Tag: combinata nordica

Salto e Combinata Nordica in Val Di Fiemme. Kobayashi Imbattibile e Riiber Show in Coppa

Salto e Combinata Nordica in Val Di Fiemme. Kobayashi Imbattibile e Riiber Show in Coppa

Coppa del Mondo di Combinata Nordica e Salto Speciale dall’11 al 13 gennaio
Avvio di stagione dominante per il giapponese Ryoyu Kobayashi
Lillehammer Tour a Jarl Magnus Riiber, Samuel Costa e Alessandro Pittin a punti
Combinatisti e saltatori sul trampolino HS135 allo Stadio del Salto “Giuseppe Dal Ben”

Lo spettacolare gennaio fiemmese vedrà come primattori gli atleti di Combinata Nordica e Salto Speciale, di scena fra lo Stadio del Salto di Predazzo e il Centro del Fondo di Lago di Tesero (i primi), dall’11 al 13 gennaio nella trentina Val di Fiemme. La stagione di Coppa del Mondo sta entrando nel vivo e le sfide che anticipano gli appuntamenti fiemmesi si fanno più elettrizzanti che mai. A sorpresa, non è il polacco Kamil Stoch a dettar legge al Salto, bensì il giapponese Ryoyu Kobayashi, asso pigliatutto anche nella russa Nizhny-Tagil con una serie di salti impressionanti in stagione e su qualsiasi tipo di trampolino. Importanti anche i distacchi rifilati agli altri saltatori. L’avversario più insidioso pare essere un polacco, ma non è Stoch bensì Piotr Zyla, solido e costante. Un distacco già complicato da ricucire, ma il campione olimpico Stoch ci ha abituato ad imprese ben maggiori e tutto è possibile, la stagione è appena all’inizio e le tappe della Val di Fiemme sul trampolino HS135 potrebbero già far effettuare un primo bilancio. Tra i polacchi e il giapponese si sta ben distinguendo anche un norvegese, Johann Andre Forfang. Gli italiani Alex Insam, Davide Bresadola e Sebastian Colloredo sono invece attesi al salto di qualità, e si spera avvenga proprio a metà gennaio nella “culla dello sci nordico”.
Dal Salto Speciale alla Combinata Nordica, e a svettare al Lillehammer Tour è stato il norvegese Jarl Magnus Riiber che già la scorsa stagione in Val di Fiemme fece capire di essere sulla buona strada, soprattutto dal trampolino. Riiber ha ottenuto tre vittorie in tre giorni nel secondo appuntamento di Coppa del Mondo, e nell’ultima è riuscito ad imporsi nettamente nel salto per poi gestire nella seconda frazione fondistica. Battaglia aperta per i restanti piazzamenti, con l’altro norvegese, Joergen Graabak, a piazzarsi secondo davanti al tedesco Johannes Rydzek. Quarto il giapponese Akito Watabe mentre i nostri azzurri, Alessandro Pittin e Samuel Costa, hanno chiuso a punti con il primo a recuperare posizione su posizione nel fondo e chiudendo 25° dopo esser partito 43°, mentre Costa è giunto 29°. Migliorando al trampolino i due potrebbero davvero arrivare lontano, visti i buoni risultati ottenuti soprattutto nella prima Gundersen, nel fondo gli azzurri se la possono giocare con chiunque (Pittin 2° al Best Skier Trophy) e i gap dopo la prima frazione non sono stati proibitivi come nelle annate passate. Note liete per Costa, apparso completamente ristabilito dopo l’infortunio, ed anche Raffaele Buzzi è andato a punti.
Saltatori e combinatisti a gennaio saranno all’opera sul trampolino di Predazzo, lo Stadio del Salto “Giuseppe Dal Ben” conta sulla garanzia HS135 per le sfide di Coppa del Mondo di Salto Speciale e di Combinata Nordica con le Individual Gundersen e la Team Sprint. L’impianto è ora dotato anche di un nuovo trampolino HS66, una struttura che incastona il tassello mancante dando l’opportunità ai giovani – ma anche ai più forti specialisti – di cimentarsi con il trampolino “medio”, sovente usato dagli élite come base di partenza per lo start del training camp.

Info: www.fiemmeworldcup.com

COMBINATA NORDICA “TRADIZIONE” IN VAL DI FIEMME. COPPA DEL MONDO TRA PREDAZZO E LAGO DI TESERO

COMBINATA NORDICA “TRADIZIONE” IN VAL DI FIEMME. COPPA DEL MONDO TRA PREDAZZO E LAGO DI TESERO

Combinata Nordica in Val di Fiemme dall’11 al 13 gennaio
Nelle medesime giornate anche le sfide di Salto Speciale
La stagione di Coppa del Mondo è partita ufficialmente in terra finnica
“Jump in the Breakfast” gratuito per tutti gli spettatori

