Tag: scialpinismo

EPIC SKI TOUR RILANCIA LO SKIALP SUL MONTE BONDONE. PARTERRE DE ROIS E “4ALL” ALLA CARICA

EPIC SKI TOUR RILANCIA LO SKIALP SUL MONTE BONDONE. PARTERRE DE ROIS E “4ALL” ALLA CARICA

EPIC Ski Tour presentato oggi a Palazzo Geremia a Trento
Weekend dedicato allo scialpinismo “4All” sul Monte Bondone
Al via Boscacci, Murada, De Silvestro, Compagnoni, Valmassoi, Sjöström e Höfl
Venerdì in notturna e sabato pursuit. Le iscrizioni online chiudono domani

Oggi, a Palazzo Geremia a Trento, è stata presentata la terza tappa di EPIC Ski Tour che si svolgerà venerdì e sabato sul Monte Bondone. Erano presenti Kurt Anrather, ideatore dell’evento scialpinistico e responsabile dell’azienda Curtes, Roberto Stanchina, assessore al turismo e politiche economiche ed agricole del Comune di Trento, il consigliere comunale di Trento Andrea Merler, Franco Aldo Bertagnolli, presidente di APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, il direttore di gara Giuseppe Ploner, Elda Verones, direttore di APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Dario Maestranzi, consigliere delegato allo sviluppo del Monte Bondone.
L’evento arriva in un momento particolare, ma l’importante è affermare che si farà e che la neve è arrivata, pitturando di bianco il Monte Bondone. Lo scialpinismo è diventato uno sport di massa, ed EPIC Ski Tour è un evento “4All”, adatto agli agonisti ed ai semplici amatori. Ma la manifestazione continua a raccogliere atleti di livello, e così parteciperanno alla festa dello scialpinismo anche il plurivincitore della competizione Michele Boscacci, vincitore della Coppa del Mondo di scialpinismo 2016 e 2018, accompagnato dalla sua futura sposa Alba De Silvestro, terza assoluta nella classifica generale di Coppa 2019, con l’aggiunta di Giulia Murada, altra ‘figlia d’arte’ dello skialp e spesso compagna di staffetta proprio della De Silvestro. Le due se la vedranno con Giulia Compagnoni, che ha vinto le precedenti tappe di EPIC Ski Tour a Davos (SUI) e in Valle d’Aosta, e con Martina Valmassoi. Presenti anche i bravi Patrick Facchini, lo svedese Anton Sjöström, lo spagnolo Iñigo Martinez de Albornoz e i forti skialpers austriaci, uno su tutti Armin Höfl, per un totale di nove nazioni ai nastri di partenza.
Roberto Stanchina lancia l’appello di una buona gara e un ‘buon dislivello’ a tutti: “L’evento porterà alla ribalta il Monte Bondone in un ambiente straordinario, imbiancato come si deve per la classica foto da cartolina. Gare selettive per grandi atleti, ma anche i principianti come me, Maestranzi e Merler che si metteranno in gioco in prima persona, incentivando gli sport ‘slow’ sulla cima di Trento. Crediamo che i prossimi cinque anni vadano improntati in questo senso”. In prima fila anche l’APT con il presidente Bertagnolli: “A livello turistico il momento è difficile, ma credo che una manifestazione come questa possa portare un po’ di normalità. Siamo convinti che il turismo sportivo possa portare un importante indotto alla città, e lo scialpinismo un nuovo filone per il Monte Bondone”. Dario Maestranzi sarà fra i partenti e sembra il più in forma dei “4All”: “Questa deve essere una manifestazione che rafforza il concetto di Trento ‘capitale’ dello scialpinismo. Da tre anni come Comune assieme all’azienda forestale cerchiamo di fare dello scialpinismo una risorsa”. Andrea Merler è ‘volto noto’ per Curtes: “Dopo aver contribuito ad organizzare InCity Golf, questa volta abbiamo voluto puntare su una disciplina in fortissima ascesa che è lo scialpinismo. Vedere soggetti uniti nel portare l’immagine di Trento in maniera positiva al resto del mondo è un bel segnale. Lo scialpinismo sarà per me esperienza nuova, …esorcizzando il Coronavirus”.
EPIC Ski Tour è evento promozionale, distante dalle competizioni ‘massacranti’: “Vogliamo essere aperti a tutti – afferma Kurt Anrather, – dai campioni agli amatori. Mentre parliamo i tracciatori stanno allestendo i percorsi. Venerdì sera accenderemo le luci dei riflettori solo in partenza e al cambio pelli, nell’ambito dell’iniziativa “illumina di meno”, mentre sposteremo tutti gli eventi collaterali da Trento al Monte Bondone. Le guide alpine stanno aspettando i “4All”, che si cimenteranno in sicurezza lungo un percorso ridotto, più semplice ma altrettanto spettacolare, imparando le arti del mestiere. Nessun assembramento di persone anche per quanto riguarda il pasta party, rispettando le iniziative di sicurezza”. “Pepi” Ploner racconta brevemente i tracciati: “Venerdì in notturna da Vason sulla traversa del Montesel, cambio assetto, discesa fino agli impianti e risalita transitando sull’arrivo, prima di un altro giro con arva, pala e sonda obbligatori. Sabato invece percorso alternativo più duro, partendo da Viote ed affrontando per due volte la Cima del Palon”. In conclusione un accenno al progetto Vaia Wood con il quale EPIC Ski Tour collabora attivamente: “ad ogni pezzo venduto va piantato un albero”, con gli ideatori a costruire amplificatori per telefonino con la parte esterna in abete rosso e l’interno in larice, legno proveniente dagli alberi caduti in Val di Fiemme.
Start di EPIC Ski Tour venerdì 6 marzo in notturna (ore 18.45) in località Vason, completando la pursuit nella giornata successiva (ore 9) in località Viote. La possibilità di iscriversi online terminerà domani.

