Tag: Campionati Italiani

NEL CIELO AZZURRO DEL CIOCCO CALA IL… BUJA. IL TEAM RELAY È UNA GARA SPETTACOLARE

NEL CIELO AZZURRO DEL CIOCCO CALA IL… BUJA. IL TEAM RELAY È UNA GARA SPETTACOLARE

Fabbro

Vento forte e preoccupazione oggi per il Campionato Italiano giovanile
Poi arriva il sole e al Ciocco splendono le stelline friulane
Ursella, Rizzi, Grigolini e Fabbro quartetto d’oro
Stenico (Oltrefersina) fa sognare, poi la Rostese recupera. Domani tricolore società

Arriva il maltempo con un vento da tromba d’aria nella mattinata alla Tenuta Il Ciocco (LU), quasi ad annunciare lo sconquasso che ci sarebbe stato nel pomeriggio. Tutti in allarme per la prima gara di questo weekend all’insegna dei giovani campioni della mtb: oggi Campionato Italiano Team Relay Giovanile e domani il Campionato Italiano per Società.
Transenne, fettucce, strutture, tutte portate in aria dal vento forte, poi nel primo pomeriggio si materializza il classico detto “la quiete dopo la tempesta” e sulla Tenuta del Ciocco arriva un sole caldo con cielo azzurro, come si conviene a salutare i nuovi campioni. Partenza ritardata di due ore per sistemare i danni del maltempo, poi Leonardo Ursella, Sabrina Rizzi, Filippo Grigolini ed Ettore Fabbro hanno compiuto un’autentica opera d’arte, una strategia di gara che al primo giro era impensabile. In effetti, Mattia Stenico dell’Oltrefersina (TN) nel primo giro ha dato una severa lezione a tutti, 11’1” staccando di 37” Ursella del team Buja. Seconda frazione ancora all’insegna dell’Oltrefersina con Alessio Andreatta che manteneva la leadership mentre il Jam’s Bike Team Buja lanciava la carta femminile con Sabrina Rizzi, il cui compito era quello di limitare i danni nella lotta con i maschi. Situazione ribaltata nel terzo giro con Filippo Grigolini che recuperava terreno sul team trentino, il quale a sua volta lanciava Maya Ferrante nel mentre entrava nei giochi il Team Ciclistica Rostese con Marika Comba, che recuperava una buona porzione di divario.
Tutti col fiato sospeso nell’ultimo giro, ma Ettore Fabbro era un fulmine… a ciel sereno e andava a fermare il cronometro per il Jam’s Bike Team Buja su 46’57 e dagli accompagnatori saltavano in pista le bandiere tricolori, con i quattro friulani a festeggiare un titolo che potrebbe essere il preludio a quello di domani per società.
Staccato di 1’27”Gabriele Scagliola (Ciclistica Rostese) andava ad arraffare l’argento, mentre ai perginesi dell’Oltrefersina rimaneva la consolazione del bronzo. Il Melavì di Tirano si accoccolava al quarto posto ed il Sunshine Racers di Nalles al quinto. Rimane la soddisfazione di Elia Rial (Gagabike) per il “fast lap” con 10’28”, che non può essere confrontato però con i tempi della prima frazione che contemplava un intero giro di pista dello stadio del Ciocco, a differenza delle altre tre frazioni.
Entusiasmo tra i giovani portacolori friulani. Ettore Fabbro, colui il quale ha tagliato per primo il traguardo, si è preso l’onere di rappresentare i compagni di squadra al microfono: “Possiamo dire che il merito è del nostro allenatore Roby Ursella; fin dall’inizio di stagione ci teneva molto a questa gara, diceva che l’avevamo sognata e adesso era ora di dare tutto e di compiere questo sogno, siamo molto contenti. Per primo è partito Leonardo Ursella e ha fatto un ottimo giro, è terminato secondo, dopo Sabrina Rizzi ha tenuto contro gli uomini ed è arrivata quinta o sesta, poi Filippo è arrivato primo e io ho mantenuto fino all’arrivo. Domani altra gara, col finale del campionato di società, non vediamo l’ora!”
La competizione si è corsa, fortunatamente, sotto il sole dopo un gran lavoro dello staff di Ciocco Sport Lab per ripristinare il tracciato in seguito al “disastro” causato dal vento la mattina. Un’organizzazione plasmata da Campionati del Mondo, Coppe del Mondo e Campionati Italiani, che ha voluto valorizzare ancora una volta lo sport giovanile, uno dei tanti obiettivi del Ciocco. Domani giornata intensa col Campionato Italiano per Società, stesso tracciato nella vasta proprietà della Tenuta del Ciocco dove la mtb si gusta in tutte le salse.
Info: www.cioccobike.it

Camp.Italiano Team Relay Giovanile
1 Jam’s Bike Team Buja (Ursella Leonardo, Rizzi Sabrina, Grigolini Filippo, Fabbro Ettore) 0.46.57; 2 Ciclistica Rostese (Leone Gioele, Barducco Cesare, Comba Marika, Scagliola Gabriele) +01.27; 3 Polisportiva Oltrefersina (Stenico Mattia, Andreatta Alessio, Ferrante Maya, De Zordi Alessandro) +02.08; 4 Melavì Tirano Bike asd (Corvi Daniele, Moschetti Chiara, Armanasco Raffaele, Forcari Enrico) +02.32; 5 Sunshine Racers asv Nals (Pallweber Niclas, Sinner Anna, Figl David, Wenter Hannes) +02.57

LA TENUTA ‘IL CIOCCO’ LANCIA IL COUNTDOWN: MAGLIE TRICOLORI AI CAMPIONCINI DELLA MTB

LA TENUTA ‘IL CIOCCO’ LANCIA IL COUNTDOWN: MAGLIE TRICOLORI AI CAMPIONCINI DELLA MTB

Questo weekend su il sipario per il Campionato Italiano Team Relay e Società
Nella ‘Living Mountain’ del Ciocco gare a go-go per Esordienti e Allievi
Si pedala sul tracciato di 3000m e 140m/dsl a stretto contatto con la natura
Soddisfatto Valerio Barsella, responsabile Sports & Events della Tenuta ‘Il Ciocco’

