Autore: Ufficio Stampa Newspower

10 GARE DI COPPA DEL MONDO IN 10 GIORNI. VOLONTARI FIEMMESI AL LAVORO PER I GRANDI EVENTI

10 GARE DI COPPA DEL MONDO IN 10 GIORNI. VOLONTARI FIEMMESI AL LAVORO PER I GRANDI EVENTI

Inaugurato il gennaio fiemmese con la tradizionale festa dei volontari
Tour de Ski in Val di Fiemme il 5 e 6 gennaio
Coppa del Mondo di Combinata Nordica e Salto Speciale dall’11 al 13 gennaio
Il comitato Fiemme Ski World Cup sogna in grande

Alla festa dei volontari si inaugura una nuova stagione di Coppa del Mondo in Val di Fiemme. Il comitato organizzatore Fiemme Ski World Cup ha organizzato la tradizionale cena per ringraziare i numerosi volontari che ogni anno collaborano alla buona riuscita dei grandi appuntamenti internazionali ospitati sulle piste della località trentina. Anche quest’anno i contest del circo bianco fiemmese sono tanti: sono previste infatti dieci gare in dieci giorni, con il grande ritorno del Salto Speciale nel week end dell’11-13 gennaio.
A moderare la serata il presidente del comitato organizzatore Bruno Felicetti, sempre al vertice di Fiemme Ski World Cup. Assieme a lui anche l’assessore provinciale alla promozione sport e turismo di recente nomina, Roberto Failoni, intervenuto per sottolineare la grande importanza del volontariato per la Provincia di Trento e la sua stima per quello che «la gente di Fiemme» fa per il proprio territorio.
I volontari impegnati nell’organizzazione dei grandi eventi sportivi invernali sono seicento, un vero e proprio esercito di appassionati aumentati fino a superare la quota mille in occasione dei Mondiali. Alla festa loro dedicata hanno partecipato in 200, un bel momento di riunione in attesa di momenti più concitati. Una serata rilassata all’insegna della buona compagnia e del buon cibo, rallegrata dal simpatico show di Luciano Maci, imitatore e trasformista che nelle vesti di 20 personaggi della musica mondiale ha fatto ridere ed emozionare tutti. Dopo la proiezione di un breve video montato dai tecnici di Dolomiti Tv con i momenti salienti della stagione scorsa, il presidente di Fiemme Ski World Cup ha commentato dal palco: «con queste immagini viene sicuramente voglia di rimboccarsi le maniche e ripartire. Il 5-6 gennaio ci aspetta il Tour de Ski. L’11-13 gennaio sarà la volta della Combinata Nordica e del Salto Speciale, quest’ultimo a lasciare temporaneamente i trampolini delle più tradizionali regioni d’oltralpe come Austria e Germania, per portare le telecamere internazionali in Val di Fiemme». In arrivo per i volontari la nuova felpa di color blu Dryheat con il logo Fiemme Ski World Cup, un «piccolo riconoscimento nei confronti del grande lavoro che fate».
Il comitato Fiemme Ski World Cup intanto sta già pensando al futuro. I dirigenti della FIS hanno riconfermato le gare fiemmesi nel calendario del Tour de Ski per altri quattro anni, ma Felicetti con il suo staff sogna anche il 2026, quando le piste di Fiemme potrebbero ospitare addirittura le Olimpiadi, evento sportivo per eccellenza. In alternativa (perché no?) un quarto Campionato del Mondo…

Info: www.fiemmeworldcup.com

A LIVIGNO ‘LAGER 157’ RINGRAZIA BRITTA J. NORGREN TEAM KOTENG E BAUER SUL PODIO VISMA SKI CLASSICS

A LIVIGNO ‘LAGER 157’ RINGRAZIA BRITTA J. NORGREN TEAM KOTENG E BAUER SUL PODIO VISMA SKI CLASSICS

Oggi e domenica 2 dicembre prime gare Visma Ski Classics a Livigno
Britta Johansson Norgren in grande spolvero porta al successo il Team Lager 157
Domani 1° dicembre “La Sgambeda” di 30 km in skating riservata agli amatori
Domenica Individual Prologue Ski Classics prima vera chicca stagionale

