Tag: ciclismo

DOLOMITI SUPERBIKE: “LOCALS” A RACCOLTA! OGGI GIORNATA MONDIALE DELLA BICICLETTA

DOLOMITI SUPERBIKE: “LOCALS” A RACCOLTA! OGGI GIORNATA MONDIALE DELLA BICICLETTA

Il 13 luglio Südtirol Dolomiti Superbike
25.a edizione parte dei 21 eventi di Formula Bici
3.500 iscritti – cambio tariffa a quota 4000
80 euro la quota di partecipazione

Oggi anche la Südtirol Dolomiti Superbike del 13 luglio festeggia la Giornata Mondiale della Bicicletta, istituita dall’ONU e divenuta ‘simbolo’ di quel mezzo che tutti amano e che permette di spostarsi in maniera comoda, pratica e sana, in ogni parte del mondo. Manifestazioni ciclistiche e mezzi vanno sempre più verso la sostenibilità, e qualcuno ha addirittura voluto candidare la bicicletta per il Nobel per la pace, perché “non causa guerre (avete mai visto una guerra in bicicletta?), non inquina, riduce gli incidenti stradali, elimina le distanze tra i popoli, è uno strumento di crescita per l’infanzia e, in passato, è stata usata dai movimenti di liberazione e resistenza di molti paesi”. Chi lavora in questo senso è il comitato di Formula Bici – 21 eventi tra granfondo, vintage, mtb, a tappe, cronoscalate – con l’obiettivo di migliorare la sicurezza sulle strade e spingere a pedalare per fare del bene a sé stessi e all’ambiente circostante. Il presidente Roberto Sgalla afferma infatti come la bicicletta sia “un importante strumento per la promozione del territorio”. E tra i contest di Formula Bici vi è proprio la Südtirol Dolomiti Superbike, giunta a quota 3500 bikers, ma per conquistare quota 4.000 serve l’apporto degli ‘italiani mancanti’ – ‘locals’ in primis – anche perché il cambio tariffa si sta avvicinando, ricordando che superata la soglia dei 4.000 la cifra d’iscrizione aumenterà rispetto agli 80 euro attuali, comprensivi di bike shirt, prodotti tipici, materiale informativo, pettorale e pasta party. Il comitato altoatesino presieduto da Kurt Ploner è alle prese con la neve, ma in vista del 13 luglio – vista anche la calura di questi giorni – tutto sarà ‘sereno’ per poter percorrere al meglio i due impegnativi tracciati di 113 km e 3.357 metri di dislivello e di 60 km e 1.785 metri di dislivello. L’altoatesina Villabassa rappresenterà il centro logistico delle operazioni, nonché lo scenario di partenza di una manifestazione che vanta una serie di punti paesaggistici talmente incantevoli da far ‘vacillare’ la competitività dei bikers stessi, i quali non disdegnerebbero qualche sosta… Ecco così la vista Tre Cime, i mirabili single track, i passaggi fra i boschi dell’Alto Adige e le Dolomiti Patrimonio UNESCO, un menù tutto da vivere fra percorsi che rappresentano – anche a detta degli stessi bikers – l’essenza della mountain bike. La MTB e gli sterrati altoatesini, un binomio vincente capace di soddisfare i palati più esigenti, e un motivo in più per iscriversi è la presenza di un’organizzazione eccellente come quella della Südtirol Dolomiti Superbike, la quale propone un dispiegamento di forze volontarie davvero notevole per offrire il massimo ad ogni corridore.

Info: www.dolomitisuperbike.com/it

QUOTE LEGGENDARIE IN SCADENZA ALLA “CHARLY GAUL”. SALITA MITICA IN TOUR SULLE STRADE DEI CAMPIONI

QUOTE LEGGENDARIE IN SCADENZA ALLA “CHARLY GAUL”. SALITA MITICA IN TOUR SULLE STRADE DEI CAMPIONI

“La Leggendaria Charly Gaul” dal 12 al 14 luglio
30 aprile deadline delle tariffe agevolate di tutti gli eventi
Doppio appuntamento UCI Gran Fondo World Series e Ciclostorica
Tre tour di tre difficoltà, nuova iniziativa di APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi

Quote agevolate de “La Leggendaria Charly Gaul” – dal 12 al 14 luglio – in scadenza a fine mese.
Il C.O. di APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e ASD Charly Gaul Internazionale si occuperà di allestire la prova regina di Trento, regalando a tutti i pedalatori tre sfide ciclistiche in tre giorni, cominciando dalla cronometro di Cavedine UCI Gran Fondo World Series di venerdì 12 luglio, ‘rilassandosi’ poi in sella con “Lo Sceriffo” Francesco Moser alla Ciclostorica “La Moserissima” di sabato 13 luglio fra abbigliamento d’epoca e “cavalli d’acciaio”, e chiudendo l’apoteosi sportiva a “La Leggendaria Charly Gaul” domenicale, anch’essa prestigiosa tappa UCI Gran Fondo World Series. Entro il 30 aprile le quote di partecipazione saranno così costituite: 52 euro per l’iscrizione a uno dei percorsi di 141 km e 4000 metri di dislivello o di 57 km e 2000 metri di dislivello de “La Leggendaria Charly Gaul”, 70 euro in abbinamento alla cronometro, e 35 euro per “La Moserissima”. Ma le emozioni erano tante, troppe, per racchiuderle in una sola giornata. Così il comitato organizzatore di APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e ASD Charly Gaul Internazionale ha pensato bene di proporre un’allettante iniziativa per far conoscere la mitica salita trentina a tutti gli appassionati di ciclismo, oltre alla possibilità di gareggiare alla quattordicesima edizione de “La Leggendaria Charly Gaul”, allenandosi in vista dell’evento clou sulle strade dei campioni.
“Tre tour guidati con tre difficoltà differenti, adatti a corridori esperti o semplicemente simpatizzanti del turismo sostenibile su due ruote”, con il primo che porterà alla scoperta della città del Concilio in bicicletta dal 19 aprile al 25 aprile, proponendo anche una degustazione in cantina, il secondo in e-bike sul Monte Bondone, effettuabile per ora solo a Pasqua, così come l’ultimo tour “rivivi la storia di una salita mitica”, in bici da corsa sulle orme dell’atleta lussemburghese Charly Gaul che fece la storia del ciclismo, scendendo la Valle dei Laghi fino a scorgere il Lago di Garda e completando un totale di 120 km, alla cifra complessiva di 110 euro, ricordando che il punto d’incontro sarà l’ufficio informazioni di Piazza Dante a Trento.

Per info ed iscrizioni: http://bit.ly/APasquaInBici e www.laleggendariacharlygaul.it

MARCIALONGA SUI PEDALI. CRAFT SVELA IL PACCO GARA

MARCIALONGA SUI PEDALI. CRAFT SVELA IL PACCO GARA

13.a Marcialonga Craft il 2 giugno nelle Valli di Fiemme e Fassa

Partenza da Predazzo alla volta dei percorsi mediofondo e granfondo

Adesioni raddoppiate rispetto alla scorsa edizione

Minicycling allettante contorno per giovani fino a 16 anni

Affrontare una dopo l’altra le mirabili erte dolomitiche, sfilando lungo i caratteristici paesini delle Valli di Fiemme e Fassa, partendo e arrivando a Predazzo ed usufruendo della perfetta macchina organizzativa del comitato trentino della Marcialonga, a meno di 100 giorni dal via la Marcialonga Craft del 2 giugno esce allo scoperto, svelando anche il proprio pacco gara. Gli affezionati corridori che tra qualche mese si metteranno alla prova nel dolce intermezzo ciclistico tra la Marcialonga invernale di sci di fondo e la Marcialonga Coop podistica potranno infatti usufruire di un’utile giacca tecnica senza maniche, comoda e pratica per tutti i mesi dell’anno, fornita da Craft Sportswear ai partecipanti della tredicesima Marcialonga Craft. I fortunati che hanno potuto recarsi alla kermesse veronese del Cosmo Bike hanno potuto scorgere con anticipo il pacco gara 2019, svelato ora a tutti i concorrenti che potranno cimentarsi su uno dei due spettacolari percorsi di 80 km e 2488 metri di dislivello (mediofondo) e di 135 km e 3900 metri di dislivello (granfondo), lungo i leggendari passi dolomitici Costalunga, Pampeago, San Pellegrino e Valles.

Le iscrizioni ammontano a 38 euro entro il 4 aprile. Soddisfazione da parte del direttore generale Davide Stoffie proprio su questo versante: “Abbiamo più che raddoppiato il numero di iscrizioni rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, ci fa piacere perché significa che stiamo lavorando bene”.

