Tag: cavalese

TUTTA LA SOLIDARIETÀ DI MARCIALONGA. LA STAFFETTA CORRE PER IL PROSSIMO

TUTTA LA SOLIDARIETÀ DI MARCIALONGA. LA STAFFETTA CORRE PER IL PROSSIMO

Il 1° settembre Marcialonga Coop nelle Valli di Fiemme e Fassa
Da Moena a Cavalese anche in staffetta a 3
Iscrizioni delle staffette solo tramite le associazioni di beneficenza

Marcialonga fa (anche) rima con solidarietà, e da qualche stagione la podistica Coop settembrina – oltre alla consueta competizione di 26 km – abbina una prova a staffetta che da quest’anno diverrà a tutti gli effetti di beneficenza, correndo per sé stessi e per il prossimo. Il 1° settembre, sul tracciato che partirà da Moena e arriverà a Cavalese, sfileranno sia ‘i solitari’ sia gli staffettisti con squadre composte da tre componenti, maschili, femminili oppure miste. Il percorso sarà il medesimo dallo start alla finish line, ma per le staffette verrà suddiviso in tre frazioni: 10 km da Moena a Predazzo, 8 km da Predazzo a Lago di Tesero e altri 8 km da Lago di Tesero a Cavalese. L’intento del comitato Marcialonga è duplice: “divertirsi correndo con i propri amici, condividendo le emozioni dei 26 km del percorso Marcialonga Coop, e raccogliere fondi per sostenere importanti progetti benefici”. Ma non è tutto, poiché se già negli anni scorsi si poteva scegliere di aiutare un’associazione benefica partner, ora invece ci si potrà iscrivere alla gara a staffetta esclusivamente attraverso una delle Organizzazioni Non Profit indicate dal comitato. Il progetto di fundraising permette di contribuire attivamente, basterà scegliere la non profit e perfezionare l’iscrizione. L’idea di un’iniziativa di questo tipo si sviluppò in occasione della Milano Marathon a sostegno di Sport Senza Frontiere, quando il team Marcialonga vi partecipò. Da questa esperienza diretta è iniziata una proficua collaborazione, concretizzatasi proprio con la staffetta di solidarietà, allargando il progetto anche ad altre realtà territoriali e trasformando i runners stessi nei veri protagonisti del progetto. Iscriversi alla staffetta è dunque possibile esclusivamente tramite una delle seguenti Organizzazioni Non Profit aderenti al Charity Program: “Gruppo Trentino Volontariato”, con i fondi utilizzati per supportare il progetto “Acqua per tutti” nella provincia di Ha Giang nel Nord del Vietnam, “SportAbili Predazzo” per aiutare le persone con disabilità a svolgere attività sportive altrimenti inaccessibili, “La Voce delle Donne” a devolvere l’importo a donne che vivono un momento di difficoltà, “Sport Senza Frontiere Onlus” con la mission di includere, attraverso lo sport, bambini e ragazzi che vivono in condizioni di disagio socio-economico, “Africa & Sport” come nel caso dei corridori Run2gether protagonisti delle passate edizioni di Marcialonga Coop (spesso con vittoria finale…), “Croce Rossa Italiana – sezione Val di Fassa” da sempre sostenitore di Marcialonga, “Apeiron” devolvendo i fondi a CASANepal, struttura protetta nata nel 2007 e che ospita temporaneamente donne che hanno subito violenze e discriminazioni di genere, “Cooperativa Sociale le Rais” consegnando una t-shirt omaggio a chi aderirà alla causa dell’associazione creata per dare risposte innovative ad alcuni bisogni sociali ed educativi presenti sul territorio della Val di Fiemme e Fassa, e “LILT sezione Trento” con ricavati utilizzati per sostenere il Servizio di Ospitalità e di Accompagnamento dei pazienti oncologici adulti e bambini, il cui presidente è proprio uno degli storici fondatori di Marcialonga, Mario Cristofolini, ‘anima’ anche di Marcialonga Stars, progetto collaterale di beneficenza della ski-marathon.

