Tag: castello di fiemme

SKIRI TROPHY, LA “CLASSICA” IN PISTA: UNA PARATA DI NAZIONI E COLORI

SKIRI TROPHY, LA “CLASSICA” IN PISTA: UNA PARATA DI NAZIONI E COLORI

Newspower.it Trento www.newspower.it

Sabato e domenica scatta il 39° Skiri Trophy XCountry
Iscritti 113 team italiani e stranieri alla due giorni in classico
Al Centro del Fondo di Lago di Tesero tanto divertimento dentro e fuori la pista
Grande soddisfazione da parte di Nicoletta Nones, coordinatrice dell’evento

La carica dei giovani fondisti, davvero una marea, porterà tanta adrenalina, entusiasmo e vivacità sulle piste di Lago di Tesero, dove questo fine settimana scatterà la 39.a edizione dello Skiri Trophy XCountry. Saranno coinvolti ben 113 team, italiani e stranieri, in una parata di nazioni e colori che animerà un weekend all’insegna dello sport e dell’amicizia.
L’evento da sempre ospitato sulle nevi fiemmesi, è un autentico trampolino di lancio di giovani talenti e spesso i protagonisti dello “Skiri” li ritroviamo qualche anno più tardi nelle fila delle varie nazionali e di frequente li abbiamo visti scalare anche i podi di Coppa del Mondo.
Sabato alle 14.00 Baby e Cuccioli si confronteranno su varie distanze, 1.2 km per i più piccoli mentre i Cuccioli maschi e femmine affronteranno 2.4 km, per poi lasciare libera la pista alla speciale categoria Revival con al via fra i tanti ex ‘scoiattolini’ la neo campionessa italiana Aspiranti Beatrice Laurent (Sci Nordico Pragelato), l’altoatesina Ylvie Folie (ASC Sesvenna Volksbank), l’emiliana Anna Tazzioli, seconda tra i Baby nel 2011, lo spagnolo Peio Añarbe Sigüenza, habitué della manifestazione trentina, e i lombardi Simone e Federico Bergamini (SC Primaluna).
Domenica alle 9.30 invece confronto serrato per i Ragazzi, con le femmine impegnate sulla distanza di 2.9 km e i maschi sul percorso di 4.2 km, mentre gli Allievi dovranno completare 4.2 km (femmine) e 5.6 km (maschi).
Iscritti molti protagonisti della passata edizione tra cui il trentino Nicolò Calzà (SC Ledrense) e la piemontese Luna Forneris (SC Alpi Marittime), entrambi vincitori nella categoria Ragazzi, il trentino Davide Trettel (USD Cermis) e l’altoatesina Maria Sagmeister (ASC Sesvenna Volksbank), primi tra i Baby, e la piemontese Elena Carletto (SC Alpi Marittime), vincitrice nella categoria Cuccioli.
Saranno due giorni intensi per il GS Castello e soprattutto per la coordinatrice dell’evento Nicoletta Nones, la quale ha commentato: “Siamo molto soddisfatti, festeggeremo i 40 anni di storia dello Skiri Trophy e per il nostro comitato è un grande traguardo. Al Centro del Fondo di Lago di Tesero avremo in pista le associazioni locali “Noi” e “Bamby” che animeranno la festa e regaleranno ai ragazzi golose leccornie. Ci sarà inoltre un ampio villaggio con tanti spazi dedicati al divertimento e numerosi stand con articoli sportivi. A Castello di Fiemme sabato pomeriggio si terrà la cerimonia d’apertura con tante sorprese per tutti i partecipanti. Trasmetteremo poi sulla nostra pagina FB la diretta della gara di domenica, con un piccolo riassunto della giornata di sabato. Siamo felici di accogliere nuovamente tante nazioni, in particolar modo Spagna e Serbia, paesi per i quali lo Skiri Trophy rappresenta ormai un appuntamento fisso. Vorrei ringraziare tutti i volontari, i nostri partner, le associazioni, i comitati Marcialonga e Fiemme World Cup, i quali collaborano e ci sostengono ogni anno”.
Lo Skiri Trophy sarà il primo appuntamento della combinata Skiri-Minimarcia, giunta alla 2.a edizione. La speciale classifica sarà ottenuta sommando i tempi della gara trentina e della valdostana. Torna inoltre l’avvincente Skirilonga, che combinerà il risultato di un genitore alla Marcialonga 2023 con quello del figlio/a allo Skiri Trophy.
Info: www.skiritrophy.com

OLTRE 1270 SCOIATTOLINI AL MUNDIALITO. LO SKIRI TROPHY È 100% MADE IN “FIEMME”

OLTRE 1270 SCOIATTOLINI AL MUNDIALITO. LO SKIRI TROPHY È 100% MADE IN “FIEMME”

Ph. Newspower.it

Su il sipario questo weekend in Val di Fiemme per il 39° Skiri Trophy XCountry
Quasi 1300 concorrenti saranno anima ed essenza di questa edizione
Iscritte diverse nazioni straniere all’appuntamento trentino totalmente in classico
Sabato gare per Baby, Cuccioli e Revival, domenica riservata a Ragazzi e Allievi

