Tag: epic ski tour

EPIC SKI TOUR: L’AMORE VINCE SU TUTTO! DE SILVESTRO E BOSCACCI PRIMI SUL MONTE BONDONE

EPIC SKI TOUR: L’AMORE VINCE SU TUTTO! DE SILVESTRO E BOSCACCI PRIMI SUL MONTE BONDONE

Oggi prima tappa in notturna di EPIC Ski Tour sul Monte Bondone
Il campione Michele Boscacci s’impone sul bravo Alex Oberbacher, terzo Jakob Herrmann (AUT)
Al femminile vince Alba De Silvestro su Giulia Murada, terza Corinna Ghirardi
Domani si riparte in località Viote, “4All” in partenza all’orario dei campioni (ore 9)

“Amor vincit omnia”, la locuzione latina di Virgilio potrebbe essere ripresa dai vincitori della tappa notturna di EPIC Ski Tour disputata stasera sul trentino Monte Bondone, un evento che è riuscito ad andare in scena (e di questi tempi è una notizia…) rispettando le norme di sicurezza legate all’emergenza Coronavirus. A trionfare sul traguardo in località Vason è stata la “coppia d’oro” dello scialpinismo mondiale, quella composta dal campione del mondo 2016 e 2018 Michele Boscacci e dalla sua compagna Alba De Silvestro, terza assoluta nella classifica di Coppa del Mondo 2019 e 2018. I due duetti De Silvestro-Murada e Boscacci-Oberbacher hanno proseguito appaiati dalla partenza all’arrivo, con i favoriti a trionfare e gli outsider a pagare dazio pur offrendo performance degne di nota. La prova era individual, subito in salita dopo la partenza attraversando la “Diagonale Montesel”, scendendo sulla “3-Tre Panoramica” e raggiungendo la stazione a valle. Discesa successiva prima di un’altra erta sulla pista “Cordela”, facendo ritorno sul traguardo e godendosi un nuovo giro per un totale di 6.25 km. Avvincente la gara maschile, con Boscacci partito subito di buona lena per distanziare l’altro favorito della vigilia, il campione del mondo in carica Robert Antonioli. Ma dal lotto spunta l’altoatesino Alex Oberbacher, autore di una performance strepitosa, soprattutto in discesa, unico punto debole dello “scialpinista d’arte” Boscacci, figlio del grande Graziano. Non abbastanza però per imporsi: “Contento di esserci – ha affermato Oberbacher, – bella gara, corta ma di fuoco. Ho cercato di vincere ma Boscacci ha una marcia in più, mi ha beffato con un contrattacco in salita e sul cambio. Domani partiremo attaccati”. Decisamente soddisfatto Boscacci, felice per la vittoria e per quella della compagna: “Successi in famiglia. Da qualche gara vinceva solo lei e io mi dovevo accontentare. Sto ritrovando un po’ la forma, ma dal punto di vista sportivo la situazione è molto dura, vedremo cosa ci aspetta. EPIC Ski Tour mi porta fortuna con un parterre da Coppa del Mondo”. Terzo un austriaco tra i tanti italiani, Jakob Herrmann. Quarto il trentino Davide Magnini, addirittura quinto il campione del mondo in carica Robert Antonioli, a dimostrazione del livello della contesa. La De Silvestro si è imposta invece sulla compagna di squadra del C.S. Esercito Giulia Murada in poco più di mezz’ora, affermando divertita sul traguardo: “La Murada ha deciso di entrare in forma proprio ad inizio stagione! Non sapevo ancora avesse vinto anche Michele, per me non è stata una gara facile, è stata una battaglia dall’inizio alla fine”. L’altra figlia d’arte Giulia Murada ha dato filo da torcere: “Finalmente sto entrando in forma, ma per battere Alba ci vorrà ancora un po’”. Terza la master Corinna Ghirardi, davanti alle brave Giulia Compagnoni, vincitrice delle tappe di EPIC Ski Tour in Svizzera e Valle d’Aosta, Martina Valmassoi ed Elena Nicolini. Anche gli atleti alle prime armi hanno potuto divertirsi, senza tuttavia aver bisogno dell’aiuto di una guida alpina per la facilità del percorso. Domani i “4All” partiranno invece in gruppi dedicati, alle ore 9 assieme ai campioni che si contenderanno il successo di EPIC Ski Tour 2019/2020 con una scoppiettante prova pursuit, questa volta dandosi appuntamento in località Viote, sempre sul Monte Bondone.

