Tag: festa

MYTHOS ALPINE GRAVEL DA GUSTARE. DOMENICA IN SELLA IN VALLE DI PRIMIERO

MYTHOS ALPINE GRAVEL DA GUSTARE. DOMENICA IN SELLA IN VALLE DI PRIMIERO

Domenica in bici per l’esperienza tutta da gustare
2 percorsi e 5 ristori in totale per un pit-stop energetico
Partenza alla francese da San Martino di Castrozza
La società “Pedali di Marca” al lavoro per regalare un’esperienza unica

È arrivato il momento della Mythos Alpine Gravel. Domenica la bicicletta sarà protagonista sui sentieri sterrati della Valle di Primiero per l’evento da vivere col cuore, nel pieno spirito d’avventura che caratterizza il gravel. Da poco è arrivata la ‘storica’ notizia che riguarda proprio il mondo gravel: quest’autunno in Italia si correrà il primo Mondiale UCI per le bici gravel, segno che la disciplina sta prendendo sempre più piede in molti Paesi.
Un evento gravel, nell’affascinante cornice delle Pale di San Martino, non si era mai visto. Il punto forte della “Mythos” sono i panorami da togliere il fiato che accompagneranno i ciclisti sin dal chilometro zero nell’incantevole location di partenza a San Martino di Castrozza. Chi sceglierà il percorso Black di 73 km con 2380m/dsl potrà pedalare ‘sospeso’ a oltre 20m di quota lungo l’adrenalinico ponte tibetano che collega San Martino di Castrozza con Fiera di Primiero. Il percorso Green, seppur con qualche km in meno, regalerà scorci indimenticabili. Si viaggerà liberi, in compagnia o da soli, senza preoccuparsi di classifiche finali e sul traguardo tutti verranno premiati con la medaglia finisher.
L’altra “chicca” che attira e invoglia particolarmente i ciclisti sono i 5 ristori in totale dislocati lungo i due percorsi, che offrono un banchetto ben fornito di cibo e bevande per recuperare le energie. I servizi curati e l’attenzione verso ogni ciclista sono dunque due aspetti fondamentali per la società organizzatrice “Pedali di Marca”, che sta ultimando in questo momento i dettagli tecnici al fine di garantire a tutti un’esperienza davvero unica. Il silenzio del bosco, l’aria fresca di montagna e il buon cibo: ecco cosa aspetta i ciclisti della Mythos. Non appena si scenderà dalla sella, si farà subito il pieno di calorie gustando il ‘piatto del cacciatore’ con i prodotti tipici e della buona birra.
Le iscrizioni scadono a breve, ultima chiamata giovedì 23 per fare parte di questo incredibile viaggio. La Valle di Primiero, con i suoi infiniti sentieri, i romantici paesaggi che regalano emozioni indescrivibili e i colori brillanti dei prati che contrastano con quelli delle rocce, farà sognare i molti ciclisti che arriveranno da fuori regione. Da ricordare lo speciale pacchetto promozionale messo a disposizione dall’Apt San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi, valido dal 24 al 26 giugno per alloggiare nei bike hotel presenti in zona: la quota, a partire da 100 euro a persona, comprenderà l’alloggio e l’iscrizione alla gara. La Mythos Alpine Gravel è pronta a far battere forte il cuore.

Info: www.mythosprimiero.com

IL FASCINO IRRESISTIBILE DEL GRAVEL: LA “MYTHOS” E’ LA FESTA SUI PEDALI

IL FASCINO IRRESISTIBILE DEL GRAVEL: LA “MYTHOS” E’ LA FESTA SUI PEDALI

Domenica 26 giugno la Mythos Alpine Gravel in Primiero
Paesaggi mozzafiato, ottimo cibo e divertimento in compagnia
Alla scoperta dei luoghi “mitici” al cospetto delle Pale di San Martino
Ancora pochi posti per l’avventura in sella della vita

Percorsi pronti e tirati a lucido per i ciclisti della Mythos Alpine Gravel. In Valle di Primiero fervono i preparativi per l’appuntamento trentino delle due ruote che domenica 26 giugno sarà una festa e un’occasione d’incontro per tutti.
Dall’incantevole San Martino di Castrozza si potrà partire con ogni mezzo: bici da corsa, mtb, e-bike, gravel, e scegliere i percorsi Black di 73 km o Green di 42,5 km, entrambi molto spettacolari e che lasceranno senza fiato. Si toccheranno i luoghi “mitici” immersi nella natura incontaminata nel cuore del Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino. Lasciata la bella San Martino di Castrozza, il percorso Black si inoltrerà lungo il “Sentiero del Cacciatore” e la strada forestale della Val di Roda, la valle incantata al cospetto della magnifiche Pale di San Martino. All’altezza del km 7 si saluterà Malga Civertaghe, la più antica del Trentino costruita nel 1905 e dove addirittura negli anni Sessanta vi dormì Messner prima dell’ascesa al Velo della Madonna e la conseguente apertura della via alpina tuttora in essere. Al km 23 si abbraccerà la Strada dell’Impero, una salita con pendenze davvero “piccanti” nel primo chilometro che collega la località Pieve con la strada forestale Dismoni. Merita fare un ‘pit-stop’ lungo la Strada del Crel, un balcone panoramico sulle Dolomiti, Patrimonio Unesco, che gode di una vista insuperabile dall’imponente gruppo delle Pale di San Martino fino alle Vette Feltrine.
I due percorsi si incroceranno nello splendido scorcio del laghetto di Malga Ces, un luogo unico per ammirare le maestose ‘Pale’ da un’altra angolatura. Natura, relax e incanto: quando si entrerà nei cosiddetti Orti forestali, quelli che una volta erano gli antichi vivai dell’epoca austriaca, il silenzio avvolgerà i ciclisti nell’habitat naturale di alcune specie importanti ma difficili da osservare, come il gallo cedrone, il francolino, il gallo forcello e la coturnice. Niente di meglio che scattarsi un selfie ricordo con alle spalle il Cimon della Pala, che pur non essendo la vetta più alta delle Pale (il primato per pochissimi metri è della Vezzana), è riconoscibile per il suo spigolo slanciato che domina il panorama visibile da Passo Rolle e da San Martino di Castrozza.
I prati verdi attorno, i boschi e il rumore dell’acqua del torrente Travignolo e del Rio Vallazza: la Val Venegia è il paradiso terreste che spunta all’improvviso, dove sono state individuate addirittura 500 specie di piante. La Società Pedali di Marca ha previsto tre ristori lungo il percorso Black (Fiera, Passo Rolle e Malga Venegia) e due lungo quello Green (Passo Rolle e Malga Venegia) per deliziare tutti i concorrenti non solo con frutta e bibite, ma anche con salumi e prodotti locali da leccarsi i baffi. La grande scorpacciata è attesa a fine manifestazione, quando tutti insieme seduti comodi a tavola si gusterà il piatto prelibato “dei cacciatori” con la polenta, il formaggio tipico “tosella” del caseificio Primiero, la “luganega” e le salsicce direttamente dal salumificio “Da Pian”, il tutto accompagnato con fiumi di birra Forst. Sarà un momento di festa, dove si racconteranno le storie più avvincenti e divertenti capitate nello strepitoso “viaggio”.
Ogni ciclista porterà a casa la medaglia di finisher, un ricordo di questa esperienza unica da custodire. Inoltre l’Apt San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi mette a disposizione dei concorrenti i pacchetti promozionali validi dal 24 al 26 giugno per alloggiare nei bike hotel presenti in zona. Il pacchetto darà la possibilità, a partire da 100 euro a persona comprensivi di alloggio e iscrizione alla gara, di ricevere direttamente in struttura l’interessante pacco gara contenente una mini-bag firmata Montura ed il cappellino Mythos by GSG Sport Wear. Pochi posti ancora disponibili per vivere l’avventura in sella della vita, le iscrizioni chiuderanno giovedì 23 giugno. Già 27 province italiane iscritte, il fascino della Mythos Alpine Gravel è irresistibile.
Info: www.mythosprimiero.com

Skiroll di lusso a Trento e sul Bondone: Trento Eventi Sport e Team Futura al lavoro

Skiroll di lusso a Trento e sul Bondone: Trento Eventi Sport e Team Futura al lavoro

Presentato oggi presso l’APT di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi l’evento del weekend
Campionato Italiano e Coppa Italia di Skiroll, due giorni di spettacolo
Cinque campioni del mondo in gara: i fratelli Becchis, Tanel, Borettaz e Berlanda
Sabato si corre al MUSE, domenica sul Monte Bondone

Si danza in punta di piedi, ma si può danzare anche sugli skiroll. A ritmo di rock & roll con il Campionato Italiano Sprint sabato a Trento nel quartiere delle Albere, con l’eleganza della tecnica classica domenica sui tornanti del Monte Bondone per la Coppa Italia.
Il weekend trentino dello skiroll è stato presentato oggi presso la sede dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi col dettaglio del programma di gara. Saranno due giornate davvero frizzanti (e non solo per l’aria fresca di questo inizio d’autunno) con sfide elettrizzanti a partire dalle 14.30 di sabato. In Corso del Lavoro e della Scienza i migliori sprinter italiani, dai giovani agli esperti master, saranno a caccia del titolo tricolore nella gara proposta da Trento Eventi Sport e allestita tecnicamente dal Team Futura con la partnership della APT cittadina. L’organizzazione è già a buon punto, mancano solo gli ultimi dettagli, in particolare per la nuova location della sprint.
Per primo ha preso la parola Matteo Agnolin, direttore dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi: “Mi piace l’idea di essere riusciti, insieme a Team Futura e Trento Eventi Sport, a spostare la prova sprint nell’area del MUSE, cavalcando anche l’onda degli Europei di ciclismo: è una zona che viene via via valorizzata tramite lo sport, rappresentando un palcoscenico rilevante”. Entusiasmo tra le fila di Trento Eventi Sport, come ha sottolineato il presidente Renato Villotti: “Abbiamo organizzato un evento che ritengo molto importante per il territorio, collaborando con Team Futura e con lo staff di APT. Sempre più si organizzano le manifestazioni attraverso la collaborazione di più soggetti, cosa che porta a nuove idee e innovazione. Trento è stata riconosciuta a livello nazionale come la provincia italiana con più eventi sportivi, migliorando il PIL del turismo e di conseguenza il PIL del Trentino.”
Andrea Buttaboni, presidente del Team Futura, ha invece puntualizzato: “Lo skiroll è una nostra peculiarità. Siamo in scena da 40 anni con lo sci di fondo e lo skiroll, è uno dei nostri campi preferiti di lavoro e di partecipazione”.
Marco Zoller, responsabile dell’area nordica della FISI trentina, ha portato i saluti del presidente Mellarini e di Sepp Chenetti, responsabile fondo e allenatore, assicurando la presenza di tutti gli atleti del comitato. Tra gli interventi, particolarmente seguito quello di Alessio Berlanda, tre titoli mondiali sprint in bacheca: “Quella del MUSE è una zona affascinante. Tecnicamente per la sprint c’è un bel tracciato lineare su entrambe le corsie, dove gli atleti gareggiano alla pari. Le condizioni climatiche dovrebbero essere ideali. Oltre ai fratelli Becchis ci sarà anche Michele Valerio e quindi saremo in quattro a lottare per il titolo italiano”.
“Lo sport è la colonna portante dell’offerta di Trento e del Trentino in generale. Stiamo concludendo una stagione eccezionale, con grandi traguardi e vittorie, tra cui il Festival dello Sport che è andato molto bene – ha detto Franco Bertagnolli, presidente dell’APT. – La zona del MUSE e il Monte Bondone rappresentano le due anime di Trento che come APT ci piace promuovere.”
I dettagli della manifestazione sono stati illustrati da Silvano Berlanda del Team Futura e direttore di gara. Le iscrizioni sono aperte fino alla vigilia, ad oggi sono ampiamente oltre quota 200 e questo garantisce un evento ad alto livello, con partecipazioni illustri. Gareggiare nel quartiere delle Albere, nella zona del MUSE, evita anche problemi di traffico e disagi ai cittadini rispetto al centro storico, è una location indovinata per la prova sprint. Saranno 165 metri in cui davvero gli atleti specialisti daranno spettacolo. Con gli skiroll riescono a raggiungere velocità pazzesche, con spunti in partenza da brivido. Il campione del mondo 2021 Emanuele Becchis sarà l’uomo da battere e al femminile l’altra iridata Sabrina Borettaz pure, ma senza dimenticare Alessio Berlanda, Michele Valerio e Francesco Becchis, pure lui campione del mondo in passato.
Sul Bondone tutti si aspettano l’exploit del campione del mondo e vincitore della Coppa del Mondo Matteo Tanel, con il successo potrebbe conquistare anche la Coppa Italia. Tanti i nomi degli azzurri e degli atleti dei vari comitati italiani a caccia del titolo.
Sabato start alle 14.30, per la gara di domenica partenze a Candriai, Vaneze, Norge e Vason dalle 10 in poi, con arrivo per tutti a Vason.
Info: www.skirolltrentomontebondone.it

Argenta,fiori e amore per la natura come protagonista della festa di domenica 21 aprile 2013

Argenta,fiori e amore per la natura come protagonista della festa di domenica 21 aprile 2013

“Quando si arriva ad Argenta, per Argenta in Fiore – che quest’anno si svolge domenica 21 aprile 2013 – si ha la sensazione di un clima di festa, famigliare. C’è un gran fermento fin dalle prime ore della mattina per via dei tanti espositori che arrivano dalle province vicine ma anche da Veneto, Marche e Toscana. La centralissima piazza dei fiori e la nuova area dedicata all’orto – piazza Garibaldi – è la prima ed essere completata, come un giardino, dagli organizzatori. I florovivaisti arrivano prestissimo, per essere già pronti ad accogliere i tanti amanti della natura. E allora, mentre le auto e i furgoncini degli artigiani, musici, aziende che propongono prodotti tipici, etc. vengono guidati al loro posto ed allestiscono al meglio il loro banco, la gente passeggia, chiede per gli acquisti che magari farà nel pomeriggio, chiacchiera e da’ il benvenuto a chi proviene da lontano” si legge nelle prime pagina della guida di Argenta in Fiore in distribuzione proprio in questi giorni.
Ecco perché Argenta in Fiore è una “festa” che, come dice l’etimologia della parola stessa, è famigliarità, accoglienza, ospitalità. E’ un evento di “casa”, entrato nei cuori di tanti – argentani e non solo – da dodici anni. L’evento mantiene salda la propria identità – mercatino dei fiori, dell’artigianato artistico e della buona enogastronomia – ma si arricchisce di nuovi spazi e nuove proposte, nuove collaborazioni “… ma soprattutto è un evento condiviso” dice Pamela Tavalazzi – “ … una festa per il centro storico, per i cittadini, per le associazioni, un’ occasione per le scuole, per il commercio in generale, per il centro commerciale, per gli espositori, etc. una condivisione che “stimola” tutti, conviviale, sostenibile, fatta in primis dal passa parola e dalla cura del rapporto con gli altri”.
Quest’anno, grazie ai commercianti argentani, un “seme” nuovo è stato gettato ed è l’anteprima di Argenta in Fiore BIMBINFIORE dedicato ai bambini che si svolgerà sabato 20 a partire dalle ore 10.30 di mattina in piazza Garibaldi: giochi gonfiabili, zucchero filato, trucca bimbi, laboratori. Alle 15.30 si svolgerà il “Defilè dei nostri fiori” sfilata riservata alla moda bambini. A seguire, dalle ore 16.30 merenda per tutti e baby dance. Le attività del centro cittadino aderiranno allo “Shopping all’aria aperta” esponendo i propri articoli al di fuori del proprio esercizio commerciale con interessanti offerte.
Domenica 21 Argenta in Fiore occuperà tutto il centro storico. Piazza Garibaldi, piazza Marconi e piazza Mazzini, collegate tra loro mercatini colorati per un totale di 120 espositori.
In piazza Marconi varie le proposte: il Punto Ristoro “Petali Gustosi” curato dalla Bocciofila Argentana e dalla Torre del Primaro, l’incontro con le frazioni di Argenta, un piccolo torneo pomeridiano a cura del Circolo Scacchistico Argentano, l’Associazione Zanzara Bike di Bando, la Scuola dell’Infanzia Statale per la raccolta fondi, il Centro Culturale Mercato aperto dalla mattina e, alle ore 17.00 al Caffè Letterario/incontro con l’autore presso la Sala del Piccolo Teatro e tanti giochi gonfiabili e colorati!.
Il Cine Foto Club Immagine, propone gli scatti degli allievi del corso di fotografia di questo inizio 2013 attraverso una mostra in Via Mazzini. Sempre in Via Mazzini il live hair show dell’ecclettico Mirco Cangini di Studio 8 – acconciature e fiori tra i capelli fa decisamente Argenta in Fiore!.
Presente a questa edizione anche Argenta&Arte con il piccolo mercatino artigianale ed il laboratorio di ceramica a freddo.
Anche i commercianti del Centro Commerciale I Tigli aderiscono all’evento con un’ iniziativa legata alle vetrine dal titolo “Il Centro in Fiore per Argenta in Fiore”.
Questo evento del Comune di Argenta è un progetto dello Studio Tavalazzi di Argenta (Fe) Bagnacavallo.(Ra) L’organizzazione ringrazia la collaborazione con Telestense, Radio Rete Alfa ed il portale www.argentaweb.it
Argenta in Fiore è su facebook, twitter e Instagram. La guida dell’evento si può scaricare dal sito www.argentainfiore.it

 

 

argenta-fiori

Festa “mondiale” per Nadia Fanchini a Montecampione

Festa “mondiale” per Nadia Fanchini a Montecampione

Tutta Montecampione aspetta trepidante la sua campionessa dopo la storica medaglia d’argento vinta ai Mondiali nella discesa libera di Schladming, a soli 16/100 dalla francese Marion Rolland.

Questo straordinario risultato va ad impreziosire il già ricco palmares di Nadia che annovera una medaglia di bronzo ai Mondiali di Val-d’Isère del 2009, 4 medaglie ai Mondiali Juniores, 17 podi in Coppa del Mondo, 5 in Coppa Europa, e diversi Campionati italiani vinti.

Ma tra queste vittorie e l’ultimo trionfo in Austria il destino ha voluto provare la forza della campionessa ventiseienne di Montecampione con 2 infortuni ravvicinati che avrebbero potuto fermarla. Nadia si è rialzata e ha firmato un’impresa formidabile frutto di un coraggio e di una perseveranza propri solo di persone speciali, che non si arrendono neanche di fronte agli ostacoli più duri. Partita con il pettorale n.2, ha spinto al massimo dipingendo linee perfette soprattutto nella seconda parte di un tracciato difficile e ghiacciato che ha causato diverse cadute.

Montecampione, colma d’orgoglio, è pronta a festeggiarla.Venerdì 15.02, a partire dalle 20.30 presso il complesso residenziale “Valgrande” di fronte alle piste da sci, la Montecampione Ski Area, l’Official Fan Club Sorelle Fanchini, l’Associazione Commercianti e il Comune di Artogne organizzano una serata di festa con fuochi, musica, cucina tradizionale camuna, colore e soprattutto tanto calore per onorare e celebrare l’incredibile impresa di Nadia e anche il buon piazzamento della sorella Elena che si è classificata nona, in attesa di Sabrina che sta recuperando da un infortunio al ginocchio. Presenti alla festa celebrativa i Sindaci di Artogne  (Gianpietro Cesari) e di Pian Camuno (Renato Pietro Pe), la stampa, gli Sci Club attivi a Montecampione e specialmente tutti i “Montecampionesi” desiderosi di abbracciare le loro campionesse da sempre legate alla montagna che le ha viste prima crescere e poi portare l’Italia dello sci in vetta al mondo.

Foto cortesia PentaphotoNadia Fanchini

www.montecampioneskiarea.it