Grande ritorno del Salto Speciale in Val di Fiemme, ma anche della Coppa del Mondo di Combinata Nordica dall’11 al 13 gennaio, appuntamento divenuto ormai tradizione nel primo mese dell’anno, tra il Centro del Fondo di Lago di Tesero e lo Stadio del Salto di Predazzo.
A differenza dei saltatori, concentrati su una singola disciplina, i combinatisti se la dovranno vedere anche con lo sci di fondo, con i distacchi tra gli atleti nella seconda frazione determinati dall’esito della prima performance. La stagione di Coppa del Mondo è iniziata e a Ruka, in terra finnica, l’austriaco Mario Seidl conquista la prima Gundersen, con Jarl Magnus Riiber in seconda posizione confermando i propri progressi stagione dopo stagione. Gradino più basso del podio per il germanico Johannes Rydzek, sempre più costante e forse pronto a ricevere l’agognato passaggio di consegne da ‘sua maestà’ Eric Frenzel.
Numerose le difficoltà riscontrate dai protagonisti più attesi, in particolar modo nella frazione di salto, con Watabe, Graabak, Riessle e Frenzel a tentare una disperata rimonta sugli sci stretti. Prestazioni degli azzurri in chiaroscuro, la nota più lieta è certamente il rientro di Samuel Costa, 26° e subito a punti dopo un’annata abbondante più che travagliata e tre operazioni subite. Alessandro Pittin e Raffaele Buzzi fuori dal lotto dei migliori, con il carnico – unica medaglia olimpica nella storia della Combinata Nordica italiana – penalizzato per aver saltato in condizioni davvero difficili, facendosi poi valere (come sempre) sugli sci da fondo dove ha fatto registrare il sesto tempo.
A Ruka il team event ha visto invece primeggiare la Germania su Giappone e Norvegia, con l’Austria in quarta posizione assoluta.
Le sfide di Coppa sono appena cominciate, la strada è ancora lunga, e tra poco più di un mese gli azzurri si potranno godere gli appuntamenti “di casa” ed un programma decisamente allettante: giovedì 10 gennaio vi saranno già i primi balzi di qualifica allo Stadio del Salto di Predazzo, mentre da venerdì 11 gennaio s’inizierà a fare sul serio con la prima delle due Individual Gundersen HS135, salto in mattinata e fondo di 10 km nel pomeriggio. Sabato giornata tradizionale di prova a squadre Team Sprint HS135 / 2×7.5 km, mentre domenica altra Individual Gundersen tra lo Stadio del Salto e il Centro del Fondo di Lago di Tesero, con altri 10 km tutti da vivere e da gustare anche per gli spettatori presenti, i quali in mattinata a Predazzo potranno sorseggiare un cappuccino e gustarsi una brioche nella colazione gratuita ‘Jump in the Breakfast’ e il sabato sera la Winterfest al Tendone delle Feste di Lago di Tesero.

Info: www.fiemmeworldcup.com

COMBINATA E SALTO CON GLI SCI IN VAL DI FIEMME. SETTIMANA DI RADUNO PER GLI AZZURRI A PREDAZZO

COMBINATA E SALTO CON GLI SCI IN VAL DI FIEMME. SETTIMANA DI RADUNO PER GLI AZZURRI A PREDAZZO

Dall’11 al 13 gennaio le Coppe del Mondo in Val di Fiemme (TN)
Convocati Pittin, Buzzi, Kostner, Luca e Veronica Gianmoena, Parolari, Runggaldier e Maierhofer
Il prossimo gennaio cinque sfide di Coppa del Mondo in tre giorni
HS135 di Predazzo protagonista – frazioni di fondo a Lago di Tesero

Questa settimana la nazionale azzurra di combinata nordica è in raduno a Predazzo (TN), e tra i convocati del direttore tecnico Federico Rigoni vi sono Alessandro Pittin, Raffaele Buzzi, Aaron Kostner, Luca Gianmoena, Denis Parolari, Lukas Runggaldier, Veronica Gianmoena e Manuel Maierhofer.
Inizia dunque a delinearsi il team che disputerà la Coppa del Mondo proprio sul trampolino HS135 di Predazzo, dall’11 al 13 gennaio. Dopo il Tour de Ski infatti, il comitato organizzatore Fiemme Ski World Cup si metterà al lavoro in vista delle prove dei saltatori, non solo per quanto riguarda la combinata nordica ma anche per il salto con gli sci, che tornerà in Val di Fiemme nelle medesime giornate.
L’impianto trentino ove si trovano i trampolini è spesso scelto dagli agonisti di tutto il mondo anche per gli allenamenti, con atleti tedeschi, austriaci e polacchi sovente ad intervallarsi ai nostri azzurri, e dall’11 al 13 gennaio lo spettacolo di certo non mancherà sul trampolino HS135, con Predazzo sede delle frazioni di salto dei combinatisti e delle prove in notturna degli specialisti.
Numerosi i nomi di spicco ad intervallarsi nello scenario fiemmese, dal leggendario Kamil Stoch – tre ori olimpici e due mondiali – al combinatista Eric Frenzel, deludente lo scorso gennaio in Val di Fiemme ma frutto della preparazione mirata ai Giochi Olimpici di PyeongChang 2018, dove si portò a casa un’altra prestigiosa medaglia d’oro. Il germanico punta all’ennesima Coppa del Mondo e il trampolino predazzano è uno dei suoi preferiti, con performance strabilianti che spesso gli hanno fatto guadagnare buoni margini in vista delle successive frazioni sugli sci da fondo a Lago di Tesero.
Alla soddisfazione del comitato fiemmese va aggiunta quella dell’intera regione, grazie all’enorme visibilità che gli eventi daranno alle piste e al territorio. Gli appuntamenti di salto e combinata nordica saranno uno stimolo in più anche per i nostri azzurri, dall’unico medagliato olimpico nella disciplina Alessandro Pittin a Samuel Costa, di ritorno dopo essere stato a lungo ai box a causa di tre operazioni.
Gli appassionati potranno dunque assistere a cinque sfide di Coppa del Mondo di assoluto livello in tre giorni, eleggendo ancora una volta la Val di Fiemme a punto di riferimento assoluto delle discipline nordiche.

