziamo una gara di skiroll e siamo molto entusiasti di mettere in scena una manifestazione così bella. Partire dalla piccola città di Glorenza e arrivare vicino al ghiacciaio è sempre un’esperienza magica. Tutta la gente del posto è molto contenta di ospitare un evento di così alto livello”. Alzando lo sguardo all’arrivo, si potrà rimanere incantati dall’imponente ghiacciaio della Palla Bianca a 3.739m, che d’inverno fa sognare molti scialpinisti e non solo. L’appuntamento di skiroll di fine estate sta arrivando e la Venosta Skiroll è pronta a lasciare il segno!

Info:www.lavenosta.com

DIECI GIORNI A ‘LA VENOSTA SKIROLL’: IN ALTO ADIGE 3 COMPETIZIONI PER TUTTE LE ETÀ

DIECI GIORNI A ‘LA VENOSTA SKIROLL’: IN ALTO ADIGE 3 COMPETIZIONI PER TUTTE LE ETÀ

Anna Maria Ghiddi

Il 24 settembre in Val Venosta gare di skiroll a go-go per tutto il pomeriggio
Grande spettacolo per il pubblico con la 35 km, la 11 km e la Kids Race
I risultati degli azzurri dopo la Coppa del Mondo di Skiroll in provincia di Rieti
Gerald Burger è pronto ad alzare il sipario sulla 1.a edizione de ‘La Venosta Skiroll’

Tra una decina di giorni l’Alto Adige viaggerà sugli skiroll per la prima edizione de La Venosta Skiroll, appuntamento unico valido come 14.a tappa di Coppa Italia. Nella valle delle mele sabato 24 settembre andranno in scena ben tre competizioni dedicate ad atleti di ogni età. L’impegnativa 35 km, gara valida come Challengers Ski Classics, con partenza dal borgo antico e magico di Glorenza porterà a scoprire i luoghi selvaggi della Vallelunga, fino a raggiungere il traguardo di Melago. Location di partenza differente per la 11 km femminile, aperta anche agli uomini master e giovani, che prenderà il via da Curon, a due passi dal misterioso campanile che spunta dalla acque splendenti del Lago di Resia, e arrivo ancora una volta a Melago. Infine, il direttore di gara Gerald Burger farà divertire anche i giovani U10, U12, U14 e U16 sui tracciati di varia lunghezza in base alla categoria.
Saranno delle belle sfide tutte da seguire per il grande pubblico, con gli azzurri che continuano a raccogliere medaglie preziose e risultati importanti. Lo scorso weekend durante la Coppa del Mondo di Skiroll in provincia di Rieti, la romana Maria Gismondi delle FFOO ha conquistato un doppio oro nella Mass Start di 7 km in tecnica classica e nell’individuale in tecnica libera tra le Juniores. Il bottino non finisce qui, grazie all’oro di Gabriele Rigaudo nella 5 km in tecnica libera e il successo di Sabrina Borettaz nella Sprint Junior.
I festeggiamenti sono continuati con la forte Anna Maria Ghiddi, prima nella classifica generale della categoria Junior, mentre l’altoatesino Matteo Tanel ha dovuto inchinarsi davanti al norvegese Amund Korsaeth che ha alzato al cielo la prestigiosa sfera di cristallo. Argento invece per Elisa Sordello nella mass start in tecnica classica di 14 km, la quale ottiene il secondo posto in classifica generale dietro alla fuoriclasse svedese Linn Soemskar.
Sbirciando la classifica generale di Coppa Italia, svetta al primo posto lo sprinter Emanuele Becchis (oro nella Sprint in CdM a Rieti) con 708 punti, seguito da Riccardo Lorenzo Masiero (610 pt) e da Michael Galassi (571 pt), mentre Matteo Tanel si trova momentaneamente in quarta posizione con 550 pt.
Tra le Senior si trova in testa Lisa Bolzan con 765 punti, più ravvicinate invece Anna Maria Ghiddi ed Elisa Sordello, rispettivamente con 560 e 545 punti.
In Val Venosta si vivranno delle emozioni al massimo in un contesto naturale senza eguali, con gare non-stop per tutto il pomeriggio.
Info:www.lavenosta.com