Il 157 è un numero primo e tale si è dimostrato. Oggi a Livigno è iniziato lo spettacolo Visma Ski Classics con il Pro Team Prologue allo Stadio del Fondo livignasco, 15 km in tecnica classica con gli uomini ad anticipare lo start delle donne, le quali hanno poi “proseguito” la cavalcata dei colleghi maschi nella pursuit, ad inseguimento. I tempi determinanti all’arrivo sono poi stati i piazzamenti dei primi tre classificati maschi e il primo delle donne. La vittoria è andata allo svedese ‘Lager 157 Ski Team’ grazie allo show di Britta Johansson Norgren, già in formissima e pronta a conquistare l’intero circuito per la quarta annata consecutiva, brava a completare l’opera di Marcus Johansson, Anton Karlsson ed Emil Persson. Seconda posizione per il norvegese Team Koteng, con Astrid Slind a finire non troppo distante dalla Norgren, mentre i maschi erano giunti al traguardo con Chris Andre Jespersen, John Kristian Dahl e Stian Hoelgaard, ex miglior giovane del challenge ed ora temibile fondista. Sul gradino più basso del podio il ceco eD system Bauer Team di Katerina Smutna, decisiva nel rush finale, Alexis Jeannerod, Jan Srail e Ilya Chernousov: “Dura per me, percorso tosto da affrontare, cercherò di competere per il meglio domenica”, ha dichiarato al termine della prova lo scorso vincitore della Marcialonga di Fiemme e Fassa. Deluso il Team Ragde, “salvato” da Kari Gjeitnes Vikhagen, mentre il Team Trentino Robinson capitanato da Mauro Brigadoi si è piazzato in 21.a posizione assoluta. Giornata fredda ma non troppo nel “Piccolo Tibet”, i presenti della scorsa “Sgambeda” ricorderanno temperature abbondantemente al di sotto dello zero, mentre quest’anno ci si avvicina ‘solamente’ allo zero. Il Pro Team Prologue è una sorta di “assaggio” di ciò che sarà la stagione Visma Ski Classics, una sfilata di tutte le squadre presenti, iniziata con i maschi partiti con un distacco di due minuti gli uni dagli altri, e terminata dalle donne le quali sono partite in base al distacco accumulato dal proprio team al maschile. E, a proposito di team maschili, un plauso va fatto al Team Kaffebryggerlet composto da Magnus Vesterheim, Vetle Thyli e Torgeir Skare Thygesen, piazzatisi al traguardo con otto secondi di vantaggio sui “colleghi” del Lager 157 Ski Team, ma non avendo una concorrente donna all’interno della squadra non sono poi rientrati in classifica generale. La vera protagonista è stata però la “solita” Britta Johansson Norgren, partita ed arrivata in solitaria sfruttando i consueti avvii di stagione brucianti: “Mi sentivo bene oggi, ma a quest’altitudine non è facile, Astrid andava davvero forte. L’ultimo giro è stato duro ma ce l’abbiamo fatta, complimenti a tutto il nostro team. Sarà dura vincere ogni gara, mi aspetto però di migliorare il finale di stagione”. La più soddisfatta del manto di gara è parsa proprio la seconda classificata Astrid Oyre Slind: “Era perfetto, un piacere gareggiare qui, sarà divertente anche domenica con il prologo individuale”. Mauro Brigadoi non se la prende troppo per questa prova di squadra, il team punta a crescere e a far crescere qualche giovane elemento: “Difficile oggi, io e Ferrari siamo collaudati mentre i giovani devono migliorare, ma hanno fatto bene. Qui potrei cogliere uno dei migliori risultati della stagione, però tutto può succedere”. Si accoda Francesco Ferrari: “La condizione c’era, eravamo in quattro con due giovani che hanno fatto una bella gara, speriamo che domenica sia migliore di oggi”. Una giornata di meritato riposo per i concorrenti Visma Ski Classics, e domani a Livigno si passa alla tecnica libera con “La Sgambeda” di 30 km (ore 11) a vantare un buon numero di iscritti, senza contare le partecipazioni tardive (ancora possibile iscriversi dalle 7:30 del mattino fino alle ore 9), mentre domenica andranno in scena le sfide individuali Visma Ski Classics, dove presumibilmente salirà in cattedra chi si è “trattenuto” in questo primo contest stagionale, Tord Asle Gjerdalen su tutti.

Info: www.lasgambeda.it

Download immagini TV:
www.broadcaster.it

Pro Team Prologue 15 km CT
1 Lager 157 Ski Team 00:40:10.00; 2 Team Koteng 00:40:20.00; 3 eD system Bauer Team 00:41:55.00; 4 Team ParkettPartner 00:41:56.00; 5 Team Ragde Eiendom 00:43:22.00; 6 Team Jobstation Rossignol 00:43:28.00; 7 E-Liberty Ski Team 00:43:28.00; 8 Russian Marathon Team 00:43:38.00; 9 Team Ramudden 00:44:16.00; 10 Vltava Fund Ski Team 00:44:17.00

VAL CASIES “CROSS COUNTRY PARADISE”. GRAN FONDO GARANZIA DI QUALITÀ ORGANIZZATIVA

VAL CASIES “CROSS COUNTRY PARADISE”. GRAN FONDO GARANZIA DI QUALITÀ ORGANIZZATIVA

36.a Gran Fondo Val Casies il 16 e 17 febbraio
Tradizionale riunione del comitato organizzatore altoatesino
Un grazie agli sponsor e ai volontari che s’impegnano a rendere grande l’evento
Iscrizioni a quote super entro il 31 gennaio e gara trasmessa in diretta RAI Sport