Sulle piste di Lago di Tesero, in Val di Fiemme, sono attesi questo weekend oltre 1270 atleti per la 39.a edizione del celebre Skiri Trophy XCountry, la rassegna di sci di fondo giovanile ideata dal GS Castello che per molti ragazzi rappresenta il primo approccio in un contesto agonistico internazionale. Al “mundialito” trentino, infatti, sfileranno diverse nazioni e oltre all’Italia ci saranno Bulgaria, Croazia, Slovenia, Serbia, Andorra e Spagna. Il comitato fiemmese è all’opera e tutta la macchina organizzativa si sta muovendo rapidamente nel mettere a punto gli ultimi dettagli tecnici per far brillare gli occhi ai giovanissimi che saranno al via nelle quattro tradizionali categorie: Baby, Cuccioli, Ragazzi e Allievi.
Baby e Cuccioli scenderanno in pista sabato 21 gennaio alle 14, successivamente alle 15.30 partirà la gara Revival, molto partecipata con tanti ex scoiattolini “nostalgici” che hanno ancora tanta passione e tanta voglia di indossare di nuovo il pettorale. Gli iscritti alla speciale manifestazione Revival continuano ad aumentare: faranno ritorno sulle nevi di Lago di Tesero la modenese Anna Tazzioli, seconda tra i Baby nel 2011, il lecchese Federico Bergamini, terzo della categoria Baby nel 2014, e lo spagnolo Peio Añarbe Sigüenza, vincitore tra i Cuccioli nel 2018 e tra i Ragazzi nel 2020. Iscritta inoltre Beatrice Laurent di Pragelato, neo campionessa italiana Aspiranti nella 10 km in tecnica libera, titolo conquistato lo scorso weekend proprio in Val di Fiemme.
Ragazzi ed Allievi si metteranno in mostra invece domenica 22 alle 9.30, sempre sull’affascinante quanto dura pista mondiale e olimpica fiemmese.
Al Centro del Fondo di Lago di Tesero e a Castello di Fiemme sono in programma divertenti attività di animazione per bambini e famiglie: sabato pomeriggio alle 17.30 ci sarà la cerimonia di benvenuto dove sfileranno le varie nazioni tra le vie del caratteristico paese di Castello, assieme all’immancabile mascotte Skiri e alla banda sociale di Molina di Fiemme e ci sarà anche una piacevole sorpresa. Verranno inoltre premiati i soci fondatori, gli ex presidenti e i coordinatori e sarà un momento che verrà ricordato a lungo e che andrà a sigillare i primi 40 anni di storia dell’evento proposto dal GS Castello. Seguirà la tradizionale accensione del tripode e tutti i presenti rimarranno incantati dallo spettacolo di luci e suoni, che renderà l’atmosfera davvero magica. Le premiazioni ufficiali avverranno domenica a Castello di Fiemme alle 14.30, con il prezioso riconoscimento ai Fedelissimi, mentre a Lago di Tesero al termine di ogni gara sono previste ancora tante attività per coinvolgere tutte le squadre partecipanti.
La consegna dei pettorali avrà luogo presso il Centro del Fondo di Lago di Tesero a partire da venerdì 20, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18, mentre la riunione dei capisquadra avverrà lo stesso giorno presso il centro polifunzionale di Castello di Fiemme alle ore 20.30.
A far sorridere i ragazzi in pista ci saranno ben 150 appassionati volontari che con grande impegno portano avanti da molti anni questo progetto.
Allo Skiri Trophy XCountry è bello vincere, ma ancor di più partecipare!

Info: www.skiritrophy.com

SKIRI TROPHY SEMPRE PIÙ MONDIALE. A CASTELLO LA CERIMONIA PER I 40 ANNI

SKIRI TROPHY SEMPRE PIÙ MONDIALE. A CASTELLO LA CERIMONIA PER I 40 ANNI

Newspower.it Trento www.newspower.it

La 39.a edizione dello Skiri Trophy XCountry è sul trampolino di lancio
Il 21-22 gennaio gare per Baby, Cuccioli, Ragazzi, Allievi e Revival
Il GS Castello festeggerà i 40 anni di storia con i soci fondatori e presidenti
Iscrizioni online aperte fino a domenica 15 gennaio