Info: www.fiemmeworldcup.com

PROVISIONAL ROUND DI COPPA DEL MONDO IN VAL DI FIEMME

PROVISIONAL ROUND DI COPPA DEL MONDO IN VAL DI FIEMME

ANDERSEN “THE BEST”, QUALIFICATO IL FRIULANO BUZZI

Coppa del Mondo di Combinata Nordica da oggi a domenica in Val di Fiemme (TN)
Salto di qualifica ad Espen Andersen davanti ad Akito Watabe e Mario Seidl
L’unico italiano a qualificarsi è Raffaele Buzzi, fuori Alessandro Pittin
Domani Individual Gundersen fra lo Stadio del Salto ed il Centro del Fondo

Giornata di “prove” in quel di Predazzo (TN) per lo start della Coppa del Mondo di combinata nordica.
Un “provisional round” di qualifica “utile” anche in caso di criticità col salto dei prossimi giorni in Val di Fiemme (TN), ma atto anche a determinare i migliori 50 che gareggeranno domani tra lo Stadio del Salto ed il Centro del Fondo di Lago di Tesero. Il migliore di giornata è stato il norvegese Espen Andersen (139.1) che si conferma ad alti livelli: “Non vedo l’ora di fare la prossima gara. I miei salti sembrano andar bene, quindi si vedrà!”, dietro di lui il giapponese Akito Watabe (137) e l’austriaco Mario Seidl (134.7).
4° il tedesco Johannes Rydzek (134.5): “Large Hill impegnativo, saranno gare durissime”, 5° Joergen Graabak (132.6) rimasto sulla “sedia del leader” per una manciata di secondi: “Penso proprio che ci aspettino giorni eccitanti!”, davanti a Fabian Riessle (132.5): “Il mio salto non è andato affatto male”.
25° il cinque volte campione Eric Frenzel (116.9) visibilmente deluso, mentre male gli italiani, con il solo Raffaele Buzzi (46°) ad entrare in gara (98.4): “Sono contento di essermi qualificato, ma domani speriamo di saltare meglio, perché questi non sono ancora i miei salti. Poi ho fatto fatica con la pista di lancio a trovare posizione, inoltre spero di riuscire a trovare anche una condizione migliore nel fondo”, mentre rimarranno fuori Armin Bauer: “È difficile dire cosa ci aspettiamo da queste gare, perché al momento non sto saltando benissimo e quindi è dura qualificarsi”, Aaron Kostner, Manuel Maierhofer, Lukas Runggaldier e l’esordiente Luca Gianmoena: “Competo dando il meglio di me stesso, non ho aspettative, l’importante è dare il massimo”. Peccato anche per Alessandro Pittin, 11° in Coppa del Mondo e a proprio agio anche sui Large Hill in questa stagione, giunto 57° alle spalle di Manuel Maierhofer: “Ultimamente ho avuto problemi di salute”, con Armin Bauer 60° e Luca Gianmoena 64°. Deluso Pittin: “Speriamo di trovare una soluzione, perché così non va”. Aaron Kostner è giunto 66° dopo una caduta, fortunatamente senza conseguenze, e 68° Lukas Runggaldier.
Domani prima Individual Gundersen con salti dal trampolino HS 135 alle ore 9.30 e 10 km di fondo (4 x 2.5 km) alle ore 13.30, sabato Team Sprint e domenica altra Individual Gundersen conclusiva sulle medesime distanze.
Info: www.fiemmeworldcup.com

Provisional Competition Round
1 ANDERSEN Espen NOR p. 139.1; 2 WATABE Akito JPN 137.0; 3 SEIDL Mario AUT 134.7; 4 RYDZEK Johannes GER 134.5; 5 GRAABAK Joergen NOR 132.6; 6 RIESSLE Fabian GER 132.5; 7 WATABE Yoshito JPN 128.9; 8 BRAUD Francois FRA 128.3; 9 PORTYK Tomas CZE 126.1; 10 FAISST Manuel GER 124.8;