Al Centro Sportivo di San Martino di Casies, in provincia di Bolzano, si è svolta la tradizionale riunione del comitato organizzatore della Gran Fondo Val Casies, in programma i prossimi 16 e 17 febbraio.
Erano presenti – oltre a tutti i membri del C.O. – il presidente del comitato Walter Felderer, il sindaco di Monguelfo-Tesido Albin Schwingshackl, il quale ha dichiarato: “Siamo soddisfatti e possiamo annunciare che nel 2020 sarà pronto un sottopasso che eviterà l’attraversamento della strada provinciale” e il sindaco di Valle di Casies, Kurti Taschler: “È sempre una grande soddisfazione essere qui perché l’evento è di grande successo, la Gran Fondo premia tutta la valle”.
Un incontro che è tradizione in vista della celebre competizione che, ininterrottamente, va in scena sulle nevi altoatesine da quasi trentasei edizioni, dal lontano 1984. 64.131 i finisher registrati nell’evento numero 1 in Alto Adige e numero 2 in Italia alle spalle della mitica Marcialonga, merito di un format “garanzia” costituito da 30 o 42 km da percorrere in tecnica classica il sabato, e 30 o 42 km da svilupparsi in tecnica libera la domenica, senza dimenticare una “MINI Val Casies” rinnovata e i contest Just for Fun che permetteranno di respirare un po’ di più e gustarsi il paesaggio “rilassante” della bella vallata altoatesina. Durante la riunione del comitato presieduto da Walter Felderer si è ricordata la partenza alle ore 9 della sfida domenicale, per facilitare la diretta televisiva di Rai Sport. La Gran Fondo Val Casies 2019 è prova prestigiosa firmata dal circuito internazionale Euroloppet e dal nazionale Gran Fondo Master Tour, dove si trova la crème de la crème del fondo italiano. Saranno presenti i consueti traguardi sprint Alperia (Tesido), Hoku ladies a Pichl e Südtirol a Santa Maddalena per quanto riguarda il classico, quindi Sportful (nei pressi del maso Untersinne), Mila a San Martino di Casies e Hotel Quelle a Santa Maddalena per lo skating. La competizione per bambini in collaborazione con la 5V Loipe presieduta da Barbara Felderer – annuncia il comitato – avrà delle modifiche che la renderanno più avvincente e faranno divertire i giovani degli sci stretti, col percorso che si svilupperà verso Santa Maddalena (erta principale del tracciato dei grandi) con differenti lunghezze in base all’età. Il comitato ha elogiato i 440 volontari che ogni anno si prodigano a rendere grande la manifestazione, senza dimenticare la soddisfazione per aver attirato un maggior numero di sponsor, fatto promozione in Scandinavia per conquistare un importante mercato, e i buoni risultati nel merchandising online shop. Rai Sport premierà la Gran Fondo Val Casies anche il prossimo febbraio con circa due ore, un evento che – parola del presidente Felderer – si sta avvicinando sempre più al riconoscimento di Green Event. La Val Casies è un “cross country paradise”, dove gli appassionati di fondo si possono garantire giornate all’insegna del relax, dello sport e della buona cucina, con 3.400 pasti garantiti tra amatori e VIP, con menù prelibato uguale per tutti. Vanno ringraziati gli sponsor che rendono possibile tutto ciò, come Südtirol, Raiffeisen, Hotel Quelle, Hoku, Mila, Forst, Sportful, Alperia e la new entry Enervit che si unirà alla grande famiglia altoatesina. Le temperature lo permettono e i cannoni sono già all’opera per allestire un tracciato unico e impeccabile, il countdown può ora scattare…
Iscrizioni entro il 31 gennaio alle tariffe di 58 euro per la tecnica classica, 59 euro per la tecnica libera, 95 euro per entrambe, 47 euro per la Just for Fun e 76 euro per entrambe le prove Just for Fun.

Per info ed iscrizioni: www.valcasies.com

A LIVIGNO SHOW VISMA SKI CLASSICS. PARTE UNA STAGIONE RICCA DI PROTAGONISTI

A LIVIGNO SHOW VISMA SKI CLASSICS. PARTE UNA STAGIONE RICCA DI PROTAGONISTI

Venerdì 30 novembre e domenica 2 dicembre prime gare Visma Ski Classics
Sabato 1° dicembre “Sgambeda” in skating e Minisgambeda
Tanti protagonisti a Livigno tra Gjerdalen, Norgren, Nygaard e Eliassen
Team Ragde, Lager 157, Ed System Bauer, Koteng e Trentino Robinson in lizza tra i Pro Team