Info: www.epicskitour.com

13° MARMOTTA TROPHY INNEVATO. COPPA ITALIA, ALPEN CUP E COPPA DI GERMANIA

13° MARMOTTA TROPHY INNEVATO. COPPA ITALIA, ALPEN CUP E COPPA DI GERMANIA

13° Marmotta Trophy in Val Martello il 7 e 8 marzo
Il programma di gara del weekend
25 centimetri di neve scesi nella “valle delle fragole”
Iscrizioni “vertical” aperte fino a venerdì

25 centimetri di neve scesi in Val Martello, e i preparativi per affrontare il Marmotta Trophy del weekend sono in pieno svolgimento, per mettere in condizione gli skialpers di realizzare una performance da urlo. I primi a cimentarsi con la tradizione sfida “all’insù” in Alto Adige saranno i concorrenti “Vertical”, protagonisti sabato 7 marzo di una veloce prova che porterà gli atleti dall’ex albergo Paradiso al Rifugio Martello, prima di lasciar spazio alla Coppa Italia Giovanile – FISI Senior/Master, Alpen Cup e anche Coppa di Germania della giornata di domenica. Ricordando che il numero limite per la competizione Vertical di 5 km e 600 metri di dislivello è di 80 atleti, le iscrizioni sono a disposizione alla cifra di 25 euro fino alle ore 18 di venerdì, quando ci sarà la chiusura delle partecipazioni. Per quanto riguarda il programma di gara, invece, sabato alle ore 8 ci sarà l’apertura dell’ufficio gare e il ritiro pettorali al Centro Biathlon “Grogg”, con ritrovo in zona partenza alle ore 9.30. Lo start ufficiale delle categorie di gara e “Hobby” avverrà alle ore 10, con premiazioni a seguire al Rifugio Martello. Domenica, invece, a 20 euro per le categorie U23, Junior e Cadetti di Coppa Italia e a 50 euro per master e senior, si disputeranno i prestigiosi appuntamenti del Marmotta Trophy. Ritiro pettorali nella medesima location della giornata precedente (ore 6.30 – 9), ritrovo atleti alle ore 8.30 e start ufficiale alle ore 9.15 della “Coppa Italia Giovanile e Alpencup” per quanto riguarda le categorie U23, Junior e Cadetti maschile/femminile. Alle ore 9.45 ecco impegnate per la “FISI Senior/Master e Alpencup”, le categorie Master e Senior maschile/femminile. Le premiazioni finali in questo caso si terranno alle ore 14.30 circa alla Casa Culturale di Martello. I percorsi domenicali misurano, a seconda delle categorie, 15.2 km e 1.677 metri di dislivello, 11 km e 1.317 metri di dislivello e 8 km e 997 metri di dislivello.

