Tag: scialpinismo

UN CAMPIONE DEL MONDO ALL’EPIC SKI TOUR. MICHELE BOSCACCI INVITA A PARTECIPARE

UN CAMPIONE DEL MONDO ALL’EPIC SKI TOUR. MICHELE BOSCACCI INVITA A PARTECIPARE

Michele Boscacci

“La Sportiva Epic Ski Tour” il 22 e 23 febbraio in Val di Fiemme

Michele Boscacci parteciperà alla terza edizione dopo aver vinto nel 2018

Alpe Cermis e Bellamonte le due tappe – venerdì ‘pleasure tour’ gratuito

Iscrizioni a 79 euro comprensive di un Base Layer UYN di pari valore

Il testimonial ufficiale di una gara ‘epica’ non poteva che essere un campione ‘epico’ nonché campione del mondo, Michele Boscacci, atleta e personaggio tutto da scoprire dotato di un importante palmarès, il quale sarà al via de “La Sportiva Epic Ski Tour” del 22 e 23 febbraio nella trentina Val di Fiemme.

Nasce il 4 Gennaio 1990 a Sondrio, e già all’età di 5 anni inizia a sciare, inizialmente è il nonno Umberto che lo segue e lo sostiene in questa grande passione che accomuna tre generazioni della famiglia Boscacci. Il nonno lo porta a vedere le gare di papà Graziano, che in quegli anni scrisse la storia dello sci alpinismo, e nel frattempo Michele cresce e inizia a correre le sue prime gare, anche se in tenera età mostra già di avere la stoffa del campione. Il valtellinese si aggiudicò tutte e tre le tappe della scorsa edizione de “La Sportiva Epic Ski Tour”: “Una bella gara e una bella formula che è poco invasiva a livello fisico, non si affrontano tappe troppo dure o eccessivamente lunghe, una cosa un po’ più easy. Ne esci in maniera differente”, afferma la stella azzurra dello skialp. Perché partecipare? “Per godersi più giorni di sport e una bella atmosfera, tappe di relativa difficoltà sia in pista che fuori pista, consiglierei l’Epic Ski Tour a tutti gli appassionati, una sfida che non va oltre le loro capacità”, prosegue Boscacci. Come ti prepari ad affrontare una stagione lunga ed impegnativa? “Mi sono preparato tanto la scorsa estate, ho pedalato diversi chilometri facendo le mie solite gare di corsa e vertical”. Quali i prossimi obiettivi? “Tengo particolarmente a far bene il circuito di Coppa del Mondo con i Mondiali in Svizzera ad inizio marzo, ci sono tanti atleti forti e non sarà facile”. Abbiamo visto che l’avventuriero e mental coach Alex Bellini ti ha citato nel suo ultimo libro… “Con Alex ci conosciamo, abbiamo avuto occasione di parlare, mi ha fatto veramente piacere e lo stimo molto sia come persona che come atleta”. Cosa deve fare chi si avvicina per la prima volta allo scialpinismo, magari affrontando il ‘pleasure tour’ de “La Sportiva Epic Ski Tour” o le tappe in compagnia di una guida alpina qualificata? “Consiglio di provare a praticare questo sport senza porsi grandi obiettivi, c’è quasi una moda di fare gare fuori portata, anche per chi si permette di provare poche ore a settimana. Lo scialpinismo va praticato nei ritagli di tempo iniziando ad appassionarsi e vedendo poi dove si può arrivare, soprattutto per divertirsi, ogni cosa forzata non può venire bene”, conclude.

L’evento del 22 e 23 febbraio vedrà la presenza del campione del mondo Michele Boscacci, ma è innanzitutto improntato sull’amatore e l’appassionato, il quale si potrà godere due giornate da non perdere in Trentino e perché no, vedere all’opera i migliori interpreti della disciplina tra Alpe Cermis e Bellamonte all’interno del Parco di Paneveggio con la possibilità – rivolta ai meno esperti – di avere al proprio fianco una guida alpina. Il venerdì mattina anche con un’uscita gratuita ‘pleasure tour’ con i materiali forniti da “La Sportiva”, a rendere la salita più dolce. Le iscrizioni per partecipare alla terza edizione de “La Sportiva Epic Ski Tour” sono aperte, basterà saldare la cifra di 79 euro comprensiva di un Base Layer UYN di pari valore.