‘Ride through nature’. Il mondo del ciclismo giovanile delle ruote grasse si dà appuntamento nuovamente questo weekend alla Tenuta ‘Il Ciocco’, nella Valle del Serchio tra le Alpi Apuane e l’Appennino Tosco-Emiliano. Letteralmente immersi nella natura e nei 600 ettari fino ai 1.100 metri di altitudine, Esordienti e Allievi (1° e 2° anno) scenderanno in pista per il Campionato Italiano Team Relay Giovanile e per il Campionato Italiano Giovanile di Società.
La società organizzatrice ‘Ciocco Sport Lab Associazione Polisportiva Dilettantistica’ da qualche anno punta sui giovani, senza disdegnare gli eventi top come i Campionati Italiani Assoluti, Coppa del Mondo (trial) e Mondiale (master marathon) ed ora si prepara ad alzare il sipario sulla due giorni tricolore. La prima prova Team Relay scatterà sabato alle 14.30, mentre domenica mattina ci sarà un susseguirsi di competizioni a go-go dalle 9 alle 13 per tutte le categorie in gara, per assegnare il prestigioso titolo per Società.
In entrambe le giornate si pedalerà sul tracciato di 3000m e 140m di dislivello, passando per le strade e nei boschi all’interno della maestosa ‘Living Mountain’, il polmone verde della Toscana.
Sarà un weekend di festa, divertimento e spettacolo per moltissimi giovani bikers, che faranno il pieno di emozioni portando a casa un’esperienza tutta nuova e da vivere al massimo. Dopo ben 6 tappe valide per assegnare la vittoria per il Campionato Italiano di Società XCO Mtb, domenica ci sarà la resa dei conti, anche se la classifica vede al primo posto il Jam’s Bike Team Buja con un distacco notevole sulla Ciclistica Rostese, al secondo posto.
Valerio Barsella, responsabile Sports & Events della Tenuta ‘Il Ciocco’, a pochi giorni dalla rassegna tricolore commenta soddisfatto: “Siamo sempre felici ed onorati di essere al fianco della Federazione Ciclistica Italiana organizzando, ogni anno a settembre, una manifestazione titolata per i ragazzi, perché per noi sono il futuro della specialità”. Il comitato organizzatore è ben collaudato dopo aver ospitato svariate gare nazionali di XC, di Coppa Italia giovanile XC, il primo Campionato Italiano di pump track, gli UCI Mountain Bike World Championships nel 1991, il Campionato Europeo e la Coppa del Mondo di bike trial, e ancora il Campionato Italiano assoluto di cross country, di E-mtb ed il Mondiale master, e per quest’anno non ha voluto rinunciare all’adrenalinico appuntamento riservato ai giovani della mtb.
La struttura rimane una di quelle top nell’ambiente e anche per i semplici appassionati o accompagnatori – accanto alle strutture alberghiere di diversi livelli – offre la possibilità di usufruire di una miriade di percorsi, alcuni dei quali riassettati a nuovo, per pedalare all’aria aperta, anche con mtb muscolari e a pedalata assistita a noleggio.
Il Ciocco torna dunque a mettersi in luce ancora una volta come destinazione turistica e sportiva d’eccellenza, riconosciuta dal mondo bike e non solo.
Info: www.cioccobike.it

IN ALTO ADIGE IL MEGLIO DEL BIATHLON: DOMANI PRIMA GIORNATA TRICOLORE

IN ALTO ADIGE IL MEGLIO DEL BIATHLON: DOMANI PRIMA GIORNATA TRICOLORE

Elia Zeni

Su il sipario per i Campionati Italiani estivi in Val Martello
Domani si parte alle 9.30 con la prova Sprint, domenica la Short Individual
I trentini Tommaso Giacomel ed Elia Zeni alla vigilia della rassegna tricolore
Presenti i migliori biathleti del panorama azzurro del biathlon

Tutto pronto per la due giorni tricolore di questo weekend nella “valle dei bei fiori” e delle dolci fragole, in Alto Adige. In Val Martello, al Centro Biathlon “Grogg”, si contano le ore per vedere dal vivo i biathleti azzurri sfidarsi nelle prove Sprint e Short Individual dei Campionati Italiani estivi.
Le squadre azzurre Senior e Junior del biathlon si trovano ora in raduno e si stanno già allenando tutti assieme sul terreno di gara. A seguire il team della squadra Senior sono presenti i tecnici Alexander Inderst, Jonne Kähkönen, Mirco Romanin, Andrea Zattoni, Daniele Piller Roner, Riccardo Romani, Fabio Cianciana e Edoardo Mezzaro, mentre per la squadra Juniores e giovani ci sono il coordinatore Francesco Semenzato e gli allenatori Samantha Plafoni, Saverio Zini, Karin Oberhofer, Pietro Dutto e Aline Noro.
Alla vigilia del grande appuntamento il trentino Tommaso Giacomel (Fiamme Gialle) commenta: “La condizione fisica al momento è buona, per essere alla terza settimana di gare e dopo un’estate dove abbiamo lavorato molto e soprattutto bene. Ci sono molti atleti forti in Val Martello, a partire da Lukas Hofer e Didier Bionaz, però vedremo come va. Nel biathlon mai dire mai, perché è uno sport talmente imprevedibile che soprattutto nelle individuali basta poco per mandare tutto all’aria”. Giacomel ha dimostrato di essere in gran forma in questo periodo soprattutto dopo avere centrato un ottimo sesto tempo assoluto ai recenti Campionati tedeschi estivi: “Sarebbe stata una grande rimonta ai Campionati tedeschi, se avessi chiuso il cerchio facendo una serie migliore in piedi alla fine. Poco importa, c’è sempre qualcosa da imparare…il livello lì era molto alto ed è stato un buon test”.
Al Campionato Italiano in Val Martello sfileranno biathleti top dei vari gruppi sportivi, come Didier Bionaz, Michael Durand, Nicola Romanin, David Zingerle, Michela Carrara, Samuela Comola e Beatrice Trabucchi del CS Esercito, Lukas Hofer, già campione italiano nell’inseguimento 2019 proprio in Val Martello, Patrick Braunhofer, Daniele Fauner, Iacopo Leonesio, Michele Molinari, Lisa Vittozzi ed Eleonora Fauner del CS Carabinieri, Marco Barale, Nicolo’ Betemps, Daniele Cappellari, Christoph Pircher e Federica Sanfilippo delle Fiamme Oro e infine per le Fiamme Gialle Cedric Christille, Dorothea Wierer e Linda Zingerle.
Tra gli Junior scenderà in pista il trentino Elia Zeni (Fiamme Oro), protagonista lo scorso dicembre nelle gare di IBU Junior Cup in Val Martello: “In questo periodo sto abbastanza bene, la preparazione procede alla grande, nessun problema fisico e con il gruppo di allenamento mi trovo più che bene. Martello secondo me è un ottimo centro per allenarsi, perché nella pista sono presenti sia tratti in piano sia delle salite abbastanza impegnative. Ai Campionati Italiani dovrò sicuramente stare attento a tutti i miei compagni di squadra e sono sicuro che altri ragazzi dei corpi militari saranno molto preparati, tra cui Fabio Piller Cottrer, Thomas Daziano e Stefan Navillod”. Conoscono molto bene la pista altoatesina anche le sorelle Sara e Ilaria Scattolo, vincitrici assieme a Fabiana Carpella della staffetta 3×6 km ai Campionati Mondiali Youth.
Ai Campionati Italiani, con il grande ritorno del pubblico ad assistere alle competizioni, si potranno seguire anche le avvincenti prove delle categorie Junior, Giovani e Aspiranti. Il programma di gare inizierà alle 9.30 con le prove Sprint, mentre nel pomeriggio alle 15 prenderà il via una gara promozionale di Cross Biathlon con carabina ad aria compressa, valida per le categorie Ragazzi ed Allievi. Si prosegue infine domenica con le prove Short Individual, sempre a partire dalle 9.30. Il grande show sportivo può partire!