I prodotti proposti da Marcialonga non si limitano ai pacchi gara della manifestazione, è infatti a disposizione la collezione Sportswear & Gadget Marcialonga sulla moderna linea di design ispirata al nuovo logo. Nel 2019, accanto alle t-shirt maschili, viene presentata anche una nuova collezione dedicata alle donne, dal taglio sfiancato e dai colori più femminili, ed una collezione “kids limited edition” in vendita presso la sede Marcialonga oppure on-line su all4cycling.com. A proposito di bambini, il comitato Marcialonga riserva sempre iniziative di contorno per tutte le età, e Marcialonga Craft non sarà da meno con la Minicycling in mountain bike dedicata ai giovani ciclisti fino a 16 anni e facente parte del Circuito Minibike di Fiemme e Fassa. Le categorie “topolini”, “pulcini”, “baby”, “cuccioli”, “esordienti” e “allievi” si sfideranno lungo una gimkana di 850 metri per le vie del centro storico di Predazzo, da percorrere più volte in base alla categoria, sempre indossando il caschetto protettivo.

Info: www.marcialonga.it  

MARCIALONGA CRAFT SULLA VIA… DELLE DOLOMITI. TRACCIATI RIVISITATI E PAESAGGI “DA CARTOLINA”

MARCIALONGA CRAFT SULLA VIA… DELLE DOLOMITI. TRACCIATI RIVISITATI E PAESAGGI “DA CARTOLINA”

Marcialonga Craft di ciclismo nelle Valli di Fiemme e Fassa il 2 giugno

Mediofondo di 80 km e 2488 metri di dislivello, granfondo di 135 km e 3900 metri di dislivello

Nuovo caratteristico passaggio accanto al Lago di Carezza

Start in direzione Val di Fassa e finish line a Predazzo, iscrizioni aperte a 38 euro

La maratona fondistica di Fiemme e Fassa è da poco trascorsa, ma è già ora di pensare all’altra Marcialonga, quella ciclistica prevista per il 2 giugno.

Un percorso mediofondo di 80 km e 2488 metri di dislivello, un percorso granfondo di 135 km e 3900 metri di dislivello, la Marcialonga Craft si rinnova e in parte si rivoluziona, ma a cambiare non sarà l’aspetto organizzativo apprezzato in tutta Italia e nel mondo. Predazzo rimarrà quartier generale della manifestazione, fra Expo e spettacoli d’intrattenimento, prima dello start ufficiale della tredicesima edizione. Conferme e tante novità baceranno l’evento, con il percorso che imboccherà la direzione della Val di Fassa anziché quella della Val di Fiemme, partendo subito forte sulla via… delle Dolomiti, con la svolta a Sen Jan di Fassa e l’ascesa del Passo Costalunga, quindi il suggestivo passaggio accanto al Lago di Carezza, la cui magia e bellezza sono note in tutto il mondo, incastonato fra gli abeti alle pendici del massiccio del Latemar, a specchiarsi nella sua acqua cristallina. Dopo un’erta impegnativa v’è subito una discesa a perdifiato fra i paesi caratteristici, prima di affrontare la mitica scalata al Passo di Pampeago, impennata eroica sulle orme dei professionisti del Giro d’Italia, da non perdere quando si pedala in Trentino e si vuole far i conti con la storia e la fatica. La picchiata si fa sempre più veloce ritornando a Predazzo per la fatidica decisione: fermarsi al traguardo della mediofondo o proseguire con il percorso granfondo?

Nel secondo caso nuovo passaggio a Moena, la “Fata delle Dolomiti”, e ascesa al Passo San Pellegrino – sede del ritiro dello “squalo” Vincenzo Nibali e di tutta la Bahrain Merida Pro Cycling Team – salita altrettanto significativa dal punto di vista sportivo ma anche nota per le vicissitudini della Grande Guerra. Dal Trentino al Veneto per la scalata al Passo Valles, al cospetto delle imponenti e scenografiche Pale di San Martino. Gli alberi secolari del Parco Naturale di Paneveggio concederanno la passeggiata conclusiva su due ruote, con gli atleti a scendere per l’ultima volta verso Predazzo dove verrà situata la finish line, immutata rispetto alle precedenti edizioni. Nel mezzo, una miriade di cambiamenti e chicche che renderanno imperdibile la rinnovata Marcialonga Craft, entrata nel challenge Prestigio. Il comitato organizzatore trentino non si ferma qui, sabato 1° giugno il Giro d’Italia passa infatti da queste parti, e di certo le sorprese non mancheranno… Stay tuned! Le iscrizioni sono aperte alla cifra di 38 euro entro il 4 aprile.                                       

Info: www.marcialonga.it