Info ed iscrizione: www.epicskitour.com   /

MARMOTTA TROPHY DA NON PERDERE. DUE GIORNI DEDICATI ALLO SCIALPINISMO

MARMOTTA TROPHY DA NON PERDERE. DUE GIORNI DEDICATI ALLO SCIALPINISMO

12° Marmotta Trophy in Val Martello il 2 e 3 marzo

Sabato prova Vertical, domenica Campionato Italiano

Start dall’ex Hotel Paradiso in entrambe le competizioni

Iscrizioni aperte e prova Vertical limitata ad 80 atleti

Due giorni di scialpinismo assieme al Marmotta Trophy, giunto a festeggiare la dodicesima edizione i prossimi 2 e 3 marzo. La Val Martello si trova nel Parco Nazionale dello Stelvio circondata dalle montagne del Cevedale e dell’Ortles ed è una delle zone più suggestive e tranquille dell’Alto Adige, ma anche tra le più note per cimentarsi con discipline quali biathlon e scialpinismo, respirando aria pura e godendo di splendide viste panoramiche. Sabato 2 marzo ci sarà la prova Vertical valevole come Alpencup, Campionato olandese e open race, partendo dall’ex Hotel Paradiso e dirigendosi verso il ponte tibetano nei pressi del Rifugio Nino Corsi, situato a 2.265 metri. Attraversando la diga ci si dirigerà al Rifugio Martello dove verrà posizionata la linea d’arrivo, a 2610 metri con un dislivello di circa 530 metri e un tempo di percorrenza di circa mezz’ora per l’atleta élite, e di un’ora e mezza per l’amatore principiante, ricordando che le iscrizioni sono aperte alla cifra di 25 euro con partecipazione limitata ad 80 atleti, sempre portando con sé le attrezzature scialpinistiche obbligatorie quali Arva, sonda e casco.

Domenica 3 marzo invece ci sarà la prova valevole come Campionato Italiano a squadre, finale Alpencup, Campionato olandese e Individual, scattando ancora una volta dall’ex Hotel Paradiso verso il Rifugio Nino Corsi, raggiungendo Cima Muta cimentandosi con gli sci fino a 2720 metri, effettuando la prima discesa dietro la diga a 2310 metri, prima di svettare al Rifugio Martello e alla Cima Marmotta sul ghiacciaio a 2990 metri d’altitudine. La seconda discesa riporterà gli atleti a quota 2310 metri, riprendendo fiato e andando nuovamente in escalation affrontando 150 metri di dislivello e oltre 45 gradi di pendenza fino a Cima Rossa a quota 3000 metri. Le fatiche sono quasi terminate, con 1000 metri di discesa ripida prima di un’ultima salita nei pressi dell’arrivo. Il Campionato a squadre è valevole per le categorie master e senior, mentre alla gara Individual possono accedere senior, master, junior e cadetti, sempre uomini e donne, ricordando che ci si potrà iscrivere a Alpencup, Campionato olandese e Individual entro giovedì 28 febbraio saldando la quota di 50 euro comprensiva di pacco gara per master e senior, e di 25 euro per gli junior. La sfida dell’AS Martello è stata lanciata, agli scialpinisti non resta che raccoglierla.

Per info ed iscrizioni: www.martell.it/it/marmotta-trophy e

“LA SPORTIVA EPIC SKI TOUR”: UN EVENTO PER TUTTI GLI AMANTI DELLO SCI ALPINISMO

“LA SPORTIVA EPIC SKI TOUR”: UN EVENTO PER TUTTI GLI AMANTI DELLO SCI ALPINISMO

“La Sportiva Epic Ski Tour” in Val di Fiemme il 22 e 23 febbraio

‘Media Day’ a Ziano di Fiemme nella sede principale de La Sportiva

Scialpinismo per tutti anche con l’escursione gratuita del venerdì mattina

Il 22 e 23 febbraio avrà già luogo la 3° edizione de La Sportiva Epic Ski Tour in Val di Fiemme. A Ziano di Fiemme – nella sede principale del title sponsor La Sportiva – sono state presentate tutte le novità che riguarderanno l’edizione 2019. Anche il CEO e presidente de La Sportiva Lorenzo Delladio invita a parlare della manifestazione come di un ‘evento’ e non di una gara soltanto: “Come marchio siamo molto legati al mondo dello sci alpinismo, anche per questo siamo supporter e sponsor di questa bella manifestazione. Più che altro la nostra motivazione dietro l’Epic Ski Tour è di promuovere lo sci alpinismo per tutti, dimostrando che non è solamente una gara ma un grande evento. La gara serve perché qualcuno deve vincere, ma l’importante è l’evento in sé. Il sogno è avere qualche centinaio di ‘bisonti”. Il responsabile di Epic Ski Tour Kurt Anrather concorda: “La manifestazione di quest’anno sarà di due giorni per facilitare tutti, agevolando i concorrenti, i quali dovranno percorrere pochi minuti di strada per passare dal Main Village a Cavalese a una tappa o l’altra. Oltre alle due gare offriamo un ampio programma di contorno, con area expo, test prodotti, escursioni gratuite con guida alpina, una particolare „Pasta Party“ con dei piatti tipici del posto, EPIC Talk, EPIC Party e molto altro.” Venerdì 22 febbraio è in programma in mattinata un’escursione gratuita di scialpinismo con Omar Oprandi: “Ho sempre abbracciato l’idea iniziale di essere aperti anche verso chi voleva provare – afferma Oprandi. – L’anno scorso c’erano tanti appassionati con anche tre giapponesi, e mi sono messo a disposizione anche quest’anno. Vorrei trasmettere l’ABC dello sci alpinismo, 20 persone possono iscriversi, con anche la possibilità di testare lo scialpinismo tramite l’attrezzatura fornita da La Sportiva (scarponi, sci, pelli e bastoni)”. L’Epic Ski Tour vanta partnership importanti, come quella con La Grande Course: “Abbiamo deciso di instaurare questa partnership con Epic Ski Tour proprio perché siamo alla ricerca di quello che oggi è interessante per lo sci alpinismo – afferma Alessandro Mottinelli, uno degli organizzatori del circuito. – Vogliamo fare promozione per questa bellissima disciplina su larga scala”. Sostegno anche da parte delle autorità, come affermato dal consigliere provinciale Pietro De Godenz: “Non posso far altro che fare gli auguri a questo evento, per quello che porta dal punto di vista dell’immagine e della promozione del territorio, la mia disponibilità è di seguirvi con particolare attenzione. Saremo con voi”. Per concludere Massimo Dondio e Alberto Felicetti, responsabili tecnici dei percorsi, hanno presentato la prima tappa sull’Alpe Cermis e la seconda a Bellamonte nel Parco di Paneveggio, ricordando che le iscrizioni sono a disposizione comprensive di pacco gara costituito da un Base Layer UYN con personalizzazione Epic Ski Tour. Nel corso della giornata c’è stata anche una visita aziendale con presentazione dei prodotti “La Sportiva”, prima di uscire tutti assieme a testare il percorso di Bellamonte e ristorarsi alla cena finale al Chalet 44 in compagnia del campione olimpico e testimonial di Epic Ski Tour Cristian Zorzi.