Lo sport è vita e allo Skiri Trophy XCountry di sabato 21 e domenica 22 gennaio il tifo e la sana competizione sugli sci stretti non mancano mai. È sempre amore a prima vista per le favolose piste di Lago di Tesero, in Val di Fiemme, dove è appena calato il sipario del 17° Tour de Ski.
L’amore e la passione per lo sport vengono condivisi da 40 anni dall’irrefrenabile comitato organizzatore del GS Castello, il quale festeggerà questo lodevole traguardo assieme a tutti i soci fondatori, presidenti e coordinatori sabato 21 gennaio, in occasione della cerimonia inaugurale alle ore 17.30 a Castello di Fiemme. Sarà un momento di grande emozione, ricordando inoltre tutti coloro i quali hanno lasciato un segno indelebile e una traccia importante da seguire per il futuro della manifestazione trentina più trendy, interamente svolta nell’elegante stile classico. Sono molti i protagonisti dello Skiri Trophy XCountry che verranno omaggiati durante la cerimonia d’apertura, tra cui il presidente onorario Franco Nones, l’attuale presidente del GS Castello Alberto Nones e la coordinatrice del CO Nicoletta Nones, l’ex presidente Mario Broll nonché storico speaker dell’evento, l’ex coordinatore Mauro Dezulian e molti altri ancora.
Ogni anno arrivano sulle piste di Lago di Tesero anche varie squadre straniere e all’edizione numero 39, oltre all’Italia, parteciperanno anche atleti di Andorra e Slovenia, con altre adesioni attese in questi giorni. Le iscrizioni sono infatti destinate ad aumentare in avvicinamento alla gara, e saranno disponibili unicamente online tramite il portale Endu fino a domenica 15 gennaio.
Lo Skiri Trophy è anche Snow Kidz, l’iniziativa FIS nata per coinvolgere e promuovere la spettacolare disciplina dello sci di fondo tra i ragazzi.
La categoria Baby si scatenerà sabato 21 alle 14 lungo il tracciato di 1,5 km, mentre i Cuccioli ricopriranno la distanza di 3 km per le femmine e di 4 km per i maschi. Alle 15.30 scatterà lo Skiri Trophy XCountry Revival, gara sempre in tecnica classica di 5 km dedicata a coloro i quali in passato hanno partecipato al Trofeo, nati nell’anno 2006 e precedenti. Domenica 22 alle 9.30 largo alle categorie Ragazzi, con le femmine impegnate sul circuito di 4 km e i maschi sulla distanza di 5 km, infine la categoria Allievi femminile si confronterà sulla distanza di 5 km e quella maschile su 7 km.
Le premiazioni delle varie categorie e dei Fedelissimi si svolgeranno domenica in piazza a Castello di Fiemme, subito dopo l’estrazione dei premi prevista per le 14.
Al termine delle gare ci sarà spazio per divertirsi durante le attività di animazione organizzate dal comitato a Castello di Fiemme. La Val di Fiemme è il “nido” d’amore dove crescono in modo sano i talenti dello sci nordico.
Info: www.skiritrophy.com

UN MESE ALLO SKIRI TROPHY XC: UNA GRANDE FESTA SUGLI SCI

UN MESE ALLO SKIRI TROPHY XC: UNA GRANDE FESTA SUGLI SCI

Caterina Ganz al Revival

Giovani talenti pronti a festeggiare i 40 anni di Skiri Trophy XCountry
“Ragazzi, prima di tutto divertitevi!” parole di Caterina Ganz
Grandi sorprese e ospiti speciali alla cerimonia di benvenuto
Un weekend in classico il 21 e 22 gennaio, c’è anche il Revival

Il divertimento non ha età. Da 40 anni il GS Castello accompagna per mano i talenti in erba dello sci di fondo verso il ‘sogno olimpico’ e oltre.
Lo Skiri Trophy XCountry, nato come Trofeo Topolino, ha visto crescere numerosi azzurrini, tra cui la beniamina di casa Caterina Ganz di Moena. Il 21-22 gennaio andrà in scena lo Skiri Trophy XCountry sulle impegnative piste del Centro del Fondo di Lago di Tesero, mentre la finanziera Ganz, con ogni probabilità, si troverà a gareggiare a Livigno nella tappa di Coppa del Mondo. “Ho iniziato a sciare abbastanza tardi all’età di 14 anni, e il Trofeo Topolino, come si chiamava al tempo, è stato una delle mie primissime gare – ha raccontato l’atleta di punta della Nazionale Italiana -. Ero arrivata a Lago e c’erano tantissimi bambini, mi ricordo che ero partita in ultima fila e alla fine sono arrivata se non penultima, ultima”.
Se la vita fosse come una pellicola da riavvolgere in qualsiasi momento, Caterina ritornerebbe ai primi anni di “agonismo” quando si divertiva un sacco con gli amici e i compagni di squadra dell’US Monte Pallidi di Moena, per poi sbarcare nella squadra del comitato, debuttando infine in Nazionale ai Campionati Mondiali di sci nordico 2017 a Lahti in Finlandia. “Voglio lanciare un messaggio ai giovani fondisti che si avvicinano a questo avvincente mondo degli sci stretti – ha continuato Ganz -, credo che si debbano prima di tutto divertire, va sicuramente bene prendere seriamente le gare, ma devono anche approfittare della possibilità di allenarsi insieme ai propri amici, godersi il viaggio alle gare, perché poi c’è tanto tempo per vivere la vita, se succede, da vero professionista. Conservo nel cuore bellissimi ricordi, meravigliose avventure e grandi amicizie, ed è stata soprattutto quella bella atmosfera che ho trovato all’interno dell’US Monte Pallidi che mi ha spinta a continuare a sciare e andare a gareggiare con piacere”.
Un bel messaggio quello di Caterina, 13.a nella 10 km in classico a Beitostølen (NOR), per tutti i giovani che vogliono affacciarsi al colorato mondo dello sci di fondo.
Confermato il programma di gare in classico per i mini-fondisti che arriveranno in Val di Fiemme carichi di speranza e tanta voglia di divertirsi, con le categorie Baby e Cuccioli a rompere il ghiaccio sabato 21 gennaio alle 14, lasciando poi pista libera agli ex “scoiattoli” impegnati nello Skiri Trophy Revival alle 15.30.
Domenica 22 si ripartirà con le sfide in classico per le categorie Ragazzi e Allievi, e a Castello di Fiemme continuerà la festa con tante attività d’animazione e la cerimonia di premiazione.
Il comitato organizzatore e la coordinatrice Nicoletta Nones stanno delineando gli ultimi dettagli per la speciale serata di sabato: durante la cerimonia di benvenuto a Castello di Fiemme ci saranno grandi sorprese con ospiti d’eccezione per festeggiare assieme i 40 anni di storia della manifestazione. Il Centro del Fondo di Lago di Tesero ospiterà inoltre vari stand e ci sarà pure un villaggio dedicato con giochi e animazione per intrattenere i piccoli fondisti.
Le iscrizioni sono ovviamente aperte e tutti i partecipanti al termine della gara potranno scaricare il diploma personalizzato direttamente dalla classifica con tempo e piazzamento, un bel ricordo da conservare nella bacheca dei trofei.