Info: www.biathlon-martell.com

TURISMO SLOW E LA MTB GRINTOSA GIOVANILE: ALLA TENUTA ‘IL CIOCCO’ DUE GIORNI TRICOLORI

TURISMO SLOW E LA MTB GRINTOSA GIOVANILE: ALLA TENUTA ‘IL CIOCCO’ DUE GIORNI TRICOLORI

Il 17 e 18 settembre un weekend di mtb giovanile con i Campionati
Sabato alle 14.30 scatta il Campionato Team Relay
Domenica giornata intensa col Campionato Italiano Giovanile di Società
Il Jam’s Bike Team Buja a caccia del titolo nazionale di Società

“Qui non si ritorna mai. Si viene sempre per la prima volta. Sarà perché questa terra incontaminata ha il potere di svelarsi poco a poco”. La Living Mountain del Ciocco, nel bel mezzo della Valle del Serchio nell’affascinante e misterioso angolo della Toscana, si mostrerà in tutta la sua bellezza… tricolore ai vivaci bikers impegnati al Campionato Italiano Team Relay Giovanile e al Campionato Italiano Giovanile di Società il 17 e 18 settembre.
Dopo le prove libere di venerdì e di sabato mattina, utili per prendere dimestichezza con il terreno, si alzerà il sipario alle 14.30 sul Campionato Team Relay specialità XCO sul percorso lungo 3000m e con un dislivello di 140m. La prova sarà aperta alle categorie Esordienti e Allievi 1° e 2° anno (maschile e femminile).
Per il giorno dopo la società ‘Ciocco Lab Associazione Polisportiva Dilettantistica’ organizza i Campionati Italiani a squadre sempre sul medesimo tracciato. Verrà assegnato un punteggio ai primi 2 maschi e alle prime 2 femmine di ogni società, fra i primi 20 maschi e 10 femmine classificati in ogni categoria con relativo punteggio a scalare. Le avvincenti sfide prenderanno il via alle ore 9 con gli Esordienti e a raffica scatteranno di seguito le altre categorie che dovranno completare 2, 3 o 4 giri.
Lo scorso anno ad Andora (Liguria) conquistava il titolo nazionale Giovanile di Società il Team Ucla1991, mentre il Jam’s Bike Team Buja pare essere il favorito per la rassegna tricolore 2022 con ben 216 punti di vantaggio sulla Ciclistica Rostese, seconda nella classifica provvisoria.
‘Ride your experience’, alla Tenuta del Ciocco il divertimento è sempre al massimo e famiglie, squadre e atleti saranno ospitati nelle attrezzate strutture, dove affacciarsi alle finestre scoprendo l’incantevole paesaggio riempirà davvero lo sguardo. Nell’immensa tenuta di 600 ettari, oltre ai vari ristoranti, wellness e meeting room, sorge il Ciocco Bike Circle, il Bike Park dove sarà possibile provare i tracciati di Enduro, XCO e la Pump Track al coperto più grande d’Italia. E ancora lo stadio con campo da calcio, una delle strutture sportive più importanti ed imponenti della Valle del Serchio, molto conosciuto per aver ospitato i ritiri sportivi di squadre come le scozzesi Hearts e Rangers, la Nazionale Italiana, la Dinamo Mosca, lo Spartak Mosca, la Fiorentina e la Sampdoria. Non c’è da stupirsi se Il Ciocco nel 2018 è stato riconosciuto come “Green Accommodation Italia” dal GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica) e premiato come “Resort dell’anno” da Food and Travel Magazine Italia.
Il Ciocco è davvero il fiore all’occhiello nel panorama del turismo ‘slow’, ma di ‘lento’ è inteso solo il turismo, perché fra una decina di giorni i campioncini delle ruote grasse saranno ‘a tutto gas’.
Info: www.cioccobike.it

DOBBIACO: UN “FALCO” PELLEGRINO INSAZIABILE. ORO NELLA 50 KM, GANZ TRICOLORE NELLA 30

DOBBIACO: UN “FALCO” PELLEGRINO INSAZIABILE. ORO NELLA 50 KM, GANZ TRICOLORE NELLA 30

Newspower.it Trento www.newspower.it

Neve e sole nella giornata finale, quella degli addii di Brocard, Bertolina e Fanton
La 50 km incorona Pellegrino (FFOO) che batte De Fabiani e Nöckler. Graz 1° U23
30 km: Ganz (FFGG) allunga su Scardoni e Di Centa (campionessa U23)
Campionato Italiano anche per le categorie giovanili. Tra gli junior Barp e Gallo