Info ed iscrizione: www.epicskitour.com 15

“EPIC SKI TOUR”: ECCELLENZA SCIALPINISTICA. EVENTO AD HOC PER “BISONTI” E FUORICLASSE

“EPIC SKI TOUR”: ECCELLENZA SCIALPINISTICA. EVENTO AD HOC PER “BISONTI” E FUORICLASSE

 “La Sportiva Epic Ski Tour” il 22 e 23 febbraio in Val di Fiemme

Alla conferenza di Trento erano presenti Delladio, Anrather, Ploner, Felicetti e Oprandi

Terza edizione improntata all’innovazione, rendendo lo skialp alla portata di tutti

Prima tappa sull’Alpe Cermis, seconda a Bellamonte, venerdì escursione 4All

Oggi a Trento – alla sala Rombo di Trentino Marketing – si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della terza edizione de “La Sportiva Epic Ski Tour”, in programma il 22 e 23 febbraio in Val di Fiemme. Non solo una gara di scialpinismo, ma un vero e proprio evento costruito e proposto al variopinto mondo dello skialp. Il motto coniato a suo tempo dai due inventori, il responsabile di Curtes, Kurt Anrather, e Juerg Capol, direttore di FIS Marketing, è l’eloquente ‘4All’. E quest’anno sarà interpretato davvero all’ennesima potenza: venerdì con la classica scalata in notturna sul Cermis e sabato con l’inedita tappa di Bellamonte, all’interno del Parco di Paneveggio nell’area Alpe Lusia. Alla conferenza erano presenti Lorenzo Delladio, titolare de “La Sportiva”, Kurt Anrather, il direttore di gara Giuseppe Ploner, il responsabile della seconda tappa Alberto Felicetti e Omar Oprandi, guida alpina e coordinatore del “pleasure tour” che si occuperà di portare a spasso sulla neve gli amatori. “Lo scialpinismo è nato per la massa, per avvicinarla a questo bellissimo sport”, afferma Lorenzo Delladio. – E ora, per avvicinarci maggiormente ai ‘bisonti’ prendendo in prestito il termine dalla Marcialonga, abbiamo limato qualche angolo tecnico aspettandoci una partecipazione di massa. Uno sport in crescita, confermato dai nostri dati di vendita. Lo sciatore in particolare e lo sportivo in generale apprezzano sempre più il far fatica”. Precetti condivisi da Anrather: “Nel 2018 avevamo 14 nazioni presenti e oltre il 40% di partecipanti stranieri, con oltre 55 ore di tv a livello nazionale ed internazionale, senza contare le numerose visualizzazioni social. Abbiamo fatto dei meeting per capire come migliorare, prevedendo una giornata in meno e creando una competizione più agevole e pratica, senza spostarci in Val di Fassa e con solo una decina di minuti di strada. Anche per non far stancare troppo gli atleti. Abbiamo già visto un buon riscontro, con un 30% in più di iscrizioni. Per la neve c’è tempo. Le tappe sono sia per gli agonisti che per gli amatori, il secondo giorno ci addentreremo in un parco naturale mozzafiato, sempre in totale sicurezza, divertendoci”. Anche “Pepi” Ploner non vuole troppi impedimenti nel praticare scialpinismo, uno skialp senza corde e ramponi è più divertente: “La prima tappa sarà sul Cermis con partenza alle ore 17.30, cambio pelli in cima e scendendo per la pista illuminata sino all’arrivo. Un percorso con 750 metri di dislivello e con 9 km totali. Seconda giornata ad “handicap start” con distacco accumulato nella prima tappa”.

Il secondo giorno si partirà alle 9, e a parlare dell’appuntamento seguente ci ha pensato Alberto Felicetti: “Abbiamo pensato ad una prima parte per tutti nella ‘foresta dei violini’, anche per gli atleti 4All. Per gli altri un dislivello totale di 1400 metri e tre salite. Un bel percorso con prima parte nel bosco. I ‘bisonti’ avranno tempo di gustarsi il paesaggio, gli altri un po’ meno”.

Gli skialper ‘titolatissimi’ non ci potranno essere, per la concomitanza con la Coppa del Mondo in Cina, una… buona notizia con qualche avversario in meno. A ‘trattare’ con gli atleti alle prime armi ci sarà Omar Oprandi: “Abbiamo cercato di proporre uscite anche per chi parte da zero, basterà saper sciare. Potranno partecipare 20 persone, e la mia ‘paura’ è che ci siano troppe richieste, lo scorso anno anche con tre giapponesi. Partenza venerdì mattina a Cavalese noleggiando gratuitamente tutta l’attrezzatura, sci, scarponi, pelli di foca e bastoncini, facendo un percorso dove si impara a muovere i primi passi. Meglio di così non si può”.

