Tag: fiera di primiero

MYTHOS PRIMIERO DOLOMITI CHE BELLEZZA. NELLA VALLE ‘BIKE-FRIENDLY’ DI PRIMIERO

MYTHOS PRIMIERO DOLOMITI CHE BELLEZZA. NELLA VALLE ‘BIKE-FRIENDLY’ DI PRIMIERO

Domenica 11 settembre la festa per ogni biker in Valle di Primiero
Nel Parco Naturale di Paneveggio percorsi Marathon, Classic ed Easy
Pacchetti promozionali comprensivi di iscrizione e alloggio nei bike-hotel
Non solo mtb, in Valle di Primiero c’è spazio anche per l’e-bike

Ci vorrebbero dieci sensi per poter apprezzare tutta la meraviglia dei luoghi della Mythos Primiero Dolomiti.
I contrasti di colore della rigogliosa Valle di Primiero, tra i boschi verdeggianti e le imponenti pareti dolomitiche sullo sfondo, mettono allegria e invogliano gli amanti della mtb a partecipare alla gara trentina in programma l’11 settembre. Giovane, pimpante e con grandi ambizioni per il futuro, la Mythos Primiero Dolomiti vuole a tutti i costi stupire proponendo tre percorsi su terreni morbidi, rocciosi e single track: il Marathon è il più impegnativo e offre una vista a 360° sulla vallata partendo da Fiera di Primiero e pedalando per 83,5 km con 3400m/dsl, il Classic di 54,7 km per chi vuole partire dall’accogliente San Martino di Castrozza, ed infine la novità di questo 2022 è il percorso Easy di 37,2 km che scatterà da Imer, nel fondovalle.
La gara regina Marathon propone ben 5 GPM, e si raggiungeranno i 1800m già al km 30 in località Pian dei Cannoni, punto più alto del percorso e prima aspra salita per quelli del Classic. Da qui in poi Classic e Marathon condivideranno la strada ed entreranno in una parte del San Martino Bike Park per poi proiettarsi nella tecnica discesa verso Malga Crel, una terrazza con vista sulle incantevoli Pale di San Martino. I panorami si aprono e si resterà ammaliati dal meraviglioso Lago di Calaita, un lago alpino situato nella valle del Lozen. Mani ben salde al manubrio, nella successiva discesa fino a Passo Gobbera si raggiungerà una velocità da capogiro tra i boschi e i sentieri sterrati. I restanti km non presentano grosse difficoltà, e si saluteranno il rifugio Dismoni e Malga Civertaghe prima di giungere all’arrivo di Fiera di Primiero. Il terzo percorso, l’Easy, è abbastanza pedalabile e presenta solo le salite non troppo impegnative di Gobbera e al rifugio Dismoni.
La Valle di Primiero è una valle bike-friendly che presenta sentieri ben segnalati e adatti anche a famiglie e persone che si avvicinano a questo meraviglioso sport per la prima volta. In occasione della gara, l’ApT San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi mette a disposizione per il weekend del 9-11 settembre i pacchetti promozionali per alloggiare nei bike hotel presenti in zona. Con una tariffa a partire da 125 euro a persona si potranno ottenere l’iscrizione alla gara e l’alloggio nelle strutture ricettive di Primiero, Val Canali, San Martino di Castrozza, ben attrezzate per soddisfare le esigenze dei bikers. I concorrenti che usufruiranno di questo servizio riceveranno inoltre direttamente in struttura l’interessante pacco gara, contenente una maglietta tecnica elasticizzata firmata Montura con il logo personalizzato Mythos Primiero Dolomiti.
Non è finita qui, l’evento di fine estate è pensato anche per chi possiede in garage una e-bike e vuole scatenarsi sui percorsi Easy o Classic, godendosi i panorami all’interno del Parco Naturale di Paneveggio, inserito tra i beni naturali patrimonio Unesco. Le Pale di San Martino sono pronte ad accogliere i veri “miti” delle ruote grasse.
Info: www.mythosprimiero.com

LA PRIMIERO DOLOMITI MARATHON “E’ ARTE”. LA NAZIONALE SCEGLIE ANCORA PRIMIERO

LA PRIMIERO DOLOMITI MARATHON “E’ ARTE”. LA NAZIONALE SCEGLIE ANCORA PRIMIERO

Il simbolo per la 7a edizione, disegnato da Narci Simion

La 7.a Primiero Dolomiti Marathon è pronta a partire sabato 2 luglio
L’artista Narciso Simion ha disegnato il simbolo delle magliette by Salomon
Dal 18 al 26 giugno il raduno della Nazionale Italiana di corsa in montagna
Presenti i più esperti e i giovani del futuro della disciplina

