Tag: Campionati Italiani

Skiroll di lusso a Trento e sul Bondone: Trento Eventi Sport e Team Futura al lavoro

Skiroll di lusso a Trento e sul Bondone: Trento Eventi Sport e Team Futura al lavoro

Presentato oggi presso l’APT di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi l’evento del weekend
Campionato Italiano e Coppa Italia di Skiroll, due giorni di spettacolo
Cinque campioni del mondo in gara: i fratelli Becchis, Tanel, Borettaz e Berlanda
Sabato si corre al MUSE, domenica sul Monte Bondone

Si danza in punta di piedi, ma si può danzare anche sugli skiroll. A ritmo di rock & roll con il Campionato Italiano Sprint sabato a Trento nel quartiere delle Albere, con l’eleganza della tecnica classica domenica sui tornanti del Monte Bondone per la Coppa Italia.
Il weekend trentino dello skiroll è stato presentato oggi presso la sede dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi col dettaglio del programma di gara. Saranno due giornate davvero frizzanti (e non solo per l’aria fresca di questo inizio d’autunno) con sfide elettrizzanti a partire dalle 14.30 di sabato. In Corso del Lavoro e della Scienza i migliori sprinter italiani, dai giovani agli esperti master, saranno a caccia del titolo tricolore nella gara proposta da Trento Eventi Sport e allestita tecnicamente dal Team Futura con la partnership della APT cittadina. L’organizzazione è già a buon punto, mancano solo gli ultimi dettagli, in particolare per la nuova location della sprint.
Per primo ha preso la parola Matteo Agnolin, direttore dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi: “Mi piace l’idea di essere riusciti, insieme a Team Futura e Trento Eventi Sport, a spostare la prova sprint nell’area del MUSE, cavalcando anche l’onda degli Europei di ciclismo: è una zona che viene via via valorizzata tramite lo sport, rappresentando un palcoscenico rilevante”. Entusiasmo tra le fila di Trento Eventi Sport, come ha sottolineato il presidente Renato Villotti: “Abbiamo organizzato un evento che ritengo molto importante per il territorio, collaborando con Team Futura e con lo staff di APT. Sempre più si organizzano le manifestazioni attraverso la collaborazione di più soggetti, cosa che porta a nuove idee e innovazione. Trento è stata riconosciuta a livello nazionale come la provincia italiana con più eventi sportivi, migliorando il PIL del turismo e di conseguenza il PIL del Trentino.”
Andrea Buttaboni, presidente del Team Futura, ha invece puntualizzato: “Lo skiroll è una nostra peculiarità. Siamo in scena da 40 anni con lo sci di fondo e lo skiroll, è uno dei nostri campi preferiti di lavoro e di partecipazione”.
Marco Zoller, responsabile dell’area nordica della FISI trentina, ha portato i saluti del presidente Mellarini e di Sepp Chenetti, responsabile fondo e allenatore, assicurando la presenza di tutti gli atleti del comitato. Tra gli interventi, particolarmente seguito quello di Alessio Berlanda, tre titoli mondiali sprint in bacheca: “Quella del MUSE è una zona affascinante. Tecnicamente per la sprint c’è un bel tracciato lineare su entrambe le corsie, dove gli atleti gareggiano alla pari. Le condizioni climatiche dovrebbero essere ideali. Oltre ai fratelli Becchis ci sarà anche Michele Valerio e quindi saremo in quattro a lottare per il titolo italiano”.
“Lo sport è la colonna portante dell’offerta di Trento e del Trentino in generale. Stiamo concludendo una stagione eccezionale, con grandi traguardi e vittorie, tra cui il Festival dello Sport che è andato molto bene – ha detto Franco Bertagnolli, presidente dell’APT. – La zona del MUSE e il Monte Bondone rappresentano le due anime di Trento che come APT ci piace promuovere.”
I dettagli della manifestazione sono stati illustrati da Silvano Berlanda del Team Futura e direttore di gara. Le iscrizioni sono aperte fino alla vigilia, ad oggi sono ampiamente oltre quota 200 e questo garantisce un evento ad alto livello, con partecipazioni illustri. Gareggiare nel quartiere delle Albere, nella zona del MUSE, evita anche problemi di traffico e disagi ai cittadini rispetto al centro storico, è una location indovinata per la prova sprint. Saranno 165 metri in cui davvero gli atleti specialisti daranno spettacolo. Con gli skiroll riescono a raggiungere velocità pazzesche, con spunti in partenza da brivido. Il campione del mondo 2021 Emanuele Becchis sarà l’uomo da battere e al femminile l’altra iridata Sabrina Borettaz pure, ma senza dimenticare Alessio Berlanda, Michele Valerio e Francesco Becchis, pure lui campione del mondo in passato.
Sul Bondone tutti si aspettano l’exploit del campione del mondo e vincitore della Coppa del Mondo Matteo Tanel, con il successo potrebbe conquistare anche la Coppa Italia. Tanti i nomi degli azzurri e degli atleti dei vari comitati italiani a caccia del titolo.
Sabato start alle 14.30, per la gara di domenica partenze a Candriai, Vaneze, Norge e Vason dalle 10 in poi, con arrivo per tutti a Vason.
Info: www.skirolltrentomontebondone.it

