Tag: team futura

STEFANO MICH 61.o ALLA MARCIALONGA! È IL PRIMO TRENTINO ARRIVATO, GIOIA TEAM FUTURA

STEFANO MICH 61.o ALLA MARCIALONGA! È IL PRIMO TRENTINO ARRIVATO, GIOIA TEAM FUTURA

47.a Marcialonga di Fiemme e Fassa ieri in Trentino
Dopo Stefano Mich bravi anche Mosconi, Giardina e Riccardo Mich
2o Sergej Spirin alla Marcialonga Light, sesta Marta Gentile
Il prossimo weekend Granfondo Dobbiaco-Cortina

La Marcialonga di Fiemme e Fassa, che domenica festeggiava la 47.a edizione, è ormai un evento di costume che raduna una miriade tra professionisti delle lunghe distanze Visma Ski Classics, campioni di Coppa del Mondo (Roethe e Cologna) ed ex fuoriclasse degli sci stretti che non si vogliono perdere la spettacolare ski-marathon trentina che passa dai paesini, uno su tutti Petter Northug (arrivato 99o).
Ma la Marcialonga è anche e soprattutto dei trentini, come Stefano Mich che ieri ha compiuto una vera e propria impresa, giungendo 61o dopo una strepitosa prestazione sui 70 km: “Sono molto soddisfatto della gara, è stata perfetta, meglio di così non poteva andare” – ha affermato sul traguardo l’atleta del Team Futura. Il tutto nonostante le difficoltà avute con la neve a causa delle temperature elevate: “Le condizioni della pista purtroppo non erano perfette ma questo lo sapevamo, ha fatto caldo, ha anche nevicato un po’ questa notte ed è stata una sorpresa, comunque noi l’abbiamo trovata ancora in condizioni abbastanza buone”. Avevi una strategia in mente o il tuo risultato è stato una sorpresa anche per te? “La strategia era partire bene ma non esagerare, trovare un bel gruppetto, vedere un po’ come stavo e fin dall’inizio mi sono sentito bene. Ho avuto la fortuna di partire in avanti e sono così riuscito a tenere sempre il gruppo, ho avuto molta energia fino alla fine”. I responsabili della squadra trentina sono orgogliosi: “Siamo felici di aver creduto in lui quest’anno”, mentre sono da segnalare anche il 112o posto di Marco Mosconi, il 117o di Jacopo Giardina e quello del fratello di Stefano, Riccardo Mich, giunto 136o: “Non è un granché il mio risultato, ma è sempre bello essere qui alla Marcialonga. Peccato per il troppo caldo, sono contento per il Team, gli ultimi appuntamenti sono andati bene e ora vedremo i prossimi”.
Applausi anche per Sergej Spirin, secondo alla Marcialonga Light di 45 km, nel Team Futura da cinque anni: “Sono molto contento dei miei sci, e devo dire che la neve fresca per me è stata una grossa sorpresa. Da Canazei alla linea di arrivo ho sciato da solo, e non sono riuscito a tenere traccia degli altri, non ho ben capito cosa stesse succedendo, ma poi sono arrivato qui. Il Team Futura mi è stato molto d’aiuto, con l’organizzazione, con l’iscrizione, con l’allenamento.. con tutto!”. Sesto posto invece per la ventenne Marta Gentile – prima Marcialonga per lei – astro nascente del Team Futura che si fa valere tra le donne. E il prossimo weekend arriva la Granfondo Dobbiaco–Cortina…

DALLE ALPI ALLE ANDE… TEAM FUTURA SEI GRANDE! SPETTACOLO OLIMPICO E SQUADRA DI GLOBETROTTERS

DALLE ALPI ALLE ANDE… TEAM FUTURA SEI GRANDE! SPETTACOLO OLIMPICO E SQUADRA DI GLOBETROTTERS

Show di Mosconi e Crestani alle Olimpiadi di Seefeld
Applausi anche per Friedrich Noeckler, padre di Dietmar
I Mich stupiscono “in casa”, Dementiev terzo alla Dolomitenlauf
E ora la regina di tutte le granfondo: la Marcialonga di Fiemme e Fassa