Nel mondo dello skialp i montepremi non sono elevatissimi, ma grazie agli “Epic partner” il totale previsto all’Epic Ski Tour è di ben 18.000 euro. E al Palafiemme di Cavalese si vivrà un’atmosfera unica tra appassionati: “Non vediamo l’ora di partecipare – conclude Lorenzo Delladio, – lo scorso anno ci siamo cimentati, i primi dieci minuti siamo rimasti sulle code di Boscacci (campione del mondo di scialpinismo, ndr), poi è stato dato il via alla gara!”. Quando si dice che “La Sportiva Epic Ski Tour” è 4All ecco che prendono maggior corpo anche le attività di chi interpreta lo scialpinismo per puro divertimento e non come una sfida.

Info: www.epicskitour.com     

Download immagini TV: www.broadcaster.it

LA SECONDA TAPPA DELL’“EPIC SKI TOUR” 18.000 BUONI MOTIVI PER PARTECIPARE

LA SECONDA TAPPA DELL’“EPIC SKI TOUR” 18.000 BUONI MOTIVI PER PARTECIPARE

“La Sportiva Epic Ski Tour” il 22 e 23 febbraio in Val di Fiemme
Prima tappa sull’Alpe Cermis, montepremi complessivo di 18.000 euro
Il responsabile Alberto Felicetti narra la seconda sfida
Iscrizioni aperte alla cifra di 79 euro con Base Layer tecnico UYN

Il comitato organizzatore de “La Sportiva Epic Ski Tour” del 22 e 23 febbraio in Val di Fiemme andrà a premiare, in occasione della terza edizione, un gran numero di scialpinisti. Essi si suddivideranno il montepremi di 18.000 euro, destinato ai primi dieci classificati fra gli uomini e alle prime cinque atlete femminili (poiché in numero minore), con anche il 10° maschio a portarsi a casa un bottino di 100 euro. I primi tre uomini e donne della classifica assoluta riceveranno rispettivamente 2.500, 2.000 e 1.500 euro. L’evento è spettacolare e motivante, ma anche “4All”, aperto a tutti, e concede la possibilità di partecipare anche a chi è alle prime armi, o meglio, alle “prime pelli”. Se la prima tappa del 22 febbraio sarà il consolidato appuntamento in notturna sull’Alpe Cermis, la seconda tappa avrà luogo nel meraviglioso Parco Naturale di Paneveggio, nell’area sciistica Alpe Lusia, uno scenario che convincerà con la propria bellezza tutti i partecipanti. Sabato 23 febbraio la partenza avverrà da località Castelir di Bellamonte, salendo verso Malga Canvere a circa 2000 metri di altitudine dopo lo start a 1500 metri. Si fa sul serio verso la spettacolare Cima Lastè a quota 2450 metri, da lì primo cambio pelli a scendere a Passo Lusia attorno a 2000 metri, nei pressi dell’omonimo rifugio, dove si rimonteranno le pelli. I concorrenti risaliranno all’arrivo della seggiovia Lastè a quota 2.350 metri e toglieranno le pelli per scendere poi sotto la linea dell’impianto della seggiovia, sino a località Campo. Altro cambio pelli e salita fino ai 2000 metri di località La Morea per l’epico finale. Il responsabile del percorso, Alberto Felicetti, afferma come non vi siano particolari difficoltà tecniche nemmeno in questa seconda tappa 4All: “La gara è bellissima all’interno del Parco Naturale Paneveggio, con una prima parte nel bosco e una seconda affiancando le Pale di San Martino, un panorama davvero suggestivo. La sfida non competitiva non necessita di Arva, pala e sonda, mentre chi fa “gara vera” dovrà affrontare salite che necessitano di attrezzatura tecnica scialpinistica, la prima parte invece è adatta anche ai principianti e non vi sono cambi pelli”. Per gli ‘apprendisti’ scialpinisti sarà dunque una “gita” solamente con una piccola salita da affrontare perché… – afferma Felicetti: “Cercavamo una parte facile per la massa, nonostante le erte del percorso non siano difficili, chi vuol vincere dovrà tuttavia dare il massimo nei fuoripista e passaggi tecnici obbligati”. Le iscrizioni sono apertissime e la quota di partecipazione è di 79 euro comprensiva di Base Layer tecnico UYN personalizzato Epic Ski Tour. Percorsi spettacolari, unici, testarli dovrebbe essere l’obiettivo di ogni appassionato, con il mese di febbraio incaricato di sviluppare agonismo e sport e far “respirare” agli atleti la poetica della natura.

