Tag: cycling craft

IN TRENTINO ARRIVA LA 14.a MARCIALONGA CRAFT. MIX PER TUTTI I GUSTI: EXPO, GIRO D’ITALIA E MINI

IN TRENTINO ARRIVA LA 14.a MARCIALONGA CRAFT. MIX PER TUTTI I GUSTI: EXPO, GIRO D’ITALIA E MINI

Il 29 maggio la corsa ciclistica trentina per veri scalatori
L’headquarter sarà a Predazzo con Expo Village, Minicycling e Cycling
Le Valli di Fiemme e Fassa “in festa” per accogliere la carovana del Giro
Parterre variegato con il campione di short track Antonioli e molti altri

La Marcialonga ‘Cycling’ Craft prende forma. Nelle Valli di Fiemme e Fassa domenica 29 maggio i ciclisti della spettacolare granfondo prenderanno d’assalto le strade trentine. Il traguardo bisogna sudarselo fino alla fine, perché i quattro mitici passi dolomitici Costalunga, Pampeago, San Pellegrino e Valles non faranno sconti a nessuno. Predazzo sarà l’headquarter dell’attesissima gara trentina, che sarà anticipata da una serie di eventi di contorno molto interessanti e coinvolgenti che andranno ad arricchire la manifestazione.
Già da venerdì a Predazzo verrà allestito l’Expo Village, dove saranno presenti numerosi stand. Sabato 28 non mancherà neppure l’emozionante passaggio della carovana del Giro d’Italia, che andrà a colorare di rosa le due valli con ben tre famosi valichi, il Passo San Pellegrino (1918 metri, pendenze oltre il 15% dopo Falcade), seguito dal Passo Pordoi, cima Coppi del 2022 con i suoi 2239 metri, e infine dal Passo Fedaia (2057 metri), ai piedi della Regina delle Dolomiti: la Marmolada.
In piazza a Moena tutti potranno fare il tifo agli “eroi” del ciclismo, dove non mancheranno musica e animazione. A Predazzo sarà allestito un maxi-schermo dove si potranno seguire le avvincenti fasi di gara direttamente in piazza. Le Valli di Fiemme e Fassa accoglieranno con gioia la valanga di ciclisti, incitati dal caloroso tifo a bordo strada. Gli iscritti alla Marcialonga ‘Cycling’ Craft potranno noleggiare delle bici elettriche ad un prezzo convenzionato e godersi così il grande spettacolo direttamente sul percorso del Giro.
Poi toccherà alla Minicycling, gara promozionale di mtb dedicata ai ragazzi fino ai 12 anni che si diletteranno in una simpatica gimkana. A partire dalle ore 15, Topolini, Pulcini, Baby e Cuccioli percorreranno il tracciato tra i vicoli e le vie di Predazzo, le iscrizioni si potranno effettuare dalle ore 13 direttamente in zona partenza. A concludere la giornata in allegria le premiazioni, dove tutti i ragazzi riceveranno un ricordo da portare a casa dopo un pomeriggio di sport e divertimento.