Altro weekend denso, anzi densissimo di soddisfazioni per il Team Futura, che ‘espugna’ anche Seefeld uscendo dalle Olimpiadi Master facendo incetta di medaglie: due infatti le medaglie d’oro di categoria per Marco Mosconi nella M45, davvero brillante in questa stagione, e Friedrich Noeckler, ‘padre d’arte’ (il figlio Dietmar è atleta di Coppa del Mondo) nella M65, brillando nella 7.5 km in skating. Un trittico completato per un altro atleta con la A maiuscola, si tratta di Marco Crestani (categoria M55) che si porta a casa l’oro nella 7.5 km in tecnica classica, l’argento sui 15 km e il bronzo nella 30 km, sempre in classic technique. “Meanwhile…” al Centro del Fondo di Lago di Tesero intitolato alla memoria di Fabio Canal si è corsa la staffetta a coppie organizzata dall’Ana di Masi di Cavalese. Ed anche in Trentino il Team Futura si è divertito, con un secondo posto assoluto per il duetto “dei Mich”, con Stefano a competere in tecnica classica e Riccardo in tecnica libera. Sorprende ancora (ma non più di tanto…) il duo delle meraviglie Crestani-Mosconi, una combo ‘micidiale’ capace di portarsi a casa un’altra medaglia d’oro alle Olimpiadi Master di Seefeld. Il tutto prima di passare ai Campionati Italiani Master di Campolongo, dove Mosconi è giunto secondo assoluto e primo di categoria e Crestani primo di categoria, con Paolo Sommavilla terzo e Marta Gentile terza assoluta per quanto riguarda la compagine femminile. Il Team Futura si è concesso anche la Dolomitenlauf in tecnica libera ad Obertilliach in Ost Tyrol, nella quale l’altoatesino Patrick Klettenhammer è riuscito ad alzare le braccia al cielo nel percorso corto, che ha visto inoltre l’ottima dodicesima posizione dell’atleta della Val Casies Reinhard Kargruber e il gradino più basso del podio raggiunto nella prova lunga di 42 km per una delle punte di diamante del team: il russo Evgenj Dementiev, già oro olimpico. Ottavo Riccardo Mich, sempre nella 42 km. Decima posizione per il biatleta Pietro Dutto e 24.a per “lo skimen più veloce del mondo”, come viene definito dagli stessi compagni di squadra, Alessandro Calliari. Matthias Schwingshackl ha conquistato il terzo posto nella 30 km in tecnica classica, mentre si sono distinti positivamente anche Niederkofler (5°) e Brunner (8°), entrando nella top 10. Bravi tutti ragazzi! E ora… la regina di tutte le granfondo d’Italia e non solo: la Marcialonga di Fiemme e Fassa di domenica.

Info: www.teamfutura.it

IL TEAM FUTURA CONCEDE SPETTACOLO. SHOW FUTUR…ISTICO ALLA PUSTERTALER

IL TEAM FUTURA CONCEDE SPETTACOLO. SHOW FUTUR…ISTICO ALLA PUSTERTALER

44.a Pustertaler Ski-Marathon “invasa” dagli atleti del Team Futura
Legkov vince ancora e si porta a casa la gara di 62 km
Quattro atleti del Team Futura nelle prime dieci posizioni
Manuel Amhof è secondo nella tappa di casa, Kargruber “Adrenalin”