Info: www.epicskitour.com

LA PLATEA DI EPIC SKI TOUR Ė “MONDIALE”. ANTONIOLI VS BOSCACCI SUL MONTE BONDONE

LA PLATEA DI EPIC SKI TOUR Ė “MONDIALE”. ANTONIOLI VS BOSCACCI SUL MONTE BONDONE

EPIC Ski Tour pronto a partire: confermato il weekend di skialp
Venerdì “in notturna” (ore 18.45) – sabato ‘ad inseguimento’ sul Monte Bondone
Al via Antonioli, Boscacci, Magnini, Boffelli, Murada, De Silvestro, Compagnoni, Valmassoi, Sjöström e Höfl
Oggi chiusura iscrizioni

Più passano i giorni e più EPIC Ski Tour conquista appassionati e campioni, pronti a divertirsi con lo scialpinismo a partire dalla serata di domani sul Monte Bondone. L’erta trentina per l’occasione è stata premiata dall’arrivo dei fiocchi innevati, un po’ come da leitmotiv della manifestazione, partita da Davos in Svizzera e accolta da un’abbondante nevicata, proseguendo poi in Valle d’Aosta e anche in questo caso coperta letteralmente di neve. Fresche le adesioni del figlio del ‘leggendario’ skialper Graziano Boscacci, Michele, che già vinse EPIC Ski Tour nelle edizioni 2018 e 2019 tra Val di Fiemme e Val di Fassa, dell’altra figlia d’arte dello scialpinismo Giulia Murada, ‘erede’ di Ivan Murada che proprio con Graziano Boscacci fu autore di numerose ‘imprese’, e ancora Alba De Silvestro, atleta che si sta ritagliando sempre più spazio, ricordando il suo terzo posto nella graduatoria assoluta di Coppa del Mondo 2019. Ma a lottare per il titolo femminile ci sarà anche la furvese Giulia Compagnoni, la quale parte da favorita avendo vinto entrambe le tappe finora disputate di EPIC Ski Tour, senza dimenticare Martina Valmassoi, anch’ella in lizza per il podio del Monte Bondone. Una contesa che al femminile si preannuncia scoppiettante, ma al maschile non mancheranno nemmeno Patrick Facchini, atleta proveniente dal trail running, lo svedese Anton Sjöström, lo spagnolo Iñigo Martinez de Albornoz e l’austriaco Armin Höfl, così come le straordinarie aggiunte dell’ultima ora (le partecipazioni online chiudono oggi) Robert Antonioli e Davide Magnini. Il primo vinse l’EPIC Ski Tour valdostano e rinnoverà l’appassionante scontro con l’amico-nemico Boscacci, con quest’ultimo abile in salita e Antonioli strepitoso e senza paura in discesa. Poco da dire sul classe 1997 Davide Magnini, semplicemente il ‘futuro’ (e presente) dello scialpinismo nostrano ed internazionale. Da tenere d’occhio anche lo scialpinista bergamasco William Boffelli.
Giuseppe Ploner, che fu argento mondiale nello sci di fondo a Seefeld in Tirol nel 1985, è ora direttore di gara di EPIC Ski Tour ed è da poco rientrato dal Monte Bondone dove ha testato i percorsi, così brevemente raccontati dallo stesso “Pepi”: “Venerdì (ore 18.45) tutti con il frontalino per affrontare quattro cambi pelle, in una gara ‘su pista’”. Il primo appuntamento si terrà in località Vason, il secondo invece in località Viote… “sabato – prosegue Ploner – ci saranno ben otto cambi di assetto per gli sfidanti in gara, mentre i gruppi “4All” vedranno le guide alpine dividersi i compiti, dando così la possibilità ai più abili di effettuare un tratto più lungo. La cima Palon si raggiungerà due volte, lungo il percorso ci saranno poi due tratti a piedi, uno poco dopo lo start e l’altro sulla cresta La Rosta”. I “4All” potranno effettuare anche test materiali il sabato mattina, con la possibilità di provare i nuovi modelli degli sponsor.

Info: www.epicskitour.com

LA “CASA” DELLO SCIALPINISMO. ENGEL & VÖLKERS ALL’EPIC SKI TOUR

LA “CASA” DELLO SCIALPINISMO. ENGEL & VÖLKERS ALL’EPIC SKI TOUR

EPIC Ski Tour il 6 e 7 marzo sul Monte Bondone
Engel & Völkers storico partner rappresentato da Davide Bonalumi