Domenica 29 il parterre della Marcialonga ‘Cycling’ Craft si presenta molto competitivo e variegato, la partenza sarà alle ore 8 per i concorrenti di entrambi i percorsi, l’impegnativo granfondo di 135 km e il mediofondo di 80 km.
Al via ci sarà il lombardo Michele Antonioli, ex pattinatore di short track e commentatore tecnico di Eurosport nei recenti Giochi Olimpici di Pechino. Antonioli vanta nel suo curriculum due partecipazioni alle Olimpiadi Invernali, la prima nel 1998 a Nagano in Giappone e la seconda nel 2002 a Salt Lake City, dove ha vinto la medaglia d’argento nella staffetta 5000m. Inoltre ha vinto un campionato del mondo Team, due titoli europei individuali e cinque a squadre. Conoscono molto bene le erte salite della ‘Craft’ Fabio Cini, terzo nel 2016 e nel 2019 nel granfondo, e Davide Spiazzi, terzo nel mediofondo nel 2013.
I giochi sono apertissimi, il Trentino potrà contare su Patrick Facchini, ex ciclista professionista su strada e attuale corridore di montagna, e il recordman Alessandro Forni, che possiede il primato italiano di percorrenza in 24 ore (767 km a 31,9 km/h), il record mondiale di dislivello in 24 ore (17.612m), e nel 2019, causa maltempo, ha dovuto rinunciare a battere il record dal mare di Genova fino alla cima del Monte Bianco in bicicletta e con le pelli. Se la gara maschile si prospetta davvero animata, anche in quella femminile si assisterà a delle belle sfide. Confronto apertissimo con Annalisa Prato e Luisa Isonni, rispettivamente vincitrici del “lungo” e del “corto” della Gran Fondo Internazionale La Gimondi 2022, quindi Jessica Leonardi prima alla Marcialonga Craft nel granfondo 2019 e nel mediofondo 2018, Cinzia Maraldi, prima alla Gran Fondo Leopardiana DIPA, e Sonia Passuti, vincitrice della Nove Colli 2021. Presente anche la fondista bellunese Chiara De Zolt Ponte, figlia d’arte di Roberto, più volte vincitore in campo internazionale, e nipote di Maurilio, celebre campione olimpico e mondiale degli sci stretti.
Fino al 22 maggio la quota d’iscrizione è fissata a 43 euro, poi salirà a 48 euro fino al 27 maggio. Ultima chiamata sabato 28, giorno di chiusura delle iscrizioni, per aggiudicarsi le ultimissime postazioni in griglia a 53 euro. Per i granfondisti è previsto l’apprezzato servizio di trasporto borse al punto di ristoro tra Predazzo e Moena.
Confermato l’immancabile pasta party allo Sporting Center di Predazzo, dove poi seguirà alle ore 14 la cerimonia di premiazione (accesso con mascherina FFP2). Il comitato organizzatore Marcialonga è pronto a dare il via ad un vero e proprio festival per scalatori e i numeri (oltre 2000 iscritti) lo confermano.