Se il buongiorno si vede dal mattino… Sin da inizio stagione il Team Futura aveva un obiettivo dichiarato: la Pustertaler Ski-Marathon. L’evento tornava alla ribalta sabato 11 gennaio con una 44.a edizione spettacolare, e la manifestazione del comitato presieduto da Markus Hackhofer ha evidenziato nuovamente le doti del “politico” della squadra trentina, l’ex campione olimpico Alexander Legkov che già aveva fatto il bello e il cattivo tempo sull’Alpe Cermis, l’erta dei fuoriclasse del Tour de Ski.
Al secondo posto staccato di pochissimo un atleta che giocava in casa, Manuel Amhof di Villabassa, zona d’arrivo della manifestazione e anche sede della mitica Dolomiti Superbike. Spettacolare quarto posto per lo skirollista Jacopo Giardina, 6° Riccardo Mich, completando un quadro che vede il Team Futura occupare ben quattro posizioni nelle prime dieci. Team Futura “über alles” in lungo ed in largo in Val Pusteria dunque, da Sesto a Villabassa, e Jacopo Giardina a 2’32” e Riccardo Mich a 4’53” sono stati davvero da applausi. Proseguendo un lungo elenco che vede Stefano Mich in tredicesima posizione, 16° Christian Niederkofler e 17° Matthias Schwingshakl, protagonista suo malgrado della rottura di un bastoncino nei primi 2 chilometri di gara, compromettendo un quasi certo ingresso nella top 10. Quindi 18° Paolo Sembenini, 21° Gianni Zorzi 24° Nicola Vanzo e 30° un altro skirollista, questa volta ex campione del mondo, Alessio Berlanda. La vincitrice della gara femminile è stata invece Sara Pellegrini.
Reinhard Kargruber è invece atleta da sfide impossibili e l’altoatesino si è regalato un bel quinto posto assoluto nel percorso di 42 km “Adrenalin”, che regalava la vista impagabile di Prato Piazza. Vittorie nel percorso breve a Simone Daprà, capace di regolare persino Dietmar Noeckler, e alla tedesca Jessica Dotzler trionfatrice tra le donne. Premiazioni finali nella piazza Von Kurz di Villabassa con i scintillanti colori ‘fluo’ del Team Futura di Lavis in bell’evidenza.
Il Team Futura è sempre impegnato su più fronti e il weekend formidabile della squadra trentina si è arricchito di un altro trionfo, quello di Patrick Klettenhammer che ha sconfinato nella vicina Austria portandosi a casa il Tour de Ramsau, vincendo la classifica assoluta del mini tour di tre tappe con un 19° posto nella sprint, un 2° posto nella 15 km in classico quando i compagni ‘domavano’ la Pustertaler Ski-Marathon e alzando le braccia al cielo nell’ultima prova in skating. Un successo che va di pari passo a quello della compagna Thea Schwingshackl, anch’ella vincitrice del mini tour grazie a due secondi posti. Ah, l’amour…

Info: www.teamfutura.it

IL TEAM FUTURA SFOGGIA L’ARTIGLIERIA PESANTE. SUPERDUTTO E CHE RAMPA! ORA ‘PUSTERTALER’…

IL TEAM FUTURA SFOGGIA L’ARTIGLIERIA PESANTE. SUPERDUTTO E CHE RAMPA! ORA ‘PUSTERTALER’…

Team Futura protagonista alla “Rampa con i Campioni” del Tour de Ski
Vince Legkov e tra le donne podio tutto “fluo” con i colori della squadra trentina
Pietro Dutto secondo alla Base Tuono Marathon, 5° Riccardo Mich
Applausi anche per Patrick Klettenhammer, prima di ‘invadere’ la Pustertaler Ski-Marathon

Il Tour de Ski lo scorso weekend ha eletto campioni Alexander Bolshunov e Therese Johaug, ma in precedenza a sfidare la pista Olimpia III dell’Alpe Cermis c’erano gli atleti dell’evento promozionale “Rampa con i Campioni”. Il detentore del titolo della ‘Rampa’ era il russo ex campione olimpico Aleksandr Legkov che anche quest’anno – indossando i colori scintillanti del Team Futura – ha deciso di mettersi alla prova andando nuovamente a trionfare: “Mi piace molto correre in montagna e amo la montagna in generale, per questo vengo ancora a fare questa gara. Mi ricordo molto bene di quando ho vinto la Coppa del Mondo, il Tour de Ski lo ricordo benissimo e lo porto avanti perché è una gara davvero bellissima”, dirà al traguardo. Applausi a scena aperta anche per Patrick Klettenhammer, anch’egli atleta ‘fluo’ del Team Futura che ha chiuso i 10 chilometri della Final Climb in sesta posizione, effettuando un’altra prestazione positiva dopo il settimo posto a “La Venosta”. Rispettivamente undicesimo e tredicesimo l’accoppiata italo-russa composta da Marco Mosconi e Denis Filimonov. Del Team Futura anche tutto il podio femminile, a partire dalla vincitrice, la giovane Nina Dubotolkina: “Aver vinto questa gara mi rende molto felice perché era molto importante per me. Non potevo fare di meglio”, davanti ad una sorprendente Hristina Matsokina, alla prima esperienza in questo tipo di gara, e alla terza classificata Aida Barazitova. 17° Egor Sorin, 19° Alessandro Calliari, 24° l’eterno e bravo Reinhard Kargruber, all’interno di una classifica praticamente dominata dalla squadra trentina. Il 2020 è iniziato dunque nel migliore dei modi per il Team Futura che alla Base Tuono Marathon di Passo Coe ha conquistato un secondo posto grazie a Pietro Dutto che ha perso di un soffio lo sprint su Francesco Ferrari. Ottimo risultato se si pensa che il biatleta è alla prima prova stagionale così come Riccardo Mich, quinto sul traguardo. Nelle classifiche di categoria 2° e 3° posto in campo femminile per Patrizia Panizza e Annalisa Bertocco e ancora un 3° posto per Marta Gentile. Tra gli uomini 2° posto per Silvano Berlanda. E ora, dopo qualche giorno di riposo, gli atleti del Team Futura inforcheranno nuovamente gli sci stretti per cercare di andarsi a prendere la Pustertaler Ski-Marathon, ancora una volta con Legkov a capitanare una truppa fortissima e preparata che vedrà al via anche il bravo Manuel Amhof, l’inossidabile Silvano Berlanda accompagnato dal figlio ex campione del mondo di skiroll Alessio, Marco Crestani, Marco Mosconi, Julian Brunner che ha confessato di puntare a far bene nella contesa altoatesina che arriva ‘a casa sua’, nello scenario di Villabassa, e ancora un lotto fornitissimo che vedrà tra gli altri impegnati Jacopo Giardina, Riccardo e Stefano Mich, Matthias Schwingshackl e Reinhard Kargruber.