Davide Bonalumi di Engel & Völkers è un ‘aficionado’ di EPIC Ski Tour (il 6 e 7 marzo sul Monte Bondone), un evento grazie al quale è scoccata la passione per lo scialpinismo unendo così l’utile al dilettevole. Uno spunto che potrebbe essere tratto anche da tutti i concorrenti “4all” ai quali la manifestazione si rivolge, alle prime armi con sci e pelli ma che desiderano cimentarsi con questa spettacolare ed allenante disciplina. Davide, com’è nata la partnership della tua azienda con EPIC Ski Tour? “Un po’ per la mia personale passione per la montagna abbiamo cominciato nel primo anno di sponsorizzazione a testare lo skialp, e ora che EPIC Ski Tour arriva in zona Trento abbiamo una motivazione commerciale in più creando contatti e intrecci di business. Un passaggio che quindi oserei dire da ‘personale’ ad ‘aziendale’”. Parteciperai anche alla prova “4All” di sabato 7 marzo sul Monte Bondone? “Certamente, io non sono un concorrente vero e proprio ma farò parte dei mitici ‘4all’. Saremo presenti anche con un banchetto espositivo sul Monte Bondone”. Una partnership – tra Engel & Völkers ed EPIC Ski Tour – che dunque prosegue alla grande: “Direi che l’area di abbinamento calza a pennello, lo scialpinismo è uno sport dove economicamente bisogna possedere delle ‘risorse medie’ quindi si sposa con il nostro target di clientela e con i nostri territori che sono spettacolari”. Davide Bonalumi è infatti titolare di tutte le licenze del Trentino con una sede a Trento, una a Rovereto, aprendo una nuova sede tra una decina di giorni a Madonna di Campiglio e con Val di Fassa e Val di Fiemme nel piano industriale di sviluppo di Engel & Völkers, proprio da dove EPIC Ski Tour era partito.


Info: www.epicskitour.com

EPIC SKI TOUR CHIAMA I “4ALL” A RACCOLTA. DOPO ANTONIOLI ANCHE COMPAGNONI ACCETTA LA SFIDA

EPIC SKI TOUR CHIAMA I “4ALL” A RACCOLTA. DOPO ANTONIOLI ANCHE COMPAGNONI ACCETTA LA SFIDA

EPIC Ski Tour Trofeo Fiou: lo skialp che piace in Valle d’Aosta
Dal 14 al 16 febbraio sfide per tutti i gusti tra campioni ed amatori
Iscritti il campionissimo Robert Antonioli e la vincitrice di Davos Giulia Compagnoni
Attesi numerosi altri atleti ma le iscrizioni chiudono giovedì!

Giulia Compagnoni, dopo la doppietta svizzera all’EPIC Ski Tour di Davos, torna in prima linea per tentare di portarsi a casa anche la seconda tappa dell’evento dedicato allo scialpinismo per tutti tra campionissimi, amatori e semplici appassionati delle cime montane, ipotecando il titolo 2019/2020.
Dal 14 al 16 febbraio in Valle d’Aosta ci sarà infatti EPIC Ski Tour Trofeo Fiou, con le iscrizioni in impennata in questi ultimi giorni, dopo il “segnale” dato dall’adesione del campionissimo Robert Antonioli, azzurro reduce dalle fatiche di Coppa del Mondo. Hanno accettato la sfida alla seconda tappa del challenge anche i vari Negroni, Aymonod, Danieli, Lenzi, Trento e Maguet, terzo nella Coppa del Mondo di Berchtesgaden, ma anche i “4All”, i concorrenti alle prime armi, sono chiamati a raccolta, ricordando la dead-line delle iscrizioni online prevista per la giornata di giovedì, sempre alla competitiva tariffa di 30 euro. Venerdì o sabato sarà eventualmente possibile registrarsi in loco, ma solo se ci saranno pettorali disponibili; sarà bene dunque non rischiare di rimanere a bocca asciutta. Dicevamo delle molteplici adesioni degli ultimi giorni, d’altronde il Trofeo Fiou è stato in queste zone una vera e propria ricorrenza per tutti, in primis per commemorare i due fratelli Fiou, giovani alpinisti tragicamente scomparsi, e per ammirare gli scenari montani valdostani che non hanno bisogno di presentazioni. I comuni della Valle del San Bernardo sono tuttavia perlopiù sconosciuti a chi non è della zona, e schierarsi al via di EPIC Ski Tour Trofeo Fiou concederà anche questa opportunità, rilassandosi poi nella natura dopo aver faticato con sci e pelli. Ecco dunque un programma allettante, che prevede per la giornata di sabato 15 febbraio a Saint Rhèmy en Bosses (Foyer de Fond a Flassin) il ritiro pacco gara dalle ore 7 alle ore 8.30, briefing precedente lo start di EPIC Ski Tour Trofeo Fiou che avverrà alle ore 9, godendosi successivamente in assoluta tranquillità l’area expo e ‘testival’, il pasta party, le premiazioni, gli highlights del giorno e l’EPIC talk, dando appuntamento ai concorrenti “4All” nella giornata successiva. Questi ultimi infatti, sempre a Saint Rhèmy en Bosses (Foyer de Fond a Flassin), domenica potranno muovere i primi passi suddivisi nelle categorie stabilite Rookie (alle prime armi), Beginner (media esperienza) e Advanced (esperti che desiderano affinare la propria tecnica ed ascoltare i consigli delle guide). Per partecipare al tour con guida alpina sono necessari strumenti quali pala, arva, sonda, ed è obbligatorio indossare un caschetto omologato. Chi ne è sprovvisto può acquistare l’“ufficiale” di EPIC Ski Tour al sito web della manifestazione oppure all’area expo in occasione dell’evento.