A PERGINE SPLENDE IL TRICOLORE. TUTTO PRONTO PER I CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI

A PERGINE SPLENDE IL TRICOLORE. TUTTO PRONTO PER I CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI

Si entra nel vivo dei Campionati Italiani Giovanili XCO di Pergine Valsugana (TN) del 5 e 6 giugno
Paolo Alverà con la Polisportiva Oltrefersina ai nastri di partenza per la rassegna tricolore
I campioni italiani dello scorso anno proveranno a ripetersi al Parco Tre Castagni, ma non sarà facile
Sabato prove ufficiali del percorso, domenica il via alle gare

Si entra nel vivo dei Campionati Italiani Giovanili XCO di Pergine Valsugana (TN), con il conto alla rovescia che recita -1 giorno al via ufficiale della kermesse tricolore. Ormai è tutto pronto al Parco Tre Castagni dove Paolo Alverà e la Polisportiva Oltrefersina – sezione mtb stanno perfezionando, con il prezioso supporto di DAO Conad, Trentino Marketing, Comune di Pergine e Cassa Rurale Alta Valsugana, gli ultimi preparativi in vista della rassegna nazionale giovanile che attirerà i più forti bikers italiani.
Il percorso di gara, a detta di un grandissimo campione quale Martino Fruet che nello scorso weekend ha vinto anche il tricolore nella categoria e-bike, sarà nervoso, tecnico, tutto da guidare, insomma divertimento allo stato puro. I presupposti per assistere ad un vero e proprio spettacolo delle ruote artigliate ci sono tutti e non mancheranno nemmeno i campioni italiani uscenti dello scorso anno al ‘Ciocco’ (LU). Da Ettore Fabbro ed Elisa Ferri, nel 2020 vincitori tra gli Esordienti 1° anno, passando per Luca Fregata e Beatrice Temperoni, trionfatori tra gli Esordienti 2° anno, fino ad arrivare a Ettore Prà e Valentina Corvi, che in Toscana vinsero tra gli Allievi 1° anno, in terra valsuganotta proveranno a ripetersi consci, però, che la concorrenza sarà davvero tanta e che non sarà facile riconquistare il tricolore indossato lo scorso settembre, anche e soprattutto visto il salto di categoria che cambierà un po’ le carte in tavola ai giovani funamboli della mtb.
Chi proverà sicuramente a spodestare gli attuali campioni italiani saranno coloro che in questo inizio di stagione hanno già dimostrato una buona condizione nelle prime due tappe di Coppa Italia XCO, svolte rispettivamente ad Agrigento e Courmayeur: nella categoria Esordienti 1° anno, sia maschile che femminile, non ci sono certezze visto che saranno tutti, per l’appunto, all’esordio in una competizione di questo livello, ma alcuni nomi papabili per il successo a Pergine si possono estrapolare dalle classifiche delle gare scorse, come quello di Elisa Bianchi ed Emanuele Savio che hanno saputo fare en-plein in Coppa Italia. Discorso ben diverso per gli Esordienti 2° anno, che in queste due tappe hanno vissuto di una grande incertezza con le vittorie andate a Sofia Guichardaz