Info: www.teamfutura.it

PARTITA LA STAGIONE DEL TEAM FUTURA. LA NEW ENTRY MARTA GENTILE OTTAVA A LIVIGNO

PARTITA LA STAGIONE DEL TEAM FUTURA. LA NEW ENTRY MARTA GENTILE OTTAVA A LIVIGNO

Il Team Futura torna in pista a Livigno
Buone prove per Marta Gentile (8.a) e Patrick Klettenhammer (12°)
Prossimo appuntamento a “La Venosta” del 14 e 15 dicembre

La stagione fondistica è partita lo scorso weekend a Livigno, con un paesaggio spettacolare a far divertire anche gli atleti del Team Futura che ben si sono comportati in tecnica libera al trentennale della “Sgambeda” livignasca. Gli avversari erano temibili, dall’ex campionessa Marianna Longa – argento e bronzo mondiale – giunta quarta sul traguardo, all’oro olimpico e mondiale Nikita Krjukov, ma la new entry del Team Futura Marta Gentile è stata capace di conquistare l’ottavo posto assoluto tra le donne, concedendosi un ‘selfie’ con l’asso pigliatutto del circuito Visma Ski Classics, la svedese Britta Johansson Norgren. Tra gli uomini rispettivamente dodicesima e trentunesima posizione per gli altoatesini Patrick Klettenhammer e Julian Brunner, 73° invece Marco Crestani, 86° Marzio Doriguzzi e 138° l’inossidabile Silvano Berlanda salito anche sul podio di categoria.
Soddisfatto Klettenhammer – un classe 1996 in squadra dal 2018, non molto invece Julian Brunner sul traguardo, vincitore della categoria “Uomini 1” al Gran Fondo Master Tour della passata stagione, ma è solo l’inizio: “Ho fatto tanta fatica già dai primi chilometri, non avevo nessuna possibilità di seguire i primi e non so perché. Ad inizio gennaio sarò sicuramente più in forma quando affronterò la Pustertaler Ski-Marathon. Per ‘La Venosta’ di metà dicembre non ho ancora deciso”, afferma Julian.
“Bravi ragazzi, buon inizio”, ribadiscono i responsabili del Team Futura, “con il passare della stagione non si potrà che migliorare”. E pochi giorni fa tutto il comitato ha festeggiato il compleanno (25 novembre) del presidentissimo Bernardo Trabalzini, al comando del team da quasi 40 anni. Questi gli auguri al “pres”: “Il mondo dello sci di fondo sta cambiando e stare al passo non è facile, ma ad affiancare il presidente vi è una schiera di consiglieri volenterosi che lo possono far sentire parte di una meravigliosa famiglia, composta ancora di persone ed amici veri”. Il prossimo obiettivo del Team Futura è ora portare – il 14 e 15 dicembre – una decina di ragazzi a competere sia in classico che in skating alla prima edizione de “La Venosta”.