Info: www.skiritrophy.com

SKIRI TROPHY XC CHIAMA I ‘TALENTI’: DOLCI SORPRESE PER GLI SCOIATTOLINI

SKIRI TROPHY XC CHIAMA I ‘TALENTI’: DOLCI SORPRESE PER GLI SCOIATTOLINI

Tiziano Conti guida la gara Revival 2022 – Ph. Newspower.it

Domani aprono le iscrizioni on-line per il 39° Skiri Trophy XCountry
Il 21 e 22 gennaio gare in classico sulle piste di Lago di Tesero
Zainetto, fascetta e tante dolci sorprese in un pacco gara che dà la giusta carica
Dal 2006 il GS Castello sostiene il progetto di beneficenza “Tendiamo la mano”

Lo Skiri Trophy XCountry richiama ogni anno in Val di Fiemme migliaia di giovani fondisti, stelle nascenti della disciplina, pronti a dire la loro in due giornate che da sempre si rivelano il giusto mix tra sport e divertimento.
La 39.a edizione del 21 e 22 gennaio domani apre ufficialmente le iscrizioni alle squadre giovanili dello sci di fondo, che nella trentina Val di Fiemme troveranno le condizioni ideali per divertirsi, far divertire e mettersi alla prova, con i piccoli atleti impegnati in tecnica classica lungo percorsi di diverse lunghezze in base alla categoria di appartenenza, ovvero “Baby”, “Cuccioli”, “Ragazzi” e “Allievi”. La manifestazione sportiva interamente dedicata ai campioncini del futuro è approvata dalla FIS, dalla FISI e dal Comitato Trentino FISI.
Da non dimenticare, sabato 21 ci sarà anche la tradizionale sfilata Revival che riporta in pista gli ex “scoiattolini”.
Lo Skiri Trophy XCountry è un appuntamento che unisce nello sport, con un occhio di riguardo anche ai più bisognosi: è dal 2006, infatti, che il comitato organizzatore GS Castello devolve il 10% delle quote d’iscrizione al progetto “Tendiamo la mano”, volto a sostenere a distanza i bambini in difficoltà nel mondo, con un programma di adozioni dedicato in collaborazione con L’Associazione Amici Trentini. Un progetto solidale per fare del bene e lanciare un messaggio forte, “con l’intento – per dirla con le parole degli organizzatori – di chiamare ad essere protagonisti attivi del gesto di solidarietà e impegno in prima persona i nostri numerosi giovani concorrenti, aiutandoli ad acquistare una mentalità nuova, uno stile di vita diverso, che non conosca confini.” Per diventare campioni servono costanza, allenamento, passione, la stessa che l’abile comitato organizzatore impiega da 40 anni.
All’interno del pacco gara i fondisti troveranno uno zainetto, l’iconica fascetta con il simpatico Skiri e tante dolci sorprese. Quest’anno le iscrizioni saranno curate dalla piattaforma Endu.net dove gli Sci Club potranno iscrivere i loro talenti unicamente online tramite la piattaforma entro il 15 gennaio ad una quota di 12 Euro.
Anche chi desidera partecipare alle combinate Skirilonga e Skiri-Minimarcia è tenuto a compilare l’apposito modulo che troveranno sul sito skiritrophy nella sezione combinate.
Tanti gli eventi di contorno dello Skiri Trophy, a partire da sabato 21 a Castello di Fiemme con la fiaccolata con la banda sociale di Molina di Fiemme, l’accensione del tripode e un suggestivo spettacolo di suoni e luci. Il giorno successivo continueranno le attività di animazione, ci sarà inoltre l’estrazione a premi fra i partecipanti della manifestazione e infine la cerimonia di premiazione, con il riconoscimento particolare ai Fedelissimi che hanno partecipato alle ultime otto edizioni del Trofeo.
Il GS Castello vi aspetta a braccia aperte a Lago di Tesero, il “tempio” della disciplina in Italia e nel mondo. La Val di Fiemme si prepara ad abbracciare le future stelle dello sci di fondo.