Info: www.epicskitour.com

EPIC SKI TOUR DA VEDERE E RIVIVERE

EPIC SKI TOUR DA VEDERE E RIVIVERE

50 MINUTI SU RAI SPORT DOMANI E MERCOLEDÌ

La 2.a edizione de “La Sportiva Epic Ski Tour” si è svolta dall’8 all’11 marzo
Scialpinismo in Val di Fiemme e Fassa (TN) fra Cermis, San Pellegrino e Pordoi
Orari Rai Sport: martedì alle ore 14.05 e mercoledì alle ore 17:10
Kurt Anrather aspetta gli atleti per un grande appuntamento anche nel 2019

“La Sportiva Epic Ski Tour” dà appuntamento sui canali di Rai Sport, martedì 27 marzo alle ore 14:05 e mercoledì alle ore 17:10, a tutti i concorrenti che vorranno gustarsi le proprie imprese e a tutti gli appassionati di scialpinismo, per 50 minuti intensi conditi dalle meravigliose immagini che hanno caratterizzato la seconda edizione, andata in scena dall’8 all’11 marzo in Trentino e vinta da Michele Boscacci e Victoria Kreuzer. Il presidente del comitato organizzatore Kurt Anrather si è soffermato sull’edizione appena conclusa prima di dare appuntamento alla stagione innevata che verrà: “Abbiamo ricevuto complimenti per tutta la durata dell’evento ed ora ci proiettiamo all’anno prossimo, dove avremo nuovamente Cavalese come base logistica, alternando come ogni anno la Val di Fiemme alla Val di Fassa. Arrivederci a tutti gli atleti per un grande evento anche nel 2019”.
Info: www.epicskitour.com

“EPIC SKI TOUR”: PARTENZA COL BOTTO

“EPIC SKI TOUR”: PARTENZA COL BOTTO

BOSCACCI DOMA IL CERMIS, KREUZER IN SOLITARIA

Prima tappa de “La Sportiva Epic Ski Tour”
Vince l’azzurro Michele Boscacci su Werner Marti e Remi Bonnet
Al femminile Victoria Kreuzer precede Jennifer Fiechter e Corinna Ghirardi
Domani partenza alle ore 9.30 a Passo San Pellegrino

La famiglia Boscacci copre tre generazioni di scialpinismo, e fu nonno Umberto a portare il piccolo Michele, all’età di cinque anni, ad iniziare a sciare esplorando le cime. Una passione che sa dunque di tradizione quella della famiglia Boscacci, e che ha portato il valtellinese Michele Boscacci ad aggiudicarsi (39:02) la prima prova della seconda edizione de “La Sportiva Epic Tour”, disputatasi oggi nel tardo pomeriggio sull’Alpe Cermis in Val di Fiemme (TN): “Sapevo già che contro i miei avversari di Coppa del Mondo non c’era da sbagliare nulla – afferma Boscacci – è stata una gara di testa, ho scollinato secondo dietro a Werner Marti, ma arrivare a prendere le discese in pista in prima posizione non è mai facile perché tutti ti puntano. Non conoscevo la discesa ma ho rischiato qualcosina, e il cambio pelli finale mi ha assistito perché non ho commesso nessun errore e sono riuscito a vincere”. Già, emozionante il cambio pelli conclusivo posto a soli 100 metri dall’arrivo, un’idea, quella del responsabile di tappa Massimo “Macha” Dondio, che ha premiato lo spettacolo. Le “pelli di foca” oggi non hanno nulla a che vedere con le foche, e di queste è rimasto solo il nome, e sono quelle strisce apposite che si mettono sotto gli sci per poter procedere in salita senza scivolare. Il “cambio pelli” ha visto dunque Boscacci sopraffare Werner Marti (39:16), secondo classificato, e Remi Bonnet (39:22), terzo. Un finale al cardiopalma, visto che i due erano riusciti a scappare e sembravano destinati a sorti ancora migliori. Poco male, ci sarà tempo di rifarsi domani al Passo di San Pellegrino e domenica al Passo Pordoi, per l’ultima tappa stile “gundersen”. Il terzo classificato Bonnet è rimasto entusiasta dell’organizzazione: “Gara perfetta e bellissima pista, il livello è come in Coppa del Mondo, ci sono tutti i migliori e l’organizzazione funziona meglio di quella di una sfida mondiale, sono felicissimo di essere qui. Siamo partiti in cinque molto forte ma negli ultimi minuti Werner e io abbiamo preso la testa, con Boscacci bravo ad infilarsi nel finale”. Marti lamenta invece il fatto di aver perso una lente poco prima della discesa finale, determinante, a suo dire, per la vittoria.
La prima tappa è la più semplice fra i tre percorsi, con start presso la cabinovia di fondovalle dell’Alpe Cermis, salendo dopo la partenza lungo una stradina forestale fino al raggiungimento della località Doss dei Laresi, proseguendo sulla via del bosco, affrontando tornanti per altri 350 metri di dislivello dal Doss dei Laresi fino al cambio pelli. Discesa illuminata dalle piste del Cermis, completando 9.5 km e 750 metri di dislivello. Meno avvincente la sfida femminile, con Victoria Kreuzer a giungere in solitaria (48:40) su Jennifer Fiechter (50:18) e Corinna Girardi (51:08). Soddisfatta la vincitrice, che è anche la fidanzata del bravo Martin Anthamatten, quinto assoluto: “Le gare non sono mai facili da vincere, sono andata oltre il mio limite tentando di andare sempre al massimo delle mie possibilità. Ho provato a spingere forte dall’inizio, mi sono staccata subito, seguendo gli uomini e arrivando facile”. Soddisfatto anche l’argento olimpico Peter Schlickenrieder, 66°: “Gara corta ma bellissima. La neve è stupenda al momento e mi sono divertito. Voglio vedere tutto dell’Epic Ski Tour, è una grande manifestazione e promuoverla anche in Germania è il mio obiettivo”. In chiusura l’opinione dell’artefice dell’evento, Kurt Anrather: “Grande successo per questa prima tappa, abbiamo tanti personaggi ed i più forti atleti di Germania, Svizzera, Austria e Italia. Ha vinto il più forte degli italiani attualmente, siamo fieri di ciò che stiamo facendo, cerchiamo di far praticare questo bellissimo sport in maniera leggermente differente. Ci aspetta una bella festa, domani siamo al Passo San Pellegrino ed abbiamo anticipato la partenza (ore 9.30) per la sicurezza dei nostri concorrenti, e poi gran finale al Pordoi”.
Info: www.epicskitour.com