Info sul sito: www.epicskitour.com

EPIC SKI TOUR TROFEO FIOU. MARCO ALBARELLO: “VI ASPETTIAMO!”

EPIC SKI TOUR TROFEO FIOU. MARCO ALBARELLO: “VI ASPETTIAMO!”

EPIC Ski Tour concede il bis dal 14 al 16 febbraio
Tappe spettacolari fra gli scenari valdostani
Il campione olimpico e mondiale Albarello testimonial
Evento in memoria dei fratelli Maurizio e Carlo Fiou

“EPIC Ski Tour Trofeo Fiou ha le iscrizioni aperte, partecipate numerosi tra queste stupende montagne nella nostra Valle d’Aosta, nelle Valli del Gran San Bernardo, vi aspettiamo per tre giorni di festa, tre giorni di scialpinismo. Noi ci crediamo, credeteci anche voi!”. E se lo dice il valdostano DOC Marco Albarello, campione olimpico e mondiale, bisogna proprio alzare bene le antenne… EPIC Ski Tour è infatti in avvicinamento, e dal 14 al 16 febbraio raccoglierà il testimone dal Trofeo Fiou ripercorrendone sostanzialmente il tracciato, “rivitalizzando” zone troppo belle da non essere vissute con gli sci ai piedi e in spalla, in un evento alla portata di tutti, e non è soltanto un modo di dire. Michele Boscacci, Viktoria Kreuzer, Alba De Silvestro, sono solo alcuni dei campioni sfilati lungo i percorsi dell’evento orchestrato dal comitato organizzatore Curtes, ma la manifestazione ha una mission particolare: condurre sul magico mondo della neve e dello scialpinismo anche chi con la disciplina non ha mai avuto a che fare. Come? Grazie all’aiuto di guide alpine specializzate che, a seconda dei livelli di preparazione dei partecipanti, porteranno gli avventurieri della neve a completare una splendida escursione tra le cime valdostane. Chi non si fida della propria abilità in montagna potrà dunque contare sul significativo supporto “4All” grazie a questa possibilità unica, offerta nella giornata di domenica. EPIC Ski Tour s’innesta in un territorio che sfoggia Tour du Rutor e Mezzalama, prestigiosi eventi che saranno “ospiti” all’EPIC Talk del venerdì sera ad Étroubles, alle ore 20. Solida anche la partnership con il Mountain Attack, con il presidente del C.O. EPIC Ski Tour, Kurt Anrather, presente alla manifestazione vinta dall’austriaco Jakob Herrmann e da Alba De Silvestro grazie a due prestazioni “monstre”. EPIC Ski Tour Trofeo Fiou è “memorial” dedicato ai fratelli Maurizio e Carlo Fiou, promesse dell’alpinismo valdostano scomparse rispettivamente nel 1979 sulla Cresta del Leone, e nel 1985 nella tragedia del Lyskamm. Allestire questa manifestazione sarà un bel modo per ricordarli assieme a ciò che più amavano fare.

Info sul sito: www.epicskitour.com

DALLA SVIZZERA ALLA VALLE D’AOSTA CON FURORE. EPIC SKI TOUR “PLANA” AL GRAN SAN BERNARDO

DALLA SVIZZERA ALLA VALLE D’AOSTA CON FURORE. EPIC SKI TOUR “PLANA” AL GRAN SAN BERNARDO

Iscrizioni aperte per la prossima tappa di EPIC Ski Tour
Dal 14 al 16 febbraio prima di chiudere sulla cima di Trento la cavalcata scialpinistica
I comuni del Gran San Bernardo ospiteranno skialpers e concorrenti 4All