Info: www.skiritrophy.com

LA GINKGO STAFETTEN SI FA IN TRE: 13 AGOSTO FESTA DEI DUE LUSTRI

LA GINKGO STAFETTEN SI FA IN TRE: 13 AGOSTO FESTA DEI DUE LUSTRI

Cambia volto la staffetta del GS Castello di Fiemme
Tre frazioni di 5,5 Km, 3,9 Km e 8,9 Km
Per gli ironmen c’è la Ultra, per i giovanissimi la Mini
Si corre nel verde tutto attorno a Castello di Fiemme

La Ginkgo Stafetten cambia look: si fa più ‘snella’ e si apre a nuovi orizzonti.
Sabato 13 agosto, nel pomeriggio, il GS Castello ripropone la grande festa della corsa a Castello di Fiemme con la 10.a edizione della gara podistica a staffetta. Tre frazioni per adeguarsi alle molte richieste, fino all’anno scorso i segmenti erano cinque e trovare altrettanti elementi non era facile, quindi ora la possibilità di partecipare è aperta anche a gruppi diversi. È sempre stata una sfida tra runners e fondisti, ma in passato si sono visti al via anche i biathleti, con Dorothea Wierer, che abita proprio a Castello, assieme a colleghi e colleghe. Tanti i valligiani fiemmesi, ma spesso arrivano per divertirsi anche corridori altoatesini e dal vicino Veneto o dalla Lombardia.
Dunque Ginkgo Stafetten 2022 rinnovata, con tre frazioni rispettivamente di 5,5 Km, 3,9 Km e 8,9 Km che si snodano nel territorio di Castello di Fiemme, ma ci sono anche la Ultra Ginkgo che somma le tre distanze e la Mini Ginkgo con due frazioni di 1900 metri e 3900 metri.
Il terreno è misto, asfalto e sterrato, ma tutte le frazioni sono davvero alla portata di qualsiasi appassionato della corsa. È pur sempre una gara, però la Ginkgo Stafetten si è sempre distinta per quello spirito decoubertiano dove prevale anche un pizzico di goliardia, con all’interno anche sfide tra club, amici e sportivi di diverse discipline. Insomma sarà un pomeriggio intenso di sport, inserito nel lungo weekend di Ferragosto, con un evento immerso nel verde della Val di Fiemme.
È una lunga storia quella che ha fatto nascere l’idea, ai dirigenti del GS Castello, della Ginkgo Stafetten. Ginkgo (Biloba) è una pianta dalle origini antichissime che gli esperti fanno risalire addirittura a 250 milioni di anni fa, definita come un autentico fossile vivente, ed una di queste piante fa bella mostra di sè nella piazza principale di Castello di Fiemme, piantata undici anni fa dall’allora presidente del GS Castello Mario Broll per festeggiare i 35 anni di vita della società, attiva tutt’ora in molteplici discipline, estive ed invernali. Proprio in quell’anno un gruppo di soci del GS Castello, fondisti soprattutto, al seguito di Carmine Tomio e Mario Broll, presero parte in Svezia alla famosa Vasa Stafetten, ‘figlia’ della mitica Vasaloppet, con una formazione fiemmese risultata poi undicesima. L’anno successivo le staffette del GS Castello furono tre, con un bel settimo posto. Da qui nacque l’idea di organizzare in Val di Fiemme un evento che si ispirasse a quello svedese.
Così dal nome della pianta simbolo del 35° anniversario del GS Castello, il ginkgo, e dal nome dell’affermata gara svedese, la Vasa Stafetten, nacque la denominazione Ginkgo Stafetten, divenuta ormai un vanto per gli sportivi di Castello e che sabato 13 agosto è pronta a festeggiare i due lustri di vita.
Il programma annuncia la “Mini” ad aprire le sfide alle ore 14.30, poi alle 15.15 lo start della Ginkgo Stafetten e della “Ultra”. In passato, tra le varie sfide, si è assistito ad una staffetta composta da cinque sindaci della valle, una con altrettanti presidenti di società sportive fiemmesi, un’altra della nazionale di fondo, insomma ora non c’è che da attendere le adesioni e scoprire su chi “scommettere”.
Iscrizioni disponibili sul sito www.gscastello.it con quote di 50 euro per staffetta, 20 euro per la “Mini” e per la “Ultra” entro lunedì 8 agosto. Ci sarà un’ulteriore finestra fino alle ore 19 del 10 agosto col sovrapprezzo di 15 euro. Previsti pacco gara, pasta party e un sacco di premi ad estrazione.
Il divertimento è assicurato alla Ginkgo Stafetten, una gara aperta a tutti, anche ai non tesserati.
Info: www.gscastello.it

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti

Il 22-23 gennaio in Val di Fiemme appuntamento col 38° Skiri Trophy XCountry
A Lago di Tesero (TN) classico happening dello sci di fondo giovanile
Al via le categorie Baby, Cuccioli, Ragazzi e Allievi e quindi il Revival
Un mix di iniziative per tutti gli appassionati: dai più giovani ai nostalgici