IL PRIMO ‘GIRO’ NON SI SCORDA MAI: AL LAGO DI RESIA TORNANO I PROTAGONISTI

IL PRIMO ‘GIRO’ NON SI SCORDA MAI: AL LAGO DI RESIA TORNANO I PROTAGONISTI

Andrea Soffientini, Vincitore nel 2021

Sabato a Curon Venosta 2200 runners per il 22° Giro Lago di Resia
Presente il tedesco Wedel, detentore del record del giro
Al via inoltre Soffientini, Hofer, Achmüller, Repetto e Jbari
Tra le donne Pattis, prima a firmare l’albo d’oro, Javornik e Raatz

Si entra a passo spedito nella settimana di avvicinamento al 22° Giro Lago di Resia, in programma sabato 16 luglio. Le sagome in movimento dei 2200 runners si rispecchieranno nelle acque celesti del famoso lago altoatesino. Saranno 15,3 km da correre lungo la pista ciclabile con vista sull’incantevole cima del ‘Re’ Ortles, e tutt’attorno i verdi prati dell’Alta Val Venosta. Si parte con il sorriso, in attesa della festa finale, a Curon accanto al campanile solitario che dal 2000 in estate vede sfrecciare migliaia di podisti.
L’Europa intera ama il Lago di Resia: oltre ai concorrenti italiani provenienti da ben 30 province, la nazione straniera più rappresentata sarà la Germania con 444 runners, seguita dalla vicina Austria (156) e dalla Svizzera (25).
Sono molti i runners che quest’anno tornano sulle rive del Lago di Resia per migliorare il proprio tempo: uno di questi è il lombardo Andrea Soffientini, vincitore della passata edizione con un tempo di 48’18”, sarà presente anche l’altoatesino Michael Hofer, che ha completato per primo il giro in 49’57” nel 2020. Ci sarà poi il tedesco Konstantin Wedel, detentore del record assoluto del giro con un tempo di 47’23”, e chissà se riuscirà a battere il proprio primato. Con 6 vittorie e 4 secondi posti Hermann Achmüller è il campione che può dire la sua anche in questa nuova edizione: “Per me il Giro Lago di Resia è una delle più belle gare che abbiamo in Italia, ogni volta che ci ritorno mi vengono i brividi. Sono tante le emozioni che mi ha regalato questa manifestazione, ovviamente ci sono stati grandi successi ma anche qualche sconfitta. Nonostante sia diventata una gara con più di 3000 partecipanti, è riuscita comunque a mantenere il suo carattere familiare nel tempo. Il bellissimo paesaggio, la torre unica nel lago, l’organizzazione perfetta… sono tanti i motivi per iscriversi a questa competizione. Ho partecipato più di 20 volte ed è ancora una grande emozione essere di nuovo in linea di partenza”. Achmüller, di Bressanone (BZ), è vice campione del mondo di corsa in montagna (maratona) e della 100 km a squadre e inoltre nel 2017 ha completato tutte le maratone Major di Tokyo, Boston, Londra, Berlino, Chicago e persino quella di New York. Sfilerà sulle rive del lago anche Emanuele Repetto, sul primo gradino del podio nel 2017 e terzo due anni dopo, e Khalid Jbari, il quale ha firmato l’edizione del 2018.
Ad animare la gara femminile ci sarà la slovena Helena Javornik, campionessa europea di corsa campestre 2002, oro nella maratona ai XII Giochi del Mediterraneo e vincitrice della Maratona di Vienna del 1995 e di quella di Amsterdam 2004, stesso anno in cui vinse il Giro Lago di Resia. Il primo amore non si scorda mai…Rosy Pattis, prima donna ad inaugurare l’albo d’oro, torna nell’atmosfera romantica del Lago di Resia e con lei anche Simone Raatz, prima nell’edizione by Night 2019 e nel 2013. Ad un anno di distanza tornano nel loro nido d’amore gli sposi tedeschi Claudia e Thomas: l’anno scorso erano partiti entrambi dallo start di Curon con abiti da cerimonia pronti a dirsi sì al Municipio e poi tornare di nuovo a correre sulle sponde del lago più affascinante dell’Alto Adige.
Le emozioni sabato batteranno ogni record, da Curon a San Valentino alla Muta, da Belpiano all’arrivo, completando un evento unico ed eccezionale che farà divertire anche i piccoli podisti nella “Corsa delle Mele”. La tabella di marcia indica alle 16.57 la partenza degli Hand-biker, segue alle 17 in punto lo start della gara principale e la categoria Just for Fun, mentre faranno da “chiudi-fila” i nordic-walkers. Le iscrizioni online saranno disponibili fino a mercoledì sera, mentre sarà possibile iscriversi sul posto nel pomeriggio di venerdì.
L’incantevole Val Venosta è tutta da scoprire, magari soggiornando nella giornata successiva alla gara in una delle accoglienti strutture di Curon e dintorni. Le previsioni annunciano sole e temperature perfette per godersi un tramonto infuocato che saprà scaldare il cuore di tutti. Il countdown è partito!
Info: www.girolagodiresia.it