Info: www.teamfutura.it

TEAM FUTURA MIX VINCENTE. 4 CONQUISTE AL GF MASTER TOUR

TEAM FUTURA MIX VINCENTE. 4 CONQUISTE AL GF MASTER TOUR

Il Team Futura chiude al meglio la stagione agonistica
Successi di categoria per Julian Brunner, Marzio Doriguzzi, Marco Crestani e Francesco Mich
Stagione più che positiva grazie al lavoro svolto sui giovani dagli atleti più esperti

“Siamo fieri di come il Team sia unito e di come si stia evolvendo, con uno ‘zoccolo duro’ di master mixato con ragazzi giovani e speranzosi di ripercorrere le orme dei più maturi e storici atleti che in quasi 40 anni hanno scritto la storia della nostra gloriosa società! Grazie anche alla presenza continua del nostro main sponsor Enrico Coser di Grafiche Futura che non ci lascia mai, ed in queste occasioni ci fa sentire parte di un grande progetto. Grazie ragazzi a tutti e alla prossima occasione!”. Con queste parole si chiude la stagione invernale del Team Futura, il più è stato fatto ed il parterre di atleti costituito da un giusto mix di esperienza e gioventù era presente a Malga Millegrobbe, sulla trentina Alpe Cimbra, per assistere alla premiazione finale della 15.a edizione del Gran Fondo Master Tour, il circuito che racchiude le migliori granfondo del Paese. L’altoatesino Julian Brunner si è aggiudicato la categoria più ambita del circuito – quella degli Uomini 1 – ‘esemplare’ tra Val Ridanna e Base Tuono. In quarta posizione a pari merito i bravi Manuel Amhof e Stefano Mich, con Patrick Klettenhammer in quinta posizione. Complimenti a un altro uomo del Team Futura nella categoria 2, Marzio Doriguzzi ha brillato in continuità dopo una difficile Marcialonga. Successo per la squadra trentina anche tra gli Uomini 3, ove Marco Crestani ha dovuto battagliare per avere la meglio sui propri diretti avversari, spalleggiato da Andrea De Monte Pangon, Bruno Larger e Andrea Longo, ad occupare rispettivamente dalla quarta alla sesta posizione. Ottavo assoluto ‘the rock’ Reinhard Kargruber. A Umberto De Martin Pinter è invece sfuggita di poco la prima posizione tra gli Uomini 4, giunto secondo. Tripudio Uomini 5, dove l’esperienza del Team Futura l’ha fatta da padrone, Francesco Mich ha infatti ottenuto quasi il massimo disponibile in ogni gara, e Roberto Sommavilla – terzo assoluto – si è comportato ottimamente. Quinto Cesare Montanari. La stagione del Team Futura volge al termine, un’annata difficile per quanto riguarda le condizioni dei manti innevati, lungo i quali i ‘nostri’ si sono destreggiati al meglio, mostrando di restare uniti nelle difficoltà, puntando molto sui giovani i quali hanno saputo interpretare ottimamente i consigli degli ‘esperti’ che guidano il Team Futura, una squadra di atleti entusiasti che non si ferma mai e inizia già a programmare la preparazione estiva…

Info: www.teamfutura.it

TEAM FUTURA PROTAGONISTA AI MONDIALI MASTER. A PASSO COE SVETTANO JULIAN BRUNNER E MICH

TEAM FUTURA PROTAGONISTA AI MONDIALI MASTER. A PASSO COE SVETTANO JULIAN BRUNNER E MICH

Team Futura fa tappa alla Base Tuono Marathon del Gran Fondo Master Tour
Altro secondo posto per Julian Brunner, quinta posizione assoluta per Stefano Mich
Incetta di medaglie per Silvano Berlanda ai Mondiali Master norvegesi