Lo sci di fondo può guardare lontano con entusiasmo: quello che è comunemente definito il ‘mondialino’ degli sci stretti è confermato per l’imminente stagione: dopo l’annullamento dello scorso gennaio a causa della pandemia, il 22-23 gennaio prossimi la Val di Fiemme vedrà nuovamente i giovani atleti degli sci stretti darsi battaglia in occasione del 38° Skiri Trophy XCountry. L’evento è ormai una tradizione e vanta partnership internazionali, come quelle del passato (e in via di definizione) con FIS SnowKidz, per avvicinare i più giovani al mondo della neve.
Il Gruppo Sportivo Castello, con Nicoletta Nones al comando della pattuglia organizzativa, chiama a raccolta i giovani talenti italiani e stranieri proponendo il consueto format ormai collaudato, tutto in tecnica classica: sabato 22 le gare per Baby e Cuccioli, domenica 23 quelle di Ragazzi e Allievi. Durante la propria storia lo Skiri Trophy XCountry, che in passato era il Trofeo Topolino, ha visto protagonisti tanti giovani che le cronache hanno poi catapultato anche in Coppa del Mondo e nei Campionati Mondiali: rivedremo diversi di essi in occasione del “Revival”, la competizione in cui si sfideranno i partecipanti, appunto, del passato.
Non ci saranno solo le Olimpiadi del 2026, dunque, in Val di Fiemme: nella vallata trentina tornano queste piccole “Olimpiadi” dello sci di fondo. “Piccole” per l’età dei partecipanti, non certo per i numeri: l’edizione 2020, la 37.a, ha registrato la presenza di circa 1400 ragazzi provenienti da 11 nazioni che, successivamente, hanno gareggiato nelle combinate Skiri-Pinocchio e Skirilonga e che, più importante di tutto, si sono messi in gioco, hanno sofferto, hanno gioito e si sono divertiti.
La pandemia sembra arginata, in attesa che la situazione migliori ulteriormente l’organizzazione prosegue nei preparativi. Le piste saranno quelle solite di Lago di Tesero che ad inizio gennaio ospitano, come di consueto, il Tour e Ski e il weekend successivo allo Skiri Trophy anche la Marcialonga, percorsi davvero mondiali per grandi e piccoli.

Info: www.skiritrophy.com

GINKGO: A CASTELLO DI FIEMME CE N’È PER TUTTI I GUSTI

GINKGO: A CASTELLO DI FIEMME CE N’È PER TUTTI I GUSTI

Sabato 28 agosto torna la festa dei runners a Castello di Fiemme
Staffetta a 5 con frazioni da 1,9 km a 9,8 km, Mini a due e Ultra con 30 km
É una kermesse senza necessità di licenze, solo tanta passione
Organizza il GS Castello di Fiemme

La Ginkgo Stafetten si sposta da inizio a fine agosto, ma la tradizione rimane. Il GS Castello propone, dopo la pausa 2020 dovuta al Covid, la 9.a edizione della gara podistica a staffetta con la novità appunto della data, fissata a sabato 28 agosto, oltre a modeste variazioni al tracciato che si snoda, suddiviso in cinque frazioni, tutt’attorno a Castello di Fiemme.
É una competizione a tutti gli effetti, ma la manifestazione vuole essere un vero e proprio happening dedicato agli amanti del running e spesso coinvolge corridori che abitualmente non frequentano i campi di gara. È un momento per condividere la passione per lo sport e stare all’aria aperta. Per partecipare non servono tessere o attestazioni varie, basta iscriversi per tempo con la squadra di cinque elementi, maschile, femminile o mista, come indicato nel dettaglio sul sito www.gscastello.it.
Cinque frazioni, dunque, di diverse distanze e altimetrie così da vedere in azione anche gente con preparazione differente. La prima frazione è di 5.5 km con 131 metri di dislivello, la seconda di 1.9 km e 14 m/dsl, la terza di 8.9 km con 248 m/dsl, la quarta di 3.9 km e 34 m/dsl e infine il quinto segmento è di 9,8 km e 266 m/dsl.
Tutte le frazioni scattano dal centro di Castello di Fiemme, la prima si dirige verso sud-ovest fino a raggiungere la località Ancona. Al capitello piega a destra verso la località Predaia per poi girare verso nord su un sentiero tra i pini, sbucando in cima alla forestale degli “animai de legno” che porta a Brozzin. Poi i runners svolteranno a sinistra sul sentiero del bosco dove si trova il punto di controllo, nei pressi della passerella sulla palude, per poi superare il lago di Brozzin. Da quel punto si sale lungo il sentiero fino alla ciclabile, raggiungendo la segheria Berti sul tracciato del primo Trofeo Topolino di sci di fondo. Da lì, lungo la nuova ciclabile, la tappa fa ritorno a Castello passando dalla località ”Pertega” proseguendo sullo sterrato della strada campestre verso la località “Mamera”, per poi risalire fra le ‘calli’ di Castello verso la zona cambio posta nei giardini comunali.
È una vera e propria “sprint” la seconda: da Castello affronta l’antico tracciato campestre che porta a Cavalese. All’altezza della “portela” i corridori si porteranno fra i prati e su sterrato verso la cima del “Doss de Marmolaia”, luogo fino agli anni Sessanta dedicato all’estrazione del gesso. Dalla sommità, dopo aver superato di pochi metri il capitello votivo, la gara gira a destra per ritornare verso Castello.
La terza frazione fotocopia la parte iniziale della prima frazione, proseguendo verso la Valle di Predaia sullo sterrato nel bosco fino ad incrociare la strada che risale il rio Predaia e porta ad Aguai. Prima di Aguai gira a destra per ritornare su un bel percorso vario e ondulato tra i prati verso la “Vecchia Stazione” di Castello da dove, raggiunta la segheria Berti, rientra a Castello sul tracciato della prima frazione.
La quarta e penultima frazione scorre verso Cavalese sullo stesso itinerario della seconda frazione. Superato il capitello votivo prende a sinistra e allungando in piano raggiunge la periferia di Cavalese. Poi la corsa prende per il campo sportivo di Cavalese per poi risalire sul “ Zelor de Cavales” in un bosco rado di pini. Rientra quindi in discesa tra i prati verso Castello immettendosi nella parte finale un po’ su sterrato e un po’ su asfalto.
Ultimo cambio e quinta frazione, praticamente un allungamento della terza, da Aguai verso Passo di San Lugano lungo la pista ciclabile fino alle ultime case dell’abitato, per poi fare ritorno in discesa ad Aguai. Ancora discesa e saliscendi verso la “Vecchia Stazione” e verso il traguardo di Castello sullo stesso tracciato della terza frazione.
Fra le novità di quest’anno c’è anche la Mini Ginkgo, staffetta a due elementi con categoria unica. È prevista una prima frazione di 1.900 metri riservata ai ragazzi nati nel 2010 e anni successivi, e una seconda frazione di 3.700 metri dedicata ai ragazzi nati dal 2006 al 2009.
E per i più allenati c’è sempre la Ultra Ginkgo, alla sua 5.a edizione, da affrontare individualmente e che mette in sequenza le cinque frazioni.
L’evento si svolge nel pomeriggio di sabato 28 agosto, i giovanissimi alle 14, mezzora più tardi toccherà a tutti gli altri.
Info: www.gscastello.it

