Tag: bondone

ALLA SCOPERTA DE ‘LA LEGGENDARIA CHARLY GAUL’. FATICA E SPORT PER ENTRARE NEL MITO

ALLA SCOPERTA DE ‘LA LEGGENDARIA CHARLY GAUL’. FATICA E SPORT PER ENTRARE NEL MITO

Dal 9 all’11 luglio ‘La Leggendaria Charly Gaul’, tappa del circuito mondiale ‘UCI Gran Fondo World Series’
Venerdi 9 cronometro di Cavedine, sabato 10 ‘La Moserissima’, domenica 11 ‘La Leggendaria Charly Gaul’
Domenica due percorsi: ‘Granfondo’ di 141 km e 4.000 m. di dislivello, ‘Mediofondo’ di 57 km e 2.000 m/dsl
Iscrizioni ancora aperte con prezzi bloccati fino al 30 giugno, granfondo a 62 euro e combinata a 80 euro

C’è chi sogna di entrare nel mito e c’è chi, invece, quel mito vuole rievocarlo e riviverlo in tutta la propria essenza. Quale migliore occasione, allora, di prendere parte ai tre giorni di grandi eventi targati ‘La Leggendaria Charly Gaul’? Il weekend dal 9 all’11 luglio sarà dedicato al consueto appuntamento con il magnifico trittico organizzato da Trento Eventi Sport SSD in collaborazione con APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, che vedrà un programma di gare denso di eventi
Venerdì 9, dalle ore 17, si svolgerà la Cronometro di Cavedine UCI Gran Fondo World Series sul percorso di 24 km e 442 metri di dislivello interamente disegnato in Valle dei Laghi. Dopo la partenza di Cavedine si attraverseranno gli abitati di Brusino, Drena e Ponte Oliveti in un ‘su e giù’ da fare tutto d’un fiato, prima di ritornare a Cavedine passando sotto al traguardo finale. Sabato 10, invece, sarà la giornata riservata al ciclismo d’epoca con ‘La Moserissima – Memorial Aldo Moser’ che vedrà sfilare da Piazza Duomo a Trento i tanti appassionati del vintage, rigorosamente con abbigliamento e attrezzatura antecedenti il 1987. La ciclostorica dedicata alla famiglia Moser, in particolare alla figura di Aldo, il capostipite della dinastia Moser nel ciclismo, scatterà alle ore 8.30 ed è previsto un unico percorso di 65 km nei dintorni del capoluogo e lungo la strada di epoca romana Via Claudia Augusta. Si ammireranno alcuni dei luoghi più iconici del Trentino, pedalando accanto al fiume Adige e godendo delle bellezze del territorio. ‘La Moserissima’ giunta alla sua 6.a edizione sarà l’unica tappa del Giro d’Italia d’Epoca che si svolgerà in Trentino-Alto Adige, per partecipare basterà compilare l’apposito modulo e versare la quota di 25 euro.
‘Dulcis in fundo’, domenica 11 sarà il turno della 15.a edizione de ‘La Leggendaria Charly Gaul UCI Gran Fondo World Series’, sulle orme del mitico ‘Angelo della Montagna’ che nel 1956 compì l’impresa di scalare il Monte Bondone sotto una bufera di neve e ghiaccio. Le temperature, si auspica, a luglio saranno ben più elevate, ma la fatica per portare a termine la competizione non sarà da meno. Per gli amanti delle imprese più ardue, la scelta ricadrà inevitabilmente sulla ‘Granfondo’ di 141 km e 4.000 metri di dislivello, mentre per coloro che vorranno scegliere una tracciatura più ‘soft’ ci sarà la ‘Mediofondo’ di 57 km e 2.000 metri di dislivello, ma attenzione a non sottovalutarla! Per entrambi gli itinerari la partenza sarà alle ore 8 nella splendida Piazza Duomo a Trento, all’ombra del Nettuno. Le prime difficoltà si paleseranno agli atleti dopo pochi chilometri, con la prima ascesa verso Ville di Giovo, ottimo banco di prova per testare la gamba in vista delle successive asperità. Il ritorno a Trento sarà una rapida ‘frustata’ che porterà i corridori al bivio tra percorso lungo e medio: i primi proseguiranno verso Aldeno per la prima scalata al Monte Bondone, mentre quelli del ‘Mediofondo’ devieranno a Piedicastello per l’unico versante da percorrere prima di giungere al traguardo di Vason. I granfondisti, dopo aver terminato la salita sul primo versante, scenderanno in Valle dei Laghi e risaliranno da Vezzano alla volta dell’ultima fatica di giornata. A Sopramonte comincerà l’ultima ascesa all’Alpe di Trento con obiettivo finale la località di Vason, dove ad attenderli ci sarà la linea d’arrivo.
Iscrizioni ancora aperte, con le quote bloccate fino al 30 giugno a 62 euro per l’evento domenicale e ad 80 euro per la combinata Cronometro – Granfondo. Fatica e soddisfazioni non mancheranno, il tutto condito dalla solita atmosfera sportiva e divertente che ‘La Leggendaria Charly Gaul’ sa trasmettere ai propri appassionati, grazie anche alle bellezze di un Trentino che regala panorami mozzafiato da qualsiasi punto lo si guardi.