Per info: www.martell.it/it/marmotta-trophy

LA “CASA” DELLO SCIALPINISMO. ENGEL & VÖLKERS ALL’EPIC SKI TOUR

LA “CASA” DELLO SCIALPINISMO. ENGEL & VÖLKERS ALL’EPIC SKI TOUR

EPIC Ski Tour il 6 e 7 marzo sul Monte Bondone
Engel & Völkers storico partner rappresentato da Davide Bonalumi

Davide Bonalumi di Engel & Völkers è un ‘aficionado’ di EPIC Ski Tour (il 6 e 7 marzo sul Monte Bondone), un evento grazie al quale è scoccata la passione per lo scialpinismo unendo così l’utile al dilettevole. Uno spunto che potrebbe essere tratto anche da tutti i concorrenti “4all” ai quali la manifestazione si rivolge, alle prime armi con sci e pelli ma che desiderano cimentarsi con questa spettacolare ed allenante disciplina. Davide, com’è nata la partnership della tua azienda con EPIC Ski Tour? “Un po’ per la mia personale passione per la montagna abbiamo cominciato nel primo anno di sponsorizzazione a testare lo skialp, e ora che EPIC Ski Tour arriva in zona Trento abbiamo una motivazione commerciale in più creando contatti e intrecci di business. Un passaggio che quindi oserei dire da ‘personale’ ad ‘aziendale’”. Parteciperai anche alla prova “4All” di sabato 7 marzo sul Monte Bondone? “Certamente, io non sono un concorrente vero e proprio ma farò parte dei mitici ‘4all’. Saremo presenti anche con un banchetto espositivo sul Monte Bondone”. Una partnership – tra Engel & Völkers ed EPIC Ski Tour – che dunque prosegue alla grande: “Direi che l’area di abbinamento calza a pennello, lo scialpinismo è uno sport dove economicamente bisogna possedere delle ‘risorse medie’ quindi si sposa con il nostro target di clientela e con i nostri territori che sono spettacolari”. Davide Bonalumi è infatti titolare di tutte le licenze del Trentino con una sede a Trento, una a Rovereto, aprendo una nuova sede tra una decina di giorni a Madonna di Campiglio e con Val di Fassa e Val di Fiemme nel piano industriale di sviluppo di Engel & Völkers, proprio da dove EPIC Ski Tour era partito.


Info: www.epicskitour.com

EPIC SKI TOUR CHIAMA I “4ALL” A RACCOLTA. DOPO ANTONIOLI ANCHE COMPAGNONI ACCETTA LA SFIDA

EPIC SKI TOUR CHIAMA I “4ALL” A RACCOLTA. DOPO ANTONIOLI ANCHE COMPAGNONI ACCETTA LA SFIDA

EPIC Ski Tour Trofeo Fiou: lo skialp che piace in Valle d’Aosta
Dal 14 al 16 febbraio sfide per tutti i gusti tra campioni ed amatori
Iscritti il campionissimo Robert Antonioli e la vincitrice di Davos Giulia Compagnoni
Attesi numerosi altri atleti ma le iscrizioni chiudono giovedì!