GINKGO STAFETTEN: TORNA LA RUN-SFIDA. IL 28 AGOSTO APPUNTAMENTO A CASTELLO DI FIEMME

GINKGO STAFETTEN: TORNA LA RUN-SFIDA. IL 28 AGOSTO APPUNTAMENTO A CASTELLO DI FIEMME

Partenza della Ginkgo Stafetten del 2019

Nona edizione in Val di Fiemme dell’originale staffetta a cinque frazioni aperta a tutti
Ce n’è per tutti i gusti: 5,5 km, 1,9 km, 8,9 km, 3,9 km e 9,8 km su asfalto e sterrato
Si corre nel circondario di Castello di Fiemme sabato 28 agosto
Per i più allenati c’è anche la Ultra Ginkgo, novità Mini Ginkgo per i ragazzi

Cambia la data, ma non la sostanza: sabato 28 agosto andrà in scena a Castello di Fiemme la nona edizione della Ginkgo Stafetten, l’originale staffetta a cinque frazioni aperta a tutti.
Di solito la gara podistica trentina si correva ad inizio agosto, ora, dopo lo scossone della pandemia, sono cambiate un po’ tutte le abitudini e così il GS Castello nel puzzle degli eventi per i runners ha scelto appunto l’ultimo sabato di agosto. La Ginkgo Stafetten più che una gara è un happening, perché le cinque frazioni di diverse distanze da percorrere su asfalto e sterrato raccolgono davvero corridori di ogni livello.
Ad orchestrare l’organizzazione dell’evento fiemmese sono gli appassionati dirigenti e soci del GS Castello, col presidente Alberto Nones in testa, i quali nel 2020 sono stati costretti ad abdicare a causa del Covid, ma per il 2021 l’imperativo era rientrare nel “giro”.
Il tracciato ‘a stella’ interessa il circondario di Castello di Fiemme con pendenze altalenanti, ma comunque adatte anche ai runners non particolarmente allenati. È una bella gara per società e gruppi generici, e fondamentalmente un’occasione per fare sport all’aria aperta.
La prima frazione della Ginkgo Stafetten è di 5,5 chilometri e 131 m. di dislivello, la seconda di 1,9 km e 14 m/dsl, la terza di 8,9 km e 248 m/dsl, la quarta di 3,9 km e 34 m/dsl ed infine la quinta, più impegnativa, di 9,8 km e 266 m/dsl. Possono partecipare formazioni maschili (compresa anche una donna), femminili e miste con almeno due donne, ma per i runners “consumati” c’è anche la Ultra Ginkgo, che quest’anno festeggia il primo lustro e che propone tutte e cinque le frazioni da affrontare individualmente in sequenza, con classifica sia maschile che femminile.
Novità di quest’anno è invece la Mini Ginkgo, pensata per i ragazzi fino ai 15 anni i quali correranno in staffetta a due elementi. Questo format prevede una categoria unica, con la prima frazione di 1900 metri riservata ai ragazzi nati dal 2010 al 2013 e successivi, e la seconda frazione di 3700 metri dedicata ai più grandicelli, nati dal 2006 al 2009.
Per essere al via dell’evento non è richiesta alcuna tessera sportiva, l’scrizione fino a lunedì 23 agosto ammonta a 15 euro per concorrente individuale (Ultra Ginkgo), a 15 euro per la staffetta Mini Ginkgo e a 65 euro per la staffetta a cinque, ci saranno poi un paio di giorni con sovrapprezzo, per chiudere infine le adesioni il 25 agosto. Compreso nella tariffa ovviamente il pacco gara.
Le staffette più forti puntano al risultato e c’è anche tanto agonismo, la grande maggioranza dei partecipanti si ispira però al più profondo spirito decoubertiano, la Ginkgo Stafetten è una gara che apre a tutte le società sportive ma anche ai non tesserati, gruppi di amici e appassionati di sport diversi.
Originale il nome della competizione organizzata dal GS Castello: Ginkgo (Biloba) è una pianta dalle origini antichissime che gli esperti fanno risalire addirittura a 250 milioni di anni fa, e un albero di Ginkgo fa bella mostra di sè nella piazza principale di Castello di Fiemme, voluto e piantato dieci anni fa dall’allora presidente del GS Castello, Mario Broll, per festeggiare i 35 anni di vita della società che esplica la propria attività in molteplici discipline, estive ed invernali. Proprio in quell’anno un gruppo di soci del GS Castello, fondisti soprattutto, al seguito di Carmine Tomio e Mario Broll, prendevano parte con una formazione fiemmese alla famosa Vasa Stafetten in Svezia, evento della Vasaloppet, per triplicare le presenze l’anno dopo, facendo nascere l’idea di organizzare in Val di Fiemme un evento che si ispirasse a quello svedese. Così dal nome della pianta simbolo del 35° anniversario del GS Castello, il Ginkgo, e dal nome dell’affermata gara svedese, la Vasa Stafetten, nacque la denominazione Ginkgo Stafetten, divenuta ormai un vanto per gli sportivi di Castello e che sabato 28 agosto celebrerà la 9.a edizione.
Info ed iscrizioni sul sito: www.gscastello.it