La prossima tappa di EPIC Ski Tour si terrà a metà febbraio in Valle d’Aosta nelle località di Saint-Rhémy-en-Bosses, Saint Oyen e Etroubles, in un vero e proprio festival dello scialpinismo nel cuore delle Alpi, regalando competizioni ad hoc, tour per tutti (4All) con guida alpina, un’area Expo ricca di interessanti prodotti e l’EPIC party per far ritrovare tutti gli amanti dello scialpinismo ‘a luci spente’ e sotto lo stesso tetto.
EPIC Ski Tour – Trofeo Memorial FIOU si svolgerà dal 14 al 16 febbraio nei Comuni della Valle del Gran San Bernardo a Saint-Rhémy-en-Bosses, Saint-Oyen ed Etroubles, con zona di partenza e arrivo al Foyer de Fond a Flassin, e il motto dell’evento è portare una disciplina che si svolge in alta montagna ‘al piano terra’, fruibile per tutti e alla portata anche dei meno esperti. I tour potranno essere completati con una guida alpina qualificata secondo diversi gruppi di abilità: rookie, beginner e advanced, adattando il ritmo di gara alle condizioni del gruppo. L’Expo Area accompagna tutti gli eventi EPIC Ski Tour, che dopo le tappe svizzere di Davos – vinte da Giulia Compagnoni e Gerhard Schneider – si trasferiranno così in Val d’Aosta prima di concludersi a marzo sul Monte Bondone, la cima di Trento. Il “testival” è un must per appassionati e rappresenta tutte le sfumature a 360° dello sport: “Vi attende una socievole atmosfera, molte novità e un’area testing per provare tutta l’attrezzatura di scialpinismo”, afferma il comitato presieduto da Kurt Anrather.
Iscrizioni aperte!

Info sul sito: www.epicskitour.com

SCHNEIDER (SUI) E GIULIA COMPAGNONI A DAVOS. NELL’OUVERTURE DELL’EPIC SKI TOUR DI SKIALP

SCHNEIDER (SUI) E GIULIA COMPAGNONI A DAVOS. NELL’OUVERTURE DELL’EPIC SKI TOUR DI SKIALP

La skialper della Valfurva fa en plein, ieri nella Vertical e oggi nella Long
L’ex nazionale svizzero Gerhard Schneider insuperabile al maschile
Nella prima tappa svizzera parterre internazionale e podio “multietnico”
Prossima tappa in Valle d’Aosta a Saint-Rhémy-en-Bosses