Giulia Compagnoni, dopo la doppietta svizzera all’EPIC Ski Tour di Davos, torna in prima linea per tentare di portarsi a casa anche la seconda tappa dell’evento dedicato allo scialpinismo per tutti tra campionissimi, amatori e semplici appassionati delle cime montane, ipotecando il titolo 2019/2020.
Dal 14 al 16 febbraio in Valle d’Aosta ci sarà infatti EPIC Ski Tour Trofeo Fiou, con le iscrizioni in impennata in questi ultimi giorni, dopo il “segnale” dato dall’adesione del campionissimo Robert Antonioli, azzurro reduce dalle fatiche di Coppa del Mondo. Hanno accettato la sfida alla seconda tappa del challenge anche i vari Negroni, Aymonod, Danieli, Lenzi, Trento e Maguet, terzo nella Coppa del Mondo di Berchtesgaden, ma anche i “4All”, i concorrenti alle prime armi, sono chiamati a raccolta, ricordando la dead-line delle iscrizioni online prevista per la giornata di giovedì, sempre alla competitiva tariffa di 30 euro. Venerdì o sabato sarà eventualmente possibile registrarsi in loco, ma solo se ci saranno pettorali disponibili; sarà bene dunque non rischiare di rimanere a bocca asciutta. Dicevamo delle molteplici adesioni degli ultimi giorni, d’altronde il Trofeo Fiou è stato in queste zone una vera e propria ricorrenza per tutti, in primis per commemorare i due fratelli Fiou, giovani alpinisti tragicamente scomparsi, e per ammirare gli scenari montani valdostani che non hanno bisogno di presentazioni. I comuni della Valle del San Bernardo sono tuttavia perlopiù sconosciuti a chi non è della zona, e schierarsi al via di EPIC Ski Tour Trofeo Fiou concederà anche questa opportunità, rilassandosi poi nella natura dopo aver faticato con sci e pelli. Ecco dunque un programma allettante, che prevede per la giornata di sabato 15 febbraio a Saint Rhèmy en Bosses (Foyer de Fond a Flassin) il ritiro pacco gara dalle ore 7 alle ore 8.30, briefing precedente lo start di EPIC Ski Tour Trofeo Fiou che avverrà alle ore 9, godendosi successivamente in assoluta tranquillità l’area expo e ‘testival’, il pasta party, le premiazioni, gli highlights del giorno e l’EPIC talk, dando appuntamento ai concorrenti “4All” nella giornata successiva. Questi ultimi infatti, sempre a Saint Rhèmy en Bosses (Foyer de Fond a Flassin), domenica potranno muovere i primi passi suddivisi nelle categorie stabilite Rookie (alle prime armi), Beginner (media esperienza) e Advanced (esperti che desiderano affinare la propria tecnica ed ascoltare i consigli delle guide). Per partecipare al tour con guida alpina sono necessari strumenti quali pala, arva, sonda, ed è obbligatorio indossare un caschetto omologato. Chi ne è sprovvisto può acquistare l’“ufficiale” di EPIC Ski Tour al sito web della manifestazione oppure all’area expo in occasione dell’evento.

Info sul sito: www.epicskitour.com

EPIC SKI TOUR – TRENTO MONTE BONDONE. PERCORSI SCINTILLANTI E IMPERATIVO ISCRIVERSI!

EPIC SKI TOUR – TRENTO MONTE BONDONE. PERCORSI SCINTILLANTI E IMPERATIVO ISCRIVERSI!

Terza tappa di EPIC Ski Tour dal 6 all’8 marzo
Svelati i percorsi e aperte le iscrizioni alla ‘Trento Monte Bondone’
Coinvolte le località Viote e Vason, tour guidati “4All” sia sabato che domenica
Tra pochi giorni EPIC Ski Tour Trofeo Fiou – dal 14 al 16 febbraio