10 GIORNI AL GIRO LAGO DI RESIA: LA CORSA AL TOP IN ALTA VAL VENOSTA

10 GIORNI AL GIRO LAGO DI RESIA: LA CORSA AL TOP IN ALTA VAL VENOSTA

Sabato 16 luglio si corre il 22° Giro Lago di Resia
Pochi giorni alla corsa altoatesina fra le più apprezzate in Italia
15.3 km per ammirare l’intero lago in tutte le sue sfaccettature
Volontari e associazioni locali al lavoro per un’imperdibile edizione

Dieci giorni esatti alla corsa contro il cronometro lungo le rive del celebre Lago di Resia, in Alto Adige.
Il Giro Lago di Resia, che sabato 16 luglio giungerà alla sua 22.a edizione, è una gara podistica tra le più frequentate e apprezzate in Italia grazie soprattutto alla passione e all’impegno del comitato organizzatore che cura ogni minimo dettaglio, per mettere in scena un evento che negli anni è diventato il fiore all’occhiello dell’atletica altoatesina. Il Lago di Resia è pronto a regalare ancora un’esperienza romantica e un paesaggio da incorniciare a tutti gli amanti della corsa, e non solo.
Curon Venosta sarà il punto di ritrovo dell’evento, dove prenderanno il via per primi alle 16.57 gli hand-bikers, categoria introdotta nel 2007, seguiti dai runners della gara principale e dai Just for Fun, mentre alle 17.20 scatteranno per ultimi i nordic walkers.
Lungo il perimetro del lago di 15.3 km ci sarà il tempo per ammirare da lontano il magnifico Ortles (3905m), la cima più elevata del Gruppo Ortles-Cevedale e di tutto l’Alto Adige, le montagne tutt’attorno al famoso lago e scattare qualche foto ricordo con il campanile solitario che spunta dalle limpide acque. La Val Venosta è un piccolo gioiello, e nelle giornate di sole estive il verde dei prati e il celeste del lago che si mescola con i colori del cielo diventano ancora più particolari. Con il calar del sole le luci si faranno più soffuse e l’atmosfera sarà ancora più interessante quando il pubblico di Curon festeggerà i vincitori in tarda serata.
In zona di partenza/arrivo alle 13.30 scalpiteranno i bambini, il “futuro della corsa”, impegnati nella “Corsa delle Mele”. Il comitato organizzatore riserverà loro una maglietta e un medaglia finisher, un ricordo della piacevole e divertente mini-gara.
Sono centinaia i volontari presenti all’evento e le associazioni locali che si occupano dell’allestimento dei 6 punti ristoro al km 5, 7, 11, 13, 14 e in zona arrivo, tra cui l’ASV Vinschger Oberland, SV Schluderns, SV Laatsch/Taufers, SV Laas e BOclassic. Ad accompagnare la grande giornata di sport ci sarà l’Expo Area che aprirà già da venerdì 15 con orario 14-19, oppure si potrà visitare il giorno della gara dalle 9 alle 19. In Val Venosta lo sport è di casa e le attività sportive e di volontariato sono messe in risalto in un contesto che si presta perfettamente ad ospitare questo genere di eventi. Gerald Burger, a capo del comitato altoatesino, è orgoglioso ed entusiasta del Giro Lago di Resia ed è pronto a mettere a segno un altro successo per l’intero territorio.
Info: www.girolagodiresia.it

MENO DI TRE MESI AL GIRO LAGO DI RESIA. IL ‘GIRO PERFETTO’ DI WEDEL E COLLINGE

MENO DI TRE MESI AL GIRO LAGO DI RESIA. IL ‘GIRO PERFETTO’ DI WEDEL E COLLINGE

Wedel e Collinge sono i primatisti del Giro Lago di Resia
Il 16 luglio alle ore 17 lo start della 22.a edizione da Curon
Fantastica borsa sportiva all’interno del pacco gara
Pettorale gratuito con l’iscrizione al training camp di Franca Fiacconi