Download immagini TV:
www.broadcaster.it

Classifica 1.a tappa – Alpe Cermis
Maschile
1 Boscacci Michele Cs Esercito – La Sportiva 00:39:02; 2 Marti Werner Grindelwald 00:39:16; 3 Bonnet Rémi Rémi Bonnet 00:39:22; 4 Gotsch Phillip 00:39:57; 5 Anthamatten Martin Ski Trab 00:40:01; 6 Sevennec Alexis Morzine-Avoriaz 00:40:45; 7 Stofner Martin La Sportiva 00:40:49; 8 Palzer Anton 00:41:05; 9 Reichegger Manfred C.S.Esercito 00:41:06; 10 Nicolini Federico Brenta Team 00:41:28

Femminile
1 Kreuzer Victoria Skitrab 00:48:40; 2 Fiechter Jennifer Adidas Terrex 00:50:18; 3 Ghirardi Corinna Adamello Skiteam 00:51:08; 4 Krenslehner-Schmid Verena Maloja/Hagan Mountain-Rider.Co 00:54:30; 5 Steger Elisabeth 00:55:34; 6 Kober Theresa La Sportiva Mountain Attack 00:55:37; 7 Steinberger Verena La Sportiva Mountain Attack 00:58:22; 8 Dediego Fatima La Sportiva Spain 00:58:28; 9 Knutti Marlen Team Senggihang 00:58:51; 10 Varraine Elodie Les Galocheurs 00:59:29

“EPIC SKI TOUR” READY TO GO

“EPIC SKI TOUR” READY TO GO

NEVE E CAMPIONI ALL’EVENTO “4ALL”

“La Sportiva Epic Ski Tour” da oggi a domenica
Valli di Fiemme e Fassa (TN) sugli scudi tra Alpe Cermis, San Pellegrino e Pordoi
Sin da oggi visite guidate agli stabilimenti “La Sportiva” e “Pastificio Felicetti”
Iscrizioni ancora a disposizione in loco sino all’inizio delle sfide

“Siamo pronti, di neve ce n’è in abbondanza ed ora non ci resta che sperare nel meteo, che oggi è splendido”, sono le parole di Kurt Anrather, responsabile del comitato organizzatore de “La Sportiva Epic Ski Tour”, pronto, dopo aver testato i percorsi assieme ai propri collaboratori, a sedersi in cabina di regia a dirigere la sua “creazione”.
Da domani a domenica tre sontuosi appuntamenti con lo scialpinismo nelle Valli di Fiemme e Fassa (TN), tra Alpe Cermis, Passo San Pellegrino e Passo Pordoi; c’è fermento nell’aria in vista della seconda edizione, ricchissima anche di eventi collaterali. Il ritiro pettorali avverrà a partire da oggi dalle ore 16 alle ore 21, prima di iniziare una delle tante nottate di divertimento al Teatro Navalge di Moena con la “Serata alla Trentina” ricca di sfiziosità per il palato.
Domani test sui prodotti degli sponsor (ore 9 – 16), ritiro pettorali (ore 10.30 – 14), Area Expo (ore 10.30 – 22) al Navalge e ritiro pettorali anche al Cermis (ore 15.30 – 17), prima dello start ufficiale della prima tappa. Al pasta party (ore 19 – 21.30) ci si potrà rifocillare, mentre in serata in alto i calici per l’EPIC Party in centro a Moena.
Sabato 10 marzo ritiro pettorali al Passo San Pellegrino (dalle ore 9 alle 10.30) alla volta della seconda tappa di scena mezz’ora più tardi, mentre dalle ore 14 alle ore 17 ‘Outdoor film cinema’ sempre al Teatro Navalge, fulcro di queste giornate scialpinistiche, festeggiando al termine delle proprie performance sportive con EPIC Talk (ore 17), pasta party (ore 18 – 20.30), EPICTORBERFEST in compagnia ed EPIC Party di Moena, una manifestazione che sa davvero onorare alla perfezione il connubio sport e divertimento.
Domenica 11 marzo invece… epico finale sul Pordoi e pasta party alle ore 14, ricordando che tutti gli appassionati avranno tempo per iscriversi in loco fino a poco prima dell’avvio di tappa: 180 euro per le tre sfide con pacco gara La Sportiva del valore di 139 euro (casco o felpa tecnica), e 50 euro per le singole (100 con gadget), anche in compagnia di una guida alpina che aiuterà i meno preparati, eccezion fatta per la tappa di domani al Cermis che non necessita di particolari “aiuti”.
Condiranno il tutto i tanti appassionati e i campioni schierati al via, in lotta per il montepremi di 46.000 euro, da Simon Anthamatten e ancora Manfred Reichegger, le scialpiniste Jennifer Fiechter, Viktoria Kreuzer, Corinna Girardi, Verena Hofmann e Verena Steitberger, gli atleti “vertical” Toni Palzer e Werner Marti, Rémi Bonnet, Nicolò Ernesto Canclini, la gloria del fondo Peter Schlickenrieder in compagnia degli azzurri Federico Nicolini, Daniel Antonioli, Alex Oberbacher, Enrico Loss, Pietro Lanfranchi, William Boffelli, Martin Stofner e degli austriaci Gerald Bauer, Andreas Janck e Daniel Aschbacher.
La sfida alle cime innevate del Trentino è partita.
Info: www.epicskitour.com