La tripletta di EPIC Ski Tour si completerà alla terza tappa “Trento Monte Bondone” – dal 6 all’8 marzo – passeggiando con gli sci ai piedi anche in occasione della giornata mondiale dedicata a tutte le donne.
Nell’appuntamento trentino, fra il capoluogo e il Monte Bondone, la prima competizione in programma si svolgerà venerdì 6 marzo e sarà, come sempre, in notturna, caratteristica peculiare di ogni tappa di EPIC Ski Tour; un prologo interamente su pista e in formato ‘individual’, non più vertical. Dopo la partenza in località Vason, dove si trova il busto del leggendario ciclista Charly Gaul – lì posizionato dal 2016 per celebrare il sessantesimo anniversario della tappa del Giro d’Italia dell’8 giugno 1956, e ricordato a “La Leggendaria Charly Gaul” dal 10 al 12 luglio – ci sarà una breve salita a condurre gli atleti attraverso la pista “Diagonale Montesel”, a quota 1.700 metri. La discesa successiva sulla pista “Lavaman” porterà invece al punto più basso del percorso, alla stazione a valle Montesel (1.450 metri). Un’altra erta sulla pista “Cordela” di circa 200 metri di dislivello prima di riabbracciare località Vason e, dopo un giro ulteriore, il punto di arrivo.
La seconda tappa di EPIC Ski Tour – Trento Monte Bondone si svolgerà sabato 7 marzo in località Viote, al Centro Fondo a quota 1.560 metri. Bocca Vaiona sarà la prima meta, raggiunta dagli atleti dopo una prima salita che si concluderà a Cima La Rosta. Seguirà una discesa fino al bosco, prima di mettere gli sci in spalla proseguendo a piedi e in discesa a Malga Vigola. Con uno sforzo ulteriore si raggiungerà la cima del Palon e si scenderà immergendosi totalmente nella natura del Trentino, prima di toccare il punto d’arrivo.
L’epico fine settimana trentino sarà anche quello conclusivo di EPIC Ski Tour, e si completerà con la gara domenicale nei pressi del Centro Fondo Viote, mettendosi alla prova sulla prima salita di giornata a Cima Palon. A seguire la Valle delle Viote, imboccando la seconda erta che condurrà al GPM del tracciato, Cima Cornetto situata a 2.178 metri. Alla ripida discesa per la Val del Merlo seguirà l’ultima fatica di questo spettacolare EPIC Ski Tour tra Svizzera, Valle d’Aosta (dal 14 al 16 febbraio) e Trentino, verso la Cima Verde. Una bella discesa in mezzo al bosco porterà gli atleti all’ultimo cambio, non a caso in prossimità dell’arrivo per rendere il tutto più avvincente.
Le iscrizioni sono aperte, correre ad iscriversi per tutti gli appassionati di skialp sarà un imperativo, ricordando che i concorrenti “4All” potranno divertirsi e muovere i primi passi con lo scialpinismo nelle escursioni loro dedicate, sia sabato che domenica, partendo al medesimo orario degli esperti.

Info sul sito: www.epicskitour.com

EPIC SKI TOUR TROFEO FIOU. MARCO ALBARELLO: “VI ASPETTIAMO!”

EPIC SKI TOUR TROFEO FIOU. MARCO ALBARELLO: “VI ASPETTIAMO!”

EPIC Ski Tour concede il bis dal 14 al 16 febbraio
Tappe spettacolari fra gli scenari valdostani
Il campione olimpico e mondiale Albarello testimonial
Evento in memoria dei fratelli Maurizio e Carlo Fiou

“EPIC Ski Tour Trofeo Fiou ha le iscrizioni aperte, partecipate numerosi tra queste stupende montagne nella nostra Valle d’Aosta, nelle Valli del Gran San Bernardo, vi aspettiamo per tre giorni di festa, tre giorni di scialpinismo. Noi ci crediamo, credeteci anche voi!”. E se lo dice il valdostano DOC Marco Albarello, campione olimpico e mondiale, bisogna proprio alzare bene le antenne… EPIC Ski Tour è infatti in avvicinamento, e dal 14 al 16 febbraio raccoglierà il testimone dal Trofeo Fiou ripercorrendone sostanzialmente il tracciato, “rivitalizzando” zone troppo belle da non essere vissute con gli sci ai piedi e in spalla, in un evento alla portata di tutti, e non è soltanto un modo di dire. Michele Boscacci, Viktoria Kreuzer, Alba De Silvestro, sono solo alcuni dei campioni sfilati lungo i percorsi dell’evento orchestrato dal comitato organizzatore Curtes, ma la manifestazione ha una mission particolare: condurre sul magico mondo della neve e dello scialpinismo anche chi con la disciplina non ha mai avuto a che fare. Come? Grazie all’aiuto di guide alpine specializzate che, a seconda dei livelli di preparazione dei partecipanti, porteranno gli avventurieri della neve a completare una splendida escursione tra le cime valdostane. Chi non si fida della propria abilità in montagna potrà dunque contare sul significativo supporto “4All” grazie a questa possibilità unica, offerta nella giornata di domenica. EPIC Ski Tour s’innesta in un territorio che sfoggia Tour du Rutor e Mezzalama, prestigiosi eventi che saranno “ospiti” all’EPIC Talk del venerdì sera ad Étroubles, alle ore 20. Solida anche la partnership con il Mountain Attack, con il presidente del C.O. EPIC Ski Tour, Kurt Anrather, presente alla manifestazione vinta dall’austriaco Jakob Herrmann e da Alba De Silvestro grazie a due prestazioni “monstre”. EPIC Ski Tour Trofeo Fiou è “memorial” dedicato ai fratelli Maurizio e Carlo Fiou, promesse dell’alpinismo valdostano scomparse rispettivamente nel 1979 sulla Cresta del Leone, e nel 1985 nella tragedia del Lyskamm. Allestire questa manifestazione sarà un bel modo per ricordarli assieme a ciò che più amavano fare.