“Non puoi metterti dei limiti, non c’è niente di impossibile” (Usain Bolt). Il fulmine giamaicano di record ne ha messi in tasca ben due nella sua strabiliante carriera. Se il recordman Bolt ha la velocità e lo scatto vincente nel sangue, i runners del Giro Lago di Resia del 16 luglio nell’incantevole Val Venosta dovranno fare i conti con la resistenza ed equilibrare bene le energie durante lo sforzo, negli spettacolari 15,3 km attorno al ‘misterioso’ lago altoatesino.
Il ‘giro perfetto’ lo detiene il tedesco Konstantin Wedel, quando nell’edizione ‘by night’ del 2019 ha fermato il cronometro a 47’23”, battendo il record del ceco Milan Kocourek di 48’17” firmato nel 2013. Come un fulmine l’inglese Emmie Collinge ha divorato il tracciato nel 2017 e, dopo una gara in solitaria, ha concluso con un tempo eccezionale di 52’54” siglando il nuovo primato femminile.
La 22.a edizione del Giro Lago di Resia è alle porte e fra meno di tre mesi a Curon, accanto al curioso campanile semi-sommerso, i podisti alle ore 17 saranno in griglia di partenza a godersi l’atmosfera romantica del lago e la splendida vista sull’Ortles. Sarà una giornata in cui si esalteranno le qualità di tutti, dai podisti più agguerriti ai meno seriosi della categoria ‘Just for Fun’, quindi i nordic walkers e gli hand-bikers.
Il comitato organizzatore guidato da Gerald Burger vuole dare la giusta importanza ad ogni concorrente e il pacco gara che riceveranno sarà davvero unico: oltre ai vari prodotti locali, ci sarà una borsa sportiva offerta dal negozio ‘Jolsport’ di un bel verde acceso, che richiama i colori dei prati tutt’attorno al lago con la scritta Giro Lago di Resia bene in vista.
Inoltre la manifestazione sarà allietata con la divertente ‘Corsa delle Mele’ per i bambini tra gli 8 e i 16 anni e, nell’ampia zona verde in partenza, verrà allestita l‘area Expo dove ogni anno sono presenti circa 60 stand con i migliori prodotti e attrezzature sportive per il tempo libero.
Nel 2020 il Giro Lago di Resia ha accolto una grande stella del running: Franca Fiacconi, la maratoneta romana che nel 1998 ha vinto la Maratona di New York stabilendo il primato personale in 2h25’17”. La Fiacconi ha coltivato la passione per la corsa fin da bambina, una passione che le ha fatto vincere una serie di maratone tra le più importanti a livello internazionale come quelle di Roma, Trieste, Torino, Praga e di Enschede, in Olanda. Con un tempo di 1h17’27” ha concluso così il ‘suo’ Giro Lago di Resia e ai microfoni ha ammesso: “Io giro parecchio il mondo ma posti così suggestivi non ce ne sono molti. Ė una corsa davvero molto bella, non ho fatto altro che guardarmi intorno, c’è un ambiente meraviglioso con montagne, rocce, il ghiacciaio difronte, il lago bellissimo, il campanile che spunta dalle acque, davvero un contesto unico al mondo”. Ora, in veste di allenatrice, organizza dall’11 al 18 luglio un training camp di atletica in quota, aperto a tutti, nell’incantevole Val Venosta. L’obiettivo principale del camp è quello di far scoprire le moderne tecniche di allenamento e i luoghi d’incanto che circondano il Lago di Resia. Il programma è davvero interessante: le giornate saranno scandite al mattino da sessioni di riscaldamento, esercizi di stretching e, nel pomeriggio, da allenamenti specifici sulla pista di Malles (BZ), e per chi parteciperà al camp l’iscrizione al Giro Lago di Resia sarà gratuita.
Per gli organizzatori del Giro Lago di Resia ‘l’importante è partecipare’ e non importa il risultato perché la corsa deve essere liberazione, sia mentale che fisica. La quota d’iscrizione rimane invariata a 35 euro fino al 13 luglio. Scarpette alla mano, il countdown è già partito!
Info: www.girolagodiresia.it