SKIRI TROPHY SECONDO I GIOVANI ARTISTI. STATUA DI GHIACCIO A TEMA VAL DI FIEMME OLIMPICA

SKIRI TROPHY SECONDO I GIOVANI ARTISTI. STATUA DI GHIACCIO A TEMA VAL DI FIEMME OLIMPICA

Skiri Trophy XCountry a Lago di Tesero il 18-19 gennaio 2020
G.S. Castello “a scuola” dal Liceo del Design e delle Arti “G.Soraperra”
La giuria premia l’elaborato di Irene Tabanelli (classe 3 LA F)
2.a e 3.a posizione per Alice Stroppa-Davide Petrone e Alice Cavada-Denise Chenetti

La Val di Fiemme nel 2026 sarà olimpica e i ragazzi del Liceo del Design e delle Arti “G.Soraperra” di Pozza di Fassa che hanno partecipato al concorso “Statua di ghiaccio 2020” dello Skiri Trophy XCountry lo sanno molto bene, riportando su carta tutta la loro immaginazione. 34 gli iscritti, 29 gli elaborati presentati in vista dello storico evento fiemmese pronto a festeggiare – il 18 e 19 gennaio 2020 al Centro del Fondo di Lago di Tesero – la trentasettesima edizione. Elevato il numero di iscritti al concorso e il numero di elaborati presentati, con la commissione a premiare il disegno della prima classificata Irene Tabanelli (classe 3 LA F) con la seguente motivazione: “per la capacità di coniugare lo Skiri in modo simpatico, con l’assegnazione delle future olimpiadi invernali del 2026 e il territorio circostante”, raffigurante Skiri che si porta appresso i cerchi olimpici, indossandone uno come corona di vittoria, e con le montagne dolomitiche a fare da sfondo. In basso campeggia invece la scritta 37° Skiri Trophy, il quale si svolgerà subito dopo le fatiche dei “grandi” di Tour de Ski e Combinata Nordica. Seconda posizione assegnata ad Alice Stroppa e Davide Petrone (classe 5 LA F), e al loro Skiri “a cinque cerchi” con edizione del prossimo Trophy in bella vista ma senza le montagne leitmotiv del bozzetto vincitore: “per la simpatia e l’originalità nel presentare i cerchi olimpici in modo giocoso e divertente come lo è la nostra mascotte”, mentre sul gradino più basso del podio sono salite Alice Cavada e Denise Chenetti, entrambe della classe 2 LA B, raffigurando uno scoiattolino sicuro di sé con il campanile di Castello di Fiemme e gli alberi fiemmesi tagliati per richiamare la tempesta Vaia abbattutasi sul Trentino ad ottobre 2018 tra le mani, senza dimenticare i sempre presenti “cinque cerchi”. Questa la motivazione: “per il richiamo all’assegnazione di alcune discipline olimpiche nella nostra valle, dopo la rinascita dalla tempesta Vaia”. La commissione era composta da Nicoletta Nones, coordinatrice generale del comitato organizzatore del G.S. Castello, Fulvio Zorzi, assessore allo sport del Comune di Castello-Molina di Fiemme, dal professor Tiziano Deflorian, responsabile del progetto, e dal professor Domenico Bravi, referente dell’Istituto d’Arte – Liceo del Design e delle Arti G. Soraperra.

Info: www.skiritrophy.com