Visma Ski Classics e “Sgambeda” ai nastri di partenza, il challenge delle lunghe distanze è pronto a scattare e domani 30 novembre alle ore 12 vedrà la partenza degli uomini per il Pro Team Prologue allo Stadio del Fondo di Livigno, con 15 km in tecnica classica, replicato dalle donne alle ore 14. La giornata successiva protagonisti invece gli amatori e la tecnica libera, a ricevere il proprio pettorale dalle ore 7.30 alle ore 9 in Plaza Placheda, gustandosi anche l’Expo Area situata nella medesima location. Start della “Sgambeda” in skating alle ore 11 lungo il percorso di 30 km, prima di rifocillarsi al pasta party dalle ore 12.30 alle ore 16, intervallato dalle premiazioni alle ore 15. Non è finita qui, poiché anche i piccoli dello sci di fondo potranno divertirsi in tecnica libera ma questa volta in notturna, concedendosi una passeggiata scintillante alle ore 17 allo Stadio del Fondo.
Domenica 2 dicembre gran finale Visma Ski Classics, alle ore 9.30 con il prologo individuale femminile di 30 km in tecnica classica e alle ore 11 con quello maschile. La stagione Visma Ski Classics si prospetta ricchissima di protagonisti, la svedese Britta Johansson Norgren resta indubbiamente la favorita, asso pigliatutto che lo scorso anno vinse sette gare consecutive prima di amministrare il vantaggio e portarsi a casa il titolo. La rivale principale della svedese sarà la solita Katerina Smutna, vincitrice della stagione 2016 e seconda proprio alle spalle della Norgren nelle ultime due stagioni, accompagnata nella battaglia per il trono da Astrid Øyre Slind, in costante miglioramento così come Lina Korsgren, vincitrice della scorsa Vasaloppet, la ski-marathon più storica e prestigiosa dell’intero circuito. Kari Vikhagen Gjeitnes è l’outsider, ma mai sottovalutarla, anche grazie ad un’ottima preparazione estiva sugli skiroll. La ‘mina vagante’ della stagione sarà invece Justyna Kowalczyk la quale, se decidesse di effettuare tutte le prove, potrebbe davvero fungere da guastafeste dall’alto di un sontuoso palmarès. Al via anche l’oro olimpico Anna Haag.
Tra i maschi Andreas Nygaard a Livigno potrà far valere le proprie doti da velocista, soprattutto quando il fine gara si avvicina e la lotta si fa serrata. Tord Asle Gjerdalen è il re del double poling nonché tre volte re della Marcialonga e in pochi sono in grado di tenergli testa, questa volta però avrà a che fare con un lotto di contender davvero temibile. Morten Eide Pedersen è il veterano e fa della costanza la propria forza, Ilya Chernousov da bronzo olimpico non può che issarsi tra i favoriti, mentre Petter Eliassen torna in carreggiata dopo un anno di stop e sarà la vera incognita Visma Ski Classics, a cominciare dal primo appuntamento livignasco. Nel Piccolo Tibet il primo appuntamento è però dedicato ai team, e tra di essi il Team Ragde Eiendom cambia faccia ma non i favori del pronostico, così come il Lager 157 Ski Team capitanato dalla Norgren. Tra gli altri si distinguono il ceco Ed System Bauer Team che porta il nome del fondista Lukas Bauer, provando a fare uno step in avanti con un piazzamento a podio, il Team Koteng a vantare un gruppo variegato di bravi atleti, ed infine il Team Trentino Robinson Trainer allenato da Bruno Debertolis e guidato dal ‘capitano’ Mauro Brigadoi, sempre pronto a stupire.

Info: www.lasgambeda.it

ÖTZI ALPIN MARATHON DA OSCAR. 10 DICEMBRE DATA DI APERTURA ISCRIZIONI

ÖTZI ALPIN MARATHON DA OSCAR. 10 DICEMBRE DATA DI APERTURA ISCRIZIONI

16.a Ötzi Alpin Marathon il 27 aprile a Naturno, in Alto Adige
42.2 km e 3266 m di dislivello con gli ultimi 6.7 km dedicati allo scialpinismo
Mountain bike, corsa e skialp in singolo o in squadra
Meta finale il luogo del ritrovamento dell’Uomo del Similaun

Al cinema è recentemente uscito il film «Ötzi e il mistero del tempo», un viaggio emozionante tra fantasia e realtà, ingredienti principali anche di un altro evento dedicato alla Mummia del Similaun: la sedicesima Ötzi Alpin Marathon del 27 aprile del prossimo anno, pronta tra pochi giorni (10 dicembre) ad aprire le iscrizioni.
Da Naturno al ghiacciaio della Val Senales – in Alto Adige – si ripercorreranno le orme del leggendario uomo vissuto circa 5.300 anni fa, per un totale di 42.2 km e 3266 m di dislivello suddivisi in 24.2 km in mountain bike, 11.3 km di corsa e 6.7 km di scialpinismo, una vera e propria cavalcata senza tempo.
Nel film Ötzi tornerà magicamente in vita e farà vivere un’esperienza memorabile, la stessa proposta dal comitato ASD Senales ai mitici triatleti che decideranno di mettersi alla prova ed affrontare questo accattivante contest di triathlon atipico, lontano dall’acqua e più vicino alla montagna.
Scenderanno in campo i valori e il coraggio, in una “proiezione” girata interamente in Alto Adige, come quella del film diretto da Gabriele Pignotta. Lo stile di vita di Ötzi non era di certo sedentario, e la corporatura era simile a quella di un triatleta, snella e scattante, preparata ad affrontare le sfide difficili della quotidianità.
Di progressi se ne sono fatti da allora, ma per competere alla Ötzi Alpin Marathon i triatleti dovranno tornare “all’età della pietra”, sfoggiando tutta la propria tenacia e spirito di sacrificio: “occorre una buona preparazione”, raccomanda il comitato altoatesino. La manifestazione dedicata agli indomiti dello sport ha tuttavia dei risvolti più dolci, quelli riservati agli staffettisti, i quali potranno concedersi qualche attimo di respiro suddividendosi la fatica e facendo percorrere i tratti di mountain bike, podismo o scialpinismo ad un compagno di squadra, giungendo a pochi passi dal punto in cui venne ritrovata la “sagoma” che da decenni fa sbizzarrire scienziati e curiosi di tutto il mondo.
L’uomo venuto dal ghiaccio percorreva già millenni fa questo tracciato, e i ghiacciai della Val Senales costituiscono un ambiente naturale dal fascino straordinario, un paradiso per gli amanti degli sport invernali, esaltante sia per i principianti che per gli sciatori e scialpinisti provetti. Certo, per partecipare al contest della Ötzi Alpin Marathon occorre preparazione, ma l’esperienza è indimenticabile, e la discesa “Schmuggler” (dei contrabbandieri) da percorrere all’insù è di quelle da non perdere, nonché decisiva ai fini del risultato finale. Ancora un attimo di pazienza, l’apertura iscrizioni è dietro l’angolo.