APRONO LE ISCRIZIONI ED È “CORSA”. GIRO LAGO DI RESIA IL 16 LUGLIO

APRONO LE ISCRIZIONI ED È “CORSA”. GIRO LAGO DI RESIA IL 16 LUGLIO

Partenza Giro Lago di Resia 2021

Il 16 luglio si corre attorno al lago più suggestivo dell’Alto Adige
Ricco pacco gara personalizzato per tutti i concorrenti
Iscrizioni aperte per l’emozionante gara podistica
A Curon expo e stand locali per assaporare le delizie della Val Venosta

La corsa per accaparrarsi il pettorale parte oggi. A quattro mesi esatti dal via ufficiale aprono le iscrizioni del Giro Lago di Resia, la gara podistica più emozionante della Val Venosta e una delle più apprezzate in Italia, in programma il 16 luglio. La corsa altoatesina è ormai giunta alla 22.a edizione, Gerald Burger assieme a tutto il suo staff lancia l’invito a passare una giornata tra sport e divertimento sulle rive del lago dell’Alto Adige che ha incuriosito mezzo mondo con alcune scene di film, documentari e serie tv che hanno reso noto il suggestivo campanile sommerso. Curon ospiterà l’arrivo e la partenza del giro del lago di 15.3 km, si correrà inizialmente in direzione sud verso San Valentino, si attraverserà la diga artificiale e sul lato opposto del bacino lacustre si risalirà verso Resia. L’Ortles, la vetta più alta del Tirolo, sorveglierà dall’alto dei suoi 3.905 metri i concorrenti mentre corrono liberi respirando la brezza del lago. Poi un ultimo tratto riscendendo verso Curon e a due falcate dal campanile il traguardo, di solito gremito di spettatori.
Sullo slogan dell’inarrestabile comitato organizzatore, ‘la corsa libera la mente e il corpo’, tutti avranno il proprio spazio per esprimere la passione che li lega allo sport, quindi largo agli indomabili podisti, ai ‘Just for Fun’, agli appassionati del nordic walking e agli hand-bikers. Per i bambini di età compresa tra gli 8 e i 16 anni ci sarà la vivace ‘Corsa delle Mele’. Il giorno prima, venerdì 15 luglio, si aprirà in zona di partenza/arrivo l’Expo dove gli atleti troveranno articoli sportivi e per il tempo libero, vari stand che propongono prodotti tipici della cucina altoatesina e servizi artigianali.
Il 22° Giro Lago di Resia riserva un pacco gara personalizzato: quanti si iscrivono entro il 6 luglio avranno il pettorale con stampato il proprio nome, e poi per tutti le mele VI.P dell’Apfelgarten Vinschgau, yogurt Mila, biscotti Loacker, prodotti Dr. Schaer e molto altro ancora.
La quota d’iscrizione pari a 35 euro è da saldare entro le ore 24 del 14 luglio. Una corsa unica in una location da fare invidia a tutti gli organizzatori, da segnare assolutamente sul calendario.
Info: www.girolagodiresia.it

SULLE TRACCE DELLA ORTLER BIKE MARATHON. IL LAGO DI RESIA ATTENDE I BIKERS

SULLE TRACCE DELLA ORTLER BIKE MARATHON. IL LAGO DI RESIA ATTENDE I BIKERS

La 6.a Ortler Bike Marathon viaggia spedita per il 4 giugno
A Curon partenza e arrivo sulle rive del Lago di Resia
Vento in poppa per l’instancabile Ortler Bike Marathon Team
Iscrizioni disponibili a tariffe scontate fino al 27 maggio