Uno dei più attesi spettacoli di trail running sta per arrivare in Trentino. La Primiero Dolomiti Marathon, giunta alla sua 7.a edizione il prossimo 2 luglio, ha tutte le carte in regola per essere considerata una delle manifestazioni sportive più accattivanti della Valle di Primiero. La data si avvicina e i numeri delle iscrizioni, come comunica il comitato organizzatore US Primiero, stanno impennando proprio in questi giorni.
Quest’anno la Primiero Dolomiti Marathon ha un tocco artistico. La mano dell’artista Narciso “Narci” Simion, per anni responsabile del gruppo guide alpine Aquile di San Martino, ha disegnato il simbolo dell’evento che verrà stampato sulla maglietta by Salomon presente nel pacco gara e che verrà inoltre inciso sulle medaglie: “Nel simbolo ho voluto rappresentare le tre cime che si vedono dal paese di Fiera di Primiero – ha affermato Simion -, a sinistra la Cima della Madonna, al centro il Sass Maor e a destra il Cimerlo. Ho aggiunto poi le sagome di due corridori e in alto ho voluto disegnare il cielo azzurro per dare un tocco di colore”. Simion, pozzo di conoscenza e visionario come pochi, già da ragazzino si iscrive all’Istituto d’Arte della Val di Fassa, dopodiché frequenta l’Istituto d’Arte a Venezia entrando successivamente nell’Accademia di Belle Arti. Inoltre negli anni ’80 ha partecipato all’apertura di numerose vie assieme a Manolo, come la via ‘Muro di Spugna’ sulla parete Nord della Cima della Madonna, la ‘Agorafobia’ sulla parete Ovest della Cima di Val di Roda e la ‘Trifoglio Appassito’ sulla parete Ovest di Cima Canali.
La manifestazione primierotta, ancora una volta, sarà l’occasione perfetta per ritrovare e rinsaldare la collaborazione tra US Primiero e la Nazionale Italiana di corsa in montagna, che dal 18 al 26 giugno sarà in ritiro nella vallata trentina per preparare i prossimi appuntamenti della stagione. I convocati saranno Cesare Maestri, vicecampione mondiale classic 2019 e campione italiano in carica, e Xavier Chevrier, campione europeo 2017 e velocissimo anche su strada con la superlativa prestazione alla Mezza Maratona di Berlino dove ha bloccato il cronometro in 1h01’58”. Presenti inoltre Francesco Puppi, vicecampione mondiale long distance 2019, lo specialista verticale Henri Aymonod, vincitore della WMRA World Cup 2021 e le giovani promesse Alberto Vender, Luca Merli, Daniel Pattis, Hannes Perkmann, Andrea Rostan e ancora da confermare i due ragazzi orientati al trail come Andrea Rota e Lorenzo Rota Martir. Incerta ancora la presenza per quanto riguarda la squadra femminile di Francesca Ghelfi, tricolore in carica e vincitrice della WMRA Nations Cup 2021. Si alleneranno assieme le giovani Vivien Bonzi e Lorenza Beccaria.
Sabato 2 luglio i runners avranno l’imbarazzo della scelta per decidere quale percorso affrontare: la Primiero Dolomiti Marathon non è solo per i praticanti delle lunghe distanze come la 42 km, ma ci si potrà cimentare anche sui percorsi più brevi, ma non per questo meno suggestivi, di 26, 16 e 6,5 km.
La 42 km è adatta a coloro i quali non vogliono perdersi nemmeno un panorama, difatti la gara regina tocca tutte le eccellenze territoriali e il palcoscenico della partenza è quello più caratteristico e naturale di fronte a Villa Welsperg, sede del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino in Val Canali. Nella fase iniziale si attraversano i prati di Piereni, un magnifico punto panoramico della Valle di Primiero, trovandosi alle spalle le Pale di San Martino meridionali. Il tratto sterrato inizia alle porte di San Martino di Castrozza dove si apre la spettacolare vista sulle Pale e sul Lagorai. Proprio in questo punto scatterà la 26 km, una distanza molto gettonata che richiede uno sforzo paragonabile ad una mezza maratona, tutta molto percorribile. La meta successiva sarà il Lago di Calaita, punto di forza dell’evento e luogo tra i più fotografati del Lagorai. Una lunga discesa con un paio di strappi porterà alla Valle del Lozen e successivamente a Passo Gobbera.
Fiera di Primiero ospiterà l’arrivo di tutte le competizioni, così come l’arrivo del nuovo Vanoi Trail di 16 km che prenderà il via dall’abitato di Zortea. Da non sottovalutare il Family Trail di 6,5 km, aperto a tutti, adulti e ragazzi. Una volta arrivati al Parco Vallombrosa, il tracciato si arrampica seguendo un sentiero che porta sulla strada asfaltata in località Guastaia, balcone fantastico sulla catena dolomitica delle Vette Feltrine. La strada procede in leggera discesa verso i masi della località Tassoni, sopra Pieve. Uno strappo di 200 metri porta ad un tratto in discesa nel bosco che, in poco meno di 1 km, conduce a Praért e poi Molarén, sopra Mezzano, dove il percorso si congiunge con gli altri tracciati e ritorna a Fiera seguendo in discesa il comodo sentiero della Via Nova, passando per Pieve.
La Valle di Primiero è un territorio che profuma d’eccellenza, un’occasione per aprire il respiro. Famiglie, coppie e ragazzi possono approfittare della gara di sabato per passare un weekend rilassante e passeggiare per le vie dei borghi di Primiero.

