Tag: sci fondo

MARCIALONGA E BIEG PIASTOW INSIEME PER LO SPORT. 100 PETTORALI AI POLACCHI DAL 4 NOVEMBRE

MARCIALONGA E BIEG PIASTOW INSIEME PER LO SPORT. 100 PETTORALI AI POLACCHI DAL 4 NOVEMBRE

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Conferenza stampa al Mercure Hotel di Jelenia Gora, in Polonia
Sancita partnership tra Marcialonga (25 e 26 gennaio) e Bieg Piastow (28 e 29 febbraio)
Presenti le autorità polacche, il presidente Marcialonga Angelo Corradini e il seg. gen. Davide Stoffie

Al Mercure Hotel di Jelenia Gora, la conferenza stampa di presentazione delle ski-marathon Marcialonga e Bieg Piastow ha sancito il gemellaggio tra il Trentino e la Polonia, e una collaborazione tra le due gare di sci di fondo. Erano presenti il sindaco di Jelenia Gora, Jerzy Luzniak, a cui il presidente di Marcialonga Angelo Corradini ha consegnato il pettorale che solo gli atleti polacchi indosseranno alla prossima Marcialonga di Fiemme e Fassa del 26 gennaio, il presidente dell’Associazione Bieg Piastow Maciej Pawlowski, la direttrice di Bieg Piastow Kaja Sznajdrowicz-Krecichwost, il segretario generale Davide Stoffie e Anna Crosignani di Worldloppet.
Andrzej Stolecki – ambasciatore per la Val di Fiemme nel mondo, ha fatto da interprete della conferenza mentre Leszek Kosiorowski, già presente a Tesero come giudice in occasione della serata di elezione della Soreghina, da mediatore. A dar voce agli atleti Michal Skowron, sciatore della nazionale polacca e vincitore della Bieg Piastow di 25 km nel 2018, e una fondista assai legata a Marcialonga avendo partecipato anche alla storica “Skirollonga”: Dorota Dziadkowiec-Michon, tre volte vincitrice della Worldloppet Cup (90-91-92). Bruno Debertolis, presente come capo squadra di Justyna Kowalczyk nel Team Trentino Robinson, sta preparando l’inizio stagione Visma Ski Classics e ha raccontato ad una trentina di ospiti l’importanza di avere un tale fenomeno nel team, di sprone per i più giovani.
L’incontro è servito per annunciare una succosa novità, dalle parole di Davide Stoffie: “Da lunedì 4 novembre verranno messi a disposizione online 100 pettorali solo per gli atleti polacchi. A giugno Marcialonga ha raggiunto l’incredibile traguardo dei 250.000 iscritti nella storia, e possiamo annunciare che la 250.000ima è proprio un’atleta polacca!” Angelo Corradini invita tutta la delegazione polacca alla Marcialonga, ricordando nostalgicamente i suoi sopralluoghi in una terra che sente molto vicina alla propria. Il sindaco Luzniak, dopo aver ricevuto il pettorale da Corradini, è stato anch’egli invitato a partecipare a Marcialonga oppure, se non si sentisse pronto ad inforcare gli sci, a dare il via alla 47.a edizione con il consueto ‘bang’ alla partenza. Invito rivolto a propria volta anche al presidente di Marcialonga, per ‘lanciare’ la Bieg Piastow 2020. Il presidente Pawlowski non ha nascosto la propria soddisfazione: “Riconosco l’importanza delle Valli di Fiemme e Fassa, molti polacchi vi si recano per godere della bellezza del territorio”, d’altronde l’unione è stata sancita dopo una lunga conoscenza, quando lo stesso Corradini si recò in terra polacca – prima nel 1990 e poi nel 2008 – per inserire la miglior gara della Polonia all’interno del circuito Worldloppet, del quale Marcialonga fu una delle fondatrici. La visione è comune e lo sport ancora una volta dà l’esempio unendo culture e persone.