Info sul sito: www.epicskitour.com

DALLA SVIZZERA ALLA VALLE D’AOSTA CON FURORE. EPIC SKI TOUR “PLANA” AL GRAN SAN BERNARDO

DALLA SVIZZERA ALLA VALLE D’AOSTA CON FURORE. EPIC SKI TOUR “PLANA” AL GRAN SAN BERNARDO

Iscrizioni aperte per la prossima tappa di EPIC Ski Tour
Dal 14 al 16 febbraio prima di chiudere sulla cima di Trento la cavalcata scialpinistica
I comuni del Gran San Bernardo ospiteranno skialpers e concorrenti 4All

La prossima tappa di EPIC Ski Tour si terrà a metà febbraio in Valle d’Aosta nelle località di Saint-Rhémy-en-Bosses, Saint Oyen e Etroubles, in un vero e proprio festival dello scialpinismo nel cuore delle Alpi, regalando competizioni ad hoc, tour per tutti (4All) con guida alpina, un’area Expo ricca di interessanti prodotti e l’EPIC party per far ritrovare tutti gli amanti dello scialpinismo ‘a luci spente’ e sotto lo stesso tetto.
EPIC Ski Tour – Trofeo Memorial FIOU si svolgerà dal 14 al 16 febbraio nei Comuni della Valle del Gran San Bernardo a Saint-Rhémy-en-Bosses, Saint-Oyen ed Etroubles, con zona di partenza e arrivo al Foyer de Fond a Flassin, e il motto dell’evento è portare una disciplina che si svolge in alta montagna ‘al piano terra’, fruibile per tutti e alla portata anche dei meno esperti. I tour potranno essere completati con una guida alpina qualificata secondo diversi gruppi di abilità: rookie, beginner e advanced, adattando il ritmo di gara alle condizioni del gruppo. L’Expo Area accompagna tutti gli eventi EPIC Ski Tour, che dopo le tappe svizzere di Davos – vinte da Giulia Compagnoni e Gerhard Schneider – si trasferiranno così in Val d’Aosta prima di concludersi a marzo sul Monte Bondone, la cima di Trento. Il “testival” è un must per appassionati e rappresenta tutte le sfumature a 360° dello sport: “Vi attende una socievole atmosfera, molte novità e un’area testing per provare tutta l’attrezzatura di scialpinismo”, afferma il comitato presieduto da Kurt Anrather.
Iscrizioni aperte!

Info sul sito: www.epicskitour.com

EPIC SKI TOUR PRONTO ALLA PARTENZA ELVETICA. TRENTO “EPICO” FINALE CON FULCRO MONTE BONDONE

EPIC SKI TOUR PRONTO ALLA PARTENZA ELVETICA. TRENTO “EPICO” FINALE CON FULCRO MONTE BONDONE

EPIC Ski Tour: start a Davos dal 20 al 22 dicembre
Iscrizioni aperte anche per i concorrenti “4All”
Pacco gara UYN e ‘Testival’ ad accompagnare tutti gli eventi
Tappe successive tra Valle d’Aosta (14-16 febbraio) e Trento (6-8 marzo)