Info: www.primierodolomitimarathon.it

UN MESE ALLA MYTHOS ALPINE GRAVEL: ULTIMI POSTI PER L’EVENTO DOLO…MITICO

UN MESE ALLA MYTHOS ALPINE GRAVEL: ULTIMI POSTI PER L’EVENTO DOLO…MITICO

Domenica 26 giugno l’evento ciclistico inedito in Valle di Primiero
La “Mythos” abbraccerà i sentieri Black e Green ai piedi delle Pale di San Martino
Pacchetti promozionali (alloggio più iscrizione) nei confortevoli bike hotel della zona
Pacco gara con mini bag by Montura, cappellino by Giessegi e i racconti di De Bertolini

Un mese esatto alla Mythos Alpine Gravel, una formula vincente che permetterà a tutti i partecipanti di vivere un’esperienza nel vero spirito ‘gravel’ nella rigogliosa Valle di Primiero. La Mythos Alpine Gravel è l’evento da non perdere per chi vuole immergersi in un’autentica avventura in sella alla bicicletta nell’ambiente più “green” e spettacolare del Trentino.
Domenica 26 giugno gli esploratori andranno alla scoperta dei due scoppiettanti percorsi: Black di 73 km e 2380m di dislivello (70,9% di sterrato, 25,5% di asfalto e il resto di pista ciclabile) e Green di 42,5 km e 1310m di dislivello (70,6% di sterrato e 29,4% di asfalto); entrambe le proposte consentiranno a tutti di dare libero sfogo alla propria interpretazione del gravel. La Mythos Alpine Gravel unisce sport e natura, è grintosa e ha uno stile che piace a chi vuole godersi un piacevole viaggio assieme ad amici, famiglia o partire in solitaria all’avventura. Non è una gara, e per questo la partenza sarà “alla francese” con start dalla “piccola capitale alpina” di San Martino di Castrozza, al cospetto delle imponenti Pale di San Martino, i ciclisti potranno seguire la traccia GPS, si potrà usare qualsiasi tipo di bicicletta (mtb, corsa, e-bike, ciclocross) per gustarsi un’esperienza unica. L’attenzione verrà subito rapita dalle montagne dolomitiche, patrimonio Unesco, che circondano la valle.
La Valle di Primiero merita di essere visitata e assaporata in tutto e per tutto, e per chi volesse usufruirne dal 24 al 26 giugno l’Apt San Martino di Castrozza Passo Rolle, Primiero e Vanoi mette a disposizione dei concorrenti i pacchetti promozionali per alloggiare nei bike hotel presenti in zona. Il pacchetto darà la possibilità, a partire da 100 euro a persona comprensivi di alloggio e iscrizione alla gara, di poter ricevere direttamente in struttura l’interessante pacco gara contenente una mini-bag firmata Montura ed il cappellino Mythos by GSG Sport Wear. I bike hotel sono equipaggiati per rispondere a tutte le esigenze del ciclista, offrendo anche il deposito biciclette e vari servizi meccanici e di lavanderia.
Al via ci sarà anche Alessandro De Bertolini, ciclo-viaggiatore che ha compiuto ben 10000 km in bici negli Stati Uniti dall’Oceano Pacifico all’Oceano Artico e scrittore del volume illustrato inserito nel pacco gara “It’s my home for three months”, pubblicato da Montura Editing. Mettere al primo posto il ciclista è l’obiettivo dell’appuntamento trentino, un evento inedito e mai visto prima in Valle di Primiero.
La pedalata per prenotarsi gli ultimi posti sul sito è aperta. “Relax and take it easy”, il viaggio sulle due ruote sta per iniziare!

Info: www.mythosprimiero.com

BLACK OR GREEN: IL GRAVEL A COLORI. IN PRIMIERO I “MYTHOS” DELLE STRADE BIANCHE

BLACK OR GREEN: IL GRAVEL A COLORI. IN PRIMIERO I “MYTHOS” DELLE STRADE BIANCHE

Il 26 giugno l’evento Mythos Alpine Gravel tra le montagne dolomitiche
Percorsi Black o Green aperti a tutti i tipi di biciclette
La “Mythos” sarà la 2.a tappa del circuito Gravel Italia Experience
Pacco gara allettante by Montura e Giessegi