Julian “JB” Brunner sta facendo letteralmente man bassa di podi, portando in alto i colori del Team Futura anche alla Base Tuono Marathon vinta da Pietro Dutto, ultima prova del calendario Gran Fondo Master Tour.
Secondo posto assoluto per l’altoatesino, e a ben distinguersi si aggiunge Stefano Mich, quinto al traguardo sull’Alpe Cimbra, in Trentino. A Passo Coe è andata in scena una sfida magnifica e baciata dal sole, dove tutto “non è andato perduto”, visto il recupero della gara dopo il precedente annullamento.
Il Team Futura ha brillato anche con gli esperti Paolo Sommavilla e Francesco Mich, primattori rispettivamente tra gli Uomini 4 e 5 del circuito che classifica per categoria le migliori prestazioni dei fondisti italiani. Un challenge tra le cui file non era presente Silvano Berlanda, e per un motivo ben preciso. Il trentino, asso pigliatutto fra i master dello sci di fondo, era a Beitostoelen in Norvegia per fare incetta di medaglie dei Campionati del Mondo Master di Sci Nordico. E dopo aver conquistato la medaglia del metallo più prezioso nella 15 km in classico, si è preso un secondo oro, arrivato questa volta in staffetta nella categoria M7 assieme ad Antoniacomi, Vuerich ed Englaro, con gli azzurri ad imporsi davanti alle quotate Finlandia e Russia. Berlanda ha contribuito al successo del team con un’ottima prima frazione, andandosi poi a prendere anche un bronzo nella 30 km in classico, subito dietro allo slovacco Vladimir Staron e al germanico Ferdinand Kraller, con un bronzo di categoria anche appannaggio dell’altro master del Team Futura Marco Crestani nella 45 km in classico. Quella che si va concludendo è una stagione più che positiva per la squadra sponsorizzata dalle Grafiche Futura, concentrandosi principalmente sui giovani e portando a sfoggiare la tuta del Team Futura anche con qualche fuoriclasse straniero. L’evoluzione dello sci di fondo azzurro passa anche dalle ‘volpi bianche’ di Lavis.

Info: www.teamfutura.it

TEAM FUTURA IN OTTIME MANI. INTERVISTA AL ‘RE’ DEI MASTER BERLANDA

TEAM FUTURA IN OTTIME MANI. INTERVISTA AL ‘RE’ DEI MASTER BERLANDA

Team Futura capitanato dai giovani (e bravi) fondisti altoatesini
Julian Brunner secondo e Patrick Klettenhammer quarto in Austria
Silvano Berlanda medaglia d’oro nella 15 km in classico ai Mondiali Master
Base Tuono Marathon prossimo appuntamento Gran Fondo Master Tour

Futuro radioso per il Team Futura, reduce da ottimi risultati sia per quanto riguarda i giovani sia per gli atleti più esperti. Alla 49.a prova in tecnica libera dell’austriaca Ganghoferlauf di 42 km al secondo posto si è classificato Julian Brunner, nel pieno di un’ottima stagione, seguito al quarto posto da Patrick Klettenhammer, atleti altoatesini impegnati a portare in alto i colori del team trentino. Dall’Austria ai Mondiali Master di sci di fondo a Beitostoelen, in Norvegia, dove Silvano Berlanda ha stupito ancora tutti (ma non sé stesso) andando a conquistare la medaglia d’oro nella 15 km in classico. Il Team Futura ha tra le proprie file un vero e proprio ironman: “Mi definisco un megalomane dello sport, da sempre mi sono dedicato allo sport come fossi un professionista. A 65 anni sto andando come quando ne avevo 50, ma nessuna sorpresa, allenandosi di più si mantengono alte le prestazioni, ed ora sono in pensione da 4 anni quindi ho più tempo”.
Silvano Berlanda è di Povo come un altro immarcescibile trentino, Silvano Janes, specialista questa volta della bicicletta e detentore di una decina di titoli tra i master. Che la frazione di Trento rappresenti un elisir di lunga vita sportiva? “Parte del merito va allo Sci Club Marzola, da bambini ci avevano ‘reclutato’ per lo sci di fondo, poi Janes è passato alla bicicletta e ci siamo divisi, io in bici nemmeno lo vedo, gli procuro dei buoni sci e lui buone bici”. Berlanda lavorava come responsabile della logistica in un’azienda di trasformatori elettrici, allenandosi sempre nonostante il lavoro, una passione poi ereditata dal figlio Alessio, campione del mondo di skiroll: “Un’eterna lotta in famiglia, nel fondo gli finisco ancora davanti, mentre sugli skiroll non ce n’è, anche se sulle lunghe distanze mi batto bene”. Silvano era invece specializzato nelle ventiquattrore di sci di fondo, contest per veri macinatori di fatica: “Vinsi 9 volte su 11 partecipazioni, le prime si svolsero a Pinzolo, le ultime ad Andalo dove feci il record, si gareggiava in solitaria o in staffetta. Il solitario partiva alle 2 del pomeriggio e tornava alla stessa ora nella giornata successiva. Naturalmente dipendeva da quante soste e quante pause ristoro si facevano, io non mi fermavo mai”. Protagonista anche delle 12 ore di fondo e 12 ore di skiroll, Silvano Berlanda porta in alto i colori del Team Futura tra i master, ben distinguendosi nel Gran Fondo Master Tour, dedicato a tutti gli italiani che praticano sci di fondo e alle granfondo più prestigiose del belpaese: “è il 37° anno di Team Futura, con momenti esaltanti anche in Visma Ski Classics, ora abbiamo invece un boom di fondisti dell’Alto Adige grazie a Reinhard Kargruber che li ha raggruppati. Portare avanti il movimento non è facile ma ce la mettiamo tutta, nonostante i costi. Il Gran Fondo Master Tour sta andando molto bene, è un’annata positiva nonostante il calo di atleti e le difficoltà con la neve, sono stati rivisti i punteggi rendendoli “da Coppa del Mondo” e questo rende tutto più avvincente. Spiace non si sia fatta la Pustertaler, una delle migliori, mentre la Gran Fondo Val Casies mi è piaciuta molto, è sempre una delle mie preferite e gli organizzatori sono amici e sempre presenti per dare una mano, suggestiva la Moonlight Classic in notturna, mentre nel fine settimana ci sarà il recupero della Base Tuono”. In bocca al lupo a Silvano Berlanda per il proseguo dei Mondiali Master dunque, pensando già a quelli del prossimo anno quando si disputeranno a Cogne, e un successo in casa coronerebbe una straordinaria carriera. Senza fermarsi però, subito dopo riparte (sempre) una nuova sfida.