La forza del vento e la forza di un comitato organizzatore, il Lago di Resia da una parte e l’instancabile ASV Ortler Bike Marathon Team capitanato dal presidente Gerald Burger dall’altra, si uniscono per trovare il connubio vincente per creare qualcosa di unico in Val Venosta, la valle tra le più irresistibili dell’Alto Adige. Tra gli interminabili prati verdi, i rigogliosi boschi e il Lago di Resia, fiore all’occhiello dove acqua e vento s’incontrano in una simbiosi perfetta per il kitesurfing, scatterà sabato 4 giugno la gara di mtb Ortler Bike Marathon.
Abbigliamento marchiato ‘Ortler Bike Marathon’, disponibile online sul sito per arrivare belli pronti per affrontare uno dei quattro nuovi percorsi che metteranno a dura prova le capacità dei bikers. Il quartier generale dell’evento sarà a Curon, dove i primi a scattare alle ore 8 in punto saranno gli atleti del Marathon, un percorso di 111 km con un dislivello di 3905m adatto per quelli che vogliono spingersi oltre e non temono le lunghe distanze, seguiranno a ruota i bikers che opteranno per il Classic di 46 km e 1650m di dislivello e poi quelli del Long di 69 km tutti da esplorare e con 2400m di dislivello. Infine partiranno i concorrenti del percorso Short di 29 km e 850m di dislivello, adatto a chi non ha ancora macinato molti km ma vuole godersi i sentieri nei boschi e i panorami incantati che si scoprono pedalata dopo pedalata.
Le attrazioni lungo il percorso sono infinite, come il p aese storico di Glorenza verso il confine svizzero, il gioiello dell’Abbazia benedettina di Monte Maria sopra Burgusio, l’immagine simbolo della valle con il Lago di Resia e il suo campanile semi-sommerso, la fortezza medievale di Castel Coira a Sluderno, le vette perennemente innevate del massiccio dell’Ortles e il territorio protetto del Parco Nazionale dello Stelvio. La gara transiterà vicino al ‘Cippo dei 3 Confini’, dove s’incontrano le tre nazioni Italia, Austria e Svizzera.
Per i più impazienti è possibile scaricare dal sito dell’evento i file gps e testare queste nuove proposte volute da Gerald Burger, dopo due stop dovuti al Covid. La sesta edizione piano piano si avvicina, le iscrizioni sono disponibili ad una quota di 80 Euro per i percorsi Marathon, Long e Classic, e a 50 Euro per lo Short fino al 27 maggio. Il comitato organizzatore della Ortler Bike Marathon ha già spiegato le vele!
Info: www.ortler-bikemarathon.it

IN VAL VENOSTA 22° GIRO LAGO DI RESIA. ROMANTICISMO E SPETTACOLO IN RIVA AL LAGO

IN VAL VENOSTA 22° GIRO LAGO DI RESIA. ROMANTICISMO E SPETTACOLO IN RIVA AL LAGO

Sabato 16 luglio è in programma la 22.a edizione del Giro Lago di Resia
Start e finish a Curon, 15.3 km tutti di corsa lungo le rive del magnifico lago altoatesino
Sport e panorami incantati con vista sull’Ortles e il campanile sommerso
Spazio ai runners, nordic walkers, hand-bikers e anche ai bambini

Il numero 22 viene legato all’ambizione, alla capacità di porsi un obiettivo e lottare con tutte le forze per ottenerlo. L’edizione numero 22 del Giro Lago di Resia cade proprio nel ’22 e l’Ok Team, capitanato da Gerald Burger, fissa un nuovo grande obiettivo per il 16 luglio.
In Val Venosta, dopo gli eventi dedicati allo sci, si pensa già alla corsa. È ormai diventata una gara tradizionale e anche quest’anno la running altoatesina si concentrerà tutta a Curon, a pochi metri dal campanile che spunta dalle acque del Lago di Resia. Nella scorsa edizione l’amore era nell’aria ed il Lago di Resia si è trasformato nella location perfetta dove giurarsi amore eterno. Tutti erano invitati al matrimonio della coppia tedesca con Claudia e Thomas, entrambi partiti dallo start di Curon con abiti da cerimonia pronti a dirsi sì al Municipio e poi tornare di nuovo a correre sulle sponde del Lago più affascinante dell’Alto Adige. Quest’anno il comitato organizzatore ripropone nel pomeriggio del sabato il classico giro al lago di 15.3 km: i primi 5 km portano verso San Valentino in direzione sud e verso la diga, con la splendida vista sul maestoso massiccio dell’Ortles che con i suoi 3.905m è la cima più alta della provincia bolzanina. Verso il km 10 il percorso inizia leggermente a salire dirigendosi alla stazione a valle del comprensorio sciistico di Belpiano. Gli ultimi km sono per lo più pianeggianti e si risale verso Resia e poi, lasciandosi alle spalle il magnifico panorama di Svizzera e Austria, si ritorna a Curon.
Il Giro Lago di Resia può essere affrontato in varie modalità, per chi non ama la competizione la ‘Just for Fun’ è l’occasione perfetta per macinare qualche km senza la pressione della classifica, inoltre sono benvenuti i nordic walkers e gli hand-bikers. Anche i più piccoli avranno il loro spazio con l’animata ‘Corsa delle Mele’, la gara dedicata ai mini runners di età compresa tra gli 8 e i 16 anni. Nell’ampio spazio verde in zona di partenza e arrivo verrà allestito un grande expo già dal venerdì, dove tutti gli atleti potranno visitare i vari stand dedicati al mondo della corsa e dello sport in generale, ma anche assaggiare i deliziosi prodotti locali altoatesini come speck, formaggio e pane. Alcuni di questi prodotti verranno consegnati all’interno del ricco pacco gara, inoltre ogni partecipante riceverà uno zaino versatile di alta qualità o una borsa sportiva.
L’anno scorso i più veloci a terminare il giro del lago arrivando al traguardo in solitaria sono stati i lombardi Andrea Soffientini e, al femminile, Mara Ghidini. Manca ancora qualche mese al 22° Giro Lago di Resia, tutti i runners compresi i nordic walkers, hand-bikers e bambini hanno a disposizione tutto il tempo per allenarsi e presentarsi in forma per l’evento più spettacolare dell’anno