“Fate che il vostro spirito avventuroso vi porti sempre ad andare avanti, per scoprire il mondo che vi circonda con le sue stranezze e le sue meraviglie. Scoprirlo significherà, per voi, amarlo.” (Kahlil Gibran). Il gravel è l’avventura su due ruote accessibile a chiunque, il momento perfetto per rompere gli schemi della routine quotidiana e per allontanarsi dalla vita frenetica cittadina di tutti i giorni.
Zero smog, soltanto natura e aria fresca di montagna: Mythos Alpine Gravel, l’evento ciclistico in Valle di Primiero di domenica 26 giugno, è tutto questo e molto di più. Tutto ciò che occorre è una bicicletta, non importa se è gravel, mtb, e-bike, ciclocross o da strada, l’essenziale è la voglia di mettersi in gioco e di divertirsi lasciandosi cullare dalle bellezze delle Dolomiti.
Il paesaggio montano al cospetto delle imponenti Pale di San Martino regalerà uno spettacolo di luci e colori in contrasto con le cime rocciose e i verdi boschi rigogliosi sottostanti.
Cinque tappe, cinque regioni, cinque territori classificati come territori Unesco sono il “fil rouge” del circuito Gravel Italia Experience dove la mitica Mythos Alpine Gravel è stata inserita come seconda tappa.
Domenica 26 saranno due le modalità proposte per interpretare il gravel: “hard” per i “mythos” del percorso Black di 73 km e 2380m di dislivello (70,9% di sterrato, 25,5% di asfalto e il resto di pista ciclabile), e “sport” per quelli che vogliono pedalare senza fretta sul tracciato Green di 42,5 km e 1310m di dislivello (70,6% di sterrato e 29,4% di asfalto). La partenza dalla perla dolomitica di San Martino di Castrozza, ai piedi delle sontuose Pale di San Martino, sarà ‘alla francese’. La bicicletta sarà la perfetta compagna di viaggio di ogni concorrente che dovrà soltanto seguire la traccia GPS da computerino o dal proprio cellulare, senza preoccuparsi di classifiche finali.
Un’altra chiave di lettura molto importante e fondamentale per definire il concetto gravel è l’aspetto aggregativo: quando ci si ritrova in strada è facile “fare gruppo” e raccontarsi storie, avventure e aneddoti a vicenda, mentre il tempo pedala veloce. Questa opportunità, diretta dall’esperta società “Pedali di Marca”, è da prendere al volo: c’è da affrettarsi per le iscrizioni perché sono ammessi soltanto 300 concorrenti per il percorso Black e 700 per quello Green. Che sia Black o Green, la quota fissata è di 30 euro entro il 23 giugno.
Il pacco gara è davvero allettante, all’interno si potranno trovare una Mini Bag by Montura, l’interessante volume illustrato “It’s my home for three months” scritto dal giornalista trentino e ciclo-viaggiatore Alessandro De Bertolini, pubblicato da Montura Editing, ed infine il berrettino personalizzato Mythos by Giessegi.
Il nuovo e divertente life-style del gravel è pronto ad approdare in Trentino!
Info: www.mythosprimiero.com

CON LA ‘MYTHOS’ ALL’OMBRA DELLE PALE. NEL PACCO GARA LA MAGLIETTA MONTURA

CON LA ‘MYTHOS’ ALL’OMBRA DELLE PALE. NEL PACCO GARA LA MAGLIETTA MONTURA

Pacco Gara 2022 by Montura

Le Pale di San Martino fanno già sognare tantissimi bikers
L’11 settembre si pedala ai piedi del gruppo dolomitico in Trentino
Nel pacco gara per i partecipanti una maglietta tecnica by Montura
Marathon, Classic ed Easy, tre percorsi adatti ad ogni profilo di biker