Info: www.marcialonga.it

VAL DI FIEMME CASA DEI CAMPIONI: PREMIATI I MIGLIORI E ORA SOGNO A CINQUE CERCHI

VAL DI FIEMME CASA DEI CAMPIONI: PREMIATI I MIGLIORI E ORA SOGNO A CINQUE CERCHI

Alessandro Pittin, Dorothea Wierer, Fabrizio Casal

Premiazione dei migliori atleti fiemmesi della stagione 2018/2019 al Palafiemme di Cavalese
Iniziativa Fiemme Ski World Cup, Comunità Territoriale e Provincia Autonoma di Trento
Premiati tra gli altri Giacomo Bertagnolli, Fabrizio Casal, Alessandro Pittin e Dorothea Wierer
Il presidente di Fiemme Ski World Cup Felicetti si dice fiducioso in vista del 24 giugno

Ieri sera i migliori atleti fiemmesi della stagione 2018/2019 sono stati premiati – su iniziativa di Fiemme Ski World Cup, Comunità Territoriale e Provincia Autonoma di Trento – al Palafiemme di Cavalese, in Trentino. A salire sul podio tutti gli atleti residenti in Val di Fiemme che hanno ottenuto negli sport invernali almeno una convocazione ai Campionati del Mondo Assoluti, ai Campionati del Mondo Junior / U23, a gare di Coppa del Mondo, ad aver conquistato un podio ai Campionati Italiani Assoluti o ai Campionati Italiani di altre categorie (esclusi Master), o una convocazione alle Universiadi.
Erano presenti tra gli altri anche l’Assessore provinciale Roberto Failoni, l’Assessore comunale Paolo Gilmozzi, il delegato trentino del Comitato italiano paralimpico Massimo Bernardoni, il consigliere provinciale Pietro De Godenz, Elisa Sardagna della Comunità Territoriale della Val di Fiemme e Tiziano Mellarini di FISI Trentino.
Applausi scroscianti per i fenomeni Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal (assente per soggiorno studio – era presente il padre), atleti paralimpici delle Fiamme Gialle di sci alpino, capaci di conquistare un argento mondiale in gigante, un oro in slalom, oro in discesa libera, oro in super G e in super combinata. Grande risalto nel corso della serata anche alle punte di diamante “adottive” come Dorothea Wierer, residente in Val di Fiemme assieme al marito: “Sono felice di questo premio. La stagione è finita e stiamo già pensando alla prossima dopo un mese di vacanza con tantissimi impegni. L’interesse che gravita attorno al biathlon fa piacere, con i nostri risultati abbiamo fatto appassionare tantissima gente, nonostante sia uno sport di nicchia”, e Alessandro Pittin, combinatista per il quale la Val di Fiemme è ormai una seconda casa: “A Predazzo mi sento di casa e lo Stadio del Salto è il centro migliore d’Italia per il salto con gli sci. Penso di essere definito ormai un fiemmese. Ora speriamo tutti assieme nelle Olimpiadi”.
Il presidente del comitato Fiemme Ski World Cup Bruno Felicetti ci crede: “Assieme alla Comunità di valle abbiamo pensato come fosse doveroso organizzare un momento di festa per tutti i nostri atleti, dai più giovani ai grandi campioni. Mi sembrava giusto tirare le somme sia premiando sia essendo da stimolo. Il 24 giugno speriamo di poter portare a casa un sogno. Nel frattempo andremo avanti con le gare di Coppa del Mondo e il Tour de Ski, che avrà delle novità, la consolidata Combinata Nordica e il Salto Speciale riconfermato, un altro piccolo mondiale di dieci giorni in vista per noi”.
La comunità fiemmese ha poi urlato “siamo orgogliosi di voi” anche a Sebastiano Zorzi e Amelia Rigatti Di Grazia (sci alpino), Luca e Veronica Gianmoena, Denis Parolari e Jacopo Bortolas (combinata), Annika Sieff, Luca Libener, Jahid Ouachi e Bryan Venturini (salto e combinata), Arianna Sieff (salto speciale), Simone Daprà, Sara Pellegrini, Giacomo Gabrielli, Paolo Ventura, Ilenia Defrancesco, Paolo Fanton, Stefano Dellagiacoma, Stefano Gardener, Nicole Monsorno, Davide Facchini, Riccardo Bernardi, Matteo Ferrari, Silvia Campione, Denis Doliana, Matteo Franzoni, Annalisa Varesco (sci di fondo), Marina Piredda (pattinaggio artistico), Stefania e Francesco Corradini, Davide Comai, Alice Ventura, Stefania Monsorno, Federico Marta e Mattias Trettel (sci orienteering), Eleonora Dalprà (hockey su ghiaccio), Thomas Baldessari (biathlon). I prossimi impegni per il comitato fiemmese saranno l’Assegnazione delle Olimpiadi 2026 (24 giugno), il 6 luglio con Red Bull 400, il 14-15 settembre con le Finali Coppa del Mondo FIS di Skiroll, mentre gli appuntamenti con Tour de Ski e Coppa del Mondo di Combinata Nordica e Salto Speciale andranno in scena rispettivamente il 4 e 5 gennaio e il 10-11 e 12 gennaio 2020.

Info: www.fiemmeworldcup.com

Download immagini TV: www.broadcaster.it