Un Campionato Italiano con tante sfumature a Dobbiaco (BZ): nuvole, pioggia, neve e, oggi, sole e cielo azzurro. La Nordic Arena oggi si è vestita a festa per la gara regina dei Campionati italiani di sci di fondo, la 50 km e la 30 km per i senior e con le distanze più brevi per i giovani. È stata anche la giornata degli addii, già anticipati peraltro, quello di Elisa Brocard (CS Esercito) e dei carabinieri Mirco Bertolina e Paolo Fanton.
Col sole è arrivato anche tanto pubblico, del resto era annunciata un’autentica passerella di pretendenti al titolo, con ben 10 giri per i maschi sulla pista 5 km ‘Nathalie’ e 6 per le ragazze.
Gruppone con tutti i migliori a comandare la scena in una gara molto veloce, come consuetudine, poi nel finale Federico “Chicco” Pellegrino (FFOO) ha dato una sgasata e Francesco De Fabiani (Esercito) non ha potuto far altro che subire lo sprint dell’amico e compagno di allenamento. Solo un secondo a dividere i due top atleti della nazionale azzurra, con Dietmar Nöckler (FFOO) a controllare la situazione e in non eccellenti condizioni fisiche a difendere il podio da Giandomenico Salvadori (FFGG) in recupero.
Tra le donne subito al comando si è formato un quartetto con Martina Di Centa, Lucia Scardoni, Caterina Ganz e Martina Bellini, brave a staccare tutte le altre. A metà gara le due finanziere Ganz e Scardoni hanno dato indicazioni chiare sulle rispettive intenzioni, con la carabiniera Di Centa a dimostrare che il cognome non è un caso… Nel finale Martina Bellini ha perso leggermente contatto quando Ganz e Scardoni hanno deciso di contendersi un oro che vale più di una vittoria. La fassana (Ganz) ha avuto il guizzo vincente sulla dirittura d’arrivo con la veronese (Scardoni) seconda per un soffio (2”2). Martina Di Centa si gode il bronzo, ma soprattutto l’oro Under 23, al pari di Davide Graz (FFGG) ottavo tra i senior.
Subito dopo i senior sono scattati gli U20 impegnati nella 30 km. Elia Barp e Andrea Zorzi delle Fiamme Gialle e Mauro Balmetti (FFOO) si sono dimostrati un gradino sopra rispetto agli avversari. La gara è partita subito con un gran ritmo e a metà dei sei giri complessivi il trio si è sganciato dal resto del gruppo. Il falcadino Barp affronta l’ultima salita prima dell’arrivo con una progressione davvero spaventosa, segno che qualche riserva se l’era lasciata per il finale. Il neo campione italiano mass start è dunque Barp, mentre a 4”2 si posiziona Balmetti e terzo un soddisfatto Zorzi. 20 km e 4 giri della pista ‘Nathalie’ per le U20, dove fin da subito si è formato un gruppetto composto da Elisa Gallo, Denise Dedei, Veronica Silvestri, Nadine Laurent e Lucia Isonni. Al terzo giro perdono contatto la valdostana Laurent e la bergamasca Isonni, quindi Gallo assieme a Dedei e a Silvestri hanno stretto i denti e si sono presentate all’arrivo nell’ordine.
20 km anche per la categoria U18-U16, uno scatenato Gabriele Matli conduce fin da subito la gara seguito da un brillante Davide Ghio e da Gabriele Rigaudo, che si accoda ai due. Già al secondo giro Ghio e Rigaudo si ritrovano da soli in testa al gruppo ed infine sul traguardo Ghio si dimostra il più forte, laureandosi così campione italiano. Argento per Matli, mentre Davide Negroni si va a prendere il bronzo. La regina tra le U18 è stata Iris De Martin Pinter (Carabinieri), di Padola. Con grande tenacia ha impostato una gara dura fin dall’inizio, ha conquistato il suo titolo quasi a mani basse spiazzando tutte le avversarie. La valdostana Beatrice Laurent si deve accontentare dell’argento, mentre Maria Gismondi completa il podio.
Infine sono andate in scena le gare della categoria U16, valevoli per la Coppa Italia. La vittoria è andata al figlio d’arte Federico Pozzi, che ha abbandonato gli avversari al primo giro, mentre Marco Pinzani e Luca Ferrari tentavano di ricucire il gap. Nulla da fare, i giochi si sono chiusi con le posizioni invariate fino al traguardo. L’ultima gara delle donne ha visto il successo della trentina di Ziano Anastasia Morandini, che rimane assieme all’altoatesina Marie Schwitzer fino a metà giro. Poi sull’ultima salita Morandini si stacca e vola verso il traguardo a braccia alzate, quindi seconda Schwitzer e Nayeli Mariotti Cavagnet a completare il podio.
A fine giornata è calato il sipario non solo sui Campionati Italiani Assoluti, ma anche su una intera stagione. Gli organizzatori di Dobbiaco, soddisfatti per l’esito positivo, erano decisamente stanchi, ma i tanti complimenti ricevuti da atleti e tecnici sono stati una gratificazione importante.
Info: www.worldcup-dobbiaco.it

Download immagini TV:
www.broadcaster.it

Classifiche Mass Start
Senior men 50km
1 PELLEGRINO Federico G.S. FIAMME ORO 1:54’38.1; 2 DE FABIANI Francesco C.S. ESERCITO 1:54’39.1; 3 NOECKLER Dietmar G.S. FIAMME ORO 1:54’41.0; 4 SALVADORI Giandomenico G.S. FIAMME GIALLE 1:54’51.0; 5 DAPRA’ Simone G.S. FIAMME ORO 1:55’02.8; 6 VENTURA Paolo C.S. ESERCITO 1:55’06.9; 7 GARDENER Stefano C.S. CARABINIERI 1:55’17.4; 8 GRAZ Davide G.S. FIAMME GIALLE 1:55’22.8; 9 ROMANO Lorenzo C.S. CARABINIERI 1:55’24.4; 10 CORADAZZI Martin C.S. ESERCITO 1:55’38.1

Senior women 30km
1 GANZ Caterina G.S. FIAMME GIALLE 1:18’08.1; 2 SCARDONI Lucia G.S. FIAMME GIALLE 1:18’10.3; 3 DI CENTA Martina C.S. CARABINIERI 1:18’13.5; 4 BELLINI Martina C.S. ESERCITO 1:18’28.9; 5 CASSOL Federica C.S. ESERCITO 1:19’55.3; 6 BROCARD Elisa C.S. ESERCITO 1:20’05.7; 7 COLOMBO Laura C.S. ESERCITO 1:20’08.0; 8 HUTTER Sara G.S. FIAMME ORO 1:20’31.5; 9 BOCCARDI Maria Eugenia UNDER UP SKI TEAM BERGAMO 1:22’13.7; 10 CORRADINI Stefania SOTTOZERO NORDIC TEAM 1:22’34.8

U20 men 30km
1 BARP Elia G.S. FIAMME GIALLE 1:09’54.6; 2 BALMETTI Mauro G.S. FIAMME ORO 1:09’58.8; 3 ZORZI Andrea G.S. FIAMME GIALLE 1:10’00.3; 4 SERAFINI Alex G.S. FIAMME ORO 1:11’00.3; 5 MASTROBATTISTA Simone G.S. FIAMME GIALLE 1:11’13.5; 6 BONINO Federico G.S. VV.F. G. GODIOZ 1:11’17.0; 7 CAROLLO Martino S.C. ALPI MARITTIME 1:12’16.8; 8 SCHIVO Giacomo S.C. GALLIO A.S.D. 1:12’17.4; 9 OBERHOFER David AMATEURSCICLUB SESVENNA 1:12’26.8; 10 DOLIANA Denis A.S.D. CAURIOL 1:12’27.7

U20 women 20km
1 GALLO Elisa G.S. FIAMME GIALLE 52’52.2; 2 DEDEI Denise S.C. GROMO 53’06.2; 3 SILVESTRI Veronica G.S. FIAMME GIALLE 53’24.9; 4 LAURENT Nadine G.S. FIAMME ORO 54’19.2; 5 ISONNI Lucia C.S. ESERCITO 55’44.5; 6 OLLIER Aline S.C. VALDIGNE MONT BLANC 56’42.2; 7 NEGRONI Giulia S.C. 13 CLUSONE 56’43.4; 8 FOLIE Ylvie AMATEURSCICLUB SESVENNA 58’04.7; 9 BONALDI Cassandra S.C. UBI BANCA GOGGI 59’26.6; 10 IELITRO Martina POL. LE PRESE 59’51.5