Cinque mesi esatti al via della Mythos Primiero Dolomiti. L’estate, si sa, vola in un battibaleno e l’11 settembre per i ‘Mythos’ delle ruote grasse si avvicina a grandi passi. In Valle di Primiero la bicicletta non passa mai di moda e per la società Pedali di Marca niente ferie quest’estate. C’è un gran lavoro con l’organizzazione di due eventi da fuoco e fiamme: la Mythos Alpine Gravel del 26 giugno e la Mythos Primiero Dolomiti in programma l’11 settembre.
“Sono pietre o sono nuvole? Sono vere oppure è un sogno?” Innamorato delle montagne, il giornalista e scrittore Dino Buzzati paragonava le Pale di San Martino a nuvole, sogni e persino visioni. Il magnifico gruppo dolomitico delle Pale di San Martino lascerà tutti a bocca aperta, con alcune cime che si slanciano oltre le nuvole superando i 3000 metri. Le ‘Pale’ sono di fatto il simbolo della manifestazione primierotta e ogni concorrente le porterà sul petto. Gli organizzatori hanno annunciato infatti nel pacco gara una maglietta tecnica elasticizzata firmata Montura, con il logo personalizzato ‘Mythos Primiero Dolomiti’.
Montura, naturale partner quando si parla di montagna, aveva già confermato per il race-kit della Mythos Alpine Gravel la Montura Mini Bag, una sacca/zainetto leggera, utile compagna di viaggio per allenamenti ed escursioni, e l’interessante libro dal titolo “It’s My Home For Three Months”, scritto da Alessandro De Bertolini e pubblicato da Montura Editing.
La deliziosa località di Fiera di Primiero, che fino al 2015 risultava essere il secondo comune più piccolo di tutt’Italia, ospiterà l’arrivo dei tre percorsi: il Marathon, un’affascinante pedalata off road dolomitica lunga 83,5 con 3400m di dislivello e ben 5 GPM da affrontare, con passaggi d’altri tempi e il punto più alto posto a Pian dei Cannoni a quasi 1850m, il Classic di 54,7 km e 1720m di dislivello con altrettante salite e discese adrenaliniche passando per Malga Crel, il Lago Calaita e Malga Civertaghe, ed infine l’Easy, il più breve con 37,2 km e 1000m di dislivello con le pedalabili salite di Gobbera fino al rifugio Dismoni a 1250m.
Non solo mtb, i percorsi Classic e Easy sono aperti anche per gli E-bikers che vogliono godersi, secondo le nuove filosofie, i paesaggi incantati della Valle di Primiero all’interno del Parco Naturale di Paneveggio, inserito tra i beni naturali patrimonio Unesco. Non ci sono parole per descrivere bellezze di panorami e tracciati scovati da Massimo De Bertolis, unico italiano campione del mondo mtb marathon, uno che conosce bene le esigenze degli agonisti, dei tanti “master” attesi in Valle di Primiero e dei semplici amatori.
I concorrenti possono per ora sognare le maestose Pale di San Martino, le iscrizioni sono aperte, e chi vuole presentarsi in griglia di partenza con il favoloso e colorato completo ‘Mythos Primiero Dolomiti’ by Giessegi può trovare tutte le informazioni per l’acquisto sul sito dell’evento.
Info: www.mythosprimiero.com

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON DA RECORD. UNO SPETTACOLO DI LUCI E COLORI

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON DA RECORD. UNO SPETTACOLO DI LUCI E COLORI

Italo Cassol (BL) ha stabilito il record della 42km nel 2018

Sabato 2 luglio il trail running nel Parco Naturale di Paneveggio
Quattro percorsi con uno spettacolo naturale garantito
Ancora imbattuti i record di Cassol e Bani
Non solo gare, domenica la passeggiata gastronomica tra Mezzano e Imer

3h34”: è il record segnato dal bellunese Italo Cassol sulla distanza di 42 km alla Primiero Dolomiti Marathon nel 2018. Solo 20’ in più il record femminile, firmato l’anno successivo dalla bresciana Barbara Bani, il cui quarto posto assoluto aveva fatto notizia.
La 42K è soltanto uno dei quattro percorsi pensati dall’US Primiero per l’evento podistico del 2 luglio nell’affascinante Valle di Primiero. Acqua, rocce, boschi sono lo scenario del trail running all’interno dell’incantevole Parco Naturale di Paneveggio – Pale di San Martino. Il sipario sulla 42 km si alzerà dall’ottocentesca Villa Welsperg in Val Canali, la corsa salirà poi in località Piereni ai piedi delle imponenti Pale di San Martino, proseguendo nel bosco che conduce alle località Belvedere, Strine, Poline e Dagnoli con la vista spettacolare sulla catena del Lagorai. Una volta lasciato il noto centro turistico di San Martino di Castrozza, i runners transiteranno accanto al Lago di Calaita, un luogo speciale nella Valle del Lozen circondato dai verdi larici e le vanitose Pale di San Martino che si rispecchiano nell’acqua limpida. Si rimane incantati ad osservare i giochi di luce che si creano con il passare delle ore, il cielo e le cime dolomitiche rosa in contrasto con il blu acceso del lago: tutto sembra perfetto come in un dipinto. Il percorso si innesta poi nella Valle del Vanoi fino a Passo Gobbera, infine la lunga discesa fino a Fiera di Primiero, dove il pubblico è solito salutare calorosamente l’arrivo dei runners.
La 26 km scatterà dal centro di San Martino di Castrozza fino all’accogliente Fiera di Primiero, ricalcando parte del percorso più lungo. La novità 2022 è il Vanoi Trail di 16 km che partirà dal piccolo borgo di Zortea, in Valle del Lozen, fino a Fiera di Primiero salendo ai caratteristici masi del Lozen, con le tipiche baite in legno sparse qua e là, per unirsi poi agli altri due percorsi poco prima di Passo Gobbera. La quarta opzione è il Family Trail di 6.5 km, una corsa aperta a famiglie, nordic walker e ragazzi di ogni età con partenza e arrivo a Fiera di Primiero. Si entrerà prima nel Parco Vallombrosa, si scoprirà la località Sante Caterine e si godranno infine i panorami sui paesi di Siror, Tonadico, Transacqua e Pieve, attraverso i prati di Guastaia, Praert, Molaren e sulla Via Nova.
Non solo gare, il giorno successivo è in programma la passeggiata gastronomica ‘Par le canisele de Medan e Imer’ nei centri storici pittoreschi di Mezzano, inserito tra i ‘borghi più belli d’Italia’, e Imer con la sua antica chiesetta di San Silvestro costruita su una roccia alle porte del paese.
Le quote d’iscrizione ammontano a 47 euro per la 42 Km, 42 euro per la 26 km e 35 euro per la 16 km fino al 31 maggio, mentre il Family Trail è fissato a 15 euro fino al 26 giugno. È tempo di allacciarsi le scarpe, la corsa trentina si avvicina e chissà se qualcuno riuscirà a battere il record proprio alla 7.a edizione.
Info: www.primierodolomitimarathon.it