Info: www.oetzi-alpin-marathon.com e info@oetzi-alpin-marathon.com

50 GIORNI ALLO SKIRI TROPHY XCOUNTRY. 1° DICEMBRE DATA DI APERTURA ISCRIZIONI

50 GIORNI ALLO SKIRI TROPHY XCOUNTRY. 1° DICEMBRE DATA DI APERTURA ISCRIZIONI

Skiri Trophy XCountry in Val di Fiemme il 19 e 20 gennaio
10% delle quote di partecipazione donate all’Associazione Amici Trentini
Baby, Cuccioli, Ragazzi ed Allievi ma anche concorrenti Revival
Classifiche di “combinata”: Skirilonga e collaborazione con Pinocchio

Dopo aver fatto sbizzarrire i ragazzi del Liceo del Design e delle Arti “G.Soraperra” di Pozza di Fassa nella realizzazione dei bozzetti per il trofeo, il Gruppo Sportivo Castello si butta a capofitto sulla gara che i piccoli degli sci stretti attendono da un anno: lo Skiri Trophy XCountry pronto a festeggiare – il 19 e 20 gennaio prossimi – la 36.a edizione ‘Kinder+Sport Joy of Moving’ di una lunga storia arrivata ad essere punto di riferimento indissolubile per i giovani dello sci di fondo. Il “mini-mondiale” avrà luogo al Centro del Fondo di Lago di Tesero tra una cinquantina di giorni circa, nella giornata del World Snow Day 2019, e porterà a competere in Val di Fiemme un gran numero di nazioni e bambini provenienti anche da oltreoceano.
La data di apertura iscrizioni per l’appuntamento trentino è stata fissata al primo giorno di dicembre, e le categorie “Baby”, “Cuccioli”, “Ragazzi” ed “Allievi” avranno garantito tanto divertimento sulla neve, con i primi delle annate 2009-2010 a cimentarsi su un tracciato di 1.5 km di lunghezza, i secondi (2007-2008) percorrendo 3 km (femmine) e 4 km (maschi), i Ragazzi (2005-2006) rispettivamente 4 km (femmine) e 5 km (maschi), ed infine gli Allievi (2003-2004) con 5 e 7 km. Le partecipazioni dovranno pervenire al G.S. Castello di Fiemme entro e non oltre la data di martedì 15 gennaio unicamente online, accedendo alla sessione dedicata del sito internet della manifestazione e saldando la tariffa di 11 euro (numero chiuso 1.400 concorrenti). Non solo piccini, anche i grandi avranno un bel da fare il prossimo gennaio, con una sfida di 5 km in tecnica classica riservata a tutti coloro i quali in passato hanno partecipato allo Skiri Trophy XCountry.
Ogni iscritto riceverà un ricco pacco gara con gadget offerti dal comitato organizzatore, quali un cappellino tecnico da gara e del materiale fornito dal partner Kinder+Sport Joy of Moving, per non parlare della categoria Revival che avrà in consegna un pacco gara offerto da Rode. Da evidenziare che il 10% della quota di partecipazione di ogni concorrente sarà utilizzato per sostenere a distanza i bimbi bisognosi nel mondo in collaborazione con l’Associazione Amici Trentini.
Da non dimenticare anche le classifiche di combinata a titolo gratuito “Skirilonga” – ad unire il lavoro di Marcialonga e G.S. Castello in una speciale classifica realizzata attraverso un algoritmo che esalterà le prestazioni singole poi sommate di genitori e figli – , e quella con Pinocchio sugli sci da fondo, in una ulteriore classifica combinata che farà cimentare i bimbi degli sci stretti anche al Centro Fondo Piana Amorotti di Modena. La combinata tra Skiri e Marcialonga garantirà importanti premi ai vincitori, quali un buono personale per un’iscrizione gratuita alla Marcialonga Skiing a beneficio del concorrente che partecipa allo Skiri Trophy XCountry al raggiungimento della maggiore età, e un buono che prevede un soggiorno gratuito per un weekend per due persone in un albergo della Val di Fiemme. Per iscriversi basterà essersi preventivamente registrati compilando il modulo disponibile all’atto dell’iscrizione allo Skiri Trophy XCountry e non oltre il 20 gennaio 2019. Non mancheranno nemmeno animazione e spettacolo in Val di Fiemme, dopo la cerimonia di benvenuto a tutte le rappresentative straniere e nazionali con la banda Sociale di Molina di Fiemme ci sarà infatti lo spettacolo di animazione in compagnia di Onelio la cui simpatia, magia e giocoleria faranno divertire tutti i presenti sabato 19 gennaio alle ore 20 al Teatro di Tesero, mentre Kinder+Sport Joy of Moving, progetto internazionale di Responsabilità Sociale del gruppo Ferrero nato per portare la gioia di muoversi nella vita di ogni bambino, si occuperà di far giocare i piccoli con un villaggio di animazione basato sulla filosofia del Joy Of Moving, appositamente allestito allo Stadio del Fondo. Il futuro dello sci di fondo passa ancora una volta dalla regia del G.S. Castello.