Info: www.teamfutura.it

TEAM FUTURA TRA VASALOPPET E VAL RIDANNA. BRUNNER SHOW, OTTIMO IL CATALANO BETRIU BOIX

TEAM FUTURA TRA VASALOPPET E VAL RIDANNA. BRUNNER SHOW, OTTIMO IL CATALANO BETRIU BOIX

Ottime prestazioni del Team Futura al Gran Fondo Master Tour

Julian Brunner giunge secondo in Val Ridanna

142° assoluto Sadurni Betriu Boix alla Vasaloppet, regina delle ski-marathon

ASD White Fox – Team Futura lavora forte sui giovani

Il Team Futura fa ‘man bassa’ nelle classifiche di categoria del challenge Gran Fondo Master Tour, primeggiando fra gli Uomini 1 grazie alla prestazione ‘monstre’ dell’altoatesino Julian Brunner in Val Ridanna, a quella dell’esperto Reinhard Kargruber fra gli Uomini 3 e negli U5 con Francesco Mich, in formissima in questa stagione fondistica. La squadra prende nome dalle Grafiche Futura, un’azienda che crede ancora nella carta stampata e non solo, continua ad investire in ricerca e digitale e… nello sci di fondo, con numerosi atleti italiani ed internazionali a portare in alto i colori del main e title sponsor.

Tante anche le sfide che ancora si susseguono, Jacopo Giardina, l’eterno Silvano Berlanda, Paolo Sommavilla ed Annalisa Bertocco si sono ben comportati a Passo Coe, mentre lo scorso weekend in occasione della Gran Fondo Val Ridanna Julian Brunner si è travestito da “Superman” finendo dietro solamente a Pietro Dutto delle Fiamme Oro, e davanti nientemeno che all’atleta di Coppa del Mondo Dietmar Noeckler. Bene anche gli altri giovani, con Manuel Amhof un passo giù dal podio giunto al 4° posto, 5° Patrick Klettenhammer, 6° un ottimo Jacopo Giardina pronto per la stagione sugli skiroll, 8° Matthias Schwingshackl. Con ben 8 atleti nei primi 20 è stata davvero una giornata significativa per il Team Futura, con vittoria di categoria per Paolo Sommavilla davanti a Francesco Mich e Roberto Sommavilla.