IN VALLE DI PRIMIERO ARRIVA IL GRAVEL. UNA ‘MYTHOS ALPINE GRAVEL’ DOLOMITICA

IN VALLE DI PRIMIERO ARRIVA IL GRAVEL. UNA ‘MYTHOS ALPINE GRAVEL’ DOLOMITICA

Il 26 giugno San Martino di Castrozza sarà headquarters della manifestazione
Mythos Alpine Gravel: per i più curiosi e per gli esperti del gravel
Senza roadbook e frecce sui percorsi Black di 73 km e Green di 42,5 km
Un grande evento nato dall’idea di Pedali di Marca

La nuova tendenza delle due ruote si chiama Gravel. Arriva dagli Stati Uniti e nasce dalla necessità del popolo americano di raggiungere, in alcune zone, le strade secondarie su ghiaia, ‘gravel’ appunto in inglese. Come a macchia d’olio la nuova disciplina si è diffusa in tutto il mondo, diventando un vero e proprio life-style tanto da ‘costringere’ i vari marchi ciclistici ad adattarsi alle nuove esigenze del mercato offrendo questo tipo di mezzo, un mix tra una bici da corsa e una mtb.
Gli esperti organizzatori Massimo Panighel e Massimo Debertolis colgono la palla al balzo e propongono ‘Mythos Alpine Gravel’, la manifestazione non competitiva in Trentino inserita tra le proposte che andranno ad anticipare il big event di mtb Mythos Primiero Dolomiti. I ‘gravellisti’ si raduneranno domenica 26 giugno nell’affascinante San Martino di Castrozza, headquarters della manifestazione, che si trova nel cuore del Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino circondata dalle immense vette dolomitiche che compongono il gruppo delle Pale di San Martino, dichiarato patrimonio dell’Umanità UNESCO.
Dopo una partenza libera ‘alla francese’, le ‘strade bianche’ della Valle di Primiero si pedaleranno sui percorsi ‘Black’ di 73 km e 2380m di dislivello con il 25,5% di asfalto, il 70,9% di sterrato e il resto di pista ciclabile, oppure su quello ‘Green’ di 42,5 km e 1310m di dislivello con il 29,4% di asfalto ed il restante 70,6% di sterrato.
Non sono previsti roadbook né frecce: si andrà alla scoperta del percorso un poco alla volta, pedalata dopo pedalata, seguendo la traccia GPS dal proprio smartphone o dal computerino. Questo è il vero spirito di libertà che caratterizza il gravel, niente vincoli, niente orologi e nessuna meta precisa, soltanto il gusto di pedalare in compagnia, o da soli, facendo affidamento solo sulle proprie gambe. Oltre alle biciclette specifiche da gravel, sono tranquillamente utilizzabili anche le mtb, le bici da strada e le E-bike.
Lungo il percorso lo staff del comitato organizzatore Pedali di Marca, con la collaborazione delle associazioni di volontariato della valle, il Comune di Primiero San Martino e l’APT di San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi, allestirà i vari punti di ristoro. Per garantire un elevato standard all’evento, il numero massimo di iscritti per il percorso ‘Black’ è di 300 concorrenti e 700 quello per il ‘Green’, mentre la quota di iscrizione pari a 30 euro è la stessa per entrambe le proposte fino al 23 giugno. Da menzionare il ricco pacco gara, con all’interno preziosi gadget e articoli tecnici firmati Montura e Giessegi.
Grazie alla ‘Combinata Giessegi – Gravel Unesco’, due patrimoni dell’umanità come le Colline del Prosecco e le Dolomiti, con l’esperienza di GSG Cycling Wear, propongono un’iniziativa unica. Sarà possibile iscriversi alla speciale combinata, che comprende i due eventi La Ronda e Alpine Gravel, a un prezzo ridotto di 50 euro (le iscrizioni scadono il 20 marzo).
Mythos Alpine Gravel è la manifestazione adatta a tutti e l’occasione giusta per sperimentare questa nuovo stile di vita.
Info: www.mythosprimiero.com