COPPA DEL MONDO DI COMBINATA NORDICA

COPPA DEL MONDO DI COMBINATA NORDICA

ALESSANDRO PITTIN RACCONTA IL TRITTICO FIEMMESE

Coppa del Mondo di Combinata Nordica da giovedì a domenica 14 gennaio in Val di Fiemme (TN)
Comitato Fiemme Ski World Cup subito al lavoro dopo il Tour de Ski
Pittin, unica medaglia olimpica azzurra nella storia della disciplina, racconta le proprie sensazioni

Si tratta ormai di una tradizione per la Val di Fiemme (TN), dopo il Tour de Ski c’è la Coppa del Mondo di combinata nordica, al via sin da giovedì 11 gennaio per concludersi domenica 14 tra lo Stadio del Salto di Predazzo ed il Centro del Fondo di Lago di Tesero, con il comitato Fiemme Ski World Cup subito al lavoro per allestire le strutture di gara. La tappa estone di Otepää non si è potuta disputare, ed alcuni combinatisti hanno deciso di recarsi con anticipo in Val di Fiemme.
Tra loro era presente il nostro azzurro Alessandro Pittin, al Centro del Fondo poco prima delle sfide del Tour de Ski: “A proposito della tappa saltata, da un lato abbiamo evitato un bel viaggio, perché per una sola gara individuale andare in Estonia e tornare sarebbe stato un bello stress. Così abbiamo cambiato un po’ i programmi facendo allenamento in Val di Fiemme, sperando che questi giorni in più ci abbiano permesso di essere ancora più pronti”. Ma dove può arrivare Alessandro Pittin, 11° nella classifica generale di Coppa del Mondo, in Val di Fiemme? “Penso che finire nei primi 10, almeno in una delle due individuali, sarebbe già un buon risultato, perché qua non sono mai riuscito ad esprimermi al meglio. Ovviamente arriviamo da un quinto posto e un secondo posto nelle individuali, quindi proviamo anche qualcosa di più, sperando che la forma sul fondo sia quella buona di inizio stagione”.
Sensazioni confortanti per il carnico anche per quanto riguarda il salto, addirittura migliori dai trampolini che solitamente causavano “problemi”: “Possiamo fare bene, me la sto cavando anche sui trampolini grandi, anzi, spesso riesco a saltare meglio sul trampolino grande che su quello piccolo, quindi potrebbe essere una bella occasione per riuscire a fare un buon risultato in Val di Fiemme. Per passare dal trampolino piccolo a quello grande abbiamo lavorato tanto quest’estate su certi aspetti tecnici che mi hanno sempre limitato negli ultimi anni, soprattutto la fase di spinta e l’uscita dal dente, la prima parte di volo, i primi metri, e quelli sono importantissimi: più il trampolino è grande, più sono importanti quei 20/30 metri appena si esce in volo. Bisogna mantenere alta la velocità, e uno dei miei problemi era che rimanevo un po’ “fermo” e perdevo velocità, quindi ho lavorato tanto quest’estate, sono migliorato e si è visto soprattutto da inizio inverno che le cose stanno cominciando ad andare bene. Un po’ un’inversione di tendenza ma, per adesso, va bene così, mi dà più fiducia”.
Cosa potrà invece fare l’Italia in una Team Sprint priva di Samuel Costa? “Non c’è Samuel, che l’anno scorso stava saltando fortissimo, e sicuramente ci ha dato un grossissimo contributo per il podio, però le Team Sprint sono molto strane come gare, l’anno scorso le due nazioni più forti non hanno schierato i loro “top atleti”.
Chi saranno i favoriti secondo Pittin nelle gare individuali? “Norvegia e Germania su tutti, perché hanno due squadroni: l’hanno dimostrato l’anno scorso e ancora di più quest’anno. Sicuramente sono loro quelli da battere, poi c’è Watabe e anche un paio di austriaci che possono mettersi in mezzo se riescono a saltare forte, ma vedremo, forse questa pista qua non è proprio adattissima a loro perché bella dura, però le altre due nazioni, Norvegia e Germania, saranno là davanti. Rispetto a quello che hanno fatto l’anno scorso i tedeschi, quest’anno sono partiti molto in sordina e non hanno raccolto moltissimo fino adesso, sul fondo non li ho visti molto brillanti. Penso dipenda dalla preparazione”.
Dopo gli appuntamenti fiemmesi, solo una manciata di gare prima delle Olimpiadi di PyeongChang: “Io, da unico italiano medagliato alle Olimpiadi, vorrei cercare di arrivare là al massimo della forma, e quindi spero di mantenere questo livello perché siamo partiti molto bene quest’anno, sul salto c’è ancora qualcosa da aggiustare e migliorare per essere più continui e più stabili. Poi vedremo, non sono mai stato in Corea, per questo motivo non so come siano i trampolini. Da qui alle Olimpiadi non ci sono tante gare e nel mese di gennaio non prevedo di saltarne, visto che è già saltata la prima tappa e non credo abbia molto senso saltarne altre, anche perché adesso abbiamo fatto quasi un mese di pausa. Probabilmente non ci saremo all’ultima tappa prima delle Olimpiadi, che si terrà in Giappone, sia per avere la possibilità di fare un raduno pre-olimpico, sia perché diventa un viaggio in più abbastanza importante”.
Un commento infine sulla combinata femminile, un tassello che fatica ancora a prendere piede all’interno della disciplina: “Lo sviluppo del movimento, per adesso, è ancora molto lento: sono appena partite, bisognerà aspettare ancora un po’ di anni e, soprattutto, bisognerà aspettare che aumenti un po’ il numero delle partecipanti. Di conseguenza poi aumenteranno anche la qualità e il livello generale”.
Completeranno il parterre azzurro anche Armin Bauer, Aaron Kostner, Manuel Maierhofer, Lukas Runggaldier, Luca Gianmoena e Raffaele Buzzi, annunciati dal DT Sandro Pertile.
Il programma di giovedì vedrà il provisional round di qualifica alle ore 10, mentre venerdì 12 gennaio ci sarà l’Individual Gundersen con salti dal trampolino HS 135 alle ore 9.30 e 10 km di fondo (4 x 2.5 km) alle ore 13.30. Sabato salto per la Team Sprint in mattinata alle ore 10, seguita dall’epilogo della Team Sprint 2 x 7.5 km (5 x 1.5 km) alle ore 15.45. Domenica 14 gennaio altra Individual Gundersen, alle ore 10 con il salto e alle ore 13.45 con la frazione sugli sci da fondo di 10 km (4 x 2.5 km).
Info: www.fiemmeworldcup.com