UNA PALLA BIANCA PER LA RESCHENSEERENNEN. LA GARA “LA VENOSTA” SI FA IN VALLELUNGA

UNA PALLA BIANCA PER LA RESCHENSEERENNEN. LA GARA “LA VENOSTA” SI FA IN VALLELUNGA

La neve scarseggia sul fondovalle, si corre come nel 2019 in Vallelunga
Sabato 15 gennaio gara per i Pro Team di Ski Classics, 9,4 km a cronometro
Domenica 16 gara ‘open’ aperta agli amatori, 20 o 30 km
Per i ‘pro’ finish a Malga Melago, per la ‘open’ giro a Melago

Il “maltempo” quest’anno sta facendo le bizze, nel senso che di neve non ne ha fatta proprio tanta e comunque quella che c’è è scesa a macchia di leopardo. Anche in Alto Adige alcune aree sono ben innevate, altre un po’ meno. E così anche la zona del Lago di Resia non è proprio tutta imbiancata, mentre la laterale Vallelunga, invece, è come sempre un paradiso bianco, all’ombra della Palla Bianca, la vetta più alta delle Alpi Venoste con i suoi 3739 metri.
Sabato 15 e domenica 16 gennaio c’è la Reschenseerennen-La Venosta, proposta dal comitato diretto da Gerald Burger e valida come terza tappa, quinta gara, del circuito Visma Ski Classics che questo fine settimana approda invece in Val Pusteria.
In Vallelunga si era corso nel 2019 prima dello stop dovuto al Covid, ora la gara di metà gennaio ritornerà in quel paradiso bianco proponendo, sabato 15, una 9,4 km individuale a cronometro per i Pro Team, mentre domenica 16 la ‘open’ dedicata agli amatori sarà di 20 o 30 km.
La gara dei Pro Team è prevista con partenza a Caprun e, tutta in salita, si svilupperà fino a Malga Melago, una sfida che gli atleti affronteranno, almeno la gran parte, tutta in double poling. La competizione ‘open’ invece si svilupperà tutta a Melago, con partenza e arrivo nell’ampio pratone a ridosso del paese, come nel 2019.
Una decisione scaturita nelle ultime ore, con un gran supporto dell’amministrazione comunale e col sindaco di Curon Franz Prieth in prima fila, il quale crede molto in questo evento. Il solo entourage di atleti ed accompagnatori di Ski Classics è di circa 400 persone, le quali soggiornano nella località venostana per diversi giorni, e in questo periodo era un’opportunità da non perdere. La visibilità mediatica e la promozione che il circuito di marca svedese garantisce, con dirette e differite in mezzo mondo, sono un valore importante.
Nelle prossime ore Gerald Burger e il manager del circuito metteranno a punto gli ultimi dettagli, come orari e format, poi, dopo domenica si conosceranno un po’ anche le situazioni di classifica dopo la quarta gara di stagione. Per gli amatori, quella di Melago sarà la seconda granfondo regionale e dunque di grande appeal, anche perché praticare lo sci di fondo in Vallelunga è davvero gratificante.
La caparbietà di Gerald Burger e dei suoi collaboratori ancora una volta prevale su tutte le difficoltà e nel frattempo si sta pensando anche alle gare estive, la Ortler Bike Marathon del 4 giugno e il Giro Lago di Resia del 16 luglio, che partiranno e arriveranno davanti al celebre campanile sommerso di Curon Venosta.
Info: www.lavenosta.com