Info: www.marcialonga.it


GLI AZZURRI SEMPRE PIÙ LEGATI AL PICCOLO TIBET. NUOVO ACCORDO SIGLATO TRA LIVIGNO E FISI

GLI AZZURRI SEMPRE PIÙ LEGATI AL PICCOLO TIBET. NUOVO ACCORDO SIGLATO TRA LIVIGNO E FISI

Stretta di mano tra Luca Moretti di APT Livigno e il presidente FISI Flavio Roda in conferenza stampa
Occhio di riguardo sulle nazionali di snowboard e freestyle in ottica Milano Cortina 2026
La partnership calza a pennello: apertura anello sci di fondo dal 19 ottobre
L’obiettivo è supportare gli azzurri nella preparazione in altura agli eventi più importanti della stagione

Un accordo – sancito oggi presso la Terrazza Martini a Milano – tra il presidente di APT Livigno Luca Moretti e il presidente FISI Flavio Roda in occasione della conferenza stampa FISI, rafforza il legame tra Livigno e le discipline invernali, eleggendo la località della provincia di Sondrio a supporto ufficiale degli atleti in preparazione ai propri prestigiosi appuntamenti, con un occhio di riguardo nei confronti delle nazionali azzurre di snowboard e freestyle che – proprio nel ‘Piccolo Tibet’ – parteciperanno alle prossime Olimpiadi Milano Cortina 2026, dove Livigno sarà anche Villaggio Olimpico.

FIDAL in estate, FISI in inverno: tutti scelgono Livigno; così si potrebbero riassumere le annate che seguiranno, e dopo il recente accordo raggiunto con FIDAL che permetterà agli atleti di sfruttare l’altitude training sulla nuova pista di atletica, si concretizza così una nuova unione ‘attiva’ fin da subito con l’arrivo – nella giornata di domani – della nazionale azzurra di sci di fondo capitanata da Federico Pellegrino e della nazionale tedesca, i primi a tornare in pista sfruttando un anello allestito in tempi record grazie allo snowfarming e che si ‘allungherà’ con il passare dei giorni. Tramite l’accordo con FISI Livigno avrà inoltre ampia visibilità su tutti i canali istituzionali della Federazione.

A Livigno le condizioni sono idilliache per coronare il sogno di performance perfette, lo dimostrano ad esempio i risultati della nazionale di nuoto ai recenti Mondiali, con la comunità livignasca a poter contare su alcune testimonial di lusso di svariati sport, dalle fenomenali azzurre del biathlon Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi, a Michela Moioli che proprio a Livigno alle prossime Olimpiadi tenterà di calare l’asso nello snowboard cross, sino a Federica Pellegrini che utilizza il Centro Aquagranda Active You come sede di allenamento per la sua ultima grande impresa: le Olimpiadi di Tokyo 2020. Un parterre variegato nel tempio italiano della preparazione agonistica.

Info: www.livigno.eu

VISMA SKI CLASSICS, SCI DI FONDO D’AUTORE. IN ITALIA QUATTRO EVENTI DA NON PERDERE

VISMA SKI CLASSICS, SCI DI FONDO D’AUTORE. IN ITALIA QUATTRO EVENTI DA NON PERDERE

Presentati al Forum Nordicum gli eventi valtellinesi Livigno Prologue e Sgambeda
Per l’Alto Adige due appuntamenti, l’inedita La Venosta e l’intramontabile Dobbiaco-Cortina
La regina delle granfondo Marcialonga è il punto di riferimento mondiale
Quattro eventi che uniti si propongono di promuovere lo sci di fondo in Italia