EPIC SKI TOUR: L’AMORE VINCE SU TUTTO! DE SILVESTRO E BOSCACCI PRIMI SUL MONTE BONDONE

EPIC SKI TOUR: L’AMORE VINCE SU TUTTO! DE SILVESTRO E BOSCACCI PRIMI SUL MONTE BONDONE

Oggi prima tappa in notturna di EPIC Ski Tour sul Monte Bondone
Il campione Michele Boscacci s’impone sul bravo Alex Oberbacher, terzo Jakob Herrmann (AUT)
Al femminile vince Alba De Silvestro su Giulia Murada, terza Corinna Ghirardi
Domani si riparte in località Viote, “4All” in partenza all’orario dei campioni (ore 9)

“Amor vincit omnia”, la locuzione latina di Virgilio potrebbe essere ripresa dai vincitori della tappa notturna di EPIC Ski Tour disputata stasera sul trentino Monte Bondone, un evento che è riuscito ad andare in scena (e di questi tempi è una notizia…) rispettando le norme di sicurezza legate all’emergenza Coronavirus. A trionfare sul traguardo in località Vason è stata la “coppia d’oro” dello scialpinismo mondiale, quella composta dal campione del mondo 2016 e 2018 Michele Boscacci e dalla sua compagna Alba De Silvestro, terza assoluta nella classifica di Coppa del Mondo 2019 e 2018. I due duetti De Silvestro-Murada e Boscacci-Oberbacher hanno proseguito appaiati dalla partenza all’arrivo, con i favoriti a trionfare e gli outsider a pagare dazio pur offrendo performance degne di nota. La prova era individual, subito in salita dopo la partenza attraversando la “Diagonale Montesel”, scendendo sulla “3-Tre Panoramica” e raggiungendo la stazione a valle. Discesa successiva prima di un’altra erta sulla pista “Cordela”, facendo ritorno sul traguardo e godendosi un nuovo giro per un totale di 6.25 km. Avvincente la gara maschile, con Boscacci partito subito di buona lena per distanziare l’altro favorito della vigilia, il campione del mondo in carica Robert Antonioli. Ma dal lotto spunta l’altoatesino Alex Oberbacher, autore di una performance strepitosa, soprattutto in discesa, unico punto debole dello “scialpinista d’arte” Boscacci, figlio del grande Graziano. Non abbastanza però per imporsi: “Contento di esserci – ha affermato Oberbacher, – bella gara, corta ma di fuoco. Ho cercato di vincere ma Boscacci ha una marcia in più, mi ha beffato con un contrattacco in salita e sul cambio. Domani partiremo attaccati”. Decisamente soddisfatto Boscacci, felice per la vittoria e per quella della compagna: “Successi in famiglia. Da qualche gara vinceva solo lei e io mi dovevo accontentare. Sto ritrovando un po’ la forma, ma dal punto di vista sportivo la situazione è molto dura, vedremo cosa ci aspetta. EPIC Ski Tour mi porta fortuna con un parterre da Coppa del Mondo”. Terzo un austriaco tra i tanti italiani, Jakob Herrmann. Quarto il trentino Davide Magnini, addirittura quinto il campione del mondo in carica Robert Antonioli, a dimostrazione del livello della contesa. La De Silvestro si è imposta invece sulla compagna di squadra del C.S. Esercito Giulia Murada in poco più di mezz’ora, affermando divertita sul traguardo: “La Murada ha deciso di entrare in forma proprio ad inizio stagione! Non sapevo ancora avesse vinto anche Michele, per me non è stata una gara facile, è stata una battaglia dall’inizio alla fine”. L’altra figlia d’arte Giulia Murada ha dato filo da torcere: “Finalmente sto entrando in forma, ma per battere Alba ci vorrà ancora un po’”. Terza la master Corinna Ghirardi, davanti alle brave Giulia Compagnoni, vincitrice delle tappe di EPIC Ski Tour in Svizzera e Valle d’Aosta, Martina Valmassoi ed Elena Nicolini. Anche gli atleti alle prime armi hanno potuto divertirsi, senza tuttavia aver bisogno dell’aiuto di una guida alpina per la facilità del percorso. Domani i “4All” partiranno invece in gruppi dedicati, alle ore 9 assieme ai campioni che si contenderanno il successo di EPIC Ski Tour 2019/2020 con una scoppiettante prova pursuit, questa volta dandosi appuntamento in località Viote, sempre sul Monte Bondone.