VAL DI FIEMME “CULLA DELLO SCI NORDICO”

VAL DI FIEMME “CULLA DELLO SCI NORDICO”

DOPO IL TOUR DE SKI C’Ė LA COMBINATA NORDICA

Coppa del Mondo di Combinata Nordica dal 12 al 14 gennaio in Val di Fiemme (TN)
Dopo il Tour de Ski ancora sfide per il comitato Fiemme Ski World Cup
Winterfest, Jump in the Breakfast ed anche Mini Nordic Combined
Alessandro Pittin 11° in classifica generale, comanda il norvegese Schmid

Manca poco, pochissimo, alle spettacolari tappe fiemmesi del dodicesimo Tour de Ski, ma il comitato Fiemme Ski World Cup non si concede pause ospitando, la settimana successiva, la Coppa del Mondo di combinata nordica, da giovedì 11 a domenica 14 gennaio tra lo Stadio del Salto di Predazzo ed il Centro del Fondo di Lago di Tesero, in Val di Fiemme (TN).
Il programma sportivo e di contorno è di quelli da non perdere, ma non si dovrà attendere il weekend per assistere alle gesta degli “uomini volanti”, poiché sin da giovedì ci sarà il provisional round di qualifica (ore 10). Venerdì 12 gennaio Individual Gundersen con balzi dal trampolino HS 135 (ore 9.30) e 10 km di fondo (4 x 2.5 km) alle ore 13.30, mentre sabato 13 salto per la Team Sprint in mattinata (ore 10), con la possibilità di gustarsi, fin dalle ore 9, croissant e cappuccini offerti gratuitamente dai volontari trentini a tutti gli spettatori. Alle ore 14 dolce intermezzo con la novità assoluta rappresentata dalla Mini Nordic Combined (i più piccoli coraggiosi potranno provare l’ebrezza del salto dal trampolino piccolo di Fiemme gestisto dalla US Dolomitica e l’associazione Bambi sarà presente con altri giochi e trucca-bimbi), al Centro del Fondo di Lago di Tesero, seguita dall’epilogo della Team Sprint 2 x 7.5 km (5 x 1.5 km) alle ore 15.45, con la tradizionale Winterfest (ore 19.30) che concluderà la giornata al Fiemme Party Tent, tendone delle Feste a Lago di Tesero.
Domenica 14 gennaio si chiuderà in bellezza, tra Jump in the Breakfast ed altra Individual Gundersen, alle ore 10 con il salto e alle ore 13.45 con la frazione sugli sci da fondo di 10 km (4 x 2.5 km).
La FIS ha comunicato che la tappa estone di Coppa del Mondo di combinata nordica prevista ad Otepää questo weekend non verrà disputata, causa problematiche legate alle temperature, pertanto la Val di Fiemme sarà la prossima meta per i combinatisti, una tappa che assume ulteriore importanza poiché è una delle sole quattro che separano gli atleti dai Giochi Olimpici di PyeongChang.
I campi di gara fiemmesi sono magnificamente innevati e non aspettano altro che il disputarsi delle sfide, ricordando che i tecnici hanno deciso che gli atleti potranno saltare dal trampolino grande (Large Hill) in assoluta sicurezza un metro in più rispetto alle precedenti indicazioni (HS135).
In testa alle classifiche di Coppa del Mondo ci sono, come da tempo non si vedevano, due norvegesi: Jan Schmid ed Espen Andersen, con il giapponese Akito Watabe terzo ed il tedesco Johannes Rydzek quarto, solo settimo ed ottavo Fabian Riessle ed Eric Frenzel, ma la stagione olimpica è sempre ricca di incognite e quest’ultimo, cinque volte (consecutive) campione dell’ambita Coppa di Cristallo, pare sempre trovarsi a proprio agio in Trentino. Chi invece è tornato ai livelli che gli competono è l’azzurro Alessandro Pittin, undicesimo in classifica generale e giunto secondo alle spalle di Riessle nell’ultima tappa disputatasi a Ramsau (AUT), risultati che fanno sognare l’Italia ricordando che proprio il “Pittbull” fu il primo atleta azzurro a conquistare una medaglia (bronzo) nella storia della combinata nordica ai Giochi Olimpici, a buon intenditor…
Info: www.fiemmeworldcup.com