MYTHOS, LA CAVALCATA SULLE DOLOMITI. MTB DA VIVERE COL CUORE E CON GLI OCCHI

MYTHOS, LA CAVALCATA SULLE DOLOMITI. MTB DA VIVERE COL CUORE E CON GLI OCCHI

Cambio di data, la Mythos Primiero Dolomiti si corre l’11 settembre
Ce n’è per tutti i gusti: Easy, Classic e Marathon
Percorsi “veri” da mtb tracciati da “the Champ” Massimo Debertolis
Gravel, Kid, Moon’s, Family, c’è l’imbarazzo della scelta

Chi crede nella cabala e nella numerologia ha da dilettarsi a proposito del numero 11. In generale sta a significare un forte cambiamento a fronte di una grande forza e nei tarocchi l’arcano maggiore numero 11 corrisponde infatti alla “Forza”.
Ma nessuno di tali motivi ha ispirato il comitato organizzatore della Mythos Primiero Dolomiti, che posticipa di un giorno la propria data, l’evento infatti si disputerà domenica 11 settembre. Il giorno prima nell’area di Primiero si disputano le ultime prove speciali del Rally di San Martino, e per correttezza gli organizzatori della gara di mtb, davvero cavallerescamente, per quest’anno fanno spazio alle quattro ruote. Poi dal 2023 si torna alla data originaria.
Poco cambia, sabato ci sarà tempo per testare i tre tracciati disponibili, e ce n’è per tutti, per tutti quelli che amano la mtb rampante e dolomitica: Easy con 37,2 km e 1000 metri di dislivello, Classic, 54,7 Km e 1720 metri di dislivello e infine per i più ‘smanettoni’ la Marathon di 83,5 km e 3400 m/dsl. Tre diversi itinerari ma un unico comune denominatore: una “vera” gara d’altri tempi!
I tracciati sono stati scovati da chi conosce bene gusti e passioni degli amatori, ma anche le esigenze e i valori degli elite. Il Marathon è un percorso da “Mondiale”, e questo vocabolo sarà da tenere a mente per il futuro, parola di “Massimo & Massimo”, vale a dire Panighel, consacrato all’organizzazione di grandi eventi delle ruote grasse, e Debertolis, atleta nato con le Pale di San Martino in faccia e che appena fuori dalla culla… era già a derapare sui sentieri dolomitici della Valle di Primiero, in Trentino ovviamente. Non dimentichiamo che Debertolis è stato il primo e unico italiano a vincere il Campionato del Mondo Marathon.
In queste terre c’era un tempo la Rampikissima, ora con maggior vigore e con lo spirito “adventure” nel cuore c’è la Mythos Primiero Dolomiti ad attrarre gli appassionati del pedale, proposta da Pedali di Marca in collaborazione con le associazioni di volontariato della valle, il comune di Primiero San Martino e l’APT di San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi.
Questa gara regala immagini da cartolina a 360°. I bikers, ovunque volgeranno lo sguardo, potranno ammirare panorami da urlo. Per chi si porta la action camera è d’obbligo una scheda di memoria da giga e giga. Se solo con queste premesse è venuta voglia di pedalare sulle Dolomiti, è già ora di affrettarsi per accaparrarsi un bel numero di partenza.
I tre percorsi partono in tre diversi luoghi ma hanno in comune la stessa zona di arrivo di Fiera di Primiero. La Easy prende il via da Imer, in onore anche alla gara che ha visto germogliare passione e competenza per la mtb, per la Classic nastro di partenza a San Martino di Castrozza, località turistica affascinante e molto apprezzata, la Marathon infine parte ed arriva a Fiera di Primiero.
Alla Mythos Primiero Dolomiti sono ben accetti anche i seguaci di De Coubertin, ma sicuramente per chi si butta sui sentieri della Marathon, una parte dei quali sono in comune con la Classic, l’imperativo è classificarsi, e bene, non solo partecipare. C’è insomma una vasta scelta di proposte con le tre gare, quindi divertimento per tutti, sportivi ben allenati o meno allenati, giovani e meno giovani.
Se poi si va a vedere bene tutti gli “effetti” collaterali, che poi l’organizzazione definisce “eventi collaterali”, allora la mtb bisogna averla nel cuore e nell’anima. Si comincia con l’Alpine Gravel del 26 giugno le cui iscrizioni sono appena state aperte e già il sacco dei pettorali sta vibrando, poi c’è la Moon’s Bike, la Kid, l’Adventure e-bike e infine, da non sottovalutare per la “pace familiare”, la Family Gourmet. E per fortuna che gli organizzatori si sono fermati qui, altrimenti oltre alle ferie servivano anche i permessi.
Per i dettagli basta soffermarsi sul sito web, e per chi è abituato a programmare le proprie uscite meglio segnare subito in rosso la data dell’11 settembre e inserire nel navigatore le località peculiari di Fiera di Primiero, San Martino di Castrozza e se c’è qualche dubbio anche le Pale di San Martino. In quei giorni di settembre, normalmente, la montagna vive il momento più godibile, fresco al punto giusto, aria salubre e frizzante, colori sgargianti, e in quel periodo della stagione ognuno nelle gambe dovrebbe avere l’allenamento necessario per affrontare una gara “Mythos”.
L’invito è quello di programmare in anticipo qualche bella sgambata, sul sito www.mythosprimiero.com si possono scaricare i tracciati GPS. Unico piccolo particolare: visto che le due gare maggiori entrano nel Parco Naturale di Paneveggio, alcuni tratti saranno accessibili solo dalla settimana antecedente l’evento, ma è disponibile comunque il tratto alternativo. C’è un altro dettaglio da tenere presente: per quelli che non vanno a caccia di record col proprio cronometro, la gara sfiora tante malghe e rifugi che offrono molte proposte gastronomiche, un attentato alla dieta… ma anche un’invitante attrazione per gli accompagnatori per attendere i propri “campioni”.
E allora che mtb sia, con la Mythos Primiero Dolomiti dell’11 settembre.