Info: www.epicskitour.com

A TRENTO C’È UNO “SCERIFFO” IN CITTÀ. RITROVO DI CICLOSTORICI CON “LA MOSERISSIMA”

A TRENTO C’È UNO “SCERIFFO” IN CITTÀ. RITROVO DI CICLOSTORICI CON “LA MOSERISSIMA”

L’11 luglio 6.a edizione de “La Moserissima” lungo percorso unico di 65 km
Appuntamento ‘intermedio’ tra Crono in Valle dei Laghi e 15.a “La Leggendaria Charly Gaul”
Tappa trentina del Giro d’Italia d’Epoca in compagnia dei campioni del passato
Iscrizioni aperte alla quota di 35 euro (a disposizione entro il 30 aprile)

Passano gli anni, ma “Lo Sceriffo” è sempre lui e va in perlustrazione ad assicurare che le ‘ruote girino’ alla perfezione a Trento e dintorni. Francesco Moser tornerà in sella assieme a tutti i ciclostorici in occasione della sesta edizione de “La Moserissima” dell’11 luglio, settima tappa del Giro d’Italia d’Epoca. Il comitato di APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Trento Eventi Sport non si ferma così alle sfide UCI Gran Fondo World Series “La Leggendaria Charly Gaul” (12 luglio) e Cronometro di Cavedine (10 luglio), ma regala a tutti gli appassionati di ciclismo vintage un appuntamento con i fiocchi che farà emozionare. “La Moserissima” concederà l’opportunità unica di pedalare al fianco del corridore più vincente di tutti i tempi in Italia assieme “ai suoi amici”, quali Gianbattista “Gibì” Baronchelli, Moreno Moser, Marino Basso, Gilberto “Gibo” Simoni, Gianni Motta, Mario Beccia, solo per citarne alcuni, atleti che hanno fatto la storia del ciclismo. Ma anche i curiosi e i lettori delle cronache ‘rosa’ hanno avuto un bel da fare, visto che nella passata edizione si sono fatti immortalare in compagnia della coppia da copertina Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez. L’organizzazione trentina è al lavoro per far divertire tutti i pedalatori, i quali, per affrontare il percorso di 65 km con partenza ed arrivo in Piazza Duomo a Trento, dovranno rigorosamente scegliere una bicicletta costruita in epoca precedente il 1987 e indossare abbigliamento consono al periodo storico, non capita infatti tutti i giorni di vedere al via concorrenti in piena estate con pesanti maglie di lana ma… lo spirito della manifestazione prima di tutto! Anche nel 2020 “La Moserissima” sarà l’unica tappa del Giro d’Italia d’Epoca a rappresentare il Trentino-Alto Adige, sfoggiando dei veri e propri pezzi da collezione. E chissà quest’anno cosa ci riserverà tra le strade bianche, i palazzi storici e le bellezze della città di Trento…
Info: www.lamoserissima.it e www.laleggendariacharlygaul.it