La macchina organizzativa sta lavorando alacremente e ora “EPIC Ski Tour” è pronto a partire. Dove? Dall’elvetica Davos (dal 20 al 22 dicembre) con tre sontuose competizioni scialpinistiche e un “4All” domenicale aperto a tutti, prima di proseguire in Valle d’Aosta (14-16 febbraio) e chiudere a Trento dal 6 all’8 marzo; un evento che farà dell’epicità la propria caratteristica distintiva. EPIC Ski Tour si svelerà in notturna al grande pubblico scattando da località Bolgen, proseguendo a Jschalp prima di concentrarsi sugli skialpers alle prime armi nell’ultima tappa in terra elvetica. Le iscrizioni sono aperte, sia per chi vorrà gareggiare sia per chi vorrà godersi la contesa “4All”, e il partner UYN farà trovare all’interno del pacco gara un Baselayer e/o calze da scialpinismo EPIC Ski Tour design: “Siamo molto orgogliosi del fatto che, anche quest’anno, il nostro partner UYN ci accompagnerà in tutti i nostri eventi!”, afferma il comitato presieduto da Kurt Anrather. La tappa trentina ultima del lotto a costituirsi (programma in via di definizione) di una spettacolare ‘notturna’ il venerdì sera sul Monte Bondone. Sabato e domenica ci si concentrerà invece sulle sfide individuali, con la prima delle due ad essere sostanzialmente una ‘versione ridotta’ della successiva. I metri di dislivello saranno tra i 1200 e i 1500, mentre domenica la finalissima di EPIC Ski Tour vedrà diverse cime da scalare – a seconda delle condizioni della neve – con oltre 2000 metri di dislivello. I meno affini alle tecniche scialpinistiche non dovranno tuttavia temere, i “4All” sono sempre ‘coccolati’ da EPIC Ski Tour, che grazie ad alcune guide alpine qualificate accompagneranno i meno esperti ad affrontare itinerari innevati senza cronometraggio e con gruppi divisi a seconda delle capacità nelle categorie Rookie, Beginner e Advanced, il tutto valutando sempre le condizioni meteo prima di mettersi in marcia. La partenza delle gare di EPIC Ski Tour in Trentino si effettuerà alle Viote del Monte Bondone, con il centro fondo a rendere più agevoli tutte le pratiche per gli amatori, e se il fulcro agonistico sarà la montagna trentina, quello logistico sarà a Trento tra Expo e ‘Testival’ dove gli espositori potranno mettere a disposizione il materiale per chi vorrà testarlo, con una navetta a condurre poi gli interessati da Trento al Monte Bondone.

Info sul sito: www.epicskitour.com

A DAVOS NEVE E SCI ALPINISMO ALLO ZENIT. EPIC SKI TOUR REGALO DI NATALE PERFETTO

A DAVOS NEVE E SCI ALPINISMO ALLO ZENIT. EPIC SKI TOUR REGALO DI NATALE PERFETTO

EPIC Ski Tour parte da Davos dal 20 al 22 dicembre
Tre prove con un “4All” domenicale a chiudere il cerchio
Iscrizioni aperte e Testival ad ingresso libero da non perdere
EPIC Ski Tour proseguirà in Valle d’Aosta (14-16 febbraio) e Trento (6-8 marzo)

Dire che la neve è scesa in maniera copiosa in quel di Davos significa usare un eufemismo, perché il manto bianco ha letteralmente ricoperto l’Alto Ticino di neve, garantendo – a meno di alte temperature che difficilmente arriveranno nel mese di dicembre – un EPIC Ski Tour completamente innevato in occasione della prima tappa svizzera che si svilupperà dal 20 al 22 dicembre, completato dalle sfide successive in Valle d’Aosta (14-16 febbraio) e Trento (6-8 marzo). Tantissima le neve naturale, e condizioni idilliache per far divertire tutti gli appassionati di sci alpinismo che potranno gareggiare sui percorsi previsti, disegnati dal comitato organizzatore presieduto da Kurt Anrather in compagnia degli esperti. Atleti navigati e sportivi “della domenica” potranno divertirsi anche con le iniziative di contorno e le prelibatezze culinarie della manifestazione, un appuntamento che precede il Natale e che regalerà spettacolo. Il primo contest tra le cime del Cantone dei Grigioni sarà in notturna partendo da località Bolgen, sabato invece start da Jschalp avendo il privilegio – una volta arrivati in cima – di gustarsi una visione “completa” e panoramica di Davos, località nota per ospitare l’annuale Forum economico mondiale, e per essere sede di alcune fra le sfide più importanti tra gli sport invernali che quest’anno, grazie ad EPIC Ski Tour, ne avranno una in più dedicata alla disciplina dello sci alpinismo. Domenica 22 dicembre alle ore 10 si affronterà l’avventura in compagnia di guide alpine qualificate che accompagneranno gli skialper “4All”, un formato ormai classico, senza cronometraggio e con gruppi divisi a seconda delle capacità (Rookie, Beginner, Advanced), rispettando le esigenze di tutti. Dalla pista al fuori pista il programma è interessante, e l’EPIC Testival ad ingresso libero completerà l’opera, aperto a tutti i visitatori che si troveranno a Davos nel fine settimana dal 20 al 22 dicembre in zona di Bolgen: “Non importa se vieni spontaneamente per un vin brulè dopo lo shopping natalizio, o se pianifichi il Testival come parte del tuo programma del weekend – sarà sicuramente una grande esperienza per grandi e piccini!”, afferma il comitato. Gli orari di apertura del Testival verranno così distribuiti: venerdì 20 e sabato 21 dicembre dalle ore 10 alle ore 17, domenica 22 dicembre dalle ore 10 alle ore 14. E se sei ancora alla ricerca del regalo di Natale… EPIC Ski Tour sarebbe perfetto! Con il comitato ad avvisare… “Inviaci una mail ad info@epicskitour.com e ti creiamo un buono regalo di Natale personalizzato”.
Info sul sito: www.epicskitour.com