e Anna Sinner tra le ragazze e Federico Brafa e Hannes Wenter tra i ragazzi, che ora sognano un posto sul gradino più alto del podio al Parco Tre Castagni. Tra gli Allievi, invece, l’exploit dei campioni italiani in Coppa Italia è arrivato con Beatrice Temperoni e Luca Fregata vincitori a Courmayeur tra gli Allievi 1° anno e con Valentina Corvi dominatrice assoluta di entrambe le gare tra le Allieve 2° anno. A dar loro del filo da torcere ci proveranno Elisa Lanfranchi (DA1) e Hannes Bacher (AL1), mentre l’incognita regnerà sovrana tra gli Allievi 2° anno con Davide Donati, vincitore ad Agrigento, e Federico Bartolini, trionfatore a Courmayeur, che rincorreranno il sogno del tricolore di Pergine.
Ora l’attenzione si sposta sul Parco Tre Castagni di Pergine che sabato 5 aprirà le proprie porte per le prove ufficiali del percorso. Le gare sono previste per domenica 6, con le categorie Donne Esordienti 2° anno, Donne Esordienti 1° anno, Donne Allieve 2° anno, Donne Allieve 1° anno, Esordienti 1° anno, Esordienti 2° anno, Allievi 1° anno, Allievi 2° anno. Presenti anche il commissario tecnico della Nazionale Mirko Celestino, il nuovo Presidente della commissione fuoristrada Massimo Ghirotto e il Consigliere Federale Fabrizio Cazzola.

Info: www.oltrefersina.it/mtb e mtb@oltrefersina.it

Infinito Di Centa

Infinito Di Centa

Il portacolori dei Carabinieri vince la 10 km; la 5 km femminile alla De Martin Topranin
Giorgio_Di_Centa
Era il 1999 e Giorgio Di Centa vinceva il suo primo titolo italiano sulla 50 km, proprio in Valle Formazza: sono passati 14 anni e il portacolori dei Carabinieri, campione olimpico della 50 km e della staffetta 4×10 a Torino 2006, è ancora in forma smagliante; oggi è andato a conquistare il suo 24° titolo italiano, uguagliando il record di Giorgio Vanzetta.
Di Centa ha battuto nella 10 km a tecnica classica, disputatasi oggi in una magnifica giornata di sole, Dietmar Noeckler (Fiamme Oro), di sedici anni più giovane, staccandolo di 23″5; sul terzo gradino del podio si è piazzato, a 32″2, Giovanni Gullo (Fiamme Gialle).
Di Centa ha ammesso di essere molto stanco, la stagione è stata molto lunga, ma si è detto molto soddisfatto di come è riuscito a gestire le forze nei due giri sul difficile percorso da 5 km, posto a oltre 1.700 mslm.

In campo femminile era in programma la 5 km a tecnica classica: Virginia De Martin Topranin (Forestale) ha bissato il successo dello scorso anno (ottenuto a Schilpario), battendo di soli 2″5 la portacolori dei Carabinieri Debora Agreiter; Marina Piller (Forestale) ha conquistato il terzo posto, staccata di 16″7.
L’atleta della Val Comelico non era molto soddisfatta della propria prestazione, ma si è detta comunque molto contenta per la riconferma del titolo.

Domani non ci saranno gare sulla pista di Riale Formazza; si riprenderà venerdì con le gare a staffetta.