SPETTACOLO NORDICO IN VAL DI FIEMME (TN)

SPETTACOLO NORDICO IN VAL DI FIEMME (TN)

TOUR DE SKI E COMBINATA SOMMERSI DI NEVE ED INIZIATIVE

Tour de Ski con epilogo sull’Alpe Cermis il 6 e 7 gennaio
Coppa del Mondo di Combinata Nordica dal 12 al 14 gennaio
Après-Ski Race DJ Set, Tour del Gusto, Fiemme Rock & Roll e molto altro al Tour de Ski
Winterfest e la colazione gratuita Jump in the Breakfast per la Combinata Nordica

Comitato Fiemme Ski World Cup all’opera per realizzare i propri “grandi eventi” invernali, l’oramai prossimo Tour de Ski fra il Centro del Fondo di Lago di Tesero e l’Alpe Cermis, e la Coppa del Mondo di Combinata Nordica fra lo Stadio del Salto di Predazzo ed il Centro del Fondo.
Manifestazioni sportive d’inenarrabile bellezza e fatica, con la prima a disputarsi il 6 e 7 gennaio e la seconda dal 12 al 14 gennaio, grazie all’incommensurabile lavoro dei volontari fiemmesi, pronti a “spostarsi” immediatamente da una struttura all’altra garantendo massima qualità ai fondisti e combinatisti di Coppa del Mondo.
Ma la Val di Fiemme (TN) è capace di offrire anche tutta una serie di iniziative collaterali, coinvolgendo appassionati, spettatori o semplici curiosi, i quali potranno divertirsi e sostenere le performance degli atleti dalla prima all’ultima falcata. Venerdì sera alle ore 21 apertura scenografica con il concerto della Santoni Family Band al Fiemme Party Tent, mentre la gimkana per le categorie baby e cuccioli Fiemme Snow Kidz, novità assoluta accompagnata da musica dal vivo, aprirà le danze di sabato 6 gennaio alle ore 10, rifocillandosi poi con un delizioso pranzo trentino al tendone delle feste di Lago di Tesero. Le Mass Start femminile e maschile del Tour de Ski precederanno l’Après-Ski Race DJ Set delle ore 17, in compagnia dei Senselexx al tendone delle feste, ma il divertimento “bianco” proseguirà anche nelle ore successive con un invitante Felicetti Pasta Party alle ore 19.30 e nuovamente tanta musica con Fiemme Rock & Roll a partire dalle ore 21, questa volta sulle note dei gruppi musicali Killibilly’s ed Atrio.
“La febbre del sabato sera” anticiperà le contese più spettacolari dello sci di fondo, con gli amatori a dedicarsi alla Final Climb nell’evento di domenica mattina aperto a tutti, la “Rampa con i Campioni”, i fuoriclasse alla consueta e sontuosa Final Climb circondati dall’entusiasmo del foltissimo pubblico, e non è finita qui perché anche i giovani potranno cimentarsi in un’altra “prima”, la Junior Final Climb, mass start per la categoria ragazzi. A coronare il tutto ci penseranno le postazioni del Tour del Gusto lungo il percorso innevato, tutte da assaporare gustandosi una giornata di sport all’aria aperta.
Le iniziative di contorno del comitato Fiemme Ski World Cup non terminano qui, venendo esaltate e promosse anche nel fine settimana successivo, alla Coppa del Mondo di Combinata Nordica ci sarà infatti la Winterfest allo Sporting Center di Predazzo nella giornata di sabato a partire dalle ore 19.30, mentre sia sabato che domenica 14 gennaio tutti potranno gustare ‘Jump in the Breakfast’, croissant e cappuccini ammirando i balzi degli uomini volanti dello sci nordico.