U18 men 20km
1 GHIO Davide G.S. FIAMME GIALLE 47’28.6; 2 MATLI Gabriele A.S.D. S.C. VALLE ANTIGORIO 47’39.2; 3 NEGRONI Davide S.C. 13 CLUSONE 48’57.3; 4 RIGAUDO Gabriele S.C. ALPI MARITTIME 48’57.4; 5 GAGLIA Gioele S.C. ALTA VALTELLINA 49’13.1; 6 CUC Tommaso S.C. GRAN PARADISO 49’18.1; 7 GALLI Teo SPORTING CLUB LIVIGNO 49’59.2; 8 CAROLLO Michele S.C. ALPI MARITTIME 50’17.9; 9 BATTAGINI Davide S.C. BOSCO LESSINIA 50’35.9; 10 ROMAGNA Nicola U.S. PRIMIERO A.S.D. 50’38.4

U18 women 15km
1 DE MARTIN PINTER Iris C.S. CARABINIERI 40’17.3; 2 LAURENT Beatrice SCI NORDICO PRAGELATO 42’38.3; 3 GISMONDI Maria G.S. FIAMME ORO 43’19.5; 4 SALVADORI Manuela S.C. ALTA VALTELLINA 43’40.0; 5 BONACORSI Martina S.C. GROMO 44’32.3; 6 CENA Virginia G.S. VV.F. G. GODIOZ 44’55.6; 7 DEL FABBRO Serena G.S. FIAMME GIALLE 45’01.1; 8 NEGRIN Irene S.C. PRALI VAL GERMANAS 45’09.3; 9 COMENSOLI Vanessa S.C. ALTA VALTELLINA 45’11.5; 10 BACHMANN Romina A.S.V. 5V LOIPE 45’35.3

U16 men 15km
1 POZZI Federico S.C. ALTA VALTELLINA 37’25.4; 2 PINZANI Marco SCI C.A.I. MONTE LUSSARI 38’02.3; 3 FERRARI Luca U.S. DOLOMITICA 38’57.9; 4 SARTORI Tommaso MARZOLA G.S.D. 39’00.5; 5 RESTANO Fabio S.C. DRINK A.S.D. 39’31.2; 6 RISATTI Federico S.C. LEDRENSE A.S.D. 39’33.7; 7 CAPRA Davide S.C. VAL BIOIS A.S.D. 39’47.9; 8 BIANCHI Niccolo’ Giovanni SPORTING CLUB LIVIGNO 39’48.7; 9 DA CORTE VECCHINO Andrea U.S. VAL PADOLA 39’55.7; 10 CONTOZ Manuel S.C. AMIS DE VERRAYES 40’22.0

U16 women 10km
1 MORANDINI Anastasia A.S.D. CAURIOL 29’55.9; 2 SCHWITZER Marie AMATEURSPORTCLUB SARNTAL 30’09.0; 3 MARIOTTI CAVAGNET Nayeli S.C. GRAN PARADISO 30’22.8; 4 DALLAGO Vanessa S.C. CORTINA A.S.D. 31’22.6; 5 MORANDINI Anna SKI COLLEGE VENETO-FALC 31’41.2; 6 FACHIN Giada S.C. ALTA VALTELLINA 31’48.9; 7 DANDREA Gemma S.C. CORTINA A.S.D. 31’59.9; 8 KARGRUBER Livia A.S.V. 5V LOIPE 32’01.7; 9 BALDISSARUTTI Lisa U.S. VAL PADOLA 32’20.4; 10 GIRAUDO Aurora A.S.D. S.C. VALLE STURA 32’37.6

FIAMME GIALLE, DOPPIO TRICOLORE A DOBBIACO. SALVADORI E SCARDONI NELL’INDIVIDUALE

FIAMME GIALLE, DOPPIO TRICOLORE A DOBBIACO. SALVADORI E SCARDONI NELL’INDIVIDUALE

Giandomenico Salvadori è oro nella 15 km in tecnica libera
Argento per Pellegrino (FFOO), bronzo per il compagno di squadra Daprà
Nella 10 km successo per Lucia Scardoni, davanti a Brocard e Franchi
Venerdì si torna in pista con la prova sprint Senior, U23 e U20

La prima giornata dei Campionati Italiani di fondo si è aperta questa mattina a Dobbiaco (BZ) con la prova individuale di 15 km maschile e 10 km femminile in tecnica libera. Le Fiamme Gialle conquistano due titoli italiani con le vittorie di Giandomenico Salvadori e Lucia Scardoni. Nella gara maschile medaglia d’argento per Federico Pellegrino (FFOO) a 5”9 dal vincitore, mentre più staccato il compagno di squadra trentino Simone Daprà che completa il podio. Sfiora il podio il carabiniere fiemmese Stefano Gardener, seguito con il quinto posto da Davide Graz (FFGG), primo tra gli U23. Tra le donne invece la veneta Lucia Scardoni ha dominato la gara chiudendo con 15”5 di vantaggio sulla valdostana dell’Esercito Elisa Brocard. Grande terzo posto per Francesca Franchi delle Fiamme Gialle al suo rientro dopo un lungo stop, seguita dalla carabiniera Martina Di Centa che si è aggiudicata il primo posto nella categoria U23.
Salvadori racconta: “La gara oggi è andata bene, all’inizio non sono stato molto brillante, poi nell’ultimo giro sono riuscito a cambiare ritmo e a recuperare. Diciamo che non mi aspettavo di vincere. La pista era molto bella, soprattutto molto veloce e si riusciva a sciare molto bene. Venerdì non farò la prova sprint, mentre disputerò la staffetta e la 50 km di domenica. Speriamo di continuare così!”. Lucia Scardoni commenta così la sua prova: “Sapevo di stare bene, sono partita controllata e quando ho visto che riuscivo a guadagnare metri sulle mie avversarie ci ho creduto davvero e sono andata a prendermi il titolo. Le piste, nonostante il periodo di poca neve, sono belle e veloci. Complimenti agli organizzatori davvero. Domani giornata di riposo, poi gareggerò nella sprint, nella staffetta e nella mass start di domenica. Speriamo di chiudere questa stagione con altre medaglie!”.
Domani il programma prevede una giornata di allenamento, dopodiché venerdì si scenderà di nuovo in pista nella splendida Nordic Arena di Dobbiaco, alle ore 8 scatterà infatti la prova sprint in tecnica classica che assegnerà il titolo di campione italiano assoluto-U23, U20 e di Coppa Italia.
‘Buona la prima’ per lo Sport Ok Dobbiaco presieduto da Gerti Taschler, che ha regalato a tutti una bella giornata di sport.
Info: www.worldcup-dobbiaco.it