Nel frattempo in Svezia andava in scena anche la mitica Vasaloppet – la ski-marathon più celebre del pianeta – e il migliore della squadra trentina è stato uno spagnolo, catalano per la precisione, Sadurni Betriu Boix, giunto al 142° posto, un risultato sensazionale visto il numero considerevole di atleti in gara. Questo pare essere l’anno dei Mich, con Stefano giunto 201°. Marco Crestani poco più attardato ha chiuso in 234.a posizione. Erano in gara alla leggendaria sfida svedese anche Gianluca Furlanis e Mauro Debiasio, classificatisi oltre i 1000 ma partiti con il 4° gruppo.

La ASD White Fox – Team Futura punta a lavorare forte sui giovani, aggiungendo qualche nome internazionale a far parte della grande famiglia trentina sugli sci stretti.

Info: www.teamfutura.it

LE “VOLPI BIANCHE” DEL TEAM FUTURA. BINOMIO ITALIA-RUSSIA E GRANDE LAVORO SUI GIOVANI

LE “VOLPI BIANCHE” DEL TEAM FUTURA. BINOMIO ITALIA-RUSSIA E GRANDE LAVORO SUI GIOVANI


Chervotkin alla GF Val Casies

Buoni risultati per la squadra trentina nella prima parte di stagione

Un team fondato negli anni ’80 da un gruppo di amici e divenuto grande

Sfilata di campioni olimpici con i colori del Team Futura, ma under 30 in primo piano

Dementiev si prende la Moonlight Classic, ad Alexey Chervotkin la GF Val Casies

ASD White Fox – Team Futura, un nome una garanzia per lo sci di fondo italiano ed internazionale, con tanti nomi prestigiosi – anche stranieri – riuniti sotto l’egida della squadra trentina di sci di fondo, nato ad inizio anni ’80 dall’idea di un gruppo di amici di poter fondare una squadra che potesse giocarsela a viso aperto con chiunque. Le “Grafiche Futura” sono il main sponsor del team di Lavis, con le ultime annate vissute in prima linea tra atleti impegnati nelle competizioni e i membri del comitato nell’organizzazione della ‘Granfondo Millegrobbe’ di Lavarone e Luserna e della ‘3 Comuni Roll’ di skiroll sul Monte Bondone. Nel mezzo l’allestimento di una squadra che potesse competere ad alti livelli nel challenge Visma Ski Classics, costituito da prove d’élite come le leggendarie Marcialonga e Vasaloppet.

Un palmarès sontuoso quello del Team Futura, a vantare vittorie alla Marcialonga e alla Millegrobbe, senza dimenticare altre sfide prestigiose quali la Gran Fondo Val Casies e la Dobbiaco-Cortina, le svariate medaglie ai Mondiali master e i piazzamenti nel circuito Visma Ski Classics. Una stagione più che positiva per il Team Futura è anche quella corrente, con la vittoria del campione olimpico Evgenj Dementiev alla Moonlight Classic del mese scorso nella 30 km. In questo evento il Team vanta anche il primo piazzamento italiano grazie al quinto posto di Manuel Amhof, oltre al quindicesimo di Marco Crestani. Il fiemmese Riccardo Mich è giunto invece sesto nel tracciato di 15 km al chiar di luna. Un ottimo riscaldamento prima della Marcialonga di Fiemme e Fassa della medesima settimana, coronato dal 29° posto assoluto di Alexander Legkov.

Numerose ancora le sfide da affrontare per l’ASD White Fox – Team Futura, recentemente impegnato anche alla Gran Fondo Val Casies dove l’esperto Reinhard Kargruber si è esibito sul proprio terreno di caccia, giungendo 4° nel tracciato di 30 km in tecnica classica. 5° Riccardo Mich, reduce da un’altra buona prestazione. Superlativi nel 42 km in TC Manuel Amhof, a cui il podio è mancato per un soffio, e Stefano Mich, 6°. Nella giornata successiva in tecnica libera tripudio per Alexey Chervotkin, sfilato sul traguardo in prima posizione. “Buone nuove” per il Team Futura anche nel 30 km in tecnica libera, con Patrick Klettenhammer 4°, e a seguire i piazzamenti di Manuel Amhof – sempre positivo in questa stagione – e Julian Brunner, rispettivamente in 5.a e 6.a posizione. Importante il lavoro del Team Futura sui ragazzi under 30, aspettando il coronamento della stagione agonistica con la prova di casa per le ‘volpi bianche’, l’amata Millegrobbe 3.0 del 23 e 24 marzo sull’Alpe Cimbra.

Info: www.teamfutura.it