Doppietta per Giulia Compagnoni e Gerhard Schneider nella prima tappa dell’Epic Ski Tour in quel di Davos, in Svizzera. Debutto stagionale davvero epico per il contest scialpinistico, visto la fitta nevicata che oggi ha scortato gli impavidi skialper che alle 9.15 hanno preso il via dai 1933 metri di Jschalp. Scontata ovviamente la presenza di tanti atleti rossocrociati, ma numerosi anche gli stranieri, con bandiere anche del Canada, di Svezia, Spagna, Francia, Germania, Austria, Polonia e Repubblica Ceca oltre a quella dell’Italia, a sventolare lungo gli 11 km del suggestivo tracciato con 1600 m. di dislivello. Skialper che non si sono fatti certo impaurire dal meteo, una fitta nevicata gestita al meglio dal comitato organizzatore orchestrato da Kurt Anrather, bravo a garantire sicurezza ad ogni passaggio e comfort nel post gara. Tre salite e tre discese, otto cambi assetto e due passaggi in cresta, questa in sintesi la cartina altimetrica della competizione, con “powder” in discesa per la gioia dei concorrenti. Dopo un’ora e 32’ ecco piombare sul traguardo il vincitore, Gerhard Schneider, ex nazionale svizzero della specialità, attualmente atleta del Team Dynafit International: “Bisognava “stare all’occhio” perché la neve e la scarsa visibilità rendevano difficili soprattutto le discese. Sono stato assieme Koch lungo tutta la prima salita e la successiva discesa, sino ai 2544 metri del Bräma Grat, poi ho fatto la differenza gestendo il vantaggio di quasi un minuto sino al traguardo”. “Ho tentato tutto il possibile per non staccarmi da Schneider -commentava al traguardo il secondo classificato Koch – però se io ero più veloce in discesa, lui faceva un ritmo troppo elevato per me in salita. Sono comunque super contento per questa mia seconda piazza”. Doppietta d’oro per Schneider e bis di bronzi anche per l’austriaco David Kögler, terzo a 3’59” dal vincitore: “ Meglio di così non potevo cominciare la mia stagione. Ho tentato di tenere i due di testa, ma alla seconda discesa li ho persi ed ho continuato con il mio passo.” A 6’9” dal podio il primo italiano, Francesco Berta, finanziere del Sagf attualmente in servizio a Bormio. “Peccato, se non avessi avuto dei problemi con le pelli quest’oggi sarei salito sul podio”.
Trasferta tutta d’oro anche per l’azzurra valtellinese “made in Valfurva”, Giulia Compagnoni. Per la vice campionessa iridata Espoir del 2017, un crono finale di 1h44’53” e l’ennesimo arrivo in solitaria: “Gara bellissima, complimenti agli organizzatori per averci garantito il massimo anche in queste condizioni. Tutto ok, molto belli anche i pezzi a piedi ed passaggi in cresta. Devo fare i miei complimenti alle mie compagne di fatica, Martina Senn (AUT) e Anna Tybor (POL) le quali mi hanno davvero fatto faticare nella prima parte”. Podio dunque “spoilerato” con l’esperta Senn classe ‘76 seconda, mentre dopo 11’57” terzo tempo femminile di giornata per la nazionale polacca, ma trapiantata a Livigno, Anna Tybor. Ad aggiudicarsi la gara Short tra i giovani Jon Kistler e Ronya Lietha.
Venerdì è andato in scena invece l’”aperitivo sprint” dell’Epic Ski Tour a Davos, con la gara Vertical, 1000 metri di dislivello positivo spalmati su 4600 metri da Bolgen a Jakobshorn, in notturna. Accompagnati dalle luci del tramonto grigionese, alle 16.30 il via ai concorrenti con subito un ritmo elevato e con il gruppo dei big trainato da coloro che poi hanno decretato il podio finale. La cronaca della gara al maschile la conosciamo dalle parole dallo stesso vincitore, lo svizzero Gerhard Schneider: “Conoscevo i miei avversari, sapevo che avrebbero fatto un bel forcing sul primo tratto più pianeggiante, quello a loro più congeniale rispetto alle mie caratteristiche. Mi sono messo in coda e poi, dopo l’intermedio in zona Jschalp sull’attacco del muro, ho dettato il ritmo prendendo via via metro su metro.” Cavalcata solitaria che si è risolta con la vittoria di Schneider dopo 54 minuti e 48” di gara, tra le luci dei riflettori posti sulla finish line del Jakobshorn, a quota 2533m. Alle sue spalle si consumava la lotta per la piazza d’onore, risoltasi a favore del 26enne tedesco Christoph Wachter che a sua volta precedeva di circa 2 secondi l’austriaco David Kögler. Per l’accoppiata inseguitrice “austro-germanica” un gap dal vincitore rispettivamente di 1′.21” e 1’23”. Nella top ten e più precisamente 9° a 6’16” dal vincitore, Francesco Berta. Un Berta doppiamente soddisfatto anche per aver vinto la gara interna… contro la fidanzata, alias Giulia Compagnoni, colei che si è aggiudicata la prova al femminile. Per la 23enne alpina della Valfurva una gara praticamente in solitaria, o meglio sulle code dei colleghi maschi, vista la sua 15.a piazza assoluta finale a 8’13” dal vincitore Schneider. Per Giulia Compagnoni (Esercito) una sorta di rivincita vista la mancata convocazione alla prima tappa di Coppa del Mondo: “Davvero una gara bellissima, non me l’aspettavo così dura. Mi sono molto divertita, c’era pure tanto pubblico sul tracciato, complimenti agli organizzatori”. Seconda piazza ad un minuto ed otto secondi dalla valtellinese per l’austriaca Martina Senn, mentre sul terzo gradino del podio applausi per la tedesca Alexandra Altmann. Ad aggiudicarsi la vittoria nella gara Juniores U17, sul tracciato ridotto, gli svizzeri Jon Kistler (30’45”) e Ronya Lietha (40’50”).
La prossima tappa di Epic Ski Tour sarà a metà febbraio in Valle d’Aosta a Saint-Rhémy-en-Bosses.

Info sul sito: www.epicskitour.com

Download immagini TV:
www.broadcaster.it

Vertical – Men
1 Schneider Gerhard SUI 00:54:48; 2 Wachter Christoph GER 00:56:08; 3 Kögler David AUT 00:56:10; 4 Hug Alexander SUI 00:56:46; 5 Vogel Florian SUI 00:57:53; 6 Dalcolmo Nico SUI 00:57:54; 7 Wildhaber Marco SUI 00:58:57; 8 Smith Tyson CAN 01:00:36; 9 Berta Francesco ITA 01:01:05; 10 Klauser Rolf SUI 01:01:48

Vertical – Women
1 Compagnoni Giulia ITA 01:03:01; 2 Senn Martina AUT 01:04:09; 3 Altmann Alexandra GER 01:07:42; 4 Erikson Johanna SWE 01:13:22; 5 Dalcolmo Jeanette SUI 01:16:47; 6 Signer Nicole SUI 01:18:06; 7 Bützberger-Grimm Marion SUI 01:19:22; 8 Delhez Jorien NED 01:20:56; 9 Schöferle Bianca GER 01:21:40; 10 Bodenwinkler Claudia SUI 01:22:51