UN MESE ALLA COPPA DEL MONDO DI COMBINATA NORDICA

UN MESE ALLA COPPA DEL MONDO DI COMBINATA NORDICA

PITTIN FA SOGNARE LA VAL DI FIEMME

Coppa del Mondo di Combinata Nordica dal 12 al 14 gennaio
Ancora spettacolo in Val di Fiemme (TN) dopo il Tour de Ski
Alessandro Pittin torna sui livelli che gli competono chiudendo 5° a Lillehammer
Winterfest e Jump in the Breakfast contorni gratuiti ad accompagnare le sfide

Il “Pittbull” è tornato. E questa è una buona notizia per tutti gli appassionati di combinata nordica che, dal 12 al 14 gennaio in Val di Fiemme (TN), potranno gustarsi le performance di un Alessandro Pittin in grande spolvero.
Il combinatista carnico è tornato a gareggiare come sa fare nell’ultima tappa di Coppa del Mondo, la Gundersen di Lillehammer (NOR), conquistando un quinto posto grazie ad un’autorevole rimonta sugli sci stretti, dopo una comunque buona prova al salto dal trampolino lungo HS138.
A precedere Pittin un trittico di norvegesi ed un tedesco: Espen Andersen, Jan Schmid, Joergen Graabak e Johannes Rydzek. “Sparito” invece dai radar di alta classifica l’altro germanico Eric Frenzel, detentore della Coppa di Cristallo ormai da tempo immemore, che forse si sta preservando in vista dell’appuntamento olimpico. Una prestazione, quella di Alessandro Pittin, che fa ben sperare per le sfide fiemmesi dal trampolino HS 135 dello Stadio del Salto di Predazzo e sugli sci al Centro del Fondo di Lago di Tesero, perle architettonico-sportive che rendono onore alla tradizione invernale della Val di Fiemme.
Il programma di scena tra un mese nella località trentina è di quelli da non perdere, a cominciare da giovedì 11 gennaio con il Provisional Round. Nella giornata di venerdì seguirà una Individual Gundersen dal trampolino HS135 e 10 km di fondo (4 x 2.5 km), mentre sabato verrà invece dedicato alle squadre con la tradizionale Team Sprint fiemmese dall’HS135 e 2 x 7.5 km di fondo, prima di concedersi un attimo di tregua sportiva brindando in serata alla Winterfest dello Sporting Center di Predazzo. Domenica ultima tornata di contese ardite con un’altra Gundersen, con la possibilità di gustarle gratuitamente grazie al Jump in the Breakfast fra croissant e cappuccini, prima di salutare un altro poker di giornate di sport in Val di Fiemme con la prova finale di fondo (4 x 2.5 km).
Sul teatro fondistico fiemmese è già scesa la neve ed ora al comitato Fiemme Ski World Cup non resta che far scattare il countdown…
Info: www.fiemmeworldcup.com

12° TOUR DE SKI E COMBINATA NORDICA

12° TOUR DE SKI E COMBINATA NORDICA

FIEMME SKI WORLD CUP ALL’OPERA PER I GRANDI EVENTI

12° Tour de Ski in Val di Fiemme (TN) il 6 e 7 gennaio
Coppa del Mondo di Combinata Nordica dal 12 al 14 gennaio
Ieri sera riunione dei capiservizio del Comitato Fiemme Ski World Cup
Illustrati i programmi e le novità delle prossime edizioni