Info: www.marcialonga.it

LA VOLATA DI MARCIALONGA CRAFT SI AVVICINA: LA VERA BAGARRE Ė SUI MITICI 4 PASSI

LA VOLATA DI MARCIALONGA CRAFT SI AVVICINA: LA VERA BAGARRE Ė SUI MITICI 4 PASSI

Domenica 29 maggio la volata per aggiudicarsi la 14.a edizione
I percorsi granfondo e mediofondo racchiusi nei quattro passi dolomitici
Oltre 2000 ciclisti sulle strade delle Valli di Fiemme e Fassa
Al via lo scialpinista trentino Nicolini insieme a Stagni, Zanrossi e Caiati

Si entra in piena velocità nel mese di maggio e per gli indomabili ciclisti l’obiettivo è Marcialonga ‘Cycling’ Craft, fra meno di trenta giorni, nelle valli trentine di Fiemme e Fassa. Non si tratta di una classica granfondo ciclistica: domenica 29 maggio si scaleranno quattro passi iconici del Trentino ammirando le splendenti montagne che si illumineranno dalle prime luci del mattino. Alle 8 precise dalle vie di Predazzo oltre 2000 concorrenti, impegnati nei percorsi granfondo (135 km) e mediofondo (80 km), impenneranno sui pedali in direzione Moena, con il gruppo montuoso dei Monzoni a controllare dall’alto l’andatura del gruppo. La punta più alta dei Monzoni è quella della Vallaccia a 2641m, che si differenzia dalle cime degli altri gruppi fassani per la sua costituzione di rocce eruttive e metamorfiche ricche di minerali.
Nei primi 15 km di falsopiano il gruppo rimarrà pressoché compatto, poi a briglia sciolta si imboccherà Passo Costalunga ed il panorama mostrerà subito i verdi pascoli di montagna e le rocce del Catinaccio sulla destra, mentre volgendo lo sguardo in avanti si rimarrà abbagliati dall’imponente bellezza del massiccio dolomitico del Sassolungo. L’ascesa di Passo Costalunga, di 10 km e 428m di dislivello, metterà subito alla prova i ciclisti nei primi 4 km, dove si raggiungerà una pendenza massima del 15,9%. Mano a mano che si sale si lasceranno alle spalle le meraviglie del Pordoi, del Col Rodella e del Sassolungo e, una volta superato il valico, una discesa porterà al fiabesco Lago di Carezza, avvolto nella quiete del bosco ai piedi del massiccio del Latemar. Il passo successivo di Pampeago è quello più lungo e impegnativo dei quattro, ci saranno 14 km con 1099m di dislivello e punte del 14,5% fino all’abitato di Obereggen. I passi da superare finiscono qua per i mediofondisti, i quali punteranno successivamente all’arrivo di Predazzo, mentre per i granfondisti resteranno il mitico Passo San Pellegrino, scalato il giorno prima dal versante opposto dalla carovana rosa del Giro d’Italia, e Passo Valles.
Le iscrizioni per la 14.a ‘Cycling’ Craft, diretta dal professionale comitato Marcialonga, viaggiano spedite. Sono tanti gli affezionati della manifestazione che ogni giorno si aggiungono alla lista dei partenti: in griglia sarà presente Stefano Stagni, vincitore del mediofondo nel 2019 quando riuscì a battere il campione di scialpinismo trentino Federico Nicolini, fresco argento nell’ultima tappa di Coppa del Mondo di skialp e anch’egli al via in questa edizione. Partirà nelle prime posizioni il veneto vincitore del mediofondo nel 2018 Riccardo Zanrossi, che ha dimostrato di che pasta è fatto imponendosi alla Gran Fondo Liotto e alla Lake Garda Cycling Marathon. Il bresciano Aldo Caiati ha un passato nella categoria dilettanti, nel 2020 dopo una stagione con i colori del Team Colpack ha deciso di abbandonare la carriera ciclistica ma fra meno di un mese darà del filo da torcere ai suoi ‘colleghi’ sulle selettive salite trentine.
Un percorso come quello di Marcialonga merita davvero di essere provato almeno una volta nella vita, le iscrizioni sono aperte sul sito della gara. Casco ben allacciato, sui mitici passi dolomitici ci sarà la vera bagarre!
Info: www.marcialonga.it

MARCIALONGA CRAFT: SALITE DOLOMITICHE! UN PASSO DOPO L’ALTRO ALLA “CYCLING”

MARCIALONGA CRAFT: SALITE DOLOMITICHE! UN PASSO DOPO L’ALTRO ALLA “CYCLING”

Il 29 maggio si pedala con vista sulle Dolomiti
Quattro passi e due tracciati da togliere il fiato
Il Giro d’Italia 2022 farà da “apripista” con il tappone dolomitico
Quota d’iscrizione agevolata fino al 2 aprile