Info: www.skiritrophy.com e regolamento: www.skiritrophy.com/regolamento

MOONLIGHT CLASSIC NORDIC CAMP. SCI DI FONDO E CORSA SULL’ALPE DI SIUSI

MOONLIGHT CLASSIC NORDIC CAMP. SCI DI FONDO E CORSA SULL’ALPE DI SIUSI

13.a Moonlight Classic il 23 gennaio in Alto Adige – quote d’iscrizione in scadenza
Moonlight Classic Nordic Camp per vivere lo sci nordico a 360°
Workshop a disposizione dal 20 al 25 gennaio comprensivo di Moonlight Classic
Classifica combinata in abbinamento alla Mezza Maratona Alpe di Siusi del 7 luglio

L’Alpe di Siusi, in altre parole il “regno dello sci nordico”, riserva non solo la tredicesima edizione della Moonlight Classic del 23 gennaio in Alto Adige, bensì un’intera settimana all’insegna dello sci di fondo, il tutto grazie al Moonlight Classic Nordic Camp dal 20 al 25 gennaio in compagnia di Karin Moroder e David Hofer. Come funziona? Tutti gli interessati avranno l’opportunità di partecipare ad una serie di workshop, sessioni d’allenamento ed eventi di sci nordico volti a combinare sport e divertimento, con l’assistenza di un team di allenatori professionisti. Un’iniziativa davvero da non perdere e riservata a vari livelli di dimestichezza sugli sci stretti, principianti ed esperti avranno a disposizione tutto ciò che sognano da tempo, non mancheranno infatti proposte allettanti e, due pomeriggi alla settimana, anche gli sportivi in erba potranno partire alla giocosa scoperta delle piste da fondo sull’Alpe di Siusi. Certamente il contest da non perdere sarà la “Südtirol Moonlight Classic Alpe di Siusi” del 23 gennaio, quando i concorrenti sfileranno lungo un tracciato di 15 o 30 km sotto la luna piena, alla luce delle 1000 fiaccole posizionate lungo gli itinerari di gara a dir poco mozzafiato. Il comitato organizzatore mette al corrente che tutti i workshop possono essere prenotati singolarmente o come pacchetto completo per 6 giorni (da domenica 20 a venerdì 25/01), per 4 giorni (da domenica 20 a mercoledì 23/01) o per 3 giorni (da mercoledì 23 a venerdì 25/01), comprensivi di iscrizione alla Moonlight Classic, le cui quote sono attualmente in scadenza alle cifre di 45 euro per la 30 km e di 40 euro per la 15 km entro il 30 novembre. Le iscrizioni al Moonlight Classic Nordic Camp sono disponibili agli uffici informazioni dell’area vacanze Alpe di Siusi o con il modulo d’iscrizione che verrà compilato e inviato insieme all‘attestato di pagamento della quota d’iscrizione a info@seiseralm.it per i singoli workout di 6, 4 e 3 giorni. Il team di allenatori è di tutto rispetto, Karin Moroder è una ex atleta della squadra nazionale italiana di sci di fondo e ha partecipato a tre edizioni dei Giochi Olimpici invernali, è ora maestra di sci ad Ortisei, mentre David Hofer è anch’egli ex atleta della nazionale italiana di fondo e in carriera ha preso parte a due edizioni dei Giochi Olimpici invernali, è ora allenatore dello Sci Club Gardena e della scuola sportiva ITE Raetia. Dallo sci di fondo alla corsa, con la mitica Combinata Alpe di Siusi Ski & Run tra Moonlight Classic e Mezza Maratona del 7 luglio, stilando una classifica combinata ed eleggendo il re e la regina dell’Alpe di Siusi al termine della corsa lungo i magnifici scenari dell’altopiano per tutte le stagioni.