Classifiche Individuale TL
10 km giovani/senior women
1 SCARDONI Lucia G.S. FIAMME GIALLE 22’40.1; 2 BROCARD Elisa C.S. ESERCITO 22’55.6; 3 FRANCHI Francesca G.S. FIAMME GIALLE 23’11.0; 4 DI CENTA Martina C.S. CARABINIERI SEZ. S 23’16.5; 5 BELLINI Martina C.S. ESERCITO 23’18.2; 6 CORRADINI Stefania SOTTOZERO NORDIC TEAM A 23’35.0; 7 LAURENT Greta G.S. FIAMME GIALLE 23’41.9; 8 COLOMBO Laura C.S. ESERCITO 23’50.1; 9 HUTTER Sara G.S. FIAMME ORO 24’32.1; 10 BERGAGNIN Rebecca A.S. MONTE COGLIANS A.D 24’32.3
15 km giovani/senior men
1 SALVADORI Giandomenico G.S. FIAMME GIALLE 28’53.6; 2 PELLEGRINO Federico G.S. FIAMME ORO 28’59.5; 3 DAPRA’ Simone G.S. FIAMME ORO 29’07.1; 4 GARDENER Stefano C.S. CARABINIERI SEZ. S 29’10.3; 5 GRAZ Davide G.S. FIAMME GIALLE 29’12.9; 6 DE FABIANI Francesco C.S. ESERCITO 29’19.6; 7 TICCO’ Giovanni G.S. FIAMME ORO 29’34.9; 8 DEL FABBRO Luca G.S. FIAMME GIALLE 29’35.1; 9 BERTOLINA Mirco C.S. CARABINIERI SEZ. S 29’39.5; 10 FANTON Paolo C.S. CARABINIERI SEZ. S 29’48.1
10 km U23 women
1 DI CENTA Martina C.S. CARABINIERI SEZ. 23’16.5; 2 COLOMBO Laura C.S. ESERCITO 23’50.1; 3 HUTTER Sara G.S. FIAMME ORO 24’32.1; 4 BERGAGNIN Rebecca A.S. MONTE COGLIANS A. 24’32.3; 5 CASSOL Federica C.S. ESERCITO 24’48.6; 6 SORDELLO Elisa S.C. ALPI MARITTIME EN 25’09.9; 7 SOMA’ Maddalena S.C. VALLE PESIO A.D. 25’17.8; 8 MAJ Valentina C.S. CARABINIERI SEZ. 25’18.0; 9 DE ZOLT PONTE Alessia UNDER UP SKI TEAM BERG 25’21.7; 10 BOCCARDI Maria Eugenia UNDER UP SKI TEAM BERG 25’26.6
15 km U23 men
1 GRAZ Davide G.S. FIAMME GIALLE 29’12.9; 2 TICCO’ Giovanni G.S. FIAMME ORO 29’34.9; 3 DEL FABBRO Luca G.S. FIAMME GIALLE 29’35.1; 4 GASPERI Michele C.S. ESERCITO 30’04.9; 5 POLI Fabrizio UNDER UP SKI TEAM BERG 30’10.8; 6 LONGO Fabio C.S. CARABINIERI SEZ. 30’19.8; 7 CHRISTILLE Cedric G.S. FIAMME GIALLE 31’05.5; 8 COMPAGNONI Luca UNDER UP SKI TEAM BERG 31’19.5; 9 MAZZOCCHI Davide UNDER UP SKI TEAM BERG 31’23.1; 10 CUSINI Nicolo’ C.S. ESERCITO 31’28.2

ALLA NORDIC ARENA DI DOBBIACO “ASSOLUTI” SCI DI FONDO IN PISTA

ALLA NORDIC ARENA DI DOBBIACO “ASSOLUTI” SCI DI FONDO IN PISTA

Francesco De Fabiani

A Dobbiaco quattro giornate intense di gare per i fondisti italiani
Dal 30 marzo al 3 aprile sfide individuali, sprint, staffette e mass start
Il CT della Nazionale Stauder svela alcuni nomi degli azzurri al via
Il CO Sport OK Dobbiaco si prepara per un altro importante evento

La lunga ed emozionante stagione dello sci di fondo sta per concludersi e fra meno di un mese si scenderà in pista per l’ultima sfida, anzi ci sarà più di una sfida. Dobbiaco (BZ) si prepara per quattro giornate intense di gare dal 30 marzo al 3 aprile, con le prove individuali, sprint, staffetta ed infine la mass start, dove verranno assegnati i titoli italiani assoluti (in prova unica) nelle varie categorie e si scopriranno i vincitori di Coppa Italia.
A fare da cornice sarà la Nordic Arena, dove in passato hanno sfrecciato i grandi campioni internazionali al Tour de Ski e in Coppa del Mondo, e anche punto di passaggio strategico per le granfondo pusteresi.
Si partirà mercoledì 30 marzo con la prova individuale di 10 km femminile e 15 km maschile in tecnica libera, valida come Campionato Italiano assoluto e Coppa Italia senior, giovedì giornata di riposo, mentre venerdì il direttore di gara Eugenio Rizzo darà il via alle gare sprint in tecnica classica valide come Campionato Italiano assoluto, juniores e aspiranti e per la Coppa Italia senior e giovani. Sabato 2 toccherà alla staffetta mista 3×7.5 km che decreterà il campione italiano assoluto, e i giovani nella staffetta femminile 3×5 km e 4×7.5 km maschile in tecnica classica e libera. L’ultima giornata sarà dedicata alle mass start (Coppa Italia senior e giovani) con la 30 km femminile e la 50 km maschile, entrambe in tecnica classica e valide come Campionato Italiano Assoluto. Domenica inoltre sono in programma le mass start in tecnica classica di 20 km femminile e 30 km maschile per la lotta al titolo di campione italiano juniores, i Campionati Italiani aspiranti sulle distanze di 15 km per le donne e 20 km per gli uomini e i Campionati Italiani allievi con la gara di 10 km femminile e 15 km maschile.
Al via ci saranno tutti i più forti atleti azzurri e in particolare il valdostano Federico Pellegrino, argento olimpico nella Sprint TL a Pechino, e altri nomi come sottolinea in una intervista il CT della Nazionale Alfred Stauder: “Ci saranno un po’ tutti, con De Fabiani e Pellegrino in testa. Sono tanti gli atleti che possono dire la loro a Dobbiaco, vediamo cosa salta fuori da tutte le gare. I gruppi sportivi militari puntano molto sulle gare di Campionato Italiano. Per Dobbiaco posso dire che le gare e le piste saranno pronte, sperando che non cambi troppo il tempo e non sia caldo, per fare la chiusura della stagione alla grande, per discutere i risultati su chi o cosa si voglia fare in futuro.”
Gerti Taschler, presidente del comitato dobbiachese, ha in animo di chiudere i campionati con una 30 e 50 km diversa e memorabile, col tracciato che dalla Nordic Arena sale fino al Lago di Landro, se le piste esterne allo stadio reggeranno alle temperature fino ai primi di aprile. Le gare assegneranno punti anche per la Coppa Italia: dopo l’ultima tappa svoltasi a Lama Mocogno (MO), i leader di Coppa Italia Senior sono i trentini Ilenia Defrancesco (CS Esercito) e Simone Daprà (FFOO), mentre per gli U23 troviamo Laura Colombo (CS Esercito) e Fabrizio Poli dell’Under Up Ski Team Bergamo, primo anche tra i civili. Ulteriore pepe ad un menù di gare già di per sè eccitante: il comitato organizzatore Sport OK Dobbiaco è pronto a scendere di nuovo in campo per una nuova sfida nell’olimpo dello sci di fondo.