IN VALLE DI PRIMIERO CRESCE L’ATTESA: IL 3 LUGLIO LA ‘PRIMIERO DOLOMITI MARATHON’

IN VALLE DI PRIMIERO CRESCE L’ATTESA: IL 3 LUGLIO LA ‘PRIMIERO DOLOMITI MARATHON’

Medaglia Finisher della 6.a Primiero Dolomiti Marathon

La 6.a edizione della ‘Primiero Dolomiti Marathon’ del prossimo 3 luglio si avvicina
Gara di trail running organizzata dall’US Primiero, polisportiva territoriale che abbraccia 14 discipline
Iscrizioni aperte fino al 27 giugno, possibilità di pacchetti vacanze
Il pacco gara include una bellissima maglietta Salomon oltre ai classici prodotti offerti dagli sponsor

L’avvicinamento alla 6.a edizione della ‘Primiero Dolomiti Marathon’ procede spedito verso il 3 luglio prossimo quando, nel cuore del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, prenderà il via la gara di trail running immersa nella splendida natura della Valle di Primiero, in Trentino, con le Dolomiti a regalare panorami mozzafiato ai tanti runners che decideranno di partecipare a questa giovane, ma già apprezzata manifestazione. In cabina di regia ci sarà ancora una volta l’US Primiero, polisportiva capace di abbracciare ben 14 discipline con l’obiettivo di animare e attirare l’intera vallata verso l’attività sportiva.
Due le distanze di gara previste, con la 42K che partirà da Villa Welsperg in Val Canali e la 26K con lo start da San Martino di Castrozza. I Comuni delle località interessate stanno rifinendo gli ultimi lavori che permetteranno agli atleti di tornare a correre sul percorso originale della ‘Primiero Dolomiti Marathon’, dopo aver ripristinato alcuni sentieri e strade forestali resi inagibili dalla tempesta ‘Vaia’ dell’ottobre 2018. Luoghi iconici e suggestivi, dove ammirare le Dolomiti è un ‘must’ a cui non si può rinunciare, con il gruppo montuoso delle Pale di San Martino a fare da incantevole cornice all’evento primierotto. Gran finale con arrivo allestito, per entrambe le distanze, a Fiera di Primiero, la località più piccola e recente di tutto il territorio di Primiero, ma con una spiccata rilevanza nell’economia dell’intera vallata.
I numeri parlano attualmente di 700 iscritti, attenzione però, perché il tempo vola e mancano ancora pochissimi giorni alla chiusura delle iscrizioni, la data limite per riservarsi un posto in griglia infatti è il 27 giugno. Le quote di partecipazione sono fissate a 57 euro per la 42K e 47 euro per la 26K, con un ricco pacco gara che, oltre ai classici prodotti offerti dagli sponsor, includerà un’utile e bellissima maglietta Salomon.
Per coloro che non si fossero ancora iscritti alla prossima ‘Primiero Dolomiti Marathon’ e cercassero, inoltre, un alloggio dove soggiornare nel periodo di gara, sono disponibili i pacchetti vacanza pensati ad hoc per i runners, dove oltre al pettorale sarà possibile prenotare in una struttura convenzionata. Tutte le informazioni relative ai pacchetti vacanza sono disponibili sul sito dell’APT San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi nella sezione apposita dedicata alla ‘Primiero Dolomiti Marathon’.
Nel frattempo, proprio fino al 27 giugno, la Nazionale Italiana di corsa in montagna proseguirà il raduno di preparazione in Valle di Primiero e qualche nome illustre ha già dato conferma che sarà ai nastri di partenza della gara del 3 luglio, come gli azzurri Xavier Chevrier e Luca Cagnati, con la riserva sugli altri azzurri che verrà sciolta solo a ridosso dell’evento. Il conto alla rovescia è partito, lo spettacolo in Valle di Primiero sta per iniziare. Sarà l’occasione per immergersi in una valle dalle mille risorse che… corre dritta verso la ‘Primiero Dolomiti Marathon’.

Info: www.primierodolomitimarathon.it