Per info ed iscrizioni: www.moonlightclassic.info

COMBINATA NORDICA “TRADIZIONE” IN VAL DI FIEMME. COPPA DEL MONDO TRA PREDAZZO E LAGO DI TESERO

COMBINATA NORDICA “TRADIZIONE” IN VAL DI FIEMME. COPPA DEL MONDO TRA PREDAZZO E LAGO DI TESERO

Combinata Nordica in Val di Fiemme dall’11 al 13 gennaio
Nelle medesime giornate anche le sfide di Salto Speciale
La stagione di Coppa del Mondo è partita ufficialmente in terra finnica
“Jump in the Breakfast” gratuito per tutti gli spettatori

Grande ritorno del Salto Speciale in Val di Fiemme, ma anche della Coppa del Mondo di Combinata Nordica dall’11 al 13 gennaio, appuntamento divenuto ormai tradizione nel primo mese dell’anno, tra il Centro del Fondo di Lago di Tesero e lo Stadio del Salto di Predazzo.
A differenza dei saltatori, concentrati su una singola disciplina, i combinatisti se la dovranno vedere anche con lo sci di fondo, con i distacchi tra gli atleti nella seconda frazione determinati dall’esito della prima performance. La stagione di Coppa del Mondo è iniziata e a Ruka, in terra finnica, l’austriaco Mario Seidl conquista la prima Gundersen, con Jarl Magnus Riiber in seconda posizione confermando i propri progressi stagione dopo stagione. Gradino più basso del podio per il germanico Johannes Rydzek, sempre più costante e forse pronto a ricevere l’agognato passaggio di consegne da ‘sua maestà’ Eric Frenzel.
Numerose le difficoltà riscontrate dai protagonisti più attesi, in particolar modo nella frazione di salto, con Watabe, Graabak, Riessle e Frenzel a tentare una disperata rimonta sugli sci stretti. Prestazioni degli azzurri in chiaroscuro, la nota più lieta è certamente il rientro di Samuel Costa, 26° e subito a punti dopo un’annata abbondante più che travagliata e tre operazioni subite. Alessandro Pittin e Raffaele Buzzi fuori dal lotto dei migliori, con il carnico – unica medaglia olimpica nella storia della Combinata Nordica italiana – penalizzato per aver saltato in condizioni davvero difficili, facendosi poi valere (come sempre) sugli sci da fondo dove ha fatto registrare il sesto tempo.
A Ruka il team event ha visto invece primeggiare la Germania su Giappone e Norvegia, con l’Austria in quarta posizione assoluta.
Le sfide di Coppa sono appena cominciate, la strada è ancora lunga, e tra poco più di un mese gli azzurri si potranno godere gli appuntamenti “di casa” ed un programma decisamente allettante: giovedì 10 gennaio vi saranno già i primi balzi di qualifica allo Stadio del Salto di Predazzo, mentre da venerdì 11 gennaio s’inizierà a fare sul serio con la prima delle due Individual Gundersen HS135, salto in mattinata e fondo di 10 km nel pomeriggio. Sabato giornata tradizionale di prova a squadre Team Sprint HS135 / 2×7.5 km, mentre domenica altra Individual Gundersen tra lo Stadio del Salto e il Centro del Fondo di Lago di Tesero, con altri 10 km tutti da vivere e da gustare anche per gli spettatori presenti, i quali in mattinata a Predazzo potranno sorseggiare un cappuccino e gustarsi una brioche nella colazione gratuita ‘Jump in the Breakfast’ e il sabato sera la Winterfest al Tendone delle Feste di Lago di Tesero.

Info: www.fiemmeworldcup.com

LA VAL DI FIEMME ATTENDE IL TOUR DE SKI. FINAL CLIMB OBIETTIVO DEI TEMERARI DEL FONDO

LA VAL DI FIEMME ATTENDE IL TOUR DE SKI. FINAL CLIMB OBIETTIVO DEI TEMERARI DEL FONDO

Tour de Ski in Val di Fiemme il 5 e 6 gennaio
Sabato Mass Start, domenica 9 km in tecnica libera sulla pista Olimpia III
Già aperta la stagione di Coppa del Mondo di sci di fondo
In Finlandia bravi Scardoni e Pellegrino, Klaebo si fa beffare da Bolshunov