Info: www.worldcup-dobbiaco.it

CS CARABINIERI IN MASSA A SCHILPARIO. IN COPPA ITALIA E CAMPIONATO TRICOLORE

CS CARABINIERI IN MASSA A SCHILPARIO. IN COPPA ITALIA E CAMPIONATO TRICOLORE

Iris De Martin Pinter in azione

Lo Sci Club Schilpario scalda i motori per il grande appuntamento di questo weekend
Al femminile troviamo le carabiniere Maj, De Zolt Ponte, Rossi e De Martin Pinter
Tra gli uomini Bertolina, Romano, Fanton, Bernardi, Dellagiacoma, Gardener, Longo e Mariani
Schwingshackl, Buzzi e De Martin Pinter lotteranno per il Campionato Italiano Sprint U18-U20

Arrivano altri nomi per il grande evento di sci di fondo in programma questo weekend sulla ‘Pista degli Abeti’ di Schilpario (BG).
Il CS Carabinieri schiera tutti i suoi atleti, ad eccezione di Martina Di Centa che si trova al suo esordio olimpico ai Giochi di Pechino. Nella gara Sprint Senior di 1.4 km in TL di sabato e nella Mass Start in TC di 15 km per le femmine e 20 km per i maschi di domenica gareggeranno la ‘padrona di casa’ Valentina Maj, il valtellinese Mirco Bertolina, la lecchese Anna Rossi, la bellunese Chiara De Zolt Ponte, il cuneese Lorenzo Romano, i trentini Paolo Fanton, Riccardo Bernardi, Stefano Dellagiacoma, Stefano Gardener, Fabio Longo e Ivan Mariani. Tra gli Juniores che si giocheranno il titolo italiano U18-U20 Sprint e la Mass Start di domenica di 10 km (femmine) e 15 km (maschi) per le categorie U16, U18 e U20 troviamo il friulano Edoardo Buzzi, l’altoatesino Benjamin Schwingshackl e la veneta Iris De Martin Pinter.
La classifica generale di Coppa Italia Gamma Senior mette momentaneamente al primo posto Ilenia Defrancesco e Mikael Abram del CS Esercito, mentre tra gli U23 troviamo la valdostana Federica Cassol (CS Esercito) e il bresciano Fabrizio Poli, primo anche tra i civili. La classifica di Coppa Italia Rode dei giovani registra al primo posto tra gli U20 il carabiniere Schwingshackl e la bergamasca Denise Dedei (S.C. Gromo), mentre tra gli U18 i leader sono la romana Maria Gismondi (FFOO), che si allena sulle piste della Val di Fiemme e il lecchese Aksel Artusi dello Sporting Club Livigno.
Tanti dunque gli atleti al via sulla pista bergamasca, in un appuntamento diventato ormai imperdibile grazie al continuo lavoro, anno dopo anno, dell’ottima organizzazione dello Sci Club Schilpario. Andrea Giudici, presidente del Club e direttore di gara, e tutto il suo staff stanno ora ultimando i preparativi della pista per garantire una perfetta condizione della neve e del tracciato. Immancabile il commento a bordo pista dello storico speaker Maurizio Capitanio, pronto anche quest’anno ad incitare tutti i fondisti e a raccontare le gesta delle ‘diavolette’. Le gare scatteranno alle ore 9.30 ed il pubblico potrà fare il tifo lungo la ‘Pista degli Abeti, sempre nel rispetto delle normative vigenti.

Info: www.sciclubschilpario.it

LA PISTA DEGLI ABETI SI TINGERÀ DI TRICOLORE. A SCHILPARIO COPPA ITALIA GAMMA E RODE

LA PISTA DEGLI ABETI SI TINGERÀ DI TRICOLORE. A SCHILPARIO COPPA ITALIA GAMMA E RODE

A Schilpario Coppa Italia Gamma, Rode e Campionati Italiani Sprint U18-U20
A febbraio due giornate intense di gare sulla Pista degli Abeti
Sabato 12 Sprint Senior, Giovani e Campionati Italiani, domenica 13 la Mass Start
Gismondi, Ghio, Laurent e Barp campioni italiani a Padola di Comelico Superiore (BL)

Lo S.C. Schilpario, concluso il primo round di gare, pensa già al prossimo appuntamento con lo sci di fondo in programma il 12-13 febbraio sempre sulla ‘Pista degli Abeti’ di Schilpario (BG). Oltre alle gare di Coppa Italia Gamma Senior e di Coppa Italia Rode per i giovani, sulla pista bergamasca sentiremo suonare l’Inno di Mameli che decreterà il campione italiano Sprint U18-U20.
Il direttore di gara, Andrea Giudici, darà il via sabato 12 alle gare Sprint Senior e U18, U16 e U20 sulla distanza di 1.4 km in TL, mentre domenica 13 ci saranno le gare Mass Start Senior in TC di 15 km per le femmine e 20 km per i maschi e di 10 km (femmine) e 15 km (maschi) per le categorie U16, U18 e U20.
Domenica 16 gennaio a Padola di Comelico Superiore (BL) si sono svolti i Campionati Italiani Giovanili, validi anche per la Coppa Italia Rode, quattro i nuovi campioni italiani nella Mass Start: la friulana Maria Gismondi (FFOO) ed il cuneese Davide Ghio (FFGG) tra gli U16-U18, la valdostana Nadine Laurent (FFOO) e il bellunese Elia Barp (FFGG) negli U20. Nella Mass Start Senior successi di Elisa Brocard (CS Esercito) e di Davide Graz (FFGG).
Dopo l’ultima tappa di Padola, guidano la classifica generale del circuito Coppa Italia Gamma Senior la trentina Ilenia Defrancesco e il valdostano Mikael Abram del CS Esercito, mentre tra gli U23 primi Federica Cassol (CS Esercito) e Fabrizio Poli dell’Under Up Ski Team Bergamo. Tra i civili si trovano al comando Stefania Corradini (Sottozero Nordic Team) e Fabrizio Poli.
Per quanto riguarda il circuito di Coppa Italia Giovani Rode tra gli U20 troviamo Denise Dedei (S.C. Club Gromo) e Benjamin Schwingshackl (C.S. Carabinieri), mentre tra gli U18 i leader sono Maria Gismondi (FFOO) e Aksel Artusi dello Sporting Club Livigno.
Chi sarà dunque il nuovo campione italiano Sprint U18-U20? Non ci resta che attendere ancora qualche settimana per scoprirlo e intanto lo S.C. Schilpario scalda i motori per un altro evento scoppiettante tutto dedicato ai giovani fondisti.
Tante sono state le manifestazioni organizzate in questa località, a partire dai Campionati Italiani Assoluti del 1984, sia maschili che femminili, con atleti di calibro internazionale a calcare le nevi orobiche. Da Maurilio De Zolt a Giorgio Vanzetta, da Manuela Di Centa a Maria Canins Bonaldi, fino ad arrivare al campione ‘di casa’ Giulio Capitanio, nato proprio a Schilpario, e Fabio Maj, ora allenatore del club. Che in Valle di Scalve si punti tanto sui giovani è dimostrato dagli ottimi risultati degli altri protagonisti ‘svezzati’ ed ‘allevati’ dallo Sci Club Schilpario, non ultime Lucia Isonni e Valentina Maj.
Le gare di Schilpario saranno trasmesse in diretta streaming tramite il sito Fondo Italia.
Info: www.sciclubschilpario.it