SIMON ANTHAMATTEN ALL’“EPIC SKI TOUR”

SIMON ANTHAMATTEN ALL’“EPIC SKI TOUR”

PODEROSO TRITTICO SCIALPINISTICO NEL WEEKEND

“La Sportiva Epic Ski Tour” tra Alpe Cermis, Passo San Pellegrino e Pordoi (TN)
Dall’8 all’11 marzo seconda edizione tutta da vivere – iscrizioni ancora aperte
Al via alcuni fra gli atleti più titolati del panorama scialpinistico internazionale
Epic Ski Tour App per rimanere aggiornati e 46.000 euro totali di montepremi

Simon Anthamatten non è proprio l’ultimo arrivato. Guida alpina, maestro di sci, vanta un palmarès unico ed una serie di ascensioni alpine e himalayane da far rabbrividire anche gli skialpers più quotati, un atleta di rara bravura che, dall’8 all’11 marzo, farà anch’egli parte del magico mondo de “La Sportiva Epic Ski Tour”, appuntamento scialpinistico in tre tappe sulle cime trentine.
Una scelta, quella dello svizzero, ancora più speciale se si considera la sua fermezza e volontà di mantenere “indipendente” il proprio stile di alpinismo, evitando spesso le luci della ribalta. Un talento di livello mondiale, titolare della salita più veloce al Cervino e capace di scalare, tra le altre, alcune tra le cime più impegnative al mondo che gli valsero il Piolet d’or 2009, una sorta di Premio Oscar dell’alpinismo, ma ancora più importante fu quando abbandonò una delle proprie imprese per assistere due alpinisti bloccati sull’Annapurna, in Nepal.
Epic Ski Tour è un evento “4All” e Anthamatten l’ha scelto per affrontare nell’ordine Alpe Cermis (venerdì 9 marzo ore 17.30), Passo San Pellegrino (sabato ore 11) e Passo Pordoi (domenica ore 11), una tre giorni arricchita da numerosi eventi di contorno e da un montepremi di 46.000 euro che non lascia spazio ad alcuna interpretazione di sorta. Saranno ai nastri di partenza anche altri campionissimi quali il vincitore della scorsa edizione Damiano Lenzi, il plurititolato azzurro Manfred Reichegger, le svizzere Jennifer Fiechter e Viktoria Kreuzer, Corinna Girardi, Verena Hofmann e Verena Steinberger, il tedesco Toni Palzer, punta di diamante che ha scelto l’Epic Ski Tour per mettersi alla prova, l’altro elvetico Werner Marti ottimo nelle prove vertical, Rémi Bonnet, lo sprinter Nicolò Ernesto Canclini, assieme a Peter Schlickenrieder che farà tutte e tre le tappe ed ai nostri Pietro Lanfranchi, William Boffelli e Martin Stofner. Completeranno il fornitissimo parterre anche gli austriaci Gerald Bauer, Andreas Janck e Daniel Aschbacher, oltre all’enfant prodige Federico Nicolini, a Daniel Antonioli, Alex Oberbacher, Enrico Loss e molti altri.
Iscriversi alla seconda edizione è ancora possibile, alla cifra di 180 euro per tutte le tappe con a disposizione un gadget La Sportiva Combo Helmet (valore: 139 €) o una felpa tecnica da scialpinismo de La Sportiva (valore: € 139), ed i servizi aggiuntivi di sicurezza, cronometraggio, numero di partenza personalizzato, mappa del percorso e materiali, briefing, assistenza medica e tecnica, ristori, pasta party, buoni sconto e diploma finisher. Alla cifra di 50 euro si potrà invece effettuare una sola tappa (100 euro con gadget) anche in compagnia di una guida alpina. Riccardo Felicetti, manager dell’omonimo pastificio, è soddisfatto di assistere ad una collaborazione così duratura nel tempo con l’azienda Curtes: “Il nostro rapporto dura da tanti anni attraverso le attività sportive del pastificio Felicetti ed il sostegno alle iniziative proposteci come In City Golf ed Epic Ski Tour, manifestazione, quest’ultima, coerente con i nostri principi ed ideali”.
Il comitato organizzatore mette inoltre a disposizione l’Epic Ski Tour App, con la quale si potrà partecipare agli Epic Challenges rimanendo sempre aggiornati sugli ultimi sviluppi dell’evento creando la propria tracklist privata.
Per info ed iscrizioni: www.epicskitour.com