In Val di Fiemme temperature e bollettino neve sono confortanti, e il comitato Fiemme Ski World Cup si può gettare a capofitto sui propri appuntamenti di gennaio, a cominciare dal Tour de Ski 2018/2019, pronto a culminare ancora una volta nella “culla dello sci nordico” sabato 5 e domenica 6 gennaio.
Nell’attesa dell’appuntamento trentino la Coppa del Mondo di sci di fondo è iniziata con il botto: tanti, tantissimi i protagonisti a darsi battaglia in una stagione che si prospetta indimenticabile e mai così ricca di sorprese e atleti pronti a ben figurare. Nello sport chi non molla mai viene premiato, e all’avvio di Coppa sprint nella finlandese Ruka il russo Alexander Bolshunov ha soffiato la vittoria al favoritissimo ragazzo prodigio Johannes Klaebo, il quale ha inspiegabilmente rallentato sul più bello, sentendosi già il successo in tasca. Un atteggiamento di ‘superiorità’ pagato a caro prezzo, ma comprensibile da parte di un 22enne che vanta già tre ori olimpici. Uno start che ha visto anche il ritorno alle gare dell’altra norvegese Therese Johaug, ripartita da dove aveva lasciato, sul gradino più alto del podio nella 10 km TC.
I ‘conquistadores’ dello scorso Tour de Ski – Dario Cologna e Heidi Weng – si stanno preparando ad una grande stagione, mentre gli azzurri capitanati da Federico Pellegrino iniziano ad ingranare e le azzurre si sono ringalluzzite grazie ad alcune buone prove, in particolare con il settimo posto ottenuto in terra finnica della veronese Lucia Scardoni.
Il Tour de Ski della Val di Fiemme si aprirà sabato 5 gennaio con la consueta Mass Start in tecnica classica, di 10 km per le donne e 15 km per gli uomini, prima della “finale delle finali” e dell’appuntamento storico con la fatica: la Final Climb di domenica 6 gennaio in tecnica libera (e non potrebbe essere altrimenti). 9 km verso il cielo sia per le donne che per gli uomini, “uguaglianza” che non lascia scampo a nessuno, chi è pronto mentalmente e fisicamente sale, chi non lo è arranca. Nel mezzo, una miriade di iniziative di contorno, sportive e non solo, tra la “Rampa con i Campioni” servita su un piatto d’argento ad ex campioni ed amatori che vorranno fregiarsi di aver anch’essi fatto i conti con le asperità della pista Olimpia III (iscrizioni a 25 euro entro il 4 gennaio), le sfide per i giovanissimi “Mini World Cup Coop” e “Junior Final Climb”, la festa di Après Ski-Race DJ set e Fiemme Rock & Roll, e il Tour del Gusto per assaporare i prodotti tipici locali in pieno contest di Coppa del Mondo.

Info: www.fiemmeworldcup.com

A LIVIGNO NEVE E FREDDO: LA STAGIONE VISMA SKI CLASSICS APRE CON IL BOTTO. ALLA SGAMBEDA PERCORSO UNICO DI 30KM

A LIVIGNO NEVE E FREDDO: LA STAGIONE VISMA SKI CLASSICS APRE CON IL BOTTO. ALLA SGAMBEDA PERCORSO UNICO DI 30KM

Venerdì 30 novembre e domenica 2 dicembre Visma Ski Classics show a Livigno
Sabato 1° dicembre “Sgambeda” in skating su percorso di 30km e Minisgambeda
Team Ragde di Gjerdalen tra i favoriti già nel “Piccolo Tibet” per allenarsi
Iscrizioni online per gli amatori entro il 28 novembre o all’ufficio gare il 29 e 30 novembre

La stagione di Coppa del Mondo di sci di fondo è cominciata, ed ora la palla passa a Livigno con l’ouverture Visma Ski Classics delle lunghe distanze: il 30 novembre con il Pro Team Prologue di 15 km in tecnica classica e domenica 2 dicembre con l’Individual Prologue di 30 km.

Il comitato organizzatore livignasco ha avuto un aiuto provvidenziale, quello del gelo e della neve scesa negli ultimi giorni dando garanzia di svolgimento delle manifestazioni fondistiche, confermando inoltre anche “La Sgambeda” di sabato 1° dicembre in un giro unico di 30 km che toccherà la celebre salita del “Gras D’Agnei”.

Sabato 1° dicembre dalle ore 17 si divertiranno anche i piccoli della “Minisgambeda” nell’evento in notturna a loro dedicato, scivolando in tecnica libera lungo un itinerario di gara da 1 a 6 chilometri da percorrersi in base alle categoria di appartenenza (iscrizioni a 10 euro entro le ore 19 di venerdì 30 novembre o sabato 1° dicembre dalle ore 15.30 alle ore 16.30 al momento del ritiro pettorali allo Stadio del Fondo).

Le iscrizioni per “La Sgambeda” continuano fino a mercoledì 28 novembre alla quota di partecipazione di 60€, comprensiva di pacco gara e di tutti i servizi. Dopodiché salvo esaurimento dei pettorali disponibili ci sarà la possibilità di registrarsi anche presso l’ufficio gare a partire da giovedì 29 novembre alle ore 14.

Nel frattempo proseguono le sessioni di allenamento, e il Team Ragde capitanato da Tord Asle Gjerdalen è a Livigno già da qualche giorno per allenarsi sul percorso, dando del filo da torcere alle altre squadre sin dalla prima prova anche grazie all’aiuto dell’esperto campione olimpico e mondiale Anders Aukland.

Le sfide livignasche avranno il risalto che meritano grazie ai canali di Eurosport, e gli appassionati potranno gustare in diretta le immagini anche dal proprio divano di casa.

A Livigno la grande stagione del fondo long distance può cominciare.

Info: www.lasgambeda.it