Il Comitato Fiemme Ski World Cup, capitanato dal presidente Bruno Felicetti, si è radunato ieri nella consueta riunione dei capiservizio, una serata per programmare e definire gli ultimi dettagli in vista delle prestigiose sfide di Coppa del Mondo, il prossimo anno ai nastri di partenza con la finale del 12° Tour de Ski del 6 e 7 gennaio in Val di Fiemme (TN), e la Combinata Nordica, prevista dal 12 al 14 gennaio tra lo Stadio del Salto di Predazzo ed il Centro del Fondo di Lago di Tesero. Quest’ultimo, sottolineano gli organizzatori, è già innevato per 1,5 km, e lo sarà nella propria interezza all’avvio delle strepitose gesta dei campioni del fondo. Illustrati anche i programmi dei due attesissimi appuntamenti, con alcune novità quali Fiemme Snow Kidz di sabato 6 gennaio alle ore 10, la Gimkana per baby e cuccioli, accompagnata da musica dal vivo, il tutto aspettando la partenza della Mass Start femminile alle ore 14.15 a Lago di Tesero, non prima di essersi deliziati al tendone delle feste con un buon pranzo tipico. Premiate le donne, toccherà alla Mass Start maschile delle ore 15.45, a seguire grande festa con Après-Ski Race DJ Set con i Senselexx presso il Tendone delle Feste (Fiemme Party Tent) alle ore 17, Felicetti Pasta Party alle ore 19.30 e Fiemme Rock & Roll dalle ore 21, con i Killibilly’s e gli Atrio. Spettatori ed appassionati potranno rimanere alzati fino a notte fonda, ma i fuoriclasse del fondo e gli amatori dovranno invece andare a letto presto, perché domenica 7 gennaio alle ore 9.30 scatta l’evento aperto a tutti “Rampa con i Campioni”, per chi avesse il desiderio e il coraggio di sfidare la leggendaria Final Climb. Campioni sul manto della pista Olimpia III di 9 km alle ore 11.30 (donne) e alle ore 14.30 (uomini). Nel mezzo, altra novità per i ragazzi con la prima edizione della Junior Final Climb, mass start della categoria ragazzi anche per incentivare i più giovani a divertirsi nel magico mondo della neve.
Meno di una settimana più tardi ecco approdare in Val di Fiemme la Coppa del Mondo di Combinata Nordica, con salto di prova sin da giovedì 11 gennaio alle ore 9 e qualifica della prima gara individuale dall’HS 135 un’ora più tardi. Venerdì si fa già sul serio, Individual Gundersen alle ore 9.30 dal trampolino e 10 km di fondo (4 x 2.5 km) alle ore 13.30. Sabato toccherà alle squadre con la Team Sprint HS 135 alle ore 10 e 2 x 7.5 km alle ore 15.45, a seguire premiazioni e tradizionale Winterfest allo Sporting Center di Predazzo a partire dalle ore 19.30. Domenica 14 gennaio una seconda prova individuale alle ore 10, anticipata da croissant e cappuccini gratis per tutti con il Jump in the Breakfast, con la prova finale allo stadio del fondo che scatterà alle ore 13.45 (4 x 2.5 km).
Sfide eccezionali, con il comitato fiemmese “padrone di casa” quando si tratta di sci nordico, sempre presente nelle figure del presidente Bruno Felicetti, del vicepresidente e responsabile dei volontari Mauro Dezulian, del segretario generale e responsabile dell’area sport Cristina Bellante, e di tutte le persone fondamentali ringraziate una ad una nel corso della serata d’incontro, tra le quali 50 capiservizio cui fanno riferimento centinaia di volontari, senza i quali sarebbe impossibile realizzare nella “culla dello sci nordico” eventi di tale calibro.
Info: www.fiemmeworldcup.com

COMBINATA NORDICA AI NASTRI DI PARTENZA

COMBINATA NORDICA AI NASTRI DI PARTENZA

PITTIN & SOCI A GENNAIO IN VAL DI FIEMME (TN)

Coppa del Mondo di combinata nordica al via oggi a Ruka (FIN)
Dal 12 al 14 gennaio Val di Fiemme protagonista in Coppa del Mondo
Costa infortunato, tocca a Pittin ‘caricarsi la squadra sulle spalle’ nell’anno olimpico
“Jump in the Breakfast” colazione gratuita per i presenti allo Stadio del Salto di Predazzo

L’ora è giunta. La Coppa del Mondo di combinata nordica è pronta a scattare e a partire da oggi a Ruka, in Finlandia, si svolgeranno tre Gundersen, una di 5 km e due di 10 km.
La Val di Fiemme (TN) ospiterà invece i combinatisti dal 12 al 14 gennaio, con altre tre sfide da far accapponare la pelle, costituite da una Gundersen dall’HS135 di Predazzo con 10 km di fondo a Lago di Tesero, una sprint a squadre con 7.5 km di fondo, ed un’altra Gundersen dal Large Hill e 10 km di sci di fondo.
L’Italia poggia le proprie speranze su un ritrovato Alessandro Pittin che bene ha figurato negli appuntamenti estivi, mentre dovrà fare a meno dello sfortunato Samuel Costa, alle prese con un infortunio che probabilmente lo terrà ai box per il resto della stagione.
Per quanto riguarda la vittoria assoluta nessuno sembra poter scalfire i germanici Eric Frenzel e Johannes Rydzek, con quest’ultimo ad essere probabilmente l’unico combinatista capace di insidiare Frenzel, il quale si staglia sul trono del mondo da cinque annate consecutive, avendo distrutto anche il record di Manninen.
Frenzel e Rydzek sono gli atleti più completi, gli altri dovranno fare i conti con le proprie ‘pecche’, il giapponese Akito Watabe è fenomenale al salto ma deficitario sugli sci stretti, così come l’austriaco Mario Seidl, e il norvegese Jarl Magnus Riiber a rappresentare un valido outsider. Occhio anche all’appuntamento olimpico, con molti atleti a preservarsi in vista di PyeongChang.
In terra fiemmese si salterà anche… in occasione della colazione gratuita riservata a tutti gli appassionati nel pre-gara. Un “Jump in the Breakfast” prima di assistere alle gesta degli uomini volanti allo Stadio del Salto di Predazzo, spostandosi qualche ora più tardi al Centro del Fondo di Lago di Tesero.
Dopo il Tour de Ski c’è la combinata nordica, la Val di Fiemme si riconferma a gran voce la “culla dello sci nordico”.
Info: www.fiemmeworldcup.com