Skiroll di lusso a Trento e sul Bondone: Trento Eventi Sport e Team Futura al lavoro

Skiroll di lusso a Trento e sul Bondone: Trento Eventi Sport e Team Futura al lavoro

Presentato oggi presso l’APT di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi l’evento del weekend
Campionato Italiano e Coppa Italia di Skiroll, due giorni di spettacolo
Cinque campioni del mondo in gara: i fratelli Becchis, Tanel, Borettaz e Berlanda
Sabato si corre al MUSE, domenica sul Monte Bondone

Si danza in punta di piedi, ma si può danzare anche sugli skiroll. A ritmo di rock & roll con il Campionato Italiano Sprint sabato a Trento nel quartiere delle Albere, con l’eleganza della tecnica classica domenica sui tornanti del Monte Bondone per la Coppa Italia.
Il weekend trentino dello skiroll è stato presentato oggi presso la sede dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi col dettaglio del programma di gara. Saranno due giornate davvero frizzanti (e non solo per l’aria fresca di questo inizio d’autunno) con sfide elettrizzanti a partire dalle 14.30 di sabato. In Corso del Lavoro e della Scienza i migliori sprinter italiani, dai giovani agli esperti master, saranno a caccia del titolo tricolore nella gara proposta da Trento Eventi Sport e allestita tecnicamente dal Team Futura con la partnership della APT cittadina. L’organizzazione è già a buon punto, mancano solo gli ultimi dettagli, in particolare per la nuova location della sprint.
Per primo ha preso la parola Matteo Agnolin, direttore dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi: “Mi piace l’idea di essere riusciti, insieme a Team Futura e Trento Eventi Sport, a spostare la prova sprint nell’area del MUSE, cavalcando anche l’onda degli Europei di ciclismo: è una zona che viene via via valorizzata tramite lo sport, rappresentando un palcoscenico rilevante”. Entusiasmo tra le fila di Trento Eventi Sport, come ha sottolineato il presidente Renato Villotti: “Abbiamo organizzato un evento che ritengo molto importante per il territorio, collaborando con Team Futura e con lo staff di APT. Sempre più si organizzano le manifestazioni attraverso la collaborazione di più soggetti, cosa che porta a nuove idee e innovazione. Trento è stata riconosciuta a livello nazionale come la provincia italiana con più eventi sportivi, migliorando il PIL del turismo e di conseguenza il PIL del Trentino.”
Andrea Buttaboni, presidente del Team Futura, ha invece puntualizzato: “Lo skiroll è una nostra peculiarità. Siamo in scena da 40 anni con lo sci di fondo e lo skiroll, è uno dei nostri campi preferiti di lavoro e di partecipazione”.
Marco Zoller, responsabile dell’area nordica della FISI trentina, ha portato i saluti del presidente Mellarini e di Sepp Chenetti, responsabile fondo e allenatore, assicurando la presenza di tutti gli atleti del comitato. Tra gli interventi, particolarmente seguito quello di Alessio Berlanda, tre titoli mondiali sprint in bacheca: “Quella del MUSE è una zona affascinante. Tecnicamente per la sprint c’è un bel tracciato lineare su entrambe le corsie, dove gli atleti gareggiano alla pari. Le condizioni climatiche dovrebbero essere ideali. Oltre ai fratelli Becchis ci sarà anche Michele Valerio e quindi saremo in quattro a lottare per il titolo italiano”.
“Lo sport è la colonna portante dell’offerta di Trento e del Trentino in generale. Stiamo concludendo una stagione eccezionale, con grandi traguardi e vittorie, tra cui il Festival dello Sport che è andato molto bene – ha detto Franco Bertagnolli, presidente dell’APT. – La zona del MUSE e il Monte Bondone rappresentano le due anime di Trento che come APT ci piace promuovere.”
I dettagli della manifestazione sono stati illustrati da Silvano Berlanda del Team Futura e direttore di gara. Le iscrizioni sono aperte fino alla vigilia, ad oggi sono ampiamente oltre quota 200 e questo garantisce un evento ad alto livello, con partecipazioni illustri. Gareggiare nel quartiere delle Albere, nella zona del MUSE, evita anche problemi di traffico e disagi ai cittadini rispetto al centro storico, è una location indovinata per la prova sprint. Saranno 165 metri in cui davvero gli atleti specialisti daranno spettacolo. Con gli skiroll riescono a raggiungere velocità pazzesche, con spunti in partenza da brivido. Il campione del mondo 2021 Emanuele Becchis sarà l’uomo da battere e al femminile l’altra iridata Sabrina Borettaz pure, ma senza dimenticare Alessio Berlanda, Michele Valerio e Francesco Becchis, pure lui campione del mondo in passato.
Sul Bondone tutti si aspettano l’exploit del campione del mondo e vincitore della Coppa del Mondo Matteo Tanel, con il successo potrebbe conquistare anche la Coppa Italia. Tanti i nomi degli azzurri e degli atleti dei vari comitati italiani a caccia del titolo.
Sabato start alle 14.30, per la gara di domenica partenze a Candriai, Vaneze, Norge e Vason dalle 10 in poi, con arrivo per tutti a Vason.
Info: www.skirolltrentomontebondone.it