Vertical Short race – Men
1 Kistler Jon SUI 00:30:45; 2 Schoch Lori SUI 00:31:48; 3 Kaufmann Andri SUI 00:31:51

Vertical Short race – Women
1 Lietha Ronya SUI 00:40:50; 2 Moix Aurélie SUI 00:42:19

Individual – Men
1 Schneider Gerhard SUI 01:32:40; 2 Koch Finn GER 01:33:37; 3 Kögler David AUT 01:36:38; 4 Wildhaber Marco SUI 01:36:42; 5 Berta Francesco ITA 01:38:49; 6 Wachter Christoph GER 01:40:33; 7 Dalcolmo Nico SUI 01:41:49; 8 Canclini Sergio ITA 01:44:10; 9 Wenk Christian SUI 01:44:19; 10 Pöhl Hubert SUI 01:44:35

Individual – Women
1 Compagnoni Giulia ITA 01:44:53; 2 Senn Martina AUT 01:48:37; 3 Tybor Anna POL 01:56:50; 4 Bika Dimitra GRE 02:01:08; 5 Huser Andrea SUI 02:02:19; 6 Erikson Johanna SWE 02:03:27; 7 Altmann Alexandra GER 02:05:19

Individual Short race – Men
1 Kistler Jon SUI 00:57:50; 2 Kaufmann Andri SUI 00:58:38

Individual Short race – Women
1 Lietha Ronya SUI 01:10:46; 2 Moix Aurélie SUI 01:15:37

EPIC SKI TOUR PRONTO ALLA PARTENZA ELVETICA. TRENTO “EPICO” FINALE CON FULCRO MONTE BONDONE

EPIC SKI TOUR PRONTO ALLA PARTENZA ELVETICA. TRENTO “EPICO” FINALE CON FULCRO MONTE BONDONE

EPIC Ski Tour: start a Davos dal 20 al 22 dicembre
Iscrizioni aperte anche per i concorrenti “4All”
Pacco gara UYN e ‘Testival’ ad accompagnare tutti gli eventi
Tappe successive tra Valle d’Aosta (14-16 febbraio) e Trento (6-8 marzo)

La macchina organizzativa sta lavorando alacremente e ora “EPIC Ski Tour” è pronto a partire. Dove? Dall’elvetica Davos (dal 20 al 22 dicembre) con tre sontuose competizioni scialpinistiche e un “4All” domenicale aperto a tutti, prima di proseguire in Valle d’Aosta (14-16 febbraio) e chiudere a Trento dal 6 all’8 marzo; un evento che farà dell’epicità la propria caratteristica distintiva. EPIC Ski Tour si svelerà in notturna al grande pubblico scattando da località Bolgen, proseguendo a Jschalp prima di concentrarsi sugli skialpers alle prime armi nell’ultima tappa in terra elvetica. Le iscrizioni sono aperte, sia per chi vorrà gareggiare sia per chi vorrà godersi la contesa “4All”, e il partner UYN farà trovare all’interno del pacco gara un Baselayer e/o calze da scialpinismo EPIC Ski Tour design: “Siamo molto orgogliosi del fatto che, anche quest’anno, il nostro partner UYN ci accompagnerà in tutti i nostri eventi!”, afferma il comitato presieduto da Kurt Anrather. La tappa trentina ultima del lotto a costituirsi (programma in via di definizione) di una spettacolare ‘notturna’ il venerdì sera sul Monte Bondone. Sabato e domenica ci si concentrerà invece sulle sfide individuali, con la prima delle due ad essere sostanzialmente una ‘versione ridotta’ della successiva. I metri di dislivello saranno tra i 1200 e i 1500, mentre domenica la finalissima di EPIC Ski Tour vedrà diverse cime da scalare – a seconda delle condizioni della neve – con oltre 2000 metri di dislivello. I meno affini alle tecniche scialpinistiche non dovranno tuttavia temere, i “4All” sono sempre ‘coccolati’ da EPIC Ski Tour, che grazie ad alcune guide alpine qualificate accompagneranno i meno esperti ad affrontare itinerari innevati senza cronometraggio e con gruppi divisi a seconda delle capacità nelle categorie Rookie, Beginner e Advanced, il tutto valutando sempre le condizioni meteo prima di mettersi in marcia. La partenza delle gare di EPIC Ski Tour in Trentino si effettuerà alle Viote del Monte Bondone, con il centro fondo a rendere più agevoli tutte le pratiche per gli amatori, e se il fulcro agonistico sarà la montagna trentina, quello logistico sarà a Trento tra Expo e ‘Testival’ dove gli espositori potranno mettere a disposizione il materiale per chi vorrà testarlo, con una navetta a condurre poi gli interessati da Trento al Monte Bondone.