“La bicicletta insegna cos’è la fatica, cosa significa salire e scendere – non solo dalle montagne, ma anche nelle fortune e nei dispiaceri – insegna a vivere. Il ciclismo è un lungo viaggio alla ricerca di sé stessi”. Così definisce il ‘suo’ mondo l’ex ciclista scalatore Ivan Basso, due volte vincitore del Giro d’Italia nel 2006 e nel 2010.
Nei passi dolomitici tra le Valli di Fiemme e Fassa, i ciclisti che prenderanno parte alla Marcialonga ‘Cycling’ Craft di domenica 29 maggio avranno modo di meditare e studiare le strategie di gara per affrontare le quattro temibili salite. Passo Costalunga (1751m) e Passo Pampeago (1990m) per i mezzofondisti impegnati sul tracciato di 80 km con 2488m di dislivello, mentre si aggiungeranno Passo San Pellegrino (1918m) e Passo Valles (2030m) per quelli che sceglieranno il tracciato granfondo di 135 km e 3900m di dislivello.
Partenza e arrivo saranno a Predazzo, dopodiché al km 16 si passerà nella bella località di Sèn Jan di Fassa, inserita tra i 10 borghi più belli d’Italia nel 2021. Passo Costalunga, con una pendenza media del 4,6% e un dislivello di 428m, sarà la prima salita abbastanza pedalabile. Una volta scollinati, i ciclisti potranno rifiatare e ammirare la bellezza del Lago di Carezza chiamato anche “Lec de Ergobando”, ovvero “lago dell’arcobaleno”. La discesa continua passando per le località di Nova Levante, San Valentino e Ponte Nova. La successiva grande impresa sarà quella di Passo Pampeago (primo GPM di giornata), la più decisiva che dal versante di Obereggen presenta 13,9 km al 7,6% di pendenza media e una massima del 14,5%.
Ultimi km in discesa per i mezzofondisti, che si riporteranno di nuovo a Predazzo per l’arrivo, mentre i granfondisti proseguiranno verso il secondo GPM a Passo San Pellegrino. Si tratta di una salita storica, percorsa più volte in passato dai ‘pro’ del Giro d’Italia e che quest’anno viene riproposta, nel versante opposto della ‘Cycling’ Craft, per l’ultima e decisiva tappa del Giro 2022 il 28 maggio. Saranno 12,1 km al 6,2%, la salita inizialmente non richiede grossi sforzi e in questo frangente bisogna cercare di riservare le energie per l’ultimo strappo, quello di Passo Valles. La strada inizia subito ad impennarsi con un tratto che arriva fino al 16.1% di pendenza massima, mentre la parte finale lascerà un po’ più di tregua. A Passo Valles ci sarà l’ultimo ristoro prima di buttarsi a capofitto nella discesa tecnica e veloce verso il traguardo di Predazzo.
Marcialonga ‘Cycling’ Craft è una delle tappe dei principali circuiti granfondistici italiani: Alé Challenge, Prestigio e Acsi-Nalini Road Series. Hanno già riservato un posto in griglia anche alcuni fondisti che, dopo le fatiche sugli sci, si preparano a nuove sfide in sella alla bicicletta, come l’atleta azzurro trentino Paolo Ventura, Stefano Mich e gli altoatesini Florian Cappello e Martin Taschler.
Entro sabato 2 aprile la quota d’iscrizione è fissata a 38 euro, poi passerà a 43 euro fino al 22 maggio. La grande festa in Valle di Fiemme e Fassa sta per arrivare.
Info: www.marcialonga.it

MARCIALONGA E WORLDLOPPET PEDALANO PER L’UCRAINA

MARCIALONGA E WORLDLOPPET PEDALANO PER L’UCRAINA

Il 29 maggio Marcialonga ‘Cycling’ Craft per élite ed amatori
Già 19 nazioni al via, tra gli italiani Avanzo, Spiazzi, Leonardi e Faoro
‘Ukraine Charity Loppet’: l’evento sportivo a sostegno dell’Ucraina
Ciclismo, corsa, sci, skiroll e SkiErg virtuali