“LA MOSERISSIMA” ALLA PROVA… DEL CUOCO. TAVOLA IMBANDITA A CASA DI FRANCESCO MOSER!

“LA MOSERISSIMA” ALLA PROVA… DEL CUOCO. TAVOLA IMBANDITA A CASA DI FRANCESCO MOSER!

Ciclostorica “La Moserissima” sabato 13 luglio a Trento
Start dalla meraviglia della città tridentina: Piazza Duomo
Tutti invitati alla cena del 12 luglio all’Azienda Agricola di Casa Moser
Unica tappa del Giro d’Italia d’Epoca a rappresentare il Trentino-Alto Adige

A casa di Francesco Moser – ciclista italiano più vincente di tutti i tempi con 273 vittorie – la tavola è già imbandita per l’appuntamento tradizionale che anticiperà “La Moserissima”, ciclostorica di sabato 13 luglio.
La “Cena a casa di Checco”, prevista nella serata del 12 luglio, è un must per tutti gli appassionati dell’evento vintage realizzato da APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e ASD Charly Gaul Internazionale in collaborazione con “Lo Sceriffo” e la famiglia Moser. All’Azienda Agricola di Casa Moser in via Castel di Gardolo a Trento ci si potrà sedere accanto a Francesco per parlare, assieme ad altri grandi campioni, del ciclismo che fu e di quello dei giorni nostri, con il trentino che ha sempre in serbo storie brillanti e aneddoti da narrare, d’altronde la sua è una carriera che parla da sola. La quota per prendere parte alla serata ammonta a 30 euro.
Una serata conviviale che precederà la partenza della quinta edizione de “La Moserissima”, nata per festeggiare il decennale de “La Leggendaria Charly Gaul” e mai più fermatasi. Una prova retrò che intervallerà l’appuntamento con la quattordicesima edizione della granfondo e la cronometro di Cavedine in Valle dei Laghi, anch’essa prestigiosa tappa UCI Gran Fondo World Series come la sfida regina domenicale.
“La Moserissima” sarà l’unica tappa a rappresentare il Trentino-Alto Adige nel Giro d’Italia d’Epoca, che raccoglie le migliori rappresentazioni vintage del ciclismo in Italia, e Francesco Moser porterà alla scoperta di 65 km e 690 metri di dislivello, scoppiettante novità di quest’edizione, partendo dal cuore scenografico della città di Trento – Piazza Duomo – alla volta di un tracciato spettacolare che condurrà gli avventurieri del pedale in abbigliamento d’epoca fra le strade bianche che costeggiano il fiume Adige, la storica Via Claudia Augusta, le pianure e le erte mirabolanti dell’estate trentina, confermando come punti saldi, anzi saldissimi, i ristori alle cantine CAVIT e Moser. Le bellezze di Trento e dintorni verranno ancora una volta poste in bell’evidenza, scattando da una delle piazze più caratteristiche d’Italia al cospetto della Fontana del Nettuno, da un’area che trasuda storia e che si sposa a meraviglia con tutte le sfaccettature del panorama ciclistico nazionale. Le iscrizioni per partecipare sono aperte, alla cifra di 50 euro entro il 30 giugno, mentre per la cena contattare APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, 0461.216000 – info@discovertrento.it.

Info: www.lamoserissima.it e www.laleggendariacharlygaul.it