“EPIC SKI TOUR” ALZA IL SIPARIO

“EPIC SKI TOUR” ALZA IL SIPARIO

SKIALP MAI COSÌ A PORTATA DI MANO

“La Sportiva Epic Ski Tour” dall’8 all’11 marzo nelle Valli di Fiemme e Fassa (TN)
Oggi conferenza stampa di presentazione della seconda edizione
Al via Lenzi, Fiechter, Kreuzer, Palzer, Lanfranchi, Boffelli, Nicoli, Stofner e Schlickenrieder
46.000 euro di montepremi complessivo e numerose iniziative collaterali

Oggi, alla sala conferenze di Trentino Marketing a Trento, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’evento scialpinistico “La Sportiva Epic Ski Tour”, di scena con la seconda edizione dall’8 all’11 marzo nelle Valli di Fiemme e Fassa (TN). Erano presenti come relatori l’organizzatore Kurt Anrather, il CEO La Sportiva Lorenzo Delladio, il race director Giuseppe Ploner e Maurizio Rossini di Trentino Marketing, il quale ha dato il benvenuto a tutti gli ospiti: “Annata speciale, sta ancora nevicando, offriamo ai nostri ospiti delle condizioni splendide, come Trentino Marketing siamo convinti che gli eventi sportivi sappiano veicolare molto bene la promozione del nostro territorio. Quando ci è stata presentata l’idea abbiamo colto la palla al balzo, non potevamo che affiancare l’iniziativa, saremo attenti e vicini anche a questa seconda edizione”.
Epic Ski Tour è “4All” e con le sue tre tappe si disputa in contesti impagabili, a detta di Lorenzo Delladio: “Sicuramente lo scialpinismo è in crescita, lo possiamo confermare con i nostri dati di vendita. La massa si muove verso questa attività “vecchia” ma nuova nel nostro mondo. Quest’anno siamo nelle condizioni ottimali per questo tipo di competizione, lo spirito iniziale è di proporre una gara per tutti, mi sono iscritto anch’io con i miei amici, tutti dovrebbero partecipare a questa ‘Marcialonga dello scialpinismo’. Ci vedremo sulle piste e al pasta party”.
Tre giorni di eventi proposti da Kurt Anrather, il quale ha raccontato com’è nata questa manifestazione davvero speciale: “L’idea nacque due o tre anni fa con Jürg Capol, inventore del Tour de Ski e “stratega” dell’Epic Ski Tour. Gare, Epic Talk con i campioni dello scialpinismo, expo area al Navalge di Moena, serate a tema “trentina” e “italiana”, Epictoberfest, Epicparty per chi non vuole andare a dormire, briefing, ci saranno davvero iniziative per tutti i gusti. Le cliniche Ruffinella daranno servizio gratuito a tutti gli atleti, i quali saranno sostenuti in tutto e per tutto, a cominciare dalla possibilità di gareggiare in compagnia di una guida alpina. I concorrenti potranno anche testare gratuitamente i prodotti La Sportiva e del Pastificio Felicetti, iscrivendosi perché i numeri sono limitati. Come se non bastasse, montepremi di 46.000 euro e premi in denaro fino al 30° classificato. Siamo un evento, non una gara”.
Giuseppe “Pepi” Ploner, prima atleta poi allenatore ed ora race director di questa edizione: “La classifica finale riguarda chi partecipa a tutte e tre le tappe, ma c’è la possibilità anche di fare la gara singola. La prima parte venerdì 9 marzo dalla stazione a valle del Cermis alle ore 17.30, sulla via del bosco per 750 metri di dislivello e arrivo in salita. Il giorno dopo al San Pellegrino partenza alle ore 11, senza stress, si parte dal piazzale della funivia, cambio assetto, altra salita più dolce di 2 km e discesa di nuovo verso il piazzale della funivia. Terzo giorno, domenica, sempre alle ore 11 con start in base al distacco accumulato nelle tappe precedenti, da Passo Pordoi alla Forcella Pordoi, cambio assetto, discesa lunga in Val Lasties e risalita verso il Passo Pordoi con 200 metri di dislivello. Paesaggio bellissimo, condizioni ottime, speriamo che tutti possano godersi queste condizioni anche la settimana prossima. Damiano Lenzi sarà al via, così come le due svizzere Jennifer Fiechter e Viktoria Kreuzer, ci saranno poi Toni Palzer che domina le gare vertical, e validi atleti locali come Lanfranchi, Boffelli, Nicoli, Stofner e molti altri. Arriva anche Schlickenrieder, al via delle tre tappe come tutti gli altri ed iscritto con la moglie”.
Tanti anche gli sponsor che sostengono l’evento, come Engel&Völkers, un legame raccontato da Davide Bonalumi: “Sono appassionato di sci fin da bambino, trattiamo l’immobiliare ma vogliamo valorizzare prima di tutto le nostre vallate, e se non le pubblicizziamo a livello di eventi non vengono conosciute”.
Tappe disegnate e allestite, nell’ordine, da Massimo Dondio, Thomas Zanoner ed Oswald Santin che cura anche il tracciato della “Sellaronda”, e con la vicinanza delle due funivie il pubblico potrà seguire La Sportiva Epic Ski Tour in prima persona, un evento a detta di Anrather… “fattibile per tutti, solo la discesa in Val Lasties vale il prezzo del biglietto, siamo tra le montagne più belle del mondo, ognuno dovrebbe venire e divertirsi”.
Per info ed iscrizioni: www.epicskitour.com