Le vicende tragiche della guerra in Ucraina hanno spezzato il cuore di tutto il mondo, e ora si vuole tendere la mano. Marcialonga ha subito abbracciato il progetto di raccolta fondi lanciato da Worldloppet, la federazione di gare di sci di fondo di cui fa parte appunto il comitato trentino, attraverso il progetto “Ukraine Charity Loppet”. L’unione della nobile causa con la passione per lo sport ha dato vita ad un evento sportivo virtuale, a scelta fra ciclismo, sci di fondo, corsa, skiroll e SkiErg (pratica utilizzata per l’allenamento dello sci nordico). Fino al 30 aprile ci si potrà iscrivere on-line sul sito Marcialonga e Worldloppet, si potrà scegliere la disciplina e la lunghezza desiderata tra 42 km (40€) 21 km (30€) 10 km (20€) e open class (10€), la quota sarà interamente devoluta alla Croce Rossa Ucraina. Al termine della ‘gara’ si potrà scaricare la propria prestazione su smartphone e su smartwatch. La gara virtuale è aperta a tutti gli sportivi del mondo: l’unione fa la forza, che sia corsa, bicicletta o sci, let’s stand for Ukraine!
Domenica 29 maggio sulle strade delle Valli di Fiemme e Fassa si correrà la Marcialonga Cycling Craft, che l’esperto comitato di Marcialonga propone con due percorsi: Mediofondo di 80 km e un dislivello di 2.488m e Granfondo di 135 km e 3900m di dislivello, quest’ultimo con la salita del Passo S. Pellegrino che il giorno prima verrà affrontata, nel verso opposto, anche dai ‘pro’ del Giro d’Italia.
Sbirciando nella lista iscritti si contano già 19 nazioni partecipanti, tra gli italiani si sono prenotati un pettorale Francesco Avanzo e Davide Spiazzi, rispettivamente primo e terzo nel Mediofondo nel 2013, Jessica Leonardi, prima nel 2019 e nel 2018, e Liviana Faoro terza nel Mediofondo nel 2019. La gara trentina di ciclismo si riconferma all’interno dei rinomati circuiti italiani Alé Challenge, Prestigio e Acsi-Nalini Road Series.
Ecco quindi l’occasione giusta per prenotare in uno degli incantevoli ‘Friend Hotels’ sparsi tra le Valli di Fiemme e Fassa e respirare così l’aria ‘da Giro’. Le iscrizioni per la 14.a edizione sono disponibili ad un prezzo scontato di 38 euro entro il 2 aprile. Con l’arrivo della primavera le Valli di Fiemme e Fassa si trasformano nell’habitat naturale ideale per gli amanti delle due ruote.
Info: www.marcialonga.it

MARCIALONGA CYCLING CRAFT: ISCRIZIONI APERTE

MARCIALONGA CYCLING CRAFT: ISCRIZIONI APERTE

A otto mesi esatti dallo start dell’undicesima edizione della Cycling Craft, Marcialonga apre le iscrizioni per partecipare alla competizione ciclistica che si svolgerà il 4 giugno 2017.
Tante le novità che si prospettano all’orizzonte, una consuetudine che il comitato organizzatore della Marcialonga mette a disposizione degli appassionati che partecipano agli eventi trentini di Fiemme e Fassa, un rapporto ormai consolidato che permette agli aficionados di registrarsi con largo anticipo sapendo già cosa riceveranno in cambio: professionalità, organizzazione, competenza, qualità e, perché no, numerosi gadget e sfiziosi prodotti presenti nel pacco gara della manifestazione, che invoglieranno ancor di più i concorrenti ad iscriversi. Le quote di partenza per competere in uno dei due percorsi della Marcialonga Cycling Craft sono costituite da 30 euro fino a lunedì 10 ottobre, ergendosi a protagonisti dell’evento che permette di scegliere fra i 135 km dell’itinerario granfondo e gli 80 del tracciato mediofondo.
La partecipazione è aperta ai cicloamatori regolarmente tesserati agli Enti di promozione riconosciuti dal CONI per l’anno 2017 ed ai cicloturisti (solo per il percorso medio e senza classifica) con certificato medico sportivo valido.
L’iscrizione dà diritto di partecipazione alla gara, ad usufruire lungo il percorso dei rifornimenti, ad assistenza sanitaria e meccanica ed ai servizi all’arrivo come docce, pasta party, massaggi e deposito bici, ricevendo inoltre una medaglia ricordo dell’undicesima edizione.
Torna dunque la Marcialonga Cycling Craft e con essa le campagne di Marcialonga, un nome che richiama la bellezza delle valli trentine di Fiemme e Fassa, zone che fanno sentire gli sportivi in perfetta sintonia con la natura: “Questo è quello che vogliamo farvi vivere attraverso la Marcialonga, la sfida e l’agonismo sportivo, ma anche la connessione con la natura, con la sua bellezza e la sua energia. Vi immaginiamo così durante la gara e i vostri allenamenti: concentrati, grintosi e allo stesso tempo fisicamente e spiritualmente immersi nell’ambiente. Una vera e propria fusione con ciò che vi sta intorno”, una campagna pubblicitaria, quella del comitato organizzatore della Marcialonga, che ha preso il nome di ‘Embody Nature’.

Info: www.marcialonga.it e canali Facebook, Twitter, Instagram, Google+ e YouTube.