La sessione annuale del Forum Nordicum, il gruppo internazionale dei giornalisti di sci nordico, quest’anno si è tenuto ad Anterselva, ospitato dal comitato organizzatore del Campionato del Mondo di Biathlon. C’erano tutti i dirigenti dell’IBU e della FIS ed è stato anche un momento per tanti organizzatori stranieri ed alcuni italiani di illustrare le proprie proposte.
Proprio in quest’ottica gli organizzatori delle quattro gare italiane di Visma Ski Classics si sono presentati alla stampa, togliendo il velo sul Prologo e la Sgambeda di Livigno, sull’inedita La Venosta, sulla Marcialonga e sulla Dobbiaco-Cortina. Un segno tangibile della collaborazione e coesione tra i quattro comitati intese non solo nella promozione cumulativa, ma anche nel travaso di esperienze e competenze utili a far crescere sempre più lo sci di fondo in Italia.
Ad Anterselva c’erano Matteo Dessi del comitato livignasco, Gerald Burger per La Venosta, Davide Stoffie per la Marcialonga ed Herbert Santer della Dobbiaco-Cortina.
Visma Ski Classics è una vera e propria Coppa del Mondo delle lunghe distanze che ormai da anni sta guadagnando popolarità, spazi ed interesse in tutto il mondo, e raccoglie 12 gare tra le più prestigiose come Vasaloppet, Birkebeinerrennet e appunto Marcialonga, per fare alcuni nomi. È un circuito che privilegia la tecnica classica e che ha contribuito alla diffusa pratica del double poling, aprendo da quest’anno con il Visma Ski Classics Challengers anche ad una seconda serie di gare ‘satellite’ che assegnano punti, ridotti, al massimo circuito e che ammettono anche lo skating.
Visma Ski Classics festeggerà la propria decima annata inaugurando la stagione a Livigno con una competizione a squadre di 15 km venerdì 29 novembre, proseguendo con una Mass Start di 35 km domenica 1° dicembre. Fuoriclasse sì, ma anche amatori con la Sgambeda di sabato 30 novembre, la quale celebrerà un trentennale ricco di storia e di sorprese con la tradizionale 30 km in tecnica libera. Lo sci di fondo è sempre ‘di casa’ a Livigno e un assaggio verrà dato – grazie alla neve conservata con il metodo dello “snowfarming” – sabato 19 ottobre con l’apertura del primo anello di fondo alla presenza degli azzurri capitanati da Federico Pellegrino.
“La Venosta” del 14 e 15 dicembre 2019 è un inedito invito in Alto Adige a godersi questa poderosa cavalcata fondistica. La gara in classico di 45 km inserita nel circuito Visma Ski Classics non sarà l’unico appuntamento del weekend a Vallelunga, nel comune di Curon Venosta, perché il comitato regalerà un’ulteriore prova domenica, una skating di 30 km inserita nel circuito. Visma Ski Classics porterà a competere in luoghi incantevoli le eccellenze dello sci di fondo di tutto il mondo e squadre d’élite, lungo itinerari quasi ‘fatati’ immersi nel bianco candore dell’inverno, talvolta poco conosciuti nella affascinante Vallelunga.
La ski-marathon più amata del pianeta – per ammissione degli stessi fondisti – è la Marcialonga di Fiemme e Fassa. La gara trentina scatterà per la quarantasettesima edizione il 25 e 26 gennaio 2020, ancora una volta tra le due spettacolari vallate trentine. I tradizionali 70 km da Moena a Cavalese abbracceranno 7.500 atleti (tetto massimo per scelta del comitato organizzatore) fra fuoriclasse degli sci stretti, amatori, bisonti, i mitici “senatori” che non si sono mai persi un’edizione, e semplici appassionati. Ad accompagnare la Marcialonga tradizionale ci sarà anche Marcialonga Light di 45 km, e non solo, perché Marcialonga è un evento a tutto tondo che propone anche le iniziative collaterali Baby, Minimarcialonga e Marcialonga Young per divertirsi e incentivare i giovani alla pratica fondistica, Marcialonga Stars per beneficenza raccogliendo fondi assieme ai grandi dello sport, e lo scenografico raduno in abbigliamento e sci di fondo d’epoca Marcialonga Story, uno degli appuntamenti più apprezzati.
La ferrovia delle Dolomiti – tra il 1921 e il 1964 – collegava le province di Belluno e Bolzano. Ora non esiste più, ma grazie ad una Granfondo sugli sci le località di Dobbiaco e Cortina sono ancora ‘unite’, e se la locomotiva ha sbuffato per 43 anni, l’1 e 2 febbraio gli appassionati dello sci di fondo festeggeranno anch’essi il 43° anniversario, quello della Granfondo Dobbiaco-Cortina. Una novità sostanziale coinvolgerà la prossima edizione, rispettando la volontà degli appassionati, la logistica e il lavoro dei volontari: è stato infatti deciso che entrambe le competizioni – classico al sabato e skating la domenica – partiranno da Dobbiaco per arrivare nel cuore di Cortina d’Ampezzo, diversamente dal passato quando la prova domenicale scorreva in senso inverso. I percorsi rimarranno immutati per quanto riguarda i punti salienti, con due diverse distanze, 42 km in classico nella prova inserita nel prestigioso circuito Visma Ski Classics, e 32 km in skating, prova Challengers, permettendo così agli atleti di conquistare altri punti Visma.
Quattro eventi, insomma, da non perdere e che fanno grande lo sci di fondo italiano.

CALENDARIO VISMA SKI CLASSICS ITALIA

29 nov Livigno Pro team Tempo
30 nov La Sgambeda
1 dic Livigno Prologue
14-15 dic La Venosta
26 gen Marcialonga
1-2 feb Dobbiaco-Cortina