AL VIA IL DUATHLON HORN ATTACKE. PROTAGONISTI IN CORSA PER LA VITTORIA

AL VIA IL DUATHLON HORN ATTACKE. PROTAGONISTI IN CORSA PER LA VITTORIA

Horn Attacke sabato 9 marzo in Alto Adige

Duathlon di 20 km e 2000 metri di dislivello da Bolzano al Corno del Renon

Intervista ai due favoriti Andreas Reiterer e Annelise Felderer

Candidati al successo finale anche Perkmann, Hofer e Pircher

Il meteo nella giornata di domani 9 marzo promette faville, e godere di una spettacolare vista su tutto l’Alto Adige sarà possibile grazie alla Horn Attacke. Domani alle ore 9 (ore 9.15 per la gara a squadre) i concorrenti del duathlon altoatesino partiranno da Bolzano per arrivare al Corno del Renon, con un buon numero di protagonisti a candidarsi per la vittoria finale. Uno di essi sarà certamente Andreas Reiterer, atleta classe 1992: “Ho vinto due edizioni della Horn Attacke e una volta giunsi secondo, la gara mi piace ed è un ottimo allenamento per me”. Qual è il tratto più difficoltoso della gara? “Il primo muro fino a Soprabolzano, gareggiare a 2000 metri è sempre difficile”. Quale il punto più suggestivo? “Mi piace molto il tratto da Soprabolzano a Pemmern”. Avversari da temere? “Certamente Hannes Perkmann ed Henry Hofer di Sarentino, specialista delle corse in salita”. Come si prepara una gara così dura? “Come preparo qualsiasi gara. Ogni giorno mi alzo e vado a lavorare in albergo sopra a Merano, nel pomeriggio mi alleno e la sera torno al lavoro”. Al femminile una delle favorite è certamente Annelise Felderer, altra sportiva che conosce molto bene la manifestazione: “Vi ho partecipato molte volte, vincendone due e giungendo seconda lo scorso anno. Come gara mi piace, è una distanza che si può percorrere in solitaria, tra corsa e scialpinismo”. Difficile da preparare? “In estate pratico la corsa in montagna, mentre con gli sci mi alleno a Sarentino, c’è una pista adatta a preparare competizioni come questa”. Punto più caratteristico e complicato da affrontare? “La salita da Bolzano, in pianura sono meno abile e poi bisogna subito mettere gli sci. Difficile sarà riprendere a correre dopo la pausa invernale”. Chi temi? “Anna Pircher, un osso duro”.

Il ‘menù’ della Horn Attacke è di quelli che solo un atleta preparato è in grado di affrontare: 20 km e 2000 metri di dislivello, suddivisi in 13 km di corsa e in 7 km conclusivi di scialpinismo. Gara a disposizione anche in staffetta, dove il primo frazionista si impegnerà ad affrontare il primo segmento Bolzano-Soprabolzano, il secondo da Soprabolzano a Pemmern ed il terzo da Pemmern al Corno del Renon.

Info: www.hornattacke.com