A GENNAIO TUTTI AL LAGO DI RESIA (BZ): C’É LA VENOSTA – RESCHENSEERENNEN

A GENNAIO TUTTI AL LAGO DI RESIA (BZ): C’É LA VENOSTA – RESCHENSEERENNEN

Sopralluogo definitivo con ok da parte dei tecnici di Ski Classics
Il 15 e 16 gennaio in Alta Val Venosta il Pro Tour Event 5
Le gare si trasferiscono da Vallelunga a Curon e tutto attorno al Lago di Resia
Sabato i “pro” con 75 km, domenica gara open per tutti di 50 o 25 km

Il Lago di Resia sta diventando sempre più fulcro di importanti sport outdoor. Se d’estate Resia ed il suo circondario sono conosciuti per tutta una serie di attività ed eventi, d’inverno – fino ad ora – la località non aveva grande appeal per lo sci di fondo. In verità, due anni fa Gerald Burger aveva portato in Vallelunga un evento importante, tappa del prestigioso circuito Ski Classics con due giornate di successo. Poi la pandemia ha sconvolto i piani ed ora il comitato presieduto da Burger ha dato un’ulteriore scossa all’ambiente, ma soprattutto ha dato spunto agli operatori turistici di incrementare l’attività invernale. Così ecco La Venosta – Reschenseerennen, la gara di sci di fondo in tecnica classica che sabato 15 gennaio farà parte del prestigioso circuito Ski Classics – che comprende anche la Marcialonga e l’altrettanto mitica Vasaloppet – e domenica 16 gennaio offrirà a tutti gli appassionati un confronto sul medesimo percorso dei grandi campioni con una gara “open”, inserita nel circuito “Challengers” che assegna comunque punti per Ski Classics.
Recentemente una delegazione dei responsabili tecnici e della produzione televisiva di Visma Ski Classics ha effettuato l’ultimo sopralluogo pre-gara dando in pratica l’ok, come dire tutto pronto, manca solo la neve! La competizione che sostituisce la prima edizione de La Venosta proposta nel 2019 in Vallelunga, sarà di 75 km per i pro-team, tre giri attorno al Lago di Resia con partenza a Curon, come per lo storico giro podistico, con una escursione fin sul confine austriaco per un anello di 25 km da ripetersi tre volte. La gara open della domenica invece propone una “classic” di 25 km e una marathon di 50 km.
A gennaio, sfruttando lo svuotamento temporaneo del lago per lavori di manutenzione, il tracciato scenderà e risalirà gli argini del bacino così da creare maggior dinamicità alla gara, di per sé molto combattuta vista la partecipazione di tutti i grandi nomi delle lunghe distanze, ma soprattutto con la presenza del traguardo sprint nei primi due giri in prossimità della diga e del GPM a Resia.
In occasione del sopralluogo il regista (della Repubblica Ceca) Karel Jonák ha elogiato Burger e il suo staff per l’idea del giro del lago, ha assicurato immagini davvero affascinanti e non solo per lo storico campanile sommerso. La prima edizione a Vallelunga era stata un successo ed aveva registrato la vittoria inattesa del russo Vokuev sui norvegesi Eliassen e Pedersen, mentre al femminile si era imposta la norvegese Øyre Slind.
Questa scelta di portare il centro operativo a Curon Venosta assicura una miglior logistica per team e atleti, aree di partenza ed arrivo con spazi ampi e soprattutto un tracciato davvero suggestivo.
Dal primo di novembre è scattato il nuovo scaglione di costi per iscriversi alla gara: fino alla fine del mese la tariffa è di 95 euro per la 50 km e di 75 euro per la 25 km.
Gran parte dell’anello di 25 km sfrutta la pista ciclabile tutto attorno al lago, al rientro a Resia la gara prenderà la direzione del confine austriaco dove è previsto anche il GPM col traguardo “Climb”, col rientro poi a Curon. Sicuramente per gli elite la gara Visma Ski Classics con i suoi 75 km sarà ‘micidiale’.
Per gli appassionati c’è da segnarsi in agenda il weekend del 15 e 16 gennaio con La Venosta – Reschenseerennen. Nei prossimi giorni sono attese le prime precipitazioni nevose, sicuramente non fondamentali per la pista, serviranno quantomeno per dare il primo segno d’inverno tutt’attorno al Lago di Resia.
Info: www.lavenosta.com