Info sul sito: www.epicskitour.com

A DAVOS NEVE E SCI ALPINISMO ALLO ZENIT. EPIC SKI TOUR REGALO DI NATALE PERFETTO

A DAVOS NEVE E SCI ALPINISMO ALLO ZENIT. EPIC SKI TOUR REGALO DI NATALE PERFETTO

EPIC Ski Tour parte da Davos dal 20 al 22 dicembre
Tre prove con un “4All” domenicale a chiudere il cerchio
Iscrizioni aperte e Testival ad ingresso libero da non perdere
EPIC Ski Tour proseguirà in Valle d’Aosta (14-16 febbraio) e Trento (6-8 marzo)

Dire che la neve è scesa in maniera copiosa in quel di Davos significa usare un eufemismo, perché il manto bianco ha letteralmente ricoperto l’Alto Ticino di neve, garantendo – a meno di alte temperature che difficilmente arriveranno nel mese di dicembre – un EPIC Ski Tour completamente innevato in occasione della prima tappa svizzera che si svilupperà dal 20 al 22 dicembre, completato dalle sfide successive in Valle d’Aosta (14-16 febbraio) e Trento (6-8 marzo). Tantissima le neve naturale, e condizioni idilliache per far divertire tutti gli appassionati di sci alpinismo che potranno gareggiare sui percorsi previsti, disegnati dal comitato organizzatore presieduto da Kurt Anrather in compagnia degli esperti. Atleti navigati e sportivi “della domenica” potranno divertirsi anche con le iniziative di contorno e le prelibatezze culinarie della manifestazione, un appuntamento che precede il Natale e che regalerà spettacolo. Il primo contest tra le cime del Cantone dei Grigioni sarà in notturna partendo da località Bolgen, sabato invece start da Jschalp avendo il privilegio – una volta arrivati in cima – di gustarsi una visione “completa” e panoramica di Davos, località nota per ospitare l’annuale Forum economico mondiale, e per essere sede di alcune fra le sfide più importanti tra gli sport invernali che quest’anno, grazie ad EPIC Ski Tour, ne avranno una in più dedicata alla disciplina dello sci alpinismo. Domenica 22 dicembre alle ore 10 si affronterà l’avventura in compagnia di guide alpine qualificate che accompagneranno gli skialper “4All”, un formato ormai classico, senza cronometraggio e con gruppi divisi a seconda delle capacità (Rookie, Beginner, Advanced), rispettando le esigenze di tutti. Dalla pista al fuori pista il programma è interessante, e l’EPIC Testival ad ingresso libero completerà l’opera, aperto a tutti i visitatori che si troveranno a Davos nel fine settimana dal 20 al 22 dicembre in zona di Bolgen: “Non importa se vieni spontaneamente per un vin brulè dopo lo shopping natalizio, o se pianifichi il Testival come parte del tuo programma del weekend – sarà sicuramente una grande esperienza per grandi e piccini!”, afferma il comitato. Gli orari di apertura del Testival verranno così distribuiti: venerdì 20 e sabato 21 dicembre dalle ore 10 alle ore 17, domenica 22 dicembre dalle ore 10 alle ore 14. E se sei ancora alla ricerca del regalo di Natale… EPIC Ski Tour sarebbe perfetto! Con il comitato ad avvisare… “Inviaci una mail ad info@epicskitour.com e ti creiamo un buono regalo di Natale personalizzato”.
Info sul sito: www.epicskitour.com

“LA SPORTIVA EPIC SKI TOUR” SU RAI SPORT. IL 7 MARZO IN ONDA LA TERZA EDIZIONE “4ALL”

“LA SPORTIVA EPIC SKI TOUR” SU RAI SPORT. IL 7 MARZO IN ONDA LA TERZA EDIZIONE “4ALL”

La 3.a edizione de “La Sportiva Epic Ski Tour” si è svolta il 22 e 23 febbraio

Due tappe tra Alpe Cermis e Bellamonte in Trentino

Le immagini della terza edizione de “La Sportiva Epic Ski Tour”, svoltasi il 22 e 23 febbraio nella trentina Val di Fiemme, andranno in onda sui canali di Rai Sport, domani 7 marzo alle ore 11:45 col commento di Gianfranco Benincasa. Possibile rivivere così i successi del campione del mondo Michele Boscacci e della campionessa d’Europa Axelle Gachet-Mollaret, nell’iniziativa “4all” che vedeva coinvolti anche gli amatori. Info: www